rivista giovani medici n.4 anno 2011

2,147 views

Published on

rivista giovani medici n.4 anno 2011

Published in: Health & Medicine
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,147
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

rivista giovani medici n.4 anno 2011

  1. 1. anno 1 n° 4 Set – O 2011 tt Riorganizzazione del percorsoformativouniversitariodi medicina LUCI E OMBRE DELLA PROPOSTA DI RIFORMA FAZIO – GELMINIdi W M alter azzucco, Andrea Silenzi e Carlo ManziS offiano venti di Riforma che sta maggiormente stimolando nel panorama della forma- la discussione nella categoria si ri- zione pre e post lauream ferisce alla proposta di impegnare di medicina. Dopo anni i medici in formazione specialisticadi iniziative e di proposte messe in degli ultimi 2 anni di corso, ribat-campo al fine di sensibilizzare le tezzati “strutturandi”, all’internoIstituzioni competenti nel senso di delle ASL e delle Aziende Ospeda-garantire alle future professionalità liere. Quello che desta le maggiorimediche un percorso formativo in perplessità, infatti, è il pericolo chelinea con gli standard e coi modelli le Regioni decidano di avvalersi didegli altri Paesi dell’Unione Euro- professionalità in formazione, epea (UE), le richieste avanzate dal quindi a basso costo e ad alto tassonostro Segretariato sembrano tro- di ricambio, evitando di mettere avare riscontro. concorso i posti di dirigente medi-Ma è tutto oro quel che luccica? co che andranno progressivamenteLaurea abilitante in medicina e liberandosi. Per di più, è noto chechirurgia, con anticipazione del ti- il turnover della dirigenza medicarocinio professionalizzante dell’at- ospedaliera prevede di per sé unatuale esame di abilitazione al corso Ferruccio Fazio Ministro della Salute e Mariastella Gelmini Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. contrazione: ogni 5 pensionamenti Presentazione della proposta di riforma, Palazzo Chigi 28 luglio 2011di laurea ed eliminazione dei tempi saranno soltanto due i posti libera-morti e dei disservizi registratisi, ne- tesi le innovazioni che si propone pensionamento di circa un terzo dei setto delle scuole di specializzazione tisi messi a concorso. D’altra parte,gli ultimi nove anni, tra il consegui- di introdurre l’organico Progetto medici in attività nel giro di un de- di area sanitaria, che ha elevato la però, è in previsione il potenziamen-mento della laurea e l’accesso alle di Riforma presentato dai titola- cennio. Inoltre, già dall’anno acca- durata dei corsi a 5 anni (ed a 6 anni to delle varie articolazioni assisten-scuole di specializzazione. Ipotesi di ri del Ministero della Salute e del demico 2012-2013 il capitolo di spe- per alcune branche chirurgiche), ziali del territorio. Per scongiurareriequilibrio dei posti di specializza- MIUR, in occasione di una con- sa dedicato non sarebbe sufficiente con attivazione degli anni aggiun- il profilarsi di qualunque scenariozione in relazione ai reali fabbisogni ferenza stampa tenutasi a Palazzo a coprire gli oneri dei contratti di tivi. Primum movens ed obiettivi, potenzialmente svantaggioso perdelle Regioni, che sono funzione Chigi il 28 luglio u.s., e finalizzato formazione: a «invarianza dei fon- dunque, appaiono prevalentemen- le giovani generazioni di medici ildel mutato bisogno di salute in a contrarre il corposo iter forma- di», infatti, dal 2013-2014, avrà te, se non esclusivamente, di caratte- S.I.G.M. propone un antidoto: ren-continuo divenire, e non più in base tivo dei giovani medici Italiani piena realizzazione il DM sul Rias- re economico. Non a caso l’aspetto continua a pag. 2alla capacità formativa delle singole che si attesta, nella più rosea delleUniversità. Riduzione della durata previsioni, intorno ai 12-13 anni,delle scuole di specializzazione (*) anticipando quindi l’ingresso nele conseguente accantonamento di mondo del lavoro e favorendo larisorse da utilizzare per finanziare costruzione di un più solido pac-contratti aggiuntivi. Specializzandi chetto previdenziale.degli ultimi 2 anni di corso titolari Se, da un lato, l’impianto della Ri-di contratto di formazione-lavoro forma appare condivisibile per glicon crescente autonomia di ese- effetti connessi alla contrazione deicuzione dei compiti assistenziali tempi, dall’altro, lo spirito sottinte- L’ISCRIZIONE AL(e migliori tutele previdenziali e dei so alla stessa, primariamente orien- CLUB MEDICI E’ GRATUITAdiritti fondamentali quali ferie, ma- tato a logiche di bilancio, desta non con la carta di credito dedicata ai socilattia, gravidanza, riposo compensa- poche perplessità. La ratio sarebbetivo e radiologico, ecc.) e maggiore quella di utilizzare i fondi rispar- prendinduecompartecipazione delle Regioni miati centralmente per stanziare a ca onial finanziamento dei contratti. In- ulteriori 2.000 – 2.500 contratti zerocentivazione all’accesso dei gio- ministeriali l’anno, ad integrazionevani medici alla ricerca attraverso degli attuali 5000 messi a concorso SEDE NAZIONALE E INTERREGIONALEla riduzione di un anno del corso a fronte di un fabbisogno di circa Via G. Marchi,10 Roma – 06 8607891di dottorato, per chi possa docu- 8.850 unità indicato dalle Regioni; SEDE INTERREGIONALE AREA SUDmentare di aver eseguito attività di in tal modo si farebbe fronte alla Centro Direzionale: Isola E3, Palazzo Avalon Napoli – 081 7879520ricerca durante la specializzazione previsione della carenza di profes-(Legge n. 240/2010). Queste in sin- sionalità mediche conseguente al
  2. 2. 02 www.giovanemedico.it ...segue dalla prima *Tabella comparativa durata corsi di specializzazione per area e singole tipologie. dere l’attività degli strutturandi in- esperienze degli altri Paesi EU, ed tegrativa e non sostitutiva a quella a maggior ragione se si tiene conto Durata stabilita Durata Titolo di diploma Durata minima stabilita dal DM 1° post degli strutturati, non inserendoli del processo di riorganizzazione e da Direttiva 2005/36/CE agosto 2005 riduzione nella dotazione delle piante orga- rifunzionalizzazione che sta inte- niche e vincolando il numero di ressando il SSN in risposta all’au- AREA MEDICA strutturandi a quello di strutturati mento dell’aspettativa di vita alla MEDICINA INTERNA 5 5 5 in carico presso le Unità Opera- nascita e delle patologie croniche, GERIATRIA 4 5 4 tive sede di formazione, secondo cronico-degenative ed invalidanti, MEDICINA DELLO SPORT - 5 3 un rapporto non superiore ad 1 alla sempre più spinta innovazione MEDICINA TERMALE - 5 3 ONCOLOGIA MEDICA 5 5 5 a 5. Inoltre, in risposta a quanti tecnologia, a fronte della sempre MEDICINA DI COMUNITÀ - 5 3 associano ad una riduzione della più esigua disponibilità di risorse ALLERGOLOGIA ED IMMUNOLOGIA CLINICA 3 5 4 durata dei corsi di specializzazio- da destinare alla Sanità. DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA 3 5 4 ne un peggioramento della già, Il S.I.G.M. si è dichiarato aperto EMATOLOGIA - - 4 per molti versi discutibile, perfor- al confronto, purché finalizzato al ENDOCRINOLOGIA E MALATTIE DEL RICAMBIO 3 5 4 mance della formazione destinata miglioramento della condizione GASTROENTEROLOGIA 4 5 4 MALATTIE DELL’APPARATO CARDIOVASCOLARE - 5 4 ai futuri specialisti, è possibile dei giovani medici, che non può MALATTIE DELL’APPARATO RESPIRATORIO 4 5 4 ribattere che il punto discrimi- prescindere dall’implementazione MALATTIE INFETTIVE 4 5 4 nante non è la durata temporale, degli standard formativo-profes- MEDICINA TROPICALE 4 5 4 bensì la qualità della formazione, sionalizzanti pre e post lauream, e NEFROLOGIA - 5 4 sulla quale si dovrebbe investire a per questo ha chiesto ed ottenuto la REUMATOLOGIA 4 5 4 cominciare dal corso di laurea in promessa della costituzione di un NEURO FISIOPATOLOGIA - 5 4 medicina, scarsamente professio- NEUROLOGIA 4 5 4 tavolo tecnico al quale siedano tutti NEUROPSICHIATRIA INFANTILE - 5 4 nalizzante se comparato alle altre i portatori di interesse, a comincia- PSICHIATRIA 4 5 4 esperienze EU. re dai delegati delle associazioni di PEDIATRIA 4 5 4 In tal senso, l’anticipo all’interno categoria, con l’intento di coniuga- di un corso di laurea abilitante dei re l’esigenza di cambiamento con AREA CHIRURGICA tirocini professionalizzanti post- le aspettative dei giovani medici. CHIRURGIA GENERALE 5 6 5 lauream, attualmente concentra- Sebbene la complessità della Ri- CHIRURGIA DELL’APPARATO DIGERENTE 5 5 5 ti nei tre mesi parte integrante forma, che dovrebbe intervenire su CHIRURGIA PEDIATRICA 5 5 5 dell’esame di abilitazione, sorti- CHIRURGIA PLASTICA, RICOSTRUTTIVA E ESTETICA 5 5 5 più livelli normativi, preluderebbe GINECOLOGIA ED OSTETRICIA 4 5 5 rebbero l’effetto positivo di arric- a tempi non brevi per la traduzione NEUROCHIRURGIA 5 6 5 chire la formazione dello studente pratica del progetto – in ogni caso i ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA 5 5 5 in medicina attraverso l’incremen- Ministeri avrebbero previsto che gli UROLOGIA 5 5 5 to del tempo da destinare alla fre- specializzandi in corso potrebbero CHIRURGIA MAXILLO-FACCIALE 5 5 5 quenza della Medicina Generale optare per portare a termine i loro OFTALMOLOGIA 3 5 4 e del Territorio, oltre che della OTORINOLARINGOIATRA 3 5 4 studi con le vecchie regole, oppure CARDIOCHIRURGIA - 5 5 rete dell’Emergenza-Urgenza e afferire al percorso abbreviato – di CHIRURGIA TORACICA 5 5 5 dei DEA. Ma ciò richiederebbe al contro appare opportuno investire CHIRURGIA VASCOLARE 5 5 5 contempo una contrazione degli da subito coloro i quali subirebbero spazi dedicati alla talora ecces- in pieno gli effetti della riforma, ov- AREA SERVIZI CLINICI siva formazione contenutistica, vero gli attuali studenti in medicina, ANATOMIA PATOLOGICA 4 5 4 che caratterizza la formazione delle determinazioni conseguenti BIOCHIMICA CLINICA 4 5 4 pre lauream in Italia a discapito all’introduzione delle innovazio- MICROBIOLOGIA E BATTERIOLOGIA/VIROLOGIA 4 5 4 PATOLOGIA CLINICA - 5 4 del “saper fare”. Inoltre, in sinto- ni annunciate, a cominciare dalla RADIOTERAPIA 4 5 4 nia con l’implementazione di un proposta di adozione di un concorso MEDICINA NUCLEARE 4 5 4 Sistema Salute integrato Ospe- di accesso alla specializzazione a ANESTESIA, RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA 3 5 4 dale-Territorio, tale da garantire graduatoria unica nazionale, della AUDIOLOGIA E FONIATRIA - 5 3 la continuità delle cure, anche quale non si ritrova traccia alcuna MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA (FISIATRIA) 3 5 3 la formazione post lauream del nella bozza di proposta dei Ministri. TOSSICOLOGIA MEDICA - 5 4 GENETICA MEDICA 4 5 4 medico dovrebbe trovare una cor- Soltanto attraverso un modello SCIENZA DELL’ALIMENTAZIONE - 5 3 rispondenza a tale modello, am- partecipativo sarà possibile ottene- FARMACOLOGIA 4 5 4 pliandosi significativamente sia la re una condivisione consapevole ed CHIRURGIA ORALE - 4 3 casistica clinica che le prestazioni orientata di un processo riformista ORTOGNATODONZIA - 4 3 accessibili agli specializzandi, che, per definizione, ingenera fisio- IGIENE E MEDICINA PREVENTIVA 4 5 4 fermo restando il primato della logicamente ansia e diffidenza. Ma MEDICINA AERONAUTICA (E SPAZIALE) - 5 3 MEDICINA DEL LAVORO 4 5 4 metodologia dell’insegnamento occorre un’assunzione di responsa- MEDICINA LEGALE - 5 4 e della ricerca appannaggio delle bilità da parte delle giovani e delle STATISTICA SANITARIA - 5 3 Università. future generazioni di medici, non FARMACIA OSPEDALIERA - 4 3 È lecito ipotizzare, infine, che una più delegando le decisioni a terzi FISICA MEDICA - 4 3 riduzione del percorso formativo, ancorati a logiche gerontocratiche ancorchè minima, potrebbe inne- e sindacaliste, bensì facendo ricorso “Giovani Medici” sta cercando te! scare a ritroso un processo vir- alle capacità adattative richieste per tuoso di responsabilizzazione dei affrontare le criticità della Sanità formatori, i quali dovrebbero ren- del XXI secolo, al pari di quanto dere conto e ragione, in controten- già in corso d’opera nelle Nazioni di Giovanni Galati denza rispetto al vigente sistema a “concorrenti”. Cari lettori, Presentata nel dicembre 2010 a Napoli, in occasione del II finalità anche di ammortizzazione Giunge al caso nostro, a tal pro- Congresso Nazionale SIGM, la Rivista “Giovani Medici” sociale, di licenziare un “prodotto posito, una dotta citazione di un la nostra iniziativa editoriale sta riscuotendo un crescente rappresenta un progetto unico nel suo genere, raccontando finito” pronto ad esercitare con celebre postulato della teoria evo- riscontro di consensi. Trattasi della prima rivista a diffu- la vita associativa del SIGM, ma anche la sfaccettata real- autonomia e competenza la pro- luzionistica di Charles Darwin: sione gratuita, a carattere nazionale, ideata e curata dal tà quotidiana in cui vivono i giovani operatori del SSN, fra fessione medica. “Non sono le specie più forti a comitato redazionale nato in seno al Segretariato Italiano successi e sconfitte, aspirazioni e difficoltà. In ultima analisi, una riforma sopravvivere, né le più intelligenti, Giovani Medici (SIGM), col proposito di dare voce della formazione medica appare ma sono quelle che riescono a ri- ai giovani e futuri professionisti della salute in tema di Il comitato di redazione è aperto a proposte di collabora- quanto mai necessaria, se si vuo- spondere con maggior prontezza ai formazione, inserimento professionale, futuro previden- zione ed invio di contributi all’indirizzo E-mail redazione. le allineare il nostro Paese alle cambiamenti”. ziale, ricerca scientifica e politica sanitaria. rivista@giovanemedico.it.
