Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Nuove filiere creative, tra artigianato e digital manufacturing

1,602 views

Published on

Un workshop all'interno di Internet Festival 2014 che segue la call di Slowd "Design for Co-Making", dove i designer hanno lavorato ad un prodotto che lavorasse all'integrazione fra tecniche artigianali e stampa a deposizione di filamento. Prodotti realizzabili facilmente, anche da un hobbista.
Il workshop ha lavorato al miglioramento (hacking) del nodo da stampare in 3D uscito dalla call, per realizzare poi insieme il prodotto completo delle parti in legno.
I contenuti teorici delle slide sono divisi su tre filoni tematici:
1. la visione di Slowd dietro le filiere distribuite nel contesto di nuovi scenari socio-economici
2. casi studio e strategie attuali per l'utilizzo di semplici stampanti FDM economiche nel design di prodotto
3. consigli e strategie per la preparazione dei pezzi da stampare in 3D a cura del team di 3D Italy

Published in: Design
  • Be the first to comment

Nuove filiere creative, tra artigianato e digital manufacturing

  1. 1. Nuove filiere creative Internet Festival 2014 - workshop Andrea Cattabriga @andrecatta Sebastiano Longaretti @sebalongaretti http://slowd.it Pisa - 10-11 ottobre 2014
  2. 2. perché parliamo del bisogno di cambiare la manifattura
  3. 3. 163 milioni lavoratori nel manifatturiero (2003) slow/d
  4. 4. 10? nel 2040 Joseph G. Carson, “US Economic and Investment Perspectives— Manufacturing Payrolls Declining Globally: The Untold Story (Part 2),” AllianceBernstein (October 2003).” slow/d
  5. 5. sono arrivati i barbari?
  6. 6. era già successo dalla globalizzazione…
  7. 7. al ritorno ai territori
  8. 8. dal tribale all’impero dall’impero al monastero dal monastero al feudo dal feudo al capitalismo dal capitalismo ai commons slow/d
  9. 9. la marginalizzazione dell’ economia di mercato la riorganizzazione intorno ai commons slow/d
  10. 10. tendenza a zero del costo marginale numero prodotti costo unitario beni tradizionali beni digitali (e non solo) slow/d rif. Jeremy Rifkin - “Zero Marginal Cost Society” 2013
  11. 11. ebooks musica app mobile … manifattura? slow/d
  12. 12. gli ingredienti
  13. 13. robotica slow/d
  14. 14. società peer-to-peer slow/d
  15. 15. valute decentrate slow/d
  16. 16. cultura dell’apertura slow/d
  17. 17. open software slow/d
  18. 18. sharing economy slow/d
  19. 19. open hardware slow/d
  20. 20. internet delle cose slow/d
  21. 21. da CNC a auto-riproduzione dalla prima CNC del 1952 alla stampante 3D che si riproduce (Replicating Rapid Prototyper), 2005 del dott. Adrian Bowyer slow/d
  22. 22. accessibilità / pro-sumers slow/d
  23. 23. makers
  24. 24. DIY (fai-da-te) ELIOOO - Antonio Scarponi
  25. 25. autoproduzione slow/d
  26. 26. programmazione design macchine grande formato elettronica taglio laser fresatura video conferencing taglio vinile stampa 3d e scansione estrusione modellazione i FAB LAB slow/d
  27. 27. i FAB LAB slow/d
  28. 28. slow/d
  29. 29. le strategie
  30. 30. innovare radicalmente
  31. 31. ma con tecnologie semplici slow/d
  32. 32. doc. Michael Mc Alpine tecnologie: manifattura digitale slow/d
  33. 33. DUS Architects http://3dprintcanalhouse.com/
  34. 34. marioway lavorare sull’esperienza utente slow/d marioway
  35. 35. marioway … per cambiare ciò che pensavamo immutabile slow/d
  36. 36. ecosistemi - costruirne - lavorare sugli esistenti
  37. 37. IBM da produttore a super consulente
  38. 38. R&D aperto e/o condiviso
  39. 39. Local Motors slow/d nuovi player con nuovi BM
  40. 40. e vecchi giganti che hanno capito…
  41. 41. Facciamo una filiera diversa
  42. 42. Slow/d è la prima piattaforma del design a Km Zero una fabbrica distribuita che mette insieme designer e pmi winner 2014 honorable mention service design category Telecom Italia - Working Capital slow/d
