SlideShare a Scribd company logo
Rapporto sulle economie del Mediterraneo
CNR-ISSM, 2018
Differenze e complementarietà all’interno del
Mediterraneo
Luca Forte – Analista SRM
Breve Agenda:
-La nuova centralità del Mediterraneo
-Differenze e complementarietà all’interno del
Mediterraneo (Rapporto CNR-ISSM 2018)
La nuova centralità del Mediterraneo (1)
Nuova centralità del Mediterraneo legata a
doppio filo con il progressivo spostamento
della manifattura mondiale verso Oriente
post WWII
Commercio
Globale con USA
al centro:
-Flussi commerciali
via Atlantico
(Europa)
-Flussi commerciali
via Pacifico
(Giappone)
La nuova centralità del Mediterraneo (2)
post 2001
Commercio Globale
con CINA al centro:
-Flussi commerciali
via Suez-Med
(Europa)
-Flussi commerciali
via Pacifico (Stati
Uniti)
La nuova centralità del Mediterraneo (3)
post 2019
-Quale futuro per il Mediterraneo?
-Quale futuro per i fattori che ne hanno determinato la nuova centralità?
-Nuova VIA DELLA SETA
-Sviluppo dell’Africa (?) per mano cinese (?)
Nuova VIA DELLA SETA (Belt and Road Initiative - 2013)
Nuova VIA DELLA SETA (Belt and Road Initiative - 2013)
OECD: Factors Shaping the Future of World Trade
Demografic Changes: via (i) Impact on comparative advantages and (ii) Effects on
Import demand.
Investment in Physical Infrastructures: can facilitate the integration of new players
in international supply chains.
Energy: the Shale Gas revolution will make North America energy sufficient.
More widespread Technological Progress compared to past times: can enable
countries to move up the value chain: Countries representing 20 per cent of the
world’s total population accounted for about 70 per cent of research and development
(R&D) expenditure in 1999, but only about 40 per cent in 2010
Factors Shaping the Future of World Trade (OECD)…
…What Can Be Expected in the Mediterranean (1)
Demografic Changes
Fast growing population in South Med
(+85 million people in the next 20 years)
As soon as political turmoil in the South
Med is overcome, bilateral trade between
the two shores of the Mediterranean
would possibly grow as much as in
the 2001-2008 period.
Factors Shaping the Future of World Trade (OECD)…
…What Can Be Expected in the Mediterranean (2)
Investment in Physical
Infrastructures
Investment in Port Infrastructures
is the key goal for most of the South Med
Countries.
Morocco, Egypt, Israel and Turkey are
one step ahead on this path.
Tunisia and Algeria are planning to build up
maritime transport by investing in
deep water ports.
These transportation infrastructures would strengthen commercial ties between the two
shores of the Mediterranean
8.3 m by
2020
4.1 m
2.8 m
6.5 m 4.0 m
6.0 m
Main operating Ports
New Projects
Factors Shaping the Future of World Trade (OECD)…
…What Can Be Expected in the Mediterranean (3)
Energy: North America will be energy sufficient thanks to shale gas. As for
Europe…
…at present, there’s no shale gas production in Europe: among European leading
countries Italy has not commercially exploitable reserves, France has introduced a
ban and Germany has suspended operations.
European Countries are to import energy product
(Oil and Natural Gas) from abroad
Algeria is the 10th country worldwide in terms of natural Gas proven reserves,
second in Africa just after Nigeria.