  3. 3. anno 1 n° 4 Set – O 2011 tt 03 Salute Globale: Il medico e le cause sociali delle malattie a cura della Rete Italiana per l’Insegnamento della Salute Globale (RIISG)n. 4 Editoriale Luci e ombre della pro- posta Fazio - Gelmini Per un giovane medico di W. Mazzucco, A. Silenzi e C. Manzi – p.01 aprirsi alle tematiche della Sa- Salute Globale Il medico e le cause lute Globale diventa prioritario sociali delle malattie a cura della RIISG – p.03 Formazione all’estero “I have a... French dream” di lavoro e attitudini. Essi dovreb- universitario, dal privato sociale, di Vito Bongiorno – p.04 bero, insieme alle associazioni di da realtà associative studentesche categoria, svolgere un ruolo di e non. Obiettivo primario della Lavoro e professione vigilanza sulle pratiche in atto, rete è la promozione di attività Il salto nella professione promuovendo lo sviluppo di un volte a diffondere l’insegnamen- dopo la laurea clima favorevole al contrasto at- to della SG fornendo strumenti di E. Ranieri, V de Bono e A. Raffaele – p.07 . tivo delle disuguaglianze. Il cam- sia conoscitivi che operativi per “ Dottorati di ricerca Zheng Qingming, uno quale le persone nascono, cresco- biamento auspicato, dunque, è permettere agli operatori sanita- Razionalizzare studente liceale cinese, no e muoiono. prima di tutto un cambiamento ri di adempiere al proprio ruolo e sistematizzare decise di togliersi la vita L’approccio biomedico che ap- culturale, rispetto al quale l’ambi- di responsabilità nei confronti di Andrea Ziglio – p.10 lanciandosi sotto un tre- prendiamo nelle facoltà di medi- to della formazione emerge come della società, dalle singole per- no in corsa. Quell’anno avrebbe cina non consente di compren- luogo strategico. Non a caso, da sone con le quali ogni giorno L’intervista dere fino in fondo le radici delle qualche anno le Facoltà di Medi- entrano in contatto a coloro i dovuto sostenere la prova per A confronto con il l’ammissione al college, tutta- disuguaglianze. Per riuscirci è ne- cina di molti Paesi sono state tea- quali si vedono negare l’accesso Presidente OMCeO Roma via per farlo doveva pagare una cessario abbandonare la visione tro di tentativi di trasformazione all’assistenza ed il raggiungi- di A. Correnti, V Di Donato e A. Sansone – p.14 . costosa tassa scolastica. Zheng dell’uomo basata esclusivamente dei curricula, spesso promossi da- mento di un adeguato livello di Direttore responsabile viveva in un villaggio rurale della sulla dimensione biologica ed gli studenti stessi, nel senso di una salute dai determinanti sociali. Walter Mazzucco Cina, dove il reddito medio annuo acquisire ad un approccio alla maggiore apertura alle tematiche Per un giovane medico aprire il Capo-redattore di una famiglia è inferiore al co- persona e alla malattia, che con- della SG. proprio orizzonte culturale alle Giovanni Galati sto della retta di un anno scola- sideri la salute come prodotto di In Italia la formazione scienti- tematiche della SG diventa per- Comitato di redazione stico. La sua famiglia non poteva fattori di tipo sociale, economico, fico universitaria nelle diverse ciò prioritario per poter arrivare Maria Elisa Di Cicco, Enrico Ranieri, permettersi di pagare la tassa politico e culturale, trova il suo facoltà di Medicina Italiane è a possedere gli strumenti neces- Andrea Silenzi, Andrea Ziglio scolastica poiché aveva speso tut- sviluppo nel nuovo paradigma ancora carente su queste temati- sari ad incidere sulle distorsioni Progetto, Marketing e relazioni esterne ti i propri risparmi per curare il della Salute Globale (SG). che e dai contenuti non omoge- di una realtà che fa da sfondo Martino Massimiliano Trapani nonno del ragazzo”. Parlare di SG ci mette di fronte nei. Negli ultimi anni sono stati all’eterno binomio della condi- Contatti e Pubblicità La morte ingiusta di Zheng, così ad un nuovo concetto di salu- istituiti corsi opzionali legati zione umana salute/malattia. redazione.rivista@giovanemedico.it come quella di tante altre perso- te, che origina dalla definizione prevalentemente alla sensibilità Conoscere le cause alla base Progetto grafico e impaginazione ne nel mondo, è la brutale con- adottata dall’Organizzazione e all’iniziativa dei singoli do- delle diseguaglianze in salute e Club Medici Service Srl seguenza dell’attuale processo Mondiale della Sanità (OMS) centi ed all’attività delle realtà agire per contrastarle non deve Hanno collaborato a questo numero: di globalizzazione economica in nel 1948 e dalla dichiarazione di studentesche. L’Unione Euro- e non può essere solo un dove- Gianluca Albanese, Vito Bongiorno, Agostino atto. In Cina, così come in altre Alma Ata del 1978. La SG è an- pea ha finanziato un progetto re professionale, ma soprattutto Buonauro, Antonio Carnì, Agata Correnti, triennale coordinato da Medici etico; non farlo, rivendicando la nazioni le recenti riforme politi- che da intendersi come un ambi- Claudio Costantino, Virgilio de Bono, Violante Di Donato, Luigi Gianturco, Massimiliano Ian- che neo-liberiste, hanno ridotto to di formazione, ricerca e azione, con l’Africa CUAMM, che nel posizione di neutralità scienti- nuzzi Mungo, Francesco Macrì, Marco Mafrici, l’influenza dello Stato affidando che evidenzia le ineguaglianze sia periodo 2007-2009 ha persegui- fica della medicina, significa ri- Carlo Manzi, Alessandro Orsini, Livio Picchet- alle regole del cosiddetto libero all’interno di una nazione che tra to l’obiettivo della diffusione schiare di essere anche noi parte to, Alessandro Raffaele, Andrea Sansone, Giulia mercato la gestione della Sanità, nazioni diverse, promuovendo la sistematica delle tematiche ine- del problema. Silvestrini (RIISG), Paola Simonelli, Martino Massimiliano Trapani. dell’educazione e dell’assistenza diffusione di evidenze scientifiche renti la SG, catalizzando la mes- sociale mettendole in ginocchio. I ma, soprattutto, la loro consape- sa in rete delle principali realtà NdR: Il presente contributo vie- Stampa diritti universali della tutela della vole e duratura traduzione nelle attive o interessate, organizzan- ne pubblicato, condividendo la Tipografia CSR Srl salute e della dignità umana sono politiche collettive e nelle prati- do una formazione di formatori visione della Rete Italiana per Via di Pietralata 155 Roma stati trasformati in beni economi- che quotidiane dei singoli indivi- e una conferenza internazionale l’Insegnamento della Salute Glo- Tiratura ci lasciando al miglior offerente la dui. In questo senso il ruolo dei dalla quale ha preso poi origine bale. Il S.I.G.M., infatti, sostie- 10.000 copie un processo partecipativo che ne l’opportunità di promuovere possibilità di comprare il diritto professionisti sanitari dovrebbe Registrato in data 10/01/2011 al n.2 dell’ap- di possederli. Come medici dob- essere auto-riflessivo nel pensare ha portato, nel Marzo 2010, l’attivazione di corsi sulla Salu- posito pubblico registro della cancelleria del biamo riconoscere la patogenicità quanto, nel quotidiano, essi stessi alla nascita della Rete Italiana te Globale presso gli organismi Tribunale Ordinario di Palermo (Num. R.G. dell’ingiustizia sociale generata, sono produttori di disuguaglian- per l’Insegnamento della Salute competenti in tema di formazione 4299/2010), ai sensi delle Legge sulla stam- riconoscendo come principale ze, così da individuare le azioni Globale (RIISG). specialistica e specifica di medici- pa 8 febbraio 1948 n. 47 fattore etiologico il contesto so- concrete che possono essere in- La Rete è costituita da diversi at- na generale, tanto a livello nazio- ciale, politico ed economico, nel traprese modificando modalità tori che provengono dal mondo nale che locale.
