B. M. Martelli - Imprese, settore non profit e istituzioni pubbliche in Umbria

14,643 views

Published on

L’esposizione si incentra sulla presentazione dei risultati relativi alla regione Umbria dei tre censimenti economici del 2011 (sulle imprese e servizi, sulle istituzioni non profit e sulle istituzioni pubbliche) che l’Istat ha diffuso tramite i propri canali istituzionali.
Sono trattati sia il quadro economico generale, in cui si evidenziano le caratteristiche strutturali e i cambiamenti intervenuti rispetto alle precedenti rilevazioni nelle strutture presenti nel territorio e nel mercato del lavoro. Sono presentati nel dettaglio approfondimenti per tipo di rilevazione censuaria a livello provinciale dimensionale e settoriale sottolineando gli aspetti innovativi delle rilevazioni con alcuni primi approfondimenti tratti dall’indagine campionaria sulle imprese. Sono inoltre analizzate le caratteristiche del multiforme mondo del non profit, l’articolazione delle strutture delle amministrazioni pubbliche e gli effetti di sostituzione fra settori e comparti che stanno avvenendo nel sistema economico della regione.

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
14,643
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

B. M. Martelli - Imprese, settore non profit e istituzioni pubbliche in Umbria

  1. 1. Imprese, settore non profit e istituzioni pubbliche in Umbria 9° Censimento dell’industria e dei servizi e Censimento delle Istituzioni non profit Check-up dell’Umbria alla luce dei dati censuari Bianca Maria Martelli Dirigente dell’Ufficio territoriale per la Toscana e l’Umbria Istat PERUGIA 14 MAGGIO 2014
  2. 2. I censimenti economici del 2011  Quadro generale « Il sistema economico dell’Umbria »  Comparto imprese «Imprese: dieci anni di trasformazioni»  Comparto istituzioni non profit «Cresce il ruolo del non profit della regione»  Istituzioni pubbliche «Arretra la Pubblica Amministrazione regionale»  Prime evidenze « Mutamenti strutturali della regione » PERUGIA 14 MAGGIO 2014 2
  3. 3. Il sistema economico dell’Umbria Unità Giuridico-economiche (UG)  75.747 UG (crescono del +9,3% rispetto al 2001; sono il 1,6% del totale nazionale)  69.332 (91,5 %) Imprese (in crescita del +7,7%; sono il 1,6% del totale naz.)  6.249 (8,2%) INP (in crescita del +32,3%; sono il 2,1% del totale naz.)  166 (0,2%) IP (in diminuzione del -25,2%; sono 1,4% del totale naz.) PERUGIA 14 MAGGIO 2014 Unità Giuridico-economiche e variazioni nel decennio 3
  4. 4. Il sistema economico della Umbria: Addetti per Unità Giuridico-economiche e per Unità Locali  Addetti in Umbria nel 2011: • nelle UG 274.798 +6,3% rispetto al 2001) • nelle UL 304.649 (+3,1% rispetto al 2001)  Gli addetti delle UL sono superiori a quelli delle UG. Presenza di UL delle Amministrazioni centrali per le Istituzioni pubbliche Presenza di UL di imprese e non profit con sede non in Umbria PERUGIA 14 MAGGIO 2014 Censimento 2011: Addetti alle UG e UL 4 240,215 9,588 24,995 249,162 9,713 45,774 Imprese Istituzioni non profit Istituzioni pubbliche 0 50,000 100,000 150,000 200,000 250,000 300,000 Addetti UG Addetti UL +3,7% +1,3% +83,1%