Libya ranks 9th for Oil proven reserves, first country in the African continent.
Complementarities between the two shores of the
Mediterranean Basin
Population: steady population in the North vs. growing population in the South
high education + old population in the North vs. low education +
young population in the South.
Technology: high tech in the North vs. massive labour force in the South.
Energy: oil/gas consumers in the North vs. oil/gas producers in the South.
Infrastructures: toward a common development model: Port efficiency + Inland
Logistic and Industrial facilities
COMPLEMENTARITIES MORE INTEGRATION ECONOMIC DEVELOPMENT
Differenze e complementarietà all’interno del Mediterraneo (Rapporto CNR-ISSM
sulle economie del Mediterraneo, edizione 2018).
A questo punto entriamo nel dettaglio di quest’area, analizzando le differenze in
termini di reddito tra paesi.
• I “tre mediterranei”
• Differenze di reddito e percorso di convergenza
• Contributo IDE al processo di convergenza
• Convergenza nelle strutture produttive
• Commercio estero dei “tre mediterranei”
• Andamento bilancia commerciale “manifatturiera”
Differenze e complementarietà all’interno del Mediterraneo
Rapporto CNR-ISSM 2018 (1)
Differenze di reddito e percorso di convergenza (1)
Differenze e complementarietà all’interno del Mediterraneo
Rapporto CNR-ISSM 2018 (1)
Pil in $ a PPP
Differenze di reddito e percorso di convergenza (2)
Differenze e complementarietà all’interno del Mediterraneo
Rapporto CNR-ISSM 2018 (2)
Pil pro-capite in $ a PPP
(Numeri Indice 1996=100)
Pil pro-capite
in $ a PPP,
(tasso di
crescita
medio 1996-
2016, %)
Contributo IDE al processo di convergenza
Differenze e complementarietà all’interno del Mediterraneo
Rapporto CNR-ISSM 2018 (2)
IDE: trend 1996-2016
(miliardi di $ e incidenza dei
tre Med)
IDE: incidenza
dei tre Med
sullo stock
mondiale
Contributo IDE: convergenza nelle strutture produttive
Differenze e complementarietà all’interno del Mediterraneo
Rapporto CNR-ISSM 2018 (2)
Andamento VA tre
componenti del secondario
Commercio estero dei tre mediterranei
Differenze e complementarietà all’interno del Mediterraneo
Rapporto CNR-ISSM 2018 (2)
13,12%
8,95%
0,22%
0,33%
0,20%
0,22%
0,24%
0,26%
0,28%
0,30%
0,32%
0,34%
0,36%
0,38%
0,40%
8%
9%
10%
11%
12%
13%
14%
EURO MED (ASSE SX) EAST MED (ASSE DX)
Andamento bilancia commerciale manifatturiera
Differenze e complementarietà all’interno del Mediterraneo
Rapporto CNR-ISSM 2018 (2)
-50%
-40%
-30%
-20%
-10%
0%
10%
1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016
EURO MED EAST MED SOUTH MED
Conclusioni
• IDE hanno favorito il processo di convergenza contribuendo a trasformare le strutture
produttive dei paesi Sud Med inspessendo il tessuto manifatturiero.
• Effetto più evidente: la crescita del commercio estero di questi paesi cui si è accompagnato il
miglioramento della bilancia commerciale manifatturiera (ma non per l’East Med)
Indicazioni di policy
• Attrarre investimenti a più alto valore aggiunto
• Investire in istruzione e formazione
• Diversificazione economica rispetto al petrolio (non più strategico)
• Crescita dei consumi interni indirizzati verso produzioni in un circolo virtuoso che spezzi la
dipendenza dagli IDE
Differenze e complementarietà all’interno del Mediterraneo
Rapporto CNR-ISSM 2018 (2)

