Complessità, mente e pensiero

2,937 views

Published on

Conversazione con Tullio Tinti al Festival della Complessità di Tarquinia

Published in: Education, Business
  • Be the first to comment

Complessità, mente e pensiero

  1. 1. Festival della Complessità SECONDA EDIZIONEComplessità, mente e pensiero Conversazione con Tullio Tinti Tarquinia, 26 giugno 2011
  2. 2. In tutti i casi la medietà è lodevole, mentre gli estremi non sono né lodevoli né retti, ma sono, al contrario, biasimevoli.Aristotele, Etica Nicomachea, 1108a 15
  3. 3. Complessità, mente e pensiero• In questa conversazione: ✔ Ricorderemo cosa sono i sistemi complessi ✔ Sosterremo che la mente può essere descritta come un sistema complesso, che questa descrizione produce un modello complesso della mente e che molti filosofi, scienziati cognitivi e psicoanalisti condividono tale modello ✔ Esamineremo (brevemente) in cosa consiste il modello complesso della mente Tullio Tinti 3
  4. 4. I sistemi complessi
  5. 5. Complessità, mente e pensiero• Questa conversazione si rivolge a chi sa già cosa sia un sistema complesso• Per ricordare le proprietà dei sistemi complessi basta prendere in considerazione un tipico sistema complesso ed elencarne le proprietà salienti... Tullio Tinti 5
  6. 6. Complessità, mente e pensiero• Il sistema complesso per antonomasia: la colonia di formiche Tullio Tinti 6
  7. 7. Complessità, mente e pensiero• La colonia di formiche è un sistema le cui parti sono a loro volta sistemi complessi (le singole formiche)• La colonia è in grado di assorbire notevoli perturbazioni (compresa l’eliminazione di un gran numero di componenti) senza perdere l’equilibrio e/o ritrovando un nuovo equilibrio• La colonia evolve adattandosi all’ambiente• Le competenze della colonia superano di gran lunga quelle della singola formica Tullio Tinti 7
  8. 8. Complessità, mente e pensiero• La colonia ha un comportamento che non è prevedibile nei dettagli (per esempio, è prevedibile che le formiche cerchino cibo, ma non in quale zona)• Non esistono modi noti per “controllare” una colonia di formiche• Le formiche si auto-organizzano (la regina non svolge le funzioni di un leader: non pianifica, non governa il sistema dall’alto in basso, ecc.) Tullio Tinti 8
  9. 9. Complessità, mente e pensiero• I sistemi complessi sono: ✔ Robusti ✔ Resilienti ✔ Capaci di evolvere adattandosi all’ambiente ✔ Dotati di intelligenza collettiva ✔ In genere imprevedibili ✔ In genere incontrollabili ✔ Privi di leader (le parti si auto-organizzano) Tullio Tinti 9
  10. 10. Complessità, mente e pensiero• Si noti che, dal punto di vista di un soggetto umano, alcune di queste proprietà sono assai auspicabili (robustezza, resilienza, capacità adattiva, intelligenza) mentre altre sono assolutamente indesiderabili (imprevedibilità, incontrollabilità, assenza di leader)• Tuttavia, tutto fa pensare che la complessità non possa essere “spacchettata”: nessun sistema può avere le proprietà desiderate senza quelle indesiderate Tullio Tinti 10
  11. 11. Complessità, mente e pensiero• Le proprietà dei sistemi complessi sono assenti nei cosiddetti sistemi complicati• Anche in questo caso, per convincersene, basta confrontare le caratteristiche di un tipico sistema complicato (il computer) con quelle di un tipico sistema complesso (un mitocondrio) Tullio Tinti 11
  12. 12. Complessità, mente e pensiero Sistemi complicati Sistemi complessi Tullio Tinti 12
  13. 13. Complessità, mente e pensiero• Non è un caso che quasi tutti gli esempi di sistemi complicati siano sistemi artificiali e quasi tutti gli esempi di sistemi complessi siano sistemi biologici• Infatti... Tullio Tinti 13
  14. 14. Complessità, mente e pensiero La natura produce complessità La ragione produce complicatezza Tullio Tinti 14
  15. 15. Complessità, mente e pensiero• I sistemi complessi si possono studiare bene solo utilizzando il computer come laboratorio virtuale Tullio Tinti 15
  16. 16. Complessità, mente e pensiero• Stephen Wolfram ha studiato al computer i più semplici tra i sistemi complessi: gli automi cellulari Tullio Tinti 16
  17. 17. Complessità, mente e pensiero• Wolfram ha scoperto che gli automi cellulari evolvono verso i cosiddetti attrattori Tullio Tinti 17
