Linee Guida del Piano   telematico dell’Emilia-    Romagna 2011-2013             - proposte e percorso -TAGBOLAB28 febbrai...
2                       Indice    1. Stato dell’arte    2. Le linee guida per una società       dell’informazione in Emili...
3    1. Stato dell’arte
4                  Da dove veniamo:              le passate programmazioni                      SIGMA TER                 ...
5                 Risultati ed eredità    1. maggiore integrazione tra le azioni/progetti: messa in comune di       soluzi...
6   Diamo i numeri: Cittadini (1)    Famiglie che possiedono un pc, una connessione a Internet, una    connesone a banda l...
7   Diamo i numeri: Cittadini (2)    Percentuale di persone con età compresa fra i 16 e i 74 anni che usano    Internet – ...
8   Diamo i numeri: Cittadini (3)       Profilo degli utenti Internet in Emilia-Romagna - 2009
9      Diamo i numeri: Cittadini (4)    Percentuale di utenti internet degli ultimi tre mesi con età compresa tra i 16    ...
10       Diamo i numeri: Digital Divide                   (1)     Copertura banda larga su rete fissa e wireless - agosto ...
11      Diamo i numeri: Imprese (1)     Percentuale di addetti che usano Internet almeno una volta la settimana     (Impre...
12             Diamo i numeri: PA (1)     Gli enti locali emiliano-romagnoli, si distinguono per       medie di adozione e...
13   Diamo i numeri: PA (2)
14                       Quindi ….     a. le linee di azione intraprese nel passato vanno        rafforzate e portate a co...
15     2. Le linee guida per          una società     dell’informazione in      Emilia-Romagna al       tempo della crisi ...
16          Percorso e strumenti     • Analisi tendenze internazionali (USA, UK,       ecc…)     • Percorso partecipato di...
17      Trasparenza e semplificazione        Accesso e conoscenza                      Territorio intelligente            ...
Strategia e linee guida         per innovare al tempo della crisi18     • modello di sostenibilità e co-partecipazione agl...
19         Le linee guida 2011-2013     1. Diritto di accesso alle reti tecnologiche     2. Diritto di accesso alla inform...
20           1. Diritto di accesso alle reti                    tecnologiche     Azioni ed interventi     • Contrasto al d...
21            2. Diritto di accesso alla        informazione e alla conoscenza     Azioni ed interventi     • Open Source ...
22      3. Diritto di accesso ai servizi alla            persona e alle imprese     Azioni ed interventi     • Semplificaz...
23        4. Diritto di accesso ai dati     Azioni ed interventi     • Open Data     • Anagrafi integrate e fruibili nella...
24     5. Intelligenza diffusa nel territorio                    urbano     Azioni ed interventi     • Città intelligenti ...
25     3. Coinvolgimento attivo        della società civile
26            Discussione aperta …     • Aprire la partecipazione su temi specifici e aspetti       concreti (es. contest,...
27     4. Prossimi passi
28                  Prossimi passi     • Presentazione delle linee guida a Comitato Tecnico e       Comitato Permanente di...
29     Info:     Dimitri Tartari     Gruppo di coordinamento del Piano Telematico dellEmilia-Romagna (PiTER)     Regione E...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Presentazione di Dimitri Tartari. Piter: le linee guida 2011-2013 (tagbolab feb 2011)

1,186 views

Published on

Dimitri Tartari, consultant, data analyst and project manager presso Regione Emilia-Romagna illustra il ercorso e le linee guida del Piano Telematico dell'Emilia Romagna (Piter) 2011/2013.

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,186
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
40
Actions
Shares
0
Downloads
9
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Presentazione di Dimitri Tartari. Piter: le linee guida 2011-2013 (tagbolab feb 2011)

