Do it better.
Le cose da non fare in Rete.
      Il caso di Italia.it
          Antonio Sofi
       Matera | 14/12/2007
Il logo         Il sito




  presentato      presentato
il 21/02/2007   il 22/02/2007
Passano dieci mesi...




   Bella l’idea ma
è stata un fallimento
Perchè?
Cosa è successo dal punto di vista
  comunicativo subito dopo la
         presentazione...
#1. La Rete diffidente
(che reagisce se sospetta
di essere presa in giro...)
vari bug e
errori vengono
subito scovati e
   pubblicati
#2. La Rete attenta al
minimo dettaglio (ci
 sarà sempre il pelo
     nell’uovo...)
Problemi con la
lingua e i link troppo
        lunghi
#3 La Rete che ne sa più
 di te (collettivamente
      più esperta )
In poche ore Marco
 Pugliese rifà l’hp di
   Italia.it con css
  invece di tabelle
#4 La Rete che ti
prende in giro (non ne
  lascia passare una)
fonte: http://scandaloitaliano.wordpress.com/galleria-immagini/
fonte: http://scandaloitaliano.wordpress.com/galleria-immagini/
Forme di “Politics busting”*, di
      “manomissione della politica”

 Il Re è nudo sul Web. E a maggior ragione il Portal...
#5 La Rete virale (i
contenuti si muovono
velocemente di sito in
        sito)
#6 La Rete che
argomenta le sue
 posizioni (nella
maggior parte dei
      casi)
#7 La Rete che
 tiene molto ai
    contenuti
(soprattutto se
 hyperlocal e/o
     blogger)
#7 La Rete che ha
  memoria del
  passato (o al
massimo sa come
andarlo a cercare)
QUANTE ALTRE CAMPAGNE
     HANNO LASCIATO IL
     SEGNO? VENTOTTO...
Scattolin (mobili). La qualita’ lascia il segno. Selm...
#8 La Rete che genera
  approfondimento
   collaborativo (si
organizza per saperne
        di più)
Scandalo
                                               Italiano. Multiblog
                                              ...
#9 La Rete per
cui l’emergenza è
azione (petizioni,
 lettere aperte,
     incontri)
31 marzo. Barcamp.
                               Università Bicocca. 306
                                       iscritti....
#10 ?
#10 Devi imparare a
gestire l’imperfezione...
   (perpetual beta, conversazioni...)
#10 bis
 ...accogliendo la voglia
    di partecipazione e
coinvolgimento dei tuoi
        interlocutori
   (raccolta di fe...
Una sola conclusione. E’
dannatamente più importante
    il processo (aperto e
collaborativo) del prodotto
         (finito...
Grazie!
antonio.sofi@gmail.com
    www.webgol.it
Do It Better. Le cose da non fare in Rete. Il caso di Italia.it (di Antonio Sofi, Matera, 12/2007)
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Do It Better. Le cose da non fare in Rete. Il caso di Italia.it (di Antonio Sofi, Matera, 12/2007)

4,721 views

Published on

Presentazione di Antonio sofi (www.webgol.it) all'interno del convegno "La nuova grammatica digitale per promuovere la comunicazione del territorio", svoltosi a Matera il 14 dicembre 2007 (ulteriori informazioni: http://www.basilicata.travel/default.php?section=blog&id=13

0 Comments
7 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
4,721
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
544
Actions
Shares
0
Downloads
78
Comments
0
Likes
7
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Do It Better. Le cose da non fare in Rete. Il caso di Italia.it (di Antonio Sofi, Matera, 12/2007)