  18. 18. Complessità, mente e pensiero Classe III - Nessun attrattore Classe IV - Attrattore strano Classe II - Attrattore ciclico Classe I - Attrattore puntuale Tullio Tinti 18
  19. 19. Complessità, mente e pensiero• I teorici della complessità hanno ipotizzato che le Classi di Wolfram descrivano il comportamento non solo degli automi cellulari, ma di tutti i sistemi complessi• Secondo questa teoria, qualsiasi sistema complesso può adottare una delle seguenti classi di comportamento: - cristallizzazione (eccesso di ordine) - ordine - orlo del caos - caos (eccesso di disordine) Tullio Tinti 19
  20. 20. Complessità, mente e pensiero CaosDISORDINE Orlo del caos Ordine Cristallizzazione Tullio Tinti 20
  21. 21. Complessità, mente e pensiero• Consideriamo un sistema sociale (qualsiasi!). A cosa corrispondono le Classi di Wolfram? Tullio Tinti 21
  22. 22. Complessità, mente e pensiero AnarchiaDISORDINE Democrazia Burocrazia Dittatura Tullio Tinti 22
  23. 23. Complessità, mente e pensiero DisorganizzazioneDISORDINE Eterarchia Gerarchia Leadership autoritaria Tullio Tinti 23
  24. 24. Modelli della mente
  25. 25. Complessità, mente e pensiero• La mente può essere descritta come un sistema: - semplice - complicato - complesso Tullio Tinti 25
  26. 26. Complessità, mente e pensiero• Il modello di mente dei primi comportamentisti era un modello semplice della mente: S BLACK BOX R Tullio Tinti 26
  27. 27. Complessità, mente e pensiero• Il modello di mente dei primi cognitivisti era invece un modello complicato della mente: Tullio Tinti 27
  28. 28. Complessità, mente e pensiero• Anche se il modello dei primi comportamentisti e quello dei primi cognitivisti hanno avuto un discreto successo nel corso del Novecento, moltissimi studiosi – sia nel passato, sia oggi – descrivono la mente in modo completamente differente Tullio Tinti 28
  29. 29. Complessità, mente e pensiero• La più influente descrizione della mente di tutti i tempi si trova in Platone (Repubblica, Fedro) Tullio Tinti 29
  30. 30. Complessità, mente e pensiero• La mente, secondo Platone, è costituita da tre parti: - Razionalità - Due componenti non razionali Tullio Tinti 30
  31. 31. Complessità, mente e pensiero• All’inizio degli anni Venti, Sigmund Freud, fondatore della psicoanalisi, abbandona il primo modello della mente (Conscio/Inconscio) e riprende il modello platonico Tullio Tinti 31
  32. 32. Complessità, mente e pensiero Il Super-Io contiene le norme e gli ideali genitoriali (possono essere morali o immorali) Tullio Tinti 32
  33. 33. Complessità, mente e pensieroL’Es contiene l’energia sessuale(libido) e la pulsione di morte(distruttività) Tullio Tinti 33
  34. 34. Complessità, mente e pensiero L’Io cerca di “mediare” tra: realtà esterna, Es e Super-Io Tullio Tinti 34
  35. 35. Complessità, mente e pensiero• Nel modello di Platone-Freud la mente è come una piccola società formata da tre agenti• Dopo Freud, molti studiosi hanno descritto la mente come una società formata – non da tre – ma da tantissimi agenti• Questi modelli vengono oggi chiamati multi-agente Tullio Tinti 35
  36. 36. Complessità, mente e pensiero• Il primo modello multi-agente della mente è stato elaborato dalla grande psicoanalista Melanie Klein Tullio Tinti 36
  37. 37. Complessità, mente e pensiero• Il più importante modello di questo tipo è però il Pandemonium elaborato da Oliver Selfridge nel 1958 Tullio Tinti 37
  38. 38. Complessità, mente e pensiero• Altri scienziati cognitivi hanno elaborato modelli multi- agente della mente: Daniel Dennett, Douglas Hofstadter Tullio Tinti 38
  39. 39. Complessità, mente e pensiero• E naturalmente il “guru” dell’IA, Marvin Minsky, che ha reso celebre il modello della “mente come società” Tullio Tinti 39
  40. 40. Complessità, mente e pensiero• Secondo tutti questi autori, la mente è descrivibile come una società di tantissimi agenti, relativamente autonomi gli uni dagli altri, che talvolta cooperano, talvolta entrano in conflitto• Secondo il modello di questi studiosi: la mente è un sistema complesso Tullio Tinti 40
  41. 41. Il modello complesso di mente
  42. 42. Complessità, mente e pensiero• Consideriamo dunque la mente come un sistema complesso• A quali condizioni mentali possono corrispondere le Classi di Wolfram? Tullio Tinti 42