More Related Content

Similar to Differenze e complementarietà all’interno del Mediterraneo

Mediterraneo: un mare di differenze e opportunita'
Mediterraneo: un mare di differenze e opportunita'Mediterraneo: un mare di differenze e opportunita'
Mediterraneo: un mare di differenze e opportunita'
CNR-ISMed
 
Slide Pensa Pignatti Rapporto Catene di fornitura 2023 CSC
Slide Pensa Pignatti Rapporto Catene di fornitura 2023 CSC Slide Pensa Pignatti Rapporto Catene di fornitura 2023 CSC
Slide Pensa Pignatti Rapporto Catene di fornitura 2023 CSC
Confindustria
 
Analisi compagnie shipping
Analisi compagnie shippingAnalisi compagnie shipping
Analisi compagnie shippingEmilio Roncoroni
 
La via della seta in italia il settore portuale e finanziario
La via della seta in italia il settore portuale e finanziarioLa via della seta in italia il settore portuale e finanziario
La via della seta in italia il settore portuale e finanziario
Istituto Affari Internazionali
 
Evoluzione del commercio con l’estero per aree e settori. n. 8 febbraio 2010
Evoluzione del commercio con l’estero per aree e settori. n. 8 febbraio 2010Evoluzione del commercio con l’estero per aree e settori. n. 8 febbraio 2010
Evoluzione del commercio con l’estero per aree e settori. n. 8 febbraio 2010
Andrey Golub
 
Aspetti economici del federalismo
Aspetti economici del federalismoAspetti economici del federalismo
Aspetti economici del federalismoguest4733d0
 
