SlideShare a Scribd company logo
1 of 19
Storia Moderna – Cronologia
Scoperte geografiche
1453: Costantinopoli cade in mano ai Turchi
1479: Matrimonio tra Ferdinando d'Aragona e Isabella di Castiglia e ripresa della Reconquista
1487: il portoghese Bartolomeo Diaz doppia la punta meridionale dell'Africa (il Capo di Buona Speranza)
1492 - 1493: primo viaggio di Cristoforo Colombo, che raggiunge Guanahani (San Salvador), la costa settentrionale di Cuba e Haiti
1494: intervento di papa Alessandro VI → il trattato di Tordesillas fissa la divisione fra possedimenti spagnoli ( ovest ) e
possedimenti portoghesi ( est )
1497 - 1499: il portoghese Vasco de Gama scopre la rotta per le Indie giungendo a Calcutta
1502: Amerigo Vespucci dimostra che la terra scoperta da Colombo è un nuovo continente
1502: spedizione di Nicolas de Ovando → rappresentanza governo spagnolo. Encomiendas e Encomendero.
1503: inizia la tratta dei negri → monopolio spagnolo
1503: E’ fondata a Siviglia la “Casa de contratacion” per disciplinare i traffici con il nuovo mondo
1512: Leggi di Burgos → rivelazioni del frate domenicano Antonio de Montesinos – Bartolomeo de Las Casas scrive “ Brevisima
relation de la destruccion de las Indias “.
1513: il portoghese Vasco Nunez Balboa raggiunge l'Oceano Pacifico attraverso l'istmo di Panama
1518 - 1521: lo spagnolo Hernán Cortés, partito da Cuba, penetra in Messico dove abbatte l'impero azteco
1519 - 1522: il portoghese Ferdinando Magellano, al servizio del re di Spagna, intraprende il primo viaggio di circumnavigazione del
globo, ma viene ucciso nelle Filippine. Il viaggio viene portato a termine da Juan Sebastian de Elcano, che rientra felicemente in
Europa
1557: bancarotta Spagna e Portogallo → inflazione – divario curva dei prezzi e dei salari.

Riforma Protestante
1452-1498: Girolamo Savonarola – 1497 scomunicato da papa Alessandro VI
1466-1536: Erasmo da Rotterdam → filologia umanistica – edizione critica Nuovo testamento – nuova Vulgata.
1517: il 31 ottobre Il monaco Martin Lutero (1483-1546) rende pubblico a Wittenberg un documento in 95 punti professa il suo
ossequio per la Chiesa ma condanna la vendita delle indulgenze
1518: Lutero è dichiarato eretico dal Papa – l’elettore Federico di Sassonia fa spostare il processo da Roma alla Germania.
1520:
15 giugno - Leone X scomunica Lutero con la bolla Exurge Domine
dicembre - Lutero brucia la bolla del Papa sulla piazza di Wittenberg
1520 - 1522: Nella sua azione riformatrice Lutero trova molti sostenitori (Hoseman, Melantone, Carlostadio, Münzer)
1521:
aprile - Lutero si presenta alla Dieta di Worms per difendere le sue posizioni
maggio - Carlo V emana un bando imperiale contro Lutero che viene messo al sicuro nel castello di Wartburg. Qui dà inizio alla
traduzione della Bibbia in tedesco
1521: In un primo momento, in Inghilterra, Enrico VIII (1509-1547) si schiera contro la riforma di Lutero
1522 - 1523: Si verificano i primi scontri armati tra i sostenitori di Lutero e della chiesa di Roma
1523: Diffusione del credo luterano in Svizzera con Zwingli a Zurigo – il contrasto con i luterani per la concezione dell’eucarestia gli
sarà fatale ( abbandonato dai principi tedeschi ) verrà ucciso nelle lotte contro i cattolici.
1524: rivolta dei contadini (guidata da Thomas Münzer) nella Selva Nera e poi in Renania, Svevia, Turingia, Sassonia, Franconia,
Carinzia, Tirolo
1525:Lutero non appoggia i contadini e si schiera con i principi e per l'ordine sociale. Centomila contadini vengono uccisi a
Frankenhausen, il loro capo Münzer viene torturato e decapitato
1527: Il re d'Inghilterra Enrico VIII chiede l'annullamento del matrimonio con Caterina d'Aragona considerata sterile ma papa Leone
X non lo concede
1529: Carlo V convoca la Dieta di Spira, i principi di Sassonia, Assia, Brunswich, Anhalt e Brandeburgo proclamano il diritto alla
libertà di fede (protestatio)
1529 - 1534: In Inghilterra Thomas Cromwell, consigliere del Re trascina il parlamento sulle posizioni della corona, il clero viene
obbligato ad obbedire al Re e non al Papa ( Atto di Supremazia )
1530: Dieta di Augusta, riconferma delle posizioni luterane (redazione della confessio augustana)
1531: I principi luterani si alleano nella Lega di Smalcalda
1531: Guerre tra cattolici e riformati il cui esercito è sconfitto nella battaglia di Kappel
1533: Enrico VIII sposa Anna Bolena, Papa Clemente VII scomunica Enrico VIII. Procede il distacco della Chiesa inglese da quella di
Roma. Tuttavia essa non aderisce interamente al protestantesimo: nasce la chiesa anglicana
1534: Ignazio di Loyola fonda la Compagnia di Gesù (poi approvata definitivamente nel 1558)
novembre - Il parlamento approva l'atto di supremazia: il Re e non il Papa è il capo supremo della chiesa di Inghilterra
1534 - 1539: I conventi vengono soppressi e i loro beni venduti. Chi si oppone a questi provvedimenti (Thomas More, John Fisher)
viene messo a morte
1534 - 1535: Gli anabattisti si insediano a Münster ma vengono sterminati
1536: Calvino comincia la sua predicazione a Ginevra mettendosi su posizioni di estremo radicalismo dottrinario e politico →
organizza la Chiesa in Pastori; Dottori; Diaconi; Anziani → gloria di Dio e predestinazione → soltanto la grazia di Dio da la salvezza.
1541: Si tenta una conciliazione tra protestanti e cattolici a Ratisbona
1542: Paolo III istituisce il Tribunale del Santo Uffizio contro gli eretici
1545: Si apre a Trento per volere di Paolo III il Concilio sulle questioni sollevate dai protestanti. Successivamente i lavori
proseguono a Bologna (1547-1549), e nuovamente a Trento (1551-1552) sotto Giulio III
1547: L'esercito dei luterani viene sconfitto a Mühlberg
1549 - 1553: Progressivamente la chiesa anglicana diventa un'altra chiesa con Edoardo VI (1547-1553) che riconosce due soli
sacramenti: battesimo, eucaristia e introduce il Book of common prayer
1552 - 1555: I luterani, forti dell'appoggio della Francia combattono Carlo V
1553: Michele Serveto in contrasto con Calvino e con i cattolici, predica a Ginevra ma viene imprigionato e mandato al rogo.
Ginevra capitale del calvinismo in Europa.
1555: Pace di Augusta tra Carlo V e la coalizione di principi luterani
1559: Con Paolo IV si procede alla compilazione dell'“Indice dei libri proibiti”
1560: La Scozia diventa calvinista con il predicatore John Knox, vi nasce la chiesa presbiteriana scozzese. L'Irlanda resta fedele alla
chiesa di Roma
1562 - 1563: Terza fase del Concilio a Trento
1564: Professio fidei tridentinae
1566: Repressione dell'inquisizione, pubblicazione del "catechismo tridentino"
1571: Viene istituita la commissione che aggiorna continuamente l' “Indice dei libri proibiti”

Monarchie nazionali – fine indipendenza italiana
1480: in Spagna netta subordinazione della corona alla Chiesa → ricostituita l’Inquisizione in Castiglia
XVI sec: tentativo di riforma di Ximenes de Cisneros → si revocano serie di sovvenzioni ai nobili → letrados ( giuristi borghesi ) negli
uffici politici – si ricorre agli hermandad per l’ordine pubblico → esercito stabile con i tercios spagnoli.
1493: Massimiliano I d'Asburgo viene eletto imperatore; Carlo VIII re di Francia cerca di impadronirsi del regno di Napoli (che gli
spetta per eredità angioina)
1494: Carlo VIII attraversa l'Italia alla volta di Napoli. Viene accolto pacificamente a Milano da Ludovico il Moro, a Firenze da Piero
de’ Medici
1495:
22 febbraio - Carlo VIII entra a Napoli dalla quale i baroni avevano cacciato Ferdinando II; Venezia, Roma e il Papa si coalizzano in
una lega antifrancese
6 luglio – la minaccia di restare imbottigliato nel sud convince il re francese ad abbandonare le conquiste – affronta le truppe delle
lega nella battaglia di Fornovo ma riesce a riportare l’esercito in patria
1496: Massimiliano d'Asburgo combina il matrimonio tra il suo figlio primogenito Filippo e Giovanna, figlia dei sovrani di Spagna
1500: Accordo segreto tra Luigi XII e Ferdinando il cattolico per la spartizione di Napoli
1503: Quando cadono gli Aragonesi a Napoli, i due alleati si fronteggiano militarmente
1504: Trattato di Lione → Luigi XII riconosce l’insuccesso a Napoli ma tiene la Lombardia.
1508: Massimiliano I si accorda con Luigi XII dando via alla Lega di Cambrai con il papa e la Spagna.
1508: Gli Svizzeri si sottraggono alla giurisdizione imperiale
1509: Venezia subisce una grave sconfitta ad Agnadello → i patrizi dalla parte degli invasori – i ceti inferiori prendono le armi → il
governo riesce a isolare l’imperatore
1511: papa Giulio II forma la Lega Santa con Svizzeri, Spagnoli, Venezia ed Enrico VIII d’Inghilterra contro la Francia
1512: alla prima vittoria francese segue la calata degli svizzeri nel milanese – Francesi costretti ad abbandonare il ducato – Spagnoli
restaurano in Toscana la Signoria dei Medici.
1515: Il re di Francia Francesco I alleatosi con Venezia scende in Italia e riconquista il territorio di Milano
1516: Muore Ferdinando il Cattolico, Carlo re di Spagna
1516: La pace di Noyon (firmata tra Francesco I e Carlo d'Asburgo) pone termine alle guerre per il predominio in Italia riconoscendo
il Meridione alla Spagna e il milanese alla Francia
1519: Muore Massimiliano I, Carlo eredita i domini austriaci, eletto Imperatore con il nome di Carlo V (1530 incoronazione a
Bologna)
1520 - 1521: Rivolta dei comuneros e malcontento diffuso
1521 - 1529: Prima fase della guerra franco-asburgica. Alla base del contrasto ci sono la contesa per il Milanese e le rivendicazioni
asburgiche nei confronti della borgogna - Nel 1527 un esercito di Lanzichenecchi, spedito in Italia da Carlo V contro gli stati alleatisi
contro di lui (Lega di Cognac), saccheggia Roma
1529: la defezione di Andrea Doria induce i francesi alla ritirata - Pace di Cambrai → l’Imperatore rinunziò alle sue pretese sulla
Borgogna, ma ottenne la rinunzia da parte francese della Lombardia
1535 - 1547: Seconda fase della guerra franco-asburgica – il re Francese approfitta degli scontri tra Carlo V e la Lega di Smalcalda –
Trattato di Crepy ( 1544 ) → Lombardia alla corona spagnola – Savoia e parte del Piemonte alla Francia.
1547: diventa re di Francia Enrico II.
1556: Filippo II eredita la corona di Spagna – Ferdinando I i domini ereditari di casa d’Austria e la corona Imperiale.
1552 - 1559: Ultima fase della guerra franco-asburgica che si conclude con la pace di Cateau-Cambrésis
Filippo II e Guerre di Religione
1507: Margherita d’Asburgo nominata Governatrice dei Paesi Bassi spagnoli ( 17 province → Stati generali → Stati provinciali )
1529: ordinanze dell’Imperatore contro gli eretici non attecchiscono nei Paesi Bassi spagnoli.
1550: gruppi di calvinisti si allargano ad altri stati della popolazione.
1553 - 1558: Maria Tudor (detta "la cattolica" o anche "la sanguinaria") sale sul trono d'Inghilterra
1554: Maria Tudor sposa in matrimonio morganatico Filippo II
1555: Per ordine della regina vengono giustiziati numerosi protestanti e viene ripristinato il cattolicesimo.
1556: Filippo II eredita la corona di Spagna.
1556: Persecuzione dei musulmani spagnoli (moriscos) della zona di Granada che si ribellano (1568-70)
1561: i capi della nobiltà ( Guglielmo d’Orange su tutti ) fanno parte del Consiglio della Reggente ( Margherita di Parma ) – potere
effettivo nelle mani del cardinale Granvelle → che minaccia aumento della pressione fiscale e della persecuzione religiosa.
1564: Granvelle dimesso a seguito di numerose critiche
1565: il re inasprisce la repressione religiosa.
1566: i geux ( pezzenti ) guidati da Luigi di Nassau entrano a Bruxelles – la sommossa a sfondo religioso divampa in tutto il paese.
1567: il duca d’Alba viene inviato nei Paesi Bassi a capo di un esercito → Consiglio dei torbidi emana migliaia di condanne a morte –
i pezzenti del mare attaccano le navi spagnole e instaurano un regime di terrore nei confronti dei cattolici nelle città occupate.
1572: Guglielmo d’Orange è nominato Governatore – la controffensiva del duca d’Alba non riesce a sottomettere l’Olanda e la
Zelanda.
1573: Luis de Requesens sostituisce il duca d’Alba.
1576: si costituisce l’Unione di Gand con la partecipazione di tutte le province - alla base l’idea dell’indipendenza nazionale – muore
Luis de Requesens al suo posto viene nominato Don Giovanni d’Austria → ritiro dell’esercito di occupazione – conferma
dell’esclusivismo religioso e dell’ordinamento politico in vigore.
1579: il nuovo governatore Alessandro Farnese riesce a raggiungere un accordo con le province cattoliche e a staccarle dalla lega (
Unione di Arras ) – le province del nord costituiscono la repubblica delle Province Unite ( Unione di Utrecht ) → capo Maurizio
d’Orange con l’aiuto dell’Inghilterra.
1581: proclamazione dell’indipendenza dalla Spagna ( riconosciuta nel 1648 )

Guerre di religione in Francia
1559: Enrico II di Valois muore per un incidente durante un torneo; inizio della reggenza del trono di Francia da parte di Caterina
de' Medici
1562: Caterina de' Medici emana l'editto di Saint Germain che dà agli Ugonotti libertà di culto; il cattolico Duca di Guisa massacra a
Vassy un gruppo di Ugonotti, scoppia la guerra civile tra cattolici e Ugonotti
1562 - 1563: Prima fase della guerra di religione in Francia – editto di Amboise = meno favorevole ai protestanti ma più libertà
religiosa ai principi
1567 - 1570: Seconda e terza guerra di religione in Francia – pace di Saint Germain = gli ugonotti come garanzia per la limitata
libertà di culto ottengono 4 places de surete
1572: In Francia i capi cattolici si scatenano contro la nobiltà ugonotta andata a Parigi per i festeggiamenti in onore delle nozze di
Enrico di Borbone. Si contano migliaia di morti ( notte di san Bartolomeo )
1572 - 1573: Quarta guerra di religione in Francia, gli Ugonotti si organizzano come se fossero uno stato autonomo
1574: Sale sul trono di Francia Enrico III
1574 - 1576: Quinta guerra di religione – creazione da parte dei cattolici di una Lega Santa
1577 - 1580: Sesta e settima guerra di religione
1584: per impedire l’elezione a re di Enrico di Borbone i capi della Lega santa stipulano il trattato di Joinville con Filippo II.
1585 - 1589: Ottava guerra di religione in Francia (guerra dei tre Enrichi) – Enrico III fa assassinare Enrico di Guisa – la Lega Santa
nomina il duca di Mayene luogotenente del regno – il re dalla parte degli ugonotti
1589: il giovane monaco Jacques Clement uccide il re che designa come suo erede Enrico di Borbone a patto che si converta al
cristianesimo.
1589 - 1593: Regno di Enrico IV di Borbone
1593: Enrico IV abiura il calvinismo. L'anno dopo entra a Parigi dove è accolto come re legittimo
1594 - 1598: Filippo II continua la guerra contro Enrico IV
1598: Enrico IV emana l'editto di Nantes che riconosce libertà di culto e pienezza di diritti agli ugonotti
1598: Pace di Vervins: fine delle ostilità tra Francia e Spagna

Inghilterra elisabettiana e la sconfitta dell’invincibile Armata
1558: alla morte di Maria Tudor le succede Elisabetta (figlia di Enrico VIII e Anna Bolena)
1559: Elisabetta I restaura l'anglicanesimo
1559 - 1560: Rivolta calvinista in Scozia guidata da John Knox contro la reggente Maria di Guisa, francese e di osservanza cattolica
1560: Maria Stuart, erede al trono di Scozia dopo la morte del marito, il re di Francia Francesco II, rientra in patria cercando di
instaurare il cattolicesimo ma suscita violente ribellioni che la costringono alla fuga
1568: Maria Stuart si rifugia in Inghilterra presso Elisabetta I, ma è tenuta prigioniera – Filippo II e il papa cercano di rovescia
Elisabetta e assicurare all’ex regina l’eredità del trono inglese.
1570: Pio V scomunica Elisabetta
1570: la pirateria diviene un’attività ufficiale
1586: numerose congiure ai danni di Maria Stuart in una di queste venne condannata a morte.
1588: Filippo II decide di intervenire militarmente e sostenuto da papa Sisto V e dalle forze cattoliche crea l’Invincibile Armata –
nell’estate del 1588 vittima di una tempesta e a causa degli scontri con le navi inglesi si arriva alla sconfitta.
1603: Elisabetta Tudor muore
1603 -1625: Regno di Giacomo I in Inghilterra
1604: Trattato di Londra: fine delle ostilità tra Inghilterra e Spagna

Controffensiva cattolica
1520 - 1566: Solimano I (detto il Magnifico o il Legislatore)
1521: Conquista di Belgrado, dell'Ungheria, della Transilvania
1522: Conquista di Rodi (annientati i cavalieri di S. Giovanni): controllo turco sui commerci veneziani e genovesi
1551: Gli Ottomani conquistano Tripoli
1560: scontro all’isola di Gerba e insuccesso spagnolo
1565: i turchi invadono malta
1570: i turchi si impadroniscono di Nicosia
1571: papa Pio V lancia l’idea di una lega contro i Turchi – grande flotta agli ordini di Don Giovanni d’Austria si concentra a Messina
– 7 ottobre 1571 si svolge la Battaglia di Lepanto vinta dalla Lega.
1580: tregua poi ripetutamente rinnovata.

Europa nord-orientale
1561: Ivan IV il Terribile Zar di Russia
1573: in Polonia i re sono sottoposti al controllo della Dieta dei Nobili ( Pacta conventa )
1575: eletto come sovrano Stefano Bathory, ripresa del cattolicesimo
1598: inizia il periodo di torbidi in Russia – crisi dinastica – prende il titolo di zar Boris Godunov che tenta di riprendere l’azione
contro i boiari subendo una violenta opposizione
1599: Carlo IX diventa re di Svezia, Sigismondo III Vasa gli cede la corona a seguito della resistenza luterana
1608: due leghe contrapposte: unione evangelica alleata del re di Francia e la lega cattolica con la Spagna.
1611: Gustavo Adolfo re di Svezia pone fine al pericolo dell’anarchia.
1613: un’assemblea di nobili elegge Michele Romanov come zar

Ricerca stabilità politica in Francia….
1600: Maximilien de Bethune ( duca di Sully ) e Barthelemy Laffemas diventano ministri attenti rispettivamente all’agricoltura e
all’industria.
1600-1601: breve guerra contro il ducato di Savoia
1604: viene introdotta la Paulette, l’ereditarietà degli uffici poteva essere acquistata
1610: Francois Ravaillac pugnala a morte il re
1610 - 1620: Reggenza di Maria de' Medici essendo Luigi XIII in minorità
1617: Concino Concini ( membro influente della corte ) viene fatto assassinare per iniziativa del re Luigi XIII
1620: Luigi XIII assume i pieni poteri in Francia
1624: Armand du Plessis cardinale di Richelieu diviene primo ministro francese
1625: Rafforzamento della monarchia, Richelieu combatte gli Ugonotti ed i nobili cattolici, esilia inoltre la Regina Madre, fa entrare
la Francia nelle principali guerre che si combattono in Europa
1629: editto di Grazia → i protestanti conservano la libertà di coscienza e di culto – non ebbero più una struttura politica alla quale
appoggiarsi
…In Inghilterra…
1605: congiura delle polveri
1625 - 1649: Regno in Inghilterra di Carlo I Stuart
1628: Le camere del Parlamento inglese presentano al Re la Petition of rights
1629: Carlo I accoglie la richiesta: è il Parlamento che autorizza il Re a porre nuove tasse
1629 - 1640: Carlo I non rispetta la promessa. Impone nuove tasse ma suscita il malcontento
… Nelle Repubbliche delle Province Unite…
1632-1676: si contrappongono il Pensionario e lo Stadhouder – Olanda ha preminenza politica sulle altre province – la religione
divide i due partiti → borghesi attenuazione principi calvinisti – popolani seguivano le dottrine di Gomar sostenitore ortodosso della
dottrina calvinista della predestinazione.
… Decadenza della Spagna.
1598: Muore Filippo II. Gli succede Filippo III
1607: Lo Stato Spagnolo dichiara bancarotta
1618: Don Baltasar de Zuniga sostenitore della ripresa nella guerra per non perdere tutti i domini
1622: il conte di Olivares imprime una politica nel senso della ripresa del militarismo e dell’imperialismo → l’operazione << unione
delle armi >> ha scarso successo in patria ma riesce nei domini dell’Italia meridionale. Si aggrava la crisi interna.
Dalla Defenestrazione di Praga alla Pace di Westfalia
Premesse: tregua Spagna/Rep. Province Unite non sarebbe stata rinnovata – equilibrio cattolici/protestanti precario – contrasti tra
paesi scandinavi e Asburgo – insofferenza per il monopolio spagnolo del commercio coloniale – preoccupazioni Francia/Inghilterra
per l’eccessivo potere degli Asburgo
1617: eletto re di Boemia l’arciduca Ferdinando
1618: l’abbattimento di due chiese protestante fa insorgere i rappresentanti degli Stati sotto la guida di Mattia di Thurn →
defenestrazione di due luogotenenti dell’imperatore → il re promuove un’azione militare → a Praga è indetto un nuovo governo
sotto il conte di Thurn → attacco all’Austria fallimentare.
1619: Ferdinando II eletto Imperatore dalla Dieta a Francoforte → rappresentanti della Boemia, Moravia e Slesia lo dichiarano
decaduto dalla corona di Boemia ed eleggono Federico V
1620: nella battaglia delle Montagna Bianca le truppe dell’Imperatore riportano una netta vittoria – interviene anche la Spagna e il
conflitto si allarga.
1620: in Francia c’è un massacro di 600 protestanti noto come il sacro macello della Valtellina, in cui interviene anche la Spagna a
favore degli insorti → costituita una lega antispagnola.
1626: trattato di Moncon confermata l’autonomia della Valle.
1625 - 1629: Periodo danese della guerra dei trent'anni → i principi tedeschi sollecitano l’intervento del re di Danimarca Cristiano
IV che fronteggia l’esercito della lega comandato dal Tilly sia un altro esercito dell’imperatore sotto il comando del generale boemo
Alberto di Wallenstein → Cristiano IV è battuto e deve firmare la pace di Lubecca ( 1629 ) impegnandosi a non intervenire più in
Germania.
1630 - 1635: periodo svedese della guerra dei trent'anni → il sovrano Gustavo Adolfo giunge ad un conflitto con Ferdinando II il
quale richiama Wallenstein per organizzare l’esercito. Gustavo muore in battaglia e nel 1635 l’esercito svedese si arrende ( Pace di
Praga )
1635 - 1648: periodo francese della guerra dei trent'anni → Richelieu decide di intervenire contro Spagna e Austria → gli Spagnoli
sono sconfitti dai Francesi → Ferdinando III avvia i negoziati
1648: Pace di Westfalia: fine della guerra dei trent'anni → sancisce la sconfitta dell'Impero e della Spagna. Alla Francia va il
controllo dell'Alsazia e della Lorena, la Svezia controlla gran parte della Pomerania (nord Germania), le Province Unite divengono
indipendenti dalla Spagna.

