Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Evoluzione delle Tecniche e Risultati nella PMA

905 views

Published on

Evoluzione delle Tecniche e Risultati nella PMA
http://www.teresaleonetti.it

Published in: Health & Medicine
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Evoluzione delle Tecniche e Risultati nella PMA

  1. 1. Evoluzione delle Tecniche e Risultati nella PMA per una coppiail risultato che conta è ottenere un bambino in buona salute Teresa Leonetti
  2. 2. Evoluzione delle Tecniche e Risultati nella PMA per i centri di sterilità mondiali percentuali di gravidanza clinica ( ecografia effettuata alla 7° settimana) percentuale dei nati ( annuale del "bimbo in braccio" )
  3. 3. Evoluzione delle Tecniche e Risultati nella PMA I risultati probabili sono medie statistiche (spesso lontane dalle probabilità individuali) Ogni nascita è il risultato di una catena di eventi (che rappresentano ostacoli da superare, ogni tappa presenta le sue difficoltà e le coppie non sono tutte uguali)
  4. 4. Evoluzione delle Tecniche e Risultati nella PMA Per ogni metodo di PMA fattori di successo che regolano le probabilità individuali: indicazione età della donna risultati delle diverse tappe: analisi di ogni singola tappa della procedura effettuata risultati globali
  5. 5. Evoluzione delle Tecniche e Risultati nella PMA Indicazione (scelta della tecnica idonea)
  6. 6. Inseminazione Artificiale Introdurre spermatozoi nell’apparato genitale femminile mediante un catetereSedi Cervice Utero Cavità peritonealeIndicazioni Disturbi eiaculazione Patologie cella cervice
  7. 7. Evoluzione delle Tecniche e Risultati nella PMA Inseminazione Artificiale Stimolazione Monitoraggio Cronologia della IUI Preparazione spermatozoi Qualità dello sperma Numero dei tentativi
  8. 8. Evoluzione delle Tecniche e Risultati nella PMA IVF ET nasce come trattamento dell’infertilità femminile da patologia tubarica si ricorre anche per oligo asteno teratospermia sterilità inspiegata
  9. 9. Evoluzione delle Tecniche e Risultati nella PMA ICSInasce come trattamento dell’infertilità maschile: oligo asteno teratospermia
  10. 10. Azoospermia MES A TES E ostruzione vasi deferenti (fibrosi cistica) aplasia vasi deferenti ( prima il prelievo da epididimo) Assenza o anomalia spermatogenesi (ipogonadismo)
  11. 11. Valutazione dei risultati IVF v ICSI Impiego sistematico della ICSI al posto della IVF non migliora le probabilità di ottenere una gravidanza la ICSI non è una tecnica migliore della IVF La differenza non è dovuta alla tecnica in sé ma al fatto che i casi trattati non sono identici
  12. 12. Evoluzione delle Tecniche e Risultati nella PMA risultati delle diverse tappe( analisi di ogni singola tappa della PMA )
  13. 13. Evoluzione delle Tecniche e Risultati nella PMA protocollo terapeutico di induzione dell’ovulazione Poor responder > n° ovociti Evitare iperstimolazione Migliorare qualità gameti
  14. 14. Evoluzione delle Tecniche e Risultati nella PMA Prelievo Ovocitario(reclutare un sufficiente numero di ovociti dopo induzione multipla dell’ovulazione) Età FSH E2 inibina B patrimonio follicolare(all’inizio della stimolazione) Tipo di stimolazione effettuata
  15. 15. Evoluzione delle Tecniche e Risultati nella PMAInseminazione: ovociti maturi ovociti immaturi zone pellucideFecondazione: 2 pronucleiTransfer: embrioni numero frammentazione uguaglianza delle celluleGravidanza: ecografica singole gemellari aborti extrauterina
  16. 16. L’uso del polscope per la ICSIMicroscopio dotato di spindle view Ovocita con spindl evidenziato analizzare gli ovociti durante la micromanipolazione selezionare lovocita che ha una più elevata probabilità di fecondarsi eseguire una iniezione "sicura" dello spermatozoo
  17. 17. • (in quanto durante tutte le fasi della microiniezione si può vedere il fuso ed evitare di toccarlo e danneggiarlo con la micropipetta)• correttamente analizzare gli ovociti durante la micromanipolazone stessa• eseguire una iniezione "sicura" dello spermatozoo (in quanto durante tutte le fasi della microiniezione si può vedere il fuso ed evitare di toccarlo e danneggiarlo con la micropipetta)• selezionare lovocita che ha una più elevata probabilità di fecondarsi correttamente• (Questo potrebbe essere estremamente importante in tutti quei casi in cui si renda necessario (per motivi legali, etici, religiosi o personali) inseminare solo pochi tra i vari ovociti recuperati. Attualmente il nostro è lunico centro in Italia dotato di polscope e molti studi sono in corso per approfondire tale tematica). (Il fuso meitotico di una cellula è la struttura formata da microtubuli che si costituisce allinizio di ogni divisione cellulare e si disgrega alla fine della mitosi e funziona da impalcatura e da generatore di forze che presiedono allorientamento dei cromosomi e alla loro distribuzione nelle due cellule figlie.• Il Polscope è uno strumento estremamente sofisticato e innovativo che consente di visualizzare in vivo il fuso meiotico dellovocita. Questo strumento emette un fascio di luce polarizzata che viene deviato da strutture rifrangenti (quali appunto il fuso meiotico) e, così facendo, consente ad un sofisticatissimo analizzatore di immagine di ricostituire al computer limmagine del fuso stesso. Il polscope consente, oltre alla sua visualizzazione, anche di effettuare misurazioni quantitative dellintensità del fuso meiotico stesso.) correlazione la posizione del fuso meiotico e la qualità ovocitaria (Rienzi et al. Hum. Reprod., 2003).
