Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Menghinello, L’evoluzione digitale della PA: evidenze dal censimento

122 views

Published on

Conferenza stampa - Evento Istat Roma Aula Magna 17.12.19
Censimento permanente delle Istituzioni Pubbliche.
Presentazione primi risultati edizione 2018
via Cesare Balbo 16

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Menghinello, L’evoluzione digitale della PA: evidenze dal censimento

  1. 1. L’evoluzione digitale della PA: evidenze dal censimento Stefano Menghinello Direttore centrale per la raccolta dati Roma - 17 dicembre 2019
  2. 2. o La digitalizzazione costituisce uno dei principali driver dei processi di cambiamento tecnologico ed organizzativo in atto nel sistema produttivo italiano e coinvolge, in modo trasversale, imprese, istituzioni no profit e istituzioni pubbliche. o Nell’ambito della PA, la digitalizzazione assume una rilevanza fondamentale nei processi di modernizzazione progettati o già avviati da varie istituzioni a livello centrale e territoriale, come per esempio dall’Istat. o Nell’edizione 2018 del censimento permanente della PA gli aspetti approfonditi sono stati: uso di nuove tecnologie per la gestione dei dati e l’erogazione dei servizi, social media, big data, ostacoli alla digitalizzazione, sicurezza e vulnerabilità informatica. o Le informazioni rilevate, pur non essendo direttamente mirate agli obiettivi di policy, consentono di «contestualizzare» e «approfondire» i cambiamenti in atto nella PA italiana a livello centrale e territoriale, restituendo un quadro informativo utile per ulteriori approfondimenti ed analisi (per esempio rapporti tra formazione e digitalizzazione) rispetto ai differenti profili di digitalizzazione già individuati. 2 Roma – 17 dicembre 2019 Focus sulla digitalizzazione nei tre censimenti economici permamenti
  3. 3. 3 Roma - 17 dicembre 2019 Utilizzo del web e profili di digitalizzazione della PA …quasi il 90% delle unità istituzioni della PA utilizza il web per la gestione dei dati e l’erogazione dei propri servizi… limitate differenze centro-periferia… emergono ritardi comuni… ma anche profili di digitalizzazione complessa molto differenziati
  4. 4. 4 Roma - 17 dicembre 2019 Il ruolo dei social media nella PA Le reti social sono un mezzo essenziale di dialogo con l’utenza per università, amministrazioni centrali e regionali Più in ritardo le amministrazioni locali Differente utilizzo degli strumenti di comunicazione social
  5. 5. 5 Roma - 17 dicembre 2019 Ritardi comuni ma anche limitata rilevanza del digital gap nel territorio nazionale
  6. 6. 6 Roma - 17 dicembre 2019 Gli ostacoli alla digitalizzazione … limitate risorse finanziarie ma anche gap di conoscenze e competenze alla base del rallentamento nel processo di digitalizzazione della PA… 36,5 43,2 47,8 54,4 59,0 63,6 66,5 67,5 67,6 70,4 Mancanza di coordinamento tra i settori coinvolti Rigidità al cambiamento nell’organizzazione degli uffici Mancanza di integrazione tra le applicazioni Mancanza di un referente della trasformazione digitale all’interno dell’unità istituzionale Scarsa capacità di fare rete tra diverse istituzioni pubbliche per progetti di digitalizzazione Mancanza di piani strutturati per investimenti in innovazione Carenza di staff qualificato in materie ICT Spesa elevata per l’ICT Mancanza di adeguata formazione in materia ICT Mancanza di risorse finanziarie
  7. 7. 7 Roma - 17 dicembre 2019 Vulnerabilità informatica per tipologia di istituzione della PA FORMA GIURIDICA Hanno subito attacchi informatici Primi tre tipologie di danni subiti % su totale istituzioni - Di cui 10 attacchi e oltre nel corso dell’anno Perdita (anche temporanea) di accesso a file e/o reti e/o servizi Accessibilità o forte rallentamento web page e servizi online Perdita permanente di file e/o dati non personali Amministrazione dello stato e organo costituzionale o a rilevanza costituzionale 56,3 28,1 34,4 31,3 3,1 Azienda o ente del servizio sanitario nazionale 47,9 19,6 28,4 11,9 9,3 Università pubblica 70,4 45,1 46,5 32,4 18,3 Ente pubblico non economico 9,6 1,5 5,9 3,8 2,4 Giunta e consiglio regionale 65,0 25,0 45,0 35,0 10,0 Provincia e città metropolitana 38,1 14,3 21,9 17,1 4,8 Comune 16,8 2,2 11,3 6,2 5,2 Comunità montane e unione dei comuni 10,0 1,0 6,5 3,2 3,3 Totale 15,9 2,7 10,4 5,8 4,5
  8. 8. 8 Roma - 17 dicembre 2019 Vulnerabilità informatica nel territorio nazionale Emilia Romagna (24%), Lazio (20,3), Toscana (20,2%) sono le regioni in cui gli attacchi informatici hanno interessato la quota più elevata di istituzioni presenti sul territorio
  9. 9. 9 Roma - 17 dicembre 2019 Vulnerabilità e sicurezza informatica Principali misure adottate per la sicurezza informatica
  10. 10. o Le istituzioni della PA si caratterizzano per un elevato ricorso al web ed un buon orientamento agli strumenti di comunicazione social o Quota molto contenuta di istituzioni pubbliche che utilizza strategie e strumenti di digitalizzazione avanzati (Big data, Internet of things, cloud computing, applicazioni mobile) con ritardi diffusi e generalizzati o La vulnerabilità informatica rappresenta un elevato fattore di rischio per molte istituzioni nazionali e territoriali della PA cui reagiscono con strumenti tecnologici ed organizzativi non sempre adeguati o Presenza di un limitato digital divide a livello territoriale sia in termini di orientamento alla digitalizzazione che di vulnerabilità informatica o La sfida della digitalizzazione per la modernizzazione della PA italiana appare un processo avviato ma ancora lontano dall’essersi compiutamente realizzato. Il censimento permanente della PA rappresenta uno strumento essenziale per la progettazione ed il monitoraggio continuo di questa complessa trasformazione in atto. 10 Roma – 17 dicembre 2019 Conclusioni

×