Scenari e dati - Marcello Pagnini
Scenari e dati - Marcello PagniniScenari e dati - Marcello Pagnini
TRASPORTI E LOGISTICA NELL'ECONOMIA DEL GOLFO PERSICO
TRASPORTI E LOGISTICA NELL'ECONOMIA DEL GOLFO PERSICOTRASPORTI E LOGISTICA NELL'ECONOMIA DEL GOLFO PERSICO
TRASPORTI E LOGISTICA NELL'ECONOMIA DEL GOLFO PERSICO
Gianfranco Pastore
 
Med-Golfo, la terra promessa del business
Med-Golfo, la terra promessa del businessMed-Golfo, la terra promessa del business
Med-Golfo, la terra promessa del business
ISTUD Business School
 
Export Italiano e Freight forwarders
Export Italiano e  Freight forwardersExport Italiano e  Freight forwarders
Export Italiano e Freight forwarders
Federico Ruberti
 
A che punto è la notte 2.0
A che punto è la notte 2.0A che punto è la notte 2.0
A che punto è la notte 2.0
Associazione Culturale I Care
 
Traffico crocieristico 2019 e previsioni 2020
Traffico crocieristico 2019 e previsioni 2020Traffico crocieristico 2019 e previsioni 2020
Traffico crocieristico 2019 e previsioni 2020
esteragnello
 
Risposte turismo specialecrociere2020
Risposte turismo specialecrociere2020Risposte turismo specialecrociere2020
Risposte turismo specialecrociere2020
GiuliaCatena1
 
Rapporto sulla competitività dei settori produttivi 2021
Rapporto sulla competitività dei settori produttivi 2021Rapporto sulla competitività dei settori produttivi 2021
Rapporto sulla competitività dei settori produttivi 2021
Istituto nazionale di statistica
 
Emilia Romagna crescono pil e occupati
Emilia Romagna crescono pil e occupati Emilia Romagna crescono pil e occupati
Emilia Romagna crescono pil e occupati
LC lean Company SRLs
 
Report estero 2013 07 istat
Report estero 2013 07 istatReport estero 2013 07 istat
Report estero 2013 07 istat
Smart Work Group - Varie Aziende Clienti
 
Rifare l'Italia - #Mezzogiornoriparte (legge di stabilità 2016)
 Rifare l'Italia - #Mezzogiornoriparte (legge di stabilità 2016) Rifare l'Italia - #Mezzogiornoriparte (legge di stabilità 2016)
Rifare l'Italia - #Mezzogiornoriparte (legge di stabilità 2016)
Rifare l'Italia
 

Similar to Differenze e complementarietà all’interno del Mediterraneo (20)

Mediterraneo: un mare di differenze e opportunita'
Mediterraneo: un mare di differenze e opportunita'Mediterraneo: un mare di differenze e opportunita'
Mediterraneo: un mare di differenze e opportunita'
 
Slide Pensa Pignatti Rapporto Catene di fornitura 2023 CSC
Slide Pensa Pignatti Rapporto Catene di fornitura 2023 CSC Slide Pensa Pignatti Rapporto Catene di fornitura 2023 CSC
Slide Pensa Pignatti Rapporto Catene di fornitura 2023 CSC
 
Analisi compagnie shipping
Analisi compagnie shippingAnalisi compagnie shipping
Analisi compagnie shipping
 
Piano strategico turismo
Piano strategico turismoPiano strategico turismo
Piano strategico turismo
 
O.d.G. Piano Sud
O.d.G. Piano SudO.d.G. Piano Sud
O.d.G. Piano Sud
 
La via della seta in italia il settore portuale e finanziario
La via della seta in italia il settore portuale e finanziarioLa via della seta in italia il settore portuale e finanziario
La via della seta in italia il settore portuale e finanziario
 
Evoluzione del commercio con l’estero per aree e settori. n. 8 febbraio 2010
Evoluzione del commercio con l’estero per aree e settori. n. 8 febbraio 2010Evoluzione del commercio con l’estero per aree e settori. n. 8 febbraio 2010
Evoluzione del commercio con l’estero per aree e settori. n. 8 febbraio 2010
 
MEGATREND 2015 RIDOTTO
MEGATREND  2015 RIDOTTOMEGATREND  2015 RIDOTTO
MEGATREND 2015 RIDOTTO
 
Aspetti economici del federalismo
Aspetti economici del federalismoAspetti economici del federalismo
Aspetti economici del federalismo
 
Scenari e dati - Marcello Pagnini
Scenari e dati - Marcello PagniniScenari e dati - Marcello Pagnini
Scenari e dati - Marcello Pagnini
 
