Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
L'EDIZIONE DIGITALE
DELLE FONTI STORICHE
nuove opportunità, nuovi problemi, nuove figure
Enrica Salvatori - Università di ...
OPPORTUNITÀ (SCIENZA)
Vantaggi "materiali":
Riproduzione a costo basso (da
discutere)
Massima diffusione e facilità di
acc...
OPPORTUNITÀ (ACCESSO)
Vantaggi sociali:
Rendere accessibili e comprensibili
testi letterari in edizione critica al
largo p...
I primi pionieristici esempi di
edizioni digitali non critiche:
Internet Medieval Sourcebook -
Eurodocs
MA CI SI PUÒ SPINGERE
OLTRE
Annotazione collaborativa (entro una équipe)
Annotazione collaborativa o trascrizione distribu...
QUANTI DANTE
NAVIGANO NEL WEB?
Princeton Dante
Project
The World of
Dante
Dartmouth
Dante Project
Dante on line
Dante Sear...
DANTE ON LINE
CONTINUA LA SUA "VIA"
Dartmouth Dante Project:
comparazione dei commentari
DANTE SEARCH
Consente l'interrogazione
del corpus delle opere
volgari e latine lemmatizzate
e annotate
grammaticalmente
DANTE SEARCH
Consente l'interrogazione
del corpus delle opere
volgari e latine lemmatizzate
e annotate
grammaticalmente
DANTE SOURCES
Consente di visualizzare
come, quando, quanto
Dante abbia citato altri
autori/opere
FACSIMILE / TESTO /
CODIFICA
Codice Pelavicino
Edizione Digitale
TEI - EVT
LINKED DATA / INDICI
PROBLEMI (?)
Interdisciplinarità come strada obbligata
Competenze multiple (onniscienza?)
Sostenibilità nel tempo (costo -...
INTERDISCIPLINARITÀ
L'edizione digitale
è un progetto di
informatica
umanistica.
Come tale nasce e
si sviluppa
obbligatori...
INTERDISCIPLINARITÀ
Modifica determinante del metodo di lavoro: l'umanista
solitario scompare. Ci può essere:
Filologo/lin...
MODELLO DIGICRAFT
Edizione digitale come opera di bottega rinascimentale
Una direzione, tante competenze, circolazione di ...
SOSTENIBILITÀ
Server stabile, ben gestito, ente di ricerca - università
Disponibilità di tempo e di forza lavoro
Pensare a...
OBIETTIVI CHIARI E
APERTI
Memorata poetis
Ricorrenze
lessicali e
tematiche
OBIETTIVI CHIARI
(E APERTI)
Memorata poetis
Strumento potente
Pubblico limitato,
consultazione non facile
STABILITÀ -
VALUTAZIONE
La variabilità può diventare un pregio se gestita con
attenzione e metodo
Il problema dell'ISBN e ...
APERTURA = CONFRONTO
NUOVE FIGURE
NUOVO SENSO?
Accanto al filologo / storico / letterato troviamo innanzitutto
l'informatico umanista declinato...
enrica.salvatori@unipi.it
L'edizione digitale delle fonti storiche (Falun  2016)
L'edizione digitale delle fonti storiche (Falun  2016)
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

L'edizione digitale delle fonti storiche (Falun 2016)

263 views

Published on

XI Congresso degli Italianisti Scandinavi

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

L'edizione digitale delle fonti storiche (Falun 2016)

