Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Frestyl startup Weekend Trento 2012

5,246 views

Published on

Presentation given by Arianna Bassoli at Startup Weekend Trento 2012 - Frestyl

Published in: Business, Economy & Finance

Frestyl startup Weekend Trento 2012

  1. 1. frēstyl& il mondo startup Arianna Bassoli
  2. 2. Topics• frestyl + inizi• Find the right team• Develop a product idea• Launch it• Get involved in the startup scene• Make a deck/ pitch• Look for money• Grow the team/ startup
  3. 3. Our Startup: frestylServizio disponibile per web (frestyl.com) e iPhone, geolocalizzato,per condividere informazioni sulla musica dal vivo
  4. 4. How It Started For Me• Media Lab Europe: interaction design research• 2003: tunA (synchronized mobile music sharing)• Media coverage. Offerta da parte di un Venture Capitalist
  5. 5. Finding the Right Team• Dottorato anziché startup. Perché? Mancanza di un team• Collaborazione con Johanna Brewer (PhD, UCI)• Progettazione interfacce musicali (ex. undersound)
  6. 6. Importance of the Team• Fiducia, compatibilità• Competenze complementari• Startup tecnica: almeno un founder tecnico + designer. Founder esperto di business può servire• Andare ad eventi di networking per startupper per trovare co-founders
  7. 7. Startup Events• Molti eventi su Geek Agenda • geekagenda.it• Startup Weekend • startupweekend.org• Indigeni Digitali • blog.indigenidigitali.com• Startuparty • startuparty.com• Girls Geek Dinner (GGD)• Ignite • igniteitalia.org
  8. 8. Define Your Product Idea• Basarsi sulle proprie esperienze/ competenze• Individuare un’esigenza di mercato• Noi: esperienza nel campo delle interfacce musicali + mobile• Nel 2009: mercato musicale in forte cambiamento.• Focus e scommessa sulla musica dal vivo
  9. 9. MVP: Minimum Viable Product• “A Journey of a thousand miles begins with one step” (Lao Tzu)• Lanciare un prodotto che abbia le funzionalità minime per essere utilizzato• “If you shipped your product and you’re not ashamed of it, you’ve probably shipped too late” (Reid Hoffman, fondatore di LinkedIN)• Test -> Iterate (Pivot?) -> (and again)
  10. 10. Get Involved in the Startup Scene• 2009: Upstart Roma (evento per trovare altri startupper)• Italian Startup Scene: gruppo creato su FB (Stefano Bernardi) per riunire la community di startupper italiani (>4000!)
  11. 11. Italian Startup Scene• Oggi: moda della startup, anche in Italia• PRO: più visibilità (anche a livello internazionale), attenzione dei media, crescita investimenti, più feeback• CONTRO: + competizione per i fondi, + fatica a farsi notare, > quantità e < qualità, siamo pronti?• Seguire blog + ISS • techcrunch.com, • blog.nicolamattina.it • smartup.biz • lobbyinnovazione.it• Necessità di farsi notare fin da subito, chiedere feedback alla community, partecipare al dibattito
  12. 12. Deck / Pitch• 5-10 slides da mandare in giro e su cui fare il pitch.• Argomenti da coprire: Problema, Soluzione, Mercato di riferimento, Competizione, Business Model, Team, Cosa si chiede (soldi? mentorship? co-founders?)• 2 versioni: presentazione orale (pitch) con - testo e meno info specifiche / presentazione da inviare (deck) con + testo e info specifiche (ex. financial projections, growth projections)Vedi articolo: http://techcrunch.com/2010/11/02/365-days-10-million-3-rounds-2-companies-all-with-5-magic-slides/
  13. 13. Looking for Money• Fasi: • Seed (20k-250k, prototyping) • Angel (250k-3m, development) • Venture Capital (3m-1b, expansion)• Spesso conviene investire fondi propri (o tempo mentre si lavora) per sviluppare un prototipo• Oppure -> incubazione• Noi: Seed pre-prototipo. Fortuna ma -> I soldi si esauriscono prima. Molti sbagli iniziali
  14. 14. Finding Investors• Importanza del Networking• Eventi per startup dove ci sono anche investitori • Mind the Bridge • Storming Pizza (H-Farm)• Crunchbase: wiki di startup e investitori• Angel List: network di startup e investitori• Guardare a livello internazionale (Silicon Valley, Londra, New York, Berlino)• Importanza di trovare un investitore che sia un good match (non solo soldi ma anche mentorship)
  15. 15. Network• Noi: Paul Dourish (PhD advisor di Johanna) -> Mimi Ito (sorella di Joi, ricercatrice, collega di Paul) -> Joi Ito -> -> ->
  16. 16. Incubation?• Partecipare a contest e cercare di entrare in incubatori, anche a livello internazionale• Italia: • Mind The Bridge: 3 fasi di selezione per sincere un periodo di incubazione in Silicon Valley: visibilità a livello di media, contatti con investitori e mentor • Storming Pizza: pitch contest a H-Farm: feedback di investitori e addetti ai lavori, possibilità di essere selezionati per lincubazione a H- Farm
