2013 - Analisi della disoccupazione nel Comune di Fabriano - aprile 2013

901 views

Published on

Analisi della situazione occupazionale nella città di Fabriano anni 2011-2012-2013 attraverso l'elaborazione dei dati del Centro per l'impiego di Fabriano (CIOF).

Published in: Social Media
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
901
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
6
Actions
Shares
0
Downloads
8
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

2013 - Analisi della disoccupazione nel Comune di Fabriano - aprile 2013

  1. 1. nel Comune di FabrianoAnalisi della disoccupazione2010 - 2011 - 2012 - 2013 marzoQUADERNIDIFABRIANOn.3aprile–maggio2013" il cortile dei gentili"
  2. 2. " il cortile dei gentili" 21 – Premessa2 - Considerazioni3 – Analisi demografica di Fabriano4 - Analisi disoccupazione di Fabriano
  3. 3. I dati di seguito riportati rappresentano uno spaccato non esaustivo del mondo del lavoro diFabriano.Quando viene riportato il termine « residente/ domiciliato » vuol dire, che alcune persone calcolatenell’indagine non sono residenti a Fabriano -esattamente 156 -, ma sono iscritte al CIOF di Fabrianoche ha giurisdizione anche per i Comuni di Cerreto, Genga, Sassoferrato, Arcevia.Al Centro per l’impiego fabrianese risultano quindi iscritti in aggiunta a quelli residenti nei Comunidi competenza, anche residenti in altri comuni italiani (questo è consentito dalla legge), madevono dichiarare il loro domicilio nel comune di Fabriano. Visti i sistemi informatici dellapubblica amministrazione, immaginate quante volte la stessa persona viene conteggiata comedisoccupata.Ecco perché, dopo la mia esperienza da amministratore pubblico, sostengo che questo è un PAESEsenza numeri dove la maggior parte delle decisioni sono assunte senza una base di conoscenzareale basti pensare alla vicenda del numero degli esodati - dove ancora oggi non sappiamo quantisono -, o al gettito dell’IMU o ancora meglio sui numeri della disoccupazione oggi in Italia:confrontando i dati ISTAT Sole 24 Ore del 6/5/2013 e i dati ISTAT Corsera 1 giugno 2013 nel giro diun mese il 12,8% della disoccupazione è passato da dato di previsione al 2014 a datoconsolidato di maggio 2013.1 - Premessa3" il cortile dei gentili"
  4. 4. Nell’ analisi su Fabriano inoltre, non viene considerata la realtà dei soggetti attualmente in Cigs, inquanto considerati statisticamente POPOLAZIONE CON LAVORO, solo nella successiva slide 17, vienesimulato “l’effetto” dei lavoratori residenti a Fabriano della Antonio Merloni in CIGS, e, non assorbiti daJP.Un’ ulteriore considerazione, riguarda la popolazione giovanile che viene considerata sia nell’intervallodefinito dall’Istat 15-24 anni, sia nell’intervallo 15- 29 anni, in quanto la maggior parte dei giovanifabrianesi frequenta l’università (che bisogna considerare questo intervallo anche l’Istat se ne è resoconto perché l’intervallo 15 - 25 anni non rappresenta oggi il mondo giovanile).Il confronto dei dati di Fabriano con i dati nazionali sulla disoccupazione sia totale, che giovanile, dal’idea della forte anomalia fabrianese vedi le slide 14 e 15.La slide 23 definisce la “MOBILITÀ OCCUPAZIONALE ”, ed evidenzia la difficoltà a rientrare nel mercatodel lavoro, quando si arriva allo stato di disoccupazione.Logicamente questa è una fotografia alla data del 30 marzo 2013, della drammatica situazione dellavoro nella città di Fabriano.4" il cortile dei gentili"
