Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Cosmoggi marzoaprile

1,127 views

Published on

Published in: News & Politics
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Cosmoggi marzoaprile

  1. 1. ANNO XVIII NUMERO 3-4 MARZO/APRILE 2012 D I S T R I B U Z I O N E G R AT U I TA / C O P IA O M AG G I O Cotti e servitiI n Italia vi sono circa 7 milioni e mezzo di gatti l’ostracismo dalla Rai.Nella realtà di tutti i giorni o semplicemente uccisi a scopo alimentare, il 10% a comportamenti o lavori insopportabili per le sue domestici, gatti che fanno la felicità dei loro si scopre che gli italiani uccidono per scopo di tutti i gatti scomparsi ed abbandonati nel corso caratteristiche etologiche. La pena è aumentata padroni, che offrono compagnia ed affetto e alimentare 6-7.000 gatti all’anno, che vengono dell’anno. E’ un dato che non si discosta molto da della metà se dai fatti deriva la morte dell’animale.”che ricevono, nella maggior parte dei casi, amore e cucinati prevalentemente in umido con la polenta quello degli anni precedenti. Non mancano anche le Questa la legge che ambientalisti e amici deglicoccole. Chi ha un gatto in casa sa che la sua presenza o arrosto. E’ quanto denunciato dall’associazione segnalazioni esotiche come quelle provenienti dalla animali invocano a difesa di tale pratica, maè discreta, raramente invadente – come può essere animalista Aidaa, che spiega che si tratta di una vera zona del litorale romano dove è stata segnalata a qualcuno pone l’accento sui vuoti che tale leggequella di un cane – e che richiede, in generale, non e propria abitudine culinaria che, “seppure vietata più riprese la scomparsa dei gatti dalle colonie, così presenta. Sembra incredibile eppure è così. Nelmolte cure, limitandosi a dormicchiare anche per 16 per legge, e punita addirittura con la reclusione come avviene (anche se in misura ridotta rispetto nostro Paese la legge non vieta espressamente diore al giorno; un po’ d’acqua, una ciotola di cibo e (uccidere un gatto è reato penale che rientra agli anni scorsi) che si segnalino cacciatori in cercauna lettiera con la sabbia sono le sue uniche esigenze. nell’articolo 544 del codice penale che riguarda di gatti da impallinare nelle zone classiche della “cibarsi di gatti”. E qui si apre il dibattito. UcciderePerò non tutti trattano i gatti con il dovuto rispetto. il maltrattamento e l’uccisione degli animali cucina dei “magna-gatti”. “Ci sono infine - specifica un cane o un gatto per mangiarselo può essereSe si pensa che nell’antico Egitto, ai tempi dei di affezione) è ancora radicata in alcune zone Aidaa - segnalazioni che hanno dell’incredibile considerato reato? Moralmente si, ovviamente, mafaraoni, avevano grande considerazione tanto specifiche dell’Italia del centro-nord e in particolare ma che sono state poi appurate, come quella della legalmente sfamarsi è considerata una necessitàda essere addirittura mummificati da chi poteva in Veneto con epicentro nelle zone di Vicenza e signora in provincia di Milano che in diversi anni primaria e, quindi, questo non comporta alcunapermettersi tale pratica, si fa fatica a credere che Verona, ma anche nelle province che stanno ad ha allevato a scopo di alimentazione oltre 600 gatti pena. Purtroppo di vuoti legislativi e di leggiesistano persone che, invece, i gatti li mangiano. est della Lombardia (Bergamo, Brescia e Mantova) dandoli da mangiare ai suoi amici in succulenti poco chiare ne è pieno il Codice Civile, serve soloGiusto un anno fa, nella popolare trasmissione e anche in alcune zone del Piemonte e dell’Emilia pranzetti che diceva essere a base di coniglio”. sperare che chi di dovere riempia questa lacuna.televisiva “La prova del cuoco”, l’esperto culinario Romagna”, rende noto l’associazione. Secondo i Il reato di maltrattamento di animali (articolo 544-Beppe Bigazzi parlò di una ricetta per cucinare e i dati analizzati da Aidaa in base alle segnalazioni ter) prevede la reclusione da 3 mesi a un anno o lagatti e quell’episodio, seppure smentito dal diretto giunte nel 2011 al servizio “emergenzamici@libero. multa da 3.000 a 15.000 euro per chiunque provochiinteressato, gli costò il posto in trasmissione e it” sarebbero circa 6-7.000 i gatti allevati, cacciati una lesione ad un animale, lo sottoponga a sevizie, Ennio Salvia Speciale Roma pag. 12 e Milano pag. 13
  2. 2. 2 ESTERI a cura di Antonio ProcentesePer mare, per terraE’ ancora nebulosa la situazione dei due marò arrestati in IndiaL a prigionia dei due marò italiani, i fucilieri di Marina catturati in India, continua a tenere tutti con il fiato sospeso. Senza, però, entrarenel merito, dal momento che la situazione è ancorain fieri, cerchiamo di capire di cosa si discute da un tenza per la definizione delle acque inter- ne e delle acque internazionali: una linea spezzata, cioè, che unisce i punti notevoli della costa, mantenendosi generalmente in acque basse, ma laddove la costa appa-punto di vista strettamente giuridico: il problema re particolarmente frastagliata o in casi neiprincipale è quello di stabilire se quanto accaduto è quali delle isole sono particolarmente vici-successo in acque internazionali o meno.La materia ne alla stessa, può tagliare e comprendereè regolata dalla Convenzione delle Nazioni Unite sul ampi tratti di mare) alle 12 miglia nautiche.diritto del mare (UNCLOS United Nations Conven- In quest’area vigono le leggi dello Stato co-tion on the Law of the Sea), un trattato internaziona- stiero, sebbene all’interno delle acque terri- I due Marò arrestati in Indiale che definisce i diritti e le responsabilità degli Stati toriali esiste il diritto di ogni imbarcazionenell’utilizzo dei mari e degli oceani, al quale hanno al cosiddetto passaggio inoffensivo, l’attra- allora, dovrebbe significare che qualora l’episodioaderito 155 Stati, tra cui l’Italia che ha ratificato la versamento di aree marine in modo continuo e spe- che ha visto coinvolti i due marò fosse avvenutoconvenzione con la L. n. 689 del 2 dicembre 1994. In dito, tale cioè, da non pregiudicare la pace, il buon nella zona di mare territoriale, la giurisdizione do-particolare questa Convenzione tratta di: zonazio- ordine e la sicurezza dello Stato costiero. Oltre le 12 vrebbe essere quella indiana; se, invece, il tutto fossene delle aree marine; navigazione; zona economica miglia (più precisamente, le 200 miglia marine dalla accaduto in acque internazionali, la giurisdizioneesclusiva; giurisdizione della piattaforma continen- costa), però, non siamo più in acque territoriali, ma non spetterebbe più alle autorità indiane, ma all’I-tale; attività estrattive minerarie nel fondo marino; ci troviamo in acque internazionali: la disciplina re- talia. Una volta stabilito, dunque, dove sia avvenutaregimi di sfruttamento e protezione dell’ambiente lativa è prevista nella convenzione di Montego Bay la tragedia, sarà possibile individuare l’Autorità chemarino; ricerca scientifica e soluzione di dispute. del 1982, attualmente in vigore. Costituendo una res abbia competenza a decidere.Ora, sulla base di questa normativa per acque ter- communis omnium, cioè un bene appartenente aritoriali deve intendersi lo spazio di mare compreso tutti, in queste zone ogni Stato esercita in via esclu-dalla linea di base (detta così in quanto base di par- siva la propria giurisdizione sulle sue navi. Questo, Adelaide CaravagliosCina, trapiantati organi dei condannati a morteL a qua si totale a ss e nz a di volontar i induce i dir ige nti di Pechino ad utilizz are i “resti” delle es ecuzioniT roppo pochi i donatori volontari in Cina. Ecco allora che la principa- le fonte di organi per trapianti è rappresentata dai detenuti nel “braccio della morte”, i condannati alla pena capitale. A confermarlo è lo stessovice ministro cinese della Salute Huang Jiefu sollevando reazioni di sdegno a livello internazionale. Nel almeno 600 ospedali specializzati in questo traffico di morte ed i relativi profitti sono altissimi, se si considera il prezzo