Stefano Guerrini - Velvet

1,132 views

Published on

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Stefano Guerrini - Velvet

  1. 1. “Agente speciale” In una Londra molto swingin’ si muovono i due agenti speciali John Steed ed Emma Peel. Se lei passa alla storia del costume per la tuta aderente, ammiccamento all’estetica S&M, non meno eccentrico appariva in “The Avengers” il simpatico Steed. Simboli dello stile british come bombetta, ombrello dal manico di bambù e completo grigio non sono 2 127 17 vedi la tivù? ’67 più stati così cool dopo di lui... Bombetta, Borsalino. Ombrelli, Church’s. ’60 Un UOMO ❤ Mito di ieri, trend di oggi Hanno bucato il piccolo schermo nei ’70 e ’80. da telefilm “Il prigioniero” Non ci abbiamo mai capito molto, ammettiamolo, con il protagonista relegato su un’isola dove tutti hanno Ora ce li ritroviamo fra i piedi: il loro stile è come nome un numero (lui è Numero Sei), e da dove non si può fuggire, pena ancora un esempio da seguire. Sono i protagonisti il soffocamento in una strana bolla che di quelli che oggi si chiamano serial. appare dal nulla. Quello che colpiva era, di Stefano Guerrini sì, l’atmosfera misteriosa, ma anche la giacca nera bordata di bianco indossata dall’attore Patrick McGoohan, Q uando si parla di icone televisive di stile, è inevitabile divenuta oggetto di culto. Giacca che la mente vada alle solite Carrie e amiche, vestite da smoking di velluto, Canali (800 euro). da Patricia Field in “Sex and the City”, o alle giovani protagoniste di “Gossip girl”. E se stavolta volessimo parlare di uomini? Sono molti gli attori che hanno segnato il nostro background visivo grazie al look dei personaggi che hanno dato loro successo. I costumisti sono riusciti a sbizzarrirsi non solo con le varie Brenda e Donna, con le Sue Ellen o le varie casa- linghe disperate dei prime-time show, ma hanno spesso caratte- ’69 rizzato alla perfezione anche i protagonisti maschili, divenuti, quasi loro malgrado, punti di riferimento per il sistema moda. Che a volte li ha trasformati in veri e propri trendsetter. Abbiamo tracciato un percorso fra queste icone vintage rigorosa- mente al maschile, cercando di non andare troppo indietro (come dire?, fino agli albori del tubo catodico), ma di ricordare quei “tipi” che, perfettamente inseriti nella loro contemporaneità, si parli degli Swingin’ Sixties o degli eccessivi anni Ottanta, sono riusciti a influenzare i guardaroba degli spettatori. Avremo forse dimenticato qualcuno, ma i nomi che qui ritrovate hanno segna- to la moda e, noterete, tuttora la pervadono. “Attenti a quei due” EVERETT/CONTRASTO (3), BETTMAN/CORBIS ’71 “Bentornato Kotter” I ricordi di “The persuaders”, in italiano Il casual dei teenager dei sobborghi “Attenti a quei due”, sono legati alla arriva sugli schermi, ed è subito colonna sonora di John Barry. Innegabile successo. Giubbotti, T-shirt e pantaloni però che il donnaiolo Lord Sinclair, a zampa diventano il look di milioni un Roger Moore dandy in foulard di adolescenti, ma le avventure di questo colorati, camicie con jabot e completi professore in mezzo a studenti poco gessati, e il miliardario Danny Boyle, portati per i libri suscitano l’interesse un Tony Curtis lontano da Hollywood forse più per il bel visino e gli occhi in abiti sportivi adatti alle auto da corsa, azzurri di un esordiente John Travolta. sono tra i personaggi tivù più carismatici Camicia, Bagutta (79 euro). T-shirt, H&M dei primi Settanta. Da sfilata, (5,95 euro). Jeans, Geox (79 euro). Dirk Bikkembergs. Papillon, Bagutta. Foulard, Etro. velvet 127
