Caratteristiche del linguaggio C<br />Dimensioni del codice ridotte - il codice sorgente di un programma in C ha un peso (...
Primo programma in C<br />Programma per scrivere una frase sullo schermo.<br />#include <stdio.h><br />#include <stdlib.h>...
Un po’ di sintassi<br /> -MAIN ()è la funzione che dà l’inizio di esecuzione ed è sempre presente in ogni programma. Può a...
Un po’ di sintassi<br />All’interno di un programma in C possono essere inseriti dei commenti  che, per essere riconosciut...
<ul><li> Gli elementi di base di un programma sono le variabili e le costanti.
In C le variabili devono essere tutte dichiarate prima di essere usate.
 Le variabili sono definite da un tipo e da un nome
Il nome detto anche identificatore è costituito da una o più lettere, cifre o caratteri  e deve iniziare con una lettera (...
Da notare che il C è case-sensitive cioè distingue tra maiuscola e minuscola per cui l’identificatore PIPPO è diverso da p...
Il tipo indica quale  tipo di valori può assumere la variabile stessa </li></li></ul><li>
Nelle operazioni con numeri reali mancano il DIV e il MOD sostituiti dalla divisione reale con numeri decimali che ha come...
Serve un’istruzione per acquisire i dati; la funzione di tale istruzione è<br />SCANF (“specifica di formato”,&variabile);...
Selezione <br />L’istruzione che permette di verificare certe condizioni è<br />if (espressione) <br />istruzione<br />La ...
Programma che, dati due numeri,  stampa il maggiore dei due <br />#include <stdio.h><br />#include <stdlib.h><br />main()<...
Tradurre in C i seguenti algoritmi:<br />Letto un numero intero n scrivere se n è pari o dispari.<br />Letto un numero int...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Caratteristiche del linguaggio c

1,671 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,671
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
12
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Caratteristiche del linguaggio c

  1. 1. Caratteristiche del linguaggio C<br />Dimensioni del codice ridotte - il codice sorgente di un programma in C ha un peso (in Kb) relativamente piccolo, <br />Dimensioni dell'eseguibile ridotte - una volta compilato, un programma in C, risulta molto piccolo e quindi di più facile diffusione<br />Efficienza dei programmi – un programma scritto in C, proprio per la sua possibilità di gestire a fondo la memoria, e per le sue dimensioni ridotte, risulta particolarmente efficiente. <br />E’ un linguaggio di alto livello - la particolarità dei linguaggi ad alto livello è quella di avere una semplice sintassi in cui si usano parole della lingua inglese per descrivere comandi corrispondenti a decine di istruzioni in assembler o centinaia di istruzioni in linguaggio macchina<br />. ..ed infine può essere compilato su una vasta gamma di computer<br />
  2. 2. Primo programma in C<br />Programma per scrivere una frase sullo schermo.<br />#include <stdio.h><br />#include <stdlib.h><br />main()<br />{<br />printf ("Ho scritto il primo programma");<br /> system("PAUSE"); <br />return 0;<br />}<br />Dopo aver scritto il programma questo deve essere compilato e, solo dopo il successo nella compilazione, eseguito. <br />
  3. 3. Un po’ di sintassi<br /> -MAIN ()è la funzione che dà l’inizio di esecuzione ed è sempre presente in ogni programma. Può anche avere dei parametri all’interno delle parentesi.<br /> - { }le istruzioni del programma sono racchiuse tra due parentesi graffe<br /> - ; serve per chiudere un’istruzione, per far capire che dopo inizia una nuova istruzione <br /> - PRINTF (“ “)è una funzione adibita a stampare a video tutto ciò che le viene passato come argomento e viene scritto dentro doppio apice<br /> - INCLUDE è una direttiva che permette di richiamare le librerie standard del C ad esempio #include <stdio.h> comprende la funzione PRINTF <br /> - system("PAUSE");ereturn 0;sono due istruzioni che servono a fermare l’esecuzione sullo schermo. La funzione system è contenuta nella libreria <stdlib.h><br />
  4. 4. Un po’ di sintassi<br />All’interno di un programma in C possono essere inseriti dei commenti che, per essere riconosciuti come tali e quindi non eseguiti dal compilatore, devono essere racchiusi tra i simboli<br />/* …… */ <br />Ad esempio /* questo è un commento*/<br />Miglioriamo il programma aggiungendo qualcosa all’argomento della funzione printf; pertanto sostituiamo la riga <br />printf ("Ho scritto il primo programma"); <br />con la riga<br />printf ("Ho scritto il primo programma n");<br />Cosa accade???<br />Notiamo che nequivale al carattere che manda a capo<br />
  5. 5. <ul><li> Gli elementi di base di un programma sono le variabili e le costanti.
  6. 6. In C le variabili devono essere tutte dichiarate prima di essere usate.
  7. 7. Le variabili sono definite da un tipo e da un nome
  8. 8. Il nome detto anche identificatore è costituito da una o più lettere, cifre o caratteri e deve iniziare con una lettera ( o il carattere _ ).
  9. 9. Da notare che il C è case-sensitive cioè distingue tra maiuscola e minuscola per cui l’identificatore PIPPO è diverso da pippo o da Pippo o da PippO.
  10. 10. Il tipo indica quale tipo di valori può assumere la variabile stessa </li></li></ul><li>
  11. 11. Nelle operazioni con numeri reali mancano il DIV e il MOD sostituiti dalla divisione reale con numeri decimali che ha come simbolo ancora / <br />
  12. 12.
  13. 13. Serve un’istruzione per acquisire i dati; la funzione di tale istruzione è<br />SCANF (“specifica di formato”,&variabile);<br />La sua sintassi è ricavabile dal seguente esempio<br />printf(“inserisci un numero intero n”);<br />scanf(“%d”,&pippo);<br />La funzione scanfesegue la lettura e memorizza il numero nella variabile chiamata pippo; naturalmente prima di queste righe la variabile pippo deve essere dichiarata con <br />intpippo;<br />Nota: per leggere un numero intero mettiamo %d, per un numero reale mettiamo %f<br />
  14. 14. Selezione <br />L’istruzione che permette di verificare certe condizioni è<br />if (espressione) <br />istruzione<br />La sequenza <br />if (espressione) <br />istruzione1<br />else<br />istruzione2<br />permette di eseguire l’istruzione1 se la condizione è vera e di eseguire l’istruzione2 se la condizione è falsa<br /> se… allora.. altrimenti…selezione<br />
  15. 15. Programma che, dati due numeri, stampa il maggiore dei due <br />#include <stdio.h><br />#include <stdlib.h><br />main()<br />{<br />int a,b;<br /> a=0;b=0;<br />printf("introduci i valori di a, b, andando a capo dopo ogni valoren");<br />scanf("%d",&a);<br />scanf("%d",&b);<br />if (a>b) <br />printf("il maggiore e' %dn",a);<br /> else printf("il maggiore e' %dn",b);<br /> system("PAUSE"); <br />return 0;<br />}<br />
  16. 16. Tradurre in C i seguenti algoritmi:<br />Letto un numero intero n scrivere se n è pari o dispari.<br />Letto un numero intero n scrivere la sua metà se n è pari e la metà del successivo se n è dispari.<br />Letti tre numeri interi a,b,c, scrivere chi è il maggiore. <br />Letti quattro numeri interi ( i voti delle prove di un alunno in matematica) stamparne la media e dire se la media risulta sopra la sufficienza oppure no.<br />
  17. 17. LOOP (CICLO) <br />LOOP = ripetere l'esecuzione di una istruzione per una serie determinata di volte. <br />l'istruzione da usare è "FOR", che ha questa forma: <br />for (inizializzazione ; condizione ; incremento; )<br />istruzione da eseguire;<br />inizializzazione: è l’ istruzione di assegnamento alla variabile del ciclo ad es: pippo=1<br />condizione: è l’espressione per valutare quando terminare il ciclo ad es: pippo<10 <br />incremento: come modifichiamo la variabile nel ciclo es: pippo=pippo+1<br />
  18. 18. Scriviamo un loop per far scrivere 10 volte la frase “tanti auguri”<br />#include <stdio.h> <br />intcont; /* Definiamo una variabile intera che ci servira' come contatore per il numero di cicli FOR */ <br />main()<br /> {<br />for(cont=1 ; cont<11 ; cont=cont+1) <br />printf("Tanti augurin"); <br />} <br />
  19. 19. Vediamo il listato precedente reso piu' "elegante". <br />Innanzitutto possiamo introdurre un paio di nuovi operatori: oltre ai noti operatori +, -, *, /, abbiamo una coppia di operatori speciali che servono ad incrementare o decrementare di 1 una variabile: <br />++ incremento di 1, ad esempio cont++;<br />-- decremento di 1, ad esempiocont–-<br />Quindi:<br />cont++; equivale acont=cont+1 <br />cont--; equivale a cont=cont-1<br />A questo punto il for precedente diventa<br />for(cont=1 ; cont<11 ; cont++) <br />Per eseguire più di una istruzione in un ciclo basta scrivere le istruzioni comprese tra le parentesi { } <br />
  20. 20. Tradurre in C i seguenti algoritmi:<br />Calcolare la somma dei primi 30 numeri naturali<br />Calcolare il prodotto dei primi 30 numeri naturali<br />Calcolare il fattoriale di 6<br />

×