Metodologia Fattore K

825 views

Published on

Fattore K - Metodologia di analisi applicata a sistemi economici complessi

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
825
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
47
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Metodologia Fattore K

  1. 1. Metodologia K nowledge-based E conomy applicabile ai sistemi complessi “ Il miglior investimento possibile è nella conoscenza” DIREZIONE GENERALE ATTIVITÀ PRODUTTIVE, COMMERCIO E TURISMO Successful TESTED
  2. 2. Una metodologia … successful TESTED <ul><li>Fattore K è innovativo percorso di lavoro sperimentato per la prima volta sui sistemi turistici territoriali di 6 regioni d’Europa: </li></ul><ul><ul><li>Emilia-Romagna </li></ul></ul><ul><ul><li>Liguria </li></ul></ul><ul><ul><li>Sardegna </li></ul></ul><ul><ul><li>Toscana </li></ul></ul><ul><ul><li>PACA (Francia) </li></ul></ul><ul><ul><li>Catalogna (Spagna) </li></ul></ul>PMI turistiche per la prima volta a confronto sotto l’inedita lente degli investimenti immateriali nella knowledge-based economy
  3. 3. A chi si rivolge <ul><li>Protagonisti/destinatari dei risultati </li></ul><ul><ul><li>Imprese </li></ul></ul><ul><ul><li>Sistema territoriale </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Stakheolder diretti </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Stakeholder indiretti </li></ul></ul></ul><ul><li>Utilizzatori finali </li></ul><ul><ul><li>Istituzioni pubbliche </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Soggetti decisori </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Referenti tecnici </li></ul></ul></ul><ul><ul><li>Distretti industriali e/o tecnologici </li></ul></ul><ul><ul><li>Cluster territoriali omogenei </li></ul></ul><ul><ul><li>Formazione e ricerca </li></ul></ul><ul><ul><li>Sistemi delle PMI e artigianato </li></ul></ul><ul><ul><li>Organizzazioni di categoria e sindacali </li></ul></ul><ul><ul><li>Media </li></ul></ul>Più livelli di analisi strategica: internazionale, nazionale, interregionale, regionale, provinciale e locale <ul><li>Agroalimentare </li></ul><ul><li>Manifatturiero </li></ul><ul><li>High-tech </li></ul><ul><li>Commercio </li></ul><ul><li>Turismo </li></ul><ul><li>Trasporti </li></ul>di tutti i settori economici: <ul><li>Servizi alle imprese </li></ul><ul><li>Servizi alla persona </li></ul><ul><li>Artigianato </li></ul><ul><li>Imprese della conoscenza </li></ul><ul><li>Etc. </li></ul>
  4. 4. 2 processi integrati di K nowlegde-based E conomy Bottom-up Ascolto Analisi Partecipazione Confronto Divulgazione Combinazione Azione Progetto con indicatori di controllo Processo di collaborazione territoriale/sistemico Processo di governance dell’innovazione
  5. 5. 4 ingranaggi/attività k nowledge intensive Confronto con le PMI Campionamento, analisi dei bilanci, interviste di approfondimento Confronto con gli stakeholder Audit in profondità degli attori pubblici e privati, istituzionali e imprenditoriali, diretti e indiretti, del sistema coinvolto Benchmark con modelli di eccellenza a livello europeo Analisi dello scenario competitivo settore di riferimento, il mercato caratteristico, dimensioni e trend, stato dell’arte ed evoluzione, gli attori in campo, il quadro normativo, etc. Rapporti di ricerca con Analisi Strategica Proposte progettuali di K-actions Istruzioni e indicatori di Governance Tre output
  6. 6. 11 goal <ul><li>Nuove modalità di “ascolto” e “apprendimento” tridimensionale </li></ul><ul><li>Applicazione del “modello giraffa” o lungimirante </li></ul><ul><li>Aumento del coinvolgimento e della partecipazione del sistema territoriale e imprenditoriale in chiave bottom-up </li></ul><ul><li>Anticipazione delle risposte alle aspettative e riduzione delle entropie di sistema </li></ul><ul><li>Crescita della cultura di leadership e del valore del capitale umano nei sistemi e nelle organizzazioni </li></ul><ul><li>Emulazione-diffusione di buone prassi con benchmark intraeuropeo </li></ul><ul><li>Innovazione di linguaggio e di comportamento </li></ul><ul><li>Crescita della reputazione istituzionale e aumento del senso di responsabilità condiviso con cittadini e imprese </li></ul><ul><li>Crescita di appeal e attrattività </li></ul><ul><li>Corretto impiego del fattore-leva “conoscenza” da parte dei principali protagonisti gestionali (istituzioni, università, formazione, imprese) </li></ul><ul><li>Modello e metodologia replicabile e applicabile in più settori </li></ul>
  7. 7. And now, ladies and gentlemen? <ul><li>Seminario tecnico di dirigenti e posizioni organizzative su </li></ul><ul><ul><li>Lesson Learnt Fattore K - Emilia-Romagna </li></ul></ul><ul><ul><li>Metodologia Knowledge based </li></ul></ul><ul><li>Question time partecipanti </li></ul><ul><li>Valutazione da parte dei partecipanti </li></ul><ul><li>Rapporto di audit dal seminario tecnico </li></ul>
  8. 8. GRAZIE DELL’ATTENZIONE Progetto, modello, elaborazioni, azioni e metodologia sono un prodotto originale dello Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione © All rights reserved, Alghero (SS), novembre 2007 © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione - Italy – 07041 Alghero (SS) via Carlo Alberto, 70 Tel/Fax: +39 079 983312 – 079 9733064 - E-mail: [email_address] Realizzato nell’ambito del progetto interregionale di sviluppo turistico “Fattore K- Gli investimenti immateriali per il successo internazionale del sistema delle PMI turistiche e agro-alimentari più significative” (L. 135/01) GRAZIE DELL’ATTENZIONE

×