di vendita degli organi che spesso arriva a decine di migliaia di dollari. Negli anni questo commercio di morte si è esteso a macchia d’olio diventando un vero e proprio business da cifre astronomiche , sempre protetto dal benestare governativo. Come ultimo atto i corpi vengono 2009, a due anni dal divieto cremati per ordine del regime in modo da cancellare ogni prova dell’accadu- del commercio degli organi, to. La Cina cerca da tempo di ridurre la dipendenza dagli organi dei condan- in Cina è stata lanciata una nati a morte ma una domanda elevata e una carenza di donatori fanno sì che vasta campagna per inco- questi rimangano la fonte principale. Per Giovanni D’Agata componente del raggiare le donazioni. Un’i- Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” e fondatore dello niziativa che, a quanto pare, “Sportello dei Diritti”, purtroppo, nella Cina capital-marxista oggi l’unica ideo- non deve essere bastata in logia è quella del profitto selvaggio . Migliaia di fegati, reni e cornee cinesi sono un Paese dove vengono ef- immessi nel mercato internazionale del traffico di organi, anche via internet. fettuati all’incirca 10 mila Secondo le organizzazioni umanitarie internazionali, il 95% viene dai corpi dei trapianti l’anno ( per nu- condannati a morte. Le esecuzioni capitali, con la relativa vendita degli organi, mero secondi solo agli Stati sono uno dei principali fenomeni che derivano dalla violazione sistematica deiCondannati a morte in Cina Uniti) e in cui i pazienti in diritti umani in Cina. Evidenziano una volta di più la precarietà e la corruzione attesa sono 1,3 milioni. Par- del sistema giudiziario e la totale mancanza di garanzie per chi viene arrestato.liamo di condannati a morte il cui assenso viene strappato con pressioni e inti-midazioni che il regime occulta sistematicamente. Gli organi vengono espian-tati subito dopo l’esecuzione e trasportati in apposite ambulanze. Vi sono oggi Paolo Veccia S p e s e m i l i t a r i , l ’A s i a r a g g i u n g e l ’ E u r o p a C ’è l a c r i s i , s t a n z i a m e n t i p e r l a D i f e s a r i d o t t iI l nuovo vento dell’economia mondiale spira verso l’Oriente. Ora anche le spese militari si avviano ad essere segnale di una nuova leadership a livello planetario. Se è vero che la Cina ,potenza in ascesa anche su questo fronte,possiede solo un ottavo del bilancio militare americano, l’Europa è da temponel mirino del colosso asiatico. E il trend europeo sembra destinato a proseguire go termine. Le conseguenze in campo militare sono già evidenti. “ Ci sono poche possibilità che la stretta ai bi- lanci sia allentata presto” sostengono gli esperti militari inglesi ricordandonel segno dell’austerità anche per i prossimi anni. La progressione cinese sem- che la missione in Libia ha svelato in-bra dunque inevitabile riflesso di una dinamica globale che vede una dolorosa sospettabili vuoti nelle performancecontrazione dei mercati ad Ovest parallela alla crescita esponenziale delle cosid- alleate sul fronte delle azioni aereedette Tigri asiatiche. Cina , India, Giappone e Corea del Sud contribuiscono all’ e di intelligence. La coscienza della80% del bilancio globale della spesa militare nel Far East. E Pechino non sembra crisi spingerà i Paesi europei, secon-intenzionata a fermarsi dato che ha annunciato di voler aumentare gli stanzia- do I’ISS, a condividere sempre di piùmenti di un ulteriore 11.5 per cento. Intanto anche gli Usa, scrivono gli analisti strumenti militari creando una sorta Caccia militari in volodell’International Institute of Strategic Studies, hanno cominciato a ridurre la di dipendenza reciproca. La linea è quella di fare fronte comune per respingerespesa militare dopo un periodo di espansione. Il tempo perché il bilancio asia- la crisi costituendosi sempre più come un unico blocco anche militare. La stra-tico pareggi, come stanziament,i quello targato Usa è stimato nell’ordine dei da è lunga e potrebbe essere pericolosa se dirottata esclusivamente su esigenzequindici anni. Questo processo ridisegna rapporti di forze tra potenze e pro- di opportunità politica e finanziaria. E’ evidente che per il cammino verso unaspetta un assetto mondiale radicalmente diverso da quello a cui siamo abituati. crescente condivisione della capacità militare sarà decisivo il ruolo della Nato.I tempi di questa trasformazione economica, politica e finanziaria sembranoessere più brevi del previsto e a farne le spese potrebbe essere una volta di piùl’Europa, la cui crisi di identità è evidente cosi come l’assenza di strategie a lun- Antonio Procentese
  3. 3. ECONOMIA a cura di Giancarlo Saggese 3LA RIQUALIFICAZIONE DEL PORTO DI TORRE DEL GRECOM ancanza di spazi a sostegno delle attività produttive, in- sabbiamento, banchine ina-deguate. I punti critici tradizionalidel porto di Torre del Greco potreb- attraverso interventi di riqualificazio- ne ed ampliamento del porto esisten- te, di riallocazione della cantieristica locale, delle attrezzature portuali e di aree di supporto alle attività por-bero essere risolti nell’arco di diciotto tuali, di potenziamento dell’acces-mesi.  Tanto occorre per portare a ter- sibilità all’intero ambito della fasciamine i lavori presentati dall’assessore costiera.Per poter realizzare il pre-regionale ai Trasporti, sen. Sergio detto programma degli interventi, èVetrella, nell’ambito del Progetto Più progetto del porto della Marina di Torre del Greco progetto del porto della Marina di Torre del Greco stato redatto un modello economico-Europa: 22 milioni di finanziamenti finanziario-gestionale dell’opera, perdestinati alla città del corallo cui ag- gestivo – ha sottolineato il Sindaco regionale con ruoli e caratteristiche il quale è previsto l’ utilizzo del PPPgiungere altri due milioni di risorse On. Ciro Borriello – che evocherà il peculiari ed originali, con apporto di (Partenariato Pubblico Privato), ov-aggiuntive per il solo scalo.Gli in- rapporto peculiare delle tradizioni valore aggiunto al “sistema” regionale vero Project Financing (PF).L’analisiterventi riguardano, in particolare, marinare dei torresi, come quelli della nel settore della cantieristica tradizio- costi-benefici ha evidenziato i beneficil’accessibilità all’infrastruttura estesa marineria, del corallo, dell’impren- nale, per la professionalità ormai rare, diretti , che consistono per il porto at-all’intero ambito della fascia costiera, ditoria armatoriale e non da ultimo quali carpentieri, calafati e maestri tuale in una maggiore fruibilità dellola riqualificazione della darsena desti- la costruzione di un polo formativo d’ascia, capaci di interventi di manu- stesso (aumento dei posti barca); mi-nata ai cantieri dei “maestri d’ascia”, nautico e l’apertura della nuova sede tenzione e di produzioni di qualità. La gliore fruibilità del porto (incrementocon la messa in sicurezza degli im- della Capitaneria di porto”.Il porto di predetta riqualificazione viene attuata della qualità dei servizi) e migliora-pianti, il prolungamento del molo di Torre del Greco soffre della scarsa di- con due interventi disgiunti ma forte- mento delle condizioni igieniche; persoprafflutto. Quest’ultimo lavoro, con sponibilità di spazi destinati alle pur mente interrelati tra loro: il recupero la nuova darsena nel miglioramentola costruzione di un ulteriore molo, vivaci attività produttive; dell’assenza ed il restauro del porto esistente e la delle condizioni di lavoro nei cantieripermetterà al porto di dotarsi di una di servizi, di spazi a terra e di attrez- realizzazione di una nuova darsena (ampliamento degli spazi interni ednuova banchina, “essenziale – come zature a sostengo per lo svolgimento per lo sviluppo della cantieristica.La esterni, e delle dotazioni infrastruttu-affermato dall’Assessore Vetrella – per competitivo delle attività cantieri- connessione tra le nuove aree a mare rali); miglioramento della capacità diaccogliere i mezzi dei collegamenti stiche; dall’assenza di una banchina da destinare alla cantieristica