L’efficienza della supply chain sanitaria

1,359 views

Published on

L’efficienza della supply chain sanitaria

Published in: Health & Medicine
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,359
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
23
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

L’efficienza della supply chain sanitaria

  1. 1. L’EFFICIENZA DELLA SUPPLY CHAIN SANITARIA Dr. Claudio Sileo Direttore Sanitario Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti di BergamoMilano 10 novembre 2010
  2. 2. Gli Ospedali Riuniti oggi:ma perché dobbiamo uscire dallacartolina ?
  3. 3. OSPEDALI RIUNITI DI BERGAMOAZIENDA OSPEDALIERAdi rilievo nazionale e di alta specializzazione
  4. 4. OSPEDALI RIUNITI DI BERGAMOAZIENDA OSPEDALIERAdi rilievo nazionale e di alta specializzazione
  5. 5. Il nuovo ospedale “ Pa p a Gi o v a n n i X X I I I ”OSPEDALI RIUNITI DI BERGAMOAZIENDA OSPEDALIERAdi rilievo nazionale e di alta specializzazione
  6. 6. Planimetria attuale Ospedale
  7. 7. Planimetria nuovo Ospedale
  8. 8. Planimetria attuale vs nuovo
  9. 9. OSPEDALI RIUNITI DI BERGAMOa base di gara di rilievo nazionale e di alta specializzazioneun dettagliato AZIENDA OSPEDALIERAdocumento preliminareper la progettazioneelaborato dallaAzienda Ospedaliera
  10. 10. Il nuovo ospedale per acuti organizzato per OSPEDALI RIUNITI DI BERGAMOaree di intensità di cura di rilievo nazionale e di alta specializzazione_____________________ AZIENDA OSPEDALIERA“….cure differenziate in funzione dellagravità dei malati e dei conseguentibisogni di assistenza.”Dalla relazione tecnico-sanitaria per il NuovoOspedale di Bergamo (2000)
  11. 11. Intensità di curaComplessità assistenziale Intensità di cura Complessità assistenziale ( Briani S., Cortesi E., 2007) (Moiset C., Vanzetta M., 2009)“Assegnare al malato il posto letto “Un’insieme di prestazionicollocato nel settore più infermieristiche che si riferisconoappropriato rispetto ai suoi alle diverse dimensionibisogni assistenziali , legati non dell’assistenza infermieristicasolo alla tipologia di ricovero ma espresse in termini di intensitàanche alla sua condizione clinica d’impegno e quantità lavoroe di dipendenza” dell’infermiere”
  12. 12. I livelli di intensità di cura Area medica Area chirurgica 1° Terapia intensiva Livello Area critica Sub - intensiva 2° Alta intensità (complessità clinica e Livello assistenziale) Degenza a ciclo Degenza Media intensità continuo ordinaria (complessità clinica e assistenziale media) Degenza a ciclo breve Bassa intensità (day, one e week (stabili clinicamente e surgery) complessità assistenziale alta) 3° Livello Cure intermedie o post acuzie Degenza ordinaria
  13. 13. LA STRUTTURA PROGETTATA IN FUNZIONE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO PER INTENSITA’ DI CURALA PIASTRA CENTRALE 1°- 2°-3° LIVELLO:Dipartimento di diagnostica per immaginiPronto Soccorso -Sale Operatorie - DaySurgery Area intensiva e Sub intensiva.DEGENZA ORDINARIA E DAYHOSPITAL al 2°-3°- 4°-5°LIVELLO AMBULATORI concentrati al 1° LIVELLOA livello 1 di ogni torre è delle Torri e in parte nella PIASTRA SUDcollocato uno sportello
  14. 14. 320.00 m2 area intervento 385.676.000 euro costo complessivo investimento 956 letti 1 centro congressi 7 torri 5 piani per ogni 4.000 m2 per torre Emergenze 1 piastra tecnologica di diagnosi e cura226 Ambulatori 88 Letti Terapia 36 Sale Intensiva Operatorie 16
  15. 15. Degenze terapie intensive Cure ad alta intensitàCriteri di terapie sub-intensiveammissione edimissionecure alta cure ad intensitàintensità medio-alta Cure a media intensità cure ad intensitàCriteri di medio-bassaammissione edimissionecure bassaintensità accompagnamento alla dimissione Cure a bassa intensità
  16. 16. Alcune parole chiave dell’ innovazione organizzativa centralità del malato e della sua famiglia continuità delle cure, nell’ospedale e ospedale-territoriomultidisciplinarietà e condivisione della presa in curasviluppo delle competenze dei professionisti e autonomia alta tecnologia
  17. 17. Accesso Degenze a ciclo continuo urgente DEA Criteri Degenze Intensità delle curePronto Soccorso eOsservazione Breve terapie intensive Sale operatorie terapia intensiva e sub-intensiva alta intensità Recovery room TIPO ammissione terapie sub-intensiveTerapia Intensiva e dimissione Post-Operatoria cure alta intensità cure ad intensità medio-alta Accesso medio-alta e medio-bassa intensità di cure media intensitàprogrammato cure ad intensità Ambulatori ammissione medio-bassa Riabilitazione Chirurgia e dimissione ambulatoriale cure bassa intensità Day Hospital accompagnamento Hospice alla dimissione bassa intensità Day- Surgery e One-day Surgery
  18. 18. D@SEDossier Aziendale Sanitario ElettronicoSistema informativo clinico nativamente integrato ad elevata interoperabilità che consentirà flussi informativi a scopo gestionale
  19. 19. Papa Giovanni XXIIIGrazie per l’attenzione!

×