  17. 17. Incubation?• Europe: • Seedcamp: eventi in diverse capitali dEuropa: circa 20 startup per evento >> 2 ricevono 50K di investimento. Riscontro a livello di media, feedback di esperti + accesso ad un network internazionale di mentor e investitori • Altre startup competition allinterno di grandi eventi (come Le Web)
  18. 18. Incubation?• United States: • Techstars (NYC, Boulder, Seattle, Boston) Y- Combinator e 500startups (Silicon Valley): incubatori molto prestigiosi, altissima selezione, e altissima percentuale di startup che vengono finanziate con + di 1m dopo il periodo dincubazione • Startup competition allinterno di grandi eventi come Techcrunch Disrupt, South By South West (SXSW)
  19. 19. Beware of Investment!• Spesso in Italia: condizioni poco favorevoli di investimento • Troppe share rispetto all’investimento • Troppo controllo della società • Documenti inutili pre-investimento (ex. piano quinquennale finanziario) • Fondi con limitazioni territoriali e vincoli di spesa• Informarsi prima di accettare un investimento: molti commercialisti e legali in Italia NON sono esperti di startup
  20. 20. Growing the Startup• Ora: siamo in 4 soci. Johanna (CEO) Arianna (CPO) + PJ (CTO) & Emanuela (CMO) + 3 interns & 2 collaborators• Importanza di dividersi i ruoli
  21. 21. Managing a Startup• Anche se si è una società molto piccola: importanza di gestire il lavoro in modo sistematico e strutturato• Usare tecniche di lavoro già sperimentate: • Agile Development: sviluppare il software in finestre di tempo limitate. Ogni iterazione è un piccolo progetto a sé stante e deve contenere tutto ciò che è necessario per rilasciare un piccolo incremento nelle funzionalità del software • SCRUM: dividere il progetto in blocchi rapidi di lavoro (Sprint) • Stand-up meeting • 30-60-90
  22. 22. Managing a Startup• Importanza di usare tools per gestire lavoro e migliorare la comunicazione • Pivotal Tracker per lo sviluppo (SCRUM) • Campfire per la comunicazione interna (chat) • Basecamp per la gestione di progetti (ex. design)
  23. 23. Learn from Mistakes• Noi: troppo perfezionisti, troppo tempo per lanciare MVP Puntato su artisti e locali, ma -> non usano molto Internet, pigri, impegnati. Invece: fan -> motivati, geek• Pivot: cambiare direzione, cambiare prodotto o…fare una nuova startup Vedi articolo su turntable.fm: betabeat.com/2011/07/07/turntable-fm-and-the-siren-song-of-the-start-up-pivot/• Fail Fast (fail cheap)
  24. 24. Make it Viral or Make Money• Difficile farsi notare, difficile emergere• Molti investitori chiedono revenue a breve termine: prodotti molto specializzati (ex. dollarshaveclub.com) o B2B• Se si crea un prodotto “free” per utenti che ha bisogno di una massa critica: deve avere un alto potenziale “viral”• Integrazione con vari social network, piattaforma aperta, esperienza da raccontare agli amici (word of mouth)
  25. 25. Make it Viral or Make Money• Alcuni prodotti “viral” • Instagr.am • Pinterest • Turntable.fm • Soundcloud• Alcuni prodotti che generano revenue • Groupon (B2C) • Airbnb (C2C) • Pivotal Tracker (B2B)
  26. 26. Make it Viral or Make Money• Noi: necessità di allargare la nostra user-base.• Anche se -> servizio su base locale, difficoltà di scalare, soprattutto all’estero• Creazione di strumenti che migliorino la user experience e permettano di aumentare lo user engagement
  27. 27. Measure, Always• Necessità di misurare la crescita e i risultati passo passo• Identificazione metriche rilevanti (Google Analytics, KISSMetrics)• Noi -> misurato poco all’inzio • metrica importante -> crescita eventi aggiunti, densita’ territoriale di utenti e contenuto
  28. 28. Italian Startup Ecosystem• In crescita rapida ma: • Necessità di facilitare il processo di apertura/gestione Srl (costi alti + troppa burocrazia) • Necessità di formare gli investitori e favorire dei termini di investimento a standard internazionale • Difficoltà di attirare capitali esteri • Rete di mentor scarna • Crescita un po’ caotica
  29. 29. Success Cases• Necessità di creare storie di successo in Italia• Anche se -> società che stanno crescendo: • Stereomood (stereomood.com) • MusicXmatch (musixmatch.com) • Spreaker (spreaker.com) • Mashape (mashape.com) • Beintoo (beintoo.com) • Mopapp (mopapp.com) • Doochoo (pick1.com) • RisparmioSuper (risparmiosuper.it)
  30. 30. Resources• Leggere Techcrunch per tenersi informati• Seguire la Italian Startup Scene su FB • facebook.com/groups/italianstartups/• Tenersi informati sugli eventi importanti a cui partecipare• Leggere “The Lean Startup” by Eric Ries• Fare esercizi come il Business Model Canvas di Alexander Osterwalder • businessmodelgeneration.com/canvas
  31. 31. Contacts• karmanet@frestyl.com• @karmanet• frestyl.com• @frestylnews, @frestyl_IT• facebook.com/frestylnews• info@frestyl.com

×