Rivoluzioni
Spagna
1640: reazione rivoluzionaria alla politica economica del conte de Olivares – alloggiamenti di truppe in Catalogna – la rivolta parte
della campagne e si estende fino a Barcellona → creazione stato indipendente sotto la tutela francese
1652: difficile la convivenza francese – il governo di Madrid riprendere il controllo della situazione
Portogallo
1640: una giunta riunita a Lisbona proclama l’indipendenza.
1668: col trattato di Lisbona la Spagna riconosce l’indipendenza del Portogallo.
Regno di Napoli
1646: il governo spagnolo da mano libera al baronaggio → vengono venduti i comuni → viene introdotta una nuova gabella:
imposta sulla vendita della frutta a Napoli.
1647
7 luglio - Tommaso Aniello d’Amalfi ( Masaniello ) si mette alla testa di un moto rivendicando la riforma dell’ordinamento politico
della capitale e l’abolizione di tutte le nuove imposte → discussioni politiche tra dirigenti rivoluzionari e il viceré duca d’Arcos →
iniziative che colpiscono la nobiltà e il personale politico spagnolo → i capi moderati vogliono la fine della rivolta → Masaniello si
oppone di sciogliere le milizie popolari → ucciso il 16 luglio.
ottobre - lotta per l’indipendenza dalla Spagna. Proclamata la Repubblica → chiesti aiuti alla Francia → interviene Enrico di Guisa
che crea divisioni tra i rivoluzionari → la resistenza si sfalda
1648: la repubblica cade → i gruppi di borghesia accettano il compromesso dei rappresentanti del re → politica moderatamente
riformatrice
Francia
1643: Il potere nelle mani di Mazzarino
1648: temi centrali impegno antispagnolo e antiasburgico – lotta contro l’anarchismo dei grandi signori → rinnovamento paulette
→ il Parlamento di Parigi elabora un programma di riforma ( Propositions de la Chambre de Saint Louis ) = progetto di una
monarchia controllata dalla borghesia privilegiata.
1649: Parigi in rivolta → fase parlamentare della Fronda → la corte fugge dalla capitale
1649: ( 11 marzo ) accorto tra Parlamento e corte con la pace di Rueil
1650-1652: Fronda dei Principi → le armate del Turenne ( fedele alla reggente ) si scontrano con quelle di Condé ( a capo della
ribellione dei grandi signori ) sconfiggendolo.
1652: ( ottobre ) tornano re, reggente e Mazzarino
1659: pace dei Pirenei con la Spagna → matrimonio tra l’infanta Maria Teresa ( figlia di Filippo IV di Spagna ) e Luigi XIV
Inghilterra
1638: L'Inghilterra cerca di imporre l'anglicanesimo agli scozzesi che si ribellano
1640: Carlo I in difficoltà convoca di nuovo il parlamento ma per breve tempo (è il cosiddetto short parliament)
1640: Nuova convocazione del parlamento: long parliament
1641: Il parlamento approva un documento (grande rimostranza) nella quale sono elencate le illegalità commesse dal sovrano
1642: Carlo I cerca di far arrestare i capi dell'opposizione, ma Londra si schiera con il parlamento, il re è costretto alla fuga. Inizia la
guerra civile tra l'esercito regio e l'esercito messo in piedi dal Parlamento (detto delle round heads, teste rotonde) per l'uso
puritano di portare i capelli corti
1643: Il Parlamento inglese affida a Oliver Cromwell il compito di formare una milizia da schierare contro l'esercito fedele al re (gli
iron sides).
1645: La new model army sconfigge Carlo I che si arrende agli scozzesi i quali lo consegnano al Parlamento
1647: Il Parlamento inglese si divide in varie fazioni: presbiteriani, indipendenti e levellers. Oliver Cromwell (che è su posizioni
moderate) ha la meglio
1647: (Novembre) il Re fugge in Scozia cercando di organizzarsi per riprendere la guerra
1648: Gli scozzesi sono sconfitti a Preston, Carlo I consegnato agli Inglesi
1649:
Gennaio - in Inghilterra il re viene condannato a morte
Febbraio - Carlo I viene decapitato
Maggio - l'Inghilterra è proclamata repubblica libera (Free Commonwealth). Cresce il potere personale di Cromwell
1650: La ribellione Irlandese è domata
1651: La Scozia viene completamente assoggettata dagli Inglesi. Cromwell con l'atto di navigazione riserva alle sole navi inglesi il
diritto di importare merci in Inghilterra
1653: Dopo aver proceduto a sciogliere ed epurare più volte il parlamento, Cromwell assume il titolo di lord protettore della
repubblica con ampi poteri
1655: Il parlamento viene definitivamente sciolto, Cromwell governa il paese con il favore dell'esercito
1658: Cromwell muore
1659. Il potere viene conferito al figlio Richard, che abbandona però la carica
1660: (Febbraio) il generale Monk marcia su Londra e restaura il parlamento → questi votano per il ritorno della monarchia Stuart
1660 - 1685: Regno di Carlo II Stuart che restaura le vecchie istituzioni monarchico-parlamentari dando inizio al conflitto contro
l'Olanda (1672)

Assolutismo della Francia
1661: Muore Mazzarino, sale sul trono Luigi XIV che riduce l'influenza della corte e affida l'esecuzione dei suoi ordini a ministri
esperti
1664 - 1683: Il ministro delle finanze francesi Colbert vara un programma di stampo mercantilistico
1667: Durante il suo regno, Luigi XIV persegue mire egemoniche sull'intera Europa che danno origine, in particolare, alla guerra di
Devoluzione per il possesso dei Paesi Bassi, alla guerra Olandese (1672-1678) e alla guerra contro la lega d'Augusta (1688-1697) che
termina con la pace di Rijswijk (1697)
1674: la rivolta di Messina è un’occasione per la Francia di aprire un piccolo fronte contro la Spagna.
1682: La pretesa di nominare i vescovi e controllare la chiesa da parte di Luigi XIV scatena il conflitto con la chiesa (gallicanesimo)
1685: Editto di Fontainebleau che abolisce in Francia la libertà di culto per gli Ugonotti
1685: Lo scettro inglese passa al cattolico Giacomo II (fratello di Carlo I che è senza eredi)
1688 - 1697: Guerra della lega d'Augusta
1688: Il timore che si crei una dinastia cattolica fa sì che il trono venga offerto al protestante Guglielmo III d'Orange marito di Maria
Stuart (figlia di Giacomo II), mentre Giacomo II fugge in Francia (è la cosiddetta Gloriosa Rivoluzione)
1689: Guglielmo III diviene sovrano d'Inghilterra accettando di condividere il suo potere con quello del Parlamento
1701 - 1702: Inizio della guerra di successione spagnola che vede coinvolte Francia e Spagna contro la “Grande alleanza” formata da
Inghilterra, Olanda e Austria
1713: Pace di Utrecht. Carlo VI emana la “Prammatica sanzione” che fissa l’indivisibilità dei domini asburgici e l’ordine di
successione
1714: Pace di Rastatt: termina la guerra di successione spagnola: Milano e Napoli all’Austria; la Sicilia ai Savoia; l’Inghilterra ottiene
il monopolio della tratta degli schiavi.
[ 1661 - 1676: Il Gran Visir Köprülü Ahmed avvia una nuova offensiva anti austriaca ma viene sconfitto sul fiume Raab (1664)
1683: Il Gran Visir Kara Mustafa invade l’Austria, assedia Vienna ma viene sconfitto a Kahlenberg
1699: Pace Di Carlowitz: Ungheria e Transilvania all'Austria; Morea a Venezia ]

Assolutismo in Russia
1689: Pietro I il Grande si proclama zar di tutte le Russie
1700: Pietro I il Grande entra in guerra contro la Svezia di Carlo XII, per il predominio del Baltico
1703: Fondazione di Pietroburgo
1722: Pietro I di Russia istituisce la “Tabella dei ranghi”

Conflitti dinastici e coloniali
1722: Carlo VI d’Asburgo crea la Compagnia di Ostenda → appoggio di Filippo V → privilegi commerciali ai mercanti austriaci e
fiamminghi nelle colonie spagnole
1729/1731: Trattati di Siviglia e Vienna ripristinati i privilegi inglesi nelle colonie americane e sciolta la Compagnia di Ostenda.
1733: Muore il re di Polonia Augusto II, scoppia la guerra di successione polacca → Stanislao Leszcynski ( suocero di Luigi XV ) e
Augusto di Sassonia ( nipote dell’imperatore )
1738: Pace di Vienna che pone fine alla guerra di successione polacca: l’Austria cede il Regno di Napoli ai Borbone di Spagna
1739: trattati di Belgrado a seguito dell’attacco Russo ai danni della Turchia ( 1736 ) → restituiti alla Turchia i territori di Belgrado e
le province al sud del Danubio e della Sava
1740: Federico II diventa re di Prussia. Maria Teresa d’Asburgo sale al trono austriaco. Federico II invade la Slesia, scoppia la guerra
di successione austriaca
1748: Pace di Aquisgrana che pone fine alla guerra di successione austriaca: i ducati di Parma e Piacenza passano dall’Austria a
Filippo di Borbone e la Slesia a Federico II
1756: Inizia la Guerra dei sette anni che vede Inghilterra e Prussia contrapporsi a Francia, Austria e Russia
1757: Ministero di William Pitt in Inghilterra. Battaglie di Rossbach e Leuthen che vedono l’esercito prussiano sconfiggere le forze
francesi e austriache.
1758: L’esercito prussiano ferma l’offensiva russa nella battaglia di Zondorf, ma viene sconfitto a Hochkirch dalle truppe austriache.
1759: Battaglia di Kunersdorf, i prussiani sono sconfitti dai russi.
1763: Trattato di Parigi → questione marittime – Trattato di Hubertsburg → questioni territoriali. Fine guerra dei 7 anni
…In Russia, Ungheria e Croazia
1762: Caterina II si proclama imperatrice di Russia
1764: Caterina II decreta la confisca dei beni ecclesiastici
1768: La Russia entra in guerra contro l’impero Ottomano
1772: Prima spartizione della Polonia
1773: Rivolte contadine in Russia capeggiate da Emeljan Pugacëv
1774: Maria Teresa istituisce l’obbligo scolastico in Austria
1783: La Russia annette la Crimea
1786: Codice penale di Pietro Leopoldo
1793: Seconda spartizione della Polonia
1795: Terza spartizione della Polonia

Rivoluzione Francese
1774: Ascesa al Trono di Luigi XVI
1774-1776: Turgot cerca di risanare le finanze Statali
1780: crisi economica in Francia → crescono i malumori all’interno delle classi aristocratiche
1777-1781: Necker assume la Direzione delle Finanze ma è costretto a dimettersi → infatti il suo Compte rendu au roi da una falsa
immagine della situazione finanziaria francese.
1783-1787: Calonne prende il posto del Necker senza successo
1788: Assemblea dei notabili – contrasto tra nobili, alto clero, terzo stato → i liberali cominciano a farsi chiamare patrioti
1789:
5 maggio - Inizia il periodo rivoluzionario in Francia con l'apertura della Riunione degli Stati Generali a Versailles per discutere la
riforma finanziaria.
17 giugno – i deputati del terzo stato proclamano l’Assemblea nazionale e, nella sala della pallacorda a Versailles, giurano di non
separarsi sino a che la Francia non ottenga una costituzione.
27 giugno – vista l’adesione a maggioranza del clero e di 47 nobili alle posizioni della borghesia il re approva la formazione
dell’Assemblea nazionale.
14 luglio – la monarchia tenta un colpo di forza ammassando le truppe rege a Versailles - Il popolo insorge a Parigi ed espugna la
prigione della Bastiglia salvando l’Assemblea Nazionale.
4 agosto – la grande paura porta ad una rivolta agraria → l’Assemblea Nazionale approva il decreto con cui vengono aboliti i diritti
feudali e i privilegi del clero
26 agosto - La Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo e del Cittadino sancisce i diritti di libertà e di resistenza contro l'oppressione.
5/6 ottobre – il re non approva ne i decreti ne la Dichiarazione dei diritti → nuova sollevazione popolare → re costretto a trasferirsi
a Parigi assieme ai deputati dell’Assemblea
22 dicembre - Cambia la mappa politica della Francia: essa viene divisa in 83 Dipartimenti considerati delle piccole repubbliche
guidate da un consiglio eletto per censo.
1790:
13 febbraio – tramite decreto il clero viene praticamente soppresso
12 luglio - Viene promulgata la Costituzione Civile del clero ( basi gallicane ): vescovi e curati sono sottratti alla giurisdizione del
papa ed eletti, come gli altri funzionari, dai cittadini attivi.
1791:
aprile - Pio VI condanna la Dichiarazione dei diritti e la Costituzione Civile del clero → parte del popolo spinta alla controrivoluzione
20 giugno - La famiglia reale tenta la fuga dalla sua residenza alle Tuileries; Luigi XVI viene arrestato → collusione con gli emigrati →
progetto di rientrare in patria con un esercito - Scissione dei foglianti dai giacobini.
17 luglio – la guardia nazionale spara sulla folla riunita al Campo Marte
27 agosto – dichiarazione di Pillnitz → Leopoldo II pronto ad intervenire in Francia
3 settembre - È promulgata la nuova Costituzione; dopo un vano tentativo di reazione, il re Luigi XVI la riconosce e l'accetta.
1° ottobre - Entra in funzione l'Assemblea Legislativa. di carattere moderato, composta dai foglianti, da una maggioranza di
“costituzionali” (privi di una chiara linea politica e oscillanti tra i due estremi), dalle minoranze dei girondini e dei giacobini.
1792:
20 aprile - La Francia dichiara guerra all'Austria e alla Prussia, che premono alle sue frontiere; l'esercito francese vince a Valmy ( 20
settembre ) e successivamente conquista il Belgio e la Savoia.
10 agosto - I tentativi di ristabilire la monarchia fanno riesplodere la protesta popolare, che culmina con la presa delle Tuileries,
l'imprigionamento della famiglia reale, e la creazione di una Comune di Parigi insurrezionale che si insedia all'Hotel de Ville.
17 agosto - Creazione di un tribunale criminale straordinario: preti refrattari e nobili cospiratori vengono deportati e uccisi.
Agosto/settembre - sconfitte militari per la Francia contro Austria e Prussia. Rivolte nelle campagne e nuove rivolte a Parigi
21 settembre - L'Assemblea diventa Convenzione girondina, che sancisce l'abolizione della monarchia e proclama la Prima
Repubblica.
10 dicembre - comincia il processo al re (alto tradimento)
1793:
21 gennaio - Luigi XVI viene ghigliottinato; migliaia di "controrivoluzionari" sono giustiziati dal Tribunale Rivoluzionario, tra i quali la
regina Maria Antonietta.
febbraio - Inghilterra, Spagna e Olanda intervengono nella guerra. La coalizione scatena una reazione nazionalista della Francia che
si organizza in un esercito di massa.
marzo - Scoppio della rivolta monarchica in Vandea.
31 maggio - S'insedia la Convenzione montagnarda.
Aprile - si forma a Parigi il movimento degli "arrabbiati". Istituzione del Comitato di salute pubblica
2 giugno - insurrezione popolare contro il governo girondino. Arresto di alcuni deputati e ministri girondini. Insurrezione contro la
Convenzione in diverse città
24 giugno - approvazione di una nuova Costituzione (democratica, non entrerà mai in vigore. Prevede repubblica e suffragio
universale)
28 luglio - Robespierre entra a far parte del Comitato di Salute Pubblica
luglio - il Comitato di salute pubblica instaura un regime dittatoriale. Chiamata alla leva in massa.
agosto - nuovi provvedimenti antinobiliari e antifeudali. Confische e vendite di terre signorili
11 settembre - nuovo calmiere
mesi successivi - arresti, processi, decapitazioni contro nemici della rivoluzione di destra e di sinistra. Regime personale di
Robespierre. "Terrore" Tra i condannati più famosi, Danton, Roux, Hébert
1794:
aprile - Condanna degli indulgenti: Danton, Desmoulins e D'Eglantine vengono ghigliottinati per volontà di Robespierre.
10 giugno - legge contro i "sospetti"
26 giugno - Serie di vittorie francesi: gli austriaci vengono battuti a Fleurus e i tentativi d'invasione inglesi falliscono.
27 luglio - Colpo di Stato - Caduta dei Montagnardi - Robespierre viene arrestato dalla Convenzione e ghigliottinato. La
Convenzione termidoriana riforma il governo in due assemblee ( Cinquecento ed Anziani ) e un Direttorio esecutivo
Settembre-Dicembre - Si scatena il "Terrore Bianco" → gioventù dorata contro agenti del governo giacobino e i sanculotti
12 Novembre - Soppressione del Club dei Giacobini
1795:
Gennaio - Riconquista dell'Olanda - Proclamazione della Repubblica Batava
Aprile - Trattato di pace con la Prussia
Luglio - Trattato di Basilea - Pace con la Spagna
22 Agosto - Costituzione dell'Anno III
5 ottobre – fallito tentativo insurrezionale monarchico → neo-giacobini formano un nuovo gruppo attorno a Gracco Babeuf
26 Ottobre - Elezione del nuovo Direttorio Esecutivo

Napoleone Bonaparte
1796:
marzo – l’armata d’Italia contro l’Austria è comandata dal generale Bonaparte
15 maggio – Bonaparte entra trionfalmente a Milano
30 novembre - Il Manifeste des plebeins si basa sul presupposto della negazione della proprietà privata – in inverno si costituisce
un comitato insurrezionale → la congiura di Babeuf viene scoperta e i responsabili vengono ghigliottinati ( maggio 1797 )
1797:
aprile – nelle elezioni i monarchici riscuotono ampio successo mettendo in crisi l’esistenza stessa della repubblica
4 settembre – la maggioranza del Direttorio mette a segno un colpo di Stato → Parigi è occupata le elezioni annullate.
17 ottobre – pace di Campoformio con l’Austria → riconoscimento dominio francese sulla Lombardia, Belgio e riva sinistra del Reno
1798:
19 maggio – parte la spedizione in Egitto promossa da Napoleone
21 luglio – nella Battaglia delle Piramidi Napoleone ottiene una netta vittoria sui Mammelucchi
1° agosto – la flotta francese viene distrutta da quella inglese dell’ammiraglio Nelson → l’esercito francese rimane bloccato nel
territorio egiziano → si forma una seconda colazione anti-francese ( Inghilterra, Russia, Austria , impero turco e Borboni di Napoli )
1799:
primavera – le forze russe/austriache riescono a ricacciare i francesi → l’autorità dei vecchi governi è ristabilita nell’Italia centro-
settentrionale → a Napoli le masse contadine insorgono → ritorno dei Borboni.
25-26 ottobre – vittoria dei Francesi a Zurigo → la Russia si ritira dalla coalizione
9 novembre – il colpo di Stato preparato da Sieyes si compie → creazione del Consolato con Bonaparte, Sieyes e Ducos
15 dicembre – ratificata la Costituzione dell’anno VIII → primo console potere effettivo
1800:
14 giugno – Napoleone riprende la guerra contro l’Austria → scende in Italia ed a Marengo ottiene una vittoria decisiva
3 dicembre – nuova vittoria a Hoheninden
1801:
9 febbraio – grazie all’azione diplomatica del principe Talleyrand l’Austria firma la pace a Luneville
16 luglio – concordato con Papa Pio VII → cattolicesimo religione ufficiale dei Francesi → primo console spetta la nomina dei
vescovi → investitura spirituale al papa
1802:
25 marzo - pace di Amiens con l’Inghilterra
18 aprile - epura il Tribunato escludendo gli oppositori → Articoli organici del culto cattolico lo Stato si attribuisce un ampio potere
di controllo sulla vita ecclesiastica secondo le tradizioni gallicane
2 agosto – viene proposto il consolato a vita per Napoleone → Costituzione dell’anno X vengono aumentati i poteri del console che
può anche designare l’erede
1803: a maggio riprendono le ostilità con l’Inghilterra per la questione di Malta → violazione della pace di Amiens
1804:
21 marzo – Codice civile dei Francesi più tardi designato come Codice Napoleone → soppressione diritti feudali e proprietà;
eguaglianza davanti alla legge; libertà personale, tutela libertà d’iniziativa
18 maggio – Costituzione dell’anno XII il governo viene affidato a << imperatore ereditario, Napoleone Bonaparte >>
2 dicembre – approvazione papale → incoronazione a Notre Dame dal papa Pio VII
1805:
21 ottobre – terza coalizione anti-francese → la flotta francese è preparata dal 1803 ma a Trafalgar viene quasi completamente
distrutta dalla flotta dell’ammiraglio Nelson ( che muore ).
26 settembre/9 ottobre – nel bacino del Danubio gli Austriaci vengono sconfitti a Ulm
2 dicembre – Napoleone affronta e vince gli austro/russi nella battaglia di Austerlitz
26 dicembre – l’imperatore d’Austria è costretto a ritirarsi e firmare la pace di Presburgo
1807: lo zar Alessandro I firma il trattato di Tilsit
1808: Napoleone occupa il Portogallo e insedia in Spagna come re il fratello Giuseppe → a Napoli insedia il generale Gioacchino
Murat – il 2 maggio la Rivolta di Madrid viene repressa dalle truppe francesi
1809: l’Austria tenta di risollevarsi ma viene sconfitta nella battaglia di Wagram → pace di Schonbrunn
1810: ottenuta dall’imperatore la figlia 18 enne Maria Luisa la sposa in Aprile ( ottiene un erede nel 1811 dandogli il titolo di << re
di Roma >> )
1811: Napoleone prepara lo scontro con la Russia → Austria e Francia sottoscrivono alleanza militare con la Francia
1812: a seguito della battaglia di Bailen il re Giuseppe deve abbandonare Madrid → la Grande Armée viene spostata in Spagna e la
situazione è ristabilita → due gruppi ( afrancesados – patrioti liberali ) → promulgata una costituzione che verrà annullata al ritorno
dei Borboni ( 1814 )
Aprile – Alessandro formula richieste per fornire l’occasione della guerra → evacuazione Prussia, Pomeriana svedese e stipulazione
accordi commerciali
24 giugno – i francesi passano il Niemen → il comando russo indietreggia
Metà agosto – prima battaglia a Smolensk con una parte dell’esercito russo
7 settembre – seconda battaglia a Borodino → i russi attuano una strenua resistenza
14 settembre – Napoleone entra a Mosca che però viene abbandonata dai Russi e lasciata in balia di un incendio ( dal 15 al 18 ) e
della guerriglia → Napoleone decise di ritirarsi ma l’inverno russo colpisce duramente l’esercito francese
1813: 16/18 ottobre – si avvia la sesta coalizione con Russia, Prussia, Inghilterra e Austria → battaglia a Lipsia e sconfitta di
Napoleone → Murat abbandona l’imperatore e attacca da sud il regno d’Italia.
1814:
9 marzo – gli alleati col trattato di Chaumont si impegnano a proseguire la lotta fino alla caduta di Napoleone
31 marzo – Parigi è occupata dai Russi e Prussiani – Talleyrand diventa capo di un governo provvisorio
6 aprile – convinto dai suoi generali Napoleone abdica → l’isola d’Elba è il suo esilio
Maggio – sul trono di Francia è posto Luigi XVIII → 4 giugno da vita ad una Carta Costituzionale
Novembre 1814 – 9 giugno 1815: Congresso a Vienna → Atto finale sarà la creazione della Santa Alleanza
1815:
1° marzo: vista l’ostilità della popolazione al ritorno Borbone, Napoleone torna in Francia
20 marzo: entra a Parigi dove instaura il governo dei cento giorni → Atto addizionale alle costituzione dell’Impero
18 giugno: prendendo l’iniziativa Napoleone si scontra contro il duca di Wellington a Waterloo → le truppe prussiane si
congiungono con quelle inglese → Napoleone è sconfitto → abdica per la 2° volta
1821: il 5 maggio Napoleone muore nel suo esilio nell’isola di Sant’Elena

Rivoluzione Industriale
1600: fondazione della Compagnia delle Indie Orientali → centro principale dell’industria cotoniera → perderà questo monopolio
con lo svilupparsi delle grandi piantagioni americane
1640/1688: In Inghilterra una rivoluzione politico sociale favorisce l’ascesa della borghesia – molti coltivatori, coloni e piccoli
affittuari si sono trasformarti in salariati – il capitalismo mercantile raggiunge grandi proporzioni.
1712: Thomas Newcomen costruisce la macchina a vapore
1733: John Kay brevetta la navetta volante, che aumenta in modo significativo il rendimento del telaio.
1769: Richard Arkwright inventa il filatoio idraulico. James Watt brevetta la macchina a vapore.
1776: la visione della libertà di iniziativa privata come garanzia di benessere di Adam Smith diventa il tratto distintivo della
concezione liberale
1779: Ned Ludd distrugge un telaio, venendo successivamente giustiziato ma dando vita al movimento di opposizione sociale che
prenderà il suo nome, il “luddismo”
1799:1800: con i Combination Acts vengono vietate le associazioni tra gli operai → le trade unions ( associazioni di mestiere ) si
sviluppano clandestinamente
1803: liberalismo economico di Jean-Baptiste Say
1807: Lo statunitense Robert Fulton costruisce la prima nave a vapore.
1811: il luddismo dilaga nelle regioni industriali → distruzione di nuove macchine
1812: legge che prevede la pena di morte per i distruttori di macchine → la rivolta luddista si esaurisce
1815: il movimento radicale promuove campagne di opinione pubblica
1817/1820: rivolte di Petridge e massacro di Peterloo
1824-1825: prima vittoria radicale → una legge riconosce agli operai il diritto di associarsi per motivi economici e assistenziali.
1825: esperimento di comunità socialista di Roberto Owen negli Stati Uniti → unificazione delle trade unions → fallimento
1830: Il nuovo sistema produttivo nato dalla rivoluzione industriale in Inghilterra alla fine del 700 si afferma nel resto dell' Europa e
degli Stati Uniti. Si verifica un' accelerazione generale del processo di industrializzazione.
1830/1848: contrasti tra liberali e radicali → la realizzazione democratica fu il risultato dell’organizzazione sindacale e politica delle
classi lavoratrici
1831: la coscienza collettiva porta alla solidarietà tra gli operai → rivolte operaie come quella dei canuts di Lione
1831: in Inghilterra una legge vieta il lavoro notturno agli operai sotto i 18 anni e proibisce di assumere bambini sotto i 9
1832: l’enciclica Mirari Vos del papa Gregorio XVI condanna la fondazione del movimento detto ultramontanismo ( dal
cattolicesimo liberale )
1837: telegrafo di Samuel Morse
1841: francobollo di Rowland Hill
1844: legge riduce a 6 ore e mezzo il lavoro dei fanciulli e fissa a 12 ore il lavoro per donne e giovani ( 10 nel 1847 ).
1847: Lega dei Comunisti diviene un movimento internazionale → programma elaborato da Karl Marx e Friedrich Engels pubblicato
nel gennaio 1848 ( Manifesto del Partito Comunista )
1815/1848: trasformazione dell’agricoltura – i landlords inglesi investono capitali nelle loro terre – sincronia tra sviluppo
capitalistico dell’agricoltura e industrializzazione
1846/1848: fallimento dei raccolti della patata in Irlanda ( le terre erano nella mani dei landlords inglesi – la popolazione in uno
stato di subordinazione coloniale ) provoca una delle maggiori catastrofi demografiche dell’Ottocento.

