SlideShare a Scribd company logo
1 of 4
Download to read offline
In collaborazione con
#forumpa2022
1
Documento di approfondimento della soluzione:
“Il CLIMA CHE VOGLIAMO”
1. Descrizione della soluzione
Il 2021 è stato un anno cruciale per la crisi climatica in atto, visto l’importante appuntamento
con la COP26, che doveva tenersi l’anno precedente ed è stata riprogrammata a Glasgow
nella prima metà di novembre 2021, con la presidenza dello UK e la co-presidenza italiana,
e con diversi eventi organizzati nelle settimane precedenti, tra cui la pre-Cop a Milano dal
30 settembre al 2 ottobre. Nonostante il tema fosse all’ordine del giorno dell’agenda
internazionale, l’attenzione mediatica e collettiva è stata pesantemente catalizzata dalla
pandemia globale da COVID-19. Una congiuntura che ha reso ulteriormente complesso il
lavoro di quanti – enti, associazioni, singoli - si stanno spendendo in tutto il mondo per
ribadire l’urgenza di azioni concrete, a livello politico, istituzionale, ma anche collettivo.
In questo contesto, L’Università di Padova ha deciso di dare un contributo alla
comunicazione sui cambiamenti climatici attraverso il Bo live, testata giornalistica online
nata nel 2018 con il prof. Telmo Pievani come direttore responsabile e Pietro Greco come
caporedattore (attualmente la caporedattrice è Elisabetta Tola) che si occupa di
divulgazione scientifica e culturale attraverso una rigorosa attenzione all’uso delle fonti
qualificate e dei dati scientifici.
È stata quindi creata una serie di articoli intitolata “Il clima che vogliamo”, pensata per
realizzare un focus a 360 gradi che approfondisca, in modo rigoroso, le principali
problematiche riguardanti il clima, rendendole allo stesso tempo comprensibili e chiare ad
un pubblico più ampio e differenziato possibile.
Diversi i filoni tematici che caratterizzano la serie, tra questi:
- il “climazionario”, un dizionario del clima in 10 puntate destinato a fornire a tutti le
conoscenze base e i concetti necessari a comprendere il complesso tema della crisi
climatica e delle sue implicazioni (le puntate sono disponibili anche in formato
podcast e sono presenti nella piattaforma Spotify, per una maggiore diffusione);
- approfondimenti legati al profilo storico del climate change, culminati con l’accordo di
Parigi;
- le evidenze scientifiche – sempre in peggioramento – che dimostrano come il
problema debba essere affrontato ora a livello globale, sia da parte di chi governa,
sia dall’intera comunità;
In collaborazione con
#forumpa2022
2
- i temi dell’impatto sul clima rispetto alla transizione verde: quali passaggi per arrivare
a inquinare meno e con quali tecnologie?;
- i piani di mitigazione e di adattamento;
- i programmi e le iniziative di economia circolare.
Per dare maggiore diffusione alla serie e per creare momenti di incontro con i propri lettori,
sono stati inoltre organizzati di versi eventi coordinati e curati dalla redazione nell’ambito del
festival scientifico dell’Orto Botanico dell’Università di Padova “Risvegli”.
Nel 2021 sono stati organizzati i seguenti appuntamenti:
- 1 luglio, ore 19 - L'acqua, una risorsa in pericolo. Marirosa Iannelli, progettista
ambientale specializzata in cooperazione internazionale, water management e
comunicazione, e Emanuele Bompan, giornalista e geografo, protagonisti di una
conferenza all’aperto sul tema dell’acqua, a partire dal progetto Water Grabbing
Observatory, la cui esperienza di ricerca, divulgazione e advocacy è confluita anche
nel saggio Water Grabbing. Le guerre nascoste per l’acqua nel XXI secolo. Dialoga
con loro il giornalista Mattia Sopelsa de Il Bo Live.
- 14 luglio, ore 19 - Viaggio nell'Italia dell'Antropocene. Il filosofo della scienza
Telmo Pievani e il geografo Mauro Varotto dialogano sui temi del loro libro Viaggio
nell’Italia dell’Antropocene. Un dialogo a due voci che ci accompagna nel 2786, alla
scoperta di come sarà il nostro Paese se non attueremo le giuste misure per limitare
il nostro impatto sulla salute del Pianeta. Un racconto distopico, con approfondimenti
scientifici, per una geografia visionaria del nostro futuro.
- 4 agosto, ore 19 - In molti e diversi, è meglio. Giorgio Vacchiano, ricercatore in
Gestione e pianificazione forestale, e Lorenzo Ciccarese, esperto di conservazione
delle specie e degli habitat terrestri presso ISPRA (Istituto Superiore per la
Protezione e la Ricerca Ambientale) dialogano sull’importanza di preservare la
