La Lingua La Vita_Cibo e arte 2014

537 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
537
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
13
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

La Lingua La Vita_Cibo e arte 2014

  1. 1. LA LINGUA LA VITA presenta Italia: dove il cibo è un’arte!
  2. 2. Da sempre il cibo ha rappresentato un valore simbolico importantissimo nella cultura e nella tradizione italiana   
  3. 3.       “Convivio” rimanda al latino “CUM VIVERE”,  vivere insieme Mangiare  insieme diventa un rito che celebra la vita e  il piacere di  stare insieme.
  4. 4. Il cibo è in Italia considerato una forma d’arte e  lo si trova in tutte le  espressioni artistiche:  PITTURA  LETTERATURA  CINEMATOGRAFIA  OPERA
  5. 5. L’Ultima Cena Leonardo Da Vinci  1494 - 1498
  6. 6. Giuseppe Arcimboldo 1573
  7. 7. Il Brindisi La Traviata di Giuseppe Verdi (1853)
  8. 8. Nel “Decamerone” (1349) il Boccaccio esprime la sua grande sintonia con la tavola. Da una novella all’altra, sembra proprio di vederlo in cucina a preparar pietanze..
  9. 9. Il Timballo di  Maccheroni Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa
  10. 10. Spaghetti aIla Mario  Ruoppolo  Il postino Con Massimo Troisi (1994) Todi
  11. 11. Ricetta degli “Spaghetti alla Mario  Ruoppolo”  500 gr di spaghetti  6 carciofi “vestiti da  guerrieri  600 gr di pomodori “rosse  viscere” freschi e maturi 2 spicchi di aglio “avorio  prezioso”  3 cucchiai di olio  extravergine di oliva Sale e pepe e basilico
  12. 12. Pulite i carciofi togliendo loro le  foglie esterne più dure e la barba  interna Affettateli poi sottilmente e fateli  cuocere a fuoco lento nei 3  cucchiai di olio fino a quando non  arrivano a disfarsi A questo punto aggiungete i  pomodori sbucciati e a cubetti che  schiaccerete con una forchetta sul  fondo della padella. Mescolate, unite l’aglio che poi  toglierete, ed il basilico. Fate cuocere ancora per qualche  minuto, aggiustate il sale ed il pepe  e con questa salsa condite gli  spaghetti che avrete scolato bene  al dente.
  13. 13. Stare insieme a tavola = mettere in atto una modalità relazionale, un rapporto di vera amicizia, spesso destinato a durare per la vita
  14. 14. Una famiglia perfetta È l’ultimo dei tanti film italiani girati a Todi
  15. 15. Un aforisma scritto dal famoso gastronomo Brillat Savarin recita: “Invitare una persona a cena è occuparsi della sua felicità durante tutto il tempo che essa passa sotto il vostro tetto”
  16. 16. L’Umbria, il cuore verde d’Italia
  17. 17. In Umbria ovunque si sente il profumo della tradizione enogastronomica
  18. 18. Todi
  19. 19. Panorama dall’alto
  20. 20. Todi è famosa per:  una cucina sana e gustosa  ristoranti non turistici  un ritmo di vita lento e rilassante
  21. 21. Dove mangiare • Trattorie Ristoranti
  22. 22. L’arte della cucina tuderte
  23. 23. P Pasta fatta in casa Tagliatelle Umbricelli al pomodoro
  24. 24. Carne Tutte le carni vengono cotte allo spiedo o alla griglia con pesto di aglio, salvia, alloro, pepe e sale
  25. 25. Pizza di Pasqua al formaggio Pan nociato di Todi
  26. 26. Biccicuta Ciaramicola Frittelle di riso
  27. 27. Todi è stata definita La città più vivibile del mondo 20 anni fa e tuttora mantiene le caratteristiche della alla base del concetto di slow life slow food La lingua la vita
  28. 28. Todi è una delle città che ospitano lo SLOW FOOD Le finalità dello slow food sono  Educare al gusto, all’alimentazione, alle scienze gastronomiche  Salvaguardare la biodiversità e le produzioni alimentari tradizionali; riscoprire il piacere del cibo e la qualità della vita  Promuovere un nuovo e più sano modello alimentare La lingua la vita