  5. 5. Il sistema economico della Umbria: Addetti delle UL per territorio  Incremento degli occupati del 3,1% (+2,8% in Italia)  maggiore nella prov. di Perugia  minore a Terni  dimensione media delle UL pari a 3,3 addetti  75,9% degli addetti della regione sono localizzate nella provincia di Perugia PERUGIA 14 MAGGIO 2014 5 LIVELLI TERRITORIALI v.a. % Var. % Add/UL Per 100 ab. Per 100 ab. Var. % Perugia 231.588 75,9 3,3 3,3 35,3 -4,5 Terni 73.061 24,1 2,6 3,3 32 -1,3 Umbria 304.649 100 3,1 3,3 34,5 -3,7 Centro 4.188.603 - 5,2 3,3 36,1 -1,3 Italia 19.946.950 - 2,8 3,4 33,6 -1,5 Censimento 2011: Addetti UL (Valori assoluti, valori medi, valori %, variazioni %)
  6. 6. Il sistema economico dell’Umbria: Composizione settoriale dell’occupazione  Si ridimensionano Industria e PA  Crescono i Servizi di mercato, Sanità e Altri servizi PERUGIA 14 MAGGIO 2014 Distribuzione per comparto e settore di attività economica e variazione % sul totale 6 99.3 100.0 99.8 99.0 4.0 26.3 86.4 81.8 12.9 22.3 8.8 3.2 0.6 1.0 100.0 83.1 51.4 4.8 15.0 0% 20% 40% 60% 80% 100% Attività agricole manifatturiere Industria e costruzioni Commercio, alberghi e ristorazione Servizi alle imprese Pubblica Amministrazione Istruzione Sanità e assistenza sociale Altri servizi Totale Imprese Istituzioni non profit Istituzioni pubbliche -19.9 -12.0 18.0 17.5 -15.9 -4.2 15.6 13.9 3 -40 -20 0 20 40 Variazioni %
  7. 7. Le imprese PERUGIA 14 MAGGIO 2014  Il sistema economico umbro è caratterizzato da microimprese  Il 95,1% di imprese hanno fino a 9 addetti (e comprendono il 53% degli addetti)  Le grandi imprese rappresentano lo 0,1% e comprendono il 13,7% degli addetti 7 Imprese e addetti, per classe dimensionale (valori assoluti e percentuali)
  8. 8. Le imprese: struttura dimensionale delle Unità Locali  Gli addetti aumentano in tutte le strutture medio-piccole  In particolare nella classe da 6 a 9 addetti (+15,1%)  diminuiscono nelle grandi strutture che sembrano risentire di più le conseguenze della crisi (-3,5% ) PERUGIA 14 MAGGIO 2014 Addetti delle unità locali per classe di addetti – Censimenti 2011 e 2001 – Valori assoluti, composizioni % e variazioni % 8 - 50,000 100,000 150,000 200,000 250,000 2001 2011 250 e più 50-249 20-49 10-19 6-9 2-5 1 237.170 249.162 -3,5 +1,3 +5,0 +15,1 +6,3 +2,2 +5,1 +5,7 16.4 16.0 27.2 27.5 10.9 11.9 13.5 13.5 12.4 12.5 13.2 12.8 6.3 5.8
  9. 9. Le imprese: Forma giuridica  61,4% delle imprese sono state costituite in forma non societaria  71,7% degli addetti in imprese con struttura societaria  Le società a responsabilità limitata crescono :  +63,3% per UL  +36,3% per addetti. Unica forma societaria che registra un aumento dell’occupazione  Le dimensioni delle UL si riducono per tutte le forme societarie  Fra queste PERUGIA 14 MAGGIO 2014 Unità locali (UL), addetti delle UL e numero medio di addetti per forma giuridica Censimenti 2011 e 2001 – Variazioni % 9 1.6 -3.9 63.3 3.1 17.3 7.3 -2.0 -7.5 36.3 -2.3 -0.1 5.1 -3.5 -3.8 -16.6 -5.2 -14.8 -2.1 -50.0 -25.0 0.0 25.0 50.0 Forme giuridiche non societarie Società di persone Società a responsabilità limitata Società cooperativa Altra forma d’impresa Totale UL addetti addetti per UL