Tentativi costituzionali e Indipendenza della Grecia
1774: col trattato di Kuciuk Kainarge la Russia ha il diritto di intervenire in Turchia in difesa dei cristiani ortodossi
Dopo il 1815: intensa attività cospiratoria della carboneria di Filippo Buonarroti – in Francia abbiamo un tentativo ultrarealista
stroncato da Luigi XVIII che scioglie le camere e indice nuove elezioni
1818: in Inghilterra soppressione dell’habeas corpus
1819: sovrani e cancelliere austriaco Metternich stroncano la minaccia rivoluzionaria → congresso a Carlsbad per concordare le
misure repressive – in Inghilterra la folla viene caricata dalle truppe ( Massacro di Paterloo ) → in parlamento sono votati i Six Acts
che vietano ogni forma di associazione
1820:
gennaio: insurrezione militare a Cadice → il re rimette in vigore la Costituzione del 1812 → la rivoluzione si propaga in Italia
meridionale
febbraio: assassinio del duca di Berry, erede al trono di Francia, riacutizza la lotta politica → nuovo governo riprende il programma
degli ultras
luglio: insurrezione di una parte della Sicilia provoca un intervento militare → minaccia intervento austriaco a Napoli intensifica gli
sforzi per suscitare un moto costituzionale e antiaustriaco in Piemonte e Lombardia
novembre: congresso a Troppau coi rappresentanti delle grandi potenze per discutere l’intervento in Stati in cui sono state imposte
riforme illegali
1821:
gennaio: congresso a Lubiana → il re delle due Sicilie Ferdinando I chiede l’intervento austriaco
marzo: scoperta e stroncata una vendita carbonara a Milano – i ribelli greci delle montagne e delle isole insorgono contro i turchi
9-10 marzo: liberali piemontesi cominciano il moto insurrezionale ad Alessandria → accordo con Carlo Alberto → Vittorio Emanuele
I abdica a favore del fratello Carlo Felice; Carlo Alberto è reggente → Carlo Alberto concede la costituzione spagnola 1812 →
sconfessato da Carlo Felice prima si adopera per la controrivoluzione poi fugge a Novara → Carlo Felice chiede l’intervento
austriaco.
23 marzo: il generale austriaco Frimont entra a Napoli → ultimo gruppo di deputati al Parlamento napoleonico si disperde
8 aprile: a Novara il governo provvisorio cerca di prevenire l’attacco austriaco ma è sconfitto → Rivoluzione fallita
1822: il 1° gennaio i ribelli greci proclamano l’indipendenza → nuovo governo sotto la protezione dell’Inghilterra e della Russia →
corona ad un principe di Baviera
1823: esercito francese in Spagna → 23 agosto presa della fortezza del Trocadero
1824: l’operazione militare e propagandistica va a beneficio degli ultras che vincono le elezioni → sale al trono Carlo X
1825: tentativo rivoluzionario del colonnello Pavel Ivanovic Pestel represso dallo zar Nicola I
1829: a seguito della guerra contro la Russia e del trattato di Adrianopoli la Turchia cede alcuni territori
Svolta liberale 1830
1827: in Francia eletta in parlamento una maggioranza di moderati ostili alla linea politica della monarchia
1830: il governo del principe di Polignac emana 4 ordinanze che restringono il diritto di voto e annullano la libertà di stampa →
conquista dell’Algeria
Luglio: a seguito delle 4 ordinanze la massa insorge ( 3 giornate insurrezionali di Parigi – moti di luglio ) costringendo il re alla fuga
→ vittoria delle forze popolari e repubblicane
Agosto: sale al trono ad opera dei liberali Luigi Filippo d’Orleans → si impegna a rispettare la Costituzione
Novembre: il 29 contro l’autoritarismo dello zar Nicola I i Polacchi insorgono → settembre 1831 la rivoluzione è domata
1831:
giugno: a seguito della rivoluzione Belga dell’agosto 1830 e ottenuta l’indipendenza diventa sovrano nel nuovo regno Leopoldo di
Sassonia-Coburgo → concede Costituzione liberale
28 aprile/1 giugno: in Inghilterra l’alleanza tra il partito whig e i radicali converge nella lotta contro il governo Tory → elezioni
portano alla vittoria dei whigs → aumento potere politico degli industriali → partiti si dividono in liberale e conservatore
1832: la pressione popolare fa approvare dal governo whigs il Reform Act
1833: abolizione della schiavitù nelle colonie britanniche
1834: in Spagna e Portogallo dopo la guerra civile vengono creati regimi costituzionali moderati
1839-1842: guerra dell’oppio contro la Cina
Frattura tra liberali e democratici
1815: introdotte in Inghilterra le corn laws che impediscono l’importazione di grano dall’estero
1831 e 1834: rivolta degli operai di Lione
1836: in Francia è presidente del consiglio Francois Guizot esponente del giusto mezzo = equidistanza tra i legittimistici borbonici e i
democratici – Auguste Blanqui è il capo del movimento socialista francese
1838: Adolphe Thiers è il più influente membro dell’opposizione → rivendica una politica estera attiva → il governo emana leggi che
limitano la libertà di stampa, di propaganda e di associazione
1838: Lega di Manchester campagna contro le corn laws
1839: contrasto tra liberali e democratici per l’estensione dei diritti politici ai lavoratori → grande convenzione delle classi
lavoratrici → petizione respinta dai Comuni → movimento cartista disperso con la forza
1845: una grave carestia fa decidere al governo di abrogare le corn laws
Caso Italiano
1830-1848: patriottismo nazionale divenne ideologia rivoluzionaria sul terreno del radicalismo → intellettuali e studenti → Italia
principale protagonista del dibattito ideale e dell’iniziativa politica
1830: Giuseppe Mazzini a 25 anni è arrestato e costretto a scegliere tra l’esilio e la vita al confine → decisivo incontro con i
buonarrotiani
1831: a Parigi crisi e dissoluzione della Giunta Liberatrice Italiana di Filippo Buonarroti
Giugno: fondazione di una nuova associazione chiamata Giovine Italia e dell’omonima rivista → formazione della coscienza politica
del popolo; non rivoluzione sociale; concordia tra classi lavoratrici e borghesia; programma politico.
1834: tentativo insurrezionale fallito a Genova → arresti e condanne a morte → 14 patrioti condannati a morte in contumacia
1834: rottura tra Mazzini e Buonarroti → fondazione a Berna della Giovine Europa
1835-1848: Giuseppe Garibaldi partecipa alle insurrezioni in Argentina
1840: a Londra Mazzini riorganizza le fila della Giovine Italia → nuova fase di lotte
1830-1848: nuova fase della rivoluzione industriale → ripercussioni anche in Italia
1844: Cesare Balbo nelle Speranze d’Italia identifica il re di Sardegna come la guida e il fulcro dell’indipendenza italiana e nella
Confederazione – Giuseppe Ferrari polemizza contro il Gioberti e il neoguelfismo
1846: influenzato dal cattolicesimo liberale Vincenzo Gioberti scrive il Primato = l’alleanza del movimento liberale con la Chiesa
sarebbe stata garantita affidando al papa la presidenza della Confederazione italiana
Rivoluzioni del 1848
1846: in luglio viene eletto papa Pio IX in contrasto con un candidato apertamente conservatore
1848:
12 gennaio: scoppia la rivoluzione di Palermo – viene formato un governo provvisorio – a Napoli Ferdinando II chiede l’intervento
austriaco → il papa non da il permesso alle truppe austriache di passare sul suo territorio
11 febbraio: Ferdinando costretto a cedere alla pressione rivoluzionaria concede la Costituzione
22 febbraio: a Parigi rivoluzione contro l’oligarchia finanziaria e affaristica – la guardia nazionale fa causa comune con gli insorti –
governo provvisorio → suffragio universale maschile; abolita pena di morte per reati politici; diritto di lavoro; ateliers nationaux
13 marzo: rivolta a Vienna mette fine al potere di Metternich – impulso del movimento democratico e di Kossuth creato in
Ungheria un nuovo ordinamento politico → chiesta l’indipendenza
17 marzo: liberati a Venezia i capi democratici Daniele Manin e Niccolò Tommaseo → governo provvisorio e restaurata la
Repubblica
18 marzo: insurrezione a Milano → 5 giornate di Milano in cui la popolazione ha la meglio sulle truppe austriache di Radetzky che si
ritira nelle fortezze del quadrilatero
24 marzo: a seguito degli appelli dell’aristocrazia milanese ( spaventata dalla direzione democratica della rivolta ) Carlo Alberto
entra in guerra contro l’Austria → contrasti nelle truppe italiane permettono la ripresa austriaca
29 aprile: il papa si distacca dall’alleanza nazionale seguito dal granduca di Toscana
15 maggio: Ferdinando II di Borbone opera un colpo di stato a Napoli
11 giugno: capitolazione di Vicenza
17 giugno: il generale Windischgraetz bombarda Praga, poi Vienna e l’Ungheria
29 giugno: i governi provvisori ( tranne Venezia ) votano la fusione col Piemonte
25 luglio: vittoria decisiva austriaca a Custoza
9 agosto: firmato l’armistizio tra Carlo Alberto e austriaci
23 aprile: nuove elezioni a Parigi che vedono la vittoria dei moderati → abolizione ateliers nationaux – estromissione dei socialisti
dal governo
23 giugno: il proletariato parigino insorge → poteri al generale Cavaignac che stronca la rivolta in sei giorni
31 ottobre: Vienna capitola → Francesco Giuseppe ha la situazione in pugno
1849:
febbraio: ucciso il presidente del Consiglio romano Pellegrino Rossi → il papa si rifugia a Gaeta → istituzione repubblica del
triumvirato Mazzini, Satti, Armellini
23 marzo: ripresa la guerra con l’Austria → a Novara l’esercito sabaudo subisce una gravissima sconfitta
23 marzo-1 aprile: 10 giornate di Brescia
24 marzo: il nuovo re Vittorio Emanuele II discute le clausole dell’armistizio
Aprile: Luigi Bonaparte vuole riportare il papa a Roma → sconfitta a Porta San Pancrazio a causa della resistenza delle truppe di
Giuseppe Garibaldi
3 aprile: alla Dieta imperiale di Francoforte vince la posizione << piccola tedesca >> con l’estromissione dell’Austria → offerta il
trono di Germania al re di Prussia Federico Guglielmo IV che però rifiuta
2-3 giugno: nonostante la tregua firmata le truppe francesi attaccano di nuovo i romani
18 giugno: il Parlamento nazionale tedesco fu sciolto
1 luglio: Roma capitola → i capi democratici abbandonano la città
Agosto: Ungheria resiste e viene piegata finalmente dall’intervento russo

Napoleone III
1851: il 2 dicembre sfruttando la paura sociale ( con la nuova camera a maggioranza di monarchici e cattolici conservatori ) Luigi
Bonaparte attua un colpo di stato → plebiscito → Costituzione e titolo imperiale Napoleone III
1860: in poi → diritto di associazioni a fini sindacali; Parigi modernizzata; trattato commerciale con l’Inghilterra; politica estera nella
direzione della distruzione della coalizione che sconfisse Napoleone – ricostruzione dell’opposizione radicale.
1864: Sillabo, principali errori del nostro tempo di Pio IX
1870: dogma dell’infallibilità papale
Cavour → Unificazione Italiana
1848: Camillo Benso conte di Cavour fa il suo ingresso nella scena politica → Parlamento tra i moderati che si erano avvicinati alle
aspirazioni della borghesia moderata
1849: il governo Lombardo-Veneto si trasformò in una dittatura militare affidata al Radetzky
Marzo: agitazione democratica sfociò nell’insurrezione di Genova – rifiuto maggioranza liberal-progressista della Camera di
approvare il trattato di pace con l’Austria
20 novembre: repressa la rivolta genovese il re lancia il proclama di Moncalieri ( si rivolse agli elettori del Regno di Sardegna
affinché si rendessero inclini a portare in parlamento una maggioranza favorevole alla ratifica del trattato di pace con l'Impero
austriaco )
1850: il ministro Siccardi presenta leggi che limitano i privilegi ecclesiastici
Giugno: Mazzini crea a Londra un Comitato centrale democratico europeo → contro i sistemi ( dottrine socialiste )
Settembre: Mazzini crea un Comitato nazionale italiano → nel 1851 propone la spinta insurrezionale dalla Lombardia
ottobre: Cavour ministro dell’Agricoltura, del Commercio e della Marina
1852: Connubio tra gruppo liberale dei centro-destra e sinistra moderata → nuova maggioranza parlamentare → novembre Cavour
nuovo presidente del Consiglio
1853:
6 febbraio - tentativo insurrezionale a Milano, borghesia estranea, stroncato sul nascere → critiche pesanti a Mazzini →
accentuazione principi repubblicani
Ottobre-novembre: lo zar Nicola I occupa i principati della Moldavia e della Valacchia vassalli della Turchia → Francia e Inghilterra a
fianco della Turchia – Austria esitante
1853-1856: Guerra di Crimea → Cavour vorrebbe partecipare al fianco dell’Inghilterra e della Francia a patto che venga tenuto in
conto la situazione italiana → rifiuto francese – possibilità Austria nell’alleanza occidentale
1856: Congresso di Parigi → Italia fa sentire la sua voce → inascoltata ma la posizione presa contro l’Austria è marcata
1857: creazione della Società nazionale → corrente monarchico-unitaria all’insegna del motto << L’Italia e Vittorio Emanuele →
Spedizione di Sapri
1858:
14 gennaio – attentato fallito di Felice Orsini a Napoleone III
giugno - assieme alla Spedizione di Sapri si tenta una insurrezione a Livorno e Genova → la spedizione in Meridione fallisce e
Pisacane si suicida – falliscono anche le altre 2 insurrezioni
20 luglio – accordo a Plombieres → Cavour prospetta il pericolo della rivoluzione mazziniana → Napoleone III accetta l’accordo → la
guerra deve sembrare difensiva
1859:
26 aprile – Il Piemonte respinge l’intimazione dell’Austria al disarmo immediato → truppe francesi; piemontesi; volontari
( Cacciatori delle Alpi ) comandato da Garibaldi
27 aprile: insurrezione in Toscana ad opera della Società Nazionale → Leopoldo II costretto alla fuga → protettorato militare della
Sardegna
4 giugno – Battaglia di Magenta → vittoria italiana
24 giugno – Battaglia di San Martino Solferino → vittoria italiana
11 luglio – a Villafranca armistizio tra Napoleone III e imperatore austriaco → l’imperatore francese è preoccupato da un possibile
intervento prussiano e dai movimenti insurrezionali italiani
12 luglio – deluso dal mancato rispetto dell’accordo di Plombieres Cavour rassegna le dimissioni
Luglio – Manfredo Fanti ( vice-comandate Garibaldi ) riorganizza l’esercito comune italiano
1860:
16 gennaio - Cavour torna al potere
11-12 – popolazione dell’Italia centrale esprimono a maggioranza la volontà di annessione al regno di Sardegna → Nizza e Savoia
alla Francia
4 aprile – scoppia a Palermo un movimento insurrezionale → combattimento perso al convento della Gancia con la fucilazione di
numerosi insorti → inizia la guerriglia → Francesco Crispi convince Garibaldi ad assumere il comando di una spedizione in Sicilia
5-6 maggio - due navi sulle quali sono imbarcati i Mille fanno scalo a Talomone
11 maggio - le due navi sbarcano a Marsala
15 maggio – primo scontro a Calatafimi
6 giugno – liberazione a Palermo → 3 giorni di battaglia che comincia con la conquista del ponte dell’Ammiraglio all’arma bianca
( popolani dalla parte dei Garibaldini ) → Proclamazione di un governo provvisorio diretto da Francesco Crispi
20 giugno – truppe borboniche sconfitte definitivamente a Milazzo
Agosto – strage di Bronte da parte di Nino Bixio ( governo dittatoriale contro i movimenti contadini )
6 settembre – Francesco II e moglie abbandonano Napoli e si rifugiano a Gaeta.
7 settembre – Garibaldi entra a Napoli
26 settembre – 2 ottobre – sulla linea del Volturno l’esercito garibaldino sostiene vittoriosamente l’ultima sua battaglia in Italia
meridionale
21 ottobre – votazioni plebiscitarie → annessione delle Due Sicilie; Umbria; Marche
26 ottobre – incontro a Teano tra Garibaldi a il re Vittorio Emanuele II
1861:
febbraio – vinta anche l’ultima resistenza borbonica a Gaeta
17 marzo – proclamazione del Regno d’Italia → moderati; mazziniani; gruppi radicali; socialisti – contrasto frontale con la Chiesa →
adottato lo Statuto Albertino del 1848
6 giugno – morte di Cavour
1862: il 29 agosto scontro all’Aspromonte → le truppe garibaldine tentano una marcia dalla Sicilia a Roma per scacciare il papa →
fermati dalle truppe regie → Garibaldi rimase ferito
1863: Legge Pica → in seguito all’affermarsi di rivolte contadine nel meridione e del fenomeno del brigantaggio ( alimentato dai
sovrani ex borbonici stanziati a Roma ) viene votato una legge che affida ai tribunali militari i processi per brigantaggio.
1864: il ministro Minghetti riuscì ad ottenere il ritiro delle truppe francesi da Roma → impegno a trasferire la capitale da Torino a
Firenze
1865: si conclude la guerra contro le bande nel mezzogiorno
1866:
settembre – in Sicilia scoppia una rivolta che fece accentuare la politica autoritaria e repressiva nei confronti dell’isola → politica
fiscale a scapito delle popolazione rurali
21 ottobre – a seguito della terza guerra d’indipendenza il Veneto è annesso al Regno d’Italia con un plebiscito
1870:
31 agosto – 1 settembre - crollo impero francese a seguito della sconfitta di Sedan
20 settembre – breccia di Porta Pia → plebiscito approva l’annessione della città ( legge garantiva alla Chiesa il libero esercizio dei
suoi poteri )
1874: il papa con una bolla ( non expedit ) invita i cattolici italiani a non partecipare alla vita politica
1876: partito di governo subisce un tracollo elettorale → vantaggio sinistra liberale
18 marzo – cade il governo Minghetti → Agostino Depetris primo ministro
Novembre – netta vittoria elettorale della sinistra → fine prima fase storica dello Stato Unitario
Bismarck → Unificazione Germania
1850: creazione del Parlamento il Landtag → contro la politica di Guglielmo I che mirava al potenziamento dell’esercito e al
rafforzamento della monarchia
1852: Gli Stati Tedeschi fanno parte dell’unione doganale ( Zollverein ) diretta dalla Prussia → l’unità è sostenuta dalla monarchia
prussiana che non vuole, però, arrivare ad un compromesso con i liberali
1862: governo di Otto von Bismarck → ostile al liberalismo – per l’unificazione tedesca con l’estromissione dell’Austria
1863: appoggio della Prussia alla Russia durante l’insurrezione polacca
1864: conquista del ducati danesi → assieme all’Austria → la sistemazione dei due ducati porterà al riordinamento della
Confederazione tedesca dalla quale l’Austria sarà esclusa
1866:
14 giugno – guerra contro l’Austria che si sistema rapidamente con la vittoria prussiana di Sadowa
23 agosto – Pace di Praga → stati a nord del meno nella Confederazione diretta dalla Prussia → stati a sud in una Confederazione
indipendente ma sotto l’influenza politica prussiana → Austria esclusa
Riforme in Austria…
1867: ampia autonomia all’Ungheria → monarchia dualistica, le due parti dell’impero sono autonome ma unite nella figura
dell’Imperatore → larghissimo margine di potere al sovrano – scarsi poteri di controllo al Parlamento
… in Russia…
1855: zar di Russia è Alessandro II → asseconda le tendenze riformatrici → più grande problema è quello dei contadini ( sistema
agrario basato sul mir )
1861: il 3 marzo è emanato lo Statuto dei contadini liberi dalla servitù → abolita la servitù – è concesso ai contadini di riscattare una
parte delle terre dei mir
1863: insurrezione dell’aristocrazia e del clero polacco al tentativo di imposizione delle riforme
1881: movimento rivoluzionario in due correnti populismo e nichilismo → nichilisti influenzati dalle idee di Bakunin → dagli
ambienti del nichilismo uscirono gli attentatori ( marzo ) che stroncarono la vita di Alessandro II
… in Gran Bretagna.
1860: liberalismo realizza nuovi progressi con la ripresa dell’agitazione democratica per la riforma elettorale
1868:
3 febbraio – governo conservatore di Benjamin Disraeli → corpo elettorale quasi raddoppiato
3 dicembre – governo liberale di William Gladstone
1869: riforma ecclesiastica → la Chiesa anglicana d’Irlanda cessa di essere Chiesa di Stato, espropriata dei suoi beni
1874: il disagio dell’Irlanda ha radici nel problema agrario → tentativo riformatore di Gladstone che indebolisce la sua posizione →
torna al governo Disraeli

Guerra franco-prussiana
1868: Napoleone III concessioni liberali ( libertà di stampa e riunione ) – in Spagna una rivoluzione caccia la regina Isabella II →
Bismarck candida un principe di Hohenzollern allarmando la Francia
1870:
maggio - un nuovo plebiscito incoraggia la destra → obiettivo in politica internazionale è la Prussia
19 luglio – inizia la guerra tra Francia e Prussia
2 settembre – a Sedan Napoleone III è costretto a capitolare
27 ottobre – il generale Bezaine si arrende a Metz
1871:
17 febbraio – Thiers è eletto capo dell’esecutivo dall’Assemblea nazionale a Bordeaux che vota la pace.
18 marzo – a Parigi scoppia un’insurrezione popolare → comitato insurrezionale crea un’assemblea municipale eletta con larghi
poteri ( Comune ) → Comune di Parigi crea una milizia popolare
2 aprile – le truppe del governo di Versailles iniziano un secondo assedio alla capitale → castigo alla popolazione → la repressione
dura fino al 1875
10 maggio – trattato di Francoforte → la Francia cede l’Alsazia e una parte della Lorena → re di Prussia Guglielmo I diventa
Imperatore di Germania

Seconda Rivoluzione Industriale
1830 – 1850: ampliamento e rinnovamento del sistema bancario → fusioni tra diverse società ( trusts ) o accordi di mercato tra
autonome imprese dello stesso ramo ( cartelli ) → carattere monopolistico
1859: Charles Darwin pubblica l’opera Sull’origine delle specie
1864: data simbolo per la “ nascita “ della moderna microbiologia ad opera di Louis Pasteur
1868: Dmitrij Mendelev classifica tutte le informazioni dei 63 elementi chimici allora noti
1870: vittoria del liberalismo e del principio nazionale → l’industria capitalistica assume un ruolo decisivo nell’economia mondiale
1873: una delle più gravi crisi economiche → squilibrio di beni prodotti ( offerta ) e la capacità del mercato di assorbirli ( domanda )
→ verranno adottate misure protezionistiche
1876: Robert Koch riesce a descrivere per la prima volta il ruolo di un agente patogeno alla nascita di una malattia
1887: Heinrich R. Hertz attraverso il dipolo hertziano dimostra l’esistenza delle onde elettromagnetiche
1891: inizia la costruzione della Transiberiana
1898: Guglielmo Marconi effettua la prima trasmissione senza fili sul mare da Ballycastle (Irlanda del nord) all'isola di Rathlin
1911: prende piede il taylorismo e la produzione a catena → fabbrica moderna
Marxismo e Internazionale
1847: Marx ed Engels pubblicano il Manifesto del partito comunista → abolizione proprietà privata e solidarietà di classe
1859: Marx scrive il saggio Per la critica dell’economia politica
1863: Ferdinand Lassalle fonda l’Associazione generale degli operai tedeschi → conquista suffragio universale e cooperativismo
1864: prima Associazione internazionale degli operai meglio nota come Prima Internazionale
1867: Marx pubblica il Capitale → sviluppò la teoria del valore – illustra il plusvalore
1875: si costituisce il partito socialdemocratico tedesco
1876: la Prima Internazionale si scioglie ufficialmente → contrasti con l’anarchico russo Michail Alexandrovic Bakunin convinto
sostenitore dell’anarchismo sociale, della violenza e del terrorismo per sovvertire l’ordine sociale e statale.
1879: partito socialista di ispirazione marxista in Francia
1882: in Italia si forma un partito operaio dipendente → 10 anni dopo per iniziativa del gruppo di Filippo Turati sorge il partito
socialista italiano
1889: nasce la Seconda Internazionale → collegamento tra rivendicazioni del proletariato industriale e contadino
1891: enciclica di Leone XIII Rerum Novarum → condanna al socialismo – condanna lo sciopero ma chiede misure più sopportabili
per i lavoratori
1898: fondazione del partito socialdemocratico russo

Sinistra liberale e industrializzazione italiana
1877: Legge Coppino
1878: i dazi di importazione dei manufatti industriali cominciano ad essere elevati → moderato incremento dell’industria
1878 – 1900: regno di Umberto I → il partito di corte è più attivo
1881 - 1887: governo Depetris si caratterizza per l’abbandono del radicalismo della sinistra e il riconoscimento della destra ad una
maggiore apertura politica – più larga maggioranza parlamentare grazie al trasformismo – sostenuto lo spirito localistico e il
clientelismo politico
1882: legge elettorale che porta il numero degli elettori a 2 milioni → esclusi ancora i contadini delle regioni meridionali – Italia
aderisce con Germania ed Austria alla Triplice Alleanza – Acquisto della Baia di Assab e occupazione del porto di Massaua – sorge a
Milano il Partito operaio Italiano ( sciolto nel 1886 )
1887: svolta protezionistica – tariffa che elimina la concorrenza straniera – Francesco Crispi presidente del Consiglio
1888: ripresa dell’anticlericalismo – rese elettive le cariche di sindaco e di presidente dell’amministrazione provinciale
1890: sovrappopolazione delle campagne meridionali → liberalizzazione dell’emigrazione – abolita tassa sul macinato ma il sistema
fiscale grava sempre sui consumi popolari – istituita la Colonia di Eritrea → iniziata la penetrazione in Somalia
1891: in Sicilia si formano i Fasci dei lavoratori
1892: fondazione a Genova del partito dei lavoratori italiani → partito socialista italiano
1893: Giovanni Giolitti è presidente del Consiglio → i Fasci dei lavoratori iniziano la loro attività → Giolitti è propenso per una
politica di distensione → libero svolgimento della lotta sindacale – la rivolta sembra assumere dimensioni nazionali → Giolitti
costretto alle dimissioni torna Crispi che soffoca la rivolta
1896: sconfitta di Adua → Crispi rassegna le dimissioni → Di Rudinì presidente del Consiglio → pace con l’Abissinia – riprese le
relazioni con la Francia – concessa l’amnistia per i reati politici
1896 – 1908: decollo ed espansione dell’industria → le banche fanno affluire capitali alle imprese
1898: scontro tra i fautori della repressione e dell’autoritarismo e fautori della difesa della libertà
1899: il generale Pelloux presenta provvedimenti legislativi che limitano la libertà di stampa, di associazione e di riunione
1900:
3 giugno – nuove elezioni e governo liberale di Giuseppe Saracco
29 luglio – l’anarchico Gaetano Bresci uccide il re Umberto a Monza → nuovo re Vittorio Emanuele III → incarico di formare il
governo a Giuseppe Zanardelli

Neue Kurs
1873-1875: Bismarck che aveva sempre poggiato la sua politica nel partito liberal-nazionale dopo il Kulturkampf rovescia la sua
posizione e si allea col partito di centro
1875: sviluppo partito socialdemocratico = gruppi lassaliano + marxista
1878:
11 maggio - cogliendo l’occasione di un attentato contro l’Imperatore, Bismarck presenta una legge che prevede lo scioglimento del
partito socialista → respinta
2 giugno – secondo attentato all’Imperatore il cancellerie scioglie il Reichstag e da alla campagna elettorale un indirizzo
antisocialista → Nuovo Parlamento toglie al partito socialdemocratico la libertà di associazione
1884: provvedimenti assistenziali e di tutela del lavoro → i deputati socialisti ne sono parte attiva – nuove elezioni i socialisti
raddoppiano i seggi
1888: sale al trono Guglielmo II
1890: Bismarck dopo il fallimento del suo indirizzo antisocialista rassegna le dimissioni→ nuovo cancelliere è Leo Von Caprivi che
abolisce le leggi antisocialiste e abbassa le barriere doganali → politica estera ritorno dell’indirizzo imperialistico – le caste militari
rafforzano la loro influenza sul governo
1891: congresso di Erfurt → programma minimo

Francia dalla repubblica conservatrice alla vittoria radicale
1873: Patrice de Mac-Mahon succede a Thiers → i reazionari tentano la restaurazione della monarchia ma il loro fanatismo allarma
l’opinione pubblica
1875: definitivo riconoscimento del regime repubblicano e elaborazione di una nuova Costituzione → regime tra presidenziale e
parlamentare
1879: formazione del partito socialista di ispirazione marxista
1880: in poi aumento dell’intensità delle lotte operaie
1882: movimento nazionalista noto come Ligue des Patriotes → sinistra radicale conquistata → corrente antiparlamentare di
Georges Boulanger → tenta il colpo di Stato
1886: Federazione nazionale dei sindacati tiene il suo primo congresso
1889: nuove elezioni e maggioranza repubblicana in Parlamento
1893: il governo si riavvicina alle posizioni della destra – in politica estera si accentuano protezionismo doganale e colonialismo
1899: Waldeck-Rosseau primi ministro → il governo rimane ostile ai radicali e su posizioni moderate
1902: il governo radicale di Emile Combes si forma sull’anticlericalismo, la democratizzazione dell’apparato militare e indifferenza
per i problemi sociali → separazione Chiesa/Stato

