Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

ProYouth: Presentazione del Progetto Europeo

6,865 views

Published on

Promotion of young people’s mental health through technology-enhanced personalization of care.

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

ProYouth: Presentazione del Progetto Europeo

  1. 1. ProYouth Promotion of young people’s mental health through technology-enhanced personalization of careC. Manfredi1,2, G. Caselli1,3, G.M. Ruggiero4, S. Sassaroli41 Studi Cognitivi, Cognitive Psychotherapy School, Modena, Italy2 University of Pavia3 London South Bank University, London, UK4 Studi Cognitivi, Cognitive Psychotherapy School, Milano, Italy
  2. 2. Studi Cognitivi per Progetto ProYouth Background• La sofferenza mentale rappresenta una considerevole fonte di disagio e danno alla qualità della vita in tutta Europa• La sofferenza mentale interferisce con le relazioni interpersonali, sociali, con la vita in famiglia, il raggiungimento degli obiettivi accademici, la generale qualità della vita• L‘adolescenza è il periodo di maggior vulnerabilità allo sviluppo di disturbi psicologici (es: disturbi alimentari)• Bisogno di strategie di promozione della salute mentale per ridurre al minimo il numero di persone con diagnosi conclamata e diminuire il tempo di patologia non trattata 2
  3. 3. Studi Cognitivi per Progetto ProYouth Le sfide• Diversi bisogni per diverse persone (GRAVITÀ)• Diversi bisogni per diversi tempi (DECORSO)• A fronte di una necessità, può mancare il supporto psicologico per diverse ragioni: o scarsa conoscenza della salute mentale o scarsa conoscenza dei servizi di cura e delle modalità di accesso, o assenza di servizi, o vergogna, o timore di stigmatizzazione, o costo del trattamento 3
  4. 4. Studi Cognitivi per Progetto ProYouth Focus e strumenti• Prevenzione dei disturbi alimentari Oltre l’11% delle persone ha cattive abitudini alimentari (AN, BN, BED e schemi alimentari poco sani) nell’arco di vita (Favaro, Ferrara, Santonastaso, 2003)• Vantaggi di un approccio basato su internet Circa 778.000 adolescenti e preadolescenti in Italia passano più di un’ora al giorno connessi a internet (dati Audiweb, marzo 2012) 4
  5. 5. Studi Cognitivi per Progetto ProYouth Vantaggi di un approccio web (“E-mental Health”)• Approcciare un campione ampio• Usare le risorse in modo efficiente (moduli automatici)• Raggiungere persone in aree più isolate• Facilitare il peer-support (attraverso la comunità di internet)• Ridurre le barriere all’accesso a servizi specialistici• Focalizzare l’intervento sulle necessità individuali (adattamento flessibile dell’intervento alle caratteristiche individuali) 5
  6. 6. Studi Cognitivi per Progetto ProYouth Risultati di ricerche precedenti:• Es(s)prit (studenti universitari): o Fattibilità o Accoglienza, soddisfazione o Motivazioni per partecipare: anonimato, gratuità, approccio flessibile [Moessner et al., 2008; Bauer et al., 2009]• YoungEs(s)prit (studenti di scuola superiore): o Riduzione significativa dei casi di DA nel gruppo in cui è stato effettuato l’intervento (5.9%) rispetto al gruppo di controllo (10.4%) [Lindenberg et al. 2011]
  7. 7. Studi Cognitivi per Progetto ProYouthSviluppo della piattaforma ProYouth
  8. 8. Studi Cognitivi per Progetto ProYouth Obiettivi della piattaforma ProYouth1. Fornire informazioni sulla salute mentale e sui DA2. Assistere ragazzi giovani nell’individuazione di attitudini problematiche e comportamenti a rischio3. Dare suggerimenti su ciò che i ragazzi possono fare per aiutare loro stessi e gli altri4. Facilitare l’accesso ai servizi di cura (consulenza e trattamento) forniti dal territorio, limitando così il tempo che intercorre tra l’esordio dei sintomi e la richiesta di cure
  9. 9. Studi Cognitivi per Progetto ProYouth I servizi della piattaforma• Blog psicoeducativo• Screening• Monitoraggio• Forum• Chat di gruppo• Chat individuale
  10. 10. Studi Cognitivi per Progetto ProYouth Programma di implementazione1. Contattare le scuole e reclutare responsabili2. Concordare e attuare procedure di divulgazione del progetto (eventuale formazione del personale designato)3. Implementare e gestire l’intervento online attraverso la piattaforma PROYOUTH4. Raccogliere e elaborare i dati, condividere e pubblicare i risultati
  11. 11. Studi Cognitivi per Progetto ProYouthObiettivi raggiunti 11
  12. 12. Studi Cognitivi per Progetto ProYouth Stato dell’arte (1)• 22 mediatori attivi in Emilia Romagna• 4 mediatori attivi a Milano su 21 scuole• Collaborazione con Firenze• Partnershipcon il Ministerodella Salute 12
  13. 13. Studi Cognitivi per Progetto ProYouthStato dell’arte (2) 13
  14. 14. Studi Cognitivi per Progetto ProYouth To do list• Completare la disseminazione nella regione Emilia Romagna• Proseguire con la disseminazione a Milano e Firenze• Affiliare istituti superiori con il Progetto Circuito Scuole ProYouth• Follow-up negli istituti già visitati• Raccolta dati e analisi 14
  15. 15. Studi Cognitivi per Progetto ProYouth Prime analisi: correlazioni • N=145 (133 femmine) Frequenza Preoccupaz Compen Percez. Disturbo Problemi Giorni abbuffate ione peso sazione Corpo neg. sintomi scuola malattiaBMI .021 -.006 -.141 .180* -.226* -.138 -.109Frequenza .257** .293** -.07 -.019 -.156 .015abbuffatePreoccupazi .659** .461** .157 .068 .007one pesoCompensazi .478** .153 -.043 .007onePercezione .105 .113 -.031corpo neg.Disturbo .259** .792**sintomiProblemi -.108scuola 15
  16. 16. Studi Cognitivi per Progetto ProYouth Prime analisi: regressioni Preoccupazione B=.257, p<.01 Frequenza per il peso abbuffate Comportamenti di compensazioneB=.659, p<.001 B=.22, p<.05Preoccupazione Frequenza per il peso abbuffate B=.11, p>.05 16
  17. 17. Studi Cognitivi per Progetto ProYouth Conclusioni• Nella popolazione di adolescenti esaminata, gli agiti di compensazione mediano il rapporto tra preoccupazione per il peso e frequenza delle abbuffate• La percezione negativa del proprio corpo non correla con la frequenza delle abbuffate.  Le condotte di compensazione sono il predittore più forte delle abbuffate, e gli adolescenti sembrano cedere alle abbuffate non in relazione a una percezione negativa del proprio corpo, bensì ai comportamenti compensatori. 17
  18. 18. Studi Cognitivi per Progetto ProYouth GRAZIE PER LA VOSTRA ATTENZIONE! www.proyouth.euwww.facebook.com/proyouth.italia Chiara Manfredi c.manfredi@studicognitivi.net manfredi@proyouth.eu 339.1714595 18

×