ed il re- accesso ai cantieri grazie alla maggiormarittimi regionali e quelli della pro- in grado di ospitare mezzi nautici e troterra è assicurata dall’annessione possibilità di parcheggio ed al poten-tezione civile”. La nuova banchina, spazi a terra per la sosta dei passeg- alle spalle del nuovo bacino portuale ziamento della viabilità, il che si tra-inoltre, risolverà la cronica carenza geri e dei veicoli, da utilizzare anche di una vasta area dove sono collocati duce in un potenziale incremento deldi spazi adeguati da destinare alla come attracco per il metrò del mare. parcheggi a raso per alcune centina- fatturato dei cantieri. Si deduce per-flotta pescherecci.Ma il progetto Più La riqualificazione del porto di Torre ia di posti auto, al servizio non solo tanto che i benefici diretti ed indirettiEuropa riserverà risorse per cam- del Greco risponde, quindi, ad non delle aree funzionali a mare ma anche sono di non poca importanza sia perbiare ulteriormente il rapporto tra la più rinviabili esigenze ambientali e di delle nuove aree a verde e di sviluppo gli stakeholders dell’area oggetto di in-città e il porto attraverso i lavori pre- sicurezza, non disgiunte da altrettanto poste immediatamente a monte della tervento e sia per tutti gli altri soggettivisti nell’ex complesso archeologico urgenti esigenze di sviluppo economi- nuova darsena.In sintesi il program- che indirettamente trarranno vantag-industriale dei Molini Meridionali co. La prevalente attività produttiva ma integrato PIU’ EUROPA ha come gio da tale opera.Marzoli in cui sarà realizzata una presente è la cantieristica, che da sem- obiettivo la riqualificazione sociale e“cittadella del mare”. “Un luogo sug- pre sostiene ed inserisce l’attrezzatura produttiva della zona della marina, Valterino Ziviello all’interno della rete della portualità fortemente incidente sull’intera città,Per Pompei una boccata d’ossigeno WepUpDate 2012Riaprono le Terme Stabiane, chiuse dal 2007 per restauri Una “due giorni” dedicata all’esperienza del consumatore con ilI riflettori continuano ad essere puntati su Pompei, uno dei siti archeologici più brand, tra marketing e emozione. I straordinari del mondo. L’interesse e le preoccupazioni del governo sembrano l più grande evento sul marketing In ogni settore la differenza tra finalmente orientati sul voler intensificare l’attività di manutenzione ordinaria e la comunicazione fa tappa nella i brand si gioca sul terreno dellee di restauro, ipotizzando persino l’istituzione di una sorta di cabina di regia pres- capitale partenopea! Il 30 e 31 emozioni vissute e oggi le domandeso il Ministero per vigilare sullo svolgimento dei lavori e su un corretto utilizzo marzo i più importanti esponenti che si pongono i professionistidei fondi. Tra le tante notizie di questi ultimi mesi da dimenticare, con crolli e del panorama italiano del marketing della comunicazione riguardanomacerie, ne compare fortunatamente una buona. L’ otto marzo, in occasione della si ritroveranno alla Città della principalmente le opportunità, glifesta della donna, sono state infatti riaperte le Terme Stabiane. Costruite intorno Scienza di Napoli per confrontarsi e obiettivi e le criticità del marketingal IV-III secolo a.C. e così chiamate perché poste all’incrocio tra la Via dell’Ab- analizzare insieme le nuove tendenze esperienziale, sul modo di coinvolgerebondanza e la Via Stabiana, le Terme del business e della comunicazione il pubblico nel processo d’acquisto ehanno appena riaperto i battenti al pub- aziendale. Claudio Gubitosi, fondatore sul ruolo dei social network e delleblico, dopo una chiusura di cinque anni. e direttore artistico del Giffoni Film tecnologie per fidelizzare la clientelaIl recupero, effettuato con fondi ordinari, Festival, Claudio Curcio, direttore del del brand. A discuterne sarannoha visto impegnato circa mezzo milione Comicon Napoli, Mirko Pallera, co- manager, docenti universitari, studiosidi euro. Assieme al settore maschile, da fondatore e direttore responsabile di del settore e autori di testi, insiemesempre visibile, la riapertura ha coinvolto Ninja Marketing, Fabrizio Barbarossa, a molti altri personaggi di spicco nelanche la sezione femminile del comples- autore di “Google Marketing”, Mauro panorama italiano del marketing eso, mai visibile sino a oggi e completa- Ferraresi, autore di “Marketing della comunicazione alla ricerca dimente recuperata. Il restauro, effettuato Pompei Terme Stabiane Esperienziale: come sviluppare confronto e aggiornamento. L’eventoda specialisti esterni sotto la supervisione l’esperienza di consumo”, Francesco è organizzato con il patrocinio deldella Soprintendenza archeologica speciale di Napoli e Pompei ha riguardato sia Gallucci, fondatore di “1to1lab”, la Comune di Napoli, delle Universitàle murature e le coperture, che sono state rifatte, sia gli stucchi e le pitture, gua- prima Emotional Marketing Company Federico II e Suor Orsola Benincasa,state dall’umidità di risalita e dalle infiltrazioni delle acque meteoriche. Costruite e Coordinatore del Dipartimento dell’API Associazione Piccole e Mediesfruttando un impianto più antico di altri tre secoli, le Terme si strutturano nel- Neuromarketing A.I.S.M. sono solo industrie di Napoli e Provincia, e inla classica sequenza: apodyterium, frigidarium, tepidarium e calidarium. Nella alcuni dei nomi presenti nell’elenco partnership con Il Denaro, Metropoliszona orientale sono infatti disposti gli ambienti per il bagno, divisi per uomini dei relatori che prenderanno parte alla Network, , Radio Capri, Radio Yachte donne: il frigidarium maschile con una cupola ad imitazione del cielo, nicchie convention. L’edizione di quest’anno è Sunsation, R.U.N. Radio, le rivistesulle pareti e raffigurazioni con soggetti marini. Originariamente doveva servire dedicata al marketing esperienziale, digitali Mediaforum e Netforum,pure da calidario in quanto sono presenti dei vani dove venivano posti i bracieri; all’esperienza vissuta dal consumatore TechnologyBIZ, l’agenzia Ampaweb equello femminile fu costruito posteriormente al maschile. Seguono poi il tepida- nel punto vendita a quella dell’utente le principali associazioni di categoriarium e il calidarium, quello maschile di forma absidata, con vasca dedicata alle sul web, analizzando tutti gli aspetti del settore, da Assodigitale a FERPI,abluzioni e decorato con un labrum con getto d’acqua tiepida. Il balneum pom- emozionali, sensoriali e valoriali che ACPI, UNICOM, TP Associazionepeiano è unico nel suo genere in quanto l’impianto di riscaldamento (hypocau- le nuove tecnologie e lo sviluppo Italiana Pubblicitari Professionisti,stum), fornito da un’unica fornace collocata sotto il pavimento, risulta essere il di quelle tradizionali toccano nel ADM Italia Associazione Marketingpiù antico esempio di questa tecnologia di epoca romana ancora sopravvissuta. pubblico. Oggi il consumatore non e Comunicazione. La partecipazione acquista più un prodotto spinto all’evento è gratuita. Per iscriversi basta da un bisogno, ma dalla voglia di registrarsi sul sito www.webupdate.it Ivana Porcini sperimentare nuove esperienze. Giovanna Potere