  4. 4. 04 www.giovanemedico.it Formazione all’estero Intervista al Presidente, Prof. Andrea Stella “I have a... Osservatorio Nazionale della Formazione medico French dream” specialistica (ONFMS) di Antonio Carnì di V Bongiorno ito S P ogno che nel nostro Paese un giorno si po- liero Universitario sono necessari per lavorare in rof. Stella, in apertura mi permetta di rivolgerLe trà contare su una formazione di qualità. privato. l’apprezzamento del SIGM per il nuovo corso, dina- Sogno che un giorno le nostre Università L’Università garantisce la formazione e se ne as- mico e pragmatico, che i lavori dell’ONFMS hanno saranno piene di stranieri che verranno sume la piena responsabilità. Durante questi anni intrapreso sotto la Sua Presidenza. ad apprendere il mestiere del medico, perché noi lo l’Assistente lavora duro, con gli stessi diritti e do- sapremo insegnare come nessun altro. Purtroppo, veri di un medico strutturato e assicura, inoltre, Alla riunione di insediamento dell’ONFMS il sottoscritto ha spesso avviene esattamente il contrario. l’insegnamento universitario. presentato un documento che sintetizzava le proposte e le ri- Ho conseguito la specializzazione nel 2007, ma Finiti i due anni, con almeno un migliaio d’in- chieste del SIGM: alcune di esse hanno già trovato riscontro, avevo iniziato a “viaggiare” all’estero già dalla fine terventi sulle spalle eseguiti con il supporto dello altre rimangono ancora disattese. Tra queste, abbiamo proposto del 2005, stanco, scontento e deluso della mia espe- specializzando di turno ed eventualmente del ri- che l’ONFMS provveda, di concerto con gli Uffici del MIUR, rienza di specializzando: meta la Francia, dappri- spettivo studente, un giovane chirurgo potrà tro- ad elaborare delle linee guida uniformi in tema di applicazione ma nella “Ville Lumiére”, poi nel Sud-Est, dove ho vare lavoro in clinica privata o in ospedale e tutti del Nuovo Ordinamento Didattico e del D.Lgs 368/99 e smi, avuto modo di conoscere a fondo il sistema forma- i nuovi colleghi, così come i Medici di Medicina con l’intento di superare le difformità interpretative che si sono tivo sanitario francese ed a trarne le dovute diffe- Generale ed i vecchi colleghi Universitari, saran- ingenerate sul territorio nazionale. Per fare esempi concreti: ci renze da quello Italiano. no disponibili ad aiutarlo e sostenerlo al fine di sono scuole della stessa tipologia con tronco comune articolato Gli studenti in medicina francesi sono obbligati, un ottimale inserimento lavorativo. in modo differente; ed ancora, presso alcune scuole le assenze sin dal terzo anno di corso, a partecipare a degli Ciò che avviene oltralpe è davvero un sogno? Cre- autorizzate sono conteggiate a parte dai periodi di malattia ed “stage” clinici in tutti i reparti, ivi incluso il Pronto do che potrebbe diventare realtà anche per noi, in altre no. Potrà l’Osservatorio mettere ordine su tali aspetti? Soccorso, per ben l’80% del periodo di formazio- semplicemente prendendo coscienza di modelli ne. Nei reparti sono impegnati a fare la visita con formativi più efficaci, ovvero con un taglio mag- R. Concordo con la necessità di uniformare la formazione i medici, verificare il trattamento farmacologico, giormente professionalizzante. Non sempre imi- a livello nazionale. A tal proposito, per quanto di propria eseguire gli ECG ed i prelievi arteriosi, richiedere tare è un limite, ma può essere utile, se fatto con competenza, l’Osservatorio Nazionale promuoverà l’interes- le consulenze esterne e tenere il diario clinico ben intelligenza. E il risultato sarebbe vantaggioso samento del MIUR. aggiornato, dopo aver fatto (e scritto) l’anamnesi e per tutti, operatori e utenti del servizio. l’esame obiettivo del paziente. Il tutto sotto la gui- Un tema caro al nostro Segretariato è rappresentato dall’esi- da di strutturati e docenti del reparto, i quali, un genza di intervenire al fine di semplificare, riorganizzare e paio di volte a settimana, dedicano il loro tempo razionalizzare il sistema formativo pre e post lauream in me- all’insegnamento pratico sul campo. Gli studenti, al dicina. L’attuale articolazione dei vari momenti formativo- pari, seguono in sala operatoria il chirurgo per as- professionalizzanti è, ad esempio, alla base dello stato di de- sistere sia agli interventi in urgenza che in elezione. roga che produce ritardi sistematici e variabili di anno in anno Tutto ciò mi ricordava vagamente i primi tre anni nell’espletamento del concorso di accesso alle scuole di spe- di specializzazione in Italia, salvo la frequenza “at- cializzazione. Inoltre, contribuisce a ritardare ulteriormente tiva” della sala operatoria, che era appannaggio dei l’acceso alla professione, come dimostra il dato relativo all’at- “senior” del quinto anno. tesa media di occupazione, che per uno studente italiano che Finiti i sei anni di Medicina, anche per i collegi si iscrive al primo anno di Medicina è pari ad almeno 15-16 francesi viene il momento della specializzazione: anni. Quali soluzioni ritiene possano contribuire a risolvere tali questi giovani medici, per potersi fregiare del ti- criticità? tolo di “Dottore”, saranno costretti a partecipa- re a quattro stage semestrali in diverse specialità R. Penso si possa intervenire attribuendo al tirocinio pre-lau- affini tra loro (scelte secondo una graduatoria di rea il valore del tirocinio finalizzato all’esame di stato (si gua- merito su base nazionale), optando poi per quel- dagnano sei mesi circa) e riducendo al minimo indispensabile la definitiva dove trascorrere i 6 semestri rima- il percorso delle Scuole di Specializzazione (ad esempio: 4 nenti e conseguire, infine, il titolo di specialista. È anni per le tipologie afferenti all’area medica). prevista anche la possibilità per lo specializzando di prendere un anno di “pausa” per approfondire Molto impegno è stato profuso per mettere a punto gli stru- gli studi in maniera indipendente, anche all’este- menti di verifica della qualità della formazione medico specia- ro, ovviamente al prezzo del posticipo della fine listica. Quali risultati concreti è lecito attendersi dall’adozione della specializzazione. di strumenti quali questionari, progress test e site visits, ai fini Durante gli stage lo specializzando è formato del monitoraggio degli standard formativi delle scuole di spe- dal chirurgo senior sulle urgenze di base fino ad cializzazione, e quali i limiti dei predetti strumenti? essere in grado di affrontare in autonomia, alla fine del percorso formativo, anche le situazioni R. Ritengo utile verificare sul campo l’efficacia degli stru- più complesse. menti che stiamo predisponendo. Alla fine valuteremo i limiti Lo stesso avviene per la chirurgia in elezione. Il me- e faremo un bilancio dell’operato. dico Tutor è paragonabile ad un pilota istruttore che sorveglia il suo allievo in fase di decollo, volo In occasione della progettazione delle site visits è stata avviata ed atterraggio: se la manovra diventa pericolosa, è una stretta collaborazione con gli Osservatori Regionali. Può lui che prende i comandi. spiegarci in cosa consiste e quali altri risultati potrebbe porta- Se per noi italiani tutto ciò potrebbe sembrare suf- re, a Suo avviso, questo connubio? ficiente per essere dei veri specialisti, i nostri cugini sono più esigenti: due anni da Assistente Ospeda- R. Spero che la “stretta” collaborazione possa funzionare
