Centri provinciali per gli adulti

401 views

Published on

Centres for Adult Education

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
401
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Centri provinciali per gli adulti

  1. 1. Centri Provinciali perlIstruzione degli AdultiDecreto del Ministro dellIstruzione del25 ottobre 2007
  2. 2. Decreto del Ministro dellIstruzionedel25 ottobre 2007Con il Decreto del Ministro dellIstruzione del25 ottobre 2007…si dettano i criteri generaliper il conferimento dellautonomia ai CentriProvinciali per lIstruzione degli AdultiIn base agli artt.1 e 2 del Decreto del MinistrodellIstruzione del 25 ottobre 2007 l’autonomiaè conferita ad un Centro Provinciale perlIstruzione degli Adulti:secondo i criteri e i parametri previsti dallanormativa vigente in relazione allutenza deicentri con il riconoscimento di un proprioorganico
  3. 3. Decreto del Ministro dellIstruzionedel25 ottobre 2007I CPIA hanno il compito di istituire i seguenti percorsi formativi:- il conseguimento del titolo conclusivo del primo ciclo di istruzione (scuola media) - l’assolvimento dell’obbligo di istruzione - il conseguimento del diploma di istruzione secondaria superiore - il recupero dei saperi per la certificazione dell’assolvimento dell’obbligo
  4. 4. Decreto del Ministro dellIstruzionedel25 ottobre 2007I CPIA hanno il compito di istituire i seguenti percorsi formativi:- l’alfabetizzazione funzionale per l’adempimento dell’obbligo d’istruzione - l’alfabetizzazione funzionale per il conseguimento di un titolo d’istruzione secondaria superiore - l’apprendimento della lingua italiana da parte degli immigrati.
  5. 5. Decreto del Ministro dellIstruzionedel25 ottobre 2007Si possono iscrivere ai CPIA alunni stranieri e coloro che abbiano compiuto il sedicesimo anno di età e che non siano in possesso della terza media e/o non abbiano adempiuto all’obbligo di istruzione. I percorsi del Catalogo regionale della formazione permanente si rivolgono alla popolazione - residente o domiciliata sul territorio regionale - di età compresa fra i 18 ed i 64 anni compiuti e mirano a favorire processi di certificazione e riconoscimento delle competenze acquisite.
  6. 6. Decreto del Ministro dellIstruzionedel25 ottobre 2007Infatti, tali percorsi formativi si concludono con una prova finale e con il rilascio di un attestato di frequenza.Allinterno della macro area Lingue si prevedono corsi di formazione di Lingua Italiana, riservati a cittadini immigrati.
  7. 7. CPIAGli utenti che possono iscriversi ai percorsiorganizzati dai Centri Provinciale perlIstruzione degli Adulti e previsti dagli art. 3 e4 del Decreto del Ministro dellIstruzione del25 ottobre 2007 sono adulti privi del livello culturale e/ otitolo di studio corrispondente a ciascun tipo dipercorso attivato e immigrati che intendanoapprendere la lingua italiana per la lorointegrazione linguistica e socialeSecondo il testo dellart. 9 del Decreto delMinistro dellIstruzione del 25 ottobre 2007lorganico di base di un Centro Provinciale per lIstruzionedegli Adulti salvo possibili integrazioni è formato dagruppi di 10 docenti ogni 120 adulti iscritti
  8. 8. CPIA• Secondo lart. 7 del Decreto del Ministro• dellIstruzione del 25 ottobre 2007, i CPIA• possono ampliare l’offerta formativa rispetto ai• percorsi elencati dallart. 3, secondo quanto previsto dal Decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n. 275• Secondo il punto 7.4 dellAccordo Stato• Regioni del marzo 2000, i Comitati locali vengono• istituiti dai comuni e le comunità montane• Secondo il punto 7.4 dellAccordo Stato• Regioni del marzo 2000, la pianificazione e la programmazione dell’offerta formativa integrata rivolta agli adulti spetta alla regione che istituisce un apposito comitato regionale
  9. 9. CPIASecondo il punto 7.6 dellAccordo StatoRegioni del marzo 2000, il modello formativo destinatoagli adulti deve essere strutturato in percorsi aperti eflessibili caratterizzati da moduli, finiti in sé,adattabili alle esperienze ed esigenzedelladulto che rientra in formazioneLa Legge 18 dicembre 1997, n. 440disciplina…listituzione di un Fondo per larricchimento elampliamento dellofferta formativa e per gliinterventi perequativi con cui possono esserefinanziate le attività di Istruzione degli Adulti
