06 autocertificazione rinviata al 30 giugno 2013

185 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
185
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

06 autocertificazione rinviata al 30 giugno 2013

  1. 1. PDL 5534-bis-B Pagina 1 di 182Frontespizio Progetto di Legge Allegato XVI LEGISLATURA N. 5534-bis-B CAMERA DEI DEPUTATI DISEGNO DI LEGGE APPROVATO DALLA CAMERA DEI DEPUTATI previ stralci, il 22 novembre 2012 (v. stampato Senato n. 3584) MODIFICATO DAL SENATO DELLA REPUBBLICA il 20 dicembre 2012 presentato dal ministro delleconomia e delle finanze (GRILLI) Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2013) Trasmesso dal Presidente del Senato della Repubblica il 20 dicembre 2012 torna su TESTO approvato dalla Camera dei deputati TESTO modificato dal Senato della Repubblica Art. 1. Art. 1. (Risultati differenziali, gestioni previdenziali e disposizioni per la riduzione delle spese delle pubbliche amministrazioni). 1. I livelli massimi del saldo netto da finanziare e del ricorso 1. Identico.al mercato finanziario, in termini di competenza, di cuiallarticolo 11, comma 3, lettera a), della legge 31 dicembre2009, n. 196, per gli anni 2013, 2014 e 2015, sono indicatinellallegato 1. I livelli del ricorso al mercato si intendono alnetto delle operazioni effettuate al fine di rimborsare prima dellascadenza o di ristrutturare passività preesistenti conammortamento a carico dello Stato. 2. Nellallegato 2 sono indicati: 2. Identico. a) ladeguamento degli importi dei trasferimenti dovutidallo Stato, ai sensi rispettivamente dellarticolo 37, comma 3,lettera c), della legge 9 marzo 1989, n. 88, e successivemodificazioni, dellarticolo 59, comma 34, della legge 27dicembre 1997, n. 449, e successive modificazioni, e dellarticolo2, comma 4, della legge 12 novembre 2011, n. 183, per lanno2013; b) gli importi complessivamente dovuti dallo Stato perlanno 2013 in conseguenza di quanto stabilito ai sensi dellalettera a). 3. Gli importi complessivi di cui al comma 2 sono ripartiti tra 3. Identico.le gestioni interessate con il procedimento di cui allarticolo 14della legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni.Nellallegato 2 sono, inoltre, indicati gli importi che, prima delriparto, sono attribuiti: a) alla gestione per i coltivatori diretti, mezzadri e coloni acompletamento dellintegrale assunzione a carico dello Statodellonere relativo ai trattamenti pensionistici liquidatianteriormente al 1° gennaio 1989; b) alla gestione speciale minatori; c) alla gestione speciale di previdenza e assistenza per ilavoratori dello spettacolo già iscritti al soppresso ENPALS.mhtml:file://C:Documents and SettingsRINO-CASADesktopPDL 5534-bis-B.mht 23/12/2012
  2. 2. PDL 5534-bis-B Pagina 17 di 182 72. Al trasferimento delle funzioni di cui al comma 71, per le 85. Al trasferimento delle funzioni di cui al comma 84, per leregioni a statuto speciale e per le province autonome di Trento e regioni a statuto speciale e per le province autonome di Trento edi Bolzano, si provvede con apposite norme di attuazione in di Bolzano, si provvede con apposite norme di attuazione inconformità ai rispettivi statuti di autonomia. conformità ai rispettivi statuti di autonomia. 73. Le modalità applicative dei commi da 69 a 71 del 86. Le modalità applicative dei commi da 82 a 84 delpresente articolo e le relative procedure contabili sono presente articolo e le relative procedure contabili sonodisciplinate con regolamento da emanare, entro il 30 aprile 2013, disciplinate con regolamento da emanare, entro il 30 aprile 2013,ai sensi dellarticolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. ai sensi dellarticolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n.400, e successive modificazioni, su proposta del Ministro della 400, e successive modificazioni, su proposta del Ministro dellasalute, di concerto con il Ministro delleconomia e delle finanze, salute, di concerto con il Ministro delleconomia e delle finanze,previa intesa in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra previa intesa in sede di Conferenza permanente per i rapporti tralo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e diBolzano. Bolzano. 74. Dallattuazione dei commi da 69 a 71 sono previsti 87. Dallattuazione dei commi da 82 a 84 sono previstirisparmi di spesa quantificati in euro 22.000.000 per lanno 2013, risparmi di spesa quantificati in euro 22.000.000 per lanno 2013,in euro 30.000.000 per lanno 2014 e in euro 35.000.000 a in euro 30.000.000 per lanno 2014 e in euro 35.000.000 adecorrere dallanno 2015. decorrere dallanno 2015. 