Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Upcoming SlideShare
What to Upload to SlideShare
What to Upload to SlideShare
Loading in …3
×
1 of 9

S. Menghinello, Focus su responsabilità e sostenibilità delle imprese

0

Share

Download to read offline

Convegno scientifico Imprese che guardano al futuro tra opportunità e nuove sfide
I primi risultati del censimento permanente delle imprese 2019
Milano, 7 febbraio 2020
Piazza degli Affari Palazzo Mezzanotte – Sala parterre

Related Books

Free with a 30 day trial from Scribd

See all

Related Audiobooks

Free with a 30 day trial from Scribd

See all

S. Menghinello, Focus su responsabilità e sostenibilità delle imprese

  1. 1. IMPRESE CHE GUARDANO AL FUTURO TRA OPPORTUNITÀ E NUOVE SFIDE I PRIMI RISULTATI DEL CENSIMENTO PERMANENTE 2019 MILANO | 7 FEBBRAIO 2020 Focus su responsabilità e sostenibilità delle imprese Stefano Menghinello Istituto nazionale di statistica | Direttore per la raccolta dati
  2. 2. MILANO | 7 FEBBRAIO 2020 1 o Una sfida nella sfida per il Censimento permanente delle imprese: introduzione di nuovi temi oltre il tradizionale paradigma tecnologico-produttivo-organizzativo. o Ha guidato la scelta dei temi la capacità delle imprese orientate al mercato di creare valore aggiunto in senso più ampio (sociale, ambientale, welfare aziendale, territorio, sicurezza). o La risposta fornita dalle aziende sulla rilevanza dei nuovi temi è stata ampia e per taluni aspetti sorprendente. o Forte attenzione ai problemi di misurazione di quesiti qualitativi – ed alla corretta comunicazione dei risultati. FOCUS SU RESPONSABILITÀ E SOSTENIBILITÀ DELLE IMPRESE Sette imprese su dieci impegnate in azioni sostenibili dall’ambiente alla genitorialità
  3. 3. MILANO | 7 FEBBRAIO 2020 o Benessere lavorativo (68,9%), riduzione dell’impatto ambientale (66,6%) e incremento dei livelli di sicurezza (64,8%) sono obiettivi prioritari per due aziende su tre con limitati differenziali territoriali. o Quasi una impresa su tre dichiara di realizzare azioni di interesse collettivo (31,3%) e a sostegno del tessuto produttivo (29,4%). o Le aziende del Mezzogiorno sono più generose ma probabilmente anche perché sono più isolate LIMITATI DIFFERENZIALI TERRITORIALI PER GLI OBIETTIVI PRIORITARI MA IMPRESE DEL MEZZOGIORNO PIÙ GENEROSE SU ASPETTI SOCIALI 2 Azioni intraprese in materia di sostenibilità, responsabilità e sicurezza Anno 2018, valori percentuali 0 10 20 30 40 50 60 70 80 90 Ridurreimpatto ambientale Migliorareil benessere lavorativo Sostenere o realizzare iniziative di interesse collettivo Sostenere o realizzare iniziative a beneficio del tessuto produttivo Incrementare i livelli di sicurezza Nord-ovest Nord-est Centro Mezzogiorno Totale
  4. 4. MILANO | 7 FEBBRAIO 2020 o Le imprese realizzano ancora investimenti limitati per la gestione efficiente e sostenibile dell’energia e dei trasporti. o Gli investimenti si concentrano prevalentemente nell’installazione di macchinari/impianti per ridurre il consumo energetico, favorire l’isolamento termico e/o realizzazione di edifici a basso consumo energetico. o Fonti rinnovabili e automezzi elettrici e ibridi coprono una quota ancora molto contenuta degli investimenti. PRIORITÀ ALLA RIDUZIONE DEL CONSUMO ENERGETICO 3 Investimenti per la gestione efficiente e sostenibile dell’energia e dei trasporti Anni 2016-2018, valori percentuali
  5. 5. MILANO | 7 FEBBRAIO 2020 o Raccolta differenziata e riciclo rifiuti (77,8%) e contenimento prelievi e consumi acqua (48,4%) sono le azioni prioritarie, ma le imprese presentano un’attenzione nel complesso rilevante anche per altri aspetti di utilizzo parsimonioso delle risorse naturali RACCOLTA DIFFERENZIATA E RIDUZIONE CONSUMO DI ACQUA 4 Azioni per ridurre il consumo di risorse naturali e gestione rifiuti e le emissioni Anni 2016-2018, valori percentuali