Liberali, conservatori e laburisti in Gran Bretagna
1884-1885: nuova legge elettorale allarga il voto ad altri 2 milioni di cittadini → basata sul censo
1893: nasce l’Independent Labour Party
1886-1906: conservatori quasi ininterrottamente al governo
1899-1902: dopo la guerra anglo-boera gli Inglesi furono colpiti dall’inefficienza dell’esercito
1900: creato un Lavour Representatin Committee → adesione associazioni operaie e socialiste → partito laburista
1901: sale al trono Edoardo VII
1906: alleanza tra liberali progressisti e laburisti vince sul blocco conservatore-unionista
1906-1914: duplice tendenza = riforme politiche e sociali – pressione dei lavoratori più intensa

Russia: autocrazia e industrializzazione
1881-1894: zar di Russia è Alessandro III → pogrom alle comunità ebraiche – controllo burocrazia statale sulle comunità rurali –
creazione di un moderno apparato industriale ( afflusso capitale straniero )
1898: partito socialdemocratico → capi arrestati il giorno dopo il congresso di Minsk
1900: partito socialista rivoluzionario
1903: grazie a Lenin si ha un secondo congresso ( Bruxelles → Londra ) in cui il movimento si divide in due tendenze:
     -    bolscevichi = gruppo di maggioranza ( Lenin ) → il partito deve avere una struttura differente rispetto ai partiti socialisti
          occidentali
    - menscevichi = minoritari → partito di tipo occidentale
1903: opposizione liberal-democratica → partito costituzionale democratico o dei cadetti
1905: guerra russo-giapponese → crisi regime = connessione guerra e rivoluzione

Imperialismo e Nazionalismo
1875: l’Inghilterra acquista circa metà delle azione del canale di Suez
1877-1878: guerra russo-turca → sconfitta turca e trattato di Santo Stefano in cui la Turchia rinuncia alla Bulgaria → tensioni che
portarono alla mediazione di Bismarck e al congresso di Berlino → trattato di Santo Stefano annullato – Bulgaria divisa in 3 parti
1879: alleanza tra Germania e Austria
1881: patto dei 3 imperatori → Germania – Austria – Russia → scioglimento tra il 1885-1886 a cui farà seguito una
controassicurazione con la Russia.
1881: la Francia conquista la Tunisia → costituì poi un impero africano con Congo Francese, Dahomey, Sudan Occidentale
1882: Triplice Alleanza con Austria – Germania - Italia
1882: l’Inghilterra occupa militarmente l’Egitto e penetra nel Sudan → diversi territori dell’Africa del Sud e colonie in Somalia e
Nigeria
1884: la Francia instaura un dominio nel Tonchino
1884-1885: ad un congresso a Berlino Leopoldo II re del Belgio è riconosciuto Re dello Stato libero del Congo ( lasciato in eredità al
Belgio nel 1908 )
1885: accordo tra Russia e Gran Bretagna con stato cuscinetto nell’Afghanistan
1886: l’Inghilterra conquista la Birmania e la aggrega all’impero indiano
1891: duplice alleanza tra Francia e Russia → patto militare
1894-1895: il Giappone aggredisce la Cina e la sconfigge in una rapida guerra → col trattato di Shimoneseki inizia una battaglia delle
concessioni
1895: il Madagascar è sotto il protettorato della Francia
1896: il corpo di spedizione Italiano per la conquista dell’Etiopia è sconfitto e distrutto
1898: a seguito di una guerra la Spagna perde tutti i suoi possedimenti in America Latina e nel Pacifico
1899-1902: Cecil Rhodes ( governatore della Colonia del Capo ) cerca di impadronirsi dei territori dei boeri → scoppio di une guerra
→ pace di Pretoria con formazione dell’Unione Sudafricana ( sovranità britannica )
1901-1910: regno di Edoardo VII in Inghilterra → ampliamento della legislazione sociale
1903-1914: papa Pio X sconfessa la corrente democratico-cristiana
1903: movimento per l’emancipazione femminile di Emmeline Pankhurst
1904: scontro tra espansionismo russo e giapponese in Manciuria e Corea che porterà il 4 febbraio all’attacco Giapponese alla base
russa di Port Arthur → pace nel 1905 con mediazione di Theodore Roosevelt
1904: accordo Francia/Inghilterra per discutere delle questioni coloniali
1906: in Inghilterra il ministro Lloyd George propone l’introduzione di una imposta progressiva → esteso lo stato di dominions alla
Nuova Zelanda e all’Unione Sudafricana

Rivoluzione del 1905 in Russia
1905:
gennaio – mentre la Russia era impegnata nella guerra contro il Giappone un’imponente manifestazione operaia a Pietroburgo fu
accolta da colpi di mitraglia dalle truppe davanti al Palazzo d’inverno → ribellione in tutto il paese
maggio – per iniziativa dei menscevichi si costituì un consiglio ( soviet ) eletto dagli operai
ottobre – lo sciopero generale promosso dal soviet convince lo zar a lanciare un manifesto che proclamava la fine dell’autocrazia e
l’istituzione di un Parlamento ( duma ) con funzione legislativa
1906: lo zar, finita la guerra, mette in atto un’azione repressiva e scioglie la duma non appena solleva la questione agraria

L’Italia giolittiana
Novembre 1903 - febbraio 1905: 2° governo Giolitti → tentativo di conciliare le esigenze della borghesia liberale con lo sviluppo
politico e culturale e la partecipazione politica delle classi lavoratrici
1904: il governo Giolitti approva importanti provvedimenti di legislazione sociale → sostenuto dall’area riformista dei socialisti di
Filippo Turati
Aprile - l’VIII congresso del partito socialista, tenutosi a Bologna, si conclude con la
vittoria dei sindacalisti (guidati da Arturo Labriola) e dei massimalisti (guidati da Enrico Ferri)
e con la sconfitta della corrente riformista di Turati (che viene accusato di collusione con il
governo)
Settembre - sciopero generale che fu affrontato da Giolitti senza l’ausilio della forza → scioglimento camere e nuove elezioni
sfavorevoli ai socialisti
1904-1906: Le leggi speciali emanate a favore del Mezzogiorno - criticate dai meridionalisti perché basate sull'incremento di opere
pubbliche e su agevolazioni fiscali, mentre secondo loro il governo avrebbe dovuto proteggere e potenziare l'agricoltura anziché
puntare tutto sullo sviluppo industriale. Scarso successo e il Sud rimase arretrato sia sul piano agricolo che industriale.
Maggio 1906 - dicembre 1909: 3° governo Giolitti
1906 – 1907: si hanno consistenti avanzi di bilancio e la lira acquista più valore rispetto all’oro.
1908 -1909: a seguito della crisi economica mondiale del 1907 la situazione economica peggiora, nonostante la riduzione delle
commesse statali decisa dal governo → aumento tendenze monopolistiche → bloccate le concessioni alle classi lavoratrici
1908: le correnti anarchico-sindacaliste promuovono nelle campagne parmensi uno sciopero generale → la loro sconfitta fa
esasperare la loro avversione al giolittismo
1909: a maggio Giolitti pronuncia alla Camera un discorso che segna un esplicito riavvicinamento ai cattolici (e prelude alla
successiva intesa elettorale).
Marzo 1911 - marzo 1914: 4° governo Giolitti
1911: in settembre cominciano le operazioni militari in Libia, dopo la dichiarazione di guerra alla Turchia. La guerra Italo-Turca per i
possedimenti libici si concluderà on l’occupazione italiana della Tripolitania e della Cirenaica → guerra più difficile del previsto →
Aumenta il costo del denaro e le esportazioni sono danneggiate dal rincaro dei noli marittimi, conseguente allo stato di guerra.
1912:
febbraio: i nazionalisti appoggiano la politica bellicista del governo - in molte città italiane scoppiano scioperi. Mussolini (allora
direttore dell’Avanti) spinge i sindacati ad attuare la linea dura contro il governo.
luglio - al XIII congresso del PSI che si tiene a Reggio Emilia, i riformisti perdono il controllo del partito, e si affermano le correnti più
radicali.
Ottobre - con la pace di Losanna si conclude la guerra
1913: Per contrastare la temuta avanzata della sinistra, Giolitti stringe con i cattolici il Patto Gentiloni in base al quale si impegna a
non proporre e non appoggiare iniziative anticlericali, assicurandosi così
l'appoggio dei Cattolici alle elezioni
1914:
marzo - instabilità interna suggerisce a Giolitti di rassegnare le dimissioni → indica come suo successore il conservatore Antonio
Salandra
giugno: la Confederazione del lavoro indice uno sciopero generale nelle Marche e in Romagna → settimana rossa ( Mussolini –
Nenni – Malatesta )


Prima Guerra Mondiale
28 luglio 1914 - 11 novembre 1918:
4 ordine di problemi
     1)    permanente ostilità francese verso la Germania per l’annessione dell’Alsazia-Lorena
     2) insoddisfazione della Germania nella questione della spartizione Africa/Asia
     3) contrasto austro-russo nei Balcani
     4) gara economica tra le nazioni industriali
2 blocchi contrapposti:
     a) Triplice intesa: Francia, Inghilterra, Russia
     b) Triplice Alleanza: Germania, Austria, Italia ( certa autonomia )
1914:
28 giugno - L'arciduca Francesco Ferdinando d' Asburgo, erede al trono d'Austria-Ungheria, viene ucciso a Sarajevo dal nazionalista
bosniaco Gavrilo Princip.
23 luglio - L'Austria-Ungheria invia un ultimatum alla Serbia.
28 luglio - L'Austria-Ungheria dichiara guerra alla Serbia.
29 luglio - L'Impero russo inizia la mobilitazione generale.
31 luglio - Ultimatum tedesco alla Russia - Mobilitazione generale nell'impero austro-ungarico.
1º agosto - La Germania dichiara guerra alla Russia - L'Italia si proclama neutrale nonostante facesse parte della Triplice alleanza.
3 agosto - La Germania dichiara guerra alla Francia;
4 agosto - La Germania invade il neutrale Belgio - Il Regno Unito dichiara guerra alla Germania dopo che questa non rispetta la
neutralità belga.
15 agosto - 17 agosto - I russi attaccano in Galizia e nella Prussia Orientale
20 agosto - 28 agosto - I tedeschi occupano il Belgio - Il Giappone dichiara guerra alla Germania e all'Austria
27 agosto - 30 agosto - Battaglia di Tannenberg: i tedeschi sconfiggono i russi.
Settembre - un patto di unità viene firmato da Francia, Gran Bretagna e Russia.
6 settembre - 12 settembre - Prima battaglia della Marna, l'offensiva tedesca in Francia è bloccata sulla Marna - In Galizia gli
austriaci sono sconfitti dai russi.
7 settembre - 14 settembre - I tedeschi distruggono sui laghi Masuri la 10ª armata russa.
31 ottobre - L'Impero Ottomano entra in guerra con gli imperi centrali
Fine 1914: il fronte occidentale ( guerra di trincea ) si stabilizza dall’Yser alla frontiera svizzera
1915:
7 gennaio - Negoziati italo-austriaci: l'Italia vuole ottenere dei compensi territoriali che controbilancino l'eventuale estensione del
territorio austriaco.
16 aprile - L'Austria respinge le proposte italiane. L'Italia aveva chiesto compensi territoriali quale moneta di scambio per la sua
neutralità.
26 aprile - L'Italia aderisce segretamente al Patto di Londra con l'Intesa.
3 maggio - L'Italia denuncia la Triplice Alleanza. Controffensiva austro-ungarica in Galizia con gravi sconfitte per i russi.
24 maggio - l'Italia entra in guerra contro l'Austria-Ungheria. I soldati italiani superano dovunque i vecchi confini e attaccano le
posizioni nemiche.
25 maggio - 28 maggio - Occupazione di monte Altissimo, di Ala, Cortina d'Ampezzo, Grado e Aquileia
12 giugno - I soldati italiani occupano la conca di Plezzo e riescono a passare l'Isonzo a Plava
23 giugno - 2 dicembre – battaglie dell’Isonzo – l’intervento italiano paralizza le truppe austriache lungo il fiume Isonzo e
sull’altopiano del Carso
1916:
febbraio-aprile – il comandante tedesco Falkenhayn decide di imporre all’esercito francese una battaglia di dissanguamento –
punto di attacco è Verdun ( inferno di verdun )
15 maggio - 31 maggio - Gli austriaci lanciano sugli altipiani la "Strafexpedition" ( spedizione punitiva ) contro l'Italia allo scopo di
raggiungere la pianura veneta e prendere alle spalle le armate schierate in Carnia e sull'Isonzo. Dopo sanguinosi combattimenti
l'attacco fallisce.
31 maggio-2 giugno - Scontro navale fra la Grand Fleet e la Hochseeflotte nel mare del Nord; passa alla storia come battaglia dello
Jutland - la più grande battaglia navale di tutti i tempi, fu tatticamente una vittoria tedesca - effetto strategico dello scontro fu di
assoluto vantaggio britannico, perché la flotta tedesca non si arrischiò più in mare aperto per cercare uno scontro diretto. La guerra
sul mare veniva affidata quasi completamente ai sommergibili.
1º luglio - In Francia gli alleati attaccano in forze sulla Somme.
6 agosto - 17 agosto - Sesta battaglia dell'Isonzo. Gorizia è conquistata dagli italiani il 9 agosto
28 agosto - L'Italia dichiara guerra alla Germania
21 novembre - A 86 anni muore l'Imperatore d'Austria e re d'Ungheria Francesco Giuseppe. Gli succede Carlo d'Asburgo.
Dicembre - Tedeschi e Austriaci lanciano un'offensiva di pace.
1917:
3 febbraio - Gli Stati Uniti rompono le relazioni con la Germania a seguito dell'intensificarsi della guerra sottomarina.
12 marzo - In Russia scoppia la Rivoluzione di Febbraio. Lo zar Nicola II è costretto ad abdicare. Viene proclamata la Repubblica.
2 aprile - gli Stati Uniti d'America dichiarano guerra alla Germania.
6 aprile - gli Stati Uniti d'America entrano in guerra.
27 giugno - entra nel conflitto la Grecia e dichiara guerra a Austria-Ungheria, Bulgaria, Germania e Impero Ottomano.
14 agosto - la Cina dichiara guerra ad Austria-Ungheria e Germania.
24 ottobre - Tedeschi e austro-ungarici ingaggiano la dodicesima battaglia dell'Isonzo e riescono a sfondare allo sbocco della valle
dell'Isonzo, fra Tolmino e Caporetto.
8 novembre - Il Generale Cadorna viene esonerato dal comando dell'esercito. Lo sostituisce il generale Diaz.
28 novembre - I bolscevichi si impadroniscono del potere in Russia, dando vita alla Rivoluzione d'Ottobre.
7 dicembre - gli Stati Uniti dichiarano guerra all'Austria-Ungheria
1918:
8 gennaio - Il Presidente degli Stati Uniti Woodrow Wilson espone i suoi 14 punti per la pace.
3 marzo - la Russia esce dalla guerra con il Trattato di Brest-Litovsk.
21 marzo - 6 aprile - Grande offensiva tedesca in Francia e vicino ad Arras
9 aprile - 29 aprile - Altra offensiva tedesca nelle Fiandre.
27 maggio - 13 giugno - I tedeschi superano l'Aisne e avanzano verso la Marna.
15 giugno - 23 giugno - Battaglia del solstizio. Fallimento dell'offensiva austriaca al mare. Gli austro-ungarici riescono a superare il
Piave. I soldati italiani resistono in pianura. Il 23 gli avversari si ritirano.
19 luglio - 3 agosto - Controffensiva anglo-francese tra l'Aisne e la Marna.
24 settembre - Vittorie alleate in Macedonia. La Bulgaria chiede l'armistizio che viene firmato il 29 settembre.
24 ottobre - 3 novembre - Gli italiani scattano all'offensiva sul Grappa e sul Piave. Le truppe italiane occupano Vittorio Veneto.
Alcuni corpi d'armata italiani sbarcano a Trieste. Il fronte austriaco crolla dovunque. L'austria-Ungheria chiede l'armistizio.
4 novembre - fine delle ostilità tra l'Italia e Austria-Ungheria - Proclamazione della Repubblica Austriaca e smembramento
dell’Impero Austro-Ungarico.
11 novembre - Armistizio tra gli Alleati e la Germania, le cui armate si ritirano dovunque. La Grande Guerra è finita.
12 novembre - Guglielmo II abdica, nasce la repubblica di Germania.
1919:
21 giugno – trattato di Versailles ( condizioni di pace con la Germania e patto istitutivo della Società delle Naizoni )
10 settembre – trattato di Saint-Germain-en-Laye = trattato con l’Austria
27 novembre – trattato di Neully = stabilì i confini sui territori contestati tra la Bulgaria, la Turchia, la Grecia ed il Regno dei Serbi,
dei Croati e degli Sloveni.
1920:
4 giugno – trattato di Trianon = con l’Ungheria
12 settembre - a seguito delle controversie con la Jugoslavia che rivendicava per se la Dalmazia e la città di Fiume, Gabriele
D’annunzio occupò questa città → trattato di Rapallo e col patto di Roma → Dalmazia alla Jugoslavi ( no Zara ) – confine orientale
italiano comprende tutta l’ Istria e la città di Fiume


Rivoluzione Russa
1905: Mentre il Giappone batte sul campo l'esercito zarista, la Russia è scossa da rivolte e scioperi repressi nel sangue. Lo zar
promette un parlamento legislativo (duma) ed una costituzione
1915 - 1916: All'interno della diversificata opposizione antizarista, rimasta insoddisfatta del nuovo corso "costituzionale", si pone in
evidenza il Partito Operaio Social Democratico Russo (POSDR), diviso in corrente menscevica e bolscevica: quest’ultima partecipa,
durante la guerra mondiale, alle conferenze antimilitariste di Kienthal e Zimmerwald, nelle quali Lenin fa risuonare la parola
d'ordine di trasformare la guerra imperialista in guerra rivoluzionaria
1917
febbraio - scoppia la rivoluzione a Pietroburgo, in tutta la Russia si formano i soviet, cioè i comitati di operai e soldati.
marzo - Con l'abdicazione dello zar, si crea il governo provvisorio del principe L'vov: contrasto fra governo e soviet. Lenin rientra in
patria
luglio - Governo del socialista Kerenskij, mentre si radicalizza lo scontro politico e sociale
ottobre - Fuga di Kerenskij, i bolscevichi guidano la conquista del Palazzo d'Inverno, sede dello zar (in Russia vige il calendario
giuliano, per cui la presa del Palazzo d’Inverno, in realtà, avviene 6/11 di novembre); decreti sulla cessazione della guerra e sulla
riforma agraria
novembre -Dichiarazione da parte dei soviet del diritto all’autodeterminazione dei popoli della Russia, elezioni dell'assemblea
costituente. Richiesta della fine della guerra “senza annessioni e senza indennità”.
1918
gennaio - Apertura e scioglimento da parte dei bolscevichi dell'assemblea costituente
marzo - Pesante trattato di pace di Brest-Litowsk; mentre il potere bolscevico smorza il peso dei socialisti rivoluzionari, il POSDR si
trasforma in Partito Comunista (Bolscevico) Russo
aprile - Interferenze straniere, rivendicazioni nazionaliste e reazioni controrivoluzionarie si mescolano nella guerra civile che scuote
la Russia bolscevica: intanto (luglio) si costituisce formalmente la Repubblica Socialista Federativa Sovietica Russa (RSFSR), cui fanno
seguito le altre repubbliche; sotto la minaccia della guerra interna Mosca vara un rigido "comunismo di guerra" (che durerà almeno
sino al 1921) ma anche uno straordinario clima di mobilitazione e di ricerca intellettuale
1919
marzo - Quando ancora non si è del tutto indebolita la speranza che altre rivoluzioni scoppino nei paesi europei più avanzati, viene
fondata la Terza Internazionale: importante già il suo secondo congresso (1920, luglio-agosto) che vara gli indirizzi per la
formazione in tutti i paesi di partiti rivoluzionari comunisti separati da quelli socialisti riformisti
1921
marzo - Dopo che si è allentata la morsa (1920, novembre), almeno al sud, della guerra civile, sotto la spinta di Lenin viene varata
una "nuova politica economica" (NEP) che superi le la carestia, il disordine sociale e le forme di lavoro coatto del tempo del
"comunismo di guerra"
1922
aprile - Lenin malato, Stalin segretario del PC(B)R
dicembre - Costituzione dell'Unione Repubbliche Socialiste Sovietiche
1922-1926-1935: L'Unione Sovietica stringe trattati con varie potenze europee, per uscire dall'isolamento (Germania, Francia)
1924
gennaio - Morte di Lenin, gli succede Stalin
1924 - 1928: Stalin consolida la propria posizione personale muovendosi contro una "destra" e una "sinistra" del partito; il primo
lungo scontro è con Trockij (alla sua tesi sulla "rivoluzione permanente" Stalin contrappone la possibilità di costruire "il socialismo
in un paese solo"): Trockij verrà così destituito (1925), espulso (1927-28) e infine esiliato (1929)

More Related Content

What's hot

What's hot (20)

Dal tardo impero all'alto medioevo
Dal tardo impero all'alto medioevoDal tardo impero all'alto medioevo
Dal tardo impero all'alto medioevo
 
La rivoluzione francese
La rivoluzione franceseLa rivoluzione francese
La rivoluzione francese
 
ELISABETTA I
ELISABETTA IELISABETTA I
ELISABETTA I
 
Il Seicento
Il SeicentoIl Seicento
Il Seicento
 
FEDERICO BARBAROSSA.pptx
FEDERICO BARBAROSSA.pptxFEDERICO BARBAROSSA.pptx
FEDERICO BARBAROSSA.pptx
 
Carlo V - by Lucia Gangale
Carlo V - by Lucia GangaleCarlo V - by Lucia Gangale
Carlo V - by Lucia Gangale
 
Guerre del '700 in Europa
Guerre del '700 in EuropaGuerre del '700 in Europa
Guerre del '700 in Europa
 
Il Romanticismo
Il Romanticismo Il Romanticismo
Il Romanticismo
 
Le monarchie europee e le guerre d'Italia
Le monarchie europee e le guerre d'ItaliaLe monarchie europee e le guerre d'Italia
Le monarchie europee e le guerre d'Italia
 
Crisi del Trecento
Crisi del TrecentoCrisi del Trecento
Crisi del Trecento
 
La crisi del'300
La crisi del'300La crisi del'300
La crisi del'300
 
L'Inghilterra di Elisabetta I
L'Inghilterra di Elisabetta IL'Inghilterra di Elisabetta I
L'Inghilterra di Elisabetta I
 
Napoleone Bonaparte - Età napoleonica
Napoleone Bonaparte - Età napoleonicaNapoleone Bonaparte - Età napoleonica
Napoleone Bonaparte - Età napoleonica
 
Manierismo
ManierismoManierismo
Manierismo
 
Esplorazioni geografiche
Esplorazioni geograficheEsplorazioni geografiche
Esplorazioni geografiche
 
Le grandi scoperte geografiche
Le grandi scoperte geograficheLe grandi scoperte geografiche
Le grandi scoperte geografiche
 
Cicerone
CiceroneCicerone
Cicerone
 
La restaurazione
La restaurazioneLa restaurazione
La restaurazione
 
Riforma cattolica e controriforma
Riforma cattolica e controriformaRiforma cattolica e controriforma
Riforma cattolica e controriforma
 
Le scoperte geografiche
Le scoperte geograficheLe scoperte geografiche
Le scoperte geografiche
 

Viewers also liked

Riassunto storia moderna
Riassunto storia modernaRiassunto storia moderna
Riassunto storia modernatuttoriassunti
 
Storia contemporanea prima parte
Storia contemporanea   prima parteStoria contemporanea   prima parte
Storia contemporanea prima parteGianluigi
 
Storia contemporanea – seconda parte
Storia contemporanea – seconda parteStoria contemporanea – seconda parte
Storia contemporanea – seconda parteGianluigi
 
Storia moderna i presentazione programma
Storia moderna i   presentazione programmaStoria moderna i   presentazione programma
Storia moderna i presentazione programmaMarco Ballardin
 
La crisi del medioevo la nascita degli stati nazionali
La crisi del medioevo   la nascita degli stati nazionaliLa crisi del medioevo   la nascita degli stati nazionali
La crisi del medioevo la nascita degli stati nazionaliMarco Ballardin
 
Appunti di Storia contemporanea - 3 media
Appunti di Storia contemporanea - 3 mediaAppunti di Storia contemporanea - 3 media
Appunti di Storia contemporanea - 3 mediafms
 
Nicola Chiaromonte e la guerra civile spagnola
Nicola Chiaromonte e la guerra civile spagnolaNicola Chiaromonte e la guerra civile spagnola
Nicola Chiaromonte e la guerra civile spagnolaINSMLI
 
Seconda media storia
Seconda media storiaSeconda media storia
Seconda media storiaIstitutoorte
 
Bozze di schemi per il colloquio d'esame
Bozze di schemi per il colloquio d'esameBozze di schemi per il colloquio d'esame
Bozze di schemi per il colloquio d'esameantoniogaleone
 
Guerra Civile Spagnola Pps
Guerra Civile Spagnola PpsGuerra Civile Spagnola Pps
Guerra Civile Spagnola Ppsvaleria serraino
 
1. Il Congresso di Vienna e la Restaurazione
1. Il Congresso di Vienna e la Restaurazione1. Il Congresso di Vienna e la Restaurazione
1. Il Congresso di Vienna e la RestaurazioneFrancesca D'Alessio
 
La rivoluzione francese newton
La rivoluzione francese newtonLa rivoluzione francese newton
La rivoluzione francese newtonsamuelebertollo
 
Restaurazione e Congresso Vienna
Restaurazione e Congresso ViennaRestaurazione e Congresso Vienna
Restaurazione e Congresso ViennaGianfranco Marini
 

Viewers also liked (20)

STORIA MODERNA(1492-1848)
 STORIA MODERNA(1492-1848) STORIA MODERNA(1492-1848)
STORIA MODERNA(1492-1848)
 
Riassunto storia moderna
Riassunto storia modernaRiassunto storia moderna
Riassunto storia moderna
 
Storia contemporanea prima parte
Storia contemporanea   prima parteStoria contemporanea   prima parte
Storia contemporanea prima parte
 
Storia moderna
Storia modernaStoria moderna
Storia moderna
 
Storia contemporanea – seconda parte
Storia contemporanea – seconda parteStoria contemporanea – seconda parte
Storia contemporanea – seconda parte
 
Storia moderna i presentazione programma
Storia moderna i   presentazione programmaStoria moderna i   presentazione programma
Storia moderna i presentazione programma
 
La crisi del medioevo la nascita degli stati nazionali
La crisi del medioevo   la nascita degli stati nazionaliLa crisi del medioevo   la nascita degli stati nazionali
La crisi del medioevo la nascita degli stati nazionali
 
La rivoluzione francese
La rivoluzione franceseLa rivoluzione francese
La rivoluzione francese
 
Appunti di Storia contemporanea - 3 media
Appunti di Storia contemporanea - 3 mediaAppunti di Storia contemporanea - 3 media
Appunti di Storia contemporanea - 3 media
 
hISTORY
hISTORYhISTORY
hISTORY
 
Nicola Chiaromonte e la guerra civile spagnola
Nicola Chiaromonte e la guerra civile spagnolaNicola Chiaromonte e la guerra civile spagnola
Nicola Chiaromonte e la guerra civile spagnola
 
da Napoleone al Congresso di Vienna
da Napoleone al Congresso di Viennada Napoleone al Congresso di Vienna
da Napoleone al Congresso di Vienna
 
Seconda media storia
Seconda media storiaSeconda media storia
Seconda media storia
 
Bozze di schemi per il colloquio d'esame
Bozze di schemi per il colloquio d'esameBozze di schemi per il colloquio d'esame
Bozze di schemi per il colloquio d'esame
 
Guerra Civile Spagnola Pps
Guerra Civile Spagnola PpsGuerra Civile Spagnola Pps
Guerra Civile Spagnola Pps
 
Napoleone
NapoleoneNapoleone
Napoleone
 
1. Il Congresso di Vienna e la Restaurazione
1. Il Congresso di Vienna e la Restaurazione1. Il Congresso di Vienna e la Restaurazione
1. Il Congresso di Vienna e la Restaurazione
 
La rivoluzione francese newton
La rivoluzione francese newtonLa rivoluzione francese newton
La rivoluzione francese newton
 
Rivoluzione Francese
Rivoluzione FranceseRivoluzione Francese
Rivoluzione Francese
 
Restaurazione e Congresso Vienna
Restaurazione e Congresso ViennaRestaurazione e Congresso Vienna
Restaurazione e Congresso Vienna
 

Similar to Storia moderna cronologia

monarchia, papato e impero in Europa - La guerra dei cent'anni.pdf
monarchia, papato e impero in Europa - La guerra dei cent'anni.pdfmonarchia, papato e impero in Europa - La guerra dei cent'anni.pdf
monarchia, papato e impero in Europa - La guerra dei cent'anni.pdfNicola Lorenzo Pionetti
 
Carlo v e la monarchia universale
Carlo v e  la monarchia universaleCarlo v e  la monarchia universale
Carlo v e la monarchia universaleGianfranco Marini
 
La crisi dei poteri universali
La crisi dei poteri universaliLa crisi dei poteri universali
La crisi dei poteri universaliGiorgio Scudeletti
 
L'età di Elisabetta I e di Filippo II
L'età di Elisabetta I e di Filippo IIL'età di Elisabetta I e di Filippo II
L'età di Elisabetta I e di Filippo IIAnna Turchet
 
Guerra_dei_Trentanni_sintesi.ppt
Guerra_dei_Trentanni_sintesi.pptGuerra_dei_Trentanni_sintesi.ppt
Guerra_dei_Trentanni_sintesi.pptLindaPioli
 
Guerra dei trent'anni +
Guerra dei trent'anni +Guerra dei trent'anni +
Guerra dei trent'anni +sara9996
 
1 il secolo dell’illuminismo
1   il secolo dell’illuminismo1   il secolo dell’illuminismo
1 il secolo dell’illuminismogiovanni quartini
 
Riforma, controriforma e scontri religiosi in Europa nel XVI secolo
Riforma, controriforma e scontri religiosi in Europa nel XVI secoloRiforma, controriforma e scontri religiosi in Europa nel XVI secolo
Riforma, controriforma e scontri religiosi in Europa nel XVI secoloSebastiano Valentino Cuffari
 
Movimenti Di Riforma II
Movimenti Di Riforma IIMovimenti Di Riforma II
Movimenti Di Riforma IIa c
 
Crociate ver 12n17
Crociate   ver 12n17Crociate   ver 12n17
Crociate ver 12n17Antonio Nini
 
Vita di Martin Lutero
Vita di Martin LuteroVita di Martin Lutero
Vita di Martin LuteroL. A.
 

