ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA
COMMISSIONE ENERGIA E IMPIANTI

“Criteri progettuali e soluzioni
tecnologic...
ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA
agenda

05/11/2012

Ing. Vincenzo Carrarini - ENIM

2
ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA
Introduzione ai lavori
Il consumo energetico (elettrico e termico, da fonte...
ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA
Introduzione ai lavori
In un’ottica di razionalizzazione dei consumi energe...
SISTEMI INTEGRATI DI CLIMATIZZAZIONE NEGLI EDIFICI
La road map dell’ international energy agency (IEA )
L’ ”Energy Efficie...
SISTEMI INTEGRATI A POMPA DI CALORE
Efficienza energetica e fonte rinnovabile
La Direttiva Europea 2009/28/CE (“RES”-Renew...
SISTEMI INTEGRATI A POMPA DI CALORE
Efficienza energetica e fonte rinnovabile
La Direttiva “RES”, nell’allegato VII, defin...
SISTEMI INTEGRATI A POMPA DI CALORE
Efficienza energetica e fonte rinnovabile
Quote di energia ausiliaria e da rinnovabili...
SISTEMI INTEGRATI A POMPA DI CALORE
Quadro regolatorio e meccanismi di incentivazione
1

Decreto
Rinnovabili

• • D. Lgs. ...
SISTEMI INTEGRATI A POMPA DI CALORE
Vantaggi del sistema integrato
In definitiva, i vantaggi di un sistema integrato a pom...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

“Criteri progettuali e soluzioni tecnologiche per la realizzazione di un sistema integrato di climatizzazione degli edifici”

485 views

Published on

Introduzione al Seminario del 05/11/2012 - Commissione Energia e Impianti dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma-Hitachi:

“Criteri progettuali e soluzioni tecnologiche per la realizzazione di un sistema integrato di climatizzazione degli edifici”

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
485
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

“Criteri progettuali e soluzioni tecnologiche per la realizzazione di un sistema integrato di climatizzazione degli edifici”