  1. 1. Linee Guida del Piano telematico dell’Emilia- Romagna 2011-2013 - proposte e percorso -TAGBOLAB28 febbraio 2011 Dimitri Tartari Gruppo di coordinamento PiTER Regione Emilia-Romagna
  2. 2. 2 Indice 1. Stato dell’arte 2. Le linee guida per una società dell’informazione in Emilia-Romagna al tempo della crisi economica 3. Coinvolgimento attivo della società civile 4. Prossimi passi
  3. 3. 3 1. Stato dell’arte
  4. 4. 4 Da dove veniamo: le passate programmazioni SIGMA TER Community Network DOCAREA dell’Emilia-Romagna AGRISERVIZI SILER Rete 134 progetti del territorio INTERCENTER SOLE LEPIDA Lepida S.p.a. 1999 2002 2004 2007 2008 2009 2010 Piano PO07 PO08 PO09 Telematico Piano Regionale Telematico L.R. 11/2004 Revisione e modifiche 1999-2001 Regionale L.R. 11/2004 2002-2005 “Sviluppo della società dell’informazione regionale” LINEE GUIDA 2007-2009
  5. 5. 5 Risultati ed eredità 1. maggiore integrazione tra le azioni/progetti: messa in comune di soluzioni, condivisione di standard; 2. compartecipazione RER/EELL su investimenti/spese/risorse umane; 3. vitalità progettuale: il Piano ha avuto una costante evoluzione dimostrando attenzione alle mutate tecnologie e condizioni organizzative; 4. presenza vasta e diversificata di “coordinatori dell’innovazione”: innovazione decentrata e diffusa; 5. orientamento esplicito verso la componente servizi; 6. co-progettazione e accompagnamento agli interventi:aumenta la partecipazione degli Enti ai progetti, anche grazie alle Comunità Tematiche.
  6. 6. 6 Diamo i numeri: Cittadini (1) Famiglie che possiedono un pc, una connessione a Internet, una connesone a banda larga – 2009
  7. 7. 7 Diamo i numeri: Cittadini (2) Percentuale di persone con età compresa fra i 16 e i 74 anni che usano Internet – 2009
  8. 8. 8 Diamo i numeri: Cittadini (3) Profilo degli utenti Internet in Emilia-Romagna - 2009
  9. 9. 9 Diamo i numeri: Cittadini (4) Percentuale di utenti internet degli ultimi tre mesi con età compresa tra i 16 e i 74 anni che si sono rapportati con le pubblica amministrazioni via Internet –2009
  10. 10. 10 Diamo i numeri: Digital Divide (1) Copertura banda larga su rete fissa e wireless - agosto 2010 la disponibilità di accesso alla rete in banda larga è oggi alla portata dell’87,8% della popolazione
  11. 11. 11 Diamo i numeri: Imprese (1) Percentuale di addetti che usano Internet almeno una volta la settimana (Imprese E-R – 2009)
  12. 12. 12 Diamo i numeri: PA (1) Gli enti locali emiliano-romagnoli, si distinguono per medie di adozione e utilizzo delle tecnologie ICT normalmente superiori a quelle riscontrate a livello nazionale. Punte di eccellenza : • connessione dei Comuni in banda larga (E-R 93,6%, Italia 74%) • adozione della posta elettronica certificata (E-R 91,1%; Italia 62,6%) • utilizzo della tecnologia Voip nei Comuni (E-R 34,7%; Italia 15,3%) • e-procurement per lacquisto di beni e servizi (E-R 45,5%; Italia, 22%)
  13. 13. 13 Diamo i numeri: PA (2)
  14. 14. 14 Quindi …. a. le linee di azione intraprese nel passato vanno rafforzate e portate a compimento, perché rappresentano la nostra forza, i “mattoni” su cui e con cui costruire b. una amministrazione che ha capito l’utilità e la potenzialità delle ICT per sè, non può che scegliere di puntare all’innovazione verso gli ambiti della vita quotidiana dei suoi cittadini, ovvero ambiente, trasporti, cultura, accesso …. c. le ICT possono essere usate per rispondere alle pressioni conseguenti alla crisi economica e ambientale
  15. 15. 15 2. Le linee guida per una società dell’informazione in Emilia-Romagna al tempo della crisi economica - percorso e proposte -
  16. 16. 16 Percorso e strumenti • Analisi tendenze internazionali (USA, UK, ecc…) • Percorso partecipato di ascolto e coinvolgimento principali stakeholders (EELL, DG, CT, ecc…) • Elaborazione metodologia di valutazione ex-ante dei progetti