  5. 5. Nel frattempo sono accaduti altri fatti che portano a peggiorare lo stato reale. Fabriano è undistretto fortemente industrializzato e paga profondamente lo stato di crisi mondiale, e soprattuttola trasformazione del processo di INTERNAZIONALIZZAZIONE in un processo di DELOCALIZZAZIONE, lemaggiori aziende fabrianesi che avevano avviato un corretto processo di internazionalizzazione trala fine degli anni 90 e l’inizio degli anni 2000, stanno trasformando il loro processo indelocalizzazione vera, in quanto costantemente alla ricerca forsennata di minori costi dellamanodopera e di una tassazione/incentivazione più favorevole.Un rapporto del Centro studi Intesa – San Paolo del 2012, evidenziavacome il distretto fabrianese, fosse al primo posto nella classificadei distretti per la sua rapidità nell’internazionalizzarsi, peccatoperò che i dati dell’Ufficio Studi Intesa - San Paolo per quandoriguardava l’occupazione si fermassero al 2007.5" il cortile dei gentili"
  6. 6. Fino ad ora, nel nostro territorio questo fenomeno non era emerso con grande evidenza, perché ilprocesso era strisciante e mascherato da un economia che “tirava”, anzi l’internazionalizzazioneaveva aiutato a migliorare i bilanci aziendali ed a acquisire quote di mercato, tanto è vero che ilprimo semestre 2008, nel settore degli elettrodomestici - cappe è stato il più redditivo degli ultimi10 anni.Ma questa situazione, nella fattispecie di Fabriano e del suo territorio ora rischia di diventaredrammatica con tutti i risvolti del caso.Un territorio che ha visto dal 2008 ad oggi, la fine di due pilastri istituzionali e economici comel’azienda A. Merloni e la CARIFAC che ha perso la sua connotazione di banca del territorio con ungrave danno economico sia per la Fondazione ( che è di tutta la collettività ) che degli oltre tremilasoci (operai, pensionati, professionisti), che hanno visto i loro risparmi depauperati da decisioniscellerate.All’orizzonte ci sono segnali di maggiori difficoltà che potrebbero aggravare ancora di più lasituazione, che già oggi è drammatica e che porterebbe alla distruzione del tessuto sociale erelazionale di questo territorio, con tutto quello che ne conseguirebbe.6" il cortile dei gentili"
  7. 7. Oserei dire, che oggi questo territorio ha bisogno di IMPRENDITORI sia nuovi che vecchi cheriprendano il coraggio dell’intraprendere e che siano supportati dallo Stato in maniera «corretta»con misure atte al contenimento dei costi e soprattutto incentivazioni finalizzate all’innovazione eal mantenimento dell’occupazione in Italia.Ma per fare questo ci vogliono risorse e non chiacchiere e reperirle immediatamente perdifendere la “stabilizzazione del lavoro”. Per ottenere l’immediatezza la politica nazionale,dovrebbe avviare immediatamente la RIFORMA FISCALE per abbattere l’evasione, che oramai haraggiunto livelli impossibili, ma non con quella sciocchezza del redditometro/spesometro cheanche la Corte dei Conti , ha dichiarato come una “bufala.Nel frattempo in attesa risultati che consentano di recuperare i 130 miliardi stimati di evasione,attuare