TRASPORTI E LOGISTICA NELL'ECONOMIA DEL GOLFO PERSICO
TRASPORTI E LOGISTICA NELL'ECONOMIA DEL GOLFO PERSICOTRASPORTI E LOGISTICA NELL'ECONOMIA DEL GOLFO PERSICO
TRASPORTI E LOGISTICA NELL'ECONOMIA DEL GOLFO PERSICO
 
Med-Golfo, la terra promessa del business
Med-Golfo, la terra promessa del businessMed-Golfo, la terra promessa del business
Med-Golfo, la terra promessa del business
 
Export Italiano e Freight forwarders
Export Italiano e  Freight forwardersExport Italiano e  Freight forwarders
Export Italiano e Freight forwarders
 
A che punto è la notte 2.0
A che punto è la notte 2.0A che punto è la notte 2.0
A che punto è la notte 2.0
 
Traffico crocieristico 2019 e previsioni 2020
Traffico crocieristico 2019 e previsioni 2020Traffico crocieristico 2019 e previsioni 2020
Traffico crocieristico 2019 e previsioni 2020
 
Risposte turismo specialecrociere2020
Risposte turismo specialecrociere2020Risposte turismo specialecrociere2020
Risposte turismo specialecrociere2020
 
Rapporto sulla competitività dei settori produttivi 2021
Rapporto sulla competitività dei settori produttivi 2021Rapporto sulla competitività dei settori produttivi 2021
Rapporto sulla competitività dei settori produttivi 2021
 
Emilia Romagna crescono pil e occupati
Emilia Romagna crescono pil e occupati Emilia Romagna crescono pil e occupati
Emilia Romagna crescono pil e occupati
 
Report estero 2013 07 istat
Report estero 2013 07 istatReport estero 2013 07 istat
Report estero 2013 07 istat
 
Rifare l'Italia - #Mezzogiornoriparte (legge di stabilità 2016)
 Rifare l'Italia - #Mezzogiornoriparte (legge di stabilità 2016) Rifare l'Italia - #Mezzogiornoriparte (legge di stabilità 2016)
Rifare l'Italia - #Mezzogiornoriparte (legge di stabilità 2016)
 

More from CNR-ISMed

CNR-ISMed_pieghevole.pdf
CNR-ISMed_pieghevole.pdfCNR-ISMed_pieghevole.pdf
CNR-ISMed_pieghevole.pdf
CNR-ISMed
 
Napoli Domani: ripartire dal Turismo
Napoli Domani: ripartire dal TurismoNapoli Domani: ripartire dal Turismo
Napoli Domani: ripartire dal Turismo
CNR-ISMed
 
Il successo dell'extralberghiero: la qualità dell'accoglienza in Campania
Il successo dell'extralberghiero: la qualità dell'accoglienza in CampaniaIl successo dell'extralberghiero: la qualità dell'accoglienza in Campania
Il successo dell'extralberghiero: la qualità dell'accoglienza in Campania
CNR-ISMed
 
Nasce un nuovo Istituto del CNR: ISMed, Istituto di Studi sul Mediterraneo
Nasce un nuovo Istituto del CNR: ISMed, Istituto di Studi sul MediterraneoNasce un nuovo Istituto del CNR: ISMed, Istituto di Studi sul Mediterraneo
Nasce un nuovo Istituto del CNR: ISMed, Istituto di Studi sul Mediterraneo
CNR-ISMed
 
La Marina militare nel complesso scenario economico e strategico del Mediterr...
La Marina militare nel complesso scenario economico e strategico del Mediterr...La Marina militare nel complesso scenario economico e strategico del Mediterr...
La Marina militare nel complesso scenario economico e strategico del Mediterr...
CNR-ISMed
 
Cambiamenti climatici globali e possibili impatti nell’area mediterranea
Cambiamenti climatici globali e possibili impatti nell’area mediterraneaCambiamenti climatici globali e possibili impatti nell’area mediterranea
Cambiamenti climatici globali e possibili impatti nell’area mediterranea
CNR-ISMed
 
A cooperative and multidisciplinary approach to a Mediterranean in transition
A cooperative and multidisciplinary approach to a Mediterranean in transitionA cooperative and multidisciplinary approach to a Mediterranean in transition
A cooperative and multidisciplinary approach to a Mediterranean in transition
CNR-ISMed
 