  43. 43. Complessità, mente e pensiero CaosDISORDINE Orlo del caos Ordine Cristallizzazione Tullio Tinti 43
  44. 44. Complessità, mente e pensiero IrrazionalitàDISORDINE Creatività Razionalità pura Fissità cognitiva Tullio Tinti 44
  45. 45. Complessità, mente e pensiero• Né la fissità cognitiva né l’irrazionalità sono modalità di funzionamento mentale adeguate ad affrontare i problemi dell’ambiente umano• Le modalità più idonee sono quelle intermedie: ✔ La razionalità, adatta ai problemi complicati, che richiede addestramento e rigore mentale ✔ La creatività, adatta ai problemi più complessi, che richiede un certo grado di “disordine mentale” (sotto forma di molteplicità prospettica e di biodiversità cognitiva) cognitiva Tullio Tinti 45
  46. 46. Complessità, mente e pensiero• Relativamente al funzionamento della mente, dunque, sembrerebbe vero il precetto di Aristotele: ✔ i regimi mentali più funzionali sono quelli intermedi; ✔ i regimi estremi (eccesso di ordine, eccesso di disordine) sono (sempre?) disfunzionali Tullio Tinti 46
  47. 47. Complessità, mente e pensiero• Il modello complesso della mente è coerente o incoerente con le acquisizioni della psicologia e delle scienze cognitive circa il funzionamento della mente? ✔ Se è coerente, il modello ne esce corroborato ✔ Se è incoerente, il modello ne esce indebolito Tullio Tinti 47
  48. 48. Complessità, mente e pensiero• La psicologia e le scienze cognitive hanno prodotto almeno due descrizioni del funzionamento della mente perfettamente compatibili con il modello complesso della mente: - la teoria duale della mente - la teoria delle posizioni di Melanie Klein Tullio Tinti 48
  49. 49. La teoria duale della mente
  50. 50. Complessità, mente e pensiero Pensiero Non razionalità laterale/divergente Pensiero lineare/convergente Razionalità Ottobre di Pace 2008 50
  51. 51. Complessità, mente e pensiero Pensiero lineare-convergente Pensiero laterale-divergenteRazionale Non razionaleLogico AnalogicoBasato su regole Basato su associazioniProcessi sequenziali (lineari) Processi paralleli (non lineari)Elabora conoscenza esplicita Elabora conoscenza implicitaRichiede addestramento Naturale Tullio Tinti 51
  52. 52. Complessità, mente e pensiero• E’ evidente che il modello complesso della mente può essere considerato un’estensione della teoria duale (secondo cui la mente può funzionare secondo due modalità funzionali) a quattro modalità funzionali Tullio Tinti 52
  53. 53. Complessità, mente e pensiero Irrazionalità Pensiero Creatività laterale/divergente Pensiero Razionalità pura lineare/convergente Fissità cognitiva Tullio Tinti 53
  54. 54. La teoria delle posizioni
  55. 55. Complessità, mente e pensiero POSIZIONE PENSIERO EMOZIONI DIFESE Svalutazione Emozioni intense Maniacale Irrazionale Fuga psicotica e tutte positive nella fantasia Ragionevole Accettazione Accettazione Evolutiva Creativo incertezza e della realtà senza Intuitivo rischio difese Sensazione di Intellettualizza- Depressiva Razionale impotenza zione Senso di colpa Irragionevole Scissione Amore/odio Schizo-paranoide (rigido, Proiezione Senso di potenza dicotomico) Acting-out Tullio Tinti 55
  56. 56. Complessità, mente e pensiero Posizione maniacale Irrazionalità Posizione evolutiva Creatività Posizione depressiva Razionalità pura Posizione schizo-paranoide Fissità cognitiva Tullio Tinti 56
  57. 57. Complessità, mente e pensiero• Anche il funzionamento della mente ipotizzato da Melanie Klein è compatibile con il funzionamento della mente previsto dal modello della mente come sistema complesso• In conclusione, i tre modelli risultano ampiamente sovrapponibili Tullio Tinti 57
  58. 58. Complessità, mente e pensiero Posizione maniacale PensieroDISORDINE Posizione evolutiva laterale/divergente Pensiero Posizione depressiva lineare/convergente Posizione schizo-paranoide Tullio Tinti 58
  59. 59. Conclusioni• Dalla convergenza di questi modelli, la validità del modello complesso della mente risulta grandemente rinforzata• Quindi non solo è lecito descrivere la mente come un sistema complesso, ma tutto fa pensare che tale descrizione sia assai verosimile Tullio Tinti 59
  60. 60. Grazie per l’attenzione! www.festivaldellacomplessitatarquinia.com www.tulliotinti.net

×