una PATRIMONIALE come forma di solidarietà collettiva, che dovrebbe essere utilizzataesclusivamente per sostenere l’imprese e le famiglie. Non è ammissibile che la procedura apertadalla UE di deficit eccessivo sia stata «pagata» solo da pensionati e lavoratori a stipendio fisso.Una considerazione simile, è stata espressa all’inizio del nuovo anno come suggerimento per iprogrammi elettorali anche da un noto editorialista del Corsera.Se lo Stato in tutte le sue articolazioni, non intraprenderà azioni di questo genere nel giro di pocotempo l’industria fabrianese e quella italiana spariranno.2 - Considerazioni7" il cortile dei gentili"
  8. 8. Non è facendo melina o alimentando sui media una forma di ipotesi di staffetta generazionaleattraverso l’impegno a combattere la disoccupazione giovanile, che risolviamo il problema del lavoro,perché oggi il lavoro manca ai giovani e non giovani (dato che dopo 29 anni , non siamo più giovani),per rendersi conto di questo basta vedere la distribuzione della forza lavoro di Fabriano slide 19-20.Fabriano in aggiunta rappresenta l’esasperazione del problema Italia, infatti :a) è il distretto industriale, con il più alto numero di addetti all’industria;b) le sue maggiori industrie sono internazionali e quindi, competono su mercati internazionali conprodotti considerati “maturi “e quindi alla ricerca esasperata di minori costi ;c) a livello di infrastrutture reali siamo quasi inesistenti;d) negli ultimi 10 anni abbiamo attratto a Fabriano molti lavoratori «forestieri».Allora questo è un passaggio obbligato, così come è necessario per noi Fabrianesi un grande sforzocollettivo volto a ripensare e a ricreare un nuovo assetto sociale ed economico che consenta a Fabrianouscire dalla crisi.Dobbiamo avere tutti la consapevolezza che dalla crisi si esce tutti insieme, rivalutando il concetto dicomunità operosa di cui tutti gli attori della “filiera lavoro” nessuno escluso, siano il fertile terreno sucui far germogliare la rinascita di Fabriano e del suo territorio.8" il cortile dei gentili"
  9. 9. E’ allora necessario riannodare il tessuto delle relazioni economiche, sociali, territoriali e personalidella comunità fabrianese allargata, costruendo un percorso capace di mettere insieme le forzeistituzionali, economiche e finanziarie del distretto, rigenerando anche la rete delle relazioni cheerano alla base del patto che legava le imprese al territorio.Ma questo deve avvenire su premesse nuove in modo da rigenerare un nuovo tessutoimprenditoriale ed economico - sociale del distretto Fabrianese, tenendo conto anche che i processidi cambiamento, rispetto al passato sono divenuti iper-veloci.Certo, se la logica con cui la politica nazionale pensasse di affrontare i problemi del lavoro, fossequella che si evince da questi due esempi, non basteranno i moniti del Presidente della RepubblicaNapolitano, credo che la pace sociale sia a forte rischio e questo anche nel nostro territorio.9" il cortile dei gentili"
  10. 10. 10" il cortile dei gentili"