Similar to Storia moderna cronologia (20)

La prima metà del '500
La prima metà del '500La prima metà del '500
La prima metà del '500
 
'500
'500'500
'500
 
monarchia, papato e impero in Europa - La guerra dei cent'anni.pdf
monarchia, papato e impero in Europa - La guerra dei cent'anni.pdfmonarchia, papato e impero in Europa - La guerra dei cent'anni.pdf
monarchia, papato e impero in Europa - La guerra dei cent'anni.pdf
 
Carlo v e la monarchia universale
Carlo v e  la monarchia universaleCarlo v e  la monarchia universale
Carlo v e la monarchia universale
 
La crisi dei poteri universali
La crisi dei poteri universaliLa crisi dei poteri universali
La crisi dei poteri universali
 
L'età di Elisabetta I e di Filippo II
L'età di Elisabetta I e di Filippo IIL'età di Elisabetta I e di Filippo II
L'età di Elisabetta I e di Filippo II
 
Guerra_dei_Trentanni_sintesi.ppt
Guerra_dei_Trentanni_sintesi.pptGuerra_dei_Trentanni_sintesi.ppt
Guerra_dei_Trentanni_sintesi.ppt
 
Antico Regime ed Illuminismo
Antico Regime ed IlluminismoAntico Regime ed Illuminismo
Antico Regime ed Illuminismo
 
Power point Ancìent règime
Power point Ancìent règimePower point Ancìent règime
Power point Ancìent règime
 
Guerra dei trent'anni +
Guerra dei trent'anni +Guerra dei trent'anni +
Guerra dei trent'anni +
 
1 il secolo dell’illuminismo
1   il secolo dell’illuminismo1   il secolo dell’illuminismo
1 il secolo dell’illuminismo
 
Riforma, controriforma e scontri religiosi in Europa nel XVI secolo
Riforma, controriforma e scontri religiosi in Europa nel XVI secoloRiforma, controriforma e scontri religiosi in Europa nel XVI secolo
Riforma, controriforma e scontri religiosi in Europa nel XVI secolo
 
Movimenti Di Riforma II
Movimenti Di Riforma IIMovimenti Di Riforma II
Movimenti Di Riforma II
 
Crociate ver 12n17
Crociate   ver 12n17Crociate   ver 12n17
Crociate ver 12n17
 
macchiavelli 2.pptx
macchiavelli 2.pptxmacchiavelli 2.pptx
macchiavelli 2.pptx
 
macchiavelli 2.pptx
macchiavelli 2.pptxmacchiavelli 2.pptx
macchiavelli 2.pptx
 
L'europa dopo l'anno mille - parte I -
L'europa dopo l'anno mille - parte I -L'europa dopo l'anno mille - parte I -
L'europa dopo l'anno mille - parte I -
 
Il cinquecento -parte I-
Il cinquecento -parte I-Il cinquecento -parte I-
Il cinquecento -parte I-
 
Vita di Martin Lutero
Vita di Martin LuteroVita di Martin Lutero
Vita di Martin Lutero
 
03 fine indip_italiana
03 fine indip_italiana03 fine indip_italiana
03 fine indip_italiana
 

