Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Startup e PMI Innovative: requisiti e normativa

909 views

Published on

Le Startup e le PMI Innovative rappresentano un nuovo modo di fare impresa in Italia, con regole e con strumenti innovativi riservati a chi sceglie di investire in settori ad alto valore tecnologico. Scopriamo cosa prevede la normativa italiana e come sfruttare al meglio questa grande opportunità per far ripartire la nostra imprenditoria e la nostra economia.

Published in: Business
  • Be the first to comment

Startup e PMI Innovative: requisiti e normativa

  1. 1. Requisiti e tipologie previste dalla normativa Bari, 13 maggio 2015 – Camera di Commercio – Avv. Stefano Narducci
  2. 2. La “Vision” del Legislatore Uno dei rari esempi in cui l’incipit della norma contiene le sue finalità “Le presenti disposizioni sono dirette a favorire la crescita sostenibile, lo sviluppo tecnologico, la nuova imprenditorialità e l’occupazione, in particolare giovanile, con riguardo alle imprese start- up innovative” Bari, 13 maggio 2015 – Camera di Commercio – Avv. Stefano Narducci
  3. 3. La “Mission” legislativa Sviluppare una nuova cultura imprenditoriale Creare un contesto favorevole all’innovazione Promuovere una maggiore mobilità sociale Attrarre nuovi talenti, imprese innovative e capitali dall’estero Avv. Stefano Narducci | Startup Club | Bari, 13 maggio 2015
  4. 4. Quando una start-up è “innovativa” Meno di 5 anni di attività Meno di 5 milioni di fatturato Non distribuisce utili Sede principale o produttiva o filiale in Italia Oggetto sociale esclusivo o prevalente lo sviluppo, la produzione e la commercializzazio ne di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico Bari, 13 maggio 2015 – Camera di Commercio – Avv. Stefano Narducci
  5. 5. Cosa significa “innovativo” e “ad alto valore tecnologico” INNOVATIVO Che ha un contenuto di novità tale da cambiare, per lo più in meglio, lo stato di cose esistente TECNOLOGICO Relativo alla tecnologia… che, a sua svolta, studia i procedimenti applicabili ad un’arte o a un’industria; i processi di lavorazione delle materie prime per trasformarle in prodotti finiti; complesso delle attività e degli strumenti di cui si avvale l’uomo nelle varie epoche per controllare risorse naturali e produzione di beni Bari, 13 maggio 2015 – Camera di Commercio – Avv. Stefano Narducci
  6. 6. Cosa ne pensa il MISE Lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi devono essere tutti quanti oggetto dell’attività Le dichiarazione delle aspiranti start-up innovative non possono essere valutate nel merito dal Registro delle Imprese (iscrizione automatica) La valutazione di merito potrà essere successivamente svolta da altri soggetti (Guardia di Finanza) Bari, 13 maggio 2015 – Camera di Commercio – Avv. Stefano Narducci
  7. 7. Ulteriori requisiti alternativi (almeno uno) Investe almeno il 15% fra fatturato e costi in ricerca e sviluppo Forza lavoro complessiva 1/3 dottorandi, dottori di ricerca, ricercatori o 2/3 soci- collaboratori con laurea magistrale Titolare, depositaria o licenziataria di un brevetto (privativa industriale) o programma per elaboratore registrato Bari, 13 maggio 2015 – Camera di Commercio – Avv. Stefano Narducci
  8. 8. Start-up a vocazione sociale Oltre ad avere i requisiti previsti per le start-up innovative devono operare in via esclusiva in alcuni settori specifici, come ad esempio: • Assistenza sociale • Educazione, istruzione e formazione • Assistenza sanitaria • Tutela dell’ambiente e dell’ecosistema • Turismo sociale Bari, 13 maggio 2015 – Camera di Commercio – Avv. Stefano Narducci
  9. 9. Principali Agevolazioni Costituzione e modifiche con modello standard e firma digitale (novità “Investment Compact”) Esonero diritti camerali e imposte di bollo Deroghe diritto societario (quote con particolari diritti, SFP, Equity Crowdfunding) Stock Option e Work for Equity Non è previsto il fallimento (in senso tecnico) Credito d’imposta per assunzione personale altamente qualificato e incentivi fiscali per chi investe Bari, 13 maggio 2015 – Camera di Commercio – Avv. Stefano Narducci
  10. 10. Le PMI Innovative PMI che operano nell’ambito dell’innovazione tecnologica (- 250 dipendenti - 50 milioni fatturato) • Società di capitali • Sede principale, produttiva o filiale in Italia • Certificazione dell’ultimo bilancio • Non quotate • 2 fra questi requisiti: a) spesa in ricerca, sviluppo e innovazione 3% fra costi e fatturato; b) 1/5 del personale dottorandi, dottori di ricerca, ricercatori o 1/3 laurea magistrale; c) depositaria o licenziataria di una privativa industriale, biotecnologica, nuova varietà vegetale o programma per elaboratore purché privativa afferente all’oggetto sociale • Le ulteriori agevolazioni già previste per le start-up innovative Bari, 13 maggio 2015 – Camera di Commercio – Avv. Stefano Narducci
  11. 11. Perché investire in Startup Innovative Bari, 13 maggio 2015 – Camera di Commercio – Avv. Stefano Narducci Quella dell’innovazione è una sfida inevitabile per ogni imprenditore Il legislatore mostra uno spiccato «favor» Le agevolazioni, già significative, tendono a crescere man mano Rappresenta un nuovo modo di fare impresa, anche attraverso strumenti innovativi Consente di accedere a investimenti privati e a finanziamenti bancari dedicati E’ un modo per diversificare e realizzare il passaggio generazionale
  12. 12. Grazie! Bari, 13 maggio 2015 – Camera di Commercio – Avv. Stefano Narducci W www.startupclub.it facebook.com/associazionestartupclub @startupclubita info@startupclub.it

×