Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Caratteristiche del linguaggio C<br />Dimensioni del codice ridotte - il codice sorgente di un programma in C ha un peso (...
Primo programma in C<br />Programma per scrivere una frase sullo schermo.<br />#include <stdio.h><br />#include <stdlib.h>...
Un po’ di sintassi<br /> -MAIN ()è la funzione che dà l’inizio di esecuzione ed è sempre presente in ogni programma. Può a...
Un po’ di sintassi<br />All’interno di un programma in C possono essere inseriti dei commenti  che, per essere riconosciut...
<ul><li> Gli elementi di base di un programma sono le variabili e le costanti.
In C le variabili devono essere tutte dichiarate prima di essere usate.
 Le variabili sono definite da un tipo e da un nome
Il nome detto anche identificatore è costituito da una o più lettere, cifre o caratteri  e deve iniziare con una lettera (...
Da notare che il C è case-sensitive cioè distingue tra maiuscola e minuscola per cui l’identificatore PIPPO è diverso da p...
Il tipo indica quale  tipo di valori può assumere la variabile stessa </li></li></ul><li>
Nelle operazioni con numeri reali mancano il DIV e il MOD sostituiti dalla divisione reale con numeri decimali che ha come...
Serve un’istruzione per acquisire i dati; la funzione di tale istruzione è<br />SCANF (“specifica di formato”,&variabile);...
Selezione <br />L’istruzione che permette di verificare certe condizioni è<br />if (espressione) <br />istruzione<br />La ...
Programma che, dati due numeri,  stampa il maggiore dei due <br />#include <stdio.h><br />#include <stdlib.h><br />main()<...
Tradurre in C i seguenti algoritmi:<br />Letto un numero intero n scrivere se n è pari o dispari.<br />Letto un numero int...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Caratteristiche del linguaggio c

2,296 views

Published on

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Caratteristiche del linguaggio c