  2. 2. 1 128 2 vedi la tivù? “Starsky e Hutch” Nell’immagine promozionale più famosa sono in tuta, mentre corrono su una spiaggia. Noi ricordiamo il biondo Hutch, con le sue giacche lunghe di pelle, e il moro Starsky, con il cardigan bianco, dare la caccia ai delinquenti di Bay City a bordo della Ford Gran Torino. ’75 Cardigan, Brunello Cucinelli (1.170 euro). Sneakers, Adidas (85 euro). Jeans, Dondup (186 euro). “Hazard” Se Daisy catturava il pubblico maschile con i suoi hot pants, i cugini Bo e Luke, a bordo della loro Generale Lee, stuzzicavano quello femminile. Le camicie a quadretti, il cappello da cowboy e gli stivali hanno di sicuro aiutato a diffondere lo stile country fuori ’79 dagli Stati Uniti. Camicia, Hackett London (120 euro). Jeans, G-Star (139,90 euro). Foulard, H&M (9,90 euro). ❤Piccolo ’79 IN GRANDE STILE “Cuore e batticuore” schermo Gran scavezzacollo, i coniugi miliardari Hart hanno conquistato gli spettatori anche con il loro stile impeccabile. Robert Wagner nel ruolo del marito Jonathan, tra smoking bianchi e papillon esagerati, rivaleggiava in eleganza ’82 con Stephanie Powers, la moglie Jennifer. Braccialetto, Emporio Armani (145 euro). Trench, Sealup (660 euro). “Dinasty” Tutti gli occhi erano puntati sulla bionda e buona Kristle e sulla perfida mora Alexis, mentre lui, che le aveva sposate entrambe, era il patriarca di una famiglia allo sfascio. Mr Blake Carrington non appariva mai scomposto, sia quando si trovava in tribunale per difendersi dall’accusa di aver ucciso l’amante del figlio gay, sia quando doveva riconoscere l’ennesimo pargolo “dimenticato”. Vestaglia, Piombo. Cravatta, Diesel. EVERETT/CONTRASTO (4), RUE DES ARCHIVES “Casa Keaton” Un adolescente conservatore che osanna la politica reaganiana mentre i genitori, ex figli dei fiori, commentano con disappunto. Michael J. Fox ha segnato lo stile preppy degli anni Ottanta, con le sue camicie button-down e i pullover immacolati. Pull, 40Weft. Camicia e cravatta, Hackett London (180 e 90 euro). Occhiali, Ermenegildo Zegna Eyewear (179 euro). ’81 128 velvet
  3. 3. 1 130 30 vedi la tivù? “Supercar” ’82 Più che vederlo correre in spiaggia con un paio di bermuda rossi, David Hasselhoff noi lo preferiamo come protagonista di “Supercar”, serie che ha preceduto il successo planetario di “Baywatch”. Col suo giubbotto di pelle, i jeans aderenti, cintura e maxifibbia, era la spalla perfetta per Kit, la geniale ’82 auto parlante. Cintura, Wrangler (50 euro). Giubbotto, Museum (389 euro). Stivaletti, Hogan (270 euro). “Saranno famosi” Scaldamuscoli e calzamaglia, la School of Performing Arts insegna dagli anni Ottanta a milioni di adolescenti la contaminazione di stili e il meltin’ pot. Leroy balla sensuale indossando solo un paio di shorts, mentre la professoressa Lydia Grant declama che la strada per il successo è lastricata di sudore e fatica. Canotta, Freddy (27,90 euro). Pantaloni, Lotto (55 euro). ❤ Vita IL FASCINO DEL PRIME-TIME catodica “Remington Steele” Elegantissimo, con i suoi completi doppiopetto e il fazzoletto che spunta dal taschino, Pierce Brosnan interpreta l’impostore Remington Steele, un ladro che assume la falsa identità di un ’82 detective privato. In breve diventa un’icona e da lì a poco anche il nuovo 007. Smoking, Lardini (822 euro). Borsa di alligatore, Trussardi 1911. ’84 “Miami Vice” Nessun poliziotto è mai stato così stiloso. Completi italiani su camicie e T-shirt pastello erano la divisa per Sonny Crockett e Rico Tubbs, alla guida delle loro Ferrari per le strade di una città che, anche grazie al serial, è diventata meta dei fashion addict. Cravatte, Bulgari (180 euro). Camicie, Xacus (109,90 euro). Da sfilata, Versace. ’85 EVERETT/CONTRASTO (4), RUE DES ARCHIVES “MacGyver” Interpretato da Richard Dean Anderson, non si capiva come potesse, con forcina e carta di chewing-gum, bloccare un’esplosione nucleare nella vecchia Urss. Dimentichiamo la chioma imbarazzante, ma ricordiamo che il suo giubbotto di pelle e l’orologio multifunzione sono stati per i teenager una fuga dal quotidiano. Orologio, Hamilton. Pullover, C.P. Company. 130 velvet

×