News(paper) Revolution @ VEGA Seminario ODG Veneto 12.04.13

873 views

Published on

Relazione di Umberto Lisiero, giornalista pubblicista padovano, co-fondatore di Promodigital, e autore del volume "News (paper) Revolution - L’informazione al tempo dei social network" sull’evoluzione del mondo dell’informazione e del giornalismo con l'avvento della Rete e dei social media.

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
873
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
278
Actions
Shares
0
Downloads
9
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

News(paper) Revolution @ VEGA Seminario ODG Veneto 12.04.13

  1. 1. News(paper) RevolutionL’informazione online al tempo dei social network Umberto Lisiero #nepare 12.04.2013
  2. 2. Presentazione relatoreUmberto Lisiero, nato a Padova, laureato in Scienze dellaComunicazione indirizzo Giornalismo, Master in Comunicazionee Marketing Web & Nuovi Media, è co-founder di Promodigital,società acquistata nel 2010 da Ebuzzing, gruppo francesespecializzato nella diffusione di video online. Giornalistapubblicista, è incuriosito da tutto ciò che concerne dinamiche eimplicazioni della comunicazione con i nuovi strumenti digitali. Ètra i co-autori di Buzz Marketing nei Social Media del 2009, diViral Video del 2013 e autore di News(paper) Revolution del2013, libri editi da Fausto Lupetti Editore.
  3. 3. Obiettivo della relazione Presentare il libro News(paper) Revolution ripercorrendo, in sintesi, il “percorso evolutivo” della comunicazione e del giornalismo online che l’autore del saggio ha deciso di approfondire.
  4. 4. Slide 1 di 22Considerazioni iniziali• La comunicazione non va ridotta alla sola tecnica• L’essenza dei media è nel legame tra tecnologia e modello culturale• La stampa grazie al web si ritaglia un nuovo spazio di azione
  5. 5. Slide 2 di 22Caratteristiche delle nuove tecnologie• Autonomia• Controllo• VelocitàL’accesso a qualsiasi tipo di informazione non implica automaticamente che tutti sappiano individuare l’informazione più adatta  competenza
  6. 6. Slide 3 di 22Storia del giornalismo digitale(1) i giornali statunitensi lanciano VIDEOTEXT  diminuzione della diffusione e dei guadagni  si cercano nuovi lettori sbarazzandosi del costo della carta(2) AUDITEXT  giornali adottano la gratuità delle notizie precedute però da messaggi pubblicitari
  7. 7. Slide 4 di 22Storia del giornalismo digitale(3) Servizi commerciali online feat. Servizi informativi  i media tradizionali si alleano con i provider ma l’infrastruttura tecnica si aggiudica l’80% dei proventi degli abbonamenti (tra le eccezioni: Mercury News)(4) Primi esperimenti di giornali online  Chicago Tribune, News & Observer (“Nando Times”); Hotwired con primo banner
  8. 8. Slide 5 di 22Storia del giornalismo digitale(5) 1995: USA Today (chiede abbonamento ma fa subito marcia indietro) 1996: New York Times (con registrazione) e Wall Street Journal (con abbonamento)…(6) 2005: Huffington Post (ibrido tra blog e quotidiano)(7) 2011: AOL acquista HuffPost, partono i progetti ONGO e The Daily
  9. 9. Slide 6 di 22Storia del giornalismo digitale in Italia• 1994 Unione Sarda• 1995 l’Unità• 1996 Affaritaliani e PuntoInformatico (testate solo online)…• 2000 Il Nuovo di eBiscom• 2009 Il Fatto Quotidiano (senza contributi pubblici)• 2010 Il Post (aggregatore: non crea notizie ma le racconta)
  10. 10. Slide 7 di 22Sintesi dei modelli economici dei quotidiani online• Free For All (grazie a pubblicità – dall’adv tradizionale al native advertising, o alla registrazione che consente di raccogliere dati)• Freemium (paywall)• Multirevenue (archivio, info via sms…)• Pay for News (abbonamenti, non solo a edizione online)Ricavi  Costi  Introiti Web  ma ancora troppo poco
  11. 11. Slide 8 di 22Notizie a ritmo del web• 1994: utente Prodigy diffonde notizia terremoto Los Angeles• 1995: attentato Oklahoma City  informazioni in tempo reale• 1998: Drudge Report  Sexgate, per la prima volta il web “detta” i tempi della notizia
