anno 1 n° 2 M – A 2011                                                             ar pr                       Intervista ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Ospedale d' insegnamento ritorno al futuro

892 views

Published on

Ospedale d' insegnamento ritorno al futuro- Intervista a Pasquale Cannatelli Direttore Generale A.O. Niguarda

Published in: Health & Medicine
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
892
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
5
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Ospedale d' insegnamento ritorno al futuro

  1. 1. anno 1 n° 2 M – A 2011 ar pr Intervista al D Pasquale Cannatelli, D ott. irettore Generale dell’A . O .O spedale Niguarda Ca’ Granda “Ospedale d’insegnamento”: ritorno al futuro di Martino Massimiliano TrapaniI n Italia la necessità di integra- Amato del maggio 2001 stabilisce, in- ne permettono l’accreditamento per dell’ospedale d’insegnamento? zione fra Università e medici- fine, le linee guida concernenti i proto- collaborare alla formazione sul cam- Si raggiungerebbe una stretta colla- na del territorio ha origini lon- colli di intesa da stipulare tra regioni po sia clinico che della ricerca. borazione tra la rete universitaria e tane. Basti pensare che, già alla e Università per lo svolgimento delle la rete del sistema ospedaliero chia- fine del XIX secolo, la Legge attività assistenziali delle università. Il Come procedere a valutare le strut- mato a partecipare alla formazione6972 stabiliva che “nelle città che sono SIGM, sostenitore del percorso for- ture “meritevoli” di accreditamento di chi un domani, dovrà collaboraresedi di facoltà medico-chirurgiche, gli mativo integrato università-ospedale- nel sistema di formazione università- e operare negli ospedali del sistemaospedali sono tenuti a fornire il locale territorio, ha chiesto il punto di vista territorio? sanitario regionale e nazionale. Sied a lasciare a disposizione i malati ed di chi governa una delle più prestigio- Il Consiglio di Facoltà dovrà valutare tratterebbe dunque di un modo dii cadaveri occorrenti per i diversi inse- se Aziende Ospedaliere del Paese. l’organizzazione dell’ospedale territo- corresponsabilizzare nella formazio-gnamenti”. Ed ancora, un Regio De- Intervistiamo il Dott. Pasquale riale selezionato, il curricula dei pro- ne professionisti, che presentino ca-creto del 1924 introduceva il concetto Cannatelli, attuale Direttore Gene- fessionisti che vi operano, la casistica ratteristiche adeguate sia in terminidi Ospedali clinicizzati e parzialmente rale presso l’Azienda Niguarda Ca’ trattata in termini di complessità e vo- di professionalità che di valore e com-clinicizzati, la cui casistica clinica era Granda, da quasi 30 anni protagoni- lumi, la disponibilità dei professioni- plessità delle patologie trattate.resa disponibile per la formazione de- sta nella gestione di processi innova- sti e dell’equipe dei vari dipartimenti, Questo potrebbe stimolare un inte-gli studenti in medicina. Con la Legge tivi nell’ambito dei servizi territoriali le metodiche utilizzate, le tecnologie resse anche delle Aziende Ospedaliere833 del 1978 ed i D.Lgs 502/1992 e ed ospedalieri e medaglia d’argento disponibili. e/o ASL che fanno parte di questa D “G V N MED n.2 2011 – pag. 2 a IOA I ICI”229/1999, l’apporto delle Facoltà di nel 2004 “Al merito della Sanità pub- L’Università potrà accreditare tutto rete, in accordo con chi è Responsabi-Medicina alle attività assistenziali del blica”. o parte delle struttura degli ospeda- le della politica e della gestione regio-SSN è regolato da specifici protocolli li, ne valuterà la permanenza degli nale, a partecipare in termini econo-d’intesa fra Regione e Università. In Dott. Cannatelli, come immagina che standards periodicamente, valu- mici alla formazione.tale contesto la formazione degli spe- si possa realizzare un cambiamento terà l’effettiva preparazione degli Esempi di quanto sopra esistono giàcializzandi può avvalersi di tutte le radicale per le future generazioni di studenti o specialisti che hanno in altri sistemi sanitari europei e inter-strutture del SSR anche private. Con medici nel senso della istituzionalizza- frequentato questi reparti secondo nazionali.l’istituzione della Rete Formativa e zione dell’ospedale d’insegnamento? percorsi concordati. La valutazione Abbiamo una serie di spunti su cuidell’Osservatorio Nazionale, e degli Si possono coinvolgere nella forma- del risultato del percorso formativo poter lavorare, la cosa è appassionan-omologhi Regionali, della formazio- zione dei futuri medici e specialisti degli studenti dovrà essere uno degli te per chi come me ha e sente una re-ne medica specialistica (D.Lgs n. 368 quegli ospedali e strutture non cli- elementi per il persistere dell’accre- sponsabilità di sistema anche educati-del 17 agosto 1999), si avvia ciò che nicizzate che appartengono alla rete ditamento. vo dei futuri professionisti oltre che diil D.Lgs 517 del 1999 definisce Azien- del sistema sanitario regionale e che erogare servizi di cura e assistenza a Il Periodico di informazione “Giovani Medici”de Ospedaliere Integrate. Il Decreto presentino alcune caratteristiche che Quali potrebbero essere i vantaggi favore dei pazienti. è prodotto da Club Medici

×