Workshop noppt cera cardone_8 ottobre

1,380 views

Published on

Presentazione del workshop "NO .PPT" - di Stefano Cera e Michele Cardone - Roma 8 ottobre 2012

Published in: Education
2 Comments
3 Likes
Statistics
Notes
No Downloads
Views
Total views
1,380
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
795
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
2
Likes
3
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Workshop noppt cera cardone_8 ottobre

  1. 1. STEFANO CeraMichele CARDONE
  2. 2. MA COME……nemmeno uno straccio di powerpoint?!
  3. 3. NO .PPTorture
  4. 4. DIAVOLO d’un PPT!
  5. 5. SEEEEEE Come no?!Fonte: New York Times
  6. 6. E questamodestamente… …l’ho fatta io?!
  7. 7. ERITREA 5a KHARTOUM 5b AU (Etiopia -> Nigeria) 6f ZAGHAWA BIDEYAT SLA CHAD LIBIA JEM 6d CHAD SPLM 6e WAHID 6a 3b FUR IBRAHIM 6b MASALIT ZAGHAWA KUBE 3a LIBIA USA CHAD 3a TURABI 1a MINAWI 42a ZAGHAWA TUER SPLM SPLM 1b NMRD 2b LIBIA 6c USA CHAD
  8. 8. Differenze CHE .PPT?!
  9. 9. DifferenzeNO .PPT
  10. 10. blogs.msdn.com Photo Ric Breitschneider Garr Reynolds La terza via?
  11. 11. 1 NO CONTENUTI
  12. 12. 18
  13. 13. 19
  14. 14. • Canali à verbale (contenuto), para verbale(tono, ritmo, volume, etc.), non verbale(mimica gestualità, postura, etc.)• Tre livelli di analisi à sintassi (codice,rumore, etc.); semantica (senso, significato);pragmatica (effetto sul comportamento)• Congruenza à si dice si con tutti i canali• Forza dei canali à i livelli non verbalipesano di più del verbaleL efficacia si misura all arrivo!
  15. 15. www.francescogavello.itLa conoscenza non è riempire le menti, è aprirle. G. Siemens – Knowing Knowledge
  16. 16. 2 NO FORMAT
  17. 17. NON LE USO… …ma se le uso?
  18. 18. “Saper semplificare significa eliminare ciò che è superfluo perché possa esprimersi ciò che è necessario” HANS Hoffmann Parola-chiave Semplicitàhttp://27.media.tumblr.com/tumblr_lj8xd0Khur1qzlh0mo1_400.jpg
  19. 19. masterview.ikonosnewmedia.com
  20. 20. “Noi stessi siamo qui Diplomazia popolare come ospitanti di un evento e di un incontro che sentiamo totalmente mozambicani. In questa prospettivala nostra presenza intende essere forte per quel cheriguarda lamicizia, ma discreta e Andrea Riccardi, Comunità di rispettosa” sant’Egidio, luglio 1990 www.globalproject.info
  21. 21. Il conflitto Il conflitto etnico“Quando i tamburi battonoforte, le voci deboli non sisentono”-Francis Quarles Elementi principali Legame di sangue TerritorioGioco a somma-zero”Lose-lose solution 29
  22. 22. Creatività Sei cappelli per pensare Edward De Bono
  23. 23. Tipo di font Courier New Organizzato e strutturato Comic Sans Pensi di essere simpatico Times New RomanPigro, apatico, senza immaginazione (Usi solo il carattere di default!)
  24. 24. Tipo di font Bookman Old StyleEvita di andare al pub qualche sera Helvetica! Ti piace andare a Parigi" Wingdings (Wingdings) Sei un nerd e non hai una vita
  25. 25. Tipo di font Tutte lettere minuscole Tranquillo, timido TUTTE LETTERE MAIUSCOLE URLI TROPPO! MiSTo dI MAuiSCOlE e MiNuScOLeQuESto E’ un RaPIMentO… veDi dI PORtarcI I soLDi!
  26. 26. 3 NO IMPROVVISAZIONE
  27. 27. e qui?Improvvisazione?
  28. 28. P P E VProgettazione Preparazione Erogazione Valutazione
  29. 29. Improvvisare è meraviglioso.Ma il fatto è che non si puòimprovvisare se non saiesattamente cosa stai facendo. Christopher Walken (attore)
  30. 30. 4 NO A UNA VIA
  31. 31. Formazione o .PPT?1 I nostri quattro stimoli per creare 2 una riflessione sul ruolo di chi fa formazione. 34 Tutto il sapere è informazione ma non tutta l informazione è sapere G. Siemens – Knowing Knowledge
  32. 32. PPT

×