Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Plone all'Università di Bologna: il Portale e il multilingua

1,229 views

Published on

Meno di un anno fa è andato online il nuovo portale dell'ateneo bolognese, un grande progetto che ha comportato una nuova organizzazione dei contenuti, una nuova grafica e una nuova piattaforma tecnica basata sul CMS Plone. Vi raccontiamo la nostra esperienza, le esigenze delle nostre redazioni, i prodotti che abbiamo utilizzato e il risultato ottenuto nell'ottica di un ateneo multi-redazione, multi-campus e multi-lingua

Published in: Internet
  • Be the first to comment

Plone all'Università di Bologna: il Portale e il multilingua

  1. 1. Plone all’Università di Bologna: il portale e il multilingua World Plone Day - Bologna, 30/04/2014
  2. 2. Web @ Unibo • L’ateneo dal 2001 ha adottato un approccio centralizzato nella gestione dei siti istituzionali, al fine di migliorare la qualità in termini di: contenuti, usabilità e accessibilità Numeri: • Il sistema ha circa 17 milioni di visitatori l'anno e 140 milioni di pagine viste • Abbiamo circa 800 operatori dislocati sul territorio • A fine 2013 i siti istituzionali sono quasi 500 su diverse piattaforme
  3. 3. Web @ Unibo AAGG – Settore Portale d'Ateneo • Mappatura contenuti • Raccolta delle specifiche • Composizione e formazione delle redazioni • Analisi e progettazione delle interfacce e della User Experience • Realizzazione componenti grafici del sito CeSIA – Settore Tecnologie Web • Creazione e gestione della infrastruttura tecnologica • Sviluppo della piattaforma web • Implementazione delle specifiche funzionali • Implementazione delle specifiche di interfaccia
  4. 4. Plone @Unibo • Ottobre 2012 – 36 Siti dei dipartimenti • Marzo 2012 – 7 Siti dei centri interdipartimentali di ricerca • Aprile 2013 – 11 Siti di scuole • Luglio 2013 – Portale d’ateneo • Tra il 2013/2014 – 30 siti generici (es. siti di eventi) • Marzo 2014 – Versione in lingua del portale • Marzo 2014 – UniboMagazine
  5. 5. Il nuovo Portale Vecchio sito Nuovo sito (online 3 luglio 2013): • Nuova piattaforma tecnica • Nuova organizzazione dei contenuti • Nuova Grafica adattabile anche al mobile • Supporto ai contenuti multilingua
  6. 6. Organizzazione dei contenuti • Due livelli di navigazione dei contenuti – per tema – per profilo • Integrazione dei siti dei campus Home page di Profilo Home page di Tema Home page di Campus
  7. 7. Organizzazione dei contenuti • Contenuti editoriali, contenuti automatici e contenuti misti
  8. 8. Unibo & Trasparenza • Decreto legislativo n. 33/2013 "Trasparenza” – Pagine create automaticamente prelevando i dati direttamente dai sistemi informativi – Maggiore affidabilità e aggiornamento costante rispetto alla modifica redazionale
  9. 9. Le redazioni • Ateneo Multiredazione e MultiCampus • Redazioni specifiche per argomento (7 redazioni) – Specifici uffici che si occupano di inserire i contenuti relativi alle loro competenze: didattica, postlaurea, summerschool • Redazioni per campus (5 redazioni) – Bologna, Forlì, Cesena, Ravenna, Rimini • Necessità di permessi specifici su specifiche sezioni • Necessità di creare una gerarchia di ruoli • Necessità di agevolare il redattore nell’editing condiviso
  10. 10. Le redazioni: le esigenze • Workflow dei contenuti personalizzato • Ruoli personalizzati
  11. 11. Le redazioni: le esigenze • Editing condiviso
  12. 12. Le redazioni: le esigenze • Tipi di contenuto personalizzati Avvisi – Eventi – Homepage di tema – Homepage di campus - Sommario Master – Dottorati – CAF – Bandi…
  13. 13. Il multilingua • Due strade possibili: – Due portali scollegati italiano e inglese – Un unico portale in cui ogni contenuto può avere il corrispettivo tradotto • In ogni pagina è presente il selettore della lingua • Messaggio informativo con suggerimento nel caso di una pagina per cui non è presente la traduzione
  14. 14. Il multilingua • I redattori hanno una visione globale dei propri contenuti in ogni lingua – Si evita che il sito in lingua sia disallineato rispetto all’originale – Messaggi informativi personalizzati • Possibilità ai redattori di creare e collegare contenuti nella lingua di riferimento
  15. 15. Responsive Design
  16. 16. Le tecnologie • Editing condiviso fra più redazioni plone.app.iterate • Tipi di contenuto personalizzati plone.app.dexterity • Sito multilingua plone.app.multilingual • Estrazione da sistemi informativi SqlAlchemy, Solr, suds • Memorizzazione dati relstorage su Oracle • Disaccoppiamento tra contenuti e presentazione diazo
  17. 17. Valentina Bolognini – valentina.bolognini@unibo.it Cesia – Settore tecnologie web DOMANDE?

×