Storia moderna cronologia

  • 1. Storia Moderna – Cronologia Scoperte geografiche 1453: Costantinopoli cade in mano ai Turchi 1479: Matrimonio tra Ferdinando d'Aragona e Isabella di Castiglia e ripresa della Reconquista 1487: il portoghese Bartolomeo Diaz doppia la punta meridionale dell'Africa (il Capo di Buona Speranza) 1492 - 1493: primo viaggio di Cristoforo Colombo, che raggiunge Guanahani (San Salvador), la costa settentrionale di Cuba e Haiti 1494: intervento di papa Alessandro VI → il trattato di Tordesillas fissa la divisione fra possedimenti spagnoli ( ovest ) e possedimenti portoghesi ( est ) 1497 - 1499: il portoghese Vasco de Gama scopre la rotta per le Indie giungendo a Calcutta 1502: Amerigo Vespucci dimostra che la terra scoperta da Colombo è un nuovo continente 1502: spedizione di Nicolas de Ovando → rappresentanza governo spagnolo. Encomiendas e Encomendero. 1503: inizia la tratta dei negri → monopolio spagnolo 1503: E’ fondata a Siviglia la “Casa de contratacion” per disciplinare i traffici con il nuovo mondo 1512: Leggi di Burgos → rivelazioni del frate domenicano Antonio de Montesinos – Bartolomeo de Las Casas scrive “ Brevisima relation de la destruccion de las Indias “. 1513: il portoghese Vasco Nunez Balboa raggiunge l'Oceano Pacifico attraverso l'istmo di Panama 1518 - 1521: lo spagnolo Hernán Cortés, partito da Cuba, penetra in Messico dove abbatte l'impero azteco 1519 - 1522: il portoghese Ferdinando Magellano, al servizio del re di Spagna, intraprende il primo viaggio di circumnavigazione del globo, ma viene ucciso nelle Filippine. Il viaggio viene portato a termine da Juan Sebastian de Elcano, che rientra felicemente in Europa 1557: bancarotta Spagna e Portogallo → inflazione – divario curva dei prezzi e dei salari. Riforma Protestante 1452-1498: Girolamo Savonarola – 1497 scomunicato da papa Alessandro VI 1466-1536: Erasmo da Rotterdam → filologia umanistica – edizione critica Nuovo testamento – nuova Vulgata. 1517: il 31 ottobre Il monaco Martin Lutero (1483-1546) rende pubblico a Wittenberg un documento in 95 punti professa il suo ossequio per la Chiesa ma condanna la vendita delle indulgenze 1518: Lutero è dichiarato eretico dal Papa – l’elettore Federico di Sassonia fa spostare il processo da Roma alla Germania. 1520: 15 giugno - Leone X scomunica Lutero con la bolla Exurge Domine dicembre - Lutero brucia la bolla del Papa sulla piazza di Wittenberg 1520 - 1522: Nella sua azione riformatrice Lutero trova molti sostenitori (Hoseman, Melantone, Carlostadio, Münzer) 1521: aprile - Lutero si presenta alla Dieta di Worms per difendere le sue posizioni maggio - Carlo V emana un bando imperiale contro Lutero che viene messo al sicuro nel castello di Wartburg. Qui dà inizio alla traduzione della Bibbia in tedesco 1521: In un primo momento, in Inghilterra, Enrico VIII (1509-1547) si schiera contro la riforma di Lutero 1522 - 1523: Si verificano i primi scontri armati tra i sostenitori di Lutero e della chiesa di Roma 1523: Diffusione del credo luterano in Svizzera con Zwingli a Zurigo – il contrasto con i luterani per la concezione dell’eucarestia gli sarà fatale ( abbandonato dai principi tedeschi ) verrà ucciso nelle lotte contro i cattolici. 1524: rivolta dei contadini (guidata da Thomas Münzer) nella Selva Nera e poi in Renania, Svevia, Turingia, Sassonia, Franconia, Carinzia, Tirolo 1525:Lutero non appoggia i contadini e si schiera con i principi e per l'ordine sociale. Centomila contadini vengono uccisi a Frankenhausen, il loro capo Münzer viene torturato e decapitato 1527: Il re d'Inghilterra Enrico VIII chiede l'annullamento del matrimonio con Caterina d'Aragona considerata sterile ma papa Leone X non lo concede 1529: Carlo V convoca la Dieta di Spira, i principi di Sassonia, Assia, Brunswich, Anhalt e Brandeburgo proclamano il diritto alla libertà di fede (protestatio) 1529 - 1534: In Inghilterra Thomas Cromwell, consigliere del Re trascina il parlamento sulle posizioni della corona, il clero viene obbligato ad obbedire al Re e non al Papa ( Atto di Supremazia ) 1530: Dieta di Augusta, riconferma delle posizioni luterane (redazione della confessio augustana) 1531: I principi luterani si alleano nella Lega di Smalcalda 1531: Guerre tra cattolici e riformati il cui esercito è sconfitto nella battaglia di Kappel 1533: Enrico VIII sposa Anna Bolena, Papa Clemente VII scomunica Enrico VIII. Procede il distacco della Chiesa inglese da quella di Roma. Tuttavia essa non aderisce interamente al protestantesimo: nasce la chiesa anglicana 1534: Ignazio di Loyola fonda la Compagnia di Gesù (poi approvata definitivamente nel 1558) novembre - Il parlamento approva l'atto di supremazia: il Re e non il Papa è il capo supremo della chiesa di Inghilterra 1534 - 1539: I conventi vengono soppressi e i loro beni venduti. Chi si oppone a questi provvedimenti (Thomas More, John Fisher) viene messo a morte 1534 - 1535: Gli anabattisti si insediano a Münster ma vengono sterminati
  • 2. 1536: Calvino comincia la sua predicazione a Ginevra mettendosi su posizioni di estremo radicalismo dottrinario e politico → organizza la Chiesa in Pastori; Dottori; Diaconi; Anziani → gloria di Dio e predestinazione → soltanto la grazia di Dio da la salvezza. 1541: Si tenta una conciliazione tra protestanti e cattolici a Ratisbona 1542: Paolo III istituisce il Tribunale del Santo Uffizio contro gli eretici 1545: Si apre a Trento per volere di Paolo III il Concilio sulle questioni sollevate dai protestanti. Successivamente i lavori proseguono a Bologna (1547-1549), e nuovamente a Trento (1551-1552) sotto Giulio III 1547: L'esercito dei luterani viene sconfitto a Mühlberg 1549 - 1553: Progressivamente la chiesa anglicana diventa un'altra chiesa con Edoardo VI (1547-1553) che riconosce due soli sacramenti: battesimo, eucaristia e introduce il Book of common prayer 1552 - 1555: I luterani, forti dell'appoggio della Francia combattono Carlo V 1553: Michele Serveto in contrasto con Calvino e con i cattolici, predica a Ginevra ma viene imprigionato e mandato al rogo. Ginevra capitale del calvinismo in Europa. 1555: Pace di Augusta tra Carlo V e la coalizione di principi luterani 1559: Con Paolo IV si procede alla compilazione dell'“Indice dei libri proibiti” 1560: La Scozia diventa calvinista con il predicatore John Knox, vi nasce la chiesa presbiteriana scozzese. L'Irlanda resta fedele alla chiesa di Roma 1562 - 1563: Terza fase del Concilio a Trento 1564: Professio fidei tridentinae 1566: Repressione dell'inquisizione, pubblicazione del "catechismo tridentino" 1571: Viene istituita la commissione che aggiorna continuamente l' “Indice dei libri proibiti” Monarchie nazionali – fine indipendenza italiana 1480: in Spagna netta subordinazione della corona alla Chiesa → ricostituita l’Inquisizione in Castiglia XVI sec: tentativo di riforma di Ximenes de Cisneros → si revocano serie di sovvenzioni ai nobili → letrados ( giuristi borghesi ) negli uffici politici – si ricorre agli hermandad per l’ordine pubblico → esercito stabile con i tercios spagnoli. 1493: Massimiliano I d'Asburgo viene eletto imperatore; Carlo VIII re di Francia cerca di impadronirsi del regno di Napoli (che gli spetta per eredità angioina) 1494: Carlo VIII attraversa l'Italia alla volta di Napoli. Viene accolto pacificamente a Milano da Ludovico il Moro, a Firenze da Piero de’ Medici 1495: 22 febbraio - Carlo VIII entra a Napoli dalla quale i baroni avevano cacciato Ferdinando II; Venezia, Roma e il Papa si coalizzano in una lega antifrancese 6 luglio – la minaccia di restare imbottigliato nel sud convince il re francese ad abbandonare le conquiste – affronta le truppe delle lega nella battaglia di Fornovo ma riesce a riportare l’esercito in patria 1496: Massimiliano d'Asburgo combina il matrimonio tra il suo figlio primogenito Filippo e Giovanna, figlia dei sovrani di Spagna 1500: Accordo segreto tra Luigi XII e Ferdinando il cattolico per la spartizione di Napoli 1503: Quando cadono gli Aragonesi a Napoli, i due alleati si fronteggiano militarmente 1504: Trattato di Lione → Luigi XII riconosce l’insuccesso a Napoli ma tiene la Lombardia. 1508: Massimiliano I si accorda con Luigi XII dando via alla Lega di Cambrai con il papa e la Spagna. 1508: Gli Svizzeri si sottraggono alla giurisdizione imperiale 1509: Venezia subisce una grave sconfitta ad Agnadello → i patrizi dalla parte degli invasori – i ceti inferiori prendono le armi → il governo riesce a isolare l’imperatore 1511: papa Giulio II forma la Lega Santa con Svizzeri, Spagnoli, Venezia ed Enrico VIII d’Inghilterra contro la Francia 1512: alla prima vittoria francese segue la calata degli svizzeri nel milanese – Francesi costretti ad abbandonare il ducato – Spagnoli restaurano in Toscana la Signoria dei Medici. 1515: Il re di Francia Francesco I alleatosi con Venezia scende in Italia e riconquista il territorio di Milano 1516: Muore Ferdinando il Cattolico, Carlo re di Spagna 1516: La pace di Noyon (firmata tra Francesco I e Carlo d'Asburgo) pone termine alle guerre per il predominio in Italia riconoscendo il Meridione alla Spagna e il milanese alla Francia 1519: Muore Massimiliano I, Carlo eredita i domini austriaci, eletto Imperatore con il nome di Carlo V (1530 incoronazione a Bologna) 1520 - 1521: Rivolta dei comuneros e malcontento diffuso 1521 - 1529: Prima fase della guerra franco-asburgica. Alla base del contrasto ci sono la contesa per il Milanese e le rivendicazioni asburgiche nei confronti della borgogna - Nel 1527 un esercito di Lanzichenecchi, spedito in Italia da Carlo V contro gli stati alleatisi contro di lui (Lega di Cognac), saccheggia Roma 1529: la defezione di Andrea Doria induce i francesi alla ritirata - Pace di Cambrai → l’Imperatore rinunziò alle sue pretese sulla Borgogna, ma ottenne la rinunzia da parte francese della Lombardia 1535 - 1547: Seconda fase della guerra franco-asburgica – il re Francese approfitta degli scontri tra Carlo V e la Lega di Smalcalda – Trattato di Crepy ( 1544 ) → Lombardia alla corona spagnola – Savoia e parte del Piemonte alla Francia. 1547: diventa re di Francia Enrico II. 1556: Filippo II eredita la corona di Spagna – Ferdinando I i domini ereditari di casa d’Austria e la corona Imperiale. 1552 - 1559: Ultima fase della guerra franco-asburgica che si conclude con la pace di Cateau-Cambrésis
  • 3. Filippo II e Guerre di Religione 1507: Margherita d’Asburgo nominata Governatrice dei Paesi Bassi spagnoli ( 17 province → Stati generali → Stati provinciali ) 1529: ordinanze dell’Imperatore contro gli eretici non attecchiscono nei Paesi Bassi spagnoli. 1550: gruppi di calvinisti si allargano ad altri stati della popolazione. 1553 - 1558: Maria Tudor (detta "la cattolica" o anche "la sanguinaria") sale sul trono d'Inghilterra 1554: Maria Tudor sposa in matrimonio morganatico Filippo II 1555: Per ordine della regina vengono giustiziati numerosi protestanti e viene ripristinato il cattolicesimo. 1556: Filippo II eredita la corona di Spagna. 1556: Persecuzione dei musulmani spagnoli (moriscos) della zona di Granada che si ribellano (1568-70) 1561: i capi della nobiltà ( Guglielmo d’Orange su tutti ) fanno parte del Consiglio della Reggente ( Margherita di Parma ) – potere effettivo nelle mani del cardinale Granvelle → che minaccia aumento della pressione fiscale e della persecuzione religiosa. 1564: Granvelle dimesso a seguito di numerose critiche 1565: il re inasprisce la repressione religiosa. 1566: i geux ( pezzenti ) guidati da Luigi di Nassau entrano a Bruxelles – la sommossa a sfondo religioso divampa in tutto il paese. 1567: il duca d’Alba viene inviato nei Paesi Bassi a capo di un esercito → Consiglio dei torbidi emana migliaia di condanne a morte – i pezzenti del mare attaccano le navi spagnole e instaurano un regime di terrore nei confronti dei cattolici nelle città occupate. 1572: Guglielmo d’Orange è nominato Governatore – la controffensiva del duca d’Alba non riesce a sottomettere l’Olanda e la Zelanda. 1573: Luis de Requesens sostituisce il duca d’Alba. 1576: si costituisce l’Unione di Gand con la partecipazione di tutte le province - alla base l’idea dell’indipendenza nazionale – muore Luis de Requesens al suo posto viene nominato Don Giovanni d’Austria → ritiro dell’esercito di occupazione – conferma dell’esclusivismo religioso e dell’ordinamento politico in vigore. 1579: il nuovo governatore Alessandro Farnese riesce a raggiungere un accordo con le province cattoliche e a staccarle dalla lega ( Unione di Arras ) – le province del nord costituiscono la repubblica delle Province Unite ( Unione di Utrecht ) → capo Maurizio d’Orange con l’aiuto dell’Inghilterra. 1581: proclamazione dell’indipendenza dalla Spagna ( riconosciuta nel 1648 ) Guerre di religione in Francia 1559: Enrico II di Valois muore per un incidente durante un torneo; inizio della reggenza del trono di Francia da parte di Caterina de' Medici 1562: Caterina de' Medici emana l'editto di Saint Germain che dà agli Ugonotti libertà di culto; il cattolico Duca di Guisa massacra a Vassy un gruppo di Ugonotti, scoppia la guerra civile tra cattolici e Ugonotti 1562 - 1563: Prima fase della guerra di religione in Francia – editto di Amboise = meno favorevole ai protestanti ma più libertà religiosa ai principi 1567 - 1570: Seconda e terza guerra di religione in Francia – pace di Saint Germain = gli ugonotti come garanzia per la limitata libertà di culto ottengono 4 places de surete 1572: In Francia i capi cattolici si scatenano contro la nobiltà ugonotta andata a Parigi per i festeggiamenti in onore delle nozze di Enrico di Borbone. Si contano migliaia di morti ( notte di san Bartolomeo ) 1572 - 1573: Quarta guerra di religione in Francia, gli Ugonotti si organizzano come se fossero uno stato autonomo 1574: Sale sul trono di Francia Enrico III 1574 - 1576: Quinta guerra di religione – creazione da parte dei cattolici di una Lega Santa 1577 - 1580: Sesta e settima guerra di religione 1584: per impedire l’elezione a re di Enrico di Borbone i capi della Lega santa stipulano il trattato di Joinville con Filippo II. 1585 - 1589: Ottava guerra di religione in Francia (guerra dei tre Enrichi) – Enrico III fa assassinare Enrico di Guisa – la Lega Santa nomina il duca di Mayene luogotenente del regno – il re dalla parte degli ugonotti 1589: il giovane monaco Jacques Clement uccide il re che designa come suo erede Enrico di Borbone a patto che si converta al cristianesimo. 1589 - 1593: Regno di Enrico IV di Borbone 1593: Enrico IV abiura il calvinismo. L'anno dopo entra a Parigi dove è accolto come re legittimo 1594 - 1598: Filippo II continua la guerra contro Enrico IV 1598: Enrico IV emana l'editto di Nantes che riconosce libertà di culto e pienezza di diritti agli ugonotti 1598: Pace di Vervins: fine delle ostilità tra Francia e Spagna Inghilterra elisabettiana e la sconfitta dell’invincibile Armata 1558: alla morte di Maria Tudor le succede Elisabetta (figlia di Enrico VIII e Anna Bolena) 1559: Elisabetta I restaura l'anglicanesimo 1559 - 1560: Rivolta calvinista in Scozia guidata da John Knox contro la reggente Maria di Guisa, francese e di osservanza cattolica 1560: Maria Stuart, erede al trono di Scozia dopo la morte del marito, il re di Francia Francesco II, rientra in patria cercando di instaurare il cattolicesimo ma suscita violente ribellioni che la costringono alla fuga 1568: Maria Stuart si rifugia in Inghilterra presso Elisabetta I, ma è tenuta prigioniera – Filippo II e il papa cercano di rovescia Elisabetta e assicurare all’ex regina l’eredità del trono inglese. 1570: Pio V scomunica Elisabetta 1570: la pirateria diviene un’attività ufficiale 1586: numerose congiure ai danni di Maria Stuart in una di queste venne condannata a morte.
  • 4. 1588: Filippo II decide di intervenire militarmente e sostenuto da papa Sisto V e dalle forze cattoliche crea l’Invincibile Armata – nell’estate del 1588 vittima di una tempesta e a causa degli scontri con le navi inglesi si arriva alla sconfitta. 1603: Elisabetta Tudor muore 1603 -1625: Regno di Giacomo I in Inghilterra 1604: Trattato di Londra: fine delle ostilità tra Inghilterra e Spagna Controffensiva cattolica 1520 - 1566: Solimano I (detto il Magnifico o il Legislatore) 1521: Conquista di Belgrado, dell'Ungheria, della Transilvania 1522: Conquista di Rodi (annientati i cavalieri di S. Giovanni): controllo turco sui commerci veneziani e genovesi 1551: Gli Ottomani conquistano Tripoli 1560: scontro all’isola di Gerba e insuccesso spagnolo 1565: i turchi invadono malta 1570: i turchi si impadroniscono di Nicosia 1571: papa Pio V lancia l’idea di una lega contro i Turchi – grande flotta agli ordini di Don Giovanni d’Austria si concentra a Messina – 7 ottobre 1571 si svolge la Battaglia di Lepanto vinta dalla Lega. 1580: tregua poi ripetutamente rinnovata. Europa nord-orientale 1561: Ivan IV il Terribile Zar di Russia 1573: in Polonia i re sono sottoposti al controllo della Dieta dei Nobili ( Pacta conventa ) 1575: eletto come sovrano Stefano Bathory, ripresa del cattolicesimo 1598: inizia il periodo di torbidi in Russia – crisi dinastica – prende il titolo di zar Boris Godunov che tenta di riprendere l’azione contro i boiari subendo una violenta opposizione 1599: Carlo IX diventa re di Svezia, Sigismondo III Vasa gli cede la corona a seguito della resistenza luterana 1608: due leghe contrapposte: unione evangelica alleata del re di Francia e la lega cattolica con la Spagna. 1611: Gustavo Adolfo re di Svezia pone fine al pericolo dell’anarchia. 1613: un’assemblea di nobili elegge Michele Romanov come zar Ricerca stabilità politica in Francia…. 1600: Maximilien de Bethune ( duca di Sully ) e Barthelemy Laffemas diventano ministri attenti rispettivamente all’agricoltura e all’industria. 1600-1601: breve guerra contro il ducato di Savoia 1604: viene introdotta la Paulette, l’ereditarietà degli uffici poteva essere acquistata 1610: Francois Ravaillac pugnala a morte il re 1610 - 1620: Reggenza di Maria de' Medici essendo Luigi XIII in minorità 1617: Concino Concini ( membro influente della corte ) viene fatto assassinare per iniziativa del re Luigi XIII 1620: Luigi XIII assume i pieni poteri in Francia 1624: Armand du Plessis cardinale di Richelieu diviene primo ministro francese 1625: Rafforzamento della monarchia, Richelieu combatte gli Ugonotti ed i nobili cattolici, esilia inoltre la Regina Madre, fa entrare la Francia nelle principali guerre che si combattono in Europa 1629: editto di Grazia → i protestanti conservano la libertà di coscienza e di culto – non ebbero più una struttura politica alla quale appoggiarsi …In Inghilterra… 1605: congiura delle polveri 1625 - 1649: Regno in Inghilterra di Carlo I Stuart 1628: Le camere del Parlamento inglese presentano al Re la Petition of rights 1629: Carlo I accoglie la richiesta: è il Parlamento che autorizza il Re a porre nuove tasse 1629 - 1640: Carlo I non rispetta la promessa. Impone nuove tasse ma suscita il malcontento … Nelle Repubbliche delle Province Unite… 1632-1676: si contrappongono il Pensionario e lo Stadhouder – Olanda ha preminenza politica sulle altre province – la religione divide i due partiti → borghesi attenuazione principi calvinisti – popolani seguivano le dottrine di Gomar sostenitore ortodosso della dottrina calvinista della predestinazione. … Decadenza della Spagna. 1598: Muore Filippo II. Gli succede Filippo III 1607: Lo Stato Spagnolo dichiara bancarotta 1618: Don Baltasar de Zuniga sostenitore della ripresa nella guerra per non perdere tutti i domini 1622: il conte di Olivares imprime una politica nel senso della ripresa del militarismo e dell’imperialismo → l’operazione << unione delle armi >> ha scarso successo in patria ma riesce nei domini dell’Italia meridionale. Si aggrava la crisi interna.
  • 5. Dalla Defenestrazione di Praga alla Pace di Westfalia Premesse: tregua Spagna/Rep. Province Unite non sarebbe stata rinnovata – equilibrio cattolici/protestanti precario – contrasti tra paesi scandinavi e Asburgo – insofferenza per il monopolio spagnolo del commercio coloniale – preoccupazioni Francia/Inghilterra per l’eccessivo potere degli Asburgo 1617: eletto re di Boemia l’arciduca Ferdinando 1618: l’abbattimento di due chiese protestante fa insorgere i rappresentanti degli Stati sotto la guida di Mattia di Thurn → defenestrazione di due luogotenenti dell’imperatore → il re promuove un’azione militare → a Praga è indetto un nuovo governo sotto il conte di Thurn → attacco all’Austria fallimentare. 1619: Ferdinando II eletto Imperatore dalla Dieta a Francoforte → rappresentanti della Boemia, Moravia e Slesia lo dichiarano decaduto dalla corona di Boemia ed eleggono Federico V 1620: nella battaglia delle Montagna Bianca le truppe dell’Imperatore riportano una netta vittoria – interviene anche la Spagna e il conflitto si allarga. 1620: in Francia c’è un massacro di 600 protestanti noto come il sacro macello della Valtellina, in cui interviene anche la Spagna a favore degli insorti → costituita una lega antispagnola. 1626: trattato di Moncon confermata l’autonomia della Valle. 1625 - 1629: Periodo danese della guerra dei trent'anni → i principi tedeschi sollecitano l’intervento del re di Danimarca Cristiano IV che fronteggia l’esercito della lega comandato dal Tilly sia un altro esercito dell’imperatore sotto il comando del generale boemo Alberto di Wallenstein → Cristiano IV è battuto e deve firmare la pace di Lubecca ( 1629 ) impegnandosi a non intervenire più in Germania. 1630 - 1635: periodo svedese della guerra dei trent'anni → il sovrano Gustavo Adolfo giunge ad un conflitto con Ferdinando II il quale richiama Wallenstein per organizzare l’esercito. Gustavo muore in battaglia e nel 1635 l’esercito svedese si arrende ( Pace di Praga ) 1635 - 1648: periodo francese della guerra dei trent'anni → Richelieu decide di intervenire contro Spagna e Austria → gli Spagnoli sono sconfitti dai Francesi → Ferdinando III avvia i negoziati 1648: Pace di Westfalia: fine della guerra dei trent'anni → sancisce la sconfitta dell'Impero e della Spagna. Alla Francia va il controllo dell'Alsazia e della Lorena, la Svezia controlla gran parte della Pomerania (nord Germania), le Province Unite divengono indipendenti dalla Spagna. Rivoluzioni Spagna 1640: reazione rivoluzionaria alla politica economica del conte de Olivares – alloggiamenti di truppe in Catalogna – la rivolta parte della campagne e si estende fino a Barcellona → creazione stato indipendente sotto la tutela francese 1652: difficile la convivenza francese – il governo di Madrid riprendere il controllo della situazione Portogallo 1640: una giunta riunita a Lisbona proclama l’indipendenza. 1668: col trattato di Lisbona la Spagna riconosce l’indipendenza del Portogallo. Regno di Napoli 1646: il governo spagnolo da mano libera al baronaggio → vengono venduti i comuni → viene introdotta una nuova gabella: imposta sulla vendita della frutta a Napoli. 1647 7 luglio - Tommaso Aniello d’Amalfi ( Masaniello ) si mette alla testa di un moto rivendicando la riforma dell’ordinamento politico della capitale e l’abolizione di tutte le nuove imposte → discussioni politiche tra dirigenti rivoluzionari e il viceré duca d’Arcos → iniziative che colpiscono la nobiltà e il personale politico spagnolo → i capi moderati vogliono la fine della rivolta → Masaniello si oppone di sciogliere le milizie popolari → ucciso il 16 luglio. ottobre - lotta per l’indipendenza dalla Spagna. Proclamata la Repubblica → chiesti aiuti alla Francia → interviene Enrico di Guisa che crea divisioni tra i rivoluzionari → la resistenza si sfalda 1648: la repubblica cade → i gruppi di borghesia accettano il compromesso dei rappresentanti del re → politica moderatamente riformatrice Francia 1643: Il potere nelle mani di Mazzarino 1648: temi centrali impegno antispagnolo e antiasburgico – lotta contro l’anarchismo dei grandi signori → rinnovamento paulette → il Parlamento di Parigi elabora un programma di riforma ( Propositions de la Chambre de Saint Louis ) = progetto di una monarchia controllata dalla borghesia privilegiata. 1649: Parigi in rivolta → fase parlamentare della Fronda → la corte fugge dalla capitale 1649: ( 11 marzo ) accorto tra Parlamento e corte con la pace di Rueil 1650-1652: Fronda dei Principi → le armate del Turenne ( fedele alla reggente ) si scontrano con quelle di Condé ( a capo della ribellione dei grandi signori ) sconfiggendolo. 1652: ( ottobre ) tornano re, reggente e Mazzarino 1659: pace dei Pirenei con la Spagna → matrimonio tra l’infanta Maria Teresa ( figlia di Filippo IV di Spagna ) e Luigi XIV Inghilterra 1638: L'Inghilterra cerca di imporre l'anglicanesimo agli scozzesi che si ribellano 1640: Carlo I in difficoltà convoca di nuovo il parlamento ma per breve tempo (è il cosiddetto short parliament) 1640: Nuova convocazione del parlamento: long parliament 1641: Il parlamento approva un documento (grande rimostranza) nella quale sono elencate le illegalità commesse dal sovrano
  • 6. 1642: Carlo I cerca di far arrestare i capi dell'opposizione, ma Londra si schiera con il parlamento, il re è costretto alla fuga. Inizia la guerra civile tra l'esercito regio e l'esercito messo in piedi dal Parlamento (detto delle round heads, teste rotonde) per l'uso puritano di portare i capelli corti 1643: Il Parlamento inglese affida a Oliver Cromwell il compito di formare una milizia da schierare contro l'esercito fedele al re (gli iron sides). 1645: La new model army sconfigge Carlo I che si arrende agli scozzesi i quali lo consegnano al Parlamento 1647: Il Parlamento inglese si divide in varie fazioni: presbiteriani, indipendenti e levellers. Oliver Cromwell (che è su posizioni moderate) ha la meglio 1647: (Novembre) il Re fugge in Scozia cercando di organizzarsi per riprendere la guerra 1648: Gli scozzesi sono sconfitti a Preston, Carlo I consegnato agli Inglesi 1649: Gennaio - in Inghilterra il re viene condannato a morte Febbraio - Carlo I viene decapitato Maggio - l'Inghilterra è proclamata repubblica libera (Free Commonwealth). Cresce il potere personale di Cromwell 1650: La ribellione Irlandese è domata 1651: La Scozia viene completamente assoggettata dagli Inglesi. Cromwell con l'atto di navigazione riserva alle sole navi inglesi il diritto di importare merci in Inghilterra 1653: Dopo aver proceduto a sciogliere ed epurare più volte il parlamento, Cromwell assume il titolo di lord protettore della repubblica con ampi poteri 1655: Il parlamento viene definitivamente sciolto, Cromwell governa il paese con il favore dell'esercito 1658: Cromwell muore 1659. Il potere viene conferito al figlio Richard, che abbandona però la carica 1660: (Febbraio) il generale Monk marcia su Londra e restaura il parlamento → questi votano per il ritorno della monarchia Stuart 1660 - 1685: Regno di Carlo II Stuart che restaura le vecchie istituzioni monarchico-parlamentari dando inizio al conflitto contro l'Olanda (1672) Assolutismo della Francia 1661: Muore Mazzarino, sale sul trono Luigi XIV che riduce l'influenza della corte e affida l'esecuzione dei suoi ordini a ministri esperti 1664 - 1683: Il ministro delle finanze francesi Colbert vara un programma di stampo mercantilistico 1667: Durante il suo regno, Luigi XIV persegue mire egemoniche sull'intera Europa che danno origine, in particolare, alla guerra di Devoluzione per il possesso dei Paesi Bassi, alla guerra Olandese (1672-1678) e alla guerra contro la lega d'Augusta (1688-1697) che termina con la pace di Rijswijk (1697) 1674: la rivolta di Messina è un’occasione per la Francia di aprire un piccolo fronte contro la Spagna. 1682: La pretesa di nominare i vescovi e controllare la chiesa da parte di Luigi XIV scatena il conflitto con la chiesa (gallicanesimo) 1685: Editto di Fontainebleau che abolisce in Francia la libertà di culto per gli Ugonotti 1685: Lo scettro inglese passa al cattolico Giacomo II (fratello di Carlo I che è senza eredi) 1688 - 1697: Guerra della lega d'Augusta 1688: Il timore che si crei una dinastia cattolica fa sì che il trono venga offerto al protestante Guglielmo III d'Orange marito di Maria Stuart (figlia di Giacomo II), mentre Giacomo II fugge in Francia (è la cosiddetta Gloriosa Rivoluzione) 1689: Guglielmo III diviene sovrano d'Inghilterra accettando di condividere il suo potere con quello del Parlamento 1701 - 1702: Inizio della guerra di successione spagnola che vede coinvolte Francia e Spagna contro la “Grande alleanza” formata da Inghilterra, Olanda e Austria 1713: Pace di Utrecht. Carlo VI emana la “Prammatica sanzione” che fissa l’indivisibilità dei domini asburgici e l’ordine di successione 1714: Pace di Rastatt: termina la guerra di successione spagnola: Milano e Napoli all’Austria; la Sicilia ai Savoia; l’Inghilterra ottiene il monopolio della tratta degli schiavi. [ 1661 - 1676: Il Gran Visir Köprülü Ahmed avvia una nuova offensiva anti austriaca ma viene sconfitto sul fiume Raab (1664) 1683: Il Gran Visir Kara Mustafa invade l’Austria, assedia Vienna ma viene sconfitto a Kahlenberg 1699: Pace Di Carlowitz: Ungheria e Transilvania all'Austria; Morea a Venezia ] Assolutismo in Russia 1689: Pietro I il Grande si proclama zar di tutte le Russie 1700: Pietro I il Grande entra in guerra contro la Svezia di Carlo XII, per il predominio del Baltico 1703: Fondazione di Pietroburgo 1722: Pietro I di Russia istituisce la “Tabella dei ranghi” Conflitti dinastici e coloniali 1722: Carlo VI d’Asburgo crea la Compagnia di Ostenda → appoggio di Filippo V → privilegi commerciali ai mercanti austriaci e fiamminghi nelle colonie spagnole 1729/1731: Trattati di Siviglia e Vienna ripristinati i privilegi inglesi nelle colonie americane e sciolta la Compagnia di Ostenda. 1733: Muore il re di Polonia Augusto II, scoppia la guerra di successione polacca → Stanislao Leszcynski ( suocero di Luigi XV ) e Augusto di Sassonia ( nipote dell’imperatore ) 1738: Pace di Vienna che pone fine alla guerra di successione polacca: l’Austria cede il Regno di Napoli ai Borbone di Spagna