  10. 10. Le imprese: Settori di attività economica  Processo di terziarizzazione dell’economia  Espansione del privato anche in settori tradizionalmente pubblici  Crescono il Commercio, i Servizi alle imprese, la Sanità e gli Altri servizi  Si riducono l’Industria e le Attività agricole manifatturiere PERUGIA 14 MAGGIO 2014 Composizione % 2011 0,8 0,5 2,2 23,7 36,7 5,1 33,0 29,4 3,0 30,6 24,5 2,7 0,6 0,4 2,0 4,8 2,5 1,7 6,5 6,1 3,1 100,1 100,0 3,3 UL Addetti Addetti per UL 10 Unità locali (UL), addetti delle UL e numero medio di addetti per settori di attività economica Censimenti 2011 e 2001 3.6 -6.9 1.1 26.5 19.1 29.6 9.2 8.5 -18.9 -11.9 18.2 17.8 -19.3 44.4 19.2 4.5 -21.7 -5.4 16.9 -6.9 -32.2 11.4 9.1 -3.6 -50 -25 0 25 50 Attività agricole manifatturiere Industria e costruzioni Commercio, alberghi e ristorazione Servizi alle imprese Istruzione Sanità e assistenza sociale Altri servizi Italia UL addetti addetti per UL Variazioni % 2001- 2011
  11. 11. Imprese: Dipendenti per qualifica professionale  I dipendenti sono il 65,5% degli occupati della regione (inferiore alla media nazionale (68,8 %). Di cui:  Operai sono il 60% (superiori alla media nazionale: 53,6 %)  Impiegati sono il 29,6% (36,9% la media nazionale)  Quadri e dirigenti sono il 2,6% (4,7% in Italia)  Altre forme occupazionali 7,8% (4,8 nel paese) PERUGIA 14 MAGGIO 2014 11 Dipendenti delle UL, per territorio e per qualifica professionale – Censimento 2011 – Valori percentuali 4.7 5.0 2.6 2.6 36.9 37.4 29.6 30.0 53.6 51.7 60.0 59.4 4.8 4.6 7.8 6.5 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100% Italia Centro Umbria Provincia di Perugia Dirigenti e quadri Impiegati Operai Altro
  12. 12. 18,9 24,9 54,8 45,2 70,9 89,6 41,8 39,4 41,0 39,0 81,1 75,1 45,2 54,8 29,1 10,4 58,2 60,6 59,0 61,0 0% 20% 40% 60% 80% 100% Attività agricole manifatturiere Industria e costruzioni Commercio, alberghi e ristorazione Servizi alle imprese Istruzione Sanità e assistenza sociale Altri servizi Umbria Centro Italia Femmine Maschi PERUGIA 14 MAGGIO 2014 Imprese: dipendenti per età, genere e nazionalità  20,1 % quota di dipendenti con meno di 30 anni (18,9 % in Italia) 19,0 61,4 19,4 20,8 58,6 20,5 15-29 anni 30-49 anni 50 anni e più Attività terziarie Attività industriali Dipendenti per classi di età (valori %)  9 dipendenti su 10 sono donne nella sanità  7 dipendenti su 10 sono donne nell’istruzione Dipendenti per genere (valori %)  quasi 1 dipendente su 10 è extra comunitario Dipendenti extra UE (valori %)
  13. 13. Imprese: Specializzazioni produttive  Specializzazioni produttive nelle attività manifatturiere e nei servizi di mercato  Abbigliamento: max specializzazione della regione  Aree a più alta specializzazione:  Deruta (ceramica) e Corciano (tessile) PERUGIA 14 MAGGIO 2014 Settore economico Territorio 14 – Abbigliamento Umbria , Prov. Perugia 23 – Minerali non metalliferi Umbria, Prov. di Perugia, Deruta 10 – Alimentari Umbria, Prov. di Perugia 13 – Industrie tessili Umbria, Corciano, Narni 71- Studi architettura e ingegneria Umbria, Prov. Di Perugia 13