biodiversità animale e vegetale per la salvaguardia del Pianeta. Coordina Mattia
Sopelsa, giornalista de Il Bo Live.
- 8 settembre, ore 21- Planet Book incontra Politico Poetico. Un dialogo aperto con
il pubblico sui grandi temi che i millenial hanno portato all'attenzione di tutto il mondo;
una riflessione a partire dalla storia del progetto Planet Book, diventato la
straordinaria mostra fotografica visitabile in Orto botanico, e dal teatro partecipato di
Politico Poetico che porterà la propria voce e la propria esperienza in uno degli ultimi
appuntamenti di Risvegli, in collaborazione con Il Bo Live.
Il cartellone 2022 è in questo momento in fase di definizione, ma sono previsi i seguenti
appuntamenti dedicati ai cambiamenti climatici a cura della redazione Il Bo Live:
In collaborazione con
#forumpa2022
3
- 1 maggio, ore 11.00 - Claudia Gili (Stazione Zoologica Anton Dohrn) e Manlio
Speciale (Orto botanico di Palermo) dialogheranno su conservazione della
biodiversità marina e tutela dei mari e conservazione della biodiversità vegetale e
cura delle piante (modera Francesca Boccaletto);
- 8 maggio, ore 11.00 - Franco Farinelli (Università di Bologna) e Antonello Pasini
(CNR) parleranno di migrazioni, disuguaglianze sociali e cambiamento climatico per
una lettura attraverso la lente delle scienze geografiche, climatiche ed economiche
(modera Mattia Sopelsa).
Infine, Francesco Suman e Sofia Berardinelli della redazione del Bo live sono stati invitati
alla 14th International Conference of the European Society for Ecological Economics –
ESEE di Pisa, per una tavola rotonda dal titolo “The art of communication”:
https://esee2022pisa.ec.unipi.it.
2. Descrizione del team e delle proprie risorse e competenze
La serie “Il clima che vogliamo” si avvale di un team formato da 5 persone facenti parte
della redazione del Bo Live (tutti giornalisti iscritti all’Ordine), che da anni
approfondiscono e studiano tutti gli aspetti legati al cambiamento climatico.
La redazione del Bo Live è inquadrata all’interno dell’Ufficio Comunicazione dell’Area
Comunicazione e Marketing, e coinvolge per la sua gestione due settori: il settore
“Redazione new media” e il settore “Web e social network”.
3. Descrizione dei bisogni che si intende soddisfare
La serie “Il clima che vogliamo” si fonda sulla disseminazione di dati scientifici verificati
sulle problematiche del cambiamento climatico con l’obiettivo di renderli fruibili,
comprensibili e interessanti sia a un pubblico di esperti sia di un pubblico generalista.
L’iniziativa risponde all’esigenza di offrire al pubblico fonti di informazione attendibile,
autorevole e sicura, soprattutto su temi ampi e complessi quale quello dei cambiamenti
climatici, molto spesso oggetto di fake news.
4. Descrizione dei destinatari della misura
Il Bo Live si rivolge a un pubblico eterogeneo, con una prevalenza di utenza compresa
tra la fascia d’età 21/35 anni. I principali beneficiari sono i giovani, coloro sulle cui spalle
pesano gli errori fatti in passato sull’inquinamento di origine antropica, causa indiscussa
del cambiamento climatico. La serie è comunque pensata per raggiungere un pubblico
In collaborazione con
#forumpa2022
4
più ampio possibile, compresi enti di ricerca scientifica che lavorano sul cambiamento
climatico per fare massa critica rispetto ai cosiddetti policy maker.
Il Bo Live, con una media di oltre 320mila utenti unici mensili, mira a consolidare e
aumentare questi numeri. Il nostro pubblico ha sempre risposto con attenzione alle
tematiche ambientali. La scelta di una serie rappresenta la volontà di dare ancora
maggiore risalto al delicato argomento.
5. Descrizione della tecnologia adottata
Il Bo Live è un magazine online (CMS Drupal). L’aspetto innovativo è legato alla
crossmedialità del progetto che si avvale non solo dei tradizionali articoli scritti ma fa
ampio uso di infografiche, video, analisi dei dati, podcast, oltre ad avere un spin off
editoriale.
https://www.padovauniversitypress.it/collana/I%20Libri%20de%20Il%20Bo%20Live
6. Indicazione dei valori economici in gioco (costi, risparmi ipotizzati, investimenti
necessari)
Il giornale e la serie dedicata si avvalgono di risorse interne a budget dell’Area
Comunicazione e Marketing – Ufficio Comunicazione che possono essere stimate in
circa 200.000 euro annui.
7. Tempi di progetto
La serie “Il clima che vogliamo” è partita ad aprile 2021 e sta tutt’ora continuando ad
essere alimentata da nuovi articoli con una cadenza variabile (circa 2 uscite a settimana).