88. Con decreto del Ministro della salute, di concerto con il Ministro del lavoro e delle politiche sociali e con il Ministro delleconomia e delle finanze, da adottarsi entro sessanta giorni dallentrata in vigore della presente legge, sono stabilite le modalità di attuazione di una verifica straordinaria, da effettuarsi nei confronti del personale sanitario dichiarato inidoneo alla mansione specifica ai sensi dellarticolo 42 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, nonché del personale riconosciuto non idoneo, anche in via permanente, allo svolgimento delle mansioni del proprio profilo professionale ma idoneo a proficuo lavoro, ai sensi dellarticolo 6 del CCNL integrativo del comparto sanità del 20 settembre 2001. Con il medesimo decreto sono stabilite anche le modalità con cui le aziende procedono a ricollocare, dando priorità alla riassegnazione nellambito dellassistenza territoriale, il personale eventualmente dichiarato idoneo a svolgere la propria mansione specifica, in esito alla predetta verifica. La verifica straordinaria, da completarsi entro dodici mesi dallentrata in vigore della presente legge, è svolta dallINPS, che può avvalersi a tal fine anche del personale medico delle ASL, con le risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili a legislazione vigente, e senza oneri per la finanza pubblica. 75. Ferme restando le misure di contenimento della spesa già 89. Identico.previste dalla legislazione vigente, al fine di incrementarelefficienza nellimpiego delle risorse tenendo conto dellaspecificità e delle peculiari esigenze del comparto sicurezza-difesa e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, i Ministridellinterno, della difesa, delleconomia e delle finanze, dellagiustizia e delle politiche agricole alimentari e forestali, sullabase delle metodologie per la quantificazione dei relativifabbisogni individuate dal Ministero delleconomia e dellefinanze – Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato,procedono alla rimodulazione e alla riprogrammazione delledotazioni dei programmi di spesa delle rispettiveamministrazioni, con particolare riferimento alle spese di cuiallarticolo 21, comma 5, lettera b), della legge 31 dicembre2009, n. 196. 76. Assicurando il rispetto dei saldi strutturali di finanza 90. Assicurando il rispetto dei saldi strutturali di finanzapubblica, le risorse disponibili individuate sulla base delle pubblica, le risorse disponibili individuate sulla base delleattività di cui al comma 75 sono iscritte in un apposito fondo attività di cui al comma 89 sono iscritte in un apposito fondoistituito presso il Ministero delleconomia e delle finanze, istituito presso il Ministero delleconomia e delle finanze,articolato in piani di gestione riferiti alle singole amministrazioni articolato in piani di gestione riferiti alle singole amministrazioniinteressate, al fine di procedere ad assunzioni a tempo interessate, al fine di procedere ad assunzioni a tempoindeterminato sulla base delle procedure concorsuali già indeterminato. Per le finalità di cui al comma 89, le stesseespletate. Per le finalità di cui al comma 75, le stesse amministrazioni possono inoltre procedere ad assunzioni diamministrazioni possono inoltre procedere ad assunzioni di personale nel limite di un contingente complessivo di personalepersonale sulla base delle procedure concorsuali già espletate corrispondente a una spesa annua lorda pari a 70 milioni di euronel limite di un contingente complessivo di personale per lanno 2013 e di 120 milioni di euro a decorrere dallannocorrispondente a una spesa annua lorda pari a 10 milioni di euro 2014. A tale fine è istituito un apposito fondo nello stato dimhtml:file://C:Documents and SettingsRINO-CASADesktopPDL 5534-bis-B.mht 23/12/2012
  3. 3. PDL 5534-bis-B Pagina 90 di 182 d) il comma 12 è abrogato; e) al comma 34 è aggiunto, alla fine, il seguente periodo: «Al fine di acquisire le informazioni riguardanti la toponomastica e la numerazione civica interna ed esterna di ciascun comune, nella dichiarazione delle unità immobiliari a destinazione ordinaria devono essere obbligatoriamente indicati i dati catastali, il numero civico di ubicazione dellimmobile e il numero dellinterno, ove esistente»; f) il comma 35 è sostituito dal seguente: «35. I comuni, in deroga allarticolo 52 del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446, possono affidare, fino al 31 dicembre 2013, la gestione del tributo o della tariffa di cui al comma 29, ai soggetti che, alla data del 31 dicembre 2012, svolgono, anche disgiuntamente, il servizio di gestione dei rifiuti e di accertamento e riscossione della TARSU, della TIA 1 o della TIA 2. Il versamento del tributo, della tariffa di cui al comma 29 nonché della maggiorazione di cui al comma 13 è effettuato, in deroga allarticolo 52 del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446, secondo le disposizioni di cui allarticolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, nonché, tramite apposito bollettino di conto corrente postale al quale si applicano le disposizioni di cui al citato articolo 17, in quanto compatibili. Con uno o più decreti del direttore generale del Dipartimento delle finanze del Ministero delleconomia e