  14. 14. Imprese: Mercati  L’Umbria ha scarsa apertura internazionale (17,5% contro 21,9 % nazionale)  più elevata apertura mercati extra regionali (27,9 % contro 20,3% nazionale)  maggiore propensione ad esportare nei settori a più elevata specializzazione:  abbigliamento (54,7 %)  ceramica (42,5 %)  tessile (33,9 %) PERUGIA 14 MAGGIO 2014 Imprese con struttura aziendale (con almeno 3 addetti), per ambito di mercato e specializzazione locale –Valori % 14 22.8 33.9 54.7 42.5 6.0 17.5 21.9 25.3 41.9 41.8 39 44.6 27.9 20.3 52 24.2 3.5 18.5 49.4 54.6 57.8 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100% 10 - Alimentare 13 -Tessile 14 - Abbigliamento 23 - Minerali non metalliferi 71 - Architettura, ingegneria Umbria Italia Locale Nazionale Estero
  15. 15. PERUGIA 14 MAGGIO 2014 Istituzioni Non Profit  Italia:  301.191 INP  6,4% delle UG  3,4% del personale  Umbria:  6.249 INP  8,2% delle UG  3,5% del personale In Umbria si trova soltanto 2,1% delle INP nazionali, ma:  Umbria: 71 INP/10mila ab. (51 in Italia), al 5°posto 15 Istituzioni Non Profit Censimento 2011 – INP/10mila abitanti Valle d’Aosta, 104 Trentino-AA, 100 Friuli -VG, 82 Umbria, 71 Marche, 69 Toscana, 65 Liguria, 60 ITALIA; 51 Valle d’Aosta Trentino-AA Friuli -VG Umbria Marche Toscana Liguria Veneto Piemonte Sardegna Molise Emilia Romagna Basilicata Abruzzo ITALIA Lombardia Lazio Calabria Sicilia Puglia Campania
  16. 16. PERUGIA 14 MAGGIO 2014 Istituzioni Non Profit: Occupazione  NP caratterizzato dal volontariato  In Umbria maggior peso dei volontari, minore di addetti ed esterni rispetto al dato nazionale 16 8.0 2.9 89.1 11.9 4.7 83.3 0 20 40 60 80 100 Addetti Lavoratori esterni Volontari Umbria Italia 32.3 39.3 33.8 178.5 47.7 28.0 37.2 39.4 169.4 43.5 0 50 100 150 200 Istituzioni non profit Unità Locali non profit Addetti Lavoratori esterni Volontari Italia Umbria Risorse umane delle UL NP in Umbria e in Italia. Censimento 2011. Composizione percentuale INP, UL e risorse umane in Umbria e in Italia. Censimenti 2001 e 2011. Variazioni percentuali  In Umbria crescono più della media del paese lavoratori esterni e volontari  In misura inferiore gli addetti
  17. 17. PERUGIA 14 MAGGIO 2014 Istituzioni Non Profit: le Dimensioni  L’89,6% delle istituzioni in Umbria ha zero addetti (86,1% a livello nazionale)  In Umbria tutte le altre classi dimensionali sono inferiori rispetto alla media nazionale  Maggior peso del volontariato 17 Istituzioni non profit, per classe di addetti, in Umbria e in Italia - Censimento 2011 - Valori percentuali 89,6 86,1 3,0 3,7 4,1 4,7 1,0 1,8 0,8 1,7 0,9 1,1 0,5 0,8 75% 80% 85% 90% 95% 100% Umbria Italia 0 1 2-5 6-9 10-19 20-49 50e più0,8 2,0 13,7 0,9 1,9 14,3 0,5 1,4 15,5 Esterni Addetti Volontari Umbria Centro Italia Numero medio delle risorse umane presenti nelle unità locali delle INP- Censimento 2011
  18. 18. PERUGIA 14 MAGGIO 2014 Istituzioni Non Profit: Forma giuridica  In Umbria hanno peso inferiore, rispetto all’Italia, le associazioni riconosciute, le altre forme giuridiche e le cooperative sociali  superiore le associazioni non riconosciute e le fondazioni 18 34.0 35.8 66.0 64.2 0 20 40 60 80 100 Umbria Italia solidaristico mutualistico Finalità dell’associazione Forme giuridiche delle INP: Umbria e Italia  In Umbria c’è una minore presenza di istituzioni a scopo solidaristico (di pubblica utilità) rispetto al livello nazionale  Maggiore presenza di INP di tipo mutualistico (nell’interesse dei soli soci) 66.7 22.7 4.8 3.72.1 65.6 24.8 5.2 2.91.5 Associazione riconosciuta Associazione non riconosciuta Fondazione Altra forma giuridica Cooperativa socialeUmbria: anello esterno Italia: anello interno