PRIMA Joint Research and Innovation Programme in Agrifood for more sustaina...
PRIMA  Joint Research and Innovation Programme in Agrifood  for more sustaina...PRIMA  Joint Research and Innovation Programme in Agrifood  for more sustaina...
PRIMA Joint Research and Innovation Programme in Agrifood for more sustaina...
CNR-ISMed
 
Internal migration and gender empowerment: Empirical finding from Namibia
Internal migration and gender empowerment: Empirical finding from NamibiaInternal migration and gender empowerment: Empirical finding from Namibia
Internal migration and gender empowerment: Empirical finding from Namibia
CNR-ISMed
 
Exploring Namibian’s Underground Built Assets: Should they receive a “Heritag...
Exploring Namibian’s Underground Built Assets: Should they receive a “Heritag...Exploring Namibian’s Underground Built Assets: Should they receive a “Heritag...
Exploring Namibian’s Underground Built Assets: Should they receive a “Heritag...
CNR-ISMed
 
Damage assessment and conservation of underground space as valuable resources...
Damage assessment and conservation of underground space as valuable resources...Damage assessment and conservation of underground space as valuable resources...
Damage assessment and conservation of underground space as valuable resources...
CNR-ISMed
 

More from CNR-ISMed (11)

CNR-ISMed_pieghevole.pdf
CNR-ISMed_pieghevole.pdfCNR-ISMed_pieghevole.pdf
CNR-ISMed_pieghevole.pdf
 
Napoli Domani: ripartire dal Turismo
Napoli Domani: ripartire dal TurismoNapoli Domani: ripartire dal Turismo
Napoli Domani: ripartire dal Turismo
 
Il successo dell'extralberghiero: la qualità dell'accoglienza in Campania
Il successo dell'extralberghiero: la qualità dell'accoglienza in CampaniaIl successo dell'extralberghiero: la qualità dell'accoglienza in Campania
Il successo dell'extralberghiero: la qualità dell'accoglienza in Campania
 
Nasce un nuovo Istituto del CNR: ISMed, Istituto di Studi sul Mediterraneo
Nasce un nuovo Istituto del CNR: ISMed, Istituto di Studi sul MediterraneoNasce un nuovo Istituto del CNR: ISMed, Istituto di Studi sul Mediterraneo
Nasce un nuovo Istituto del CNR: ISMed, Istituto di Studi sul Mediterraneo
 
La Marina militare nel complesso scenario economico e strategico del Mediterr...
La Marina militare nel complesso scenario economico e strategico del Mediterr...La Marina militare nel complesso scenario economico e strategico del Mediterr...
La Marina militare nel complesso scenario economico e strategico del Mediterr...
 
Cambiamenti climatici globali e possibili impatti nell’area mediterranea
Cambiamenti climatici globali e possibili impatti nell’area mediterraneaCambiamenti climatici globali e possibili impatti nell’area mediterranea
Cambiamenti climatici globali e possibili impatti nell’area mediterranea
 
A cooperative and multidisciplinary approach to a Mediterranean in transition
A cooperative and multidisciplinary approach to a Mediterranean in transitionA cooperative and multidisciplinary approach to a Mediterranean in transition
A cooperative and multidisciplinary approach to a Mediterranean in transition
 
PRIMA Joint Research and Innovation Programme in Agrifood for more sustaina...
PRIMA  Joint Research and Innovation Programme in Agrifood  for more sustaina...PRIMA  Joint Research and Innovation Programme in Agrifood  for more sustaina...
PRIMA Joint Research and Innovation Programme in Agrifood for more sustaina...
 
Internal migration and gender empowerment: Empirical finding from Namibia
Internal migration and gender empowerment: Empirical finding from NamibiaInternal migration and gender empowerment: Empirical finding from Namibia
Internal migration and gender empowerment: Empirical finding from Namibia
 
Exploring Namibian’s Underground Built Assets: Should they receive a “Heritag...
Exploring Namibian’s Underground Built Assets: Should they receive a “Heritag...Exploring Namibian’s Underground Built Assets: Should they receive a “Heritag...
Exploring Namibian’s Underground Built Assets: Should they receive a “Heritag...
 
Damage assessment and conservation of underground space as valuable resources...
Damage assessment and conservation of underground space as valuable resources...Damage assessment and conservation of underground space as valuable resources...
Damage assessment and conservation of underground space as valuable resources...
 

