Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Umanisti in cerca d’editore

623 views

Published on

Enrica Salvatori, Maria Chiara Pievatolo - UNIPI
Biblioteche accademiche e University Press verso l’editoria Open Access

Published in: Education
  • Be the first to comment

Umanisti in cerca d’editore

  1. 1. Milano, 17 marzo 2017 Umanisti in cerca d’editore Enrica Salvatori, Maria Chiara Pievatolo - UNIPI Biblioteche accademiche e University Press verso l’editoria Open Access
  2. 2. Il percorso tradizionale
  3. 3. ✤ AS 1: —> rivista fascia A, peer review, —> € MIUR —-> pubblicazione con embargo o divieto —> 12 mesi —> nessuna discussione - OK ASN - € SBA+ € MIUR + € cittadino ✤ AS2: —> rivista/miscellanea, (peer review) —> pubblicazione sine embargo —> 12 mesi —> nessuna discussione tra pari —> NO ASN - € SBA+ € MIUR + € cittadino ✤ M1: collana o extra collana —> (peer review) —> € MIUR * impaginato, traduzione, stampa, distribuzione —> (embargo) —> nessuna discussione tra pari - ?? ASN - € SBA+ € MIUR + (€ cittadino)
  4. 4. La scrittura non è più scoperta, esplorazione e comunicazione, ma accumulazione di prodotti che non si discutono più. Si contano soltanto. Reazioni: ✤ Timothy. Gowers: «abbattiamo il costo della conoscenza, emancipiamoci dagli editori» ✤ Michael Bon: «ricostruiamo una scienza aperta, trasparente e comunitaria» ✤ Kathleen Fitzpatrick: «usciamo dall’accademia dei morti viventi, riconnettiamo le scienze umane»
  5. 5. Ruolo (errato) delle UP ✤ Nel quadro tradizionale UP dovrebbero, autolesionisticamente: ✤ puntare sulla valutazione per promuovere riviste molto costose ✤ gravando sui bilanci delle biblioteche sacrificando e facendo sacrificare le monografie ✤ mettendosi in grado di sfidare gli oligopolisti dell’editoria commerciale
  6. 6. Bon, 2015 Ipotizzo che la radice di tutti difetti dell’attuale sistema editoriale sia aver perso di vista l’etica scientifica e aver privatizzato la pubblicazione, vale a dire la revisione paritaria, la valutazione e la disseminazione. Un processo che si fonda sul suo essere aperto, trasparente e comunitario è stato intrappolato nelle cassette postali delle redazioni delle riviste. Sia la validità sia il valore di un’opera scientifica sono decisi una volta per tutte da due o tre persone in una procedura riservata, privata, anonima, non documentata e a breve scadenza. Uso il termine “privatizzazione” non per intendere che il processo è guidato da aziende private, ma per indicare che si è concentrato in poche mani.
  7. 7. Altre strade: 
 riviste / monografie digitali funzionamento “quasi” tradizionale, pubblicazione in rete
  8. 8. Altre strade: blog accademici comunicazione liquida, ma gestibile
  9. 9. Altre strade: blog accademici
  10. 10. Altre strade: open format testi con revisione paritaria aperta, monografie o riviste
  11. 11. Altre strade: open format testi con revisione paritaria aperta, monografie o riviste
  12. 12. Codice Pelavicino. Edizione digitale, a cura di E. Salvatori, E. Riccardini, L. Balletto, R. Rosselli del Turco, C. Alzetta, C. Di Pietro, C. Mannari, R. Masotti, A. Miaschi, 2014 <http://pelavicino.labcd.unipi.it> ISBN 978-88-902289-0-2; DOI 10.13131/978-88-902289-0-2 Altre strade: digital projects
  13. 13. Soluzioni (eccezionali?) ✤ Blog accademico: certificazione tramite la BNF grazie alla pubblicazione in hypothèses.org - valutazione ASN da verificare ✤ Codice Pelavicino: ISBN ottenuto tramite SBA (Pisa), sistema ANVUR OK per un indicatore ma IMPOSSIBILE il caricamento per visione e valutazione ✤ Rivista UD: servizio reso possibile tramite SBA (Alma Mater - Bologna), formula tradizionale ma modificabile ✤ Rivista a commento aperto: possibile tramite settore ICT di ateneo e collaborazione di SBA o UP
  14. 14. Ruolo di UP e SBA ✤ concordare con la comunità scientifica una corretta strategia comunicativa che ✤ non escluda l’investimento nel mercato ma ✤ consenta la condivisione della conoscenza ✤ mantenendo, regolando, consigliando su piattaforme di condivisione, formazione di comitati editoriali, assegnazione di ISSN e ISBN ✤ favorendo la sperimentazione (grazie al settore ICT e a nuove Informatico Umanista - Umanista Digitale)
  15. 15. • Michael Bon (2015) Principles of the Self Journal of Science: bringing ethics and freedom to scientic publishing • Kathleen Fitzpatrick, Planned Obsolescence: Publishing, Technology, and the Future of the Academy, NYU Press, November 2011 • Maria Chiara Pievatolo (2016) Molto, in fretta, male: una carta per l’ineccellenza http://btfp.sp.unipi.it/it/2016/05/ineccellenza/ • Maria Chiara Pievatolo (2012) L'accademia dei morti viventi http:// btfp.sp.unipi.it/it/2012/01/accademia-dei-morti-viventi-parte- prima-la-revisione-paritaria/ • Enrica Salvatori, Roberto Rosselli Del Turco, Chiara Di Pietro, Alessio Miaschi, Il Codice Pelavicino tra edizione digitale e Public History, in «Umanistica Digitale», 1 (2017) Bibliografia

×