  19. 19. PERUGIA 14 MAGGIO 2014 Cultura, sport e ricreazione è il settore di gran lunga prevalente, con il 70% in Umbria ( 65% nel Paese) Maggior incidenza rispetto all’Italia, ma dimensioni molto contenute, per:  Sviluppo economico e coesione sociale  Tutela dei diritti e attività politica  Religione Minore peso rispetto alla media del paese degli altri settori Istituzioni Non Profit: i settori di attività 19 65.0 2.5 2.3 2.3 70.0 2.7 2.6 2.8 Cultura, sport e ricreazione Istruzione e ricerca Sanità Assistenza sociale e protezione civile Ambiente Sviluppo economico e coesione sociale Tutela dei diritti e attività politica Filantropia e promozione del volontariato Cooperazione e solidarietà internazionale Religione Relazioni sindacali e rappresentanza di interessi Altre attività Umbria: anello esterno Italia: anello interno Distribuzione settoriale delle unità istituzionali – Umbria e Italia – Censimento 2011
  20. 20. PERUGIA 14 MAGGIO 2014 Cultura, sport e ricreazione il 65,6% di volontari e il 20% retribuiti (65,9% di UL)  Assistenza sociale e protezione civile 9,6% volontari e 0,5% retribuiti (1,7% di UL)  Sanità 7,1% volontari e 31,5% retribuiti (7,7% di UL) Relazioni sindacali 4,1% volontari e 12,3,% retribuiti (3,3% di UL) Sviluppo economico e coesione raccoglie il 18,6% di occupazione retribuita (solo 0,9% di volontariato) Non Profit: Occupazione delle UL per settori 20 20.0 0.5 31.5 12.3 18.6 65.6 9.6 7.1 4.1 0.9 Cultura, sport e ricreazione Assistenza sociale e protezione civile Sanità Relazioni sindacali e rappresentanza di interessi Istruzione e ricerca Religione Tutela dei diritti e attività politica Ambiente Filantropia e promozione del volontariato Sviluppo economico e coesione sociale Cooperazione e solidarietà internazionale Altre attività Volontari: anello esterno Retribuiti: anello interno Lavoro volontario e retribuito nelle UL delle istituzioni non profit per settori di attività
  21. 21. PERUGIA 14 MAGGIO 2014 Non Profit: Dinamica occupazionale nell’intervallo intercensuario Filantropia e Ambiente i più dinamici (con tassi anche a tre cifre) sia per il lavoro retribuito sia per il volontariato Cultura, Sviluppo e Sanità dinamici per il lavoro retribuito Istruzione: cresce il volontariato Altre attività si ridimensionanoTutti gli altri positivi in entrambe le componenti ma meno dinamici 21 -250 -150 -50 50 150 250 350 450 550 -100 0 100 200 300 400 500 600 Altre attivit Cultura, Assistenz a sociale Ambiente Relazio Sanità Filantropia e promozione del Istruzione e Ricerca Religion Tutela dei diritti e attività Sviluppo economico e coesione Cooperazio ene solidarietà Variazione%2011/1999dei Variazione % 2011/1999 dei LAVORATORI RETRIBUITI