Differenze e complementarietà all’interno del Mediterraneo

  • 1. Rapporto sulle economie del Mediterraneo CNR-ISSM, 2018 Differenze e complementarietà all’interno del Mediterraneo Luca Forte – Analista SRM
  • 2. Breve Agenda: -La nuova centralità del Mediterraneo -Differenze e complementarietà all’interno del Mediterraneo (Rapporto CNR-ISSM 2018)
  • 3. La nuova centralità del Mediterraneo (1) Nuova centralità del Mediterraneo legata a doppio filo con il progressivo spostamento della manifattura mondiale verso Oriente
  • 4. post WWII Commercio Globale con USA al centro: -Flussi commerciali via Atlantico (Europa) -Flussi commerciali via Pacifico (Giappone) La nuova centralità del Mediterraneo (2)
  • 5. post 2001 Commercio Globale con CINA al centro: -Flussi commerciali via Suez-Med (Europa) -Flussi commerciali via Pacifico (Stati Uniti) La nuova centralità del Mediterraneo (3)
  • 6. post 2019 -Quale futuro per il Mediterraneo? -Quale futuro per i fattori che ne hanno determinato la nuova centralità? -Nuova VIA DELLA SETA -Sviluppo dell’Africa (?) per mano cinese (?)
  • 7. Nuova VIA DELLA SETA (Belt and Road Initiative - 2013)
  • 8. Nuova VIA DELLA SETA (Belt and Road Initiative - 2013)
  • 9. OECD: Factors Shaping the Future of World Trade Demografic Changes: via (i) Impact on comparative advantages and (ii) Effects on Import demand. Investment in Physical Infrastructures: can facilitate the integration of new players in international supply chains. Energy: the Shale Gas revolution will make North America energy sufficient. More widespread Technological Progress compared to past times: can enable countries to move up the value chain: Countries representing 20 per cent of the world’s total population accounted for about 70 per cent of research and development (R&D) expenditure in 1999, but only about 40 per cent in 2010
  • 10. Factors Shaping the Future of World Trade (OECD)… …What Can Be Expected in the Mediterranean (1) Demografic Changes Fast growing population in South Med (+85 million people in the next 20 years) As soon as political turmoil in the South Med is overcome, bilateral trade between the two shores of the Mediterranean would possibly grow as much as in the 2001-2008 period.
  • 11. Factors Shaping the Future of World Trade (OECD)… …What Can Be Expected in the Mediterranean (2) Investment in Physical Infrastructures Investment in Port Infrastructures is the key goal for most of the South Med Countries. Morocco, Egypt, Israel and Turkey are one step ahead on this path. Tunisia and Algeria are planning to build up maritime transport by investing in deep water ports. These transportation infrastructures would strengthen commercial ties between the two shores of the Mediterranean 8.3 m by 2020 4.1 m 2.8 m 6.5 m 4.0 m 6.0 m Main operating Ports New Projects
  • 12. Factors Shaping the Future of World Trade (OECD)… …What Can Be Expected in the Mediterranean (3) Energy: North America will be energy sufficient thanks to shale gas. As for Europe… …at present, there’s no shale gas production in Europe: among European leading countries Italy has not commercially exploitable reserves, France has introduced a ban and Germany has suspended operations. European Countries are to import energy product (Oil and Natural Gas) from abroad Algeria is the 10th country worldwide in terms of natural Gas proven reserves, second in Africa just after Nigeria. Libya ranks 9th for Oil proven reserves, first country in the African continent.
  • 13. Complementarities between the two shores of the Mediterranean Basin Population: steady population in the North vs. growing population in the South high education + old population in the North vs. low education + young population in the South. Technology: high tech in the North vs. massive labour force in the South. Energy: oil/gas consumers in the North vs. oil/gas producers in the South. Infrastructures: toward a common development model: Port efficiency + Inland Logistic and Industrial facilities COMPLEMENTARITIES MORE INTEGRATION ECONOMIC DEVELOPMENT
  • 14. Differenze e complementarietà all’interno del Mediterraneo (Rapporto CNR-ISSM sulle economie del Mediterraneo, edizione 2018). A questo punto entriamo nel dettaglio di quest’area, analizzando le differenze in termini di reddito tra paesi. • I “tre mediterranei” • Differenze di reddito e percorso di convergenza • Contributo IDE al processo di convergenza • Convergenza nelle strutture produttive • Commercio estero dei “tre mediterranei” • Andamento bilancia commerciale “manifatturiera” Differenze e complementarietà all’interno del Mediterraneo Rapporto CNR-ISSM 2018 (1)
  • 15. Differenze di reddito e percorso di convergenza (1) Differenze e complementarietà all’interno del Mediterraneo Rapporto CNR-ISSM 2018 (1) Pil in $ a PPP
  • 16. Differenze di reddito e percorso di convergenza (2) Differenze e complementarietà all’interno del Mediterraneo Rapporto CNR-ISSM 2018 (2) Pil pro-capite in $ a PPP (Numeri Indice 1996=100) Pil pro-capite in $ a PPP, (tasso di crescita medio 1996- 2016, %)
  • 17. Contributo IDE al processo di convergenza Differenze e complementarietà all’interno del Mediterraneo Rapporto CNR-ISSM 2018 (2) IDE: trend 1996-2016 (miliardi di $ e incidenza dei tre Med) IDE: incidenza dei tre Med sullo stock mondiale
  • 18. Contributo IDE: convergenza nelle strutture produttive Differenze e complementarietà all’interno del Mediterraneo Rapporto CNR-ISSM 2018 (2) Andamento VA tre componenti del secondario
  • 19. Commercio estero dei tre mediterranei Differenze e complementarietà all’interno del Mediterraneo Rapporto CNR-ISSM 2018 (2) 13,12% 8,95% 0,22% 0,33% 0,20% 0,22% 0,24% 0,26% 0,28% 0,30% 0,32% 0,34% 0,36% 0,38% 0,40% 8% 9% 10% 11% 12% 13% 14% EURO MED (ASSE SX) EAST MED (ASSE DX)
  • 20. Andamento bilancia commerciale manifatturiera Differenze e complementarietà all’interno del Mediterraneo Rapporto CNR-ISSM 2018 (2) -50% -40% -30% -20% -10% 0% 10% 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 EURO MED EAST MED SOUTH MED
  • 21. Conclusioni • IDE hanno favorito il processo di convergenza contribuendo a trasformare le strutture produttive dei paesi Sud Med inspessendo il tessuto manifatturiero. • Effetto più evidente: la crescita del commercio estero di questi paesi cui si è accompagnato il miglioramento della bilancia commerciale manifatturiera (ma non per l’East Med) Indicazioni di policy • Attrarre investimenti a più alto valore aggiunto • Investire in istruzione e formazione • Diversificazione economica rispetto al petrolio (non più strategico) • Crescita dei consumi interni indirizzati verso produzioni in un circolo virtuoso che spezzi la dipendenza dagli IDE Differenze e complementarietà all’interno del Mediterraneo Rapporto CNR-ISSM 2018 (2)