  1. 1. ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA COMMISSIONE ENERGIA E IMPIANTI “Criteri progettuali e soluzioni tecnologiche per la realizzazione di un sistema integrato di climatizzazione degli edifici” 05/11/2012 Ing. Vincenzo Carrarini - ENIM 1
  2. 2. ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA agenda 05/11/2012 Ing. Vincenzo Carrarini - ENIM 2
  3. 3. ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA Introduzione ai lavori Il consumo energetico (elettrico e termico, da fonte fossile e/o rinnovabile) nel settore civile (residenziale e terziario) può essere sostanzialmente riconducibile ai seguenti usi finali:  Climatizzazione (estiva ed invernale);  Illuminazione;  Attività;  Servizi. Fonte: V. Carrarini -“Caratterizzazione dei consumi elettrici di immobili del terziario” (2008) Categorie di consumo dell’energia elettrica e relativo diagramma di Pareto per un immobile del settore terziario servizi 05/11/2012 Ing. Vincenzo Carrarini - ENIM 3
  4. 4. ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA Introduzione ai lavori In un’ottica di razionalizzazione dei consumi energetici del sistema edificioimpianto, anche in considerazione del consistente stock edilizio da riqualificare (circa il 90% del parco edilizio globale), tra gli interventi “attivi” (ovvero impiantistici, tralasciando in questa sede quelli “passivi” sull’involucro edilizio) che consentono maggiori benefici, figura senza dubbio la climatizzazione, in un’ottica di Sistema Integrato, attraverso le sezioni di: PRODUZIONE DISTRIBUZIONE REGOLAZIONE EMISSIONE Fonte: Hitachi – Yutaki S: esempio di installazione con tutte le varianti 05/11/2012 Ing. Vincenzo Carrarini - ENIM 4
  5. 5. SISTEMI INTEGRATI DI CLIMATIZZAZIONE NEGLI EDIFICI La road map dell’ international energy agency (IEA ) L’ ”Energy Efficient Buildings: Heating and Cooling Systems” redatto dall’IEA fornisce una panoramica sulle soluzioni tecnologiche disponibili per gli investitori pubblici e privati del settore edile, al fine di raggiungere l’obiettivo di riduzione del 50% delle emissioni di CO2 entro il 2050. I sistemi di climatizzazione (PDC, mCHP, ST) negli edifici contribuiranno ad una riduzione di circa 2 Gt di CO2 sul totale; l’utilizzo degli impianti a pompa di calore contribuiranno per circa il 63%. Fonte: “The role of heat pumps” (Michael Taylor - IEA) 05/11/2012 Ing. Vincenzo Carrarini - ENIM 5 63 %
  6. 6. SISTEMI INTEGRATI A POMPA DI CALORE Efficienza energetica e fonte rinnovabile La Direttiva Europea 2009/28/CE (“RES”-Renewable Energy Sources”), recepita in Italia dal D. Lgs. 28/2011, considera le pompe di calore tra i sistemi alimentati da fonti rinnovabili, comprendendo quest’ultime anche quelle di origine aerotermica ed idrotermica. Fonte: EHPA/Alpha Innotec 05/11/2012 Ing. Vincenzo Carrarini - ENIM 6
  7. 7. SISTEMI INTEGRATI A POMPA DI CALORE Efficienza energetica e fonte rinnovabile La Direttiva “RES”, nell’allegato VII, definisce le modalità di calcolo della quota rinnovabile delle pompe di calore, determinata sulla base del consumo finale di energia: ERES 1 = Qusable ⋅ (1 − ) SPF ERES: quota di energia termica assimilabile come fonte rinnovabile; Qusable: energia termica fornita dalla pompa di calore (totalmente utilizzabile); SPF (Seasonal Performance Factor): coefficiente di prestazione medio stagionale; 1 SPF > 1,15 ⋅ η η: rapporto tra produzione totale lorda di elettricità ed il consumo di energia primaria per la produzione di energia elettrica (η=46%, in Italia, AEEG 2011su dati Terna). Qusable è calcolato solo per le pompe di calore che raggiungono il 115% di efficienza in base all’uso di energia primaria. 05/11/2012 Ing. Vincenzo Carrarini - ENIM 7
  8. 8. SISTEMI INTEGRATI A POMPA DI CALORE Efficienza energetica e fonte rinnovabile Quote di energia ausiliaria e da rinnovabili delle pompe di calore (Hp.: η = 0,4) 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% 25% 35% 100% F= 2 RE S (S P SPF > 1,15 ⋅ 1 η E_ E_ RE S (S P ,8 7 ab l Q _u s 5) 65% F= 4) e 75% Q_usable 05/11/2012 Renewable Energy E RES = Qusable ⋅ (1 − Auxiliary Energy Ing. Vincenzo Carrarini - ENIM 8 1 ) SPF
  9. 9. SISTEMI INTEGRATI A POMPA DI CALORE Quadro regolatorio e meccanismi di incentivazione 1 Decreto Rinnovabili • • D. Lgs. 28/2011 ––Attuazione della Direttiva 2009/28/CE (“RES”) D. Lgs. 28/2011 Attuazione della Direttiva 2009/28/CE (“RES”) 2 Normativa Certificazione Energetica • • UNI TS 11300-4: “Fabbisogno energetico degli edifici –– Utilizzo di energie UNI TS 11300-4: “Fabbisogno energetico degli edifici Utilizzo di energie rinnovabili eedi altri metodi di generazione” rinnovabili di altri metodi di generazione” Titoli di Efficienza Energetica (TEE)  Scheda n. 15 (standardizzata) solo per il caldo e per il settore domestico  Scheda n. 15 (standardizzata) solo per il caldo e per il settore domestico appartamento singolo; appartamento singolo;  Scheda n. 19 (standardizzata) condizionatori efficienti; singolo appartamento  Scheda n. 19 (standardizzata) condizionatori efficienti; singolo appartamento domestico, terziario commerciale, terziario uffici; domestico, terziario commerciale, terziario uffici;  Scheda n. 26 (analitica) caldo, freddo, ACS e recuperi di calore; residenziale,  Scheda n. 26 (analitica) caldo, freddo, ACS e recuperi di calore; residenziale, commerciale eeterziario; commerciale terziario;  Scheda n. 27 (standardizzata) produzione acqua calda sanitaria; singolo  Scheda n. 27 (standardizzata) produzione acqua calda sanitaria; singolo appartamento domestico. appartamento domestico. Detrazioni Fiscali • Incentivi per le ristrutturazioni edilizie e la riqualificazione energetica (non cumulabili con i TEE) 3 4 05/11/2012 Ing. Vincenzo Carrarini - ENIM 9
  10. 10. SISTEMI INTEGRATI A POMPA DI CALORE Vantaggi del sistema integrato In definitiva, i vantaggi di un sistema integrato a pompa di calore (elettrico o ad assorbimento a gas) possono essere riassunti come nel seguito:  Climatizzazione annuale con un’unica macchina;  Incremento dell’Efficienza Energetica;  Utilizzo di Fonti di Energia Rinnovabile (FER);  Riduzione delle emissioni climalteranti;  Aumento della Classe Energetica e del valore dell’immobile;  Riduzione dei costi gestionali e manutentivi dell’impianto;  Integrazione con altri sistemi impiantistici FER (solare termico, solar cooling, caldaie a biomassa, etc.) 05/11/2012 Ing. Vincenzo Carrarini - ENIM 10

×