  18. 18. Evoluzione delle Tecniche e Risultati nella PMA IMSI Iniezione intracitoplasmatica di spermatozoi morfologicamente selezionatinon ci sono attualmente basi scientifiche solide per lutilizzodi questa tecnica: è ignoto il significato dei vacuoli nella testadello spermatozoo
  19. 19. IMSISpermatozoi con vacuoli grandi e occupanti oltre la metà delnucleo soprattutto se in posizione posteriore (verso la coda) classe 1: spermatozoi senza difetti della testa e con al massimo due difetti al di fuori della testa classe 2: spermatozoi con più di 2 difetti classe 3: spermatozoi con parecchi difetti nella testa (i peggiori)
  20. 20. IMSI Indicazione assenza di fecondazione in corso di ICSI nessun impianto in cicli precedenti teratozoospermia grave (< 10%  di forme spermatozoarie normali) elevata frammentazione del DNA spermatico
  21. 21. I gruppi che hanno inizialmente effettuato la IMSI non cè differenza tra le due tecniche in termini di tasso di fertilizzazione cè un vantaggio della IMSI rispetto alla ICSI nel tasso di impianto embrionario cè un vantaggio della IMSI rispetto alla ICSI nel tasso gravidanza cè un vantaggio della IMSI rispetto alla ICSI nel ridurre il tasso di aborto
  22. 22. IMSI in questi studi il fattore femminile (età della donna e qualità ovocitaria) non viene preso in considerazione la qualità degli embrioni ottenuti con IMSI è strettamente dipendente dalletà della donna ciò non consente di valutare a pieno e in modo inequivocabile la efficacia della IMSI nel migliorare il tasso di gravidanza e ridurre il tasso di abortolintroduzione della tecnica ha preceduto lesatta conoscenza delle basi scientifiche
  23. 23. Crioconservazione degli ovociti Conservare la fertilità prima di terapie antitumorali Disporre di una riserva ovocitaria per ripetere una fecondazione assistita senza ricorrere ad una nuova
  24. 24. Vitrificazione ovocitaria congelamento ultrarapido degli ovociti alti livelli di sopravvivenza ovocitaria tecnicamente semplice basso costo
  25. 25. Vitrificazione ovocitaria congelamento ultrarapido degli ovociti Il processo di vitrificazione elimina l’acqua presente negli ovociti e la sostituisce con sostanze crioprotettive. Il processo di recupero si ottiene invertendo il processo eliminando i criopreservanti e ripristinando il contenuto di acqua I Risultati in termini di gravidanza paragonabili se non
  26. 26. Crioconservazione degli spermatozoi proteggere il futuro da una possibile perdita della fertilitànumero dei campioni crioconservati età numero figli nati qualità seme condizioni generali di salute
  27. 27. Evoluzione delle Tecniche e Risultati nella PMAInseminazione: ovociti maturi ovociti immaturi zone pellucideFecondazione: 2 pronucleiTransfer: embrioni numero frammentazione uguaglianza delle celluleGravidanza: ecografica singole gemellari aborti extrauterina
  28. 28. Evoluzione delle Tecniche e Risultati nella PMA Intervenire sul transfer numero di embrioni soprattutto dopo 40 anni transfer ecografico supporto della fase luteale con P ed E2
  29. 29. Evoluzione delle Tecniche e Risultati nella PMA Intervenire sul transferColtura a blastocisti sino a 5 giorniHatching
  30. 30. Assisted Hatching(Procurare una piccola apertura nella zona pellucida checirconda l’embrione con una tecnica di micromanipolazione) età > 40 anni ricorrenti fallimenti di impianti embrioni con zona pellucida spessa elevati livelli di FSH
  31. 31. Biopsia embrionale( La biopsia embrionale è una tecnica che si esegue al 2° - 3ºgiorno di sviluppo dellembrione quando solitamente è allostadio di 6-8 cellule)coppie a rischio genetico e/o cromosomicocoppie che hanno avuto più di 3 transfer di embrioni con morfologia ottimale e non hanno ancora ottenuto lagravidanza
  32. 32. Evoluzione delle Tecniche e Risultati nella PMA Se FIV e ICSI falliscono? le procedure di P.M.A. non sono in grado di garantire il risultato in termini di gravidanza evolutiva nel 100% dei casi ci sono fattori complessi ed in gran parte sconosciuti, che limitano le percentuali di successo di queste tecniche se non si ha la forza per insistere, si rischia di perdere l’occasione di ottenere una gravidanza
  33. 33. Evoluzione delle Tecniche e Risultati nella PMAFallimento della PMA: il ruolo del medicoIl medico accompagna la coppia nel suo cammino usando tutta la sua esperienza con: Pazienza Comprensione Ascolto Sostegno Queste qualità sono spesso la vera chiave del successo
  34. 34. Evoluzione delle Tecniche e Risultati nella PMA Fallimento della PMA: il destino delle coppie ammettere i propri sentimenti negativi a vedere avanti con maggiore chiarezza ad andare avanti ad intraprendere strade alternative

×