Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

L a firenze di lorenzo

525 views

Published on

La Firenze del Rinascimento

Published in: Education
  • Be the first to comment

L a firenze di lorenzo

  1. 1. La Firenze della famiglia dei Medici
  2. 2. FESTE E GIOCHI LA DIMORA LO SPIRITO RELIGIOSO LA MODA LA VITA QUOTIDIANA LA MEDICINA E LE ERBE LORENZO IL MAGNIFICO
  3. 3. SAN GIOVANNI La festa più popolare della Firenze medievale è quella di San Giovanni è celebrata il giorno del solstizio d’estate. È la festa dei fiori e dei frutti:nelle campagne si accendono falò, si balla e si canta.
  4. 4. IL CALENDIMAGGIO Durante l’epoca rinascimentale,Lorenzo in qualsiasi occasione dava una festa.Non c’era da meravigliarsi che gli sport e i divertimenti erano considerati utili per mettere in secondo piano i problemi della
  5. 5. IL CALCIO Nel 1440, di gennaio,a Firenze in dieci presero una palla . … La grande passione fiorentina nel 1612 influenzò Venezia che fece INDIETR del O calcio un vero sport.
  6. 6. Nel cuore di Firenze,sorge l’imponente mole quadrata di Palazzo Medici,fatto costruire da Cosimo il Vecchio. Il primo progetto di Filippo Brunelleschi (1377-1446) non viene approvato. E nel 1444 la costruzione viene affidata a n altro architetto, Michelozzo (1369- 1472),che lo termina nel 1459.
  7. 7. A osservarlo dall’’esterno, è un edificio severo e imponente; la facciata è a tre livelli All‘ interno si apre un primo elegante e luminoso cortile con portici,sotto i quali si possono ammirare iscrizioni, frammenti di rilievi romani e sculture. Posteriormente ,si intende un giardino con loggia. Vi abitano Cosimo, ormai vecchio e malato di gotta,con la moglie Contessina dé Bardi,suo figlio Piero detto il Gottoso con la moglie Lucrezia Tornabuoni e i cinque nipoti. Le pareti della dimora sono coperte da un gran numero di ritratti di personaggi dell’ epoca, sullo sfondo di un paesaggio fiorito e quasi da fiaba INDIETR O
  8. 8. LE CHIESE FIORENTINE Nella Firenze del 1439, si potevano trovare molte chiese alcune erano state fatte costruire da Cosimo de Medici ma anche da altre persone della sua famiglia solo per un fatto di prestigio. Le chiese più importanti erano, e sono ancora oggi : Santa Maria Novella e il Duomo di Firenze.
  9. 9. SANTA MARIA NOVELLA INDIETR O
  10. 10. Presso i popoli più antichi la malattia è soprattutto vista in relazione a pratiche magiche si pensa che molte malattie fossero dovute a malefici e cose del genere... Il medico è perciò o un saggio o un sacerdote; le ferite e le malattie venivano curate invece con erbe medicinali . Il più grande medico vissuto durante l’impero è il greco Galeno , nato nel 130 a Pergamo , in Asia Minore, il quale riassume tutte le conoscenze mediche del suo tempo .
  11. 11. Nel 1554 il fiorentino Guido Guidi , medico del re di Francia , pubblica a Parigi la CHIRURGIA E GRECO in LATINUM CONVERSA , uno dei più bei libri stampati nel rinascimento La medicina viene esercitata dai dottori in base ad antiche formule tramandate dai più grandi scrittori classici
  12. 12. Le spezierie sono dei centri di studio e di raccolta delle erbe medicinali o come venivano chiamate a quei tempi, erbe della salute ; venivano essiccate e conservate negli scaffali. Negli anni di Leonardo da Vinci (1452-1519) lo scienziato porta una parola chiarificante affrontando in problemi scientifici e della farmacologia.
  13. 13. L’OSPEDALE DEGLI INNOCENTI Nell’estate 1478 , la stessa della quale Lorenzo il Magnifico scampa a un’epidemia di peste ,lo starnuto diventa un sintomo allarmante perché in alcune epidemie pronuncia la peste. Chi si rifugia nelle ville di campagna , chi in una volontaria segregazione e i negozianti chiudono bottega e solo i fornai rimangono aperti . I fratelli della misericordia cioè persone come ad esempio i sacerdoti e i servigiali cioè gli infermieri , aiutano le persone;La cura dei bambini è affidata soprattutto alle donne,a 5 anni dall’apertura del primo ospedale. INDIETR O
  14. 14. LA FAMIGLIA E LE GIORNATE DI LORENZO Due testimonianze autorevoli sul ruolo della donna sono il Trattato della famiglia , stato creato da Leon Battista Alberti nel 1430. Nel 1400 le donne uscivano dal convento a 11 anni e durante quell età la donna era in età matrimoniale, alle qualità morali si aggiungono quelle pratiche, La donna deve saper cucire e saper accudire la casa. Il compito della sposa perfetta oltre quello della procreazione triplice ovvero tutela della famiglia , fedeltà al marito e solo in sua assenza la gestione della casa .
  15. 15. La buona moglie si alza , fa colazione , rammenda e fa il pane , cura il pranzo , stende panni e accoglie con gioia il marito. Non deve uscire in assenza del marito. Lo può fare solo in occasioni di grandi solennità proceduta dai suoi servi. Il giorno di gran festa è l annuncio della prima gravidanza , una donna all epoca partoriva ogni 20 mesi . Quando è il momento della nascita va in chiesa a confessarsi , e poi fa il testamento .
  16. 16. Lorenzo passava le giornate a scrivere versi in volgare , cioè in lingua italiana . Compose in poco tempo un canzoniere o vero un romanzo d amore . INDIETR O
  17. 17. L’ELEGANZA La moda dell’alta società rinascimentale,è un concerto di tessuti,forme e colori in libertà e fantasia Le donne erano vestite alla romana. Questo abbigliamento era compreso da un lenzuolo sul capo e da gonne strette. Le mogli dovevano essere eleganti,anche se non eccessivamente per non danneggiare l’immagine del marito.
  18. 18. Le acconciature “ il modo di pettinare i capelli era molto bizzarro a causa dal modo di vestire ricco e sontuoso che assumeva nei vestiti. Le donne si pettinavano tutte in modo diverso per far risaltare i gioielli INDIETR O
  19. 19. Tutta la famiglia de Medici viene seppellita nella chiesa di San Lorenzo, nelle cappelle medicee, in tombe degne di imperatori inoltre la famiglia fece costruire anche una biblioteca detta Laurenziana, ormai visitata da turisti di tutto il mondo . I Medici da semplici banchieri diventano la più grande famiglia d’ Europea L’ emblema della loro famiglia era con 6 palle e coperto d’ oro massiccio, il figlio Lorenzo De’ Medici era intelligente e generoso, Infatti si circonda di artisti per creare opere per la città, uno dei quadri più importanti era ‘’La Pala Galeotta’’.
  20. 20. Lorenzo va nelle altre città importanti d’ Italia. Lorenzo aveva fatto anche molte chiese e affreschi rappresentanti Dio per abbellire. Anche Lorenzo come Cosimo assunse degli artisti per abbellire palazzi, chiese e altri edifici. INDIETR O

×