Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Storici e pseudostorici

717 views

Published on

Lezione tenuta al 5° corso CICAP - Torino maggio 2015

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Storici e pseudostorici

  1. 1. Come operano gli storici e come distinguerli dagli "pseudostorici" Enrica Salvatori Università di Pisa Torino - Corso CICAP - maggio 2015
 Indagare il passato: dalla fantarcheologia alla storia

  2. 2. Cosa è la storia?
  3. 3. Chi / cosa fa la storia?
  4. 4. Romanzo / Racconto storico Note editoriali Racconto eventi passati Cronologia Personaggi reali e inventati
 Contesto verosimile Assenza di marchi di storicità Presuppone la conoscenza storica Autosufficienza Note editoriali Racconto eventi passati Cronologia Personaggi - eventi reali ma ricostruiti Contesto plausibile Marchi di storicità necessari Capacità di analisi e ipotesi (fantasia?) NON autosufficienza
  5. 5. Fonti primarie
  6. 6. testimone diretto Punto di vista Organi di senso / cervello Emozioni Idee politiche / ambizioni / desideri Storia personale Capacità espositiva Storia del presente?
  7. 7. Primarie / Secondarie
  8. 8. Vero / Falso Filologia Congruenza del contenuto Chimica Diplomatica Paleografia / Carattere Tipografico Codicologia / Filigrana
  9. 9. Falsi famosi Donazione di Costantino Sacra Sindone Protocolli dei Savi di Sion Dossier sulle armi di distruzione di Massa di Sadam Hussein Mappa di Vinland Carte di Arborea Lettera di Publio Lentulo Diari di Mussolini Diari di Hitler Attenzione! Apocrifo 
 non significa Falso
  10. 10. Scienze “ausiliarie” Paleografia (greca, etrusca, romana, medievale) Epigrafia (idem) Diplomatica Cronologia / Cronografia Etimologia Archivistica Dendrocronologia Pedologia Cartografia/ Georeferenziazione Iconologia / Iconografia Paleopatologia Glaciolologia Malacologia Archeologia
  11. 11. Vero / Falso / Vero ma Falso Le fonti scritte hanno all'origine sempre un'intenzione. Riflettono un punto di vista e hanno uno scopo: questo può significare che pur essendo autentiche non dicono la verità o tutta la verità. Al fine di comprendere l’intenzionalità e quindi il significato e la capacità informativa della fonte ci si deve chiedere: chi era l’autore a chi era diretta cosa si proponeva con quali fonti simili o diverse la posso confrontare / verificare
  12. 12. Giudizio
 Revisionismo Negazionismo
  13. 13. Giudizio penale / storico responsabilità personale
 ricostruzione puntuale del fatto in sé risarcimento alla società e alle vittime pena ai colpevoli corte giudicante eletta/ nominata responsabilità personale e collettiva ricostruzione puntuale del fatto e del contesto (fenomeno) nessun risarcimento e nessuna pena se non tramite la “conoscenza” e il “riconoscimento” comunità scientifica
  14. 14. Revisionismo Significato negativo in Italia: spinta ideologica a RIVEDERE la lettura di alcuni fatti storici considerati acclarato e condivisi sospetto uso strumentale / abuso della storia per fini politici immediati in realtà la storia è di per sé revisione, non vi è incremento nella conoscenza se non vi è riscrittura di quello che è stato detto e scritto. a patto di agire con ONESTA’ INTELLETTUALE e RIGORE METODOLOGICO
  15. 15. Negazionismo Revisionismo portato all’estremo in quanto NEGA un fatto normalmente di ampia portata per la collettività e lo fa a dispetti di ogni evidenza di norma si negano gli episodi di genocidio e pulizia etnica (crimini contro l’umanità) tecniche: utilizzo di fonti false come autentiche; fonti false a dimostrazione della falsità di tutte le fonti; errori puntuali dei testimoni a dimostrazione della nullità dell’intera testimonianza; metodo non scientifico uso di termini volutamente edulcorati: omicidio / massacro / strage / pulizia etnica
  16. 16. Il metodo storico - inseguire costantemente la "verità" - essere consapevole dei limiti della “domanda” - raccogliere le fonti senza alcuna esclusione a priori, senza avere alcuna "teoria predeterminata" - verificare le fonti raccolte - selezionarle e farne una gerarchia - interpretarle - stabilire i fatti/fenomeni e renderli intelligibili procedendo a una loro PERIODIZZAZIONE e quindi a un nuovo RACCONTO

×