  5. 5. anno 1 n° 4 Set – O 2011 tt 05 Regolamenti delle scuoleperché ci permetterebbe di spingere le Regioni ad una mag- di specializzazione di area sanitaria:giore attenzione per un buon monitoraggio; inoltre, le infor-mazioni degli Osservatori Regionali potrebbero essere più Lavori in corsoprecise, provenendo direttamente dalle realtà territoriali.Altro tema sensibile è quello della Programmazione del Fab-bisogno di professionalità mediche da formare alla luce dellacarenza di medici che si profila nel nostro Paese nel prossimodecennio. Già nel corrente anno accademico sono state aumen-tate le immatricolazioni alle Facoltà Mediche ed è in discussio-ne l’incremento dall’attuale dotazione annua di 5000 contratti di Claudio Costantino Cministeriali ai 7000 annui per il prossimo triennio. Ritiene chesia questa la strada maestra per ovviare allo stato emergen- on l’entrata in vigo- specializzandi, con il mandato di percorso formativo specialisti-ziale, a cui ciclicamente si va incontro, come dimostrano l’al- re, a partire dall’an- esitare una bozza di Regolamen- co. Di estremo interesse è ancheternarsi del fenomeno della “Pletora Medica” con quello della no accademico to delle Scuole di Specializzazio- l’esperienza della Lombardia,“Gobba Demografica”, ovvero il passaggio dall’eccesso alla 2008/2009, del nuo- ne di Area Sanitaria. Dopo una laddove l’Osservatorio Regionalecarenza di professionalità mediche? Il nostro Segretariato ha vo Ordinamento Didattico del- fase gestazionale durata qualche della Formazione Medico Spe-proposto l’istituzione di un sistema di Osservatori Regionali le Scuole di Specializzazione di mese, tale bozza è stata approvata cialistica è intervenuto nell’ema-sulla condizione occupazionale del medico al fine di rendicon- Area Sanitaria (D.M. 1 Agosto in Consiglio di Facoltà, rendendo nare linee guida di riferimentotare in maniera tempestiva ed uniforme con un dato attendibile 2005), alcuni Atenei hanno adot- l’Ateneo di Palermo una tra le per le Scuole di Specializzazioneil fabbisogno di professionalità mediche per ciascuna Regione. tato iniziative volte a districarsi prime realtà del centro-sud a do- di area sanitaria.Cosa ne pensa di tale proposta? tra le numerose innovazioni in- tarsi del Regolamento sulle Scuo- Nonostante tali esempi di buo- trodotte dal Riordino delle Scuo- le di Specializzazione di Area Sa- ne pratiche regolamentari, nellaR. Credo che adeguare il numero programmato alle esigenze le di Specializzazione. La Facoltà nitaria. All’interno dello stesso si maggior parte dei casi nelle altredella comunità non sia un limite ma una buona prassi. Oc-corre però essere “tempestivi” per poter essere efficaci.Recentemente i Ministri Fazio e Gelmini hanno avanzato laproposta di evolvere lo status degli specializzandi iscritti agliultimi due anni di corso in assistenti in formazione, titolari di Alcuni A teneiun contratto di formazione-lavoro direttamente stipulato con leRegioni. Ritiene che tale iniziativa possa avere delle implica- hanno adottatozioni positive nella formazione dei futuri specialisti? iniziative perR. Si può valutare con estrema attenzione la proposta dei Mi- districarsi tranistri perché giustificata sul piano formativo ed applicativoe permetterebbe un ampliamento del numero di contratti di le innovazioniformazione. Personalmente condivido la proposta, ma oc-corrono regolamentazioni precise per mantenere il governo introdotte daldella formazione-lavoro in carico ai Direttori delle Scuole edai loro Consigli. Riordino delleRiguardo alla contrattualizzazione dello “strutturando”, il Scuole dinostro Segretariato vuole scongiurare che tale innovazionenon sia ispirata da semplici logiche di risparmio, col rischio Specializzazioneche le Regioni ricorrano a tale figura per ridurre il numero deiconcorsi per la dirigenza medica, bensì che abbia la finalità divalorizzare il medico in formazione specialistica, mettendoloin condizione di acquisire progressivamente l’autonomia pro-fessionale, sotto la guida dei tutor a cui fare riferimento nellesituazioni più complicate e la necessaria tutela medico-legale. di Medicina e Chirurgia di Ve- segnalano gli articoli dedicati alla realtà italiane i diritti elementariCosa ne pensa? rona è stata antesignana in tal mobilità dello specializzando sia degli specializzandi (assenze giu- senso, essendosi già dotata di un sul territorio nazionale che inter- stificate, maternità, malattia, tu-R. Ritengo che nella proposta di riforma in oggetto ci sia- apposito regolamento sulle scuo- nazionale, le modalità di certifi- toraggio, mobilità intra ed extra-no degli aspetti positivi, per esempio la contrattualizzazione le di specializzazione di area sani- cazione e rendicontazione delle nazionale, riposo compensativo,agli ultimi due anni di corso potrebbe per molti essere un taria all’indomani dell’entrata in presenze, ed i nuovi standard per monte orario, ecc.) continuanopassaggio in prova prima dell’assunzione vera e propria, allo vigore della riforma. Dopo pochi la valutazione del percorso for- ad essere disattesi.stesso tempo è vero che, come per ogni riforma, è importante mesi, la Sede SIGM di Palermo, mativo medico-specialistico. Nel Per tale ragione invitiamo tuttivigilare sul modo in cui viene applicata, ma questo non è un in risposta all’esigenza di inter- frattempo, anche le Università di i colleghi, dopo aver preso vi-compito dell’Osservatorio. pretare ed applicare univocamen- Pavia e di Roma Tor Vergata han- sione del testo dei regolamenti te le innovazioni introdotte tanto no seguito un similare percorso sopra citati (pubblicati nella Se-In chiusura, nel ringraziarLa per la disponibilità a sottoporsi dal D.Lgs. 368/99 che dal D.M. che ha portato alla realizzazione zione Scuole di Specializzazionealla presente intervista, è d’obbligo chiederLe se ha in cantiere 01/08/2005, ha sensibilizzato la di analoghi Regolamenti, en- del Portale dei Giovani Medici:altre iniziative oltre quelle già avviate. Facoltà di Medicina e Chirurgia trambi degni di nota. www.giovanemedico.it), a farsi dell’Ateneo Palermitano a convo- Nel particolare, sia l’Ateneo di parte in causa nel proporre alleR. Al momento attuale nessuna iniziativa ulteriore rispetto care un incontro al quale sono in- Pavia che quello di Tor Vergata Istituzioni Accademiche dela quelle prima presentate. Ribadisco, però, che un argomen- tervenuti i Direttori delle Scuole si concentrano sulla definizione proprio Ateneo di sperimentareto da affrontare con maggiore incisività è quello dell’auto- di Specializzazione; a seguito del dell’attività di tutoraggio, defi- un siffatto modello partecipati-nomia dello Specializzando perché, all’interno della stessa proficuo confronto tra i rappre- nendo puntualmente i compiti vo volto a migliorare il contestotipologia di Scuola, i comportamenti dei Direttori delle sentanti del SIGM ed i Direttori, sia dei tutor che dei Pool di tutor, in cui si opera, oltre che a segna-Scuole, dei Direttori Sanitari delle Aziende Ospedaliere, per volontà della Presidenza della oltre che sul grado di autonomia, lare alla nostra redazione even-dei Tutori e delle altre figure preposte alla formazione sono Facoltà è stata istituita una com- progressivamente crescente, da tuali disservizi o esperienze utilimolto eterogenei. missione paritetica di docenti e assegnare al medico durante il da condividere.