  • 7. 1739: trattati di Belgrado a seguito dell’attacco Russo ai danni della Turchia ( 1736 ) → restituiti alla Turchia i territori di Belgrado e le province al sud del Danubio e della Sava 1740: Federico II diventa re di Prussia. Maria Teresa d’Asburgo sale al trono austriaco. Federico II invade la Slesia, scoppia la guerra di successione austriaca 1748: Pace di Aquisgrana che pone fine alla guerra di successione austriaca: i ducati di Parma e Piacenza passano dall’Austria a Filippo di Borbone e la Slesia a Federico II 1756: Inizia la Guerra dei sette anni che vede Inghilterra e Prussia contrapporsi a Francia, Austria e Russia 1757: Ministero di William Pitt in Inghilterra. Battaglie di Rossbach e Leuthen che vedono l’esercito prussiano sconfiggere le forze francesi e austriache. 1758: L’esercito prussiano ferma l’offensiva russa nella battaglia di Zondorf, ma viene sconfitto a Hochkirch dalle truppe austriache. 1759: Battaglia di Kunersdorf, i prussiani sono sconfitti dai russi. 1763: Trattato di Parigi → questione marittime – Trattato di Hubertsburg → questioni territoriali. Fine guerra dei 7 anni …In Russia, Ungheria e Croazia 1762: Caterina II si proclama imperatrice di Russia 1764: Caterina II decreta la confisca dei beni ecclesiastici 1768: La Russia entra in guerra contro l’impero Ottomano 1772: Prima spartizione della Polonia 1773: Rivolte contadine in Russia capeggiate da Emeljan Pugacëv 1774: Maria Teresa istituisce l’obbligo scolastico in Austria 1783: La Russia annette la Crimea 1786: Codice penale di Pietro Leopoldo 1793: Seconda spartizione della Polonia 1795: Terza spartizione della Polonia Rivoluzione Francese 1774: Ascesa al Trono di Luigi XVI 1774-1776: Turgot cerca di risanare le finanze Statali 1780: crisi economica in Francia → crescono i malumori all’interno delle classi aristocratiche 1777-1781: Necker assume la Direzione delle Finanze ma è costretto a dimettersi → infatti il suo Compte rendu au roi da una falsa immagine della situazione finanziaria francese. 1783-1787: Calonne prende il posto del Necker senza successo 1788: Assemblea dei notabili – contrasto tra nobili, alto clero, terzo stato → i liberali cominciano a farsi chiamare patrioti 1789: 5 maggio - Inizia il periodo rivoluzionario in Francia con l'apertura della Riunione degli Stati Generali a Versailles per discutere la riforma finanziaria. 17 giugno – i deputati del terzo stato proclamano l’Assemblea nazionale e, nella sala della pallacorda a Versailles, giurano di non separarsi sino a che la Francia non ottenga una costituzione. 27 giugno – vista l’adesione a maggioranza del clero e di 47 nobili alle posizioni della borghesia il re approva la formazione dell’Assemblea nazionale. 14 luglio – la monarchia tenta un colpo di forza ammassando le truppe rege a Versailles - Il popolo insorge a Parigi ed espugna la prigione della Bastiglia salvando l’Assemblea Nazionale. 4 agosto – la grande paura porta ad una rivolta agraria → l’Assemblea Nazionale approva il decreto con cui vengono aboliti i diritti feudali e i privilegi del clero 26 agosto - La Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo e del Cittadino sancisce i diritti di libertà e di resistenza contro l'oppressione. 5/6 ottobre – il re non approva ne i decreti ne la Dichiarazione dei diritti → nuova sollevazione popolare → re costretto a trasferirsi a Parigi assieme ai deputati dell’Assemblea 22 dicembre - Cambia la mappa politica della Francia: essa viene divisa in 83 Dipartimenti considerati delle piccole repubbliche guidate da un consiglio eletto per censo. 1790: 13 febbraio – tramite decreto il clero viene praticamente soppresso 12 luglio - Viene promulgata la Costituzione Civile del clero ( basi gallicane ): vescovi e curati sono sottratti alla giurisdizione del papa ed eletti, come gli altri funzionari, dai cittadini attivi. 1791: aprile - Pio VI condanna la Dichiarazione dei diritti e la Costituzione Civile del clero → parte del popolo spinta alla controrivoluzione 20 giugno - La famiglia reale tenta la fuga dalla sua residenza alle Tuileries; Luigi XVI viene arrestato → collusione con gli emigrati → progetto di rientrare in patria con un esercito - Scissione dei foglianti dai giacobini. 17 luglio – la guardia nazionale spara sulla folla riunita al Campo Marte 27 agosto – dichiarazione di Pillnitz → Leopoldo II pronto ad intervenire in Francia 3 settembre - È promulgata la nuova Costituzione; dopo un vano tentativo di reazione, il re Luigi XVI la riconosce e l'accetta. 1° ottobre - Entra in funzione l'Assemblea Legislativa. di carattere moderato, composta dai foglianti, da una maggioranza di “costituzionali” (privi di una chiara linea politica e oscillanti tra i due estremi), dalle minoranze dei girondini e dei giacobini. 1792: 20 aprile - La Francia dichiara guerra all'Austria e alla Prussia, che premono alle sue frontiere; l'esercito francese vince a Valmy ( 20 settembre ) e successivamente conquista il Belgio e la Savoia.
  • 8. 10 agosto - I tentativi di ristabilire la monarchia fanno riesplodere la protesta popolare, che culmina con la presa delle Tuileries, l'imprigionamento della famiglia reale, e la creazione di una Comune di Parigi insurrezionale che si insedia all'Hotel de Ville. 17 agosto - Creazione di un tribunale criminale straordinario: preti refrattari e nobili cospiratori vengono deportati e uccisi. Agosto/settembre - sconfitte militari per la Francia contro Austria e Prussia. Rivolte nelle campagne e nuove rivolte a Parigi 21 settembre - L'Assemblea diventa Convenzione girondina, che sancisce l'abolizione della monarchia e proclama la Prima Repubblica. 10 dicembre - comincia il processo al re (alto tradimento) 1793: 21 gennaio - Luigi XVI viene ghigliottinato; migliaia di "controrivoluzionari" sono giustiziati dal Tribunale Rivoluzionario, tra i quali la regina Maria Antonietta. febbraio - Inghilterra, Spagna e Olanda intervengono nella guerra. La coalizione scatena una reazione nazionalista della Francia che si organizza in un esercito di massa. marzo - Scoppio della rivolta monarchica in Vandea. 31 maggio - S'insedia la Convenzione montagnarda. Aprile - si forma a Parigi il movimento degli "arrabbiati". Istituzione del Comitato di salute pubblica 2 giugno - insurrezione popolare contro il governo girondino. Arresto di alcuni deputati e ministri girondini. Insurrezione contro la Convenzione in diverse città 24 giugno - approvazione di una nuova Costituzione (democratica, non entrerà mai in vigore. Prevede repubblica e suffragio universale) 28 luglio - Robespierre entra a far parte del Comitato di Salute Pubblica luglio - il Comitato di salute pubblica instaura un regime dittatoriale. Chiamata alla leva in massa. agosto - nuovi provvedimenti antinobiliari e antifeudali. Confische e vendite di terre signorili 11 settembre - nuovo calmiere mesi successivi - arresti, processi, decapitazioni contro nemici della rivoluzione di destra e di sinistra. Regime personale di Robespierre. "Terrore" Tra i condannati più famosi, Danton, Roux, Hébert 1794: aprile - Condanna degli indulgenti: Danton, Desmoulins e D'Eglantine vengono ghigliottinati per volontà di Robespierre. 10 giugno - legge contro i "sospetti" 26 giugno - Serie di vittorie francesi: gli austriaci vengono battuti a Fleurus e i tentativi d'invasione inglesi falliscono. 27 luglio - Colpo di Stato - Caduta dei Montagnardi - Robespierre viene arrestato dalla Convenzione e ghigliottinato. La Convenzione termidoriana riforma il governo in due assemblee ( Cinquecento ed Anziani ) e un Direttorio esecutivo Settembre-Dicembre - Si scatena il "Terrore Bianco" → gioventù dorata contro agenti del governo giacobino e i sanculotti 12 Novembre - Soppressione del Club dei Giacobini 1795: Gennaio - Riconquista dell'Olanda - Proclamazione della Repubblica Batava Aprile - Trattato di pace con la Prussia Luglio - Trattato di Basilea - Pace con la Spagna 22 Agosto - Costituzione dell'Anno III 5 ottobre – fallito tentativo insurrezionale monarchico → neo-giacobini formano un nuovo gruppo attorno a Gracco Babeuf 26 Ottobre - Elezione del nuovo Direttorio Esecutivo Napoleone Bonaparte 1796: marzo – l’armata d’Italia contro l’Austria è comandata dal generale Bonaparte 15 maggio – Bonaparte entra trionfalmente a Milano 30 novembre - Il Manifeste des plebeins si basa sul presupposto della negazione della proprietà privata – in inverno si costituisce un comitato insurrezionale → la congiura di Babeuf viene scoperta e i responsabili vengono ghigliottinati ( maggio 1797 ) 1797: aprile – nelle elezioni i monarchici riscuotono ampio successo mettendo in crisi l’esistenza stessa della repubblica 4 settembre – la maggioranza del Direttorio mette a segno un colpo di Stato → Parigi è occupata le elezioni annullate. 17 ottobre – pace di Campoformio con l’Austria → riconoscimento dominio francese sulla Lombardia, Belgio e riva sinistra del Reno 1798: 19 maggio – parte la spedizione in Egitto promossa da Napoleone 21 luglio – nella Battaglia delle Piramidi Napoleone ottiene una netta vittoria sui Mammelucchi 1° agosto – la flotta francese viene distrutta da quella inglese dell’ammiraglio Nelson → l’esercito francese rimane bloccato nel territorio egiziano → si forma una seconda colazione anti-francese ( Inghilterra, Russia, Austria , impero turco e Borboni di Napoli ) 1799: primavera – le forze russe/austriache riescono a ricacciare i francesi → l’autorità dei vecchi governi è ristabilita nell’Italia centro- settentrionale → a Napoli le masse contadine insorgono → ritorno dei Borboni. 25-26 ottobre – vittoria dei Francesi a Zurigo → la Russia si ritira dalla coalizione 9 novembre – il colpo di Stato preparato da Sieyes si compie → creazione del Consolato con Bonaparte, Sieyes e Ducos 15 dicembre – ratificata la Costituzione dell’anno VIII → primo console potere effettivo 1800: 14 giugno – Napoleone riprende la guerra contro l’Austria → scende in Italia ed a Marengo ottiene una vittoria decisiva
  • 9. 3 dicembre – nuova vittoria a Hoheninden 1801: 9 febbraio – grazie all’azione diplomatica del principe Talleyrand l’Austria firma la pace a Luneville 16 luglio – concordato con Papa Pio VII → cattolicesimo religione ufficiale dei Francesi → primo console spetta la nomina dei vescovi → investitura spirituale al papa 1802: 25 marzo - pace di Amiens con l’Inghilterra 18 aprile - epura il Tribunato escludendo gli oppositori → Articoli organici del culto cattolico lo Stato si attribuisce un ampio potere di controllo sulla vita ecclesiastica secondo le tradizioni gallicane 2 agosto – viene proposto il consolato a vita per Napoleone → Costituzione dell’anno X vengono aumentati i poteri del console che può anche designare l’erede 1803: a maggio riprendono le ostilità con l’Inghilterra per la questione di Malta → violazione della pace di Amiens 1804: 21 marzo – Codice civile dei Francesi più tardi designato come Codice Napoleone → soppressione diritti feudali e proprietà; eguaglianza davanti alla legge; libertà personale, tutela libertà d’iniziativa 18 maggio – Costituzione dell’anno XII il governo viene affidato a << imperatore ereditario, Napoleone Bonaparte >> 2 dicembre – approvazione papale → incoronazione a Notre Dame dal papa Pio VII 1805: 21 ottobre – terza coalizione anti-francese → la flotta francese è preparata dal 1803 ma a Trafalgar viene quasi completamente distrutta dalla flotta dell’ammiraglio Nelson ( che muore ). 26 settembre/9 ottobre – nel bacino del Danubio gli Austriaci vengono sconfitti a Ulm 2 dicembre – Napoleone affronta e vince gli austro/russi nella battaglia di Austerlitz 26 dicembre – l’imperatore d’Austria è costretto a ritirarsi e firmare la pace di Presburgo 1807: lo zar Alessandro I firma il trattato di Tilsit 1808: Napoleone occupa il Portogallo e insedia in Spagna come re il fratello Giuseppe → a Napoli insedia il generale Gioacchino Murat – il 2 maggio la Rivolta di Madrid viene repressa dalle truppe francesi 1809: l’Austria tenta di risollevarsi ma viene sconfitta nella battaglia di Wagram → pace di Schonbrunn 1810: ottenuta dall’imperatore la figlia 18 enne Maria Luisa la sposa in Aprile ( ottiene un erede nel 1811 dandogli il titolo di << re di Roma >> ) 1811: Napoleone prepara lo scontro con la Russia → Austria e Francia sottoscrivono alleanza militare con la Francia 1812: a seguito della battaglia di Bailen il re Giuseppe deve abbandonare Madrid → la Grande Armée viene spostata in Spagna e la situazione è ristabilita → due gruppi ( afrancesados – patrioti liberali ) → promulgata una costituzione che verrà annullata al ritorno dei Borboni ( 1814 ) Aprile – Alessandro formula richieste per fornire l’occasione della guerra → evacuazione Prussia, Pomeriana svedese e stipulazione accordi commerciali 24 giugno – i francesi passano il Niemen → il comando russo indietreggia Metà agosto – prima battaglia a Smolensk con una parte dell’esercito russo 7 settembre – seconda battaglia a Borodino → i russi attuano una strenua resistenza 14 settembre – Napoleone entra a Mosca che però viene abbandonata dai Russi e lasciata in balia di un incendio ( dal 15 al 18 ) e della guerriglia → Napoleone decise di ritirarsi ma l’inverno russo colpisce duramente l’esercito francese 1813: 16/18 ottobre – si avvia la sesta coalizione con Russia, Prussia, Inghilterra e Austria → battaglia a Lipsia e sconfitta di Napoleone → Murat abbandona l’imperatore e attacca da sud il regno d’Italia. 1814: 9 marzo – gli alleati col trattato di Chaumont si impegnano a proseguire la lotta fino alla caduta di Napoleone 31 marzo – Parigi è occupata dai Russi e Prussiani – Talleyrand diventa capo di un governo provvisorio 6 aprile – convinto dai suoi generali Napoleone abdica → l’isola d’Elba è il suo esilio Maggio – sul trono di Francia è posto Luigi XVIII → 4 giugno da vita ad una Carta Costituzionale Novembre 1814 – 9 giugno 1815: Congresso a Vienna → Atto finale sarà la creazione della Santa Alleanza 1815: 1° marzo: vista l’ostilità della popolazione al ritorno Borbone, Napoleone torna in Francia 20 marzo: entra a Parigi dove instaura il governo dei cento giorni → Atto addizionale alle costituzione dell’Impero 18 giugno: prendendo l’iniziativa Napoleone si scontra contro il duca di Wellington a Waterloo → le truppe prussiane si congiungono con quelle inglese → Napoleone è sconfitto → abdica per la 2° volta 1821: il 5 maggio Napoleone muore nel suo esilio nell’isola di Sant’Elena Rivoluzione Industriale 1600: fondazione della Compagnia delle Indie Orientali → centro principale dell’industria cotoniera → perderà questo monopolio con lo svilupparsi delle grandi piantagioni americane 1640/1688: In Inghilterra una rivoluzione politico sociale favorisce l’ascesa della borghesia – molti coltivatori, coloni e piccoli affittuari si sono trasformarti in salariati – il capitalismo mercantile raggiunge grandi proporzioni. 1712: Thomas Newcomen costruisce la macchina a vapore 1733: John Kay brevetta la navetta volante, che aumenta in modo significativo il rendimento del telaio. 1769: Richard Arkwright inventa il filatoio idraulico. James Watt brevetta la macchina a vapore.
  • 10. 1776: la visione della libertà di iniziativa privata come garanzia di benessere di Adam Smith diventa il tratto distintivo della concezione liberale 1779: Ned Ludd distrugge un telaio, venendo successivamente giustiziato ma dando vita al movimento di opposizione sociale che prenderà il suo nome, il “luddismo” 1799:1800: con i Combination Acts vengono vietate le associazioni tra gli operai → le trade unions ( associazioni di mestiere ) si sviluppano clandestinamente 1803: liberalismo economico di Jean-Baptiste Say 1807: Lo statunitense Robert Fulton costruisce la prima nave a vapore. 1811: il luddismo dilaga nelle regioni industriali → distruzione di nuove macchine 1812: legge che prevede la pena di morte per i distruttori di macchine → la rivolta luddista si esaurisce 1815: il movimento radicale promuove campagne di opinione pubblica 1817/1820: rivolte di Petridge e massacro di Peterloo 1824-1825: prima vittoria radicale → una legge riconosce agli operai il diritto di associarsi per motivi economici e assistenziali. 1825: esperimento di comunità socialista di Roberto Owen negli Stati Uniti → unificazione delle trade unions → fallimento 1830: Il nuovo sistema produttivo nato dalla rivoluzione industriale in Inghilterra alla fine del 700 si afferma nel resto dell' Europa e degli Stati Uniti. Si verifica un' accelerazione generale del processo di industrializzazione. 1830/1848: contrasti tra liberali e radicali → la realizzazione democratica fu il risultato dell’organizzazione sindacale e politica delle classi lavoratrici 1831: la coscienza collettiva porta alla solidarietà tra gli operai → rivolte operaie come quella dei canuts di Lione 1831: in Inghilterra una legge vieta il lavoro notturno agli operai sotto i 18 anni e proibisce di assumere bambini sotto i 9 1832: l’enciclica Mirari Vos del papa Gregorio XVI condanna la fondazione del movimento detto ultramontanismo ( dal cattolicesimo liberale ) 1837: telegrafo di Samuel Morse 1841: francobollo di Rowland Hill 1844: legge riduce a 6 ore e mezzo il lavoro dei fanciulli e fissa a 12 ore il lavoro per donne e giovani ( 10 nel 1847 ). 1847: Lega dei Comunisti diviene un movimento internazionale → programma elaborato da Karl Marx e Friedrich Engels pubblicato nel gennaio 1848 ( Manifesto del Partito Comunista ) 1815/1848: trasformazione dell’agricoltura – i landlords inglesi investono capitali nelle loro terre – sincronia tra sviluppo capitalistico dell’agricoltura e industrializzazione 1846/1848: fallimento dei raccolti della patata in Irlanda ( le terre erano nella mani dei landlords inglesi – la popolazione in uno stato di subordinazione coloniale ) provoca una delle maggiori catastrofi demografiche dell’Ottocento. Tentativi costituzionali e Indipendenza della Grecia 1774: col trattato di Kuciuk Kainarge la Russia ha il diritto di intervenire in Turchia in difesa dei cristiani ortodossi Dopo il 1815: intensa attività cospiratoria della carboneria di Filippo Buonarroti – in Francia abbiamo un tentativo ultrarealista stroncato da Luigi XVIII che scioglie le camere e indice nuove elezioni 1818: in Inghilterra soppressione dell’habeas corpus 1819: sovrani e cancelliere austriaco Metternich stroncano la minaccia rivoluzionaria → congresso a Carlsbad per concordare le misure repressive – in Inghilterra la folla viene caricata dalle truppe ( Massacro di Paterloo ) → in parlamento sono votati i Six Acts che vietano ogni forma di associazione 1820: gennaio: insurrezione militare a Cadice → il re rimette in vigore la Costituzione del 1812 → la rivoluzione si propaga in Italia meridionale febbraio: assassinio del duca di Berry, erede al trono di Francia, riacutizza la lotta politica → nuovo governo riprende il programma degli ultras luglio: insurrezione di una parte della Sicilia provoca un intervento militare → minaccia intervento austriaco a Napoli intensifica gli sforzi per suscitare un moto costituzionale e antiaustriaco in Piemonte e Lombardia novembre: congresso a Troppau coi rappresentanti delle grandi potenze per discutere l’intervento in Stati in cui sono state imposte riforme illegali 1821: gennaio: congresso a Lubiana → il re delle due Sicilie Ferdinando I chiede l’intervento austriaco marzo: scoperta e stroncata una vendita carbonara a Milano – i ribelli greci delle montagne e delle isole insorgono contro i turchi 9-10 marzo: liberali piemontesi cominciano il moto insurrezionale ad Alessandria → accordo con Carlo Alberto → Vittorio Emanuele I abdica a favore del fratello Carlo Felice; Carlo Alberto è reggente → Carlo Alberto concede la costituzione spagnola 1812 → sconfessato da Carlo Felice prima si adopera per la controrivoluzione poi fugge a Novara → Carlo Felice chiede l’intervento austriaco. 23 marzo: il generale austriaco Frimont entra a Napoli → ultimo gruppo di deputati al Parlamento napoleonico si disperde 8 aprile: a Novara il governo provvisorio cerca di prevenire l’attacco austriaco ma è sconfitto → Rivoluzione fallita 1822: il 1° gennaio i ribelli greci proclamano l’indipendenza → nuovo governo sotto la protezione dell’Inghilterra e della Russia → corona ad un principe di Baviera 1823: esercito francese in Spagna → 23 agosto presa della fortezza del Trocadero 1824: l’operazione militare e propagandistica va a beneficio degli ultras che vincono le elezioni → sale al trono Carlo X 1825: tentativo rivoluzionario del colonnello Pavel Ivanovic Pestel represso dallo zar Nicola I 1829: a seguito della guerra contro la Russia e del trattato di Adrianopoli la Turchia cede alcuni territori
  • 11. Svolta liberale 1830 1827: in Francia eletta in parlamento una maggioranza di moderati ostili alla linea politica della monarchia 1830: il governo del principe di Polignac emana 4 ordinanze che restringono il diritto di voto e annullano la libertà di stampa → conquista dell’Algeria Luglio: a seguito delle 4 ordinanze la massa insorge ( 3 giornate insurrezionali di Parigi – moti di luglio ) costringendo il re alla fuga → vittoria delle forze popolari e repubblicane Agosto: sale al trono ad opera dei liberali Luigi Filippo d’Orleans → si impegna a rispettare la Costituzione Novembre: il 29 contro l’autoritarismo dello zar Nicola I i Polacchi insorgono → settembre 1831 la rivoluzione è domata 1831: giugno: a seguito della rivoluzione Belga dell’agosto 1830 e ottenuta l’indipendenza diventa sovrano nel nuovo regno Leopoldo di Sassonia-Coburgo → concede Costituzione liberale 28 aprile/1 giugno: in Inghilterra l’alleanza tra il partito whig e i radicali converge nella lotta contro il governo Tory → elezioni portano alla vittoria dei whigs → aumento potere politico degli industriali → partiti si dividono in liberale e conservatore 1832: la pressione popolare fa approvare dal governo whigs il Reform Act 1833: abolizione della schiavitù nelle colonie britanniche 1834: in Spagna e Portogallo dopo la guerra civile vengono creati regimi costituzionali moderati 1839-1842: guerra dell’oppio contro la Cina Frattura tra liberali e democratici 1815: introdotte in Inghilterra le corn laws che impediscono l’importazione di grano dall’estero 1831 e 1834: rivolta degli operai di Lione 1836: in Francia è presidente del consiglio Francois Guizot esponente del giusto mezzo = equidistanza tra i legittimistici borbonici e i democratici – Auguste Blanqui è il capo del movimento socialista francese 1838: Adolphe Thiers è il più influente membro dell’opposizione → rivendica una politica estera attiva → il governo emana leggi che limitano la libertà di stampa, di propaganda e di associazione 1838: Lega di Manchester campagna contro le corn laws 1839: contrasto tra liberali e democratici per l’estensione dei diritti politici ai lavoratori → grande convenzione delle classi lavoratrici → petizione respinta dai Comuni → movimento cartista disperso con la forza 1845: una grave carestia fa decidere al governo di abrogare le corn laws Caso Italiano 1830-1848: patriottismo nazionale divenne ideologia rivoluzionaria sul terreno del radicalismo → intellettuali e studenti → Italia principale protagonista del dibattito ideale e dell’iniziativa politica 1830: Giuseppe Mazzini a 25 anni è arrestato e costretto a scegliere tra l’esilio e la vita al confine → decisivo incontro con i buonarrotiani 1831: a Parigi crisi e dissoluzione della Giunta Liberatrice Italiana di Filippo Buonarroti Giugno: fondazione di una nuova associazione chiamata Giovine Italia e dell’omonima rivista → formazione della coscienza politica del popolo; non rivoluzione sociale; concordia tra classi lavoratrici e borghesia; programma politico. 1834: tentativo insurrezionale fallito a Genova → arresti e condanne a morte → 14 patrioti condannati a morte in contumacia 1834: rottura tra Mazzini e Buonarroti → fondazione a Berna della Giovine Europa 1835-1848: Giuseppe Garibaldi partecipa alle insurrezioni in Argentina 1840: a Londra Mazzini riorganizza le fila della Giovine Italia → nuova fase di lotte 1830-1848: nuova fase della rivoluzione industriale → ripercussioni anche in Italia 1844: Cesare Balbo nelle Speranze d’Italia identifica il re di Sardegna come la guida e il fulcro dell’indipendenza italiana e nella Confederazione – Giuseppe Ferrari polemizza contro il Gioberti e il neoguelfismo 1846: influenzato dal cattolicesimo liberale Vincenzo Gioberti scrive il Primato = l’alleanza del movimento liberale con la Chiesa sarebbe stata garantita affidando al papa la presidenza della Confederazione italiana Rivoluzioni del 1848 1846: in luglio viene eletto papa Pio IX in contrasto con un candidato apertamente conservatore 1848: 12 gennaio: scoppia la rivoluzione di Palermo – viene formato un governo provvisorio – a Napoli Ferdinando II chiede l’intervento austriaco → il papa non da il permesso alle truppe austriache di passare sul suo territorio 11 febbraio: Ferdinando costretto a cedere alla pressione rivoluzionaria concede la Costituzione 22 febbraio: a Parigi rivoluzione contro l’oligarchia finanziaria e affaristica – la guardia nazionale fa causa comune con gli insorti – governo provvisorio → suffragio universale maschile; abolita pena di morte per reati politici; diritto di lavoro; ateliers nationaux 13 marzo: rivolta a Vienna mette fine al potere di Metternich – impulso del movimento democratico e di Kossuth creato in Ungheria un nuovo ordinamento politico → chiesta l’indipendenza 17 marzo: liberati a Venezia i capi democratici Daniele Manin e Niccolò Tommaseo → governo provvisorio e restaurata la Repubblica 18 marzo: insurrezione a Milano → 5 giornate di Milano in cui la popolazione ha la meglio sulle truppe austriache di Radetzky che si ritira nelle fortezze del quadrilatero 24 marzo: a seguito degli appelli dell’aristocrazia milanese ( spaventata dalla direzione democratica della rivolta ) Carlo Alberto entra in guerra contro l’Austria → contrasti nelle truppe italiane permettono la ripresa austriaca 29 aprile: il papa si distacca dall’alleanza nazionale seguito dal granduca di Toscana 15 maggio: Ferdinando II di Borbone opera un colpo di stato a Napoli 11 giugno: capitolazione di Vicenza
  • 12. 17 giugno: il generale Windischgraetz bombarda Praga, poi Vienna e l’Ungheria 29 giugno: i governi provvisori ( tranne Venezia ) votano la fusione col Piemonte 25 luglio: vittoria decisiva austriaca a Custoza 9 agosto: firmato l’armistizio tra Carlo Alberto e austriaci 23 aprile: nuove elezioni a Parigi che vedono la vittoria dei moderati → abolizione ateliers nationaux – estromissione dei socialisti dal governo 23 giugno: il proletariato parigino insorge → poteri al generale Cavaignac che stronca la rivolta in sei giorni 31 ottobre: Vienna capitola → Francesco Giuseppe ha la situazione in pugno 1849: febbraio: ucciso il presidente del Consiglio romano Pellegrino Rossi → il papa si rifugia a Gaeta → istituzione repubblica del triumvirato Mazzini, Satti, Armellini 23 marzo: ripresa la guerra con l’Austria → a Novara l’esercito sabaudo subisce una gravissima sconfitta 23 marzo-1 aprile: 10 giornate di Brescia 24 marzo: il nuovo re Vittorio Emanuele II discute le clausole dell’armistizio Aprile: Luigi Bonaparte vuole riportare il papa a Roma → sconfitta a Porta San Pancrazio a causa della resistenza delle truppe di Giuseppe Garibaldi 3 aprile: alla Dieta imperiale di Francoforte vince la posizione << piccola tedesca >> con l’estromissione dell’Austria → offerta il trono di Germania al re di Prussia Federico Guglielmo IV che però rifiuta 2-3 giugno: nonostante la tregua firmata le truppe francesi attaccano di nuovo i romani 18 giugno: il Parlamento nazionale tedesco fu sciolto 1 luglio: Roma capitola → i capi democratici abbandonano la città Agosto: Ungheria resiste e viene piegata finalmente dall’intervento russo Napoleone III 1851: il 2 dicembre sfruttando la paura sociale ( con la nuova camera a maggioranza di monarchici e cattolici conservatori ) Luigi Bonaparte attua un colpo di stato → plebiscito → Costituzione e titolo imperiale Napoleone III 1860: in poi → diritto di associazioni a fini sindacali; Parigi modernizzata; trattato commerciale con l’Inghilterra; politica estera nella direzione della distruzione della coalizione che sconfisse Napoleone – ricostruzione dell’opposizione radicale. 1864: Sillabo, principali errori del nostro tempo di Pio IX 1870: dogma dell’infallibilità papale Cavour → Unificazione Italiana 1848: Camillo Benso conte di Cavour fa il suo ingresso nella scena politica → Parlamento tra i moderati che si erano avvicinati alle aspirazioni della borghesia moderata 1849: il governo Lombardo-Veneto si trasformò in una dittatura militare affidata al Radetzky Marzo: agitazione democratica sfociò nell’insurrezione di Genova – rifiuto maggioranza liberal-progressista della Camera di approvare il trattato di pace con l’Austria 20 novembre: repressa la rivolta genovese il re lancia il proclama di Moncalieri ( si rivolse agli elettori del Regno di Sardegna affinché si rendessero inclini a portare in parlamento una maggioranza favorevole alla ratifica del trattato di pace con l'Impero austriaco ) 1850: il ministro Siccardi presenta leggi che limitano i privilegi ecclesiastici Giugno: Mazzini crea a Londra un Comitato centrale democratico europeo → contro i sistemi ( dottrine socialiste ) Settembre: Mazzini crea un Comitato nazionale italiano → nel 1851 propone la spinta insurrezionale dalla Lombardia ottobre: Cavour ministro dell’Agricoltura, del Commercio e della Marina 1852: Connubio tra gruppo liberale dei centro-destra e sinistra moderata → nuova maggioranza parlamentare → novembre Cavour nuovo presidente del Consiglio 1853: 6 febbraio - tentativo insurrezionale a Milano, borghesia estranea, stroncato sul nascere → critiche pesanti a Mazzini → accentuazione principi repubblicani Ottobre-novembre: lo zar Nicola I occupa i principati della Moldavia e della Valacchia vassalli della Turchia → Francia e Inghilterra a fianco della Turchia – Austria esitante 1853-1856: Guerra di Crimea → Cavour vorrebbe partecipare al fianco dell’Inghilterra e della Francia a patto che venga tenuto in conto la situazione italiana → rifiuto francese – possibilità Austria nell’alleanza occidentale 1856: Congresso di Parigi → Italia fa sentire la sua voce → inascoltata ma la posizione presa contro l’Austria è marcata 1857: creazione della Società nazionale → corrente monarchico-unitaria all’insegna del motto << L’Italia e Vittorio Emanuele → Spedizione di Sapri 1858: 14 gennaio – attentato fallito di Felice Orsini a Napoleone III giugno - assieme alla Spedizione di Sapri si tenta una insurrezione a Livorno e Genova → la spedizione in Meridione fallisce e Pisacane si suicida – falliscono anche le altre 2 insurrezioni 20 luglio – accordo a Plombieres → Cavour prospetta il pericolo della rivoluzione mazziniana → Napoleone III accetta l’accordo → la guerra deve sembrare difensiva 1859: 26 aprile – Il Piemonte respinge l’intimazione dell’Austria al disarmo immediato → truppe francesi; piemontesi; volontari ( Cacciatori delle Alpi ) comandato da Garibaldi
  • 13. 27 aprile: insurrezione in Toscana ad opera della Società Nazionale → Leopoldo II costretto alla fuga → protettorato militare della Sardegna 4 giugno – Battaglia di Magenta → vittoria italiana 24 giugno – Battaglia di San Martino Solferino → vittoria italiana 11 luglio – a Villafranca armistizio tra Napoleone III e imperatore austriaco → l’imperatore francese è preoccupato da un possibile intervento prussiano e dai movimenti insurrezionali italiani 12 luglio – deluso dal mancato rispetto dell’accordo di Plombieres Cavour rassegna le dimissioni Luglio – Manfredo Fanti ( vice-comandate Garibaldi ) riorganizza l’esercito comune italiano 1860: 16 gennaio - Cavour torna al potere 11-12 – popolazione dell’Italia centrale esprimono a maggioranza la volontà di annessione al regno di Sardegna → Nizza e Savoia alla Francia 4 aprile – scoppia a Palermo un movimento insurrezionale → combattimento perso al convento della Gancia con la fucilazione di numerosi insorti → inizia la guerriglia → Francesco Crispi convince Garibaldi ad assumere il comando di una spedizione in Sicilia 5-6 maggio - due navi sulle quali sono imbarcati i Mille fanno scalo a Talomone 11 maggio - le due navi sbarcano a Marsala 15 maggio – primo scontro a Calatafimi 6 giugno – liberazione a Palermo → 3 giorni di battaglia che comincia con la conquista del ponte dell’Ammiraglio all’arma bianca ( popolani dalla parte dei Garibaldini ) → Proclamazione di un governo provvisorio diretto da Francesco Crispi 20 giugno – truppe borboniche sconfitte definitivamente a Milazzo Agosto – strage di Bronte da parte di Nino Bixio ( governo dittatoriale contro i movimenti contadini ) 6 settembre – Francesco II e moglie abbandonano Napoli e si rifugiano a Gaeta. 7 settembre – Garibaldi entra a Napoli 26 settembre – 2 ottobre – sulla linea del Volturno l’esercito garibaldino sostiene vittoriosamente l’ultima sua battaglia in Italia meridionale 21 ottobre – votazioni plebiscitarie → annessione delle Due Sicilie; Umbria; Marche 26 ottobre – incontro a Teano tra Garibaldi a il re Vittorio Emanuele II 1861: febbraio – vinta anche l’ultima resistenza borbonica a Gaeta 17 marzo – proclamazione del Regno d’Italia → moderati; mazziniani; gruppi radicali; socialisti – contrasto frontale con la Chiesa → adottato lo Statuto Albertino del 1848 6 giugno – morte di Cavour 1862: il 29 agosto scontro all’Aspromonte → le truppe garibaldine tentano una marcia dalla Sicilia a Roma per scacciare il papa → fermati dalle truppe regie → Garibaldi rimase ferito 1863: Legge Pica → in seguito all’affermarsi di rivolte contadine nel meridione e del fenomeno del brigantaggio ( alimentato dai sovrani ex borbonici stanziati a Roma ) viene votato una legge che affida ai tribunali militari i processi per brigantaggio. 1864: il ministro Minghetti riuscì ad ottenere il ritiro delle truppe francesi da Roma → impegno a trasferire la capitale da Torino a Firenze 1865: si conclude la guerra contro le bande nel mezzogiorno 1866: settembre – in Sicilia scoppia una rivolta che fece accentuare la politica autoritaria e repressiva nei confronti dell’isola → politica fiscale a scapito delle popolazione rurali 21 ottobre – a seguito della terza guerra d’indipendenza il Veneto è annesso al Regno d’Italia con un plebiscito 1870: 31 agosto – 1 settembre - crollo impero francese a seguito della sconfitta di Sedan 20 settembre – breccia di Porta Pia → plebiscito approva l’annessione della città ( legge garantiva alla Chiesa il libero esercizio dei suoi poteri ) 1874: il papa con una bolla ( non expedit ) invita i cattolici italiani a non partecipare alla vita politica 1876: partito di governo subisce un tracollo elettorale → vantaggio sinistra liberale 18 marzo – cade il governo Minghetti → Agostino Depetris primo ministro Novembre – netta vittoria elettorale della sinistra → fine prima fase storica dello Stato Unitario Bismarck → Unificazione Germania 1850: creazione del Parlamento il Landtag → contro la politica di Guglielmo I che mirava al potenziamento dell’esercito e al rafforzamento della monarchia 1852: Gli Stati Tedeschi fanno parte dell’unione doganale ( Zollverein ) diretta dalla Prussia → l’unità è sostenuta dalla monarchia prussiana che non vuole, però, arrivare ad un compromesso con i liberali 1862: governo di Otto von Bismarck → ostile al liberalismo – per l’unificazione tedesca con l’estromissione dell’Austria 1863: appoggio della Prussia alla Russia durante l’insurrezione polacca 1864: conquista del ducati danesi → assieme all’Austria → la sistemazione dei due ducati porterà al riordinamento della Confederazione tedesca dalla quale l’Austria sarà esclusa 1866: 14 giugno – guerra contro l’Austria che si sistema rapidamente con la vittoria prussiana di Sadowa 23 agosto – Pace di Praga → stati a nord del meno nella Confederazione diretta dalla Prussia → stati a sud in una Confederazione indipendente ma sotto l’influenza politica prussiana → Austria esclusa