More Related Content

Similar to Premio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - Il clima che vogliamo - word.pdf

Clima Cambiamenti Climatici Globali
Clima Cambiamenti Climatici  GlobaliClima Cambiamenti Climatici  Globali
Clima Cambiamenti Climatici Globali
guest276e4db9
 
Convegno Economia-Ambiente-Bene Comune: Ottimo esito
Convegno Economia-Ambiente-Bene Comune: Ottimo esito Convegno Economia-Ambiente-Bene Comune: Ottimo esito
Convegno Economia-Ambiente-Bene Comune: Ottimo esito
VADO Associazione Culturale
 
Fare i conti con ambiente 2014
Fare i conti con ambiente 2014Fare i conti con ambiente 2014
Fare i conti con ambiente 2014
Vittorio Pasteris
 
INTRODUZIONE 12 pagine FUTURO SOSTENIBILE 2011
INTRODUZIONE 12 pagine FUTURO SOSTENIBILE 2011INTRODUZIONE 12 pagine FUTURO SOSTENIBILE 2011
INTRODUZIONE 12 pagine FUTURO SOSTENIBILE 2011
morosini1952
 

Similar to Premio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - Il clima che vogliamo - word.pdf (20)

Clima Cambiamenti Climatici Globali
Clima Cambiamenti Climatici  GlobaliClima Cambiamenti Climatici  Globali
Clima Cambiamenti Climatici Globali
 
Ticonzero news n. 120
Ticonzero news n. 120Ticonzero news n. 120
Ticonzero news n. 120
 
Proposta azioni ambiente
Proposta azioni ambienteProposta azioni ambiente
Proposta azioni ambiente
 
50 meccanismi ambientali - Alberto Castagnola
50 meccanismi ambientali - Alberto Castagnola50 meccanismi ambientali - Alberto Castagnola
50 meccanismi ambientali - Alberto Castagnola
 
Ticonzero news 143.pdf
Ticonzero news 143.pdfTiconzero news 143.pdf
Ticonzero news 143.pdf
 
Ticonzero news n. 71
Ticonzero news n. 71Ticonzero news n. 71
Ticonzero news n. 71
 
Complessità delle questioni ambientali e comunicazione giornalistica
Complessità delle questioni ambientali e comunicazione giornalistica  Complessità delle questioni ambientali e comunicazione giornalistica
Complessità delle questioni ambientali e comunicazione giornalistica
 
Wwf Italia : primo rapporto_biodiversita___uso_stampa 3- 12- 2013
Wwf Italia : primo rapporto_biodiversita___uso_stampa 3- 12- 2013Wwf Italia : primo rapporto_biodiversita___uso_stampa 3- 12- 2013
Wwf Italia : primo rapporto_biodiversita___uso_stampa 3- 12- 2013
 
Programma Circonomia 2024 Il Festival dell’economia circolare e della transiz...
Programma Circonomia 2024 Il Festival dell’economia circolare e della transiz...Programma Circonomia 2024 Il Festival dell’economia circolare e della transiz...
Programma Circonomia 2024 Il Festival dell’economia circolare e della transiz...
 