  6. 6. con la carta di credito Club dedicata ai sociHai subito a disposizione una significativa riserva di denaroHai il canone gratuito per la prima emissione e per tutti i rinnovi successiviPuoi passare facilmente dalla soluzione rateale alla soluzione al saldoPuoi rateizzare l’acquisto di polizze, viaggi ed eventi organizzati dal Club a condizioni agevolateHai l’iscrizione al Club Medici in omaggio richiedila subito! direttamente dal sito www.giovanemedico.it contatta le sedi Club Medici Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le informazioni precontrattuali e per conoscere le condizioni economiche dell’offerta si rinvia al documento “Informazioni europee di base sul credito ai consumatori” (SECCI) che potrà essere richiesto in filiale unitamente a copia del testo contrattuale. Salvo approvazione Agos Ducato. AREA BLU sede nazionale e interregionale Via G. Marchi,10 Roma – 06 8607891 AREA VERDE sede interregionale area sud Centro Direzionale: Isola E3 Palazzo Avalon Napoli – 081 7879520
  7. 7. anno 1 n° 4 Set – O 2011 tt 07 Lavoro e professione Il salto nella professione dopo la laureadi Enrico Ranieri, Virgilio de Bono ed Alessandro Raffaele TabelleO re 03.13. Squilla il telefono. Il giovane A. Esercizio in regime di convenzionamento con il SSN medico di guardia L’opzione per la forma convenzionata prevede diverse possibilità: alza la cornetta ed • medico delle cure primarie (medico di Medicina generale,una voce dal tono concitato lo Pediatra di famiglia)scuote dal suo torpore: «dottore, • medico della continuità assistenziale (ex guardia medica)scenda subito: la signora Rossi, • medico specialista dei servizi territorialistanza 313.. si è aggravata!». Mar- • medico di cooperativa di servizi convenzionata con l’ASPco è da poco iscritto all’ordine deimedici.Da grande aspira a diventarecardiologo, ma deve attendere B. Esercizio in regime di dipendenzaancora alcuni mesi prima di poterprovare il concorso per l’accesso Dipendente del SSNalle scuole di specializzazione. • Dipendente Ministero della SaluteHa studiato tanto e si è meritato • Dipendente Assessorato Regionale Sanitàil diploma di laurea con il massi- • Dirigente medico ASP (con funzioni manageriali, medico della strutturamo dei voti, ma la sua sicurezza aziendale, medico dei presidi e servizi direttamente gestiti)si scioglie al solo pensiero di es- • Dirigente medico Azienda sanitaria ospedaliera (con funzioni manageriali,sere in procinto di affrontare un medico di U.O. o di dipartimento)paziente critico: prescrivergli il • Medico IRCCS (con funzioni manageriali o come medico ricercatore di U.O.)farmaco adatto ed al giusto do- Dipendente di altre istituzioni pubbliche nazionalisaggio, trovarsi a praticare delle vani medici a navigare nel mare convenzionamento con il SSN (Ta-manovre salvavita, senza avere magnum della professione, nel bella A) presenta caratteristiche • Medico Militare (sia nei reparti operativi, sia negli ospedali militari)il conforto di un collega esperto. presente articolo si è cercato di di maggiore stabilità professio- • Medico del Servizio PenitenziarioHa un breve momento di esita- sistematizzare le prospettive pro- nale ed economica. Il più ambito • Medico della Protezione Civile (per le emergenze nei primi 30 giorni)zione, quasi rimpiange di essersi fessionali nel post lauream per un continua ad essere l’esercizio in • Medico dei Servizi di Emergenza (CRI e istituzioni connesse)“avventurato” nella sua prima medico neo-abilitato. Innanzitut- regime di dipendenza (Tabella B), • Medico INPS (nei servizi medico-legali e negli istituti termali)notte di guardia in una casa di to, giova ricordare che il diploma con forme di contrattualizzazione • Medico INAIL (nei servizi medico-legali o di riabilitazione e recupero)cura, ma si fa coraggio e, quasi di specializzazione è il requisito praticamente a tempo indetermi- • Medico CIRM – Centro Internazionale Radio-Medicosenza pensare, si precipita al ca- essenziale per accedere al ruolo nato nel SSN o in Istituzioni pub- (per la tele assistenza alla navigazione)pezzale della sua paziente. Marco di dirigente medico nel SSN. Il bliche o private. L’esercizio dellaè uno dei tanti medici che da ne- diploma conseguito attraverso la professione medica in regime di Dipendenza Istituzioni Private Accreditateolaureati si affacciano al mondo frequenza del corso di formazio- consulenza (Tabella C), invece, Ruoli manageriali o di medico in:del lavoro in una sanità in affan- ne specifica in medicina generale rappresenta un modo per poterno ed alla perenne rincorsa per è al pari il requisito necessario implementare tanto il curriculum • Strutture di ricovero e curafar quadrare i conti. Tuttavia, per aspirare di fregiarsi dell’ap- professionale, quanto per arro- • Strutture di Riabilitazione per lungodegentinonostante gli effetti della globa- pellativo di Medico di Famiglia, tondare gli introiti. Ma non è fi- • Hospicelizzazione e della crisi finanziaria divenendo titolari di un proprio nita! È possibile, infatti, lavorare • Strutture specialistiche ambulatorialiabbiano alimentato fenomeni elenco di assistiti. come informatore scientifico diquali inoccupazione e precaria- In sintesi, l’esercizio della pro- aziende farmaceutiche o di azien- Dipendenza Istituzioni Private for profitto, un medico neo-laureato, se fessione medica presenta quattro de protesiche, medico di bordo Strutture esercitanti in regime libero profess. non accreditatoben orientato ed inserito, può da diverse opzioni, ovvero il regime (ma occorre conseguire unasubito inserirsi nel mondo del la- 1) libero professionale; specifica qualifica attraverso il Dipendenza ONLUS e Istituzioni Private non profitvoro per collezionare esperienze. 2) di convenzionamento con il SSN; superamento di una soluzioneSostituzioni del medico di medi- 3) di dipendenza; alquanto impegnativa), giorna- Può realizzarsi nelle molte modalità realizzate da iniziative dicina generale e guardie mediche 4) di consulenza. lista di divulgazione scientifica sussidiarietà locale o da organizzazioni internazionali (Medicio turistiche, medico prelevatore, Se l’esercizio della libera profes- e l’elencazione potrebbe anco- Senza Frontiere, Emergency, Amnesty International, ecc.)medico a supporto di eventi spor- sione, presso studi medici con- ra continuare. In conclusione,tivi, spettacoli e concerti, tradut- sociati o poliambulatori, può non resta che augurare a tuttitore di testi scientifici, assistenza rappresentare da subito un buon i colleghi un sincero in bocca al C. Esercizio in regime di consulenzasanitaria nei centri di accoglienza viatico per le branche specialisti- lupo per il loro futuro profes-per immigrati, medico dei villaggi che più remunerative (chirurgia sionale, senza mancare di fare La scelta di esercitare come consulente professionistavacanze, medico nei penitenzia- plastica, radiodiagnostica, der- un richiamo ai dettami del co- può ricadere su diversi indirizzi:ri, medico di guardia in case di matologia, oculistica, ecc.), non dice deontologico, nonché alle • Consulente di assicurazionicura: sono tutte opzioni di lavoro sfugge l’importanza di acquisire premesse che hanno indotto • Consulente di tribunaliche un giovane medico dovrebbe esperienza e spendibilità profes- ciascuno di noi ad intrapren- • Consulente di studi legaliprendere in considerazione all’in- sionale per farne una dignitosa dere il lungo e gratificante per- • Consulente di associazioni di tutela, ecc.domani dell’abilitazione. e stabile fonte di sostentamento. corso della cura della personaPer aiutare Marco e tutti i gio- Di contro, l’esercizio in regime di globalmente intesa.
