B&B 2010

1,423 views

Published on

Monitoraggio dei B&B: crescita annua, permanenza media nelle strutture, da chi sono gestiti e lingue straniere parlate.

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,423
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
447
Actions
Shares
0
Downloads
13
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

B&B 2010

  1. 1. B&B l’ospite a casa propria Monitoraggio del fenomeno 1
  2. 2. Crescita annua B&B sul territorio milanese 120 109 100 80 77 68 60 50 49 40 28 20 0 2008 2009 2010 Milano ProvinciaConsiderando l’ultimo triennio, notiamo come le strutture classificate come Bed and Breakfast siano aumentateconsiderevolmente: da un totale complessivo di 78 strutture del 2008 si è arrivati ad annoverare sul territoriomilanese, a fine 2010, 177 strutture. 2
  3. 3. L’incremento delle strutture ha portato anche ad un aumento considerevole per ilsegmento B&B della capacità ricettiva, da 174 camere con 355 posti letto del 2008, siè passati a fine 2010 ad avere su tutto il territorio milanese 363 camere con745 posti letto. 2008 2010 + 52% 3
  4. 4. 2010 FLUSSI TURISTICI B&BAnalizzando la composizione degli arrivi di turisti sia di provenienza italiana che estera presso i Bed andBreakfast notiamo come Milano e Provincia siano “preferite” in modo inverso.La prevalenza di clienti italiani preferisce soggiornare nel territorio provinciale (59 %) rispetto al capoluogo,mentre chi proviene dall’estero privilegia la città (67%). Arrivi turisti Italiani nei B&B 2010 Arrivi turisti Stranieri nei B&B 2010 Provincia Milano 33% 41% Provincia Milano 59% 67%Anche per quanto riguarda le presenze (i pernottamenti per persona) Milano e Provincia si distinguono,avvalorando il dato degli arrivi.La città ha il 59% di clienti stranieri contro il 41% del restante territorio milanese, le presenze italiane invece,sono il 37% nel capoluogo contro il 63% della provincia. I dati 2010 sono da ritenersi provvisori e soggetti a modifica,, in quanto ISTAT, titolare della rilevazione non ha ancora provveduto all’ufficializzazione. 4
  5. 5. Principali regioni italiane e stati di provenienza: composizione dei flussi turistici 2010 nei Bed and Breakfast ITALIANI 1° VENETO 1° LAZIO PROVINCIA MILANO 2° LOMBARDIA 2° SICILIA 3° SICILIA 3° PUGLIA 4° CAMPANIA 4° VENETO 5° PUGLIA 5° CAMPANIA STRANIERI STATI UNITI GERMANIA PROVINCIA 1° 1° DAMERICA MILANO 2° FRANCIA 2° GERMANIA 3° PAESI BASSI 3° FRANCIA 4° REGNO UNITO 4° REGNO UNITO 5° ROMANIA 5° AUSTRALIA 5
  6. 6. Permanenza media B&B 2010 5,00 4,50 4,00 3,50 3,00 2,50 2,00 1,50 1,00 0,50 0,00 lio e io io zo o re o io e e e ril gn br br br st na ra g ob ar g Ap ag o em em Lu em iu bb en M Ag tt M G O ic ov tt Fe G Se D N Provincia MilanoLa permanenza media (rapporto tra le presenze e gli arrivi) misura i giorni di soggiorno presso le strutture ricettive.Per quanto concerne i B&B, osservando l’andamento mensile notiamo che a Milano il turista si ferma mediamente intorno ai 2 giorni,l’unico mese controcorrente è Agosto con 4 giorni. Nel territorio provinciale l’andamento oscilla tra i 2 ed i 3 giorni di permanenza:Dicembre ed Agosto sono i mesi in cui i turisti si sono fermati più a lungo. 6
  7. 7. Chi gestisce il Bed and Breakfast Chi gestisce un B&B Provincia 65 45 Milano 38 29 0 20 40 60 80 100 120 Donne UominiNel territorio milanese sono le donne, con un 58% ad aprire e gestire un’attività di Bed and Breakfast: sia nelcapoluogo che in provincia l’impronta femminile è più presente. 7
  8. 8. B&B Lingue straniere parlate altre lingue solo Italiano 4% Tedesco 2% 8% Spagnolo Inglese 12% 49% Francese 25%Aprire un B&B comporta anche la conoscenza di almeno una lingua straniera: l’Inglese è con il 49% lalingua più diffusa seguita a distanza dal Francese, dallo Spagnolo e infine Tedesco; solo un 2% ha dichiaratodi non saper parlare alcuna lingua. 8
  9. 9. 7 MAGGIO 2010: Giornata formativa B&BLo scorso anno il Settore Turismo della Provincia di Milano ha organizzato un incontro per parlare del crescentefenomeno relativo al Bed and Breakfast; si sono trattati vari argomenti come la normativa, l’aspetto fiscale,l’iter burocratico, l’associazionismo, dati statistici, esperienze di gestori di questa forma di ospitalità.La partecipazione è stata considerevole: l’88% era costituito da privati cittadini del territorio milanese elimitrofo; rilevante è stata l’adesione del pubblico femminile, ben il 71% della totalità. Chi ha preso parte all’evento era principalmente interessato ad aprire in un prossimo futuro un’attività di B&B nella propria casa di residenza (58%), il 18% per semplice curiosità, il 21% per approfondimento professionale o perché già gestiva un B&B. La maggior parte dei partecipanti ha dichiarato di essere a favore di un nuovo incontro che sviluppi in modo più esaustivo le tematiche normative ma soprattutto fiscali e di gestione del B&B ( ad esempio la promozione, la somministrazione di alimenti e bevande, l’assicurazione). Considerato il successo della giornata e vista la costante domanda di informazioni e punti di incontro tra operatori ed utenti, il settore Turismo replicherà prossimamente la giornata formativa. 9
  10. 10. Elaborazioni a cura di:Osservatorio TurismoSettore Turismo della Provincia di MilanoTel. 02 7740 4304 – 02 7740 4308iat.statistica@provincia.milano.itwww.visitamilano.it 10

×