Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Roberta Vivio, Sara Casacci e Gaia Rocchetti Microdati per la ricerca e l’analisi territoriale a sostegno delle policy degli Enti Locali

44,220 views

Published on

Giornata di studio 5 ottobre 2016 - MILeS2016 | Milano - Impresa, Lavoro e Società 2016
L’Istituto Nazionale di Statistica si muove da anni verso un uso intensivo delle fonti amministrative nella produzione di informazione statistica, per far fronte alla crescente richiesta di informazioni statistiche nuove, più tempestive e con maggior dettaglio territoriale.
Al fine di sfruttare il patrimonio informativo disponibile relativo ad archivi amministrativi e fonti statistiche di natura censuaria, il progetto ARCHIMEDE (ARCHIvio di Microdati Economici e DEmo sociali) produce specifici output finalizzati alla ricerca sociale ed economica, alla programmazione territoriale, alla valutazione delle politiche pubbliche a livello nazionale, regionale e locale.
Nella prima parte del lavoro vengono descritte sinteticamente le basi dati prodotte, diffuse attraverso l’Archivio dei microdati validati (ARMIDA) al fine di garantire un ampliamento dell’offerta informativa statistica soprattutto per ambiti territoriali ristretti (comunali o sub-comunali). Successivamente vengono presentati dei possibili utilizzi dei microdati a supporto delle policy degli Enti locali. La rassegna proposta mostra alcune potenzialità per l’analisi territoriale, con particolare riferimento alla Lombardia, delle basi dati su Condizioni socio-economiche delle famiglie, sui Bacini Universitari e su quella ancora in fase di studio su Percorsi di istruzione, formazione e inserimento lavorativo.

Published in: Education
  • Sex in your area is here: ❤❤❤ http://bit.ly/2Q98JRS ❤❤❤
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Be the first to like this

Roberta Vivio, Sara Casacci e Gaia Rocchetti Microdati per la ricerca e l’analisi territoriale a sostegno delle policy degli Enti Locali