  11. 11. 2010 2011 2012 2013 marzoResidenti Fabriano 31.977 32.056 32.066 32.060Maschi 15.264 15.297 15.323 15.334Femmine 16.713 16.759 16.743 16.726Italiani 28.355 28.253 28.164 28.223Maschi 13.610 13.574 13.568Femmine 14.745 14.682 14.596Stranieri 3.622 3.803 3.902 3.902Maschi 1.654 1.726 1.755Femmine 1.968 2.077 2.1472010 2011 2012 2013 marzoTotale Famiglie Fabriano 13.419 13.503 13.644 13.619Italiane 12.206 12.240 12.340 12.205Straniere 1.213 1.263 1.304 1.414Analisi demograficaI dati sono riferiti esclusivamente a residenti / domiciliati nel Comune di FabrianoNOTA :I dati 2013 sono incompleti in quanto per motivi ISTAT l’anagrafe del Comune ha qualche problema di validazione11" il cortile dei gentili"3 – Analisi Demografica di Fabriano
  12. 12. -5001.0001.5002.0002.5003.0003.5004.00028.00028.50029.00029.50030.00030.50031.00031.50032.00032.5001991 1992 1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013abitantiAndamento popolazione a Fabrianostranieri italiani Totale PopolazioneINIZIO CRISI12" il cortile dei gentili"
  13. 13. Popolazione per età lavorativa 15 - 65 / 66 donne uomini totale31/12/2010 10.368 10.301 20.66931/12/2011 10.437 10.296 20.73330/08/2012 10.375 10.248 20.623 65 annieffetto Fornero su data 30/08/2012 10.575 10.440 21.015 66 anni30/03/2013 10.375 10.248 20.623 65 annieffetto Fornero su data 30/03/2013 10.575 10.440 21.015 66 annialla data del 31/12/2012 TOTALI M FPopolazione con età compresa tra 15-29 anni 4.427 2.202 2.225% su popolazione totale 13,81% 14,37% 13,29%% su popolazione lavorativa - 65 21,47% 21,49% 21,45%% su popolazione lavorativa - 66 ( Fornero) 21,07% 21,09% 21,04%2010 2011 2012 2013 marzoResidenti a Fabriano 31.977 32.056 32.066 32.066Residenti in età lavorativa fino a 65 20.669 20.733 20.623 20.623% residenti in età lavorativa fino a 65 64,64% 64,68% 64,31% 64,31%Residenti in età lavorativa fino a 66 (Fornero) 21.015 21.015% residenti in età lavorativa fino a 66 (Fornero) - - 65,54% 65,54%Composizione popolazione attiva13" il cortile dei gentili"
  14. 14. 2010 2011 2012 2013 marzoResidenti / Domiciliati iscritti al CIOFcome disoccupati3.198 3.454 3.714 3.8743.1983.4543.7143.8742010 2011 2012 2013 marzoResidenti/ Domiciliati iscritti al CIOF come disoccupatiResidenti / Domiciliati iscritti al CIOF come disoccupatiandamento iscrizione al CIOF come disoccupati (di solo residenti o domiciliati a Fabriano)attenzione le persone in CIGS sono considerate come occupate quindi non sono conteggiate4 - Analisi disoccupazione di Fabriano14" il cortile dei gentili"
  15. 15. 2010 2011 2012 2013 marzoResidenti / Domiciliati iscritti come disoccupatiCIOF 3.198 3.454 3.714 3.874% disoccupati su TOTALE popolazione 10,00% 10,77% 11,58% 12,08%% disoccupati su popolazione in età lavorativa fino a 65 15,47% 16,66% 18,01% 18,78%% disoccupati su popolazione in età lavorativa fino a 66(Fornero)17,67% 18,78%2010 2011 2012 2013 marzoResidenti a Fabriano 31.977 32.056 32.066 32.066Residenti / Domiciliati disoccupati iscritti CIOF Fabriano 3.198 3.454 3.714 3.874Totale Famiglie Fabriano 13.419 13.503 13.595 13.619ATTENZIONE : il CIOF, da una foto parziale della disoccupazione in quanto si possonoverificare queste condizioni: 1) LA PERSONA SI ISCRIVE VOLONTARIAMENTE AL CIOF; 2) LA PERSONA POTREBBEESSERE ISCRITTA AD UN AGENZIA INTERINALE E NON AL CIOF; 3) LA PERSONA POTREBBE NON ESSERE ISCRITTA A NESSUNO DEI DUESOGGETTI .Conseguentemente con queste ipotesi il dato riportato fotografa la situazione minimaLe famiglie fabrianesi sono così composte: 4.506 da 1 componente ; 3.691 da 2 componenti; 2.745 da 3componenti; 2.010 da 4 componenti; le rimanenti da 5 e più componenti .dato nazionale 12,8 %15" il cortile dei gentili"