  4. 4. 4 CRONACA a cura di Maria Francesca CibelliPasqua, nuove mete da scoprireTre nu o v e l o c al it à d a v i s it are d u rant e l e p r i m e v a c an z e p r i m av e r i l iC on l’avvicinarsi della Pasqua si fa sempre più intensa la voglia di avventurarsi in una nuovavacanza e le offerte di viaggio, persoddisfare ogni esigenza ed esaudire folklore, che lascia sbalorditi e sorpresi anche i turisti più scettici. La Romania è anche Transilvania, mitica contrada dei boschi, regione estremamente romantica e resa famosa dal mito diogni desiderio, non mancano. Le Dracula. Nella zona si potrà visitaremete sono vastissime e possono essere il castello di quest’ultimo, le rovinescelte in base alla propria personalità: del castello di Poineari e si avrà laassoluto relax per chi vuole trascorrere possibilità di dare uno sguardo alleuna vacanza immerso nella più soave meravigliose cittadine medievali,serenità, e sfrenato divertimento e cariche di invitante mistero.La terza èinaspettata avventura, invece, per gli San Pietroburgo. Costruita dallo Zarspiriti più temerari che vanno alla Pietro il Grande, la città si affaccia sulricerca di nuova emozioni. La scelta mar Baltico. Un tempo capitale, oggidella meta, spesso però, si può rivelare Strasburgo Un castello in Romania è certamente uno dei centri turisticiun procedimento intricato e incerto: insieme di correnti avveniristiche e il Palais des Rohan. Ricordiamo, maggiormente amati dal turismose montagna o mare, che sembrano tradizionalistiche. Essa infatti, come inoltre, il famoso Museo d’Arte internazionale; seconda città dellaessere i luoghi richiesti e desiderati per del resto tutta l’Alsazia, da sempre Moderna, al cui interno si possono Russia e centro culturale di eccezionalele vacanze pasquali, non vi soddisfano cerca di tutelare e mantenere in contemplare anche capolavori di rilievo. Principale attrazione rimanea pieno, potreste sempre scegliere tra vita le antiche tradizioni locali. Ma artisti del calibro di Klimt e Braque. il Museo dell’Ermitage, all’internole svariate destinazioni nelle capitali Strasburgo non disdegna nemmeno La seconda è Bucarest, capitale della del meraviglioso Palazzo d’Inverno,europee e mondiali più ambite l’aria cosmopolita e moderna Romania, un grande ed antico Stato struttura storica di rilievo mondiale,quest’anno.La prima è Strasburgo, conferitale da monumenti quali il che sorge in quella zona d’Europa dove nel 1917 prese avvio launa magnifica città, capoluogo palazzo del Parlamento Europeo. detta Danubiana. Seppure la sua Rivoluzione d’Ottobre. Altro museodell’Alsazia, in Francia. Essa è resa Passeggiando per le strade di indipendenza sia stata riconosciuta interessante da visitare è quelloancora più bella dal passaggio dell’Ill, Strasburgo, si resterà incantati dalla solo nel 1877 le vicende storiche che Etnografico Russo, nato agli inizirinomato affluente del Reno, che ricchezza di monumenti di grande la videro protagonista, sono ben del Novecento per volontà dello Zarrende molto suggestivo un quartiere interesse architettonico, come più antiche e importanti. Bucarest è Nicola I, che raccoglie il ricordo delledella città chiamato Petite France. l’imponente Cattedrale di Notre- maestosa e misteriosa. La Romania, numerose popolazioni che primaStrasburgo è una città a dimensione Dame, in elegante stile gotico. In città che dal 2007 fa parte dell’Unione abitarono un tempo il territorio russo.d’uomo, peraltro splendidamente ci sono anche musei molto interessanti europea, è uno stato che si impegnaabbracciata da una florida e ricca dal punto di vista artistico, come per la sopravvivenza del propriovegetazione ed è caratterizzata da un Maria Francesca CibelliAmministratore “fai-da-te” Giovani, l’opportunità è ad AfragolaL’iniziativa personale non viene riconosciuta dalla Cassazione Un’associazione socialmente utile in unS enza la necessaria legittimazione da territorio di frontiera L parte dell’assemblea condominiale, l’amministratore non può richiedere ’Associazione cultura- opera nel settore della pre-il pagamento dei contributi e/o dei con- le “Medifuturo” nasce parazione militare e non,guagli anticipati, essendo indispensabile ad Afragola (Na), nel offrendo opportunità dila preventiva approvazione − da parte dei settembre 2011. La scelta apprendimento altamentecondomini-proprietari − delle tabelle mil- di impiantarsi nel difficile qualificate. I docenti facen-lesimali e delle voci di spesa: per i giudi- hinterland napoletano non ti parte dell’Associazioneci di legittimità (sentenza n. 1224/2012), è casuale. Il nome è com- sono di  comprovata espe-in altre parole, in assenza di una delibe- posto da “Mediterraneo”, rienza e  professionalità  erazione assembleare ad hoc nemmeno il per sottolineare l’eredità grazie a  questo è possibilenegotiorum gestor può pretendere il rim- classica che ha lasciato soddisfare qualsiasi richie-borso delle spese dallo stesso sostenute, investirsi); quindi, sottoporre all’appro- una profonda traccia nelle sta formativa. Tra le variein quanto il principio posto dall’art. 1720 vazione dei condomini il regolamento e le nostra società e la parola attività, l’Associazionedel codice civile − in tema di mandato, tabelle millesimali; infine, far approvare “Futuro”, perché oggi più Culturale si occupa dellaai sensi del quale il mandante è tenuto a dalla stessa assemblea le voci di spesa.A che mai l’Italia deve punta- formazione per l’ingressorimborsare le spese anticipate dal manda- nulla le è valso l’unico motivo con il quale, re sulle nuove generazioni, nel mondo del lavoro, intario − deve essere coordinato con quelli lamentando l’“errata individuazione del- vera risorsa strategica per particolare per i concorsivigenti in materia di condominio (secon- la norma regolatrice della controversia”, la crescita e perché le ra- nelle forze armate dellodo i quali il credito dell’amministratore aveva dedotto che nella fattispecie in esa- dici del futuro stanno solo Stato .“Medifuturo” nascenon può considerarsi liquido né esigibile me non potevano trovare applicazione le nel presente. Nessun cam- dall’impegno e dalla de-senza un preventivo controllo da parte norme sul condominio: per costante giu- biamento è realizzabile dizione del Generale Luigidell’assemblea).Cosa era accaduto: una si- risprudenza, infatti, il condominio negli senza il loro contributo, e Masiello, della prof. Leagnora, data la mancanza di regolari tabelle edifici può configurarsi laddove vi sia una del resto anche le crona- Vitolo e di Raffaele Russo.millesimali, di un valido regolamento e separazione della proprietà per piani oriz- che recenti testimoniano Alla base dell’Associazionedi un legittimo organo gestore delle cose zontali, a prescindere dalla approvazione il ritrovato desiderio di vi è l’idea di una culturacomuni, si era letteralmente autoinvestita di un regolamento e dalla completezza e partecipazione dei giovani a 360 gradi, dalla pitturaamministratrice, anticipando alcuni pa- validità dello stesso. Il semplice fraziona- alla vita sociale. Gli scopi alla scultura, dalla poe-gamenti; alla richiesta di restituzione di mento della proprietà di un edificio per della Associazione cultu- sia al teatro napoletano,quanto corrisposto per le spese del fabbri- effetto del trasferimento delle singole uni- rale “Medifuturo” sono dalla musica all’educazio-cato, si era vista “rispondere picche” non tà immobiliari a soggetti diversi, in altre quindi , prioritariamente ne alimentare, offrendosoltanto dai condomini, ma anche dalla parole, comporterebbe il sorgere di uno quelli di aiutare i soci delle dunque un’ opportunitàstessa Corte di Appello. Per la poverina, la status di comproprietà da disciplinarsi se- ultime generazioni a co- concreta non solo per isituazione non cambia nemmeno in cassa- condo le regole adeguate. gliere tutte le opportunità ragazzi che vogliono intra-zione: secondo i giudici di Piazza Cavour, che si presentano per un prendere una carriera neiinfatti, per procedere alla riscossione di inserimento, quanto più corpi armati dello Stato.quanto anticipato, la ricorrente avrebbe veloce possibile nel con-dovuto in primo luogo farsi legittimare testo attivo della nostradall’assemblea nella carica (e non auto- Adelaide Caravaglios società. L’Associazione Italo Sgherzi