  1. 1. Microdati per la ricerca e l’analisi territoriale a sostegno delle policy degli Enti Locali Roberta Vivio Sara Casacci Gaia Rocchetti Istat Giornata di studio - Statistiche per le politiche territoriali Milano, 5 Ottobre 2016
  2. 2. ARCHivio Integrato di Economici e DEmografici Collezioni di dati elementari alla ricerca sociale ed economica, alla programmazione territoriale e settoriale, alla valutazione delle alle politiche pubbliche a livello nazionale, regionale e locale. Microdati: Funzionale? – Individui – Famiglie – Comuni – Altro Progetto ARCHIMEDE Progetto ARCHIMEDE – Obiettivi e Caratteristiche
  3. 3. Funzionale Basi dati: • dedicate al territorio • microterritoriali • non ridondanti • frequentemente aggiornate • focus locale di fenomeni nazionali • rispettino standard di qualità (!Trade off: dettaglio vs qualità)
  4. 4. Progettazione, test e formalizzazione nel PSN Fonti per la costruzione del prodotto: archivi amministrativi (90%+) e registri statistici a. SIM: identificazione univoca dell’unità e caratteri invarianti b. Altre: per identificare i collettivi (es. studenti, ecc) c. Altre: completare il quadro informativo Fonti di Benchmark: indagini e rilevazioni Istat e non (controllo di coerenza dell’output) Controlli e NON correzioni Rilascio agli utenti • ARMIDA; ADELE; Letture statistiche Caratteristiche dei progetti
  5. 5. …………….. Autorizzo (nda. il direttore) il rilascio dei file in ARMIDA …. per le richieste da parte degli Enti Sistan subordinato all'osservanza dei criteri e delle modalità definiti dalla direttiva del Comstat n.9 del 20 aprile 2004 ("Criteri e modalità per la comunicazione dei dati personali nell'ambito del Sistema statistico nazionale"). ……………….. Autorizzo (nda. il direttore) l'uso dei file …. per le richieste di accesso al laboratorio ADELE subordinato all'osservanza dei criteri e delle modalità definiti dall'art. 7, comma 2, del Codice in materia di protezione dei dati personali (Allegato A.3 "Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali a scopi statistici e di ricerca scientifica effettuati nell'ambito del Sistema statistico nazionale) …………………. => Impegno dell’utente nell’utilizzo dei dati
  6. 6. ARMIDA - ARchivio dei file di MIcroDAti 6 Dati organizzati per indagine: microdati, nota metodologica,tracciato record, variabili e relative classificazioni. 1. Popolazioni che usano un territorio e loro mobilità – Dati per comune 2. Precarietà lavorativa – Dati per individuo 3. Condizioni socio-economiche delle famiglie – Dati per famiglia
  7. 7. Piano editoriale 2016: Letture statistiche 1. Studenti e scuole dell'istruzione primaria e secondaria in Italia: Differenze strutturali tra scuole statali e paritarie 2. Segmentazione del lavoro autonomo in Italia: Analisi dell'occupazione indipendente attraverso l'uso integrato di fonti amministrative e di indagine 3. Studenti e bacini universitari 7
  8. 8. Formalizzazione nel PSN 2016 1. Popolazioni che usano un territorio e loro mobilità PSN: IST-02661 2. Quantificazione delle popolazioni in ambiti territoriali potenzialmente a rischio PSN: IST-02645 3. Precarietà lavorativa PSN: IST-02662 4. Condizioni socio-economiche delle famiglie PSN: IST-02663 5. Percorsi di istruzione, formazione e inserimento lavorativo PSN: IST-02640 8
  9. 9. Le basi territoriali e due esempi di dati «funzionali»: Precarietà familiare in Lombardia Bacini Universitari in Lombardia
  10. 10. Indicatori provinciali Pavia Milano Lodi Cremona Mantova Brescia Bergamo Monza e Brianza Varese Como Lecco Sondrio Condizioni socio-economiche delle famiglie: indicatori provinciali Famiglie «a basso reddito» Anno 2012 Percentuale di famiglie con un reddito equivalente inferiore al 60% del reddito mediano equivalente Soglia regionale Soglia nazionale
  11. 11. Es. Incidenza delle famiglie con reddito inferiore al 60% del reddito mediano (soglia nazionale), per alcune tipologie familiari. Regione Lombardia, anno 2012 0,0 5,0 10,0 15,0 20,0 25,0 30,0 35,0 40,0 45,0 50,0 Monogenitore Coppia con figli Coppia senza figli Unipersonale Di cui età compresa tra 15 e 34 anni Di cui età > 64 anni Di cui entrambi italiani Di cui entrambi stranieri Di cui NCOMP<=4 Di cui NCOMP>4 Di cui intestatario con laurea o titolo superiore Disaggregazione degli indicatori Condizioni delle famiglie: tipologia delle famiglie «a basso reddito»
  12. 12. Indicatori comunali Income Gap Ratio dei comuni della provincia di Milano - Anno 2012 IGP provincia: 0,45 Sesto San Giovanni Cinisello Balsamo Segrate San Donato Milanese Opera Cusago Milano Condizioni socio-economiche delle famiglie: indicatori comunali Situazione «migliore» Situazione «peggiore»
  13. 13. I Bacini Universitari della Lombardia Popolazione universitaria insistente (dinamica interna e in ingresso) e dinamica in uscita (valori assoluti in migliaia) – A.A. 2014/2015 PROVINCIA - Sede principale dell'Ateneo Popolazione Insistente rispetto alla provincia/regione Pop. Dinamica in uscita di cui Dinamica in ingresso di cui Dinamica Interna Totale Varese 3,6 4,6 8,2 13,6 Como 2,2 2,0 4,2 10,1 Milano 109,6 65,1 174,7 9,9 Bergamo 5,8 10,4 16,2 12,9 Brescia 3,9 13,9 17,8 11,4 Pavia 13,3 7,8 21,1 3,8 Lombardia (a) 56,9 192,0 248,9 22,6 (a) I valori per la Lombardia non rappresentano le somme delle province in quanto sono calcolati utilizzando un diverso riferimento territoriale (la regione invece della provincia)
  14. 14. Bacini universitari in Lombardia
  15. 15. -0,64 -0,58 -0,49 -0,38 0,55 0,83 -1,00 -0,80 -0,60 -0,40 -0,20 0,00 0,20 0,40 0,60 0,80 1,00 Como Varese Brescia Bergamo Pavia Milano 0,17 0,25 0,45 0,55 0,67 0,87 0,00 0,10 0,20 0,30 0,40 0,50 0,60 0,70 0,80 0,90 1,00 Como Varese Bergamo Brescia Pavia Milano I Bacini Universitari della Lombardia: indici Dinamici interni Dinamici interni + din. in uscita Dinamici in ingresso - din. in uscita Dinamici in ingresso + din. in uscita Indice di attrazione: Indice di allocazione interna:
  16. 16. Iscritti per area di mobilità ed Ateneo di destinazione (composizione percentuale sul totale di ateneo) – A.A. 2014/2015 I Bacini Universitari della Lombardia 78,0 63,7 58,4 43,8 43,0 39,4 37,2 37,2 32,4 31,0 30,3 30,3 21,0 5,8 3,8 6,0 16,5 31,7 13,8 38,6 33,1 28,9 43,6 35,0 42,2 59,6 0,0 10,0 20,0 30,0 40,0 50,0 60,0 70,0 80,0 90,0 origine all'interno della provincia origine fuori regione Nota: le modalità relative all’area di mobilità «origine all'interno della regione e all’esterno della provincia» e «non disponibile» non sono presentate
  17. 17. Cattaneo - LIUC Univ. degli Studi Insubria E-CAMPUS Vita Salute S.Raffaele IULM-MI Politecnico di Milano Univ. Cattolica del Sacro Cuore Bocconi Univ. di Milano Milano-Bicocca HUMANITAS University Univ. di Bergamo Univ. di Brescia Univ. di Pavia 15 20 25 30 35 40 45 50 0,0 10,0 20,0 30,0 40,0 50,0 60,0 70,0 Redditomediodeigenitori(valoremedianoinmigliaiadieuro) % di studenti con almeno un genitore laureato Bacini Universitari della Lombardia: i genitori degli studenti Caratteristiche dei genitori degli studenti degli Atenei lombardi – A.A. 2014/2015
  18. 18. Grazie per l’attenzione Roberta Vivio vivio@istat.it Sara Casacci casacci@istat.it Gaia Rocchetti grocchetti@istat.it
  19. 19. ATENEO Distanza dal comune sede dell'Ateneo al centro medio dell'ellisse (in km) Dimensione ellisse delle deviazioni standard (in km) Rotazione dell'ellisse (in gradi)Semiasse delle X Semiasse delle Y Università Commerciale "Luigi Bocconi" MILANO 257 464 151 125 Libera Università "Vita Salute S.Raffaele" MILANO 134 419 118 133 Libera Università di lingue e comunicazione IULM-MI 97 370 87 141 Università Cattolica del Sacro Cuore 87 362 100 139 Politecnico di MILANO 69 290 90 23 Università degli Studi di MILANO 26 220 65 134 Università degli Studi di MILANO-BICOCCA 13 170 45 108 Tavola - Ellissi delle deviazioni standard delle distanze - A.A. 2014/2015
  20. 20. Grazie per l’attenzione vivio@istat.it casacci@istat.it grocchetti@istat.it

×