Ticonzero news n. 112
Ticonzero news n. 112Ticonzero news n. 112
Ticonzero news n. 112
 
Miur dgefid water hack
Miur dgefid water hackMiur dgefid water hack
Miur dgefid water hack
 
Ticonzero news n. 110
Ticonzero news n. 110Ticonzero news n. 110
Ticonzero news n. 110
 
Newsletter Stop TB Italia 2011
Newsletter Stop TB Italia 2011Newsletter Stop TB Italia 2011
Newsletter Stop TB Italia 2011
 
Convegno Economia-Ambiente-Bene Comune: Ottimo esito
Convegno Economia-Ambiente-Bene Comune: Ottimo esito Convegno Economia-Ambiente-Bene Comune: Ottimo esito
Convegno Economia-Ambiente-Bene Comune: Ottimo esito
 
R. Villano - TIMELINE 2019 (parte 1-2)
R. Villano - TIMELINE 2019 (parte 1-2)R. Villano - TIMELINE 2019 (parte 1-2)
R. Villano - TIMELINE 2019 (parte 1-2)
 
Report 2.10 Addetti Comunicazione Istituzionale Sviluppo Sostenibile
Report 2.10  Addetti Comunicazione Istituzionale Sviluppo SostenibileReport 2.10  Addetti Comunicazione Istituzionale Sviluppo Sostenibile
Report 2.10 Addetti Comunicazione Istituzionale Sviluppo Sostenibile
 
Movimento Azzurro - Giornale 2003
Movimento Azzurro - Giornale 2003Movimento Azzurro - Giornale 2003
Movimento Azzurro - Giornale 2003
 
Fare i conti con ambiente 2014
Fare i conti con ambiente 2014Fare i conti con ambiente 2014
Fare i conti con ambiente 2014
 
INTRODUZIONE 12 pagine FUTURO SOSTENIBILE 2011
INTRODUZIONE 12 pagine FUTURO SOSTENIBILE 2011INTRODUZIONE 12 pagine FUTURO SOSTENIBILE 2011
INTRODUZIONE 12 pagine FUTURO SOSTENIBILE 2011
 
Guida agli eventi a Torino di Salone del Gusto - Terra Madre
Guida agli eventi a Torino di  Salone del Gusto - Terra MadreGuida agli eventi a Torino di  Salone del Gusto - Terra Madre
Guida agli eventi a Torino di Salone del Gusto - Terra Madre
 

More from sostenibilitaUnipd

More from sostenibilitaUnipd (19)

FUMARE E LAVORARE OGGI… RESPIRARE DOMANI - PPT.pptx
FUMARE E LAVORARE OGGI… RESPIRARE DOMANI - PPT.pptxFUMARE E LAVORARE OGGI… RESPIRARE DOMANI - PPT.pptx
FUMARE E LAVORARE OGGI… RESPIRARE DOMANI - PPT.pptx
 
Premio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - UniPadova Sostenibile_WORD.pdf
Premio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - UniPadova Sostenibile_WORD.pdfPremio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - UniPadova Sostenibile_WORD.pdf
Premio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - UniPadova Sostenibile_WORD.pdf
 
Premio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - UniPadova Sostenibile_PPT.pptx
Premio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - UniPadova Sostenibile_PPT.pptxPremio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - UniPadova Sostenibile_PPT.pptx
Premio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - UniPadova Sostenibile_PPT.pptx
 
Premio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - Carbon Footprint - word.pdf
Premio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - Carbon Footprint - word.pdfPremio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - Carbon Footprint - word.pdf
Premio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - Carbon Footprint - word.pdf
 
Premio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - UNIPD - Carbon Footprint - ppt.pptx
Premio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - UNIPD - Carbon Footprint - ppt.pptxPremio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - UNIPD - Carbon Footprint - ppt.pptx
Premio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - UNIPD - Carbon Footprint - ppt.pptx
 
Premio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - UniPadova Sostenibile_WORD.pdf
Premio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - UniPadova Sostenibile_WORD.pdfPremio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - UniPadova Sostenibile_WORD.pdf
Premio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - UniPadova Sostenibile_WORD.pdf
 
