Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Vinix Lab Academy Torino

536 views

Published on

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Vinix Lab Academy Torino

  1. 1. Parte I Questione di feeling Davide Cocco
  2. 2. Alcune date 1962 – avvio delle ricerche ARPA 1969 – collegamento dei primi computer tra 4 università americane 1972 – nasce @ 1973 – Gran Bretagna e Svezia si collegano 1984 – quota mille 1986 – nasce cnr.it 1987 – quota diecimila 1989 – quota centomila 1990 – scompare Arpanet, nasce HTML 1991 – nasce il www (ipertesto) 1992 – quota un milione 1993 – mosaic 1996 – quota dieci milioni 1999 – quota duecento milioni
  3. 3. A che punto siamo?
  4. 4. I dati In Italia 24 milioni di persone si collegano almeno una volta al mese
  5. 5. L’andamento
  6. 6. Situazione e crescita Utenti in milioni
  7. 7. % sulla popolazione
  8. 8. Aree geografiche
  9. 9. Età
  10. 10. Ancora più interessante
  11. 11. Informazioni Stampa Televisione Internet Testo e immagini Testo, immagini, suoni, Immagini, suoni, movimenti movimento Momento di fruizione Momento di fruizione Momento di fruizione soggettivo obbligato soggettivo Lettura attiva Ricezione passiva Ricerca e fruizione attive Tempo di fruizione illimitato Tempo di fruizione limitato Tempo di fruizione illimitato Possibilità di recuperare le Impossibilità di recuperare le Possibilità di recuperare le informazioni informazioni informazioni illimitato Fruizione individuale o Fruizione individuale Fruizione individuale collettiva Facile conservabilità Difficile conservabilità Facile conservabilità
  12. 12. E voi? A che punto siete?
  13. 13. La mail Un’e-mail parla per noi
  14. 14. La mail non è morta
  15. 15. Vantaggi Veloce Asincrona Economica (?) Multipla
  16. 16. Fondamentali L’oggetto La piramide rovesciata
  17. 17. Da ricordare Paragrafi brevi Separati da spazi bianchi Utilizzare spesso e volentieri elenchi Abolire assolutamente sfondi La grammatica La firma
  18. 18. Assolutamente vitale La revisione
  19. 19. La svolta 1999: the cluetrain manifesto Levine, Locke, Searls & Weinberger
  20. 20. Inizia così se quest’anno avete tempo anche per una sola idea, questa è la sola da non perdere non siamo spettatori, né occhi, né utenti finali, né consumatori siamo esseri umani e la nostra influenza va al di là della vostra capacità di presa cercate di capirlo
  21. 21. Tesi n. 1 I mercati sono conversazioni
  22. 22. E continua 2. I mercati sono fatti di esseri umani, non di segmenti demografici. 3. Le conversazioni tra esseri umani suonano umane. E si svolgono con voce umana. 4. Sia che fornisca informazioni, opinioni, scenari, argomenti contro o divertenti digressioni, la voce umana è sostanzialmente aperta, naturale, non artificiosa. 5. Le persone si riconoscono l’un l’altra come tali dal suono di questa voce. 6. Internet permette delle conversazioni tra esseri umani che erano semplicemente impossibili nell’era dei mass media.
  23. 23. Due casi limite Carrefour Assago (sett. 2008) Mosaico arredamenti (2008)
  24. 24. La conseguenza La teoria della coda lunga “Oggi abbiamo venduto più libri tra quelli che ieri non sono affatto andati di quanti ne abbiamo venduti tra quelli che ieri sono andati” Dal mercato di massa alla massa dei mercati
  25. 25. In soldoni E' un insieme di piattaforme che consentono a chiunque di pubblicare, a costo praticamente nullo, qualsiasi tipo di contenuto multimediale e di condividerlo
  26. 26. Gli utenti 500.000 blog attivi 5 milioni di creatori di contenuti quasi 18 milioni di iscritti a FB Un post ogni 5 secondi
  27. 27. Il passaparola Il 71% degli utenti legge recensioni È persistente È ricercabile e verificabile Non perde di intensità È diretto (link)
  28. 28. I segreti Ascoltare Saper ascoltare Saper dialogare Creare, ove possibile, un luogo di dialogo L'azienda come “comunità” IMPARARE dalla conversazione
  29. 29. Perché utilizzare i social network 1. Because social media is now the number one online activity beating porn and personal email to the top spot. 2. Because 2/3 of the global internet population visit social networks. 3. Because time spent on social networks is growing at 3x the overall internet rate, accounting for 10% of all internet time. 4. Because online including social media has become the most influential source in helping consumer make purchasing decisions. 5. Because millions of people are creating their own content for the social web. 6. Because the next 3 billion consumers will access the internet from a mobile device. 7. Because Facebook is now the operating system of the social web. It has won the social networking war. 8. Because Twitter believes it will have 1 billion users by 2012. 9. Because one way marketing has had its day! Stop thinking “campaigns”. Start thinking “conversations”. 10. Because in almost all cases social media is free. All it will cost you is time.
  30. 30. Perché non è solo una moda I dati lo dimostrano
  31. 31. Perché i Social Network? Aumento dei contatti gestibili 6 gradi di separazione I contatti “deboli” aiutano di più Per comunicare con le nuove generazioni Perché gli utenti se lo aspettano
  32. 32. 1. Il web come fine e non come mezzo
  33. 33. 2. la marchetta mascherata
  34. 34. 3. La sindrome di dr. Jeckill e mr. Hide
  35. 35. 4. Trovarsi un nemico
  36. 36. 5. Merda e sangue
  37. 37. 6. il giornalista è un nemico e tutti i giornali devono chiudere
  38. 38. 7. Il punto di domanda ovvero l’elemosina dei commenti
  39. 39. 8. Parlarsi addosso
  40. 40. 9. La sindrome del righello !! ! ovvero il celolunghismo
  41. 41. 10. La sindrome del !! ! ! ! ! ! ! ! ! ! Marchese del Grillo
  42. 42. 10. La sindrome del !! ! ! ! ! ! ! ! ! ! Marchese del Grillo
  43. 43. Grazie per l’attenzione www.studiocru.com davide@studiocru.it twitter: @studiocru

×