sulla comunicazione

3,178 views

Published on

comunicazione pubblicitaria

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
3,178
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
145
Actions
Shares
0
Downloads
152
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

sulla comunicazione

  1. 1. Non è possibile non comunicare Non servono strumenti particolari Premessa
  2. 2.   <ul><li>si comunica indipendentemente dai nostri specifici obiettivi; </li></ul><ul><li>la comunicazione può realizzarsi in una molteplicità di forme; </li></ul><ul><li>il significato del messaggio coincide con ciò che viene realmente compreso dal destinatario e non con ciò che noi volevamo far capire. </li></ul>Premessa
  3. 3. Il processo di comunicazione Rumore Canale messaggio ricevente messaggio emittente Feed-back Codifica Decodifica
  4. 4. Le teorie della comunicazione <ul><li>Primo obiettivo: far percepire il messaggio </li></ul><ul><li>Teorie della percezione: </li></ul><ul><ul><li>Attenzione selettiva </li></ul></ul><ul><ul><li>Distorsione selettiva </li></ul></ul><ul><ul><li>Ritenzione selettiva </li></ul></ul><ul><ul><li>Consonanza e dissonanza cognitiva </li></ul></ul><ul><li>Secondo obiettivo: persuadere </li></ul><ul><li>Teorie della persuasione </li></ul><ul><ul><li>Razionalità </li></ul></ul><ul><ul><li>Condizionamento </li></ul></ul><ul><ul><li>Sogno </li></ul></ul><ul><ul><li>Conformismo </li></ul></ul>
  5. 5. <ul><li>Attenzione selettiva: selezione degli stimoli al fine di garantire la consonanza tra le nuove informazioni e gli schemi preesistenti (dei 400-800 messaggi pubblicitari quotidiani ne percepisco tra i 30-80) </li></ul><ul><li>Distorsione selettiva : elaborazione del messaggio </li></ul><ul><li>al fine di garantire la consonanza tra le nuove informazioni e gli schemi preesistenti (ne interpreto tra i 10-20) </li></ul><ul><li>Ritenzione selettiva: ricordo selettivo con rimozione di quanto andrebbe a inficiare l’equilibrio dell’individuo (ne memorizzo meno di 10) </li></ul>Le teorie della comunicazione
  6. 6. Le teorie della comunicazione <ul><li>Come superare la barriera dell’attenzione selettiva? </li></ul>FATTORI DI PERCEZIONE Interni Bisogno Interesse Curiosità Esterni Dimensioni Movimento Intensità Ripetizione
  7. 7. <ul><li>La dissonanza cognitiva (Festinger, 1957) </li></ul><ul><li>La dissonanza si verifica quando si manifesta un’inconsistenza tra due o più elementi cognitivi, che abbiano per il consumatore una certa rilevanza </li></ul><ul><li>Tendenza a rendere coerenti tutte le informazioni </li></ul>Le teorie della comunicazione
  8. 8. COME REAGISCE ALLA DISSONANZA COGNITIVA? <ul><li>Il consumatore evita l’informazione che lo turba </li></ul><ul><li>il consumatore riduce l’importanza dell’informazione </li></ul><ul><li>il consumatore rimette in causa la credibilità della fonte </li></ul><ul><li>il consumatore cambia i suoi comportamenti o le sue opinioni </li></ul>Le teorie della comunicazione
  9. 9. Le teorie della comunicazione <ul><li>Teorie della persuasione : il secondo obiettivo è persuadere </li></ul><ul><ul><li>Razionalità : comunicazione che cerca di convincere attraverso fatti e dimostrazioni (es.detersivo). </li></ul></ul><ul><ul><li>Condizionamento : la ripetizione della pubblicità provoca un comportamento riflesso sul consumatore (es.telefonia) </li></ul></ul><ul><ul><li>Sogno : la pubblicità deve essere suggestiva, deve far appello ai sentimenti (es.Breil) </li></ul></ul><ul><ul><li>Conformismo : la pubblicità deve inserire il consumatore in un gruppo, in uno stile di vita (es.Peroni) </li></ul></ul>
  10. 10. Le teorie della comunicazione <ul><li>Cause di irritazione della comunicazione </li></ul><ul><ul><li>Ripetizione </li></ul></ul><ul><ul><li>Categoria di prodotto </li></ul></ul><ul><ul><li>Media </li></ul></ul><ul><ul><li>Consumatori </li></ul></ul><ul><ul><li>Contenuto: </li></ul></ul><ul><ul><ul><ul><ul><li>Pubblicità comparativa </li></ul></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><ul><li>Vendita aggressiva </li></ul></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><ul><li>Satira, provocazione </li></ul></ul></ul></ul></ul>
  11. 11. Obiettivi della comunicazione di marketing <ul><ul><li>Stimolare la domanda </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>P rimaria </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Secondaria </li></ul></ul></ul><ul><ul><li>Far conoscere, far agire, far ricordare </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>top of mind, notorietà spontanea, notorietà sollecitata </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>persuadere attraverso i differenti stadi all’acquisto </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>far ricordare i benefici ottenuti per motivare il riacquisto </li></ul></ul></ul><ul><ul><li>Creare immagine di marca o d’impresa </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>differenziare il prodotto valorizzandone gli aspetti simbolici </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>differenziare l’impresa valorizzandone i tratti distintivi </li></ul></ul></ul><ul><ul><li>Ridurre la dissonanza cognitiva </li></ul></ul>

×