  16. 16. 6,97%17,58%-0,69%10,68%ago-2012 set-2012 ott-2012 nov-2012 dic-2012 gen-2013 feb-2013 mar-2013Delta % Vs Dic 2011 nelle fasce età 15 -2915-24 15-29Fascia età dic-2011 ago-2012 mar-2013 ago-2012 mar-2013 ago-2012 mar-201315-24 330 353 388 23 58 6,97% 17,58%15-29 721 716 798 -5 77 -0,69% 10,68%Delta Vs. Dic 2011 Delta % Vs. Dic 20112358-577ago-2012 set-2012 ott-2012 nov-2012 dic-2012 gen-2013 feb-2013 mar-2013Delta Vs Dic 2011 nelle fasce età 15 - 2915-24 15-29Andamento disoccupazione giovanile negli anni 2011-2012- 2013 marzo(SOLO ISCRITTI AL CIOF )dato nazionale 41,9 %
  17. 17. ISCRITTI Delta Vs Dic 2011 Delta % Vs Dic 2011dic-2011 ago-2012 mar-2013 ago-2012 mar-2013 ago-2012 mar-20133.454 3.714 3.874 260 420 7,53% 12,16%dic-2010 dic-2011 ago-2012 mar-2013 dic-2011 ago-2012 mar-2013 dic-2011 ago-2012 mar-20133.198 3.454 3.714 3.874 256 516 676 8,01% 16,14% 21,14%Delta Vs Dic 2010 Delta % Vs Dic 2010IscrittiAndamento delle iscrizione al CIOF negli anni 2011- 2012- 2013Andamento delle iscrizione al CIOF come disoccupati negli anni 2010- 2011- 2012- 2013La variazione % rispetto al 2010 evidenzia la drammaticità dell’emergenza del lavoro aFabriano17" il cortile dei gentili"
  18. 18. Simulazione - somma degli iscritti al CIOF- 2013 con i 478 lavoratori A.M. residentia Fabriano considerati «tecnicamente» in esubero in quanto non assunti da JP.2010 2011 2012 2013 marzoResidenti / Domiciliati iscritti al CIOF comedisoccupati + CIGS AM ( 2013) 3.198 3.454 3.714 4.3522010 2011 2012 2013 marzoResidenti / Domiciliati iscritti al CIOF comedisoccupati + CIGS AM ( 2013) 3.198 3.454 3.714 4.352% disoccupati su TOTALE popolazione 10,00% 10,77% 11,58% 13,57%% disoccupati su popolazione in età lavorativa fino a 65 15,47% 16,66% 18,01% 21,10%% disoccupati su popolazione in età lavorativa fino a 66 (Fornero)17,67% 21,10%2010 2011 2012 2013 marzoResidenti a Fabriano 31.977 32.056 32.066 32.066Residenti / Domiciliati iscritti al CIOF comedisoccupati + CIGS AM ( 2013)3.198 3.454 3.714 4.352Totale Famiglie Fabriano 13.419 13.503 13.595 13.619Come è evidenziato la situazione diventa drammatica dal 18,78 % si passa al 21,10%dato nazionale 12,8 %18" il cortile dei gentili"
  19. 19. 31.977 32.056 32.066 32.06613.419 13.503 13.595 13.61910,00%10,77%11,58%12,08%0,00%2,00%4,00%6,00%8,00%10,00%12,00%14,00%05.00010.00015.00020.00025.00030.00035.0002010 2011 2012 2013Residenti aFabriano Totale Famiglie Fabriano Residenti / DomiciliatiaFabriano % disoccupatiiscritti CIOF Fabriano 10,00% 10,77% 11,58% 12,08%
  20. 20. Fasce età dic-2011 ago-2012 mar-2013F 1.944 2.127 2.18415-19 36 38 3220-24 108 117 13725-29 229 215 22430-34 292 296 27635-39 282 314 31140-44 251 302 31145-49 216 238 25050-54 172 199 21655-59 186 206 21460-66 172 202 213M 1.510 1.587 1.69015-19 38 48 4420-24 148 150 17525-29 162 148 18630-34 178 198 20135-39 226 217 20840-44 190 204 22545-49 158 175 17350-54 120 141 14055-59 165 153 15260-66 125 153 185> 66 1Totale complessivo 3.454 3.714 3.874Andamento per fasce d’età degli iscritti di Fabriano al CIOFle fasce d’età più consistentisono quelle tra i 35 - 44 anniper entrambi i sessi58 sono le nazionalità degliiscritti20" il cortile dei gentili"