  1. 1. Do it better. Le cose da non fare in Rete. Il caso di Italia.it Antonio Sofi Matera | 14/12/2007
  2. 2. Il logo Il sito presentato presentato il 21/02/2007 il 22/02/2007
  3. 3. Passano dieci mesi... Bella l’idea ma è stata un fallimento
  4. 4. Perchè? Cosa è successo dal punto di vista comunicativo subito dopo la presentazione...
  5. 5. #1. La Rete diffidente (che reagisce se sospetta di essere presa in giro...)
  6. 6. vari bug e errori vengono subito scovati e pubblicati
  7. 7. #2. La Rete attenta al minimo dettaglio (ci sarà sempre il pelo nell’uovo...)
  8. 8. Problemi con la lingua e i link troppo lunghi
  9. 9. #3 La Rete che ne sa più di te (collettivamente più esperta )
  10. 10. In poche ore Marco Pugliese rifà l’hp di Italia.it con css invece di tabelle
  11. 11. #4 La Rete che ti prende in giro (non ne lascia passare una)
  12. 12. fonte: http://scandaloitaliano.wordpress.com/galleria-immagini/
  13. 13. fonte: http://scandaloitaliano.wordpress.com/galleria-immagini/
  14. 14. Forme di “Politics busting”*, di “manomissione della politica” Il Re è nudo sul Web. E a maggior ragione il Portale. Perché il Web non è opaco, chiunque può guardare la “nudità” di un prodotto finito e “decodificarlo” “E’ il passaggio dalla resistenza alla ricreazione” * De Kerckhove e Susca, L’Espresso, 6/12/07
  15. 15. #5 La Rete virale (i contenuti si muovono velocemente di sito in sito)
  16. 16. #6 La Rete che argomenta le sue posizioni (nella maggior parte dei casi)
  17. 17. #7 La Rete che tiene molto ai contenuti (soprattutto se hyperlocal e/o blogger)
  18. 18. #7 La Rete che ha memoria del passato (o al massimo sa come andarlo a cercare)
  19. 19. QUANTE ALTRE CAMPAGNE HANNO LASCIATO IL SEGNO? VENTOTTO... Scattolin (mobili). La qualita’ lascia il segno. Selmabipiemme. Il lavoro lascia il segno. Sharp. Lascia il segno. Maxell Wild. Lascia il segno. Costa d’oro. L’extra vergine che lascia il segno. GP (zaini). Quest’anno la scuola lascia il segno. Sana (Fiera di Bologna). Dove la natura lascia il segno. Gilera runner. La potenza lascia il segno. Brio (penne). Lascia il segno! Zarpellon (formaggi). Il sapore lascia il segno. Nintendo 64. Lascia il segno. Yamaha (Pc-notebook). Lascia il segno. New planet (gioielli). Lascia il segno. Gente viaggi. Un’esperienza che lascia il segno. Torino 2006 olympic winter games. Lascia il segno nella storia. Compuprint (stampanti). Lascia il segno CONAD. La qualità lascia il segno. Vagary (orologi). Lascia il segno. La croce del peccato. Il gioiello che lascia il segno. Klinkersire. Il pavimento che lascia il segno. Margherita by aprile (gioielli). Lascia il segno. Badedas. L’estate badedas lascia il segno. Campagna sociale. Adottiamo a distanza un bambino eritreo. È un gesto che lascia il segno. Gummy Pen (giochi preziosi). Il gusto che lascia il segno. Seat. Nuova Seat Leon. Lascia il segno. Boss Selection (profumi). Lascia il segno. 5 per mille. Una firma che lascia il segno. SAINT-GOBAIN (vetri). Lo stile vi lascia il segno. Fonte: Luca Corteggiano - copywriter (http://scandaloitaliano.wordpress.com/2007/02/26/marchio-italia-un-payoff-che-ha-lasciato-il-segno-28-volte/)
  20. 20. #8 La Rete che genera approfondimento collaborativo (si organizza per saperne di più)
  21. 21. Scandalo Italiano. Multiblog che tiene traccia giornalistica del caso Italia.it fonte: http://scandaloitaliano.wordpress.com
  22. 22. #9 La Rete per cui l’emergenza è azione (petizioni, lettere aperte, incontri)
  23. 23. 31 marzo. Barcamp. Università Bicocca. 306 iscritti. fonte: http://www.ritalia.eu
  24. 24. #10 ?
  25. 25. #10 Devi imparare a gestire l’imperfezione... (perpetual beta, conversazioni...)
  26. 26. #10 bis ...accogliendo la voglia di partecipazione e coinvolgimento dei tuoi interlocutori (raccolta di feedback, aggregazioni, crowdsourcing...)
  27. 27. Una sola conclusione. E’ dannatamente più importante il processo (aperto e collaborativo) del prodotto (finito e finale).
  28. 28. Grazie! antonio.sofi@gmail.com www.webgol.it

×