Regione Marche
OPEN DATA DAY
Tolentino 23/02/2013
D.ssa Serena Carota
Regione Marche
PF Sistemi Informativi e Telematici
O...
Regione Marche
Open Data : contesto
2
Il Decreto Crescita 2.0, Decreto Legge del 18 ottobre 2012, n 179 – il CAD art. 50 e...
Regione Marche 3
Open Data: Asset strategico
Disporre di un infrastruttura di social networking (Web 2.0), semantica (Web ...
Regione Marche
Smart
Citizenship
Smart
Gov
Smart
Education
Smart
Health
Smart
communities
Marche DigiP (Polo archivistico ...
Regione Marche 5
Open Data: contesto normativo
Il Decreto “Crescita 2.0”, Decreto Legge del 18 ottobre 2012, n 179 – il CA...
Regione Marche 6
Open Data: Azioni previste
 Censimento dati regionali (tipologia, oggetto)
 Studio e valutazione standa...
Regione Marche 7
Open Data Marche – priorità
La Regione Marche ha individuato come esigenze primarie e strategiche:
• defi...
Regione Marche 8
Open Data Marche – GoOD - PA
Fonte: Justin Grimes
Tale esigenze hanno portato
alla nascita del progetto
G...
Regione Marche 9
Open Data Marche – costruzione della ‘filiera certificata’
L‟ iniziativa “Good PA” è l‟inizio di un perco...
Regione Marche 10
GoOd PA: flussi di interscambio dai B.O. comunali
Con DDPF n. 223/INF del 27/12/2012 - Art.57 c.2b D.Lgs...
Regione Marche
Schema interscambio dati verso GoOD PA
11
DOMINIO ENTE LOCALE
Archivio dati
Servizi specifici
ente locale
D...
Regione Marche
Un modello federato di Cloud per l’erogazione dei servizi
Data Center
Sanità Marche
Data Center
Regione Mar...
Regione Marche
Da Open Data a Open Service
13
La Pubblica Amministrazione ha avviato il percorso attuativo del concetto di...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Serena Carota: Open Data nella Regione Marche

781 views

Published on

Intervento della dottoressa Serena Carota della Regione Marche
Open Data Day febbraio 2013

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
781
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
35
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Serena Carota: Open Data nella Regione Marche