  43. 43. i Designer propongono progetti e li prototipano con aziende artigiane I clienti finali acquistano i prodotti on-line l’artigiano Slowd più vicino realizza il pezzo 1 2 3
  44. 44. democratica de-centrata ripetere e scalare l’epopea del design italiano: designer+artigiani insieme! slow/d creare una filiera alternativa
  45. 45. cambiare il paradigma di mercato + prodotti e flessibilità, + opportunità per designer/artigiani ! = democrazia di mercato slow/d
  46. 46. ricostruire le economie locali produrre meno per produrre meglio idee artigiani persone produrre locale produrre sostenibile slow/d
  47. 47. qualità creare un sistema diffuso che mette al centro la solo aziende selezionate entrano della rete controlli diretti e visite in azienda sistema di controllo della produzione a distanza prodotti sviluppati e approvati dal designer feedback clienti slow/d
  48. 48. slow/d
  49. 49. Perchè • per cambiare il DNA delle piccole imprese • per creare una filiera p2p, democratica, decentrata • per fare sostenibilità sociale con la manifattura • per ricostruire le economie locali (e farle parlare) • perché piccolo è bello, se connesso • perché vediamo aziende come commons slow/d
  50. 50. slow/d
  51. 51. 1 // concept design e revisione collettiva il designer carica un progetto sulla piattaforma online slow/d
  52. 52. 1 // concept design e revisione collettiva il designer carica un progetto sulla piattaforma online la community di designer e artigiani lascia commenti, pone quesiti e aiuta lo sviluppo preliminare del prodotto slow/d
  53. 53. 2 // matching e prototipazione gli artigiani della rete (selezionati e autorizzati da Slowd) si candidano come prototipatori diventando prototipatore l’azienda acquisisce il diritto alle royalties quando si venderà il prodotto e la licenza di produzione, ad altre aziende slow/d
  54. 54. 2 // matching e prototipazione gli artigiani della rete (selezionati e autorizzati da Slowd) si candidano come prototipatori il designer sceglie tra i candidati e inizia la fase di prototipazione insieme all’artigiano
  55. 55. 3 // ingegnerizzazione e vendita dopo la prototipazione il designer compila e carica tutto quanto necessario alla riproduzione: disegni, CAD, modelli 3D, file CAM e le foto del prodotto per l’e-commerce. slow/d
  56. 56. 3 // ingegnerizzazione e vendita dopo la prototipazione il designer compila e carica tutto quanto necessario alla riproduzione: disegni, CAD, modelli 3D, file CAM e le foto del prodotto per l’e-commerce. il prodotto è pronto per andare sull’e-commerce di Slowd e dei partner (più canali, più possibilità di vendita)
  57. 57. 4 // monetizzazione Vendita dei prodotti: (via e-commerce e presso gli artigiani) 10% royalties per il designer 5% royalties per il prototipatore slow/d
  58. 58. 4 // monetizzazione Vendita dei prodotti: (via e-commerce e presso gli artigiani) 10% royalties per il designer 5% royalties per il prototipatore Vendita delle “licenze di produzione” ad altri artigiani diversi dal prototipatore 60% al designer 15% al prototipatore 25% slow/d slow/d
  59. 59. oltre 790 designer e artigiani stanno lavorando insieme 422 concept caricati 23 prodotti sviluppati (da settembre 2013) 15 già sull’e-commerce
  60. 60. Pausa?
  61. 61. design for 3D printing
  62. 62. quale impatto? nuovi modelli di business nuovo rapporto con IP nuove filiere on-demand più facile gradi di libertà per il progetto
  63. 63. strategie
  64. 64. pezzo finito (!!!)
  65. 65. nodi e sistemi
  66. 66. componenti
  67. 67. strutture
  68. 68. prodotti
  69. 69. nodi
  70. 70. componenti
  71. 71. strutture
  72. 72. capire la tecnologia…
  73. 73. come lavoriamo gruppo 1 gruppo 2 sviluppo nuovi nodi incrementale

×