  22. 22. Istituzioni pubbliche e risorse umane impiegate PERUGIA 14 MAGGIO 2014 55.4 0.61.2 3.0 4.2 1.2 32.0 2.4 44.6 Comune Regione Provincia Com.montana/Unione comuni Azienda/Enti SSN Università pubblica Enti pubblici non economici Altra istituzione pubblica In Umbria:  166 IP censite (1,4% delle IP in Italia)  Oltre la metà sono Comuni (55,4%)  Circa un terzo sono Altri Enti pubblici non economici (21,7% Ordini e collegi professionali) Rispetto al 2001:  -25% delle IP  -2,4% delle UL delle IP  Flessione del personale effettivo in servizio :  -4,8% degli Addetti IP  +12,9% di Altro personale IP v.a Var.% v.a Var.% Istituzioni pubbliche 166 -25.2 12,183 -21.8 Unità Locali Istituzioni pubbliche 1,848 -2.4 95,611 -3.3 Personale effettivo in servizio 26,590 -3.9 2,969,988 -10.6 Addetti 24,995 -4.8 2,842,053 -11.4 Lavoratori esterni e temporanei 1,595 12.9 127,935 13.0 ItaliaUmbria
  23. 23. Risorse umane per tipologia e per forma giuridica PERUGIA 14 MAGGIO 2014 0% 20% 40% 60% 80% 100% Regione Provincia Comune Com.montana/Unione comuni Azienda/Enti SSN Altra ist.pubblica Addetti Lavoratori esterni Lavoratori temporanei Volontari Gli addetti sono il 91,9% delle risorse umane delle IP:  Comunità montane e Unione Comuni (99,6%)  Province (98,2%)  Regione (97,8%) I lavoratori esterni sono presenti per il 6,9% nei Comuni e per il 14,5% delle Altre IP.
  24. 24. Distribuzione territoriale PERUGIA 14 MAGGIO 2014 Addetti delle unità locali per Comune – Valori per 1000 abitanti Quota di addetti delle UL per 1000 ab. della Regione (51,8 ) superiore a quella nazionale ma inferiore a quella dell’area Centro L’incidenza degli addetti impiegati nella PA è elevata sia nei comuni capoluogo sia in quelli meno popolosi PROVINCIA IP UL Addetti Addetti* 1000 abitanti Perugia 111 1,328 34,979 53.3 Terni 55 520 10,795 47.3 Umbria 166 1,848 45,774 51.8 Centro 1,865 18,215 615,071 53.0 ITALIA 12,183 95,611 2,842,053 47.8
  25. 25. Unità locali e addetti per forma giuridica: dinamica intercensuaria PERUGIA 14 MAGGIO 2014 La Regione e le Altre istituzioni pubbliche (Università e Enti pubblici non economici) subiscono le flessioni maggiori per UL (-65,5% e -50,2%) e addetti (-21,6% e -23,9%) Aumenta in modo consistente la dimensione media delle UL della Regione (+127,3%). Crescono le Province e le Aziende del SSN Si riducono gli addetti degli Organi e amministrazioni dello Stato -14,3% (sono il 43,3% degli addetti totali) Nei Comuni gli addetti diminuiscono del -13,3% mentre le UL aumentano del +5,6% UL Addetti Addetti/UL UL Addetti Addetti/UL Organo costituzionale/a rilevanza costituzionale e amministrazione dello Stato 977 19,823 20.3 3.0 - 14.3 - 16.8 Regione 10 1,300 130.0 - 65.5 - 21.6 127.3 Provincia 63 1,505 23.9 50.0 20.0 - 20.1 Comune 473 6,151 13.0 5.6 - 13.3 - 17.7 Comunità montana o isolana, unione di comuni 22 692 31.5 29.4 - 16.3 - 35.2 Azienda e ente del servizio sanitario nazionale 164 11,742 71.6 26.2 6.8 - 15.4 Altra istituzione pubblica 139 4,561 32.8 - 50.2 - 23.9 52.6 TOTALE 1,848 45,774 24.8 - 2.4 - 10.2 - 7.8 FORMA GIURIDICA 2011 Var.%