  21. 21. 361082292922822512161721861723814816217822619015812016512538117215296314302238199206 20248150 148198217204175141153 15332137224276311 311250216 214 21344175186201208225173140152185115-19 20-24 25-29 30-34 35-39 40-44 45-49 50-54 55-59 60-66 15-19 20-24 25-29 30-34 35-39 40-44 45-49 50-54 55-59 60-66 > 66F Miscritti al CIOF per fasce di età e sessodic-2011 ago-2012 mar-201321" il cortile dei gentili"
  22. 22. ResDescComune (Tutto)EU (Tutto)Ver (Tutto)Etichette di colonnaFasce Delta Vs Dic 2011 Delta % Vs Dic 2011Etichette di riga dic-2011 ago-2012 mar-2013 dic-2011 ago-2012 mar-2013 dic-2011 ago-2012 mar-201315-19 74 86 76 12 2 16,22% 2,70%20-24 256 267 312 11 56 4,30% 21,88%25-29 391 363 410 -28 19 -7,16% 4,86%30-34 470 494 477 24 7 5,11% 1,49%35-39 508 531 519 23 11 4,53% 2,17%40-44 441 506 536 65 95 14,74% 21,54%45-49 374 413 423 39 49 10,43% 13,10%50-54 292 340 356 48 64 16,44% 21,92%55-59 351 359 366 8 15 2,28% 4,27%60-66 297 355 398 58 101 19,53% 34,01%> 66 1 0 1Totale complessivo 3.454 3.714 3.874 260 420 7,53% 12,16%residenti e domiciliati a FabrianoAndamento degli iscritti e variazione per fasce d’età sia in unità che in % rispetto al 201122" il cortile dei gentili"
  23. 23. ResDescComune FABRIANOEU (Tutto)Ver (Tutto)Etichette di colonnaFasce Delta Vs Dic 2011 Delta % Vs Dic 2011Etichette di riga dic-2011 ago-2012 mar-2013 dic-2011 ago-2012 mar-2013 dic-2011 ago-2012 mar-201315-19 72 86 75 14 3 19,44% 4,17%20-24 240 252 301 12 61 5,00% 25,42%25-29 372 342 389 -30 17 -8,06% 4,57%30-34 426 458 448 32 22 7,51% 5,16%35-39 467 483 481 16 14 3,43% 3,00%40-44 419 478 511 59 92 14,08% 21,96%45-49 363 400 409 37 46 10,19% 12,67%50-54 286 333 351 47 65 16,43% 22,73%55-59 348 354 362 6 14 1,72% 4,02%60-66 290 347 390 57 100 19,66% 34,48%> 66 1 0 1Totale complessivo 3.283 3.533 3.718 250 435 7,61% 13,25%solo residenti a FabrianoAndamento degli iscritti e variazione nelle fasce d’età sia in unità che in % rispetto al 201123" il cortile dei gentili"
  24. 24. “MOBILITÀ OCCUPAZIONALE” è un indicatore che misura la permanenza del singolo nelleliste la definizione “stabile” indica la presenza della stessa persona nel periodo osservato e quindi misura ladifficoltà a trovare lavoro FabrianoIscritti Stabili Iscritti Entrata Iscritti Uscita Iscritti E-U totale CIOFdic-2011 2.942 0 512 0 3.454ago-2012 2.575 568 367 204 3.714mar-2013 3.143 731 0 0 3.874Iscritti Stabili Iscritti Entrata Iscritti Uscita Iscritti E-Udic-2011 85,18% 0,00% 14,82% 0,00%ago-2012 69,33% 15,29% 9,88% 5,49%mar-2013 81,13% 18,87% 0,00% 0,00%2.942051202.5755683672043.1437310 0-5001.0001.5002.0002.5003.0003.500Iscritti Stabili Iscritti Entrata Iscritti Uscita Iscritti E-Udic-2011 ago-2012 mar-2013mobilitàoccupazionale inunità lavorative85,18%0,00%14,82%0,00%69,33%15,29%9,88%5,49%81,13%18,87%0,00% 0,00%0,00%10,00%20,00%30,00%40,00%50,00%60,00%70,00%80,00%90,00%Iscritti Stabili Iscritti Entrata Iscritti Uscita Iscritti E-Udic-2011 ago-2012 mar-2013la definizione “STABILE” , indica la presenza della stessa persona nel periodo osservato e quindimisura la difficoltà a trovare lavoro.24" il cortile dei gentili"

×