  8. 8. Collaborazione tra SIG e FISO A M P08 www.giovanemedico.it Sanità privata accreditata SIGM e FISOPA per valorizzare il ruolo del giovane medico di Massimiliano Iannuzzi Mungo e W M alter azzucco N el nostro Paese la cittadini, avanzando al contempo va vigente penalizza eccessiva- effettivamente svolti. In altre pa- Istituzioni, società scientifiche sanità privata ac- una candidatura per contribuire mente i medici che esercitano role, atteso il requisito essenziale ed organizzazioni sindacali e di creditata, ancorché alla formazione delle nuove gene- nelle strutture accreditate pri- di almeno 5 anni di dirigenza categoria, che si è concretizzata minoritaria rispetto razioni di specialisti. vate, rispetto ai loro pari che medica nel pubblico per aspirare nella stesura di una proposta di al comparto pubblico, rappresen- Inoltre, la Federazione si è as- operano nel pubblico, in termi- al “primariato”, stanti le cose, legge finalizzata all’equipara- ta una realtà di comprovata affi- sunta l’onere di tutelare i propri ni di riconoscimento giuridico un medico con background zione dell’anzianità di servizio dabilità con punte di eccellenza associati, promuovendo oppor- dell’anzianità di servizio ai fini ospedaliero privato accredita- tra pubblico e privato, presen- in molte specialità chirurgiche ed tune iniziative informative, for- concorsuali per i ruoli apicali to necessiterà di un’anzianità tata nel corso di un convegno ad elevato impatto tecnologico. mative, giuridiche e legislative. della dirigenza medica del SSN: di servizio di venti anni. Forte tenutosi presso la Biblioteca del Inoltre, contribuisce significativa- Infatti, a fronte del contributo l’attività nel privato accreditato dei dati, la FISOPA è pertanto Senato della Repubblica il 28 mente nel soddisfare il crescente documentato dai dati precitati, viene infatti valutata nella misu- impegnata in un’opera di sen- giugno 2011. Peraltro, la pre- bisogno di salute in termini di l’ormai anacronistica normati- ra del 25% degli anni di lavoro sibilizzazione nei confronti di detta normativa risulta limitare patologie croniche, cronico-dege- nerative ed invalidanti, attraverso strutture di lungodegenza e riabi- litazione. Gli oltre 12000 medici, sia dipen- denti che a contratto libero pro- fessionale, in atto operanti nelle strutture accreditate a gestione privata, pur rappresentando il 10% di tutti i medici ospedalieri italiani, svolgono il 20% della at- tività assistenziale nazionale, con una elevata qualità delle cure ero- gate e con elevata soddisfazione da parte dei pazienti. Anche i dati nazionali relativi al confronto dell’attività tra ospedalità pubbli- ca e privata accreditata, espres- sa in termini di peso medio dei DRG e Case Mix, registrano il sorpasso del privato sul pubblico. Sulla base di queste premesse, si è costituita la Federazione Ita- i giovani medici per i quali, se liana delle Società Scientifiche da una parte l’ospedalità priva- della Ospedalità Privata Accredi- CAPSULAEBURNEA ta accreditata offre importanti possibilità lavorative, non sarà RIVISTA BIOMEDICA MULTIDISCIPLINARE tata (FISOPA), associazione che confedera le società scientifiche possibile giovare dei riconosci- PER GIOVANI MEDICI rappresentative delle professiona- menti carrieristici di chi lavora lità mediche di diverse specialità, nel pubblico. operanti nella sanità privata ac- Atteso che nel nostro Paese creditata dal SSN: ad oggi aderi- l’accesso alla sanità privata av- scono alla Federazione 14 società Capsula Eburnea è una rivista biomedica multidiscipli- viene per chiamata diretta sulla scientifiche ed oltre 5000 medici. nare per giovani medici nata su iniziativa del S.I.G.M. ito da 40 membri provenienti da vari continenti (Euro- base di un rapporto fiduciario, Le molteplici finalità della FISO- con l’intento di stimolare l’interesse dei neolaureati pa, USA e Asia). Ad oggi sono stati editi 5 Volumi con la mentre l’accesso alla dirigenza PA possono essere ricondotte al in discipline biomediche nei confronti della ricerca pubblicazione di circa 150 lavori originali, coinvolgendo medica avviene tramite pubblico primario obiettivo di promuovere scientifica. Giovani medici, specializzandi, dottorandi, circa 50 reviewers fra giovani professori e ricercatori concorso, il SIGM ha preso po- il riconoscimento del contributo assegnisti e borsisti possono cimentarsi nella stesura di nonché medici con esperienza nella produzione di lavori sizione nel senso di un riequili- apportato al SSN dalle professio- lavori originali. In particolare, la rivista (ISSN 1970- scientifici. Tutti gli articoli pubblicati sono provvisti brio del riconoscimento dell’an- nalità mediche che lavorano nelle 5492), pubblica esclusivamente on-line articoli scien- di DOI (The Digital Object Identifier System) e sono zianità di servizio tra pubblico e strutture private accreditate. tifici originali su argomenti di medicina, biomedicina, indicizzati su numerosi motori di ricerca biomedica, tra privato. Nel particolare, la Federazione biotecnologie mediche, scienze motorie e psicologia me- cui: Scopus,The Directory of Open Access Journals, Ul- Inoltre, SIGM e la FISOPA intende avviare progetti di ricerca dica ed accetta contributi redatti come articoli originali, rich’s Periodical Directory, Google Scholar. Dal 2011, hanno convenuto sull’oppor- scientifica polispecialistica, sia in review, casi clinici, note di tecnica, note di terapia e nuo- per elevare ulteriormente la qualità dei lavori pubblicati, tunità di realizzare congiunta- ambito clinico che sperimentale ve tecnologie. I lavori sono sottoposti a peer-review da saranno valutati per la pubblicazione soltanto lavori in mente iniziative, progetti e pro- su nuovi farmaci, materiali e tec- parte di reviewers che si impegnano nel dare opportuni lingua inglese. L’indirizzo web dove trovare informazio- duzioni, al fine di promuovere niche diagnostiche e chirurgiche, suggerimenti per migliorare la qualità del manoscritto, ni relative alle modalità di preparazione, sottomissione l’inserimento lavorativo dei gio- sviluppando sinergie utili ad ot- rendendolo pubblicabile. Capsula Eburnea è pertanto e revisione dei lavori è: http://www.capsulaeburnea. vani medici nella Sanità Privata timizzare le prestazioni ed offrire sia una rivista scientifica che uno strumento di forma- unipa.it/. In ultimo, ma non per importanza, Capsula Accreditata, settore di strategica elevati standard assistenziali ai zione per giovani ricercatori. L’Editorial board è costitu- Eburnea pubblica gratuitamente tutti i contributi. importanza del SSN.