  • 14. Riforme in Austria… 1867: ampia autonomia all’Ungheria → monarchia dualistica, le due parti dell’impero sono autonome ma unite nella figura dell’Imperatore → larghissimo margine di potere al sovrano – scarsi poteri di controllo al Parlamento … in Russia… 1855: zar di Russia è Alessandro II → asseconda le tendenze riformatrici → più grande problema è quello dei contadini ( sistema agrario basato sul mir ) 1861: il 3 marzo è emanato lo Statuto dei contadini liberi dalla servitù → abolita la servitù – è concesso ai contadini di riscattare una parte delle terre dei mir 1863: insurrezione dell’aristocrazia e del clero polacco al tentativo di imposizione delle riforme 1881: movimento rivoluzionario in due correnti populismo e nichilismo → nichilisti influenzati dalle idee di Bakunin → dagli ambienti del nichilismo uscirono gli attentatori ( marzo ) che stroncarono la vita di Alessandro II … in Gran Bretagna. 1860: liberalismo realizza nuovi progressi con la ripresa dell’agitazione democratica per la riforma elettorale 1868: 3 febbraio – governo conservatore di Benjamin Disraeli → corpo elettorale quasi raddoppiato 3 dicembre – governo liberale di William Gladstone 1869: riforma ecclesiastica → la Chiesa anglicana d’Irlanda cessa di essere Chiesa di Stato, espropriata dei suoi beni 1874: il disagio dell’Irlanda ha radici nel problema agrario → tentativo riformatore di Gladstone che indebolisce la sua posizione → torna al governo Disraeli Guerra franco-prussiana 1868: Napoleone III concessioni liberali ( libertà di stampa e riunione ) – in Spagna una rivoluzione caccia la regina Isabella II → Bismarck candida un principe di Hohenzollern allarmando la Francia 1870: maggio - un nuovo plebiscito incoraggia la destra → obiettivo in politica internazionale è la Prussia 19 luglio – inizia la guerra tra Francia e Prussia 2 settembre – a Sedan Napoleone III è costretto a capitolare 27 ottobre – il generale Bezaine si arrende a Metz 1871: 17 febbraio – Thiers è eletto capo dell’esecutivo dall’Assemblea nazionale a Bordeaux che vota la pace. 18 marzo – a Parigi scoppia un’insurrezione popolare → comitato insurrezionale crea un’assemblea municipale eletta con larghi poteri ( Comune ) → Comune di Parigi crea una milizia popolare 2 aprile – le truppe del governo di Versailles iniziano un secondo assedio alla capitale → castigo alla popolazione → la repressione dura fino al 1875 10 maggio – trattato di Francoforte → la Francia cede l’Alsazia e una parte della Lorena → re di Prussia Guglielmo I diventa Imperatore di Germania Seconda Rivoluzione Industriale 1830 – 1850: ampliamento e rinnovamento del sistema bancario → fusioni tra diverse società ( trusts ) o accordi di mercato tra autonome imprese dello stesso ramo ( cartelli ) → carattere monopolistico 1859: Charles Darwin pubblica l’opera Sull’origine delle specie 1864: data simbolo per la “ nascita “ della moderna microbiologia ad opera di Louis Pasteur 1868: Dmitrij Mendelev classifica tutte le informazioni dei 63 elementi chimici allora noti 1870: vittoria del liberalismo e del principio nazionale → l’industria capitalistica assume un ruolo decisivo nell’economia mondiale 1873: una delle più gravi crisi economiche → squilibrio di beni prodotti ( offerta ) e la capacità del mercato di assorbirli ( domanda ) → verranno adottate misure protezionistiche 1876: Robert Koch riesce a descrivere per la prima volta il ruolo di un agente patogeno alla nascita di una malattia 1887: Heinrich R. Hertz attraverso il dipolo hertziano dimostra l’esistenza delle onde elettromagnetiche 1891: inizia la costruzione della Transiberiana 1898: Guglielmo Marconi effettua la prima trasmissione senza fili sul mare da Ballycastle (Irlanda del nord) all'isola di Rathlin 1911: prende piede il taylorismo e la produzione a catena → fabbrica moderna Marxismo e Internazionale 1847: Marx ed Engels pubblicano il Manifesto del partito comunista → abolizione proprietà privata e solidarietà di classe 1859: Marx scrive il saggio Per la critica dell’economia politica 1863: Ferdinand Lassalle fonda l’Associazione generale degli operai tedeschi → conquista suffragio universale e cooperativismo 1864: prima Associazione internazionale degli operai meglio nota come Prima Internazionale 1867: Marx pubblica il Capitale → sviluppò la teoria del valore – illustra il plusvalore 1875: si costituisce il partito socialdemocratico tedesco 1876: la Prima Internazionale si scioglie ufficialmente → contrasti con l’anarchico russo Michail Alexandrovic Bakunin convinto sostenitore dell’anarchismo sociale, della violenza e del terrorismo per sovvertire l’ordine sociale e statale. 1879: partito socialista di ispirazione marxista in Francia 1882: in Italia si forma un partito operaio dipendente → 10 anni dopo per iniziativa del gruppo di Filippo Turati sorge il partito socialista italiano
  • 15. 1889: nasce la Seconda Internazionale → collegamento tra rivendicazioni del proletariato industriale e contadino 1891: enciclica di Leone XIII Rerum Novarum → condanna al socialismo – condanna lo sciopero ma chiede misure più sopportabili per i lavoratori 1898: fondazione del partito socialdemocratico russo Sinistra liberale e industrializzazione italiana 1877: Legge Coppino 1878: i dazi di importazione dei manufatti industriali cominciano ad essere elevati → moderato incremento dell’industria 1878 – 1900: regno di Umberto I → il partito di corte è più attivo 1881 - 1887: governo Depetris si caratterizza per l’abbandono del radicalismo della sinistra e il riconoscimento della destra ad una maggiore apertura politica – più larga maggioranza parlamentare grazie al trasformismo – sostenuto lo spirito localistico e il clientelismo politico 1882: legge elettorale che porta il numero degli elettori a 2 milioni → esclusi ancora i contadini delle regioni meridionali – Italia aderisce con Germania ed Austria alla Triplice Alleanza – Acquisto della Baia di Assab e occupazione del porto di Massaua – sorge a Milano il Partito operaio Italiano ( sciolto nel 1886 ) 1887: svolta protezionistica – tariffa che elimina la concorrenza straniera – Francesco Crispi presidente del Consiglio 1888: ripresa dell’anticlericalismo – rese elettive le cariche di sindaco e di presidente dell’amministrazione provinciale 1890: sovrappopolazione delle campagne meridionali → liberalizzazione dell’emigrazione – abolita tassa sul macinato ma il sistema fiscale grava sempre sui consumi popolari – istituita la Colonia di Eritrea → iniziata la penetrazione in Somalia 1891: in Sicilia si formano i Fasci dei lavoratori 1892: fondazione a Genova del partito dei lavoratori italiani → partito socialista italiano 1893: Giovanni Giolitti è presidente del Consiglio → i Fasci dei lavoratori iniziano la loro attività → Giolitti è propenso per una politica di distensione → libero svolgimento della lotta sindacale – la rivolta sembra assumere dimensioni nazionali → Giolitti costretto alle dimissioni torna Crispi che soffoca la rivolta 1896: sconfitta di Adua → Crispi rassegna le dimissioni → Di Rudinì presidente del Consiglio → pace con l’Abissinia – riprese le relazioni con la Francia – concessa l’amnistia per i reati politici 1896 – 1908: decollo ed espansione dell’industria → le banche fanno affluire capitali alle imprese 1898: scontro tra i fautori della repressione e dell’autoritarismo e fautori della difesa della libertà 1899: il generale Pelloux presenta provvedimenti legislativi che limitano la libertà di stampa, di associazione e di riunione 1900: 3 giugno – nuove elezioni e governo liberale di Giuseppe Saracco 29 luglio – l’anarchico Gaetano Bresci uccide il re Umberto a Monza → nuovo re Vittorio Emanuele III → incarico di formare il governo a Giuseppe Zanardelli Neue Kurs 1873-1875: Bismarck che aveva sempre poggiato la sua politica nel partito liberal-nazionale dopo il Kulturkampf rovescia la sua posizione e si allea col partito di centro 1875: sviluppo partito socialdemocratico = gruppi lassaliano + marxista 1878: 11 maggio - cogliendo l’occasione di un attentato contro l’Imperatore, Bismarck presenta una legge che prevede lo scioglimento del partito socialista → respinta 2 giugno – secondo attentato all’Imperatore il cancellerie scioglie il Reichstag e da alla campagna elettorale un indirizzo antisocialista → Nuovo Parlamento toglie al partito socialdemocratico la libertà di associazione 1884: provvedimenti assistenziali e di tutela del lavoro → i deputati socialisti ne sono parte attiva – nuove elezioni i socialisti raddoppiano i seggi 1888: sale al trono Guglielmo II 1890: Bismarck dopo il fallimento del suo indirizzo antisocialista rassegna le dimissioni→ nuovo cancelliere è Leo Von Caprivi che abolisce le leggi antisocialiste e abbassa le barriere doganali → politica estera ritorno dell’indirizzo imperialistico – le caste militari rafforzano la loro influenza sul governo 1891: congresso di Erfurt → programma minimo Francia dalla repubblica conservatrice alla vittoria radicale 1873: Patrice de Mac-Mahon succede a Thiers → i reazionari tentano la restaurazione della monarchia ma il loro fanatismo allarma l’opinione pubblica 1875: definitivo riconoscimento del regime repubblicano e elaborazione di una nuova Costituzione → regime tra presidenziale e parlamentare 1879: formazione del partito socialista di ispirazione marxista 1880: in poi aumento dell’intensità delle lotte operaie 1882: movimento nazionalista noto come Ligue des Patriotes → sinistra radicale conquistata → corrente antiparlamentare di Georges Boulanger → tenta il colpo di Stato 1886: Federazione nazionale dei sindacati tiene il suo primo congresso 1889: nuove elezioni e maggioranza repubblicana in Parlamento 1893: il governo si riavvicina alle posizioni della destra – in politica estera si accentuano protezionismo doganale e colonialismo 1899: Waldeck-Rosseau primi ministro → il governo rimane ostile ai radicali e su posizioni moderate
  • 16. 1902: il governo radicale di Emile Combes si forma sull’anticlericalismo, la democratizzazione dell’apparato militare e indifferenza per i problemi sociali → separazione Chiesa/Stato Liberali, conservatori e laburisti in Gran Bretagna 1884-1885: nuova legge elettorale allarga il voto ad altri 2 milioni di cittadini → basata sul censo 1893: nasce l’Independent Labour Party 1886-1906: conservatori quasi ininterrottamente al governo 1899-1902: dopo la guerra anglo-boera gli Inglesi furono colpiti dall’inefficienza dell’esercito 1900: creato un Lavour Representatin Committee → adesione associazioni operaie e socialiste → partito laburista 1901: sale al trono Edoardo VII 1906: alleanza tra liberali progressisti e laburisti vince sul blocco conservatore-unionista 1906-1914: duplice tendenza = riforme politiche e sociali – pressione dei lavoratori più intensa Russia: autocrazia e industrializzazione 1881-1894: zar di Russia è Alessandro III → pogrom alle comunità ebraiche – controllo burocrazia statale sulle comunità rurali – creazione di un moderno apparato industriale ( afflusso capitale straniero ) 1898: partito socialdemocratico → capi arrestati il giorno dopo il congresso di Minsk 1900: partito socialista rivoluzionario 1903: grazie a Lenin si ha un secondo congresso ( Bruxelles → Londra ) in cui il movimento si divide in due tendenze: - bolscevichi = gruppo di maggioranza ( Lenin ) → il partito deve avere una struttura differente rispetto ai partiti socialisti occidentali - menscevichi = minoritari → partito di tipo occidentale 1903: opposizione liberal-democratica → partito costituzionale democratico o dei cadetti 1905: guerra russo-giapponese → crisi regime = connessione guerra e rivoluzione Imperialismo e Nazionalismo 1875: l’Inghilterra acquista circa metà delle azione del canale di Suez 1877-1878: guerra russo-turca → sconfitta turca e trattato di Santo Stefano in cui la Turchia rinuncia alla Bulgaria → tensioni che portarono alla mediazione di Bismarck e al congresso di Berlino → trattato di Santo Stefano annullato – Bulgaria divisa in 3 parti 1879: alleanza tra Germania e Austria 1881: patto dei 3 imperatori → Germania – Austria – Russia → scioglimento tra il 1885-1886 a cui farà seguito una controassicurazione con la Russia. 1881: la Francia conquista la Tunisia → costituì poi un impero africano con Congo Francese, Dahomey, Sudan Occidentale 1882: Triplice Alleanza con Austria – Germania - Italia 1882: l’Inghilterra occupa militarmente l’Egitto e penetra nel Sudan → diversi territori dell’Africa del Sud e colonie in Somalia e Nigeria 1884: la Francia instaura un dominio nel Tonchino 1884-1885: ad un congresso a Berlino Leopoldo II re del Belgio è riconosciuto Re dello Stato libero del Congo ( lasciato in eredità al Belgio nel 1908 ) 1885: accordo tra Russia e Gran Bretagna con stato cuscinetto nell’Afghanistan 1886: l’Inghilterra conquista la Birmania e la aggrega all’impero indiano 1891: duplice alleanza tra Francia e Russia → patto militare 1894-1895: il Giappone aggredisce la Cina e la sconfigge in una rapida guerra → col trattato di Shimoneseki inizia una battaglia delle concessioni 1895: il Madagascar è sotto il protettorato della Francia 1896: il corpo di spedizione Italiano per la conquista dell’Etiopia è sconfitto e distrutto 1898: a seguito di una guerra la Spagna perde tutti i suoi possedimenti in America Latina e nel Pacifico 1899-1902: Cecil Rhodes ( governatore della Colonia del Capo ) cerca di impadronirsi dei territori dei boeri → scoppio di une guerra → pace di Pretoria con formazione dell’Unione Sudafricana ( sovranità britannica ) 1901-1910: regno di Edoardo VII in Inghilterra → ampliamento della legislazione sociale 1903-1914: papa Pio X sconfessa la corrente democratico-cristiana 1903: movimento per l’emancipazione femminile di Emmeline Pankhurst 1904: scontro tra espansionismo russo e giapponese in Manciuria e Corea che porterà il 4 febbraio all’attacco Giapponese alla base russa di Port Arthur → pace nel 1905 con mediazione di Theodore Roosevelt 1904: accordo Francia/Inghilterra per discutere delle questioni coloniali 1906: in Inghilterra il ministro Lloyd George propone l’introduzione di una imposta progressiva → esteso lo stato di dominions alla Nuova Zelanda e all’Unione Sudafricana Rivoluzione del 1905 in Russia 1905: gennaio – mentre la Russia era impegnata nella guerra contro il Giappone un’imponente manifestazione operaia a Pietroburgo fu accolta da colpi di mitraglia dalle truppe davanti al Palazzo d’inverno → ribellione in tutto il paese maggio – per iniziativa dei menscevichi si costituì un consiglio ( soviet ) eletto dagli operai
  • 17. ottobre – lo sciopero generale promosso dal soviet convince lo zar a lanciare un manifesto che proclamava la fine dell’autocrazia e l’istituzione di un Parlamento ( duma ) con funzione legislativa 1906: lo zar, finita la guerra, mette in atto un’azione repressiva e scioglie la duma non appena solleva la questione agraria L’Italia giolittiana Novembre 1903 - febbraio 1905: 2° governo Giolitti → tentativo di conciliare le esigenze della borghesia liberale con lo sviluppo politico e culturale e la partecipazione politica delle classi lavoratrici 1904: il governo Giolitti approva importanti provvedimenti di legislazione sociale → sostenuto dall’area riformista dei socialisti di Filippo Turati Aprile - l’VIII congresso del partito socialista, tenutosi a Bologna, si conclude con la vittoria dei sindacalisti (guidati da Arturo Labriola) e dei massimalisti (guidati da Enrico Ferri) e con la sconfitta della corrente riformista di Turati (che viene accusato di collusione con il governo) Settembre - sciopero generale che fu affrontato da Giolitti senza l’ausilio della forza → scioglimento camere e nuove elezioni sfavorevoli ai socialisti 1904-1906: Le leggi speciali emanate a favore del Mezzogiorno - criticate dai meridionalisti perché basate sull'incremento di opere pubbliche e su agevolazioni fiscali, mentre secondo loro il governo avrebbe dovuto proteggere e potenziare l'agricoltura anziché puntare tutto sullo sviluppo industriale. Scarso successo e il Sud rimase arretrato sia sul piano agricolo che industriale. Maggio 1906 - dicembre 1909: 3° governo Giolitti 1906 – 1907: si hanno consistenti avanzi di bilancio e la lira acquista più valore rispetto all’oro. 1908 -1909: a seguito della crisi economica mondiale del 1907 la situazione economica peggiora, nonostante la riduzione delle commesse statali decisa dal governo → aumento tendenze monopolistiche → bloccate le concessioni alle classi lavoratrici 1908: le correnti anarchico-sindacaliste promuovono nelle campagne parmensi uno sciopero generale → la loro sconfitta fa esasperare la loro avversione al giolittismo 1909: a maggio Giolitti pronuncia alla Camera un discorso che segna un esplicito riavvicinamento ai cattolici (e prelude alla successiva intesa elettorale). Marzo 1911 - marzo 1914: 4° governo Giolitti 1911: in settembre cominciano le operazioni militari in Libia, dopo la dichiarazione di guerra alla Turchia. La guerra Italo-Turca per i possedimenti libici si concluderà on l’occupazione italiana della Tripolitania e della Cirenaica → guerra più difficile del previsto → Aumenta il costo del denaro e le esportazioni sono danneggiate dal rincaro dei noli marittimi, conseguente allo stato di guerra. 1912: febbraio: i nazionalisti appoggiano la politica bellicista del governo - in molte città italiane scoppiano scioperi. Mussolini (allora direttore dell’Avanti) spinge i sindacati ad attuare la linea dura contro il governo. luglio - al XIII congresso del PSI che si tiene a Reggio Emilia, i riformisti perdono il controllo del partito, e si affermano le correnti più radicali. Ottobre - con la pace di Losanna si conclude la guerra 1913: Per contrastare la temuta avanzata della sinistra, Giolitti stringe con i cattolici il Patto Gentiloni in base al quale si impegna a non proporre e non appoggiare iniziative anticlericali, assicurandosi così l'appoggio dei Cattolici alle elezioni 1914: marzo - instabilità interna suggerisce a Giolitti di rassegnare le dimissioni → indica come suo successore il conservatore Antonio Salandra giugno: la Confederazione del lavoro indice uno sciopero generale nelle Marche e in Romagna → settimana rossa ( Mussolini – Nenni – Malatesta ) Prima Guerra Mondiale 28 luglio 1914 - 11 novembre 1918: 4 ordine di problemi 1) permanente ostilità francese verso la Germania per l’annessione dell’Alsazia-Lorena 2) insoddisfazione della Germania nella questione della spartizione Africa/Asia 3) contrasto austro-russo nei Balcani 4) gara economica tra le nazioni industriali 2 blocchi contrapposti: a) Triplice intesa: Francia, Inghilterra, Russia b) Triplice Alleanza: Germania, Austria, Italia ( certa autonomia ) 1914: 28 giugno - L'arciduca Francesco Ferdinando d' Asburgo, erede al trono d'Austria-Ungheria, viene ucciso a Sarajevo dal nazionalista bosniaco Gavrilo Princip. 23 luglio - L'Austria-Ungheria invia un ultimatum alla Serbia. 28 luglio - L'Austria-Ungheria dichiara guerra alla Serbia. 29 luglio - L'Impero russo inizia la mobilitazione generale. 31 luglio - Ultimatum tedesco alla Russia - Mobilitazione generale nell'impero austro-ungarico. 1º agosto - La Germania dichiara guerra alla Russia - L'Italia si proclama neutrale nonostante facesse parte della Triplice alleanza.
  • 18. 3 agosto - La Germania dichiara guerra alla Francia; 4 agosto - La Germania invade il neutrale Belgio - Il Regno Unito dichiara guerra alla Germania dopo che questa non rispetta la neutralità belga. 15 agosto - 17 agosto - I russi attaccano in Galizia e nella Prussia Orientale 20 agosto - 28 agosto - I tedeschi occupano il Belgio - Il Giappone dichiara guerra alla Germania e all'Austria 27 agosto - 30 agosto - Battaglia di Tannenberg: i tedeschi sconfiggono i russi. Settembre - un patto di unità viene firmato da Francia, Gran Bretagna e Russia. 6 settembre - 12 settembre - Prima battaglia della Marna, l'offensiva tedesca in Francia è bloccata sulla Marna - In Galizia gli austriaci sono sconfitti dai russi. 7 settembre - 14 settembre - I tedeschi distruggono sui laghi Masuri la 10ª armata russa. 31 ottobre - L'Impero Ottomano entra in guerra con gli imperi centrali Fine 1914: il fronte occidentale ( guerra di trincea ) si stabilizza dall’Yser alla frontiera svizzera 1915: 7 gennaio - Negoziati italo-austriaci: l'Italia vuole ottenere dei compensi territoriali che controbilancino l'eventuale estensione del territorio austriaco. 16 aprile - L'Austria respinge le proposte italiane. L'Italia aveva chiesto compensi territoriali quale moneta di scambio per la sua neutralità. 26 aprile - L'Italia aderisce segretamente al Patto di Londra con l'Intesa. 3 maggio - L'Italia denuncia la Triplice Alleanza. Controffensiva austro-ungarica in Galizia con gravi sconfitte per i russi. 24 maggio - l'Italia entra in guerra contro l'Austria-Ungheria. I soldati italiani superano dovunque i vecchi confini e attaccano le posizioni nemiche. 25 maggio - 28 maggio - Occupazione di monte Altissimo, di Ala, Cortina d'Ampezzo, Grado e Aquileia 12 giugno - I soldati italiani occupano la conca di Plezzo e riescono a passare l'Isonzo a Plava 23 giugno - 2 dicembre – battaglie dell’Isonzo – l’intervento italiano paralizza le truppe austriache lungo il fiume Isonzo e sull’altopiano del Carso 1916: febbraio-aprile – il comandante tedesco Falkenhayn decide di imporre all’esercito francese una battaglia di dissanguamento – punto di attacco è Verdun ( inferno di verdun ) 15 maggio - 31 maggio - Gli austriaci lanciano sugli altipiani la "Strafexpedition" ( spedizione punitiva ) contro l'Italia allo scopo di raggiungere la pianura veneta e prendere alle spalle le armate schierate in Carnia e sull'Isonzo. Dopo sanguinosi combattimenti l'attacco fallisce. 31 maggio-2 giugno - Scontro navale fra la Grand Fleet e la Hochseeflotte nel mare del Nord; passa alla storia come battaglia dello Jutland - la più grande battaglia navale di tutti i tempi, fu tatticamente una vittoria tedesca - effetto strategico dello scontro fu di assoluto vantaggio britannico, perché la flotta tedesca non si arrischiò più in mare aperto per cercare uno scontro diretto. La guerra sul mare veniva affidata quasi completamente ai sommergibili. 1º luglio - In Francia gli alleati attaccano in forze sulla Somme. 6 agosto - 17 agosto - Sesta battaglia dell'Isonzo. Gorizia è conquistata dagli italiani il 9 agosto 28 agosto - L'Italia dichiara guerra alla Germania 21 novembre - A 86 anni muore l'Imperatore d'Austria e re d'Ungheria Francesco Giuseppe. Gli succede Carlo d'Asburgo. Dicembre - Tedeschi e Austriaci lanciano un'offensiva di pace. 1917: 3 febbraio - Gli Stati Uniti rompono le relazioni con la Germania a seguito dell'intensificarsi della guerra sottomarina. 12 marzo - In Russia scoppia la Rivoluzione di Febbraio. Lo zar Nicola II è costretto ad abdicare. Viene proclamata la Repubblica. 2 aprile - gli Stati Uniti d'America dichiarano guerra alla Germania. 6 aprile - gli Stati Uniti d'America entrano in guerra. 27 giugno - entra nel conflitto la Grecia e dichiara guerra a Austria-Ungheria, Bulgaria, Germania e Impero Ottomano. 14 agosto - la Cina dichiara guerra ad Austria-Ungheria e Germania. 24 ottobre - Tedeschi e austro-ungarici ingaggiano la dodicesima battaglia dell'Isonzo e riescono a sfondare allo sbocco della valle dell'Isonzo, fra Tolmino e Caporetto. 8 novembre - Il Generale Cadorna viene esonerato dal comando dell'esercito. Lo sostituisce il generale Diaz. 28 novembre - I bolscevichi si impadroniscono del potere in Russia, dando vita alla Rivoluzione d'Ottobre. 7 dicembre - gli Stati Uniti dichiarano guerra all'Austria-Ungheria 1918: 8 gennaio - Il Presidente degli Stati Uniti Woodrow Wilson espone i suoi 14 punti per la pace. 3 marzo - la Russia esce dalla guerra con il Trattato di Brest-Litovsk. 21 marzo - 6 aprile - Grande offensiva tedesca in Francia e vicino ad Arras 9 aprile - 29 aprile - Altra offensiva tedesca nelle Fiandre. 27 maggio - 13 giugno - I tedeschi superano l'Aisne e avanzano verso la Marna. 15 giugno - 23 giugno - Battaglia del solstizio. Fallimento dell'offensiva austriaca al mare. Gli austro-ungarici riescono a superare il Piave. I soldati italiani resistono in pianura. Il 23 gli avversari si ritirano. 19 luglio - 3 agosto - Controffensiva anglo-francese tra l'Aisne e la Marna. 24 settembre - Vittorie alleate in Macedonia. La Bulgaria chiede l'armistizio che viene firmato il 29 settembre. 24 ottobre - 3 novembre - Gli italiani scattano all'offensiva sul Grappa e sul Piave. Le truppe italiane occupano Vittorio Veneto. Alcuni corpi d'armata italiani sbarcano a Trieste. Il fronte austriaco crolla dovunque. L'austria-Ungheria chiede l'armistizio.
  • 19. 4 novembre - fine delle ostilità tra l'Italia e Austria-Ungheria - Proclamazione della Repubblica Austriaca e smembramento dell’Impero Austro-Ungarico. 11 novembre - Armistizio tra gli Alleati e la Germania, le cui armate si ritirano dovunque. La Grande Guerra è finita. 12 novembre - Guglielmo II abdica, nasce la repubblica di Germania. 1919: 21 giugno – trattato di Versailles ( condizioni di pace con la Germania e patto istitutivo della Società delle Naizoni ) 10 settembre – trattato di Saint-Germain-en-Laye = trattato con l’Austria 27 novembre – trattato di Neully = stabilì i confini sui territori contestati tra la Bulgaria, la Turchia, la Grecia ed il Regno dei Serbi, dei Croati e degli Sloveni. 1920: 4 giugno – trattato di Trianon = con l’Ungheria 12 settembre - a seguito delle controversie con la Jugoslavia che rivendicava per se la Dalmazia e la città di Fiume, Gabriele D’annunzio occupò questa città → trattato di Rapallo e col patto di Roma → Dalmazia alla Jugoslavi ( no Zara ) – confine orientale italiano comprende tutta l’ Istria e la città di Fiume Rivoluzione Russa 1905: Mentre il Giappone batte sul campo l'esercito zarista, la Russia è scossa da rivolte e scioperi repressi nel sangue. Lo zar promette un parlamento legislativo (duma) ed una costituzione 1915 - 1916: All'interno della diversificata opposizione antizarista, rimasta insoddisfatta del nuovo corso "costituzionale", si pone in evidenza il Partito Operaio Social Democratico Russo (POSDR), diviso in corrente menscevica e bolscevica: quest’ultima partecipa, durante la guerra mondiale, alle conferenze antimilitariste di Kienthal e Zimmerwald, nelle quali Lenin fa risuonare la parola d'ordine di trasformare la guerra imperialista in guerra rivoluzionaria 1917 febbraio - scoppia la rivoluzione a Pietroburgo, in tutta la Russia si formano i soviet, cioè i comitati di operai e soldati. marzo - Con l'abdicazione dello zar, si crea il governo provvisorio del principe L'vov: contrasto fra governo e soviet. Lenin rientra in patria luglio - Governo del socialista Kerenskij, mentre si radicalizza lo scontro politico e sociale ottobre - Fuga di Kerenskij, i bolscevichi guidano la conquista del Palazzo d'Inverno, sede dello zar (in Russia vige il calendario giuliano, per cui la presa del Palazzo d’Inverno, in realtà, avviene 6/11 di novembre); decreti sulla cessazione della guerra e sulla riforma agraria novembre -Dichiarazione da parte dei soviet del diritto all’autodeterminazione dei popoli della Russia, elezioni dell'assemblea costituente. Richiesta della fine della guerra “senza annessioni e senza indennità”. 1918 gennaio - Apertura e scioglimento da parte dei bolscevichi dell'assemblea costituente marzo - Pesante trattato di pace di Brest-Litowsk; mentre il potere bolscevico smorza il peso dei socialisti rivoluzionari, il POSDR si trasforma in Partito Comunista (Bolscevico) Russo aprile - Interferenze straniere, rivendicazioni nazionaliste e reazioni controrivoluzionarie si mescolano nella guerra civile che scuote la Russia bolscevica: intanto (luglio) si costituisce formalmente la Repubblica Socialista Federativa Sovietica Russa (RSFSR), cui fanno seguito le altre repubbliche; sotto la minaccia della guerra interna Mosca vara un rigido "comunismo di guerra" (che durerà almeno sino al 1921) ma anche uno straordinario clima di mobilitazione e di ricerca intellettuale 1919 marzo - Quando ancora non si è del tutto indebolita la speranza che altre rivoluzioni scoppino nei paesi europei più avanzati, viene fondata la Terza Internazionale: importante già il suo secondo congresso (1920, luglio-agosto) che vara gli indirizzi per la formazione in tutti i paesi di partiti rivoluzionari comunisti separati da quelli socialisti riformisti 1921 marzo - Dopo che si è allentata la morsa (1920, novembre), almeno al sud, della guerra civile, sotto la spinta di Lenin viene varata una "nuova politica economica" (NEP) che superi le la carestia, il disordine sociale e le forme di lavoro coatto del tempo del "comunismo di guerra" 1922 aprile - Lenin malato, Stalin segretario del PC(B)R dicembre - Costituzione dell'Unione Repubbliche Socialiste Sovietiche 1922-1926-1935: L'Unione Sovietica stringe trattati con varie potenze europee, per uscire dall'isolamento (Germania, Francia) 1924 gennaio - Morte di Lenin, gli succede Stalin 1924 - 1928: Stalin consolida la propria posizione personale muovendosi contro una "destra" e una "sinistra" del partito; il primo lungo scontro è con Trockij (alla sua tesi sulla "rivoluzione permanente" Stalin contrappone la possibilità di costruire "il socialismo in un paese solo"): Trockij verrà così destituito (1925), espulso (1927-28) e infine esiliato (1929)