Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Slide seo training-catania-2015

381 views

Published on

Gli elementi principali per orientarsi al copywriting SEO, come scrivere un testo valido per i motori di ricerca per l'utente.

Published in: Marketing
  • Be the first to comment

Slide seo training-catania-2015

  1. 1. SEO & Copywriting Stefania Ferri Copywriter & Digital Strategist DEA Marketing
  2. 2. CHI SONOCHI SONO Stefania Ferri Copywriter DEA Laurea in Sociologia Master SEO Master in Social Media Marketing - SQcuola di Blog Copywriter DEA Marketing s.r.l Coordinatore SEO Training @ferriste https://it.linkedin.com/in/ferristefania https://www.facebook.com/stefania.ferri81 www.stefaniaferri.it
  3. 3. ARGOMENTIARGOMENTI • Cos’è SEO Copywriting • Elementi principali onpage • Elementi importanti nella scrittura • Cosa è cambiato dopo Hummingbird • Consigli • Conclusioni Stefania Ferri Copywriter DEA
  4. 4. SEO COPYWRITING: DEFINIZIONISEO COPYWRITING: DEFINIZIONI SEO: acronimo che indica Search Engine optimization SEO Copywriting : Scrittura persuasiva ed ottimizzata per i motori di ricerca, in altre parole farsi scegliere sia dagli utenti che dai motori di ricerca. «Intercettare un bisogno e creare un contenuto che sia in grado di soddisfarlo.» Stefania Ferri Copywriter DEA
  5. 5. Cosa non è SEO CopywritingCosa non è SEO Copywriting • Farcire il testo di parole chiave • Manipolare il testo per ottenere risultati • Keyword stuffing • Ridondanza Stefania Ferri Copywriter DEA
  6. 6. STORIA SEO COPYWRITINGSTORIA SEO COPYWRITING • Prima tutto era diverso…poi sono arrivati: • Caffeine (2010) : contenuti aggiornati e «freschi» • Panda (2011) : no alle Content Farm, ovvero siti, portali e aggregatori di news che pubblicano contenuti di scarsa qualità quindi no al contenuto duplicato e a pagine web inutili, di bassa qualità e senza uno scopo. Sì ai contenuti rilevanti ed originali! • Hummingbird (2013) : algoritmo nuovo dal punto di vista funzionale. Capace di interpretare e contestualizzare le frasi complete e lunghe e di restituire risultati notevolmente migliori per l'utente. https://moz.com/google-algorithm-change Stefania Ferri Copywriter DEA
  7. 7. ELEMENTI PRINCIPALI ONPAGEELEMENTI PRINCIPALI ONPAGE • KEYWORDS E CAMPO SEMANTICO • TITLE • DESCRIPTION • HEADING TAGS Stefania Ferri Copywriter DEA
  8. 8. Keywords e campo semanticoKeywords e campo semantico Scegli le parole chiave di interesse, quelle più performanti e pertinenti e delinea il tuo campo semantico. Strumenti come il keyword planner di Google AdWords, lo strumento Suggest di Google e tutte le ricerche correlate che ti propone Google. Non dimenticare di usare sinonimi…! Poi vedremo meglio perché  Stefania Ferri Copywriter DEA
  9. 9. TITLETITLE Il Title è il titolo assegnato ad ogni pagina web, quello che viene visualizzato dai motori di ricerca come prima voce quando si digita una query/ricerca. 60/70 caratteri e max 12 parole Non spingere più di una keyword nel title Title unici: ad ogni title una pagina web Provare a seguire lo schema ” Keyword | Brand” Stefania Ferri Copywriter DEA
  10. 10. TITLETITLE  Titoli accattivanti solo il 20% delle persone leggeranno il tuo articolo mentre circa l’80% leggeranno l’headline!  ATTENZIONE A NON CADERE NELLA TRAPPOLA DEL SENSAZIONALISMO E NON PERDERE CREDIBILITÀ • http://www.seotraining.it/blog/copywriting/i-titoli-i-miti-da-sfatare.php Stefania Ferri Copywriter DEA
