Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Il castello di Godano e il suo territorio,
dal medioevo all’età moderna
Enrica Salvatori
Godano, 29 luglio 2015
Etimologia e contesto
•  Ipotesi toponimo etnico (Goti) non congruente col contesto
•  Per Gòttero (Gotra, Gordana, Gotter...
Linea del tempo delle origini
1099
Prima Crociata
1150
Teviggio a Genova
1174
Distruzione Groppo
1192
Godano loc.
1222
God...
Quadro geopolitico
•  XII secolo: frizione tra Genova e le famiglie signorili locali (Teviggio,
Groppo, Malaspina)
•  1174...
Quadro geopolitico
•  1229 guerra di Piacenza + Malaspina ai danni di Pontremoli, assedio di
Zeri, Corrado Malaspina entra...
I boschi e le navi
•  1222 i domini di Godano concedono a privati la silva de Godano
•  1248 Goppo si affida a Genova e tra...
Federico II e Pontremoli
•  1226 Diploma di Federico II a Pontremoli. Discussioni sul confine che non
dovrebbe comprendere ...
Linea del tempo del pieno medioevo
1229
(Malaspina)
1272
Fieschi
1273
Tutela Genova
1285
Pontremoli
1301
Malaspina
di
Vill...
Pontremoli acquista Godano e Chiusola
•  1285 più capitoli degli statuti di Pontremoli (probabilmente
una sola rubrica) at...
Linea del tempo tardo medioevo -
rinascimento
1456
Antonio II
1485
Manfredo Pelavicino?
1524
Distruzione
1526
statuti
Geno...
La distruzione del castello
Nel 1524, gli uomini di Godano conclusero con Sforzino Sforza,
governatore ducale di Pontremol...
Autonomia e rete
La vicenda evidenzia l’autonomia e la consapevolezza raggiunta dalla
comunità di Godano, che nel 1525 è g...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Il castello di Godano (SP)

1,133 views

Published on

Slides della conferenza tenuta al castello di Godano (Sesta Godano - SP) il 29 luglio 2015

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Il castello di Godano (SP)

  1. 1. Il castello di Godano e il suo territorio, dal medioevo all’età moderna Enrica Salvatori Godano, 29 luglio 2015
  2. 2. Etimologia e contesto •  Ipotesi toponimo etnico (Goti) non congruente col contesto •  Per Gòttero (Gotra, Gordana, Gotterina) forse da “gutta”, goccia, idronimo •  Per Godano desinenza in –ano non sufficiente ad attestarne l’origine romana da un presunto prediale (Gaudius?) anche in questo caso non congruente col contesto; oppure dal preromano *gauta / lato •  Indagini ancora in corso •  Netta prevalenza nell’area di toponimi di origine medievale e moderna.
  3. 3. Linea del tempo delle origini 1099 Prima Crociata 1150 Teviggio a Genova 1174 Distruzione Groppo 1192 Godano loc. 1222 Godano cast. 1229 Corrado Malaspina 1250 + Federico II
  4. 4. Quadro geopolitico •  XII secolo: frizione tra Genova e le famiglie signorili locali (Teviggio, Groppo, Malaspina) •  1174: distruzione contemporanea di Groppo e di Nascio •  1192 prima attestazione di Godano; •  1222 prima attestazione dei domini e quindi anche del castello
  5. 5. Quadro geopolitico •  1229 guerra di Piacenza + Malaspina ai danni di Pontremoli, assedio di Zeri, Corrado Malaspina entra a Godano Muovono gli accampamenti verso Zeri la domenica 22 agosto (moventes castra) e cominciano l’assedio (obsidere ceperunt); il giorno dopo arriva una terribile inondazione che non consente l’espugnazione ma solo di fare guasto (guastum magnum et inmensum factum fuit). A causa del tempo si interrompe l’assedio e il mercoledì si decide di levare le tende e andare a Godano (iverunt Godanum). Facendo base qui (moram apud Godanum facientes) Corrado Malaspina con cavalieri e arcieri entra (cum decenti cohorte militum et sagittariorum intravit) e si incontra con Obizo Malaspina e il suo esercito.
  6. 6. I boschi e le navi •  1222 i domini di Godano concedono a privati la silva de Godano •  1248 Goppo si affida a Genova e tratta e condizioni per lo sfruttamento del bosco del Gòttero
  7. 7. Federico II e Pontremoli •  1226 Diploma di Federico II a Pontremoli. Discussioni sul confine che non dovrebbe comprendere Godano né Chiusola
  8. 8. Linea del tempo del pieno medioevo 1229 (Malaspina) 1272 Fieschi 1273 Tutela Genova 1285 Pontremoli 1301 Malaspina di Villafranca 1396 Malaspina di Mulazzo 1293 Lucca
  9. 9. Pontremoli acquista Godano e Chiusola •  1285 più capitoli degli statuti di Pontremoli (probabilmente una sola rubrica) attestano il passaggio di Godano e Chiusola a Pontremoli probabilmente per concessione dei domini •  Norme molto stringenti per la nomina dei capitanei: due nel castrum di Godano, uno nel castrum di Chiusola che però aveva anche una torre (turrisani prigionieri per un mese). •  Divieto di esportare legname e cereali. •  Importanza evidente della tutela del confine
  10. 10. Linea del tempo tardo medioevo - rinascimento 1456 Antonio II 1485 Manfredo Pelavicino? 1524 Distruzione 1526 statuti Genova 1493 Antonio III 1396 Malaspina di Mulazzo
  11. 11. La distruzione del castello Nel 1524, gli uomini di Godano conclusero con Sforzino Sforza, governatore ducale di Pontremoli, un patto per riscattare sé stessi e le loro cose (con altri comuni come Chiusola, Pignona, Sesta) dal dominio del marchese Alessandro Malaspina (500 scudi). Il governatore di Pontremoli fece demolire sino ai fondamenti la rocca di Godano propter multa nefanda crimina in dicto castro et arce Godani perpetrata per D. Antonium III et Alexandrum ejus filium ex marchionibus Malaspinis de Mulatio. Concede alla comunità di sottoporsi in perpetuo alla camera di San Giorgio di Genova, atto pubblico rogato in Godano li 28 ottobre 1525 del notaio Battista Pignono di Zignago; atto di sottomissione formale 3 settembre 1526.
  12. 12. Autonomia e rete La vicenda evidenzia l’autonomia e la consapevolezza raggiunta dalla comunità di Godano, che nel 1525 è già comunque amministrata da un consiglio che è espressione di tutte le maggiori località del distretto 1526 atto pubblico fatto extra muro burgi dicti locis [di Godano] in loco qui dicitur a la Chiesola Bergasana, Chiusola, Santa Maria (presso Zignago), Scogna, Sesta e Pignona danno nel 1574 14 consiglieri ciascuna Giustiniani (metà XVI): Godano 30 fuochi; Scogna 30, Calabria 10, Santa Maria 15, Oro 15, Merizo 15, Pignona 20, Antesso 20, Bergagnana 25, Chiusola 30, Codarino 10, Sesta 12

×