  26. 26. Unità locali e addetti per settore di attività economica PERUGIA 14 MAGGIO 2014 UL Addetti UL Addetti Servizi di Amministrazione pubblica 26.5 30.0 -6.1 -15.9 Istruzione 48.9 40.2 2.1 -11.1 Sanità e assistenza sociale 11.6 26.4 -7.4 1.1 Attività artistiche, sportive e di intrattenimento 3.3 1.4 -31.5 9.3 Altre attività di servizi 3.4 0.4 -11.3 -24.3 Altre attività 6.3 1.6 20.6 -37.5 TOTALE 100 100 -2.4 -10.2 SETTORE DI ATTIVITA' ECONOMICA Incidenza % Var. % Rispetto al 2001 quasi tutti i settori di attività subiscono una contrazione in termini di UL e addetti: Sanità e assistenza sociale: -7,4% UL (Italia -16,5%) ma +1,1% addetti (Italia - 8,3%) Istruzione: +2,1% UL ma -11,1% addetti Servizi di PA: -6,1% UL (Italia -9%) e -15,9% addetti (Italia -14,9)
  27. 27. Unità locali e addetti per settore di attività economica PERUGIA 14 MAGGIO 2014  Centri di offerta pubblica sanitaria concentrati nei Comuni capoluogo e nei centri più popolosi  39 comuni su 92 sono privi di strutture socio assistenziali pubbliche -1.0 2.2 -0.6 -1.4 -0.3 1.2 -2.0 -0.4 2.9 0.3 -0.1 -0.7 Amministrazione pubblica Istruzione Sanità e assistenza sociale Attività artistiche Altre attività di servizi Altre attività Unità locali Addetti Incidenza UL e addetti - Differenze 2011-2001 in punti percentuali Sanità e assistenza sociale: Incidenza % degli addetti  Nella Sanità diminuisce l’incidenza delle strutture ma si amplia l’occupazione
  28. 28. Istituzioni pubbliche e sostenibilità ambientale PERUGIA 14 MAGGIO 2014  Quasi il 60% delle istituzioni pubbliche umbre dichiara di adottare comportamenti sostenibili nei confronti dell’ambiente:  l’87,9% ha però incontrato almeno una difficoltà nell’adozione di tale condotta  il 38,4% ha effettuato acquisti attenti all’impatto ambientale Tipologie di difficoltà incontrate dalle IP umbre nell’adozione di comportamenti sostenibili (% sul totale delle risposte) Applicazione norme, 18.2 Complessità procedure amm.ve, 21.4 Individuazione azioni, 16.2 Costo eccessivo , 21.4 Mancanza competenze , 14.3 Tutte le difficoltà, 5.9 Altra difficoltà, 2.6
  29. 29. Istituzioni pubbliche e trasparenza PERUGIA 14 MAGGIO 2014  Il 38,4% delle istituzioni pubbliche umbre adotta almeno una delle diverse forme di rendicontazione sociale (Italia:39,1%). Fra di esse:  Forma più utilizzata: Bilancio sociale (45,1%)  Forma meno utilizzata: Bilancio di missione (3,7%) Forme di rendicontazione sociale adottate dalle IP Umbre (% sul totale delle risposte) Bilancio sociale, 45.1 Bilancio di mandato, 28.0 Bilancio di missione, 3.7 Bilancio ambientale, 4.9 Bilancio di genere, 18.3
  30. 30. Istituzioni pubbliche e canali di comunicazione PERUGIA 14 MAGGIO 2014 CANALI DI COMUNICAZIONE CON L'UTENTE Umbria Italia Web 93.4 90.8 Call Center 20.5 17.9 Tecnologia mobile (UMTS,GPRS,WAP) 48.8 42.3 Chiosco telematico 3.6 6.4 Televisione Digitale Terrestre 18.7 13.7 Sportello fisico aperto al pubblico (URP) 63.3 65.5 Social media 30.1 26.0 Posta elettronica ordinaria 98.8 98.2 Posta elettronica certificata 97.0 94.2 Altro 20.5 15.4 Nessuno 0.0 0.5 I canali di comunicazione più utilizzate dalle IP sono:  Posta elettronica ordinaria e certificata  Web  Sportello fisico aperto al pubblico Comunica zione organizzat iva, 24.3 Comunicazi one amministrat iva, 22.9 Documentazi one normativa, 21.3 Comunicazio ne culturale e sociale, 15.7 Formazione, 11.5 Altra finalità, 4.3  In Umbria il 68,7% delle istituzioni pubbliche possiede una connessione Internet e una rete Intranet (Italia:57,3%)  La rete intranet viene utilizzata soprattutto per finalità di comunicazione (organizzativa: 24,3% e amministrativa 22,9% dei casi). Finalità di utilizzo della rete Intranet (% sul totale delle risposte)