Premio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - UniPadova Sostenibile_PPT.pptx
Premio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - UniPadova Sostenibile_PPT.pptxPremio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - UniPadova Sostenibile_PPT.pptx
Premio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - UniPadova Sostenibile_PPT.pptx
 
Laurea Magistrale Internazionale CCD-STeDe_WORD.pdf
Laurea Magistrale Internazionale CCD-STeDe_WORD.pdfLaurea Magistrale Internazionale CCD-STeDe_WORD.pdf
Laurea Magistrale Internazionale CCD-STeDe_WORD.pdf
 
Laurea Magistrale Internazionale CCD-STeDe_PPT.pptx
Laurea Magistrale Internazionale CCD-STeDe_PPT.pptxLaurea Magistrale Internazionale CCD-STeDe_PPT.pptx
Laurea Magistrale Internazionale CCD-STeDe_PPT.pptx
 
REDIMES-word.pdf
REDIMES-word.pdfREDIMES-word.pdf
REDIMES-word.pdf
 
Laurea Magistrale Internazionale CCD-STeDe_PPT.pptx
Laurea Magistrale Internazionale CCD-STeDe_PPT.pptxLaurea Magistrale Internazionale CCD-STeDe_PPT.pptx
Laurea Magistrale Internazionale CCD-STeDe_PPT.pptx
 
REDIMES-word.pdf
REDIMES-word.pdfREDIMES-word.pdf
REDIMES-word.pdf
 
UnaReteDidatticaMultifunzionaleeSostenibileperAgripolis-ReDiMeS-ppt.pptx
UnaReteDidatticaMultifunzionaleeSostenibileperAgripolis-ReDiMeS-ppt.pptxUnaReteDidatticaMultifunzionaleeSostenibileperAgripolis-ReDiMeS-ppt.pptx
UnaReteDidatticaMultifunzionaleeSostenibileperAgripolis-ReDiMeS-ppt.pptx
 
UnicityLab-Unipd-word.pdf
UnicityLab-Unipd-word.pdfUnicityLab-Unipd-word.pdf
UnicityLab-Unipd-word.pdf
 
UnicityLab-Unipd_PPT.pptx
UnicityLab-Unipd_PPT.pptxUnicityLab-Unipd_PPT.pptx
UnicityLab-Unipd_PPT.pptx
 
Template word premio_pa_sostenibile_2019_progetto missioni smart
Template word premio_pa_sostenibile_2019_progetto missioni smartTemplate word premio_pa_sostenibile_2019_progetto missioni smart
Template word premio_pa_sostenibile_2019_progetto missioni smart
 
Template pptx premio_pa_sostenibile_2019_progetto missioni smart
Template pptx premio_pa_sostenibile_2019_progetto missioni smartTemplate pptx premio_pa_sostenibile_2019_progetto missioni smart
Template pptx premio_pa_sostenibile_2019_progetto missioni smart
 
Logo unipd
Logo unipdLogo unipd
Logo unipd
 
Premio pa sostenibile_2019_milani
Premio pa sostenibile_2019_milaniPremio pa sostenibile_2019_milani
Premio pa sostenibile_2019_milani
 