Editor's Notes

  1. Europa distrutta Giappone sconfitto e umliato USA con il sistema produttiva intatto
  2. A partire dagli anni 80 apertura agli investimenti stranieri per le regioni costiere della Cina (Zone Economiche Speciali) 2001-2002 Ingresso della Cina nel WTO
  3. Via terrestri, marittime e corridoi energetici a stringere i legami euro-asiatici
  4. Morocco: Tanger Med 3.3 (8.3 million Teus by 2020) Egypt: 2 Ports (Port Said 3.0, Damietta 1.1) Israel: 2 Ports (Haifa 1.3, Ashdod 1.5) with a total container handling of 2.8 million Turkey: 3 Ports (Ambarli 3, Izmir 1.4, Mersin 1.6) with a total container handling of over 6 million Teus. Algeria (where logistic inefficiency account for 35% of traded goods value, compared with 15% globally): El Hamdanya: 6.5 million; Industrial Zones: 2,000 hectares; Logistic Zones: 255 hectares; funding: China. Tunisia: Enfidha: 4 million; Industrial and Logistic Zones: 2,000 hectares; funding: Tunisian Gouvernment (60%) and Private companies (40%). strategia cinese nell’acquistare infrastrutture logistiche e portuali nel Mediterraneo (e nel Nord Europa) Pireo, Rotterdam, Abu Dhabi, Haifa, Vado Ligure segnali forti di una volontà di costruire “porte di accesso” verso l’Europa e l’area MENA per le relazioni commerciali cinesi. Uno degli investimenti più importanti della Cina nel Mediterraneo è l’acquisto del 67% del porto del Pireo in Grecia. Gli investimenti aumenteranno il valore prodotto nel Paese dal settore della logistica dagli attuali 400 milioni di euro a 2,5 miliardi di euro. • Altra importante operazione di posizionamento strategico perfezionata è stata l’acquisizione del 35% di Euromax Terminal Rotterdam (ETR) nel porto di Rotterdam. L’infrastruttura ha una capacità di traffico containerizzato annua pari a circa 2,5 milioni di Teu che salirà a 3,2 milioni con il completamento della seconda fase del progetto di costruzione.
  5. African Natural Gas Reserves are strategic for North Mediterranean countries: the share of Gas Imports (Considering both Natural Gas and Liquefied Natural Gas) from Africa (mostly from Algeria and Libya) on total Gas import is 65% for Spain, 40% for Italy and around 20% for France. There are two operating pipelines connecting North Africa and Italy (Greenstream from Libya; Trans Med from Algeria) and two connecting North Africa and Spain (Medgaz and Maghreb-Europe, both from Algeria).
  6. Beta Convergence
  7. Di particolare interesse per verificare la tesi sostenuta più sopra, è l’andamento delle quote di Valore aggiunto di manifattura e settore estrattivo nel South Med: esse hanno un andamento esattamente simmetrico e speculare. Tra il 1970 e il 2015 l’incidenza del comparto estrattivo si riduce di oltre 30 punti percentuali toccando il 25,7 per cento nel 2015, mentre nello stesso periodo la quota della manifattura cresce di 25 punti, in un processo di sostituzione di attività estrattive con produzioni manifatturiere che è risultato particolarmente intenso nel periodo 2005-2015. Nell’arco del decennio, infatti, l’incidenza del comparto estrattivo è calata di 14 punti percentuali a vantaggio della manifattura (+9 punti) e delle costruzioni (+5 punti). Bisogna anche considerare che le percentuali commentate sono state calcolate a partire da dati del Valore aggiunto a prezzi costanti, per cui le variazioni registrate risultano depurate dall’effetto dell’inflazione e la contrazione della quota di Valore aggiunto del comparto estrattivo a vantaggio del manifatturiero va letta come una trasformazione reale del panorama produttivo interno. Romagnoli, Mengoni, The Performance of Mena Economies Between Internal Conditions and External Shocks.
  8. Con riferimento ai paesi della sponda Sud, in particolare, se nel periodo compreso tra il 1996 e il 2008 la forte crescita delle loro quota di commercio mondiale (export + import manifatturiero, cfr. fig. 5b) si è accompagnata al miglioramento della bilancia commerciale manifatturiera (saldo tra esportazioni e importazioni di prodotti manifatturieri, cfr. fig. 6), successivamente al 2008, quando la quota di commercio mondiale dei paesi del Mediterraneo meridionale è rimasta sostanzialmente stabile, la bilancia commerciale manifatturiera ha registrato un ampliamento del deficit; tale andamento sembra suggerire una corrispondenza tra crescita del commercio estero e miglioramento della bilancia commerciale per i paesi del Mediterraneo meridionale, corrispondenza che pare, invece, non esserci con riferimento ai paesi dell’area East Med, dove dopo il 2008 il miglioramento della bilancia commerciale è stato netto pur in presenza di un andamento altalenante della loro quota di commercio mondiale. Cfr. Sekkat, Manufactured Exports and Fdi in Southern Mediterranean Countries; Chauffour, Hoeckman, Harnessing Trade Opportunities in the Middle East and North Africa.
  9. Con riferimento ai paesi della sponda Sud, in particolare, se nel periodo compreso tra il 1996 e il 2008 la forte crescita delle loro quota di commercio mondiale (export + import manifatturiero, cfr. fig. 5b) si è accompagnata al miglioramento della bilancia commerciale manifatturiera (saldo tra esportazioni e importazioni di prodotti manifatturieri, cfr. fig. 6), successivamente al 2008, quando la quota di commercio mondiale dei paesi del Mediterraneo meridionale è rimasta sostanzialmente stabile, la bilancia commerciale manifatturiera ha registrato un ampliamento del deficit; tale andamento sembra suggerire una corrispondenza tra crescita del commercio estero e miglioramento della bilancia commerciale per i paesi del Mediterraneo meridionale, corrispondenza che pare, invece, non esserci con riferimento ai paesi dell’area East Med, dove dopo il 2008 il miglioramento della bilancia commerciale è stato netto pur in presenza di un andamento altalenante della loro quota di commercio mondiale. Cfr. Sekkat, Manufactured Exports and Fdi in Southern Mediterranean Countries; Chauffour, Hoeckman, Harnessing Trade Opportunities in the Middle East and North Africa.