  31. 31. Prime evidenze Umbria: una regione in profonda trasformazione  Cresce il non profit, arretra la Pubblica Amministrazione, cambia il sistema delle imprese per la crisi economica e il cambiamento del contesto competitivo. E' quanto emerge dalla rilevazione censuaria in Umbria che ha coinvolto un campione significativo di imprese, oltre 6mila istituzioni non profit e 166 istituzioni pubbliche.  Il censimento evidenzia la marcata espansione del terziario e conferma la specializzazione manifatturiera del sistema produttivo umbro con una modesta apertura internazionale limitata ai settori dell’abbigliamento, del tessile e della ceramica. Nonostante la crisi iniziata nel 2008, i livelli di occupazione crescono più che nella media del paese a sintesi di una dinamica positiva delle piccole e medie imprese che più che compensa la flessione che caratterizza quelle di dimensioni maggiori.  Come nel resto del Paese, anche in Umbria si riduce la consistenza della P.A. a seguito degli interventi di razionalizzazione. Crescente attenzione alla sostenibilità ambientale, pur in presenza di difficoltà operative, e minore diffusione di pratiche di rendicontazione sociale caratterizzano il settore nella regione rispetto al resto del Paese in un contesto di minore flessibilità occupazionale.  Il non profit umbro cresce a due cifre nell’ultimo decennio. Esso mostra dinamiche più sostenute della media nazionale per crescita di istituzioni (+32,3%) e per diffusione sul territorio, con un’incidenza rispetto alla popolazione residente pari a 70,7 istituzioni ogni 10mila abitanti (50,7 il dato nazionale). L’apporto del volontariato, così come il suo ritmo di espansione, è superiore a quello del resto del Paese; esso si concentra per quasi due terzi nel settore della Cultura, sport e ricreazione.  L’evoluzione interna del sistema economico regionale si è manifestata anche con un crescente apporto nell’offerta di servizi da parte delle imprese e del non profit con “effetti di sostituzione” tra pubblico e privato in termini di occupazione e unità economiche. 31 PERUGIA 14 MAGGIO 2014
  32. 32. Documentazione I dati sono disponibili in: • I.stat, il datawarehouse dell’Istat, al tema “Censimento industria, istituzioni pubbliche e non profit 2011”. Al datawarehouse si accede sia dalla home page di www.istat.it sia dal sito dedicato http://censimentoindustriaeservizi.istat.it/. • Nel report dell’evento di Presentazione dei primi risultati del 9°Censimento generale dell’industria e dei servizi e Censimento delle istituzioni non profit Roma, 11 luglio 2013 • Nel report dell’evento Check-up dell’Umbria alla luce dei dati censuari Perugia, 14 maggio 2014 32 PERUGIA 14 MAGGIO 2014
  33. 33. Grazie per l’attenzione Bianca Maria Martelli Ufficio territoriale per la Toscana e l’Umbria, ISTAT bmartelli@istat.it 33

×