  9. 9. anno 1 n° 4 Set – O 2011 tt 09 Stop al duplice inquadramento previdenziale degli specializzandi! Il SIG presenta una Proposta di Legge in P M arlamentodi Marco Mafrici, Gianluca Albanese, Francesco Macrì Medicina in rosaI Giovani Medici (S.I.G.M.) previsti, e quindi in maniera più ci Italiani e della campagna di da anni richiamano l’at- conveniente, all’istituto del ri- sensibilizzazione della categoria tenzione del Legislatore al fine di superare l’annoso scatto degli anni di laurea (di tale modifica regolamentare, richiesta alla tematica previdenziale. A tal proposito il SIGM ha prodotto, LAVORATRICEproblema del duplice ed iniquoinquadramento previdenziale dei con decisione dal SIGM, se ne avvantaggerebbero anche i medici col Patrocinio del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, MADRE MEDICOmedici in formazione specialistica del corso di formazione specifica un Manuale in formato tascabilein INPS ed ENPAM. A tal pro- in medicina generale). Altra ri- dal titolo “Giovani Medici Previ-posito, il SIGM, a seguito di un chiesta dei Giovani Medici si rife- denti: imparare a costruire il futuro di M Elisa Di Cicco ariaconfronto costruttivo coi vertici risce all’introduzione di modalità pensionistico”, in distribuzione adel Ministero del Lavoro e delle di elezioni che permettano di por- tutti i medici under 40 su tutto il La Medicina nel nostro Paese è sempre più rosa: in Italia 1 medico su 3 è don-Politiche Sociali, ha esitato una tare al governo dell’ENPAM gli territorio nazionale, unitamente na (ma soltanto 1 su 10 riveste incarichi di primariato) e, a giudicare dalleproposta di legge, in atto in di- iscrizioni alle Facoltà di Medicina, a breve il numero di donne medico supe-scussione alla Commissione La- rerà quello dei colleghi maschi. Inoltre, già da anni le donne rappresentano lavoro della Camera dei deputati, maggioranza del personale impiegato nel Servizio Sanitario Nazionale (circa ilattraverso la quale si stabilirebbe 64% nel 2009). Ci è sembrato quindi doveroso ritagliare uno spazio nella no-che, in sostituzione dell’attuale stra Rivista da dedicare alle giovani donne medico e abbiamo deciso di inaugu-sconveniente contribuzione alla rarlo trattando di maternità. Se conciliare lavoro e famiglia è difficile per tuttegestione separata INPS, a decor- le donne, lo è a maggior ragione per le donne medico: il problema principale èrere dall’anno accademico 2011- costituito dalla carenza di tempo libero, in quanto il nostro mestiere (è inutile2012, il medico, iscritto all’Albo negarlo) richiede, per essere svolto al meglio, massima dedizione e incuranzaprofessionale, che sottoscrive degli orari. A un certo punto della carriera, poi, le donne medico si trovano aun contratto di formazione spe- doversi districare tra la vocazione per la Medicina e la naturale predisposizionecialistica, verserà all’ENPAM ad avere figli, in un contesto sociale in cui la precarietà avanza anche nel nostrola contribuzione sui compensi campo, rendendo il tutto an-percepiti. Inoltre, un ulteriore cora più difficile. D’altra partecomma predisporrebbe il tra- l’articolo 37 della Costituzionesferimento dall’INPS all’EN- recita: “La donna lavoratricePAM dei contributi già versati ha gli stessi diritti e, a paritàdagli specializzandi dall’a.a. di lavoro, le stesse retribuzioni2006/2007, ovvero dall’entrata che spettano al lavoratore. Lein vigore dei contratti di forma- condizioni di lavoro devono con-zione specialistica, ad oggi. sentire l’adempimento della suaNegli ultimi mesi il SIGM ha ri- essenziale funzione familiare eformulato e presentato la predetta assicurare alla madre e al bam-proposta di legge all’attenzione bino una speciale adeguata pro-della Commissione Bilancio del tezione.”A partire dal 1971 (annoSenato della Repubblica sotto- della Legge 1204, primo testoforma di emendamento sia alla unico sulla maternità) la legisla-Manovra Finanziaria di luglio, zione italiana si è adoperata moltissimo per tutelare e migliorare la condizionesia alla più recente Manovra lavorativa delle madri, producendo una mole di documenti piuttosto corposa,straordinaria, intervenuta a se- dal momento che, pur partendo da una base comune di normative valide perguito della richiesta di maggiore tutte le donne, per i medici alcune norme sono pensate ad hoc, a seconda che sistabilità da parte dell’Unione eletti direttamente dagli azionisti, al bollettino di Club Medici. tratti di lavoratrici dipendenti (nel pubblico o nel privato), medici di medicinaEuropea e della Banca Centrale ovvero tutti i contribuenti alla Nel garantire il massimo impegno generale, medici di continuità assistenziale, pediatri di libera scelta e così via.Europea. Come è noto, l’inqua- Cassa previdenziale. L’elezione di- per la risoluzione delle criticità Come punto di riferimento in materia ci viene in soccorso la guida “Lavoratricedramento previdenziale esclusivo retta dei vertici (CdA e organismi previdenziali che investono la ca- Madre Medico” a cura di Eolo Giovanni Parodi e Marco Perelli Ercolini, chein ENPAM degli specializzandi consultivi dei fondi ENPAM), o tegoria dei giovani medici, ivi in- da anni l’ENPAM mette gratuitamente a disposizione sotto forma di CD-Romsortirebbe l’effetto di favorire il di una parte di essi, da parte della cluso il difficile ed estremamente per i medici che ne facciano richiesta. Il materiale è anche consultabile online araggiungimento da parte dei gio- base aprirebbe alla possibilità, ad oneroso accesso all’Istituto del questo indirizzo: http://www.enpam.it/wp-content/repository/universaliamul-vani medici del massimo pensio- oggi nei fatti disattesa, di favorire riscatto degli anni di laurea, come timediale/LMM/indice.htm Nel testo, che viene continuamente aggiornato,nistico, a fronte della condizione la presenza dei giovani negli orga- ribadito dal Presidente Nazionale vengono trattati tutti gli aspetti dell’attuale normativa sulla madre lavoratriceattuale caratterizzata da eccessivi ni di governo dell’Ente previden- del SIGM, Walter Mazzucco, al (dal trattamento economico ai congedi, dall’allattamento alle agevolazioni pertempi medi per l’accesso alla pro- ziale, in un momento delicato in Ministro del Lavoro e delle Politi- figli disabili, dalle adozioni alla previdenza) e sono inclusi una raccolta di tuttefessione rispetto al contesto EU; cui si devono operare delle scelte che Sociali, Maurizio Sacconi, nel le leggi, un utile glossario e una ricca modulistica.inoltre, si porrebbero le basi af- cruciali per il futuro pensionistico corso di un incontro informale in-finché, a seguito di una successiva delle giovani generazioni. tervenuto a settembre, invitiamo i Le dottoresse che fossero interessate a ricevere gratuitamente a casa il CD-modifica dei Regolamenti interni Tutte le succitate iniziative si in- colleghi a tenersi costantemente Rom di “Lavoratrice Madre Medico” possono farne richiesta alla Direzionedell’Ente Previdenziale dei Me- seriscono nell’ambito delle Pro- aggiornati attraverso il Portale dei generale dell’ENPAM (Tel: 0648294226/242/346 - Fax: 06 48294345dici, si possa accedere prima dei poste del SIGM per migliorare Giovani Medici ed a sostenere le Email: direzione@enpam.it) o al proprio Ordine Provinciale.dieci anni di contribuzione oggi la Condizione dei giovani medi- proposte del Segretariato.

×