  17. 17. 17 Trasparenza e semplificazione Accesso e conoscenza Territorio intelligente Sussidiarietà dei terzi Internet for all Infomobilità Gov come Città fornitore di dati E-inclusion intelligenti Open Data Digital Internet Literacy delle cose Green ICT Green ICT ICT for green ICT for green Open Open Open Standard Open Source Riuso Source attività normativa Standard disponibilità Open Government Data risultati attesi azioni/assetsBaobab: il nome1. Regolederiva dal senegalese Servizi Servizi “comuni” da progettare “comuni”2. Standard“albero dei mille anni”, è Virtualizzazione Reti di sensori Virtualizzazione Reti di sensori in progressuna pianta che resiste a disponibili3. Piattaformeperiodi di siccità Information Information security security risorse scarseprolungati Cloud Cloud4. Infrastruttureimmagazzinando l’acqua Data Center Data Center Computing Computingnel proprio tronco ed Vincoli: NGN5. Modelli l’utilizzo Rete PA Rete PA Rete per NGN cittadini • Economieottimizzandone Rete per cittadini • Efficienze • Sostenibilità
  18. 18. Strategia e linee guida per innovare al tempo della crisi18 • modello di sostenibilità e co-partecipazione agli investimenti che coinvolga anche i privati, in una logica di partnership. La PA mette a valore quanto fino ad ora costruito (reti, dati) per ottenere servizi innovativi per il suo territorio. • forme di sussidiarietà estesa che vedono in campo i privati ma anche la società civile e che contribuiranno anche alla definizione di progettazioni e realizzazione di servizi e soluzioni tecnologiche fortemente condivise e volute da quelli che ne saranno i co-produttori e beneficiari.
  19. 19. 19 Le linee guida 2011-2013 1. Diritto di accesso alle reti tecnologiche 2. Diritto di accesso alla informazione e alla conoscenza 3. Diritto di accesso ai servizi alla persona e alle imprese 4. Diritto di accesso ai dati 5. Intelligenza diffusa nel territorio urbano NB: le linee guida non sono ancora state approvate e quindi rappresentano ad oggi una proposta tecnica da verificare alla luce del confronto assembleare
  20. 20. 20 1. Diritto di accesso alle reti tecnologiche Azioni ed interventi • Contrasto al digital divide fino alle abitazioni • Contrasto al digital divide nella PA • Contrasto al digital divide fino alle imprese • Contrasto al digital divide nelle scuole • Reti di nuova generazione [Next Geration Network]
  21. 21. 21 2. Diritto di accesso alla informazione e alla conoscenza Azioni ed interventi • Open Source • Inclusione digitale [e-inclusion] • Alfabetizzazione digitale • Comunicazione e promozione • Benchmarking e valutazione • Scuola digitale
  22. 22. 22 3. Diritto di accesso ai servizi alla persona e alle imprese Azioni ed interventi • Semplificazione e diffusione omogenea dei servizi • Identità digitale e nuovi servizi integrati • Dematerializzazione dei processi
  23. 23. 23 4. Diritto di accesso ai dati Azioni ed interventi • Open Data • Anagrafi integrate e fruibili nella PA • Conoscere il territorio
  24. 24. 24 5. Intelligenza diffusa nel territorio urbano Azioni ed interventi • Città intelligenti • Tecnologia per la sostenibilità ambientale e il risparmio energetico • Tecnologie verdi
  25. 25. 25 3. Coinvolgimento attivo della società civile
  26. 26. 26 Discussione aperta … • Aprire la partecipazione su temi specifici e aspetti concreti (es. contest, concorso di idee, ecc…) • Utilizzare gli strumenti Internet di tipo “social” ma anche tradizionali (focus group, incontri, ecc…) • …
  27. 27. 27 4. Prossimi passi
  28. 28. 28 Prossimi passi • Presentazione delle linee guida a Comitato Tecnico e Comitato Permanente di Indirizzo Regione e EELL • Presentazione delle linee guida per l’approvazione in Assemblea Legislativa • Approvazione delle linee guida in Assemblea Legislativa • Elaborazione programma operativo 2011 • Approvazione in Giunta Regionale del programma operativo 2011
  29. 29. 29 Info: Dimitri Tartari Gruppo di coordinamento del Piano Telematico dellEmilia-Romagna (PiTER) Regione Emilia-Romagna web: www.regionedigitale.net - e-mail: dtartari@regione.emilia-romagna.it tel: +39 0515277936, fax: +39 0515277810, c/o Regione Emilia-Romagna, DG Centrale Organizzazione, Personale, Sistemi Informativi e Telematica Viale Aldo Moro, 18 – primo piano, stanza 124 – 40127, Bologna Oppure: coordinamentoPiTER@regione.emilia-romagna.it

×