  6. 6. MILANO | 7 FEBBRAIO 2020 o Le imprese che hanno coinvolto i propri fornitori in Italia nella riduzione dell’impatto ambientale sono poco meno del 10%. Marginale la quota di quelle che hanno coinvolto i fornitori esteri. o Al crescere della dimensione d’impresa aumenta la quota di fornitori coinvolti in Italia e all’estero. o Spiccano le grandissime imprese (500 addetti ed oltre) con il 40,3% dei fornitori nazionali ed il 17,1% dei fornitori esteri coinvolti in azioni di riduzione dell’impatto ambientale RUOLO DEI FORNITORI NELLA RIDUZIONE IMPATTO AMBIENTALE 5 Imprese che hanno coinvolto i propri fornitori nella riduzione dell’impatto ambientale Anni 2016-2018, valori percentuali CLASSI DI ADDETTI IN ITALIA ALL'ESTERO 3-9 addetti 8,5 0,7 10-19 11,0 1,2 20-49 14,1 2,5 50-99 17,4 4,2 100-249 21,9 5,5 250-499 27,8 10,0 500 e oltre 40,3 17,1 TOTALE 9,4 1,0
  7. 7. MILANO | 7 FEBBRAIO 2020 o Per le singole persone strumenti tradizionali (flessibilità orario, congedi) più che modalità innovative di lavoro (agile/smart o telelavoro). o Per le famiglie più flessibilità del lavoro che sostegno economico o offerta di servizi aziendali come gli asili nido. o Nel periodo 2019-2021 oltre la metà delle imprese intende adottare almeno una misura a sostegno della persona o della famiglia. o Trend in crescita tra misure adottate e programmate, in alcuni casi ruolo guida delle grandissime imprese. L’ATTENZIONE DELLE IMPRESE VERSO LA PERSONA E LA FAMIGLIA 6 Misure a sostegno della genitorialità e della conciliazione lavoro-famiglia Valori percentuali Misure dirette o indirette a sostegno della persona o della famiglia ANNI 2016-2018 ANNI 2019-2021 Totale Differ. grandi imprese (Punti %) Totale Differ. grandi imprese (Punti %) Comunicazione diritti alla genitorialità 20,5 21,4 27,3 22,3 Permessi/congedi/part time per la nascita di un figlio 25,5 23,5 33,2 18,4 Permessi per l’inserimento dei figli al nido/scuola materna 22,5 15,8 30,5 10,8 Asilo nido aziendale a condizioni gratuite o agevolate 1,7 11,9 4,1 13,8 Sostegni economici per lavoratori e familiari 7,8 21,4 11,4 21,4 Estensione della durata del congedo parentale 8,6 11,8 14,4 10,0 Estensione della durata del congedo per gravi motivi 15,6 23,6 25,8 16,5 Flessibilità dell’orario di lavoro (di entrata, uscita, pausa, ecc.) 47,3 22,1 48,3 21,4 Lavoro agile/smart working 10,3 20,5 13,9 29,7 Telelavoro 3,7 15,8 6,4 18,1
  8. 8. MILANO | 7 FEBBRAIO 2020 7 o L’Istat ha una consolidata esperienza nella rilevazione e nell’analisi dei temi oggi presentati nell’ambito delle statistiche sociali ed ambientali e nel quadro degli indicatori BES. o La misurazione e l’analisi di questi temi è una forte innovazione nell’ambito delle statistiche economiche. o I risultati sono coerenti con il quadro di sviluppo internazionale e gli obiettivi dell’Agenda 2030 sullo sviluppo sostenibile (SDGs) delle Nazioni Unite che progressivamente coinvolgono anche le statistiche economiche. o Abbiamo registrato un interesse dei policy makers verso la misurazione e l’analisi di questi fenomeni per meglio definire interventi di politica economica e sociale. o Ancora più forte l’interesse delle imprese sia per aspetti reputazionali sia per nuove aree di business in una prospettiva sempre più integrata tra economica, società e territorio. Imprese più competitive ma anche più responsabili. Gli approfondimenti continueranno… CONCLUSIONI
  9. 9. MILANO | 7 FEBBRAIO 2020 Stefano Menghinello Istat | Direttore per la raccolta dati

×