  1. 1. Regione Marche OPEN DATA DAY Tolentino 23/02/2013 D.ssa Serena Carota Regione Marche PF Sistemi Informativi e Telematici Open Data Marche – GoOD - PA
  2. 2. Regione Marche Open Data : contesto 2 Il Decreto Crescita 2.0, Decreto Legge del 18 ottobre 2012, n 179 – il CAD art. 50 e 58, promuovono gli Open Data, prevedendo di rendere disponibili i dati pubblici in formato aperto. Gli “open data”, ovvero mettere a disposizione online un insieme di dati estratti da un sistema informatico, tipicamente mediante aggiornamenti a cadenza periodica, in formati riconosciuti (es. RDF, XML, CSV, XLS, LDO) e secondo una licenza open (es. Creative Commons), è stata proposta per finalità di: • Trasparenza; • Responsabilizzazione dell‟azione pubblica; • Secondo metriche comuni per tutta la PA (uniformità dal punto di vista di interoperabilità semantica; di licenze; organizzativo, di raccordo e di censimento della disponibilità di risorse) • Crescita digitale derivante da servizi innovativi (Open Service). Queste finalità sono perseguite dal progetto Marche GoOD PA.
  3. 3. Regione Marche 3 Open Data: Asset strategico Disporre di un infrastruttura di social networking (Web 2.0), semantica (Web 3.0) e basata su “Open Data” e “Open Services” per stimolare la diffusione e l‟utilizzo del web, l‟evoluzione degli strumenti offerti, l‟empowerment dei cittadini e l‟accesso alle informazioni (e-partecipation ed e- democracy) su cui poter costruire servizi innovativi ed apps e soprattutto condividere processi, servizi e know how aprendo ad iniziative di accesso, caricamento ed utilizzo dei dati anche per modelli di esercizio e fruizione in partnerariato pubblico-privato e per stimolare iniziative private, quali la diffusione di marketplace, e-commerce e la creazione di start up innovative
  4. 4. Regione Marche Smart Citizenship Smart Gov Smart Education Smart Health Smart communities Marche DigiP (Polo archivistico di conservazione) Banca dati regionale integrata dei procedimenti amministrativi Giusto 2.0 (Servizi avanzati al dipendente) «Adriatic Ionian OpenData Clusters initiative» (Ipa strategico – progetto SMART UP) «Marche GoOD PA - Marche GOvernment Open Data for Public Administration» Geo–servizi Toponomastica SIRA (Sistema Informativo Regionale Ambiente) Small Business Act principio 5: Accesso ai Bandi pubblici - progetto TEO Mpay Sistema regionale dei pagamenti online
  5. 5. Regione Marche 5 Open Data: contesto normativo Il Decreto “Crescita 2.0”, Decreto Legge del 18 ottobre 2012, n 179 – il CAD art. 50 e 58, introduce per le Pubbliche Amministrazioni l‟obbligo (salvo restrizioni specifiche da motivare) di rendere disponibili, in relazione all‟accesso e al riutilizzo, i dati pubblici posseduti, in un formato aperto. L‟Art. 68, comma 2 del CAD (nella sua nuova formulazione) dispone che «le pubbliche amministrazioni nella predisposizione o nell‟acquisizione dei programmi informatici, adottano soluzioni informatiche, quando possibili modulari, basate sui sistemi funzionali resi noti ai sensi dell‟articolo70, che assicurino l‟interoperabilità e la cooperazione applicativa e consentano la rappresentazione dei dati e documenti in più formati, di cui almeno uno di tipo aperto, salvo che ricorrano motivate ed eccezionali esigenze».
  6. 6. Regione Marche 6 Open Data: Azioni previste  Censimento dati regionali (tipologia, oggetto)  Studio e valutazione standard di licensing x tipologie  Strumenti e piattaforme per mettere i dati disponibili in rete (Portali, Banche dati)  Integrazione - omogeneizzazione dataset  Ontologie e semantica condivisa anche x dati geografici (numeri civici, catasto)  Motore di ricerca  Funzionalità lato social  Diffondere cultura in tema di dati aperti  Iniziativa di ascolto e di partecipazione finalizzate alla raccolta di proposte ed esigenze esterne per la produzione di data asset open data su richiesta.
  7. 7. Regione Marche 7 Open Data Marche – priorità La Regione Marche ha individuato come esigenze primarie e strategiche: • definire un set di Open Data su cui incentivare un‟ampia copertura geografica del dato ed omogeneità dello stesso, • far convergere i propri enti verso un modello condiviso, sia logico che infrastrutturale; • costruire un processo organizzativo di produzione e diffusione degli Open Data in cui siano coinvolti tutti gli attori del processo: enti, imprese e utenti finali
  8. 8. Regione Marche 8 Open Data Marche – GoOD - PA Fonte: Justin Grimes Tale esigenze hanno portato alla nascita del progetto Government Open Data for PA in cui la Regione Marche si propone di liberare i dati necessari a sostenere un “governo” aperto
  9. 9. Regione Marche 9 Open Data Marche – costruzione della ‘filiera certificata’ L‟ iniziativa “Good PA” è l‟inizio di un percorso che intende consolidare un approccio cooperativo a livello regionale sugli Open data per costruire una „filiera certificata‟ di produzione degli Open Data, in cui: • chi ha i dati (le singole PA) • chi può mettere a disposizione i dati (le singole PA o intermediari tecnologici come la Regione Marche) • chi può facilitare la fruizione dei dati (per esempio imprese fornendo strumenti generalizzati o specifici per la loro navigazione, aggregazione e uso come le App) • chi usa gli Open Data per i più svariati usi (cittadini, imprese…) Siano parte di un unico processo al fine di dare valore reale agli Open Data.
  10. 10. Regione Marche 10 GoOd PA: flussi di interscambio dai B.O. comunali Con DDPF n. 223/INF del 27/12/2012 - Art.57 c.2b D.Lgs 163/06. Procedura negoziata in 6 lotti per “Servizi di sviluppo e manutenzione di interfacce software finalizzate alla circolarità dei dati tra gli EELL delle Marche.” – La regione Marche ha avviato delle attività per l‟adeguamento del formato dei flussi di interscambio, al fine di: 1. dare priorità ai flussi destinati ai servizi prioritari per il cittadino-impresa e definiti dall‟Agenda Digitale come ad esempio: il cambio di residenza, le (auto)certificazioni, l‟albo pretorio on- line, la pubblicità delle gare pubbliche, i procedimenti telematici delle PA; 2. realizzare gli strumenti necessari per rendere i dati delle singole amministrazioni accessibili e fruibili alle altre amministrazioni, secondo quanto disposto dall‟art 50 e 58 del C.A.D.; 3. avviare i processi necessari per “liberare i dati” contenuti nei sistemi di back-office Comunali seguendo le direttive progettuale dell‟Agenda Digitale Italiana sugli “Open-Data”; 4. adeguamento delle tecnologie impiegate per renderle aderenti alle regole tecniche e di sicurezza definite dall‟AID riguardo la cooperazione applicativa (SPCoop). I sistemi di Back-office comunali coinvolti sono: 1. Atti Amministrativi 2. Atti Albo Pretorio 3. Dati di Toponomastica
  11. 11. Regione Marche Schema interscambio dati verso GoOD PA 11 DOMINIO ENTE LOCALE Archivio dati Servizi specifici ente locale DOMINIO ENTE TERZO PDD CLOUD MARCHE DBDisasterRecovery Sezione Ente A Sezione Ente B Sezione Ente C Servizio alimentazione OpenData GoOD PA SEGMENTO CLOUD ENTE LOCALE PDD ENTE Flussi Dati XML WS Interrogazione dati ente Orchestratore Soggetto pubblico o privato Canale comunicazione privato
  12. 12. Regione Marche Un modello federato di Cloud per l’erogazione dei servizi Data Center Sanità Marche Data Center Regione Marche RTRM Rete Telematica Regione Marche a Banda Larga * Iniziativa “Cloud Computing” di DigitPA CIXS: Cloud Inter eXchange Services Cloud PA* MCloud.B&R (business and research ) ( il Vs Private ) Polo di Conservazione MCloud.Gov ( il vs Public ) Servizi Regione Marche Apps Regione Marche Apps Ricerca Apps Imprese Servizi Imprese
  13. 13. Regione Marche Da Open Data a Open Service 13 La Pubblica Amministrazione ha avviato il percorso attuativo del concetto di “Open Data”, con la messa a disposizione in rete, tramite portali web, delle molte fonti informative delle Pubbliche Amministrazioni e delle aziende pubbliche. Il passo successivo sono gli “Open Service” in grado di stimolare: • lo sviluppo di applicazioni che, elaborando i dati disponibili, siano in grado di fornire servizi a valore aggiunto alla società nel suo complesso. • la creazione di nuove imprese o la trasformazione del tessuto esistente dal settore manifatturiero a quello del terziario avanzato. MCloud è l‟infrastruttura di cloud computing abilitante per mettere a disposizione dell‟utenza (cittadini ed operatori di settore) servizi “anytime” e “anywhere” innovativi.

×