  11. 11. DESCRIPTIONDESCRIPTION Fornisce a Google una sorta di riassunto dell’argomento della pagina , è il testo che appare sotto il titolo della pagina nelle Serp. descrizione breve ed accurata, e coerente con il contenuto della pagina  meta description devono essere uniche per ogni pagina e non devono supere i 150/160 caratteri. Concretezza: elemento che spinge utente a cliccare Call to action: spingi lettore all’azione: precisa e decisa no alla vaghezza Stefania Ferri Copywriter DEA
  12. 12. DESCRIPTIONDESCRIPTION ESEMPI: Granite a Catania, granita caffè con panna, granita fragola, granita pistacchio, granita melone. Tutte le granite, compra tutto!!!  NO VADE RETRO :D Granite a Catania: ti offriamo le migliori selezioni per tutti i gusti! Scopri le nostre fresche e deliziose bevande!  Sì Stefania Ferri Copywriter DEA
  13. 13. HEADING TAGSHEADING TAGS Ci permette di suddividere in paragrafi il nostro testo, è molto apprezzato dal motore di ricerca poiché crea una struttura ben definita che consente una navigazione più facile all’utente. Inoltre il tag heading comunica allo spider la parola chiave prescelta per indicizzare correttamente il contenuto. Ci sono 6 tipologie di tag con cui possiamo organizzare i paragrafi del nostro testo, sono da utilizzare in ordine e ci forniscono un ottimo strumento con cui catturare l’attenzione degli utenti. Stefania Ferri Copywriter DEA
  14. 14. HEADING TAGSHEADING TAGS •<h1> è l’headline, ossia il titolo principale, ed è da sempre ritenuto il più importante fra i fattori di ottimizzazione on page. •<h2> e <h3>  per i sottotitoli e paragrafi delle pagine •<h4> e <h5> per i sottotitoli all’interno delle sezioni della pagina •<h5> e <h6> riguardano le note, gli approfondimenti ed il copyright. Stefania Ferri Copywriter DEA
  15. 15. HEADING TAGS: esempioHEADING TAGS: esempio <h1> Titolo della pagina </h1> <p> Testo relativo all’heading tag H1 </p> <h2> Primo sottotitolo </h2> <p> Testo relativo all’heading tag H2 </p> <h3> Sottoparagrafo 1 </h3> <p> Testo relativo all’heading tag H3 </p> <h2> Secondo sottotitolo </h2> <p> Testo relativo all’heading tag H2 </p> <h3> Sottoparagrafo 2 </h3> <p> Testo relativo all’heading tag H3 </p> <h4> Sottoparagrafo 2.1  </h4> <p> Testo relativo all’heading tag H4 </p> <h5> Sottoparagrafo 2.1.1 </h5> <p> Testo relativo all’heading tag H5 </p> <h6>  Note </h6> <p> Testo relativo all’heading tag H6 </p> Stefania Ferri Copywriter DEA
  16. 16. ELEMENTI COPYELEMENTI COPY GRAMMATICA E PUNTEGGIATURA LEGGIBILITÀ DEL TESTO: formattazione, spaziatura, immagini TESTO RISPONDE AI BISOGNI DELL’UTENTE INTERESSANTE RILEVANTE UTILE INSERISCI LINK : navigabilità e permanenza nel sito, risorse esterne utili P.S. ricordati sempre di rileggere  Stefania Ferri Copywriter DEA
  17. 17. SEO COPYWRITING DOPO HUMMIGBIRDSEO COPYWRITING DOPO HUMMIGBIRD  Hummingbird 2013  Algoritmo Rivoluzionario: interpreta frasi complete e lunghe.  Interpreta e contestualizza le frasi risultati migliori per l'utente.  Query conversazionali  Knowledge Graph  Entity  Campo semantico  Schema.org: i dati strutturati per rendere più «semantico» il contenuto "Fai in modo che il tuo sito web si distingua dagli altri nel tuo campo" Stefania Ferri Copywriter DEA
  18. 18. KNOWLEDGE GRAPHKNOWLEDGE GRAPH In Italia dal 2012: Mdr comprende le reali dinamiche tra cose e persone nella vita di tutti i giorni! Non c’è più corrispondenza tra interrogazione e parola chiave ma risultati che rispondono alla reale entità del termine cercato e a tutte le corrispondenze possibili. SINTESI MIGLIORE APPROFONDIMENTO DEI TEMI CON HUMMINGBIRD  miglioramento: mdr interpreta meglio la query e quindi la realtà degli utenti, comprende le differenze, e tutto questo senza mai perdere nulla in termini di flessibilità. http://googleitalia.blogspot.it/2012/12/knowledge-graph-verso-il-motore-di.html Stefania Ferri Copywriter DEA
