Scrivere per il web

1,892 views

Published on

(Presentazione realizzata in occasione del corso sulla scrittura per la cooperativa Il labirinto di Pesaro, marzo-giugno 2010)

Published in: Education, Technology, Business
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,892
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
21
Actions
Shares
0
Downloads
56
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Scrivere per il web

  1. 1. Scrivere per il web <ul><li>La lettura su internet </li></ul><ul><li>Linkare </li></ul><ul><li>La logica ipertestuale </li></ul><ul><li>L’interattività e web 2.0 </li></ul><ul><li>Multimedia </li></ul><ul><li>L’’usabilità di un sito web </li></ul><ul><li>Tecniche di scrittura 1/2 </li></ul><ul><li>Microcontenuti </li></ul><ul><li>I Content Managment System </li></ul><ul><li>I prodotti on line e via e-mail, i dispositivi </li></ul><ul><li>Bibliografia </li></ul>
  2. 2. La lettura su internet <ul><li>L’importanza del testo scritto sul resto </li></ul><ul><li>Tempi di lettura </li></ul><ul><ul><li>10-15 secondi, 25% più lenta la lettura </li></ul></ul><ul><ul><li>Il video, retroilluminazione, definizione </li></ul></ul><ul><li>Attenzione e tempi di concentrazione </li></ul><ul><ul><li>Surplus informativo, l’occhio </li></ul></ul><ul><ul><li>Si guarda e non si legge </li></ul></ul><ul><li>Conseguenze sulla scrittura: essere brevi </li></ul>
  3. 3. Linkare <ul><li>Cos’è un link </li></ul><ul><li>Linkare per confermare, opporre, approfondire, associare liberamente </li></ul><ul><li>Link interni al sito, esterni, le ancore (i link interni alla stessa pagina) </li></ul><ul><li>Linkare le singole parole e non le frasi </li></ul><ul><li>Uso moderato del link </li></ul>
  4. 4. La logica ipertestuale <ul><li>Saper organizzare l’informazione </li></ul><ul><ul><li>Al di là del libro </li></ul></ul><ul><li>Lettura discontinua </li></ul><ul><ul><li>Le inchieste di BG </li></ul></ul><ul><li>Livelli successivi di approfondimento, documentare il proprio testo </li></ul><ul><li>Autore e lettore </li></ul><ul><ul><li>Gli ipertesti di Ted Nelson e George Landow </li></ul></ul>
  5. 5. L’interattività e web 2.0 <ul><li>Il concetto di interattività </li></ul><ul><ul><li>La qualità dell’interattività può essere valutata in base al grado di coinvolgimento con chi si comunica </li></ul></ul><ul><ul><li>e/o in base al rapporto con il messaggio (come si può trattare) </li></ul></ul><ul><ul><li>e/o in base al livello di comunicazione (da uno a molti, da uno a uno, da molti a molti) </li></ul></ul><ul><ul><li>In questo modo la definizione di interattività è problematica </li></ul></ul><ul><li>La partecipazione nel web 2.0 </li></ul><ul><ul><li>Aspetti tecnologici </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Il web come piattaforma, su cui poter scrivere, disegnare, comunicare … </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Vendita di servizi e non prodotti </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Tag: classificare in modo autonomo i contenuti </li></ul></ul></ul><ul><ul><li>Aspetti culturali </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>L’aumento della partecipazione delle persone grazie alla tecnologia più facile da usare e ad una maggiore acculturazione telematica </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>La gerarchia e l’ordine nella rete si crea dal basso e viene continuamente verificata </li></ul></ul></ul>
  6. 6. Multimedia <ul><li>Non solo testo ma anche video, audio e immagini </li></ul><ul><li>Cercare e pubblicare video: il caso di Youtube </li></ul><ul><li>Cercare e pubblicare foto: il caso di Flickr </li></ul><ul><li>Il problema delle competenze necessarie </li></ul>
  7. 7. L’’usabilità di un sito web <ul><li>L’usabilità indica la facilità di fruizione dei contenuti </li></ul><ul><li>L’accessibilità si riferisce alla possibilità data alle persone con deficit di usare il web </li></ul><ul><li>L’architettura dell’informazione: saper disporre i contenuti </li></ul>
  8. 8. Tecniche di scrittura 1 <ul><li>Il paragrafo come unità di testo </li></ul><ul><ul><li>Mappa concettuale e scaletta </li></ul></ul><ul><ul><li>20 righe: lo spazio dello scrivere </li></ul></ul><ul><li>Brevi, coincisi, chiari </li></ul><ul><ul><li>Stile paratattico, uso limitato della negazione e della forma passiva, uso abbondante degli elenchi puntati … </li></ul></ul><ul><li>Il modello della piramide invertita: già nell’attacco il lettore deve sapere l’essenziale </li></ul>
  9. 9. Tecniche di scrittura 2 <ul><li>La scrittura su supporto elettronico </li></ul><ul><ul><li>La funzione copia e incolla,la scrittura modulare </li></ul></ul><ul><ul><li>Chat, sms…ritorno all’oralità? </li></ul></ul><ul><li>Revisione e controllo del testo e dei link: una attività essenziale quanto lo scrivere </li></ul>
  10. 10. Microcontenuti <ul><li>Titoli , titoletti, sommari: sono gli elementi paratestuali i primi ad essere letti sul web (ma anche sulla carta) </li></ul><ul><li>Testi descrittivi o paradigmatici ad effetto? Il giusto equilibrio per attirare il lettore ma permettere anche una comprensione facile </li></ul><ul><li>I titoli linkati sul web devono essere particolarmente chiari perché il lettore deve essere in grado di sapere cosa trova oltre il link </li></ul>
  11. 11. I Content Managment System <ul><li>Cosa sono i CMS, ovvero le piattaforme per pubblicare direttamente sul web </li></ul><ul><li>Un sistema che non deve essere rigido ma continuamente modificato dalle esigenze individuate da chi scrive </li></ul><ul><li>Alcuni esempi: </li></ul><ul><ul><li>Bandiera Gialla </li></ul></ul><ul><ul><li>Accaparlante </li></ul></ul>
  12. 12. I prodotti on line e via e-mail, i dispositivi <ul><li>Articoli per il web, ipertetsuali, interattivi e multimediali </li></ul><ul><li>Articoli per posta elettronica, il problema delle formattazione </li></ul><ul><li>I testi per i nuovi dispositivi mobili di comunicazione (poco spazio poca informazione?) </li></ul>
  13. 13. Bibliografia <ul><li>Per avere un’idea generale del web 2.0: Alberto D’Ottavi, W eb 2.0, le meraviglie della nuova Internet , rgb editore, 2006, Sergio Maistrello, La parte abitata della rete , Milano, Hops Tecniche Nuove, 2007 e Luca Grivet Foiaia, Web 2.0, guida al nuovo fenomeno della rete , Milano, Hoepli, 2007 </li></ul><ul><li>Franco Carlini, Lo stile del web, Einaudi, 1999 </li></ul><ul><li>Luisa Carrada, Scrivere per internet, Lupetti, 2000 </li></ul><ul><li>Jacob Nielsen, Web usability, Apogeo, 2000 </li></ul><ul><li>Enrico Pulcini, Scrivere, linkare, comunicare per il web, Franco Angeli, 2001 </li></ul><ul><li>Pierre Levy, Cybercultura, Feltrinelli, 2001 </li></ul><ul><li>Riccardo Staglianò, Giornalismo 2.0, Carocci, 2002 </li></ul>

×