  1. 1. Caratteristiche del linguaggio C<br />Dimensioni del codice ridotte - il codice sorgente di un programma in C ha un peso (in Kb) relativamente piccolo, <br />Dimensioni dell'eseguibile ridotte - una volta compilato, un programma in C, risulta molto piccolo e quindi di più facile diffusione<br />Efficienza dei programmi – un programma scritto in C, proprio per la sua possibilità di gestire a fondo la memoria, e per le sue dimensioni ridotte, risulta particolarmente efficiente. <br />E’ un linguaggio di alto livello - la particolarità dei linguaggi ad alto livello è quella di avere una semplice sintassi in cui si usano parole della lingua inglese per descrivere comandi corrispondenti a decine di istruzioni in assembler o centinaia di istruzioni in linguaggio macchina<br />. ..ed infine può essere compilato su una vasta gamma di computer<br />
  2. 2. Primo programma in C<br />Programma per scrivere una frase sullo schermo.<br />#include <stdio.h><br />#include <stdlib.h><br />main()<br />{<br />printf ("Ho scritto il primo programma");<br /> system("PAUSE"); <br />return 0;<br />}<br />Dopo aver scritto il programma questo deve essere compilato e, solo dopo il successo nella compilazione, eseguito. <br />
  3. 3. Un po’ di sintassi<br /> -MAIN ()è la funzione che dà l’inizio di esecuzione ed è sempre presente in ogni programma. Può anche avere dei parametri all’interno delle parentesi.<br /> - { }le istruzioni del programma sono racchiuse tra due parentesi graffe<br /> - ; serve per chiudere un’istruzione, per far capire che dopo inizia una nuova istruzione <br /> - PRINTF (“ “)è una funzione adibita a stampare a video tutto ciò che le viene passato come argomento e viene scritto dentro doppio apice<br /> - INCLUDE è una direttiva che permette di richiamare le librerie standard del C ad esempio #include <stdio.h> comprende la funzione PRINTF <br /> - system("PAUSE");ereturn 0;sono due istruzioni che servono a fermare l’esecuzione sullo schermo. La funzione system è contenuta nella libreria <stdlib.h><br />
  4. 4. Un po’ di sintassi<br />All’interno di un programma in C possono essere inseriti dei commenti che, per essere riconosciuti come tali e quindi non eseguiti dal compilatore, devono essere racchiusi tra i simboli<br />/* …… */ <br />Ad esempio /* questo è un commento*/<br />Miglioriamo il programma aggiungendo qualcosa all’argomento della funzione printf; pertanto sostituiamo la riga <br />printf ("Ho scritto il primo programma"); <br />con la riga<br />printf ("Ho scritto il primo programma n");<br />Cosa accade???<br />Notiamo che nequivale al carattere che manda a capo<br />
  5. 5. <ul><li> Gli elementi di base di un programma sono le variabili e le costanti.
  6. 6. In C le variabili devono essere tutte dichiarate prima di essere usate.
  7. 7. Le variabili sono definite da un tipo e da un nome
  8. 8. Il nome detto anche identificatore è costituito da una o più lettere, cifre o caratteri e deve iniziare con una lettera ( o il carattere _ ).
  9. 9. Da notare che il C è case-sensitive cioè distingue tra maiuscola e minuscola per cui l’identificatore PIPPO è diverso da pippo o da Pippo o da PippO.
  10. 10. Il tipo indica quale tipo di valori può assumere la variabile stessa </li></li></ul><li>
  11. 11. Nelle operazioni con numeri reali mancano il DIV e il MOD sostituiti dalla divisione reale con numeri decimali che ha come simbolo ancora / <br />
  12. 12.
  13. 13. Serve un’istruzione per acquisire i dati; la funzione di tale istruzione è<br />SCANF (“specifica di formato”,&variabile);<br />La sua sintassi è ricavabile dal seguente esempio<br />printf(“inserisci un numero intero n”);<br />scanf(“%d”,&pippo);<br />La funzione scanfesegue la lettura e memorizza il numero nella variabile chiamata pippo; naturalmente prima di queste righe la variabile pippo deve essere dichiarata con <br />intpippo;<br />Nota: per leggere un numero intero mettiamo %d, per un numero reale mettiamo %f<br />
  14. 14. Selezione <br />L’istruzione che permette di verificare certe condizioni è<br />if (espressione) <br />istruzione<br />La sequenza <br />if (espressione) <br />istruzione1<br />else<br />istruzione2<br />permette di eseguire l’istruzione1 se la condizione è vera e di eseguire l’istruzione2 se la condizione è falsa<br /> se… allora.. altrimenti…selezione<br />
  15. 15. Programma che, dati due numeri, stampa il maggiore dei due <br />#include <stdio.h><br />#include <stdlib.h><br />main()<br />{<br />int a,b;<br /> a=0;b=0;<br />printf("introduci i valori di a, b, andando a capo dopo ogni valoren");<br />scanf("%d",&a);<br />scanf("%d",&b);<br />if (a>b) <br />printf("il maggiore e' %dn",a);<br /> else printf("il maggiore e' %dn",b);<br /> system("PAUSE"); <br />return 0;<br />}<br />
  16. 16. Tradurre in C i seguenti algoritmi:<br />Letto un numero intero n scrivere se n è pari o dispari.<br />Letto un numero intero n scrivere la sua metà se n è pari e la metà del successivo se n è dispari.<br />Letti tre numeri interi a,b,c, scrivere chi è il maggiore. <br />Letti quattro numeri interi ( i voti delle prove di un alunno in matematica) stamparne la media e dire se la media risulta sopra la sufficienza oppure no.<br />
  17. 17. LOOP (CICLO) <br />LOOP = ripetere l'esecuzione di una istruzione per una serie determinata di volte. <br />l'istruzione da usare è "FOR", che ha questa forma: <br />for (inizializzazione ; condizione ; incremento; )<br />istruzione da eseguire;<br />inizializzazione: è l’ istruzione di assegnamento alla variabile del ciclo ad es: pippo=1<br />condizione: è l’espressione per valutare quando terminare il ciclo ad es: pippo<10 <br />incremento: come modifichiamo la variabile nel ciclo es: pippo=pippo+1<br />
  18. 18. Scriviamo un loop per far scrivere 10 volte la frase “tanti auguri”<br />#include <stdio.h> <br />intcont; /* Definiamo una variabile intera che ci servira' come contatore per il numero di cicli FOR */ <br />main()<br /> {<br />for(cont=1 ; cont<11 ; cont=cont+1) <br />printf("Tanti augurin"); <br />} <br />
  19. 19. Vediamo il listato precedente reso piu' "elegante". <br />Innanzitutto possiamo introdurre un paio di nuovi operatori: oltre ai noti operatori +, -, *, /, abbiamo una coppia di operatori speciali che servono ad incrementare o decrementare di 1 una variabile: <br />++ incremento di 1, ad esempio cont++;<br />-- decremento di 1, ad esempiocont–-<br />Quindi:<br />cont++; equivale acont=cont+1 <br />cont--; equivale a cont=cont-1<br />A questo punto il for precedente diventa<br />for(cont=1 ; cont<11 ; cont++) <br />Per eseguire più di una istruzione in un ciclo basta scrivere le istruzioni comprese tra le parentesi { } <br />
  20. 20. Tradurre in C i seguenti algoritmi:<br />Calcolare la somma dei primi 30 numeri naturali<br />Calcolare il prodotto dei primi 30 numeri naturali<br />Calcolare il fattoriale di 6<br />

×