  5. 5. AUTO E MOTO a cura di Vincenzo Adinolfi 5Le più giovani auto storiche: i veicoliprodotti tra i 20 ed i 30 anni ad oggi D opo aver discusso la volta scorsa sul possibile operare senza enormi capitali alle collezionismo dei veicoli costruiti spalle. Non altrettanto si può dire invece fino ad una data precedente di 30 per ciò che riguarda i pezzi di ricambio anni il primo giorno dell’anno in corso considerato che il repentino cambio tra (Classic) passiamo ora ad esaminare una serie e l’altra, fanno di ogni modello, l’ultimo periodo dell produzione tra quelli ancora non rottamati dalle tante automobilistica ritenuta degna di essere campagne e leggi antinquinamento, quasi classificata storica e dunque tutte le auto che un’esclusiva. Il perché di una critica verso hanno, ad oggi, tra i 20 ed i 30 anni ossia i auto così giovani è presto detto: tra esse nonCitroen 2 CV veicoli classificati POST-CLASSIC.Si tratta figurano solo le automobili che rispondono Lancia Delta hf turbo indubbiamente di vetture complesse, dove a sicuri criteri di storicità, ma anche veicoli l’elettronica comincia a farla da padrone. di passaggio, utilitarie economiche che La lavorazione delle plastiche e di ogni nulla hanno apportato alla storia dell’auto particolare esclusivamente di tipo industriale o abbiano in se una storia da raccontare. ne fanno auto di non facile restauro. Le più significative restano le automobili Pur trattandosi di veicoli quasi perfetti si e le moto che hanno rappresentato una tratta comunque di vetture prodotte in un evoluzione rispetto alla produzione numero elevato di esemplari e pertanto del industriale di quel periodo. E’ chiaro che valore pari all’usatoIl caro petrolio, la fine auto che rispondano a tali canoni, anche se del consumismo di produzione e del boom a t t u a l e ,Masertati b turbo economico devono essere Alfa Romeo alfa 33 insieme alla ritenute di necessità di sicuro avvenire razionalizzare collezionistico la produzione e ciò vale automobilistica specialmente hanno imposto per i mostri auto sempre più sacri come uguali, modeste, la Ferrari funzionali ed giustamente economiche. considerate I materiali “istant classic”.Saab 900 cabrio impiegati sono F e r r a r i 2 0 8 g t b Tu r b o Non è un Alfa Romeo alfa 75 diventati sempre più anonimi. In altre caso infatti che solo auto di prestigio, che parole la maggioranza della produzione continuano ancor oggi ad essere disegnate automobilistica tra i 20 ed i 30 anni ad oggi, da famosi designers, rappresentano un sembra ispirarsi a canoni totalmente opposti investimento all’atto stesso dell’acquisto rispetto a quelli ricercati dagli appassionati, quasi si trattasse di metalli preziosi. Dopo un amanti dell’estetica e della raffinatezza lieve deprezzamento iniziale si stabilizzano meccanica. E’ anche per questo che le auto infatti su un valore medio-elevato per poi costruite in Italia e all’estero fino a 20 anni lentamente risalire in modo inversamente precedenti l’anno in corso sono dichiarate proporzionale al passare degli anni.Per storiche dall’ASI (Automotoclub Storico chi vuole entrare nel mondo delle autoRenault 5 Italiano) non senza particolari critiche dalle d’epoca attraverso questa porta facilitata, Fiat Uno analoghe organizzazioni internazionali può bastare conservare la vecchia auto di che limitano i veicoli da ritenere storici a famiglia. I più smaliziati hanno già capito quelli di 30 anni di età e solo alcune nazioni che i migliori affari si fanno con quelle ammettono al massimo le venticinquenni. auto appena divenute maggiorenni che nel In questo settore vige un mercato molto giro di un paio d’anni raggiunti i venti anni confuso con un parallelo sali e scendi di possono aspirare all’esenzione dalla tassa di prezzi a seconda della domanda e della possesso ed ad una assicurazione agevolata. offerta di determinati modelli. Nell’ambito Così basta una Fiat Panda o una 126 per di questa categoria si offre indubbiamente, avere il diritto di aggregarsi ad un raduno a chi vuole entrare nel mondo del ed entrare nel mondo del collezionismo. collezionismo, una scelta certamente piùPorsche 924 vasta e in parte anche più accessibile essendo Federica Adinolfi Volkswagen golf cabrio Assicurare moto d’epoca è conveniente Q uasi tutte le compagnie assicurative offrono assicurazioni appositamente pensate per moto d’epoca. Se si è in possesso di un ciclomotore d’epoca, conviene sicuramente sceglie- re una polizza assicurativa specifica, in quanto il costo è inferiore a quello delle polizze previste per i normali ciclomotori.Per poter usufruire di polizze specifiche per moto d’epoca, è necessa- rio che il ciclomotore abbia determinati requisiti: che sia stato costruito dal almeno vent’anni, che abbia carrozzeria e/o telaistica conforme all’originale, che sia provvisto del motore del tipo montato in origine dal costruttore o compatibile, che abbia una selleria decorosa.Si può iscrive- re il ciclomotore d’epoca ai registri dell’A.S.I. (Automotoclub Storico Italiano) e dell’F.M.I. (Fede- razione Motociclistica Italiana) ed ottenere la necessaria documentazione da presentare poi alle compagnie assicurative, in modo da poter ottenere l’assicurazione apposita per le moto d’epoca. Paolo ZaccariaCiclomotore BianchiFalco del 1960
  6. 6. 6 TURISMO ENOGASTRONOMICO a cura di Valterino ZivielloDal crudo… alla brace Risotto alla Milanese Day Breve storia di un tipicoAlla “Braceria Rispoli” di Cava dè Tirreni piatti dedicati ai salumi tipici ed alla carne piatto italianoD al crudo alla brace. Un passaggio essenziale nella storia dell’umanità. Conla scoperta del fuoco l’uomoha fatto un gran balzo in avanti D a qualche anno il Gruppo Virtuale Cuo- chi Italiani (www.GVCI.org) – cioè il luo- go virtuale di ritrovo degli chef professio- nisti italiani all’estero- organizza ogni anno una giornata celebrativa di un piatto della tradizionenella sua evoluzione. Il cibo italiana che sia famoso nel mondo. L’anno scor-concepito solo crudo, sia di so l’onore toccò alla carbonara mentre quest’an-origine animale che vegetale, ha no s’è celebrato il Risotto alla Milanese Day.conosciuto la sua prima cottura E allora, parliamone un po’ del piatto principe di Mi-proprio con la brace. Il primo lano nel mondo. Intanto, sapete perché il risotto allafuoco che l’uomo è riuscito a milanese è giallo? Perché insomma si usa lo zaffera-governare, oltre che per scaldarsi no, che pure è fiera produzione di nicchia delle soleo tenere lontano le belve, è servito regioni dell’Abruzzo e Sardegna e che quindi conper cuocere la cacciagione. La Milano avrebbe ben poco a che vedere? La ragionecottura ha significato molto. Una storica risale alla notte dei tempi, a quello cioè, tra ilvera rivoluzione, una spallata Basso Medioevo ed il Rinascimento, in cui i Signo-al mondo primitivo. Ha messo, dei vini tutta impostata per i “tagliolini al tartufo nero”.La ri delle città stato italiane, per dimostrare ai propricon il tempo, l’uomo intorno accompagnare, con una bella parte del leone spetta alla carne ospiti a tavola quanto fossero opulenti, ricchi e po-alla tavola. Ha fatto nascere la selezione di rossi, tali pietanze. che, servita su pietra lavica calda, tenti, facevano arricchire le portate dei banchetti concultura del focolare domestico, Per gli irriducibili del bianco arriva in tavola ad inebriare con polvere e foglie d’oro e scaglie di pietre preziose, oche partendo dalla dolce attesa Enzo Rispoli, che conduce il il suo fumo e profumo l’intero scarti di la-della preparazione del cibo è locale insieme al cugino Simone, locale, avvolgendolo in una vorazionedivenuta un momento essenziale propone qualche buona bollicina. nuvola di sapore che da l’esatta dei metalliche unisce amici e parenti davanti Qui tutto inizia con il tagliere di idea di braceria. L’invitante nobili. Laa piatti preparati nei più svariati salumi che prevede, in primis, il materia prima si chiama Angus trovata cer-modi. Oggi, lunghe e lente cotture Pata Negra, il signor prosciutto americana, Scottona marchigiana, to era sor-contraddistinguono pietanze che arriva dalla Spagna, poi c’è Costata prussiana, Agnello prendenteentrate nel mito della gastronomia, il culatello stagionato 24mesi, il nostrano, Maiale paesano e ma, se dacome il ragù napoletano o certi prosciutto veneto, i salami tipici viene preparata alla brace o con un latobolliti o brasati di carne della campani e non ed una discreta poche varianti come ai porcini talvolta letradizione settentrionale. E selezione di formaggi a partire o al battuto di