Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

A.M.Conti, La politica monetaria e le nuove fonti di dati per la stima dell’inflazione

90 views

Published on

Istat Roma, Workshop Aula Magna, 21 settembre 2018
Gli scanner data e le statistiche sui prezzi al consumo: risultati e prospettive

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

A.M.Conti, La politica monetaria e le nuove fonti di dati per la stima dell’inflazione

  1. 1. La politica monetaria e le nuove fonti di dati per la stima dell’inflazione Antonio M. Conti (Servizio Congiuntura e politica monetaria - Divisione Analisi della congiuntura) Gli scanner data e le statistiche sui prezzi al consumo: risultati e prospettive 21 settembre 2018 (h. 10.30, Istat) Le opinioni espresse sono quelle dell’autore e non necessariamente riflettono quelle della Banca d’Italia
  2. 2. 2 1. Introduzione: il contesto macroeconomico 2. La ricerca economica e la letteratura più recente 3. L’attività di previsione e le implicazioni per le decisioni di politica monetaria 4. Le prospettive Outline
  3. 3. 3 Il quadro macroeconomico: l’inflazione Indice armