AGEVOLAZIONI PER       L’INTERNAZIONALIZZAZIONE -                 SIMEST   1. AGEVOLAZIONE DEI CREDITI ALLESPORTAZIONE (DE...
all’acquirente estero (credito fornitore) o direttamente alla controparte estera (credito acquirente ofinanziario).Il fina...
ProceduraLa richiesta di agevolazione viene presentata alla SIMEST dalla banca finanziatrice o, se del caso,dalla banca it...
Su richiesta della banca, che opera con raccolta a tasso variabile, la SIMEST effettua un “interventodi stabilizzazione de...
Richiesta di intervento agevolativoLa richiesta è presentata dalla banca italiana o estera. Limitatamente alle operazioni ...
2. FINANZIAMENTI    AGEVOLATI   PER                                     PROGRAMMI                  DI       INSERIMENTO SU...
Durata del finanziamentoIl programma deve essere realizzato nel periodo che decorre dalla data di presentazione delladoman...
3. FINANZIAMENTI PER LA PATRIMONIALIZZAZIONE DELLE      PMI ESPORTATRICIForma di interventoFinanziamenti a valere su un Fo...
Condizioni del finanziamento   Nella prima fase (erogazione e preammortamento) il finanziamento è a tasso di riferimento U...
4. PARTECIPAZIONE DELLA SIMEST AL CAPITALE DI IMPRESE      ESTEREA cosa servePer una impresa italiana, soprattutto se di d...
SettoriL’intervento SIMEST avviene, preferenzialmente, in imprese estere attive nello stesso settore diattività dell’impre...
5. CONTRIBUTI AGLI INTERESSI SUL FINANZIAMENTO DELLA      QUOTA DI PARTECIPAZIONE DELLIMPRESA ITALIANA      (LEGGE 100/90,...
In quali paesiPaesi non appartenenti all’Unione Europea.Forma di interventoContributo agli interessi a fronte di un finanz...
La domanda può essere presentata anche prima della data della delibera del Consiglio diAmministrazione della SIMEST di par...
Qualora l’impresa intenda presentare la domanda prima della data della delibera di partecipazione,essa può compilare inter...
6. FONDO DI VENTURE CAPITALPer supportare gli investimenti in aree strategiche quali, ad esempio, Cina, Federazione Russa,...
Il corrispettivo è calcolato, per tutti i fondi, sulla base del Tasso Ufficiale di Riferimento della BCE,vigente alla data...
7. FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER STUDI DI PREFATTIBILITÀ,      FATTIBILITÀ E ASSISTENZA TECNICAForma di interventoFinanziame...
Importo finanziabileIl finanziamento può coprire fino al 100% delle spese globali previste dal preventivo di spesa e puòes...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Finanziamenti Internazionalizzazione agevolazioni Simest - Guida descrittiva

3,091 views

Published on

Guida descrittiva sulle azioni e le agevolazioni previste per l'internazionalizzazione delle imprese gestite dalla SImest

Published in: Business
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Finanziamenti Internazionalizzazione agevolazioni Simest - Guida descrittiva

  1. 1. AGEVOLAZIONI PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE - SIMEST 1. AGEVOLAZIONE DEI CREDITI ALLESPORTAZIONE (DECRETO LEGISLATIVO 143/98, ex L. 227/77)A cosa serveLagevolazione consente alle imprese esportatrici italiane di offrire agli acquirenti/committentiesteri dilazioni di pagamento a medio/lungo termine a condizioni e tassi di interesse competitivi, inlinea con quelli offerti da concorrenti di paesi OCSE.Lintervento è nella forma del contributo agli interessi su finanziamenti concessi da banche italianeo estere.Quale è la finalitàConsentire alle imprese esportatrici italiane di offrire agli acquirenti/committenti esteri dilazioni dipagamento a medio/lungo termine a condizioni e tassi di interesse competitivi, in linea con quelliofferti da concorrenti di paesi OCSE.Esportazioni agevolabiliForniture di macchinari, impianti, studi, progettazioni, lavori e servizi, nonché semilavorati o beniintermedi destinati in via esclusiva ad essere integrati in beni di investimento.Verso quali paesiSenza limitazioni.Forma di interventoContributi agli interessi su finanziamenti concessi da banche italiane o estere.Finanziamenti ammissibiliIl finanziamento può essere denominato in Euro ed in tutte le principali valute e può essereconcesso dalla banca all’impresa italiana esportatrice a fronte del credito da questa accordato POLARIS CONSULTING di Salamanna Dino – Via P. Nenni, 40 – 73048 Nardò (LE) - P. IVA 03737150759 On web: http://www.polarisconsulting.it - Fax 0833.1850154 - E-mail: info@polarisconsulting.it
  2. 2. all’acquirente estero (credito fornitore) o direttamente alla controparte estera (credito acquirente ofinanziario).Il finanziamento deve essere comunque denominato nella stessa valuta di denominazione delcontratto di fornitura.Ai fini dell’ammissibilità, la garanzia assicurativa della SACE non è obbligatoria.Importo agevolabile del finanziamentoCopre al massimo l’85% dell’importo della fornitura; una quota pari ad almeno il 15% deve esserepagata dall’acquirente per contanti.Eventuali esborsi allestero devono essere contenuti nei limiti della quota contanti: in caso dieccedenza, l’importo del finanziamento ammissibile all’agevolazione è limitato al 100% del valoredei beni e servizi di origine italiana.Se inclusi nellimporto della fornitura, sono assimilati a merce di origine italiana:  i compensi di mediazione o agenzia, nella misura massima del 5% della fornitura;  i compensi corrisposti a società di commercializzazione in relazione a operazioni di contro acquisto, nella misura massima del 5% della fornitura;  le subforniture di merci e servizi di origine comunitaria, nei limiti previsti dalla normativa UE (v. Circolare SIMEST).Durata del credito all’esportazioneUguale o superiore a 24 mesi dal "punto di partenza del credito" (spedizione/consegna o, nel caso diimpianti "chiavi in mano", collaudo preliminare). La durata massima è determinata in base agliaccordi internazionali (Consensus), in relazione alla categoria del paese ed alle tipologie dioperazioni.Tasso a carico del debitore estero (tasso agevolato)I tassi d’interesse minimi (CIRR) sono stabiliti mensilmente in sede OCSE in relazione alledifferenti valute di denominazione del credito all’esportazione. Essi sono determinati sulla basedelle quotazioni di titoli pubblici a medio/lungo termine a cui viene sommato un margine dell’1%.Il tasso CIRR viene fissato durante la fase di negoziazione dell’operazione o al momento dellastipula del contratto con la controparte estera e resta fisso per tutta la durata del creditoall’esportazione.I CIRR sono resi noti dall’Ufficio Italiano dei Cambi, e possono essere richiesti dalle imprese allebanche o direttamente alla SIMEST SpA collegandosi al Sito Internet http://www.simest.it.Quanto sopra non esclude lapplicabilità di tassi agevolati diversi dal CIRR nel caso di operazioniespressamente disciplinate da accordi internazionali di settore. POLARIS CONSULTING di Salamanna Dino – Via P. Nenni, 40 – 73048 Nardò (LE) - P. IVA 03737150759 On web: http://www.polarisconsulting.it - Fax 0833.1850154 - E-mail: info@polarisconsulting.it
  3. 3. ProceduraLa richiesta di agevolazione viene presentata alla SIMEST dalla banca finanziatrice o, se del caso,dalla banca italiana intermediaria o direttamente dall’esportatore (limitatamente alle operazioni dicredito fornitore con smobilizzo a tasso fisso sul mercato estero), allegando al modulo di domandala documentazione in esso indicata.La SIMEST esamina la domanda, ne determina le condizioni di intervento e la presenta al Comitatoagevolazioni per l’approvazione entro un termine di 90 giorni dalla data della domanda (completa didocumentazione).Le condizioni di intervento e le modalità di corresponsione dei contributi variano in relazione allediverse forme di finanziamento, come indicato nelle schede qui di seguito riportate.Operazioni di Credito fornitoreLe forme di finanziamento più frequenti sono:A - Sconto pro solvendo o pro soluto di titoli di creditoI titoli di credito rilasciati dal debitore estero sono smobilizzati sul mercato interno o estero congirata piena o senza ricorso sull’esportatore. Lo sconto è effettuato a tasso fisso di mercato, condeduzione degli interessi in via anticipata ed accredito all’esportatore del netto ricavo.Su richiesta di una banca italiana intermediaria o dell’esportatore (nel caso di sconto sul mercatoestero), la SIMEST corrisponde, in un’unica soluzione, un contributo in conto interessi qualedifferenza tra il netto ricavo degli effetti al tasso di sconto di mercato (ritenuto congruo dallaSIMEST e nei limiti ammissibili) e il valore attuale degli effetti al tasso CIRR pagatodall’acquirente estero.La misura del margine congruo riconoscibile incluso nel tasso di sconto è determinata dallaSIMEST con riferimento al rischio paese in relazione al debitore e al garante (la classificazione deipaesi per categorie di rischio e il relativo margine congruo riconoscibile in rapporto alla durata delleoperazioni è resa nota dalla SIMEST con lettera circolare); per operazioni non assistite da garanziaSACE, è posta a carico dellesportatore una quota del margine congruo pari al premio minimostabilito dallOCSE per la copertura dei rischi politici corrispondenti al paese del debitore/garante(le percentuali corrispondenti ai premi sono rese note dalla SIMEST con lettera circolare).Quanto previsto per i titoli di credito si applica anche allo smobilizzo di crediti assistiti da lettere dicredito irrevocabili, da lettere di garanzia irrevocabili e autonome, da lettere di credito "stand-by"irrevocabili.B - Finanziamento all’esportatoreL’esportatore ottiene da una banca unanticipazione a tasso fisso CIRR a fronte del credito concessoda questo alla controparte estera. POLARIS CONSULTING di Salamanna Dino – Via P. Nenni, 40 – 73048 Nardò (LE) - P. IVA 03737150759 On web: http://www.polarisconsulting.it - Fax 0833.1850154 - E-mail: info@polarisconsulting.it
  4. 4. Su richiesta della banca, che opera con raccolta a tasso variabile, la SIMEST effettua un “interventodi stabilizzazione del tasso” in base al quale, per ciascun semestre, si calcola la differenza tra gliinteressi al tasso di finanziamento della banca (Libor/Euribor + spread nella misura ammissibile) egli interessi al tasso CIRR corrisposto dal debitore estero; la SIMEST paga alla banca la differenzase positiva, mentre la incassa se negativa.Lo spread riconoscibile, differenziato in relazione alla categoria OCSE cui appartiene il debitore ealla durata totale delloperazione, è reso noto dalla SIMEST con lettera circolare.Credito acquirente o finanziarioLa banca italiana/estera (o il consorzio di banche) stipula una convenzione finanziaria conl’acquirente estero per la concessione di un credito a medio/lungo termine al tasso fisso CIRR.Mediante prelievi sulla convenzione finanziaria, l’acquirente estero regola in contanti l’esportatoreitaliano, contro documenti di spedizione/esecuzione della fornitura.Così come nel precedente punto B), tramite intervento di stabilizzazione la banca, a fronte dellacorresponsione da parte del debitore di un tasso CIRR, ottiene dalla SIMEST, in termini di ritornosull’operazione di finanziamento, un tasso d’interesse di mercato basato sul proprio costo dellaraccolta a tasso variabile (Libor/Euribor) + il margine (spread).Lo spread riconoscibile, differenziato in relazione alla categoria OCSE cui appartiene il debitore ealla durata totale delloperazione, è reso noto dalla SIMEST con lettera circolare.La richiesta di intervento alla SIMEST viene avanzata dalla banca finanziatrice o, nel caso diconsorzio, dalla banca capofila.Per contatti:SIMEST SpACorso Vittorio Emanuele II, 32300186 ROMA (Italia)OPERAZIONI DI CREDITO ACQUIRENTE:Antonello Ciccotti Tel. +3906 68635812Simona Ortolani Tel. +3906 68635813Fax: +3906 68635840E mail: buyerscredit@simest.itOPERAZIONI DI CREDITO FORNITORE:Maria P. Bonanni Tel. +3906 68635816Fax: +3906 68635840E mail: supplierscredit@simest.itITER DELLA DOMANDA POLARIS CONSULTING di Salamanna Dino – Via P. Nenni, 40 – 73048 Nardò (LE) - P. IVA 03737150759 On web: http://www.polarisconsulting.it - Fax 0833.1850154 - E-mail: info@polarisconsulting.it
  5. 5. Richiesta di intervento agevolativoLa richiesta è presentata dalla banca italiana o estera. Limitatamente alle operazioni di smobilizzo atasso fisso (sconto) sul mercato estero, la richiesta può essere presentata direttamentedallesportatore.La richiesta deve essere formulata sul modulo di domanda (o in conformità ad esso) e corredatadella documentazione in esso elencata.Istruttoria SIMESTA seguito della presentazione della domanda, la SIMEST comunica il numero di posizioneassegnato alloperazione ed il nome del responsabile della struttura organizzativa competente perlistruttoria.Conclusa listruttoria, e comunque entro 90 giorni dalla data della domanda completa delladocumentazione necessaria, la domanda viene presentata al Comitato per lapprovazione.Esito ComitatoCon la lettera di ammissione allagevolazione, la SIMEST comunica anche il responsabile dellastruttura organizzativa competente per lerogazione del contributo. Per le operazioni difinanziamento e per gli smobilizzi con ricorso a raccolta dei fondi a tasso variabile, la SIMESTinvia inoltre due copie del Capitolato per la corresponsione del contributo interessi. Una copia deveessere restituita firmata alla SIMEST. POLARIS CONSULTING di Salamanna Dino – Via P. Nenni, 40 – 73048 Nardò (LE) - P. IVA 03737150759 On web: http://www.polarisconsulting.it - Fax 0833.1850154 - E-mail: info@polarisconsulting.it
  6. 6. 2. FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER PROGRAMMI DI INSERIMENTO SUI MERCATI ESTERIForma di interventoFinanziamenti a tasso agevolato a valere su un Fondo a carattere rotativo e soggetti alla normacomunitaria ”de minimis” di cui al Regolamento CE n. 1998/2006 pubblicato sulla GUUE del28.12.2006.FinalitàFinanziamento di programmi di inserimento sui mercati esteri finalizzati al lancio ed alla diffusionedi nuovi prodotti e servizi, ovvero all’acquisizione di nuovi mercati per prodotti e servizi giàesistenti.Settori esclusiNon possono essere finanziate le imprese attive, nei settori di attività esclusi ai sensi dell’art. 1 delregolamento CE n. 1998/2006.Iniziative finanziabiliApertura di strutture volte ad assicurare in prospettiva la presenza stabile nei mercati di riferimento,che possono essere costituite da uffici, show room, magazzini, punti vendita (“corner”) ed unnegozio.In quali paesiIl programma deve essere realizzato in paesi non appartenenti all’Unione Europea.Spese finanziabili  Spese di struttura (costituzione e funzionamento delle strutture permanenti, ecc.).  Spese per azioni promozionali (mostre e fiere, pubblicità, formazione, consulenze, ecc.).  Spese per interventi vari (25% della somma delle spese precedenti).Importo finanziabileIl finanziamento può coprire fino all’85% dell’importo delle spese indicate nel programma e puòessere concesso per un importo non superiore a quello consentito dall’applicazione della normacomunitaria “de minimis”. POLARIS CONSULTING di Salamanna Dino – Via P. Nenni, 40 – 73048 Nardò (LE) - P. IVA 03737150759 On web: http://www.polarisconsulting.it - Fax 0833.1850154 - E-mail: info@polarisconsulting.it
  7. 7. Durata del finanziamentoIl programma deve essere realizzato nel periodo che decorre dalla data di presentazione delladomanda e termina 2 anni dopo la data di stipula del contratto di finanziamento. Il rimborso delfinanziamento avviene nei successivi 5 anni.Tali periodi possono essere ridotti su richiesta dell’impresa.Tasso di interesseFisso per tutta la durata del finanziamento e pari al 15% del tasso di riferimento. In ogni caso taletasso non può essere inferiore allo 0,50% annuo.GaranzieLe erogazioni del finanziamento sono subordinate alla presentazione delle garanzie deliberate dalComitato Agevolazioni tra le seguenti:  fideiussione bancaria, rilasciata da banche di gradimento di SIMEST e redatta secondo lo schema predisposto dalla stessa; fideiussione assicurativa, rilasciata da compagnie assicurative di gradimento di SIMEST e redatta secondo lo schema predisposto dalla stessa;  pegno su titoli di Stato;  fideiussione di Confidi appositamente convenzionati con SIMEST;  fideiussione di Intermediari Finanziari appositamente convenzionati con SIMEST;Le garanzie rilasciate da PMI, che superino i criteri valutativi individuati dal ComitatoAgevolazioni, devono coprire almeno il 50% del finanziamento, mentre le garanzie rilasciate daGrandi Imprese devono coprire il 100% del finanziamento.ProceduraL’impresa presenta la richiesta di finanziamento a SIMEST, allegando al modulo di domanda ladocumentazione in esso indicata.La richiesta di finanziamento è sottoposta al Comitato Agevolazioni presso SIMEST sulla base diun criterio strettamente cronologico entro 90 giorni dalla data di presentazione della domanda.Il Comitato delibera in merito alla concessione del finanziamento e alla relativa garanzia.A seguito della delibera, SIMEST provvede alla stipula del contratto di finanziamento,all’assunzione delle garanzie e alle erogazioni del finanziamento, che prevedono un anticipo fino adun massimo del 30% dell’importo del finanziamento.Richiesta di informazioni o chiarimenti via E-MAILinserimentosuimercatiesteri@simest.it(Rosa Guarnieri e Franca Bortolin)Importo massimo del finanziamento in applicazione del Regolamento “de minimis“: € 3.000.000,00circa (da determinarsi in funzione del tasso di riferimento UE vigente alla data della delibera delComitato Agevolazioni di concessione del finanziamento) POLARIS CONSULTING di Salamanna Dino – Via P. Nenni, 40 – 73048 Nardò (LE) - P. IVA 03737150759 On web: http://www.polarisconsulting.it - Fax 0833.1850154 - E-mail: info@polarisconsulting.it
  8. 8. 3. FINANZIAMENTI PER LA PATRIMONIALIZZAZIONE DELLE PMI ESPORTATRICIForma di interventoFinanziamenti a valere su un Fondo a carattere rotativo e soggetti alla norma comunitaria ”deminimis ” di cui al Regolamento CE n. 1998/2006 pubblicato sulla GUUE del 28.12.2006.FinalitàFinanziamento volto a stimolare, migliorare e salvaguardare la solidità patrimoniale delle PMI(parametro U.E.) che nell’ultimo triennio abbiano registrato un fatturato estero pari, in media, adalmeno il 20% del totale e che al momento dell’erogazione siano costituite in forma di SpA.Obiettivi dellinterventoL’obiettivo dell’intervento è di raggiungere, mantenere o superare il livello di solidità patrimonialedi riferimento (rapporto tra patrimonio netto e attività immobilizzate nette) posto uguale a 0,65 edenominato “livello soglia”.L’accesso al finanziamento è consentito alle PMI qualunque sia il loro livello di soliditàpatrimoniale “di ingresso”, inferiore, pari o superiore rispetto al “livello soglia”.Settori esclusiNon possono essere finanziate le imprese attive nei settori di attività esclusi ai sensi dell’art. 1 delregolamento CE n. 1998/2006.Importo finanziabileIl finanziamento non può superare € 500.000,00, nel limite del 25% del patrimonio nettodell’impresa richiedente e nel rispetto dell’applicazione della regola comunitaria “de minimis”.Fasi del finanziamentoLa prima fase – fase di erogazione e preammortamento – inizia dalla data di erogazione e terminaalla fine del 2° esercizio successivo a tale data.La seconda fase – fase di rimborso – decorre dalla fine della fase di erogazione e preammortamentoe termina 5 anni dopo. POLARIS CONSULTING di Salamanna Dino – Via P. Nenni, 40 – 73048 Nardò (LE) - P. IVA 03737150759 On web: http://www.polarisconsulting.it - Fax 0833.1850154 - E-mail: info@polarisconsulting.it
  9. 9. Condizioni del finanziamento Nella prima fase (erogazione e preammortamento) il finanziamento è a tasso di riferimento UE,con rilascio di garanzia se il “livello di ingresso” è inferiore al “livello soglia” di 0,65, senza rilasciodi garanzia se il “livello di ingresso” è uguale o superiore al “livello soglia”. Nella seconda fase il rimborso avviene in 5 anni a tasso agevolato (pari al 15% del tasso diriferimento UE, purché non inferiore allo 0,50% p.a., fisso) se l’obiettivo di raggiungere, mantenereo superare il “livello soglia” di 0,65 è stato realizzato al termine della prima fase; il rimborsoavviene in 3 mesi a tasso di riferimento UE, se il suddetto obiettivo non è stato realizzato.Le imprese ammesse al rimborso a tasso agevolato, in 5 anni, sono soggette a monitoraggio annualeper verificare eventuali flessioni del livello di solidità patrimoniale che possono comportare diversemodalità di rimborso temporanee, finché non si ripristini il livello di ingresso nella seconda fase dirimborso.ProceduraL’impresa presenta la richiesta di finanziamento a SIMEST, allegando al modulo di domanda ladocumentazione in esso indicata.La richiesta di finanziamento è sottoposta al Comitato sulla base di un criterio strettamentecronologico entro 60 giorni dalla data di presentazione della domanda. Il Comitato delibera inmerito alla concessione del finanziamento.A seguito della delibera, SIMEST provvede alla stipula del contratto di finanziamento,all’assunzione delle garanzie e all’erogazione del finanziamento, che avviene in unica soluzione.Richiesta di informazioni o chiarimenti via E-MAILpatrimonializzazione@simest.it(Elisabetta Fatigati e Gianni Scaiola) POLARIS CONSULTING di Salamanna Dino – Via P. Nenni, 40 – 73048 Nardò (LE) - P. IVA 03737150759 On web: http://www.polarisconsulting.it - Fax 0833.1850154 - E-mail: info@polarisconsulting.it
  10. 10. 4. PARTECIPAZIONE DELLA SIMEST AL CAPITALE DI IMPRESE ESTEREA cosa servePer una impresa italiana, soprattutto se di dimensioni medio/piccole, la decisione di investireall’estero rappresenta spesso un momento delicato della sua vita aziendale.La partecipazione di SIMEST al capitale delle imprese estere consente di condividere il rischiopotenziale della nuova iniziativa con un partner istituzionale che immette capitali propri, e mette adisposizione la propria esperienza pluriennale sui mercati esteri basata sulla partecipazione acentinaia di progetti in tutto il mondo.La presenza di SIMEST, che opera in stretto rapporto con un network di istituzioni internazionali edha attivato una politica di partnership con banche o istituzioni di Paesi con i quali sono inprogramma accordi di sviluppo bilaterale, costituisce una garanzia per il partner estero ed un"ombrello" di protezione per l’azienda italiana.FinalitàAffiancare l’impresa italiana nella internazionalizzazione della propria attività favorendonelingresso in mercati esteri ad elevato potenziale.ObiettiviSupportare la realizzazione del programma di investimento attraverso la partecipazione diretta alcapitale della società estera. La partecipazione della SIMEST in un investimento realizzato daunimpresa italiana in un mercato extra UE, è il presupposto per lerogazione di contributi agliinteressi a fronte di un finanziamento concesso allimpresa italiana da soggetti, italiani o esteri,autorizzati allesercizio dellattività bancaria.La SIMEST, inoltre, affianca le imprese italiane nella identificazione ed eventuale reperimento diulteriori coperture finanziarie (da parte di Banche e Istituzioni nazionali e/o sovranazionali).Con Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 23 dicembre 2008 SIMEST puòpartecipare al capitale di imprese in ambito UE. La partecipazione di minoranza (fino al 49%) nelcapitale sociale di società italiane e/o loro controllate in UE, inclusa lItalia, a condizioni di mercatoe senza agevolazioni per sviluppare investimenti produttivi e sostenere i programmi di sviluppotecnologico nelle aziende che investono in innovazione e ricerca applicata.Soggetti richiedentiSIMEST può valutare proposte di partecipazione provenienti da società di capitali, società dipersone, cooperative, consorzi, associazioni di imprese. Gli interventi SIMEST vengono accordatiprioritariamente a PMI e loro consorzi. POLARIS CONSULTING di Salamanna Dino – Via P. Nenni, 40 – 73048 Nardò (LE) - P. IVA 03737150759 On web: http://www.polarisconsulting.it - Fax 0833.1850154 - E-mail: info@polarisconsulting.it
  11. 11. SettoriL’intervento SIMEST avviene, preferenzialmente, in imprese estere attive nello stesso settore diattività dell’impresa italiana richiedente, o in settori situati a monte o a valle del processo produttivonell’ambito del concetto di "filiera"; non vi sono preclusioni settoriali e, pertanto, sono inclusi, oltreal manifatturiero i settori commerciale e servizi.Modalità di interventoPartecipazione fino al 49% del capitale sociale delle imprese estere; di norma la partecipazioneSIMEST risulta commisurata rispetto a quella dei partners.DurataMassimo 8 anni, entro i quali viene concordato con i partners italiani il periodo di riacquisto dellaquota SIMEST.CondizioniLe condizioni della partecipazione SIMEST vengono concordate con le imprese partner in funzionedella tipologia dell’attività prevista, dei risultati attesi, della situazione del Paese in cui si va adoperare, del ruolo e delle prospettive delle società italiane interessate. Il riacquisto della quotaSIMEST avviene, in assenza di quotazioni ufficiali, con riferimento al valore patrimonialedell’impresa estera. L’impegno del socio italiano al riacquisto della partecipazione SIMEST puòessere garantito in funzione degli stessi aspetti su citati, attraverso un ampio ventaglio di soluzioni,la cui scelta viene preventivamente concordata con i partners.Richiesta di interventoSIMEST esamina le richieste di partecipazione acquisendo le informazioni relative al progetto diinvestimento ed ai partners senza uno schema precostituito, ossia non impone alcuna modulistica dipresentazione, ma fornisce una check-list delle informazioni che successivamente viene adattatadagli analisti alle necessità di approfondimento che si rendono opportune per la singola iniziativa.Richiesta di informazioni o chiarimenti via E-MAILgc.bertoni@simest.it Gian Carlo Bertonimg.zuppante@simest.it M.Grazia Zuppante POLARIS CONSULTING di Salamanna Dino – Via P. Nenni, 40 – 73048 Nardò (LE) - P. IVA 03737150759 On web: http://www.polarisconsulting.it - Fax 0833.1850154 - E-mail: info@polarisconsulting.it
  12. 12. 5. CONTRIBUTI AGLI INTERESSI SUL FINANZIAMENTO DELLA QUOTA DI PARTECIPAZIONE DELLIMPRESA ITALIANA (LEGGE 100/90, ART. 4 E LEGGE 19/91)A cosa serveAgevolazioni concesse ad imprese italiane per l’acquisizione di quote di capitale di rischio insocietà o imprese all’estero partecipate dalla SIMEST S.p.A., in paesi non appartenenti all’UnioneEuropea.I beneficiari sono tutte le imprese che intendono costituire un’impresa all’estero o sottoscrivere unaumento del capitale sociale o acquisire quote in un’impresa estera già costituita.L’agevolazione è rappresentata da un contributo agli interessi a fronte di un finanziamento concessoall’impresa italiana da soggetti, italiani o esteri, autorizzati all’esercizio dell’attività bancaria.Per le iniziative ai sensi della legge 19/91, le agevolazioni sono concesse ad imprese italiane perlacquisizione di quote di capitale di rischio in società o imprese allestero partecipate dalla FINESTS.p.A..Lintervento - riservato alle imprese localizzate nelle regioni Friuli-Venezia Giulia, Trentino-AltoAdige e Veneto, ovvero alle imprese da queste controllate localizzate nella UE - è finalizzato allapartecipazione a società ed imprese costituite in paesi dellEuropa Centrale e Orientale partecipatedalla FINEST S.p.A..Le modalità e le condizioni dellagevolazione sono quelle previste dal D.M. 113/2000 e dallacircolare SIMEST n. 5/2000 per le operazioni ai sensi dellart. 4 della legge 100/90 e successivemodifiche.Quale è la finalitàFavorire la partecipazione di imprese italiane in società o imprese all’estero in paesi nonappartenenti all’Unione Europea.Iniziative agevolabiliAcquisizione di quote di capitale di rischio in imprese all’estero di nuova costituzione o giàcostituite, partecipate dalla SIMEST.L’acquisizione di quote di capitale di rischio deve avvenire dopo la delibera di partecipazione dellaSIMEST nell’impresa estera.L’intervento agevolativo può essere concesso anche in presenza di interventi finanziari residisponibili da organismi internazionali operanti nel settore della promozione degli investimentiall’estero, come ad esempio i programmi comunitari che possono essere attivati anche tramiteSIMEST. POLARIS CONSULTING di Salamanna Dino – Via P. Nenni, 40 – 73048 Nardò (LE) - P. IVA 03737150759 On web: http://www.polarisconsulting.it - Fax 0833.1850154 - E-mail: info@polarisconsulting.it
  13. 13. In quali paesiPaesi non appartenenti all’Unione Europea.Forma di interventoContributo agli interessi a fronte di un finanziamento concesso all’impresa italiana da soggetti,italiani o esteri, autorizzati all’esercizio dell’attività bancaria.Importo agevolabile del finanziamentoL’agevolazione copre fino al 90% del controvalore in euro della quota di partecipazione italiana alcapitale dell’impresa estera fino al 51% del capitale di quest’ultima. Pertanto, qualora la quota dipartecipazione superi complessivamente il 51%, l’importo agevolabile del finanziamento è limitatoal 90% del 51% del capitale dell’impresa estera.L’intervento è concesso entro i seguenti limiti di importo: a) importo massimo ammesso all’agevolazione per impresa e per anno solare: Euro 40 milioni; b) importo massimo ammesso all’agevolazione per gruppo economico (nell’ambito di uno stesso bilancio consolidato) e per anno solare: Euro 80 milioni.L’agevolazione è concessa nei limiti delle norme comunitarie.Durata del finanziamentoLa durata massima del finanziamento bancario è di 8 anni a partire dalla prima erogazione delfinanziamento, compreso un periodo massimo di utilizzo e preammortamento di 3 anni.Tasso di interesseLiberamente concordato tra l’impresa e la banca finanziatrice.Tasso di contribuzioneFisso per tutta la durata dell’agevolazione, il tasso di contribuzione è pari al 50% del tasso diriferimento previsto dal DPR 902/76, vigente alla data di stipula del contratto di finanziamento.ProceduraLe imprese italiane devono presentare la domanda di agevolazione direttamente alla SIMEST,allegando al modulo di domanda la documentazione in esso indicata. POLARIS CONSULTING di Salamanna Dino – Via P. Nenni, 40 – 73048 Nardò (LE) - P. IVA 03737150759 On web: http://www.polarisconsulting.it - Fax 0833.1850154 - E-mail: info@polarisconsulting.it
  14. 14. La domanda può essere presentata anche prima della data della delibera del Consiglio diAmministrazione della SIMEST di partecipazione nell’impresa all’estero, ma comunque non oltre 3mesi da tale data.Al fine di favorire l’impresa nella presentazione della domanda, con la comunicazione dellasuddetta delibera, la SIMEST invia all’impresa italiana anche il modulo di domanda già pre-compilato con i dati in suo possesso. Una volta verificato, eventualmente aggiornato, completato esottoscritto, il modulo viene restituito dall’impresa alla SIMEST.Qualora l’impresa intenda presentare la domanda prima della data della delibera di partecipazione,essa può compilare interamente il modulo o chiedere anticipatamente alla SIMEST l’invio delmodulo pre-compilato.Le domande di ammissione all’agevolazione sono sottoposte alle determinazioni del Comitato, nelrispetto dell’ordine cronologico di ricezione, se complete della documentazione elencata nel modulodi domanda e della delibera del Consiglio di Amministrazione della SIMEST contenente lecondizioni ed i termini della partecipazione nell’impresa all’estero.Qualora le disponibilità finanziarie del fondo contributi fossero insufficienti rispetto alle domandepresentate, saranno accolte prioritariamente le domande avanzate dalle imprese in possesso dicertificazione di qualità del prodotto o dellazienda.Per contatti:SIMEST SpACorso Vittorio Emanuele II, 32300186 ROMA (Italia)Ada Tondo Tel. +3906 68635815Fax: +3906 68635840E mail: legge100@simest.itITER DELLA DOMANDARichiesta intervento agevolativoL’impresa italiana presenta la richiesta di agevolazione direttamente alla SIMEST, allegando almodulo di domanda la documentazione in esso indicata.La domanda può essere presentata anche prima della data della delibera del Consiglio diAmministrazione di partecipazione nell’impresa all’estero, ma comunque non oltre 3 mesi da taledata.Al fine di favorire l’impresa nella presentazione della domanda, con la comunicazione dellasuddetta delibera, la SIMEST invia all’impresa italiana anche il modulo di domanda già pre-compilato con i dati in suo possesso. Una volta verificato, eventualmente aggiornato, completato esottoscritto, il modulo viene restituito dall’impresa alla SIMEST. POLARIS CONSULTING di Salamanna Dino – Via P. Nenni, 40 – 73048 Nardò (LE) - P. IVA 03737150759 On web: http://www.polarisconsulting.it - Fax 0833.1850154 - E-mail: info@polarisconsulting.it
  15. 15. Qualora l’impresa intenda presentare la domanda prima della data della delibera di partecipazione,essa può compilare interamente il modulo o chiedere anticipatamente alla SIMEST l’invio delmodulo pre-compilato.Istruttoria SIMESTA seguito della presentazione della domanda, la SIMEST comunica il numero di posizioneassegnato all’operazione e il nome del responsabile della struttura organizzativa competente perl’istruttoria.Esito comitatoCon la comunicazione dell’esito del Comitato, entro un massimo di 10 giorni dalla delibera delComitato stesso, la SIMEST comunica anche il responsabile della struttura organizzativacompetente per l’erogazione del contributo.Erogazione del contributoIl contributo viene erogato semestralmente sulla base delle rate del finanziamento. POLARIS CONSULTING di Salamanna Dino – Via P. Nenni, 40 – 73048 Nardò (LE) - P. IVA 03737150759 On web: http://www.polarisconsulting.it - Fax 0833.1850154 - E-mail: info@polarisconsulting.it
  16. 16. 6. FONDO DI VENTURE CAPITALPer supportare gli investimenti in aree strategiche quali, ad esempio, Cina, Federazione Russa,Mediterraneo, Africa, Medio Oriente, i Balcani e America Centrale e Meridionale è disponibile perle imprese italiane il Fondo pubblico di Venture Capital il cui intervento si aggiunge alla normalequota di partecipazione di SIMEST alliniziativa effettuata sulla base della L.100/90.Tale Fondo consente una partecipazione (SIMEST + Fondo di Venture Capital) fino a un massimodel 49% delle imprese estere.Dove opera il Fondo: Repubblica Popolare Cinese Federazione Russa, Ucraina, Moldavia, Armenia, Azerbaijan e Georgia. Marocco, Tunisia, Algeria, Libia, Egitto, Israele, Libano, Giordania, Siria, Autorità Palestinese, Turchia, Iraq. Paesi confinanti con l’Iraq (purché con attività prevalente rivolta allIraq). Tutti i restanti paesi dell’Africa, compresi quelli insulari. Paesi del sud est asiatico: India, Indonesia, Malaysia, Maldive, Sri Lanka e Thailandia. Albania, Bosnia Erzegovina, Croazia, Kosovo, ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Serbia e Montenegro Paesi dell’America Centrale ed America Meridionale ad esclusione dei territori e possedimenti d’oltremare dei paesi della Unione Europea (PTOM) e di dipartimenti francesi d’oltremare (DOM).L’intervento dei Fondi di Venture Capital: a) non può essere superiore al doppio della partecipazione SIMEST; b) non può superare: - il 49% nel cumulo con la partecipazione SIMEST, - ed il totale delle partecipazioni delle imprese italiane.Principi contrattuali di riferimentoORGANI SOCIETARI E ASSEMBLEA PARTECIPATEFacoltà di SIMEST di partecipare agli Organi di Amministrazione e di Controllo della societàestera.Rappresentante in Assemblea indicato da SIMEST; Previsione di maggioranze qualificate(indicativamente 67-75% del capitale, secondo le normative locali) nelle Assemblee per il bilancioe per decisioni strategiche della società.CERTIFICAZIONE DI BILANCIOFacoltà di richiedere la certificazione di bilancio da parte di primaria società di revisione, conparticolare attenzione per investimenti del Fondo rilevanti ovvero superiori a 1 milione di Euro inuna stessa società estera.CORRISPETTIVO PER IL FONDOCorrispettivo fisso riconosciuto dal partner italiano al fondo quale remunerazione forfettaria a frontedella cessione dei diritti di godimento delle azioni o quote. POLARIS CONSULTING di Salamanna Dino – Via P. Nenni, 40 – 73048 Nardò (LE) - P. IVA 03737150759 On web: http://www.polarisconsulting.it - Fax 0833.1850154 - E-mail: info@polarisconsulting.it
  17. 17. Il corrispettivo è calcolato, per tutti i fondi, sulla base del Tasso Ufficiale di Riferimento della BCE,vigente alla data della delibera, maggiorato al momento di mezzo punto percentuale.OBBLIGO AL RIACQUISTORiacquisto da parte dell’obbligato della quota detenuta dal fondo (particolare attenzione si dovràporre nel caso di partecipazione tramite società di scopo). Il riacquisto da parte dell’obbligato nonrichiede garanzie.CROSS DEFAULTIn caso di inadempimenti nel rapporto con il Fondo viene prevista facoltà espressa per ladismissione della partecipazione Simest detenuta ai sensi della L.100/90.In ogni caso di dismissione della partecipazione detenuta da SIMEST ai sensi della Legge 100/90 èprevisto l’obbligo del partner a riacquistare anche la quota del fondo.CLAUSOLA PENALEOssia maggiorazione del prezzo di acquisto da attivare in caso di inadempimenti dell’obbligo diacquisto delle quote di pertinenza del Fondo.PREZZO DI CESSIONEValutazione del prezzo di cessione da parte della SIMEST in accordo col partner con riferimento almaggior valore fra:  patrimonio netto rettificato secondo i principi IAS;  costo della partecipazione in Euro;  quotazione di borsa (ove esistente).Qualora il partner italiano intenda cedere a terzi la propria partecipazione (in tutto od in parte) siterrà conto, in aggiunta a quanto sopra, anche dell’offerta dei terzi ai fini della determinazione delprezzo di cessione.CLAUSOLA DI ARBITRAGGIONel caso di disaccordo si farà ricorso ad un terzo, che effettuerà una valutazione, secondo lemigliori prassi professionali, sulla base di criteri di mercato riconosciuti in ambito internazionale.SOTTOSCRIZIONE QUOTELe singole sottoscrizioni ed i singoli versamenti di quote societarie relative all’intervento del Fondosaranno effettuati successivamente od in pari data rispetto alle corrispondentisottoscrizioni/versamenti effettuate da SIMEST e/o da FINEST in proprio (ai sensi delle L.100/90.e 19/91.TEMPISTICA CESSIONILe imprese partner avranno l’obbligo contrattuale di acquistare, sempre e in ogni caso, le quote diIntervento Fondo gestite da SIMEST non oltre le date di acquisto delle connesse partecipazioni inproprio di SIMEST (e/o FINEST), come disciplinate nei relativi contratti, essendo queste ultimepartecipazioni necessario presupposto delle prime.ContattiDipartimento Promozione e Marketing: Gian Carlo Bertoni - Responsabile - tel: 0668635376g.bertoni@simest.it - Maria Grazia Zuppante tel: 0668635351 - mg.zuppante@simest.it POLARIS CONSULTING di Salamanna Dino – Via P. Nenni, 40 – 73048 Nardò (LE) - P. IVA 03737150759 On web: http://www.polarisconsulting.it - Fax 0833.1850154 - E-mail: info@polarisconsulting.it
  18. 18. 7. FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER STUDI DI PREFATTIBILITÀ, FATTIBILITÀ E ASSISTENZA TECNICAForma di interventoFinanziamenti a tasso agevolato a valere su un fondo a carattere rotativo e soggetti alla normacomunitaria ”de minimis” di cui al Regolamento CE n. 1998/2006 pubblicato sulla GUUE del28.12.2006.FinalitàSostenere con finanziamenti agevolati le imprese italiane che predispongono studi di fattibilità orealizzano programmi di assistenza tecnica in paesi non appartenenti all’Unione Europea.Settori esclusiNon possono essere finanziate le imprese attive nei settori di attività esclusi ai sensi dell’art. 1 delregolamento CE n. 1998/2006.Iniziative finanziabiliSpese relative a studi di fattibilità collegati ad investimenti italiani all’estero;Spese relative a programmi di assistenza tecnica collegati ad investimenti italiani all’estero.In quali paesiPaesi non appartenenti all’Unione Europea.Spese finanziabiliPer gli studi di fattibilità, retribuzioni a personale interno incaricato, emolumenti dovuti a consulentio ad esperti, viaggi, che risultino strettamente collegati allo studio da effettuare.Per l’assistenza tecnica, quelle derivanti dall’attività di addestramento, formazione, viaggi e altrespese, connesse all’investimento, in relazione al quale è previsto il programma di assistenza.Le spese per consulenze specialistiche, sostenute da personale esterno, non possono superare quelleper personale interno all’impresa richiedente; inoltre devono riguardare tematiche specificheafferenti lo studio o l’assistenza tecnica ed essere oggetto di apposito contratto.L’investimento, in relazione al quale è previsto il programma di assistenza tecnica, deve essere statoeffettuato non più di sei mesi prima della data di presentazione della domanda di finanziamento. POLARIS CONSULTING di Salamanna Dino – Via P. Nenni, 40 – 73048 Nardò (LE) - P. IVA 03737150759 On web: http://www.polarisconsulting.it - Fax 0833.1850154 - E-mail: info@polarisconsulting.it
  19. 19. Importo finanziabileIl finanziamento può coprire fino al 100% delle spese globali previste dal preventivo di spesa e puòessere concesso, nei limiti consentiti dall’applicazione della norma comunitaria “de minimis”, perun importo comunque non superiore a:  euro 100.000,00 per studi collegati ad investimenti commerciali;  euro 200.000,00 per studi collegati ad investimenti produttivi;  euro 300.000,00 per assistenza tecnica.Tasso di interesseFisso per tutta la durata del finanziamento e pari al 15% del tasso di riferimento. In ogni caso taletasso non può essere inferiore allo 0,50% annuo.GaranzieLe erogazioni del finanziamento sono subordinate alla presentazione delle garanzie deliberate dalComitato Agevolazioni tra le seguenti:  fideiussione bancaria, rilasciata da banche di gradimento di SIMEST e redatta secondo lo schema predisposto dalla stessa;  fideiussione assicurativa, rilasciata da compagnie assicurative di gradimento di SIMEST e redatta secondo lo schema predisposto dalla stessa;  pegno su titoli di Stato;  fideiussione di Confidi appositamente convenzionati con SIMEST;  fideiussione di Intermediari Finanziari appositamente convenzionati con SIMEST.Le garanzie rilasciate da PMI, che superino i criteri valutativi individuati dal ComitatoAgevolazioni, devono coprire almeno il 50% del finanziamento, mentre le garanzie rilasciate daGrandi Imprese devono coprire il 100% del finanziamento.ProceduraL’impresa presenta la richiesta di finanziamento a SIMEST, allegando al modulo di domanda ladocumentazione in esso indicata.La richiesta di finanziamento è sottoposta al Comitato sulla base di un criterio strettamentecronologico entro 90 giorni dalla data di presentazione della domanda.Il Comitato delibera in merito alla concessione del finanziamento e alla relativa garanzia.A seguito della delibera, SIMEST provvede alla stipula del contratto di finanziamento,all’assunzione delle garanzie e alle erogazioni del finanziamento, che prevedono un anticipo del70% dell’importo del finanziamento.Richiesta di informazioni o chiarimenti via E-MAILfattibilitaeassistenza@simest.it(Raffaella Mastropaolo e Sara Puccio) POLARIS CONSULTING di Salamanna Dino – Via P. Nenni, 40 – 73048 Nardò (LE) - P. IVA 03737150759 On web: http://www.polarisconsulting.it - Fax 0833.1850154 - E-mail: info@polarisconsulting.it

×