pepe verde. guarnizionicottura ha significato anche il dalla mozzarella di bufala, Accompagnata anche da patate delle porta-modo migliore per preservarsi accompagnati da buoni sott’oli fatti caserecce (fritte o al forno) e te ingoiate per errore procuravano ai commensalida malattie e contagi. Il mondo in casa. In alternativa l’antipasto condita con fiocchi di sale bianco dei gran dolori di stomaco o denti rotti, dall’altro latodella ristorazione ha da sempre offre il “carciofo croccante con di Cipro. Insomma, una braceria essa provocava anche, a lungo andare, dissangua-dedicato alla cottura alla brace fonduta di pecorino”, lo “sformato che dà corpo alla cultura della menti non da poco alle finanze della Signoria. La so-interi locali che offrono piatti di polenta con burro al tartufo e carne arrostita in un bell’ambiente luzione ad entrambi i problemi fu trovata dagli arabi,cucinati solo in questo modo. Uno cuore caldo di verza e stracchino”, curato e rilassante. Con uno staff che importarono ed introdussero lo zafferano, primadegli ultimi nati si trova a Cava dè l’“uovo fritto al tartufo nero con di giovani in sala (Enzo Rispoli, in Sicilia e poi sul continente, da quell’enorme areaTirreni che ancora una volta si crostone di pane” o il “puré di il maitre Mario Cutolo e Marina del Mondo allora conosciuto che si definiva Oriente.pone come uno dei territori più cavolo con salsiccia croccante e Califano) e giovanissimi ai fornelli Questi nuovi ingredienti, sostitutivi e assai meno in-interessanti di tutto il salernitano. peperoni verdi”. I primi si affidano ( Simone Rispoli, Salvatore nocue di scaglie d’oro e preziosi, furono la soluzioneLa “Braceria Rispoli”, che si ai ravioli freschi che sposano vari Purgante e Michele Giordano). del problema. La produzione dello zafferano, però,trova all’ingresso della città, di sughi: pomodorini del piennolo, Un posto dove diventa naturale per ragioni di microclima, si incentrò in Abruzzo e infronte alla stazione ferroviaria, funghi porcini, o genovese. I concludere con la golosa piccola Sardegna e da allora, nei secoli, è sempre rimasta lì.però, propone solo brace di paccheri invece possono essere pasticceria del maestro Giuseppe In realtà, va detto che il risotto giallo non è un’in-carne, oltre a primi ed antipasti con carciofo e provola o ripieni Manilia di Padula. venzione milanese. Traccia di una ricetta simile sicon verdure, salumi e formaggi di ricotta su sugo di genovese. ritrova nel tardo ‘300 sia in un manoscritto francesetipici. E ovviamente ha la carta Poi c’è la “zuppa del giorno” ed Salvatore Tuccillo sia nella tradizione culinaria arabo-ebrea del perio- do. L’adozione quale piatto milanese si deve invece Una golosa ricetta per Pasqua ad una leggenda secondo cui nel 1574 la figlia di Valerio di Fiandra, il pittore che lavorava alle vetrate del Duomo di Milano, si sposò con un allievo del pa- dre. Sembra che questo allievo fosse particolarmente abile nel mescolare i colori e creare composizioni Ingredienti: policrome utilizzando lo zafferano e che perciò, 12 uova come suo scherzo durante il banchetto matrimonia- Uova 8 cucchiai di Grana Padano grattugiato le, fece colorare le portate di riso con lo zafferano, le- farina gando involontariamente i due ingredienti a Milano. alla pangrattato In realtà il progenitore davvero milanese del risot- olio to è descritto compiutamente già in ricettari della Monachina sale metà del 1500 benchè solo alla fine del 1700 un riso pepe definito pubblicamente “alla milanese” e condi- 1/4 di litro di latte to con formaggio, cannella e tuorli d’uova, appare 1 dl di panna liquida sulla scena. La ricetta quasi definitiva, ivi inclusa 50 g di farina la cottura con la tecnica oggi comunemente detta 50 g di burro “a risotto”, viene codificata a Milano agli inizi del sale 1800 e contiene burro, cipolla e midollo ma nonP prevede l’uso del vino. Ai primi del ‘900 compare reparate la besciamella: in una casseruola lasciate fondere il burro, aggiungete la farina, mescolate e fate anche il vino, per sgrassare il riso dal midollo e dal cuocere per 2-3 minuti (il composto deve restare chiaro), diluitelo con il latte e la panna, continuate a burro. Ai giorni nostri, infine, Gualtiero Marchesi mescolare e portate a cottura per almeno 15-20 minuti, ritiratela, salatela e mettetela da parte in caldo. perfeziona la ricetta, rendendola più leggera e dige-Rassodate 10 uova, sgusciatele, tagliatele a metà, con delicatezza estraete il tuorlo e tenete da parte gli albumi. In ribile (in alcune versioni della fine anni ‘90 addirit-una terrina pestate i tuorli, amalgamateli con la besciamella, il Grana Padano grattugiato, sale e pepe. Riempite con tura sostituendo al brodo la sola acqua calda e sale)il composto i mezzi albumi e ricomponete l’uovo. Passateli nella farina, poi nelle 2 restanti uova sbattute e infine nel e, come noto, reintroduce, con una citazione dellepangrattato che deve essere finissimo. In una padella scaldate abbondante olio e friggetevi le uova fino a quando periodo feudale, la foglia d’oro come guarnizione.sono diventate dorate. Sgocciolatele su carta assorbente da cucina, passatele nel piatto da portata e servitele. Ilaria Felaco Gualtiero Guadagno
  7. 7. ATTUALITA’A B e r l i n o p e r c h i a m a r e u n t a x i b a s t a u n’a p p a cura di Sabrina Ciani 7Scaricabile su iPhone e Android, il software riconosce la propria posizione tramite GpsI tedeschi sono sempre avanti, verrebbe da dire. Oltre ad esser il paese (uno dei pochi, se non l’uni- co) dell’area Euro ad avere una bilancia commer-ciale ampiamente attiva, la Germania è da sempreun paese all’avanguardia. Lo sa bene chi ha visitato e rompendo così, di fatto, il quasi-monopolio delle centrali dei radiotaxi: una volta scaricato sull’iPho- ne o su un cellulare Android. Nell’attesa, è possibile seguire in tempo reale sullo schermo l’avvicinarsi del taxi. Per ogni ordine ricevuto i tassisti che par- Ferrarelle, quando il green è un falso! Berlino e ha tecipano al sistema pagano 79 centesimi agli svilup- L’Antitrust boccia la pubblicità potuto tocca- patori di myTaxi. A titolo di paragone: oggi versano sull’impatto zero. re con mano alle centrali dei taxi un contributo mensile compre- L il progresso di so tra 100 e 700 euro, a seconda delle città. Così, ’Autorità Garante della Concorrenza e una vera città complice anche il passaparola, myTaxi è cresciuta del Mercato, a quasi un anno di distanza moderna. Già, rapidamente, arrivando a contare 7mila tassisti re- dalla sentenza del Giurì di Autodisciplina è proprio nel- gistrati in 30 città tedesche, più Vienna e Zurigo. Pubblicitaria, si è espressa disapprovando e la capitale che Numeri che hanno finito per attirare l’attenzione dichiarando come pratica commerciale scorretta la Taxi di Berlino si è adoperato di Daimler, che, attraverso la sua controllata del car campagna pubblicitaria in cui la Ferrarelle sostieneun nuovo modo per prenotare un taxi. Non con la sharing Car2go, ha investito insieme a Deutsche Te- che le sue bottiglie da 1,5 litro sono prive di impattoclassica chiamata, il classico addebito e l’attesa, ora lekom e al fondatore del social network XING Lars sull’ambiente ed esalta la sua attività d’impresaci pensa un’app, appositamente predisposta, che Hinrichs  circa dieci milioni di euro in Intelligent impegnata nel “green”. L’Authority ha, infatti, definitopensa a tutto. Il nome è myTaxi e permette, come già Apps, la start-up che ha creato l’applicazione. Ca- ingannevole la frase “a impatto zero” che l’aziendadetto, attraverso il GPS di segnalare ai tassisti pre- pitali freschi che verranno usati per rafforzare la ha pubblicizzato sull’etichetta delle bottiglie e dellesenti in zona e consente di contattarli con un click. presenza di myTaxi all’estero, a partire da Barcello- confezioni del prodotto, riferita a circa 26 milioni diLa diffusione è stata immediata: 800 mila utenti in na. In Germania, infatti, “Daimler” è sinonimo di bottiglie di plastica da un