Premio PA Sostenibile e Resiliente 2022 - Il clima che vogliamo - word.pdf

  • 1. In collaborazione con #forumpa2022 1 Documento di approfondimento della soluzione: “Il CLIMA CHE VOGLIAMO” 1. Descrizione della soluzione Il 2021 è stato un anno cruciale per la crisi climatica in atto, visto l’importante appuntamento con la COP26, che doveva tenersi l’anno precedente ed è stata riprogrammata a Glasgow nella prima metà di novembre 2021, con la presidenza dello UK e la co-presidenza italiana, e con diversi eventi organizzati nelle settimane precedenti, tra cui la pre-Cop a Milano dal 30 settembre al 2 ottobre. Nonostante il tema fosse all’ordine del giorno dell’agenda internazionale, l’attenzione mediatica e collettiva è stata pesantemente catalizzata dalla pandemia globale da COVID-19. Una congiuntura che ha reso ulteriormente complesso il lavoro di quanti – enti, associazioni, singoli - si stanno spendendo in tutto il mondo per ribadire l’urgenza di azioni concrete, a livello politico, istituzionale, ma anche collettivo. In questo contesto, L’Università di Padova ha deciso di dare un contributo alla comunicazione sui cambiamenti climatici attraverso il Bo live, testata giornalistica online nata nel 2018 con il prof. Telmo Pievani come direttore responsabile e Pietro Greco come caporedattore (attualmente la caporedattrice è Elisabetta Tola) che si occupa di divulgazione scientifica e culturale attraverso una rigorosa attenzione all’uso delle fonti qualificate e dei dati scientifici. È stata quindi creata una serie di articoli intitolata “Il clima che vogliamo”, pensata per realizzare un focus a 360 gradi che approfondisca, in modo rigoroso, le principali problematiche riguardanti il clima, rendendole allo stesso tempo comprensibili e chiare ad un pubblico più ampio e differenziato possibile. Diversi i filoni tematici che caratterizzano la serie, tra questi: - il “climazionario”, un dizionario del clima in 10 puntate destinato a fornire a tutti le conoscenze base e i concetti necessari a comprendere il complesso tema della crisi climatica e delle sue implicazioni (le puntate sono disponibili anche in formato podcast e sono presenti nella piattaforma Spotify, per una maggiore diffusione); - approfondimenti legati al profilo storico del climate change, culminati con l’accordo di Parigi; - le evidenze scientifiche – sempre in peggioramento – che dimostrano come il problema debba essere affrontato ora a livello globale, sia da parte di chi governa, sia dall’intera comunità;
  • 2. In collaborazione con #forumpa2022 2 - i temi dell’impatto sul clima rispetto alla transizione verde: quali passaggi per arrivare a inquinare meno e con quali tecnologie?; - i piani di mitigazione e di adattamento; - i programmi e le iniziative di economia circolare. Per dare maggiore diffusione alla serie e per creare momenti di incontro con i propri lettori, sono stati inoltre organizzati di versi eventi coordinati e curati dalla redazione nell’ambito del festival scientifico dell’Orto Botanico dell’Università di Padova “Risvegli”. Nel 2021 sono stati organizzati i seguenti appuntamenti: - 1 luglio, ore 19 - L'acqua, una risorsa in pericolo. Marirosa Iannelli, progettista ambientale specializzata in cooperazione internazionale, water management e comunicazione, e Emanuele Bompan, giornalista e geografo, protagonisti di una conferenza all’aperto sul tema dell’acqua, a partire dal progetto Water Grabbing Observatory, la cui esperienza di ricerca, divulgazione e advocacy è confluita anche nel saggio Water Grabbing. Le guerre nascoste per l’acqua nel XXI secolo. Dialoga con loro il giornalista Mattia Sopelsa de Il Bo Live. - 14 luglio, ore 19 - Viaggio nell'Italia dell'Antropocene. Il filosofo della scienza Telmo Pievani e il geografo Mauro Varotto dialogano sui temi del loro libro Viaggio nell’Italia dell’Antropocene. Un dialogo a due voci che ci accompagna nel 2786, alla scoperta di come sarà il nostro Paese se non attueremo le giuste misure per limitare il nostro impatto sulla salute del Pianeta. Un racconto distopico, con approfondimenti scientifici, per una geografia visionaria del nostro futuro. - 4 agosto, ore 19 - In molti e diversi, è meglio. Giorgio Vacchiano, ricercatore in Gestione e pianificazione forestale, e Lorenzo Ciccarese, esperto di conservazione delle specie e degli habitat terrestri presso ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) dialogano sull’importanza di preservare la biodiversità animale e vegetale per