  29. 29. I prodotti promossi dallo SLOW FOOD UMBRIA: Tartufo nero Farro
  30. 30. Sedano nero di Trevi Fagiolina del Trasimeno Pecorino di Norcia
  31. 31. e L’olio extravergine di oliva
  32. 32. Il leggendario albero di ulivo e l’olio ricavato dai suoi frutti hanno da sempre accompagnato la storia dell’umanità.
  33. 33. Ottomila anni fa l’ulivo veniva già coltivato in Medio Oriente e le prime coltivazioni si ebbero molto probabilmente in Siria o a Creta. I Fenici, in seguito, diffusero questa coltivazione su tutte le coste del Mediterraneo, dell’Africa e a Sud dei Balcani. Con i Greci le coltivazioni di ulivo divennero sempre più numerose, ma furono i Romani che crearono importanti produzioni agricole di olio extravergine di oliva, soprattutto nella zona tra il Tevere e il Nera.
  34. 34. ….ma è con il Rinascimento che l’olio umbro viene particolarmente apprezzato.
  35. 35. L’olio extravergine di oliva umbro è uno dei più famosi al mondo.
  36. 36. La raccolta delle olive avviene tra ottobre e novembre fino a alle prime settimane di dicembre, un periodo molto speciale per chi vuole visitare la nostra città e per assaggiare l’olio nuovo, appena pressato
  37. 37. OLIO = SALUTE Ha importanti effetti come antiossidante e antiradicale perché ricco di polifenoli Rende tutto più digeribile proteggendo le mucose Ha poteri terapeutici svolgendo un effetto protettivo sulle arterie, sullo stomaco e sul fegato
  38. 38. L’olio extravergine di oliva è un alimento essenziale della dieta mediterranea.. Correttamente elaborato, conserva le vitamine, il sapore e l’aroma delle olive, e se, impiegato crudo, trasmette agli alimenti le sue proprietà salutari. E’ specialmente indicato per condire insalate, alimenti cotti e alla griglia (carne, verdure e pesce) e per cospargerlo sul pane abbrustolito, la famosa bruschetta.
  39. 39. Bruschette al paté di olive Ingredienti per 4 persone: Preparazione 4 fette di pane casareccio; 5 cucchiai di olio di oliva umbro, 1 o 2 spicchi di aglio spellati; Sale q.b. Tagliare 4 fette di pane casareccio e mettetele sulla griglia. Fatele abbrustolire fino a che saranno croccanti e rigate dal ferro. Strofinateci sopra lo spicchio d’aglio e cospargetele con abbondante olio e con un pizzico di sale; spalmateci sopra paté di olive taggiasche e, quindi servite. In Umbria usano il dito indice per far inzuppare bene il pane.
  40. 40. Tutti i mesi sono buoni per assaporare il buonissimo “olio nuovo”di Todi….. !e ..e di tutta l’Umbria!!
  41. 41. Speciale Programma LLLV “L’oro dell’Umbria, l’olio di oliva” Corso di lingua italiana e attività legate all’olio extravergine di oliva Programma di 1 settimana
  42. 42. Programma Culturale Domenica Benvenuti a Todi! Incontro con le famiglie e i proprietari degli appartamenti Lunedì Visita guidata per il centro di Todi e aperitivo in compagnia del docente
  43. 43. Martedì Degustazione di olio extra vergine di oliva umbro Mercoledì Escursione di mezza giornata a Torgiano e visita del Museo dell’Olivo e dell’Olio di Oliva
  44. 44. Giovedì Escursione a Trevi, la “città dell’olio” Visita alle Fonti del Clitunno Venerdì Corso di cucina in famiglia
  45. 45. Sabato Visita ai frontoi (se il periodo lo permette novembre e dicembre) Domenica Ciao! Partenza a saluti!
  46. 46. Vi aspettiamo a Todi!!
  47. 47. Nel 2013 abbiamo festeggiato il nostro 25° anniversario! 1988-2013
  48. 48. E ora…. buona degustazione!!!!!!

×