litro e mezzo a seguito di unpoche settimane. Ma le centrali sono sul piede di “Taxi”: due terzi di tutte le auto color avorio chiaro accordo con Life Gate e il versamento di una sommaguerra perché vengono “scavalcate” perdendo così che circolano sulle strade tedesche hanno sul cofano destinata a riforestare un’ampia area boschiva peril contributo mensile che gli autisti versavano loro. la stella a tre punte di Mercedes. E, di queste, circa compensare le emissioni di anidride carbonicaIn Germania a stravolgere il settore dei taxi non è il 70% sono delle Classe E, la berlina di punta del- collegate alla produzione. In realtà, come è possibileun programma governativo di liberalizzazioni ben- la casa di Stoccarda. L’app è disponibile su iPhone leggere nella sentenza, “la società ha partecipato asì un’applicazione per smartphone. E a mandare su e Android, ed è sicuramente una sorta di rivolu- iniziative a favore dell’ambiente, con la creazionetutte le furie le classiche centrali dei radiotaxi, quelle zione nel settore. E in Italia, invece, i tassisti con- di nuove foreste, e ha utilizzato queste iniziativeche da decenni raccolgono le telefonate dei clienti e tinuano a scioperare contro il Governo e contro le per pubblicizzare caratteristiche del prodotto chele smistano ai tassisti. Il programma myTaxi, svilup- liberalizzazioni delle licenze.  Come sempre siamo in realtà non ha” quindi risulta che l’azienda nonpato da una start-up di Amburgo, cancella di fatto il lontani anni luce dal progresso e da queste rivolu- ha mai speso in prima persona progetti a favore dipassaggio intermedio, mettendo in comunicazione zioni, che agevolano soprattutto il consumatore . iniziative ambientali ma ha solo partecipato ad unodiretta chi siede al volante e chi ha bisogno di rag- specifico progetto di un’azienda terza e, inoltre, sologiungere al più presto la stazione o il posto di lavoro Vincenzo Vinciguerra il 7% dell’acqua minerale prodotta dalla Ferrarelle ha partecipato al progetto di compensazione delle emissioni di CO2 e per soli due mesi, un tempo ritenutoMette un dvd dei puffi, parte un porno troppo limitato e che non prevede continuità in futuro .”Le modalità con cui la società ha rappresentato il proprio temporaneo e sporadico impegno perL a “s t r a n a” v i c e n d a a c c a d u t a a Tr e m o n t , n e g l i S t a t i U n i t i la compensazione delle emissioni di anidride carbonica dovute alla produzione di un determinatoE ’ di questi giorni la notizia della bizzarra vicenda avvenuta a Tremont, una piccola cittadina degli Stati quantitativo di bottiglie di acqua minerale a marchio Uniti, nello stato dello Utah. In questa sonnolente cittadina, i simpatici folletti blu, nati dalla fantasia Ferrarelle e, quindi, cercato di differenziare il di Peyo, si sono resi, involontariamente, protagonisti di uno scandalo famigliare a luci rosse. Era il proprio prodotto da quelli concorrenti facendo levacompleanno di suo figlio ed un abitante di Tremonton ha deciso di organizzare una festa di compleanno sulla crescente attenzione del consumatore alleper il proprio pargolo. Dopo i palloncini, i regali e la torta, il papà ha deciso di allietare i ragazzini metten- tematiche ambientali e di cambiamento climatico,doli tutti davanti allo schermo per vedere un cartone animato. Così si è recato al negozio di videonoleggio appaiono “scorrette” spiega ancora l’Antitrustpiù vicino ed ha preso in prestito il film dei “Puffi”, recentemente uscito nei cinema. L’uomo è tornato a nel rapporto. L’azienda ha condotto un’attività dicasa, ha radunato tutti i bambini ed ha inserito il dvd, facendo partire il film. Ma sullo schermo, al posto comunicazione ingannevole verso il pubblico condei divertenti esserini blu, sono apparse immagini di tutt’altro tipo. I nanetti avevano delle fattezze strana- lo scopo di costruire velocemente un’immaginemente umane. E dopo qualche secondo di visione, è stato subito evidente che si trattava di un film porno- ecologica del marchio che non risponde però a verità,grafico. Il padre, messo il dvd, si era allontanato dalla stanza. Ma dopo qualche minuto, insospettito dalle in un momento di forte emergenza ambientale chereazioni dei bambini è tornato sui suoi passi. Davanti a lui si è presentata una scena inattesa: quella di un spinge il consumatore a un consumo più sostenibile,film hard. L’uomo ha subito spento la televisione e ha chiamato le autorità, convinto che qualcuno avesse così da aumentare i profitti con l’incremento dellemanomesso il dvd. Dave Nance, il capo degli agenti locali, non ha trovato nulla di anormale nel dvd ed ha vendite del prodotto. La Ferrarelle ha trenta giorniaffermato che il video porno probabilmente era già in possesso dell’uomo che quindi avrebbe sbagliato a per adeguarsi alla sentenza e pagare la sanzione diinserire il film nel lettore. Lui ha negato. La polizia ha dichiarato che le autorità non procederanno contro 30 mila euro che le è stata inflitta, ma dovrà anchel’uomo perché l’episodio sembra essere stato accidentale. Quello che resta saranno le domande del figlio, rivedere le proprie politiche di marketing per offriree degli altri bambini ai propri genitori. “E rispondere sarà difficile”, ammette il protagonista della vicen- al pubblico una comunicazione che rispecchi il dirittoda scuotendo la testa. Ma non è l’unico caso del genere. Nel 2006 c’era stato un altro caso simile, sempre a un’informazione veritiera, chiara e accurata.negli Stati Uniti. Un ragazzino aveva ricevuto come regalo di Natale un videogioco. Dopo averlo scarta-to, lo aveva inserito nella propria consolle, ma invece che un gioco era partito un film porno hardcore.Succede anche questo nel nostro variopinto e strano mondo... Rosario Sannino Giovanna Potere
  8. 8. 8 ARTE a cura di Domenico Raio Un viaggio all’interno del cuore Presso l’Associazione “St’Art over Art” la mostra collettiva “HeART Attack”I l M.I.A. – Movement Independent Artists „St’Art over Art“ ha lanciato un“attacco” al cuore dell’Arte con lamostra collettiva “HeART Attack“. in libero prodotto di espressione e contenuto, un’opera d’arte rappresenta sempre uno spiraglio dell’animo. Perchè in fondo l’arte è sempre, per il vero artista, un tecnica questi punti di coesione o scissione rispetto alla realtà che lo circonda dal proprio punto di vista, intimistico o sociale. Parlando delle suePresso la sede dell’Associazione, viaggio all’interno del proprio emozioni più profonde, dellein Via Pallonetto a Santa Chiara cuore. Un’indagine introspettiva sue paure o delle sua speranze,7, sono state esposte opere di che diventa un medium per della propria visione del mondopittura, fotografia e arte digitale raccontare se stessi. L’arte ci rivela e della società in cui viviamo,in bianco e nero di 18 artisti: chi siamo e come ci rapportiamo e di ogni altro tema ritenesseAzimut, Loretta Bartoli, Giancono con gli altri, insomma qual’è significativo in base alla propriaCammarano, Daniela Capuano, il nostro senso della vita. sensibilità umana e artistica.Andrea Carlino, Stefania Colizzi, Ciascuna artista ha, quindi,Giovanna D’Amodio, Maria sottolineato con la propria Giada PistacchioGrazia Della Corte, Antonietta stato appositamente concepitoErbino, Concetta Marrocoli, Luigi per esaltare il monocromaticoMontefoschi, Pasquale Pirro, delle opere. Mentre il ritmoErmelinda Ponticiello, Silvia pulsante del suono elettropopRea, Vincenza Rotondo, Anna della musica anni ‘80 haScopetta, Manuela Vaccaro, Anna richiamato il battito del cuore.Verde. L’ originale allestimento In questa società in cui parola edcon lampade wood e fluor è azione si trasformano per l’artistaL’arte integrale di Ermelinda Ponticiello Tutti pazzi per l’Egitto Una mostra ripercorre il lavoro di ChampollionLa ricerca tecnico-stilistica si coniuga con i contenuti F ino al 10 aprile è possibile visitare la bella mostra “Sulle trac- ce di Champollion. Archeologia, sguardi ed esperienze nellaL Valle del Nilo” al Museo Archeologico Nazionale di Napoli.