la salvaguardia del Pianeta. Coordina Mattia Sopelsa, giornalista de Il Bo Live. - 8 settembre, ore 21- Planet Book incontra Politico Poetico. Un dialogo aperto con il pubblico sui grandi temi che i millenial hanno portato all'attenzione di tutto il mondo; una riflessione a partire dalla storia del progetto Planet Book, diventato la straordinaria mostra fotografica visitabile in Orto botanico, e dal teatro partecipato di Politico Poetico che porterà la propria voce e la propria esperienza in uno degli ultimi appuntamenti di Risvegli, in collaborazione con Il Bo Live. Il cartellone 2022 è in questo momento in fase di definizione, ma sono previsi i seguenti appuntamenti dedicati ai cambiamenti climatici a cura della redazione Il Bo Live:
  • 3. In collaborazione con #forumpa2022 3 - 1 maggio, ore 11.00 - Claudia Gili (Stazione Zoologica Anton Dohrn) e Manlio Speciale (Orto botanico di Palermo) dialogheranno su conservazione della biodiversità marina e tutela dei mari e conservazione della biodiversità vegetale e cura delle piante (modera Francesca Boccaletto); - 8 maggio, ore 11.00 - Franco Farinelli (Università di Bologna) e Antonello Pasini (CNR) parleranno di migrazioni, disuguaglianze sociali e cambiamento climatico per una lettura attraverso la lente delle scienze geografiche, climatiche ed economiche (modera Mattia Sopelsa). Infine, Francesco Suman e Sofia Berardinelli della redazione del Bo live sono stati invitati alla 14th International Conference of the European Society for Ecological Economics – ESEE di Pisa, per una tavola rotonda dal titolo “The art of communication”: https://esee2022pisa.ec.unipi.it. 2. Descrizione del team e delle proprie risorse e competenze La serie “Il clima che vogliamo” si avvale di un team formato da 5 persone facenti parte della redazione del Bo Live (tutti giornalisti iscritti all’Ordine), che da anni approfondiscono e studiano tutti gli aspetti legati al cambiamento climatico. La redazione del Bo Live è inquadrata all’interno dell’Ufficio Comunicazione dell’Area Comunicazione e Marketing, e coinvolge per la sua gestione due settori: il settore “Redazione new media” e il settore “Web e social network”. 3. Descrizione dei bisogni che si intende soddisfare La serie “Il clima che vogliamo” si fonda sulla disseminazione di dati scientifici verificati sulle problematiche del cambiamento climatico con l’obiettivo di renderli fruibili, comprensibili e interessanti sia a un pubblico di esperti sia di un pubblico generalista. L’iniziativa risponde all’esigenza di offrire al pubblico fonti di informazione attendibile, autorevole e sicura, soprattutto su temi ampi e complessi quale quello dei cambiamenti climatici, molto spesso oggetto di fake news. 4. Descrizione dei destinatari della misura Il Bo Live si rivolge a un pubblico eterogeneo, con una prevalenza di utenza compresa tra la fascia d’età 21/35 anni. I principali beneficiari sono i giovani, coloro sulle cui spalle pesano gli errori fatti in passato sull’inquinamento di origine antropica, causa indiscussa del cambiamento climatico. La serie è comunque pensata per raggiungere un pubblico
  • 4. In collaborazione con #forumpa2022 4 più ampio possibile, compresi enti di ricerca scientifica che lavorano sul cambiamento climatico per fare massa critica rispetto ai cosiddetti policy maker. Il Bo Live, con una media di oltre 320mila utenti unici mensili, mira a consolidare e aumentare questi numeri. Il nostro pubblico ha sempre risposto con attenzione alle tematiche ambientali. La scelta di una serie rappresenta la volontà di dare ancora maggiore risalto al delicato argomento. 5. Descrizione della tecnologia adottata Il Bo Live è un magazine online (CMS Drupal). L’aspetto innovativo è legato alla crossmedialità del progetto che si avvale non solo dei tradizionali articoli scritti ma fa ampio uso di infografiche, video, analisi dei dati, podcast, oltre ad avere un spin off editoriale. https://www.padovauniversitypress.it/collana/I%20Libri%20de%20Il%20Bo%20Live 6. Indicazione dei valori economici in gioco (costi, risparmi ipotizzati, investimenti necessari) Il giornale e la serie dedicata si avvalgono di risorse interne a budget dell’Area Comunicazione e Marketing – Ufficio Comunicazione che possono essere stimate in circa 200.000 euro annui. 7. Tempi di progetto La serie “Il clima che vogliamo” è partita ad aprile 2021 e sta tutt’ora continuando ad essere alimentata da nuovi articoli con una cadenza variabile (circa 2 uscite a settimana).