  12. 12. Slide 9 di 22Le nuove professionalità della redazione online• Web Editor: seleziona i contenuti• Web Writer: scrive i contenuti• Web Designer: si occupa della veste grafica• Web Master: si occupa della gestione del sito• Community Manager: controlla scambio opinioni tra utenti• Social Editor: si occupa della presenza dei social media della testata• Web Advisor: gestisce la pubblicità del sito• Web Developer: sviluppo appeal interattivo del sito
  13. 13. Slide 10 di 22Alcuni dei nuovi strumenti a supporto del giornalismo digitale• Feed RSS (chiusura Google Reader segna il passo?)• Flipboard, Zite, Digg• Google News – Google Currents – Google+• Instagram• Storify• Twitter - Vine• Facebook (social reader vs. nuovo algoritmo news feed)
  14. 14. Slide 11 di 22Principali caratteristiche del quotidiano online(1) Usa CMS (Content Management System)  stile grafico e formattazione vs. contenuti HuffPost: 30ina di sviluppatori disponibili 24 h + team dedicato all’analisi del traffico del sito e al monitoraggio costante delle parole chiave poi utilizzate nei titoli
  15. 15. Slide 12 di 22Principali caratteristiche del quotidiano online(2) Ipertestualità• 1945: Vannevar Bush, MEMEX• 1965: Ted Nelson, XANADUSuperamento della linearità della scrittura, assenza di organizzazione gerarchica, ruolo attivo del lettore
  16. 16. Slide 13 di 22Principali caratteristiche del quotidiano online(3) Interattività• Navigazione tramite struttura ipertestuale del testo +• Dialogo tra utenti e giornalisti=• Coinvolgimento degli utenti
  17. 17. Slide 14 di 22Principali caratteristiche del quotidiano online(4) Multimedialità• In uno stesso “supporto”, diversi linguaggi  testo + foto + video + grafici• Alcune testate diventano veri e propri canali di broadcast (es: app di WSJ)
  18. 18. Slide 15 di 22Principali caratteristiche del quotidiano online(5) Velocità• Aggiornamenti costanti  si segue lo sviluppo notiziaCaso limite: crollo miniera West Virginia, Gennaio 2006Velocità vs approfondimento?
  19. 19. Slide 16 di 22Principali caratteristiche del quotidiano online(6) Nessun problema di spazio• Sexgate: rapporto Kenneth Starr, 445 cartelle• Vecchie notizie “alla riscossa”
  20. 20. Slide 17 di 22Principali caratteristiche del quotidiano online(7) Accesso diretto alle fonti• Democratization of distribution: minaccia o opportunità?Wikileaks nel 2010 pubblica conversazioni tra diplomaticiData Journalism / Fact Checking
  21. 21. Slide 18 di 22Principali caratteristiche del quotidiano online(8) Analisi caratteristiche dei lettori• La “deriva” delle 3 S (sesso, sangue, soldi)  Infotainment• Adv potenzialmente più efficace
  22. 22. Slide 19 di 22Principali caratteristiche del quotidiano online(9) Fruibilità• E’ possibile tenersi informati in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento  futuro lontano dalla carta?• Smartphone, tablet, ebook reader… Google Glass?
  23. 23. Slide 20 di 22Principali caratteristiche del quotidiano online(10) Community• La comunicazione interattiva può generare conversazione  dal giornalismo come lezione a quello come confronto (vedi migliaia di commenti ora che registra l’HuffPost US)
  24. 24. Slide 21 di 22Gli sviluppi del giornalismoInternet = infrastruttura nella quale convergono diversi giornalismi• Public Journalism• Personal Journalism• Citizen Journalism• Data Journalism• Social Journalism• Content Curation…
  25. 25. Slide 22 di 22Considerazioni finali1. Il giornale non è la carta2. Il problema non è tanto far circolare le informazioni, quanto farle diventare CONOSCENZA3. …e poi SAGGEZZA: capire il mondo e trovare risposte ai problemi (N. Postman)
  26. 26. Per maggiori informazioniTwitter, Instagram, Google+… @umbazar http://umbazar.wordpress.comTante grazie a chi ha reso possibile questo incontro e a chi vi ha presto parte!

×