  10. 10. CPIASecondo il testo dellart. 1 della OrdinanzaMinisteriale 29 luglio 1997, n. 455, il soggetto che haLa facoltà di istituire un CTP è il provveditore aglistudi, sentito il Comitato Provinciale perlistruzione delletà adultaSecondo il testo dellart. 10 della OrdinanzaMinisteriale 29 luglio 1997, n. 455, Il provveditoreagli studi presiede il Comitato Provinciale perlistruzione delletà adulta.Secondo il testo dellart. 1 dellOM 455/97,il riferimento didattico ed amministrativodi un Centro Territoriale Permanente éun’istituzione scolastica individuata tra quellenel cui ambito territoriale sono programmateattività per adulti
  11. 11. CPIASecondo il testo dellart.1 dellOrdinanzaMinisteriale 29 luglio 1997, n. 455, ilprovveditore agli studi conferiscelincarico di coordinatore del CentroTerritoriale Permanente al dirigente scolasticodellistituzione scolastica individuata comeriferimento didattico ed amministrativo del CTPSecondo il testo dellart.4 dellOrdinanzaMinisteriale 29 luglio 1997, n. 455, lorganico di basedi un Centro Territoriale Permanente dovrebbe esserecomposto da 5 docenti provenienti dalla scuolaSecondaria di primo grado e 3 docentiprovenienti dalla scuola elementare
  12. 12. CPIASecondo il testo dellart.1 dellOrdinanzaMinisteriale 29 luglio 1997, n. 455, il flusso di utenzasulla base del quale può essere istituito un CTP é90/110 utentiSecondo il testo dellart.7 dell OrdinanzaMinisteriale 29 luglio 1997, n. 455, un CentroTerritoriale Permanente può rilasciare un titolo dilicenza elementare, titolo di licenzamedia, attestato delle attività diprofessionalizzazione o di riqualificazioneprofessionale, nei casi in cui siano stateattivate specifiche intese, attestato delle attivitàdi cultura generale seguite
  13. 13. CPIAAi sensi del Decreto del Ministero degli Internidel 4 giugno 2010, il livello diconoscenza della lingua italiana del quadrocomune di riferimento europeo che unostraniero deve dimostrare di possedere perottenere un permesso di soggiorno CE éA2LOrdinanza del Ministro della pubblicaistruzione del 29 luglio 1997, n. 455 istituiscee disciplina…i Centri Territoriali Permanenti
  14. 14. CPIALOrdinanza del Ministro dellIstruzionedellUniversità e della Ricerca del 3.12.2004,n.87 disciplina…il passaggio dal sistema dellaFormazione professionale e dall’apprendistato al sistema dell’istruzioneUna commissione che valuti e riconosca icrediti derivanti da apprendimenti formali, nonformali e informali di un giovane adulto cherientri in formazione può essere istituita aisensi…dellOrdinanza del Ministero dellIstruzione87/2004Per personalizzare il percorso di un adulto cherientri in formazione, CTP e Istituti diistruzione superiore di secondo gradopossono stringere Accordi di Rete ai sensidel…art.7 del Decreto del Presidente dellaRepubblica 8 marzo 1999, n. 275
  15. 15. CPIALa Circolare Ministeriale n. 305 del 20 maggio 1997…introduce importantiinnovazioni organizzative e didattichenellimpianto didattico edorganizzativo dei corsi seraliAi sensi della circolare ministeriale n. 7809Del 25 luglio 1990 ai fini della formazionedei singoli corsi serali sono necessarie per leclassi iniziali almeno…20 richieste di iscrizioneAi sensi della Circolare Ministeriale n. 7809del 25 luglio 1990 ai fini della formazione deisingoli corsi serali sono necessarie per leclassi intermedie almeno…10 richieste diiscrizione
  16. 16. CPIAAi sensi della Circolare Ministeriale n. 7809del 25 luglio 1990 in caso di frequenzaparziale dei corsi…deve comunque effettuarsi la valutazione delprofitto conseguitoAi sensi della Circolare Ministeriale N. 7809del 25 luglio 1990 possono essere realizzati corsiserali presso aziende o centri formativi aziendaliqualora il numero dei dipendenti interessatigiustifichi listituzione del corso e vengagarantito il pieno espletamento dellattivitàdidattica

×