delle finanze, di concerto con il Direttore dellAgenzia delle entrate e sentita lAssociazione Nazionale dei Comuni Italiani, sono stabilite le modalità di versamento, assicurando in ogni caso la massima semplificazione degli adempimenti da parte dei soggetti interessati, prevedendo anche forme che rendano possibile la previa compilazione dei modelli di pagamento. Il tributo e la maggiorazione, in deroga allarticolo 52 del decreto legislativo n. 446 del 1997, sono versati esclusivamente al comune. Il versamento del tributo, della tariffa di cui al comma 29 nonché della maggiorazione di cui al comma 13 per lanno di riferimento è effettuato in quattro rate trimestrali, scadenti nei mesi di gennaio, aprile, luglio e ottobre. I comuni possono variare la scadenza e il numero delle rate di versamento. Per lanno 2013, il termine di versamento della prima rata è comunque posticipato ad aprile, ferma restando la facoltà per il comune di posticipare ulteriormente tale termine. Per lanno 2013, fino alla determinazione delle tariffe ai sensi dei commi 23 e 29, limporto delle corrispondenti rate è determinato in acconto, commisurandolo allimporto versato, nellanno precedente, a titolo di TARSU o di TIA 1 oppure di TIA 2. Per le nuove occupazioni decorrenti dal 1 o gennaio 2013, limporto delle corrispondenti rate di cui al periodo precedente è determinato tenendo conto delle tariffe relative alla TARSU o alla TIA 1 oppure alla TIA 2 applicate dal comune nellanno precedente. In ogni caso il versamento a conguaglio è effettuato con la rata successiva alla determinazione delle tariffe ai sensi dei commi 23 e 29. Per lanno 2013, il pagamento della maggiorazione di cui al comma 13 è effettuato in base alla misura standard, pari a 0,30 euro per metro quadrato, senza applicazione di sanzioni e interessi, contestualmente al tributo o alla tariffa di cui al comma 29, alla scadenza delle prime tre rate. Leventuale conguaglio riferito allincremento della maggiorazione fino a 0,40 euro è effettuato al momento del pagamento dellultima rata. È consentito il pagamento in unica soluzione entro il mese di giugno di ciascun anno». 388. È fissato al 30 giugno 2013 il termine di scadenza dei termini e dei regimi giuridici indicati nella tabella 1 allegata alla presente legge. 389. Il termine per la conclusione dei lavori dellemhtml:file://C:Documents and SettingsRINO-CASADesktopPDL 5534-bis-B.mht 23/12/2012
  4. 4. PDL 5534-bis-B Pagina 140 di 182 MOLISE 2.070 6.209 PIEMONTE 11.722 35.167 PUGLIA 10.914 32.741 SARDEGNA 20.580 61.739 SICILIA 42.877 128.630 TOSCANA 10.246 30.739 UMBRIA 3.556 10.669 VENETO 7.254 21.761 TOTALE 200.000 600.000 Testo approvato dalla Camera dei Deputati Testo modificato dal Senato della Repubblica Tabella 2 (articolo 1, comma 388) Termine Fonte normativa Articolo 15, comma 2, quinto periodo, del o 1 1 gennaio decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, 2013 convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 135 Articolo 12, comma 84, del decreto-legge 6 o 2 1 gennaio luglio 2012, n. 95, convertito, con 2013 modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 135 Articolo 28, comma 1, del decreto legislativo 18 aprile 2011, n. 59, 3 19 gennaio limitatamente allarticolo 10, comma 1, 2013 dello stesso decreto, con riferimento allarticolo 3, comma 3, lettere a), b), c), d), e), h), i), n) ed o), del medesimo decreto 19 gennaio Allegato II, paragrafo I, lettera B, punto 4 2013 5.2, ultimo capoverso, del decreto legislativo 18 aprile 2011, n. 59 Articolo 2, comma 3, del decreto-legge 25 31 marzo 2010, n. 40, convertito, con 5 dicembre modificazioni, dalla legge 22 maggio 2010, 2012 n. 73 Articolo 15, comma 3-quinquies, del 31 decreto-legge 29 dicembre 2011, n. 216, 6 dicembre convertito, con modificazioni, dalla legge 24 2012 febbraio 2012, n. 14 Articolo 5, comma 7-duodecies, del decreto- Per gli anni legge 30 dicembre 2009, n. 194, convertito, 7 2010, 2011 con modificazioni, dalla legge 26 febbraio e 2012 2010, n. 25 Articolo 21-bis, comma 1, primo e secondo 31 periodo, del decreto-legge 31 dicembre 8 dicembre 2007, n. 248, convertito, con modificazioni, 2012 dalla legge 28 febbraio 2008, n. 31 31 Articolo 29, comma 5, del decreto 9 dicembre legislativo 9 aprile 2008, n. 81 2012 Articolo 23, comma 1, del decreto-legge 29 31 dicembre 2011, n. 216, convertito, con 10 dicembre modificazioni, dalla legge 24 febbraio 2012, 2012 n. 14 Articolo 8, comma 30, del decreto-legge 6 31 dicembre 2011, n. 201, convertito, con 11 dicembre modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2012 2011, n. 214 31 Articolo 4, comma 3, del decreto legislativo 12 dicembre 31 maggio 2011, n. 91 2012 31 13 dicembre Articolo 8, comma 7, del decreto legislativomhtml:file://C:Documents and SettingsRINO-CASADesktopPDL 5534-bis-B.mht 23/12/2012
  5. 5. ASSOCIAZIONE AMBIENTE E LAVOROPer essere sempre informato: http://www.amblav.it

×