Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Seminario Tesi Scienze Motorie - Prof.ssa Anna Rita Calavalle

8,398 views

Published on

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Seminario Tesi Scienze Motorie - Prof.ssa Anna Rita Calavalle

  1. 1. SEMINARIO D’ATENEO PER LA PREPARAZIONE DELLA TESI DI LAUREA A.A. 2012-2013 PARTE SPECIFICA Scienze Motorie Anna Rita Calavalle 20 ottobre 2012
  2. 2. INDICE1. Tesi compilativa vs tesi sperimentale.2. L’utilizzo di materiale a carattere applicativo/“esperienziale”.3. Scelta del metodo sulla base dell’oggetto di studio.4. I siti web (con particolare riferimento ai siti divulgativi a tema salutistico/sportivo).5. Le citazioni, note, tabelle, illustrazioni e abbreviazioni inserite nel testo.6. Il Power Point (formulazione delle slide, importanza e tecnica della sintesi).7. L’esposizione orale, l’importanza del linguaggio tecnico, della chiarezza e capacità di comunicare agli ascoltatori il prodotto del proprio lavoro.Tuesday, November 20, 2012
  3. 3. 1- tesi compilativa vs tesi sperimentale• Definizione • Definizione dell’argomento dell’argomento• Raccolta bibliografica di • Raccolta bibliografica tipo scientifico e scientifica internazionale divulgativa (documentata) • Definizione dell’obiettivo e• Comparazione dei dei protocolli sperimentali risultati e discussione • Raccolta dati e• conclusioni discussione • conclusioniTuesday, November 20, 2012
  4. 4. 2 - L’utilizzo di materiale a carattere applicativo/“esperienziale”• Contestualizzazione all’interno dell’argomento (tesi di tipo compilativo);• descrizione del programma all’interno del quale si inserisce con tempi e periodo;• gruppo e fascia d’età a cui è diretto;• descrizione delle attività proposte;• osservazione e valutazione non sperimentale dei risultati.Tuesday, November 20, 2012
  5. 5. 3 - Scelta del metodo sulla base dell’oggetto di studioUtilizzo fonti diverse:• monografie, codici sportivi e documenti;• articoli da riviste (da motori di ricerca scientifici o con comitati scientifici);• siti web (solo con verifica degli autori del contenuto);• convegni e meeting;• Interviste/indagini;• Analisi di eventi sportivi.Tuesday, November 20, 2012
  6. 6. 4 - I siti web (a tema medico/salutistico/sportivo)• Informarsi sul responsabile del sito• Ricercare il curriculum dei nominativi che compaiono• Citare solo testi firmati e datati o collocati all’interno di un evento di cui si cita titolo, luogo e partecipanti• Citare il sito principale nel testo, nelle immagini e nella sitografia finaleTuesday, November 20, 2012
  7. 7. 5 - Le citazioni(note, tabelle, illustrazioni e abbreviazioni inserite nel testo) • “Frasi virgolettate” Cognome autore nome. et al., anno pubblicazione, pagina; • Citazione ricorrente: (op.cit.) quando nel brano c’è solo quel riferimento; • Note fondo pagina: a) citazione fonti, b) ampliamento argomento; • Didiascalie sulle tabelle e diagrammi con legenda e sulle figure; • Abbreviazioni (solo quelle riconosciute) e acronimi (la prima volta per esteso) Tuesday, November 20, 2012
  8. 8. 6 - Alcune regole generali• Veste grafica sobria• Non ci sono regole relative al N. di pagine, carattere, margini e formattazione, ma….• La copia che viene consegnata in segreteria è stampata avanti e dietro;• La copia per il relatore va consegnata almeno qualche giorno primaTuesday, November 20, 2012
  9. 9. 7 – L’esposizione orale• Non ci sono regole sul numero di slide, dipende dal tempo che serve per spiegarle;• Devono esprimere una sintesi non un discorso generalizzato• mai leggere la slide in ogni parola;• Evitare effetti speciali complicati per consentire la comprensione da parte di chi ascoltaTuesday, November 20, 2012
  10. 10. 7/A - L’esposizione della tesi• Capacità di sintesi• Volontà di convincere delle proprie idee• Discorso scandito e tono vivace• Guardare davanti a sé e negli occhi dei commissari e/o del presidente• Posizione in piedi o seduta• Aspetto esteriore, ruolo del linguaggio non verbaleTuesday, November 20, 2012

×