  19. 19. KNOWLEDGE GRAPHKNOWLEDGE GRAPH Stefania Ferri Copywriter DEA
  20. 20. ENTITYENTITY DEFINIZIONE: Le entità in Google Knowledge Graph sono oggetti semantici (tipi di schema), ciascuno con un identificatore univoco che rappresentano un insieme di proprietà rilevato in base agli attributi degli argomenti del mondo reale che essi rappresentano e alla loro relazione con altre entità. Per migliorare i risultati di ricerca Google si serve del Knowledge Graph, ed è in grado di associare alle query di ricerca effettuate degli oggetti (entità) e allo stesso tempo creare delle associazioni con altri oggetti correlati. Parlando strettamente in termini di motori di ricerca, le entità sono un oggetto di conoscenza: persone, luoghi, cose, idee. Stefania Ferri Copywriter DEA
  21. 21. ENTITYENTITY Con Hummingbird allontaniamo dal concetto di keyword e ci avviciniamo al concetto di entity Web Semantico: le pagine devono essere understandable grazie alla semantica, e i motori di ricerca possono meglio comprendere il significato in modo più rapido. Obiettivo  capire meglio le intenzioni degli utenti Con Hummingbird: Conversational search -Personalizzazione e geolocalizzazione Distingue tra entità e concetti: da interpretazione a comprensione Stefania Ferri Copywriter DEA
  22. 22. ENTITYENTITY IMPORTANZA DEL CAMPO SEMANTICO E DEI SINONIMI Con arrivo di Hummingbird Google utilizza sempre più la Semantica che già utilizzava. Il motore di ricerca restituisce risultati non solo per la frase esatta digitata, ma anche per i termini tematici ad essa collegata. Per questo è importante utilizzare sinonimi e termini correlati per posizionarsi non solo con le parole chiave selezionate ma anche con tante altre keywords. Stefania Ferri Copywriter DEA
  23. 23. MICRODATIMICRODATI Stefania Ferri Copywriter DEA COSA SONO I MICRODATI? I microdati (introdotti dall’HTML5) vengono utilizzati per “etichettare” alcuni dati contenuti all’interno di una pagina web in modo che Google riesca ad interpretarli. Ogni tipologia di contenuto avrà il relativo insieme di dati; questo perché ogni entità è caratterizzata da dati specifici (un ristorante, ad esempio, non avrà la lista delle tracce audio tra le specifiche). Questo per rendere più semantico il contenuto agli occhi dei motori di ricerca o meglio aiutare Google a decodificare ed interpretare. http://www.alessiopomaro.com/microdati-microformati-rich-snippet-cosa-sono/
  24. 24. CONSIGLICONSIGLI  Contenuti approfonditi che esplorano il campo semantico  Utilizza la regole delle 5 W Who what where when why  Termini conversazionali: come fare, dove  Sinonimi e termini correlati  Dividi il testo in argomenti e sotto argomenti ed esplorali  Offri reale valore ai tuoi utenti  Intercetta i bisogni del target Stefania Ferri Copywriter DEA
  25. 25. CONCLUSIONICONCLUSIONI • I copywriter devono ora impegnarsi ad approfondire i contenuti • tener conto della semantica, sinonimi, correlazioni • soddisfare le domande degli utenti • creare testi utili ed approfonditi che soddisfino le esigenze reali degli utenti • evitare contenuti duplicati Stefania Ferri Copywriter DEA
  26. 26. CONCLUSIONICONCLUSIONI BUON SEO COPYWRITING A TUTTI !!! Stefania Ferri Copywriter DEA
  27. 27. GRAZIE A TUTTI ! Stefania Ferri Copywriter DEA

×