 ’elaborata ricerca tecnico- realizzazione dell’opera “Ipazia” che La mostra è un omaggio al tempo in cui studiosi come Champol- stilistica dell’artista conferma le notevoli potenzialità lion, mossi dalla febbrile sete di conoscenza del mondo antico, im- Ermelinda Ponticiello trova espressive alle quali è giunta la piegavano ogni risorsa per riportare alla luce le tracce del passa- sperimentazione dell’autrice e che to.
Champollion è considerato il padre dell’egittologia. La grandezza non appaiono mai disgiunte da di quest’uomo coltissimo, conoscitore di testi zendi, pahlavi e parsi, un intrinseco contenuto oscillante studioso del sanscrito, dell’arabo, del persiano e del copto, fu quel- tra l’allegorico e il filosofico, una la di essere riuscito, con l’intuizione, a sciogliere un enigma vecchio peculiarità, quest’ultima, che si di secoli: l’interpretazione dei geroglifici e la connessione dei segni riscontra come una costante anche con la formulazione del suono.Seguendo un percorso originale, 
la nelle opere di diversa fattura. I mostra mette in luce le due facce di Champollion: l’uomo e lo stu- lavori in tal guisa ottenuti, e le dioso. Quindi, da un lato il visitatore si ritroverà di fronte a lettere ulteriori opere che, sia pure con autografe e pensieri, tutte tese a testimoniare la profondità d’animo e qualche variante realizzativa, l’entusiasmo che lo studio della civiltà egiziana suscitava in lui, dall’al- s’inseriscono nella scia della “foto– tro si ritroverà documenti che risaltano la rigidità scientifica con cui scultura”, oltre ad offrire un saggio quest’uomo si accostava all’analisi della famosa Stele di Rosetta e di“Risveglio” di quelli che, alla luce delle nuove altri reperti. La mostra, alla quale il Comune di Napoli ha assicura- tecnologie informatiche, potranno to il patrocinio morale, è organizzata dalla Soprintendenza Specia-la sua espressione maggiormente verosimilmente configurarsi come le per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei, dal Centro Studi dirappresentativa del suo attuale alcuni dei futuri scenari dell’arte, Egittologia e Civiltà Copta “J.F.Champollion” e dall’Accademia Egiziastato di sviluppo, nell’opera assumono vibratile dinamismo con la collaborazione del Museo Egizio di Firenze.
Per l’occasione èintitolata “Risveglio”. Il lavoro che, attraverso un delicato gioco stato realizzato anche un prestigioso volume, edito da Ananke.

Perin oggetto sintetizza, insieme, di rifrazioni, sembra estendersi tutto il periodo della mostra sono previsti visite e laboratori didatticiuna concezione modernista e anche allo spazio circostante. curati dalla Società Pierreci Codess (per prenotazioni: 848800288)integrale dell’arte, in un’epoca Esse offrono la sensazione d’esserecaratterizzata da una progressiva animate da una forza centrifuga Edy Ferraiuolosmaterializzazione degli elementi che si sprigiona da un nucleo Programma Marzo Donna al KOESIScostituenti e di supporto centrale, quasi a riprodurre una con il Patrocinio dell’Assessorato Pari Opportunità del Comune di Napolidell’opera, e dall’interazione tra le primigenia esplosione dalla quale Il nostro programma “marzodonna 2012” mira a dare visibilità alle donne, a valorizzarne la presenza passata e presente e l’azione nella cultura epiù diverse forme d’espressione. gli elementi si sono originati. Un nell’impegno sociale, ad evidenziare ricchezza e fermento che la città di Napoli è in grado di esprimere nella pluralità delle voci e delle iniziative al femminile anche in proiezione futura, così che le donne orgo-Così “Risveglio” appare l’esito effetto che la pittrice ha ribadito in gliosamente partecipi della crescita della città non debbano più dire:di un più ampio progetto particolare in un’opera in bicromia Io sono quella che cantano i poeti l’inesauribile sorgente dove palpita il genio, l’apparizione, la madonna, l’egeria, quella che suscita il sogno, che purifica l’acqua torbida, io sono la cavità, la matrice, la fontana da dove sgorga il verso trionfante, dove risuona l’immagine di musica, io sono quella che partorisce, che è materna, quella che incanta, l’onnipresente. Gli uomini mi piangono e micreativo integrato che, parte dal intitolata “Magma”, un lavoro nel desiderano, i poeti mi gridano e mi sospirano, tutti mi portano alle stelle… Ma io non sono ascoltata.(...) Nessuno ascolta le mie gri- da silenziose, nessuno vede la mia bocca spalancata e muta, le mie dita contratte, le mie mani aperte, le mie lacrime di pietra, il miodisegno, assume forma concreta quale l’energia cromatica risulta cuore straziato. Io sono quella che non ha linguaggio, quella che non ha volto, quella che non esiste. …la donna… (Anonima) ) 8 marzo ore 18 – Inaugurazione collettiva d’arte Windows – spazi e luoghi verso il futuro- a cura diattraverso la scultura, subisce una straordinariamente intensa come a Marilena Mercogliano per la Rivista Murale Duetto n.12 bis. Fino al 14 marzotrasfigurazione icastica per mezzo rappresentare, sul piano simbolico, 9 marzo ore 18 - Reading di poesie di donne a cura di Silvia Saporito e Yvonne Carbonaro con interventi di Carla Vidiri Varano e Assunta Volpicelli Ierardidella fotografia, prende tono nella proprio la forza creatrice della 13 marzo ore 18 - La donna artista nel passato e nel presente, conversazione di Maresa Sottile e Yvonnesua elaborazione digitale e si rende natura. Carbonarofruibile nell’imprimersi nel forex. 14 marzo ore 18 - Riflessione a cura dell’Associazione femminile ZONTA Napoli sul tema: “Rinascita attraverso il recupero delle radici: le origini popolari di teatro, musica e danza a Napoli”. Yvonne Carbonaro - introduzione; Lucia Oreto – recitazione; PaolaNon dissimile il procedimento Domenico Raio Gargiulo - danzatecnico che ha portato alla 16 marzo ore 21.30 – Mostra e Videomostra Personale d’arte di Ilaria Castiello. Fino al 20 marzo

×