  1. 1. L'EDIZIONE DIGITALE DELLE FONTI STORICHE nuove opportunità, nuovi problemi, nuove figure Enrica Salvatori - Università di Pisa Falun - 10 giugno 2016
  2. 2. OPPORTUNITÀ (SCIENZA) Vantaggi "materiali": Riproduzione a costo basso (da discutere) Massima diffusione e facilità di accesso (altre opportunità e problemi) Multimedialità Navigazione ipertestuale Strumenti di ricerca Facilità di correzione In che cosa, a livello scientifico, un'edizione critica digitale è superiore rispetto a una tradizionale? Perché dovremmo produrre edizioni digitali?
  3. 3. OPPORTUNITÀ (ACCESSO) Vantaggi sociali: Rendere accessibili e comprensibili testi letterari in edizione critica al largo pubblico Condividere il processo di edizione Rendere la fonte letteraria fruibile in modi diversi pur mantenendola legata al suo contesto di produzione e diffusione Offrire strumenti più funzionali e validi alla didattica "To encourage the creation and distribution of ebooks'". "To provider as many e- books in as many formats as possible for the entire world to read in as many languages as possible". " To break down the bars of ignorance and illiteracy". Michael Hart - Project Gutemberg (50.000 free ebooks)
  4. 4. I primi pionieristici esempi di edizioni digitali non critiche: Internet Medieval Sourcebook - Eurodocs
  5. 5. MA CI SI PUÒ SPINGERE OLTRE Annotazione collaborativa (entro una équipe) Annotazione collaborativa o trascrizione distribuita (crowdsourcing) Raccolta fonti (social network)
  6. 6. QUANTI DANTE NAVIGANO NEL WEB? Princeton Dante Project The World of Dante Dartmouth Dante Project Dante on line Dante Search Dante Sources
  7. 7. DANTE ON LINE CONTINUA LA SUA "VIA" Dartmouth Dante Project: comparazione dei commentari
  8. 8. DANTE SEARCH Consente l'interrogazione del corpus delle opere volgari e latine lemmatizzate e annotate grammaticalmente
  9. 9. DANTE SEARCH Consente l'interrogazione del corpus delle opere volgari e latine lemmatizzate e annotate grammaticalmente
  10. 10. DANTE SOURCES Consente di visualizzare come, quando, quanto Dante abbia citato altri autori/opere
  11. 11. FACSIMILE / TESTO / CODIFICA Codice Pelavicino Edizione Digitale TEI - EVT
  12. 12. LINKED DATA / INDICI
  13. 13. PROBLEMI (?) Interdisciplinarità come strada obbligata Competenze multiple (onniscienza?) Sostenibilità nel tempo (costo -management) Chiarezza di obiettivi plurimi Variabilità, riconoscimento, valutazione
  14. 14. INTERDISCIPLINARITÀ L'edizione digitale è un progetto di informatica umanistica. Come tale nasce e si sviluppa obbligatoriamente come interdisciplinare
  15. 15. INTERDISCIPLINARITÀ Modifica determinante del metodo di lavoro: l'umanista solitario scompare. Ci può essere: Filologo/linguista/storico/etc. + informatico umanista (non l'informatico) Filologo/linguista/storico/etc + gruppo di ricerca (inevitabile per progetti complessi) Competenze: web design, audio/video, grafica, GIS, codifica dei testi, visualizzazione dati, social network, biblioteche digitali, linked data, etc.
  16. 16. MODELLO DIGICRAFT Edizione digitale come opera di bottega rinascimentale Una direzione, tante competenze, circolazione di saperi e capacità Obiettivi chiari, porte aperte, buoni strumenti di condivisione
  17. 17. SOSTENIBILITÀ Server stabile, ben gestito, ente di ricerca - università Disponibilità di tempo e di forza lavoro Pensare al futuro come continuità, sviluppo, conservazione
  18. 18. OBIETTIVI CHIARI E APERTI Memorata poetis Ricorrenze lessicali e tematiche
  19. 19. OBIETTIVI CHIARI (E APERTI) Memorata poetis Strumento potente Pubblico limitato, consultazione non facile
  20. 20. STABILITÀ - VALUTAZIONE La variabilità può diventare un pregio se gestita con attenzione e metodo Il problema dell'ISBN e dell'autorevolezza della pubblicazione è risolvibile Più difficile l'accettazione del metodo di lavoro da parte della comunità scientifica di riferimento
  21. 21. APERTURA = CONFRONTO
  22. 22. NUOVE FIGURE NUOVO SENSO? Accanto al filologo / storico / letterato troviamo innanzitutto l'informatico umanista declinato nelle diverse competenze Le diverse figure più o meno specializzate devono poter dialogare tra loro, comprendere gli scopi complessivi del progetto e farlo funzionare anche e soprattutto nei rapporti con l'esterno Le fonti letterarie e storiche possono e devono uscire dal recinto della specializzazione estrema senza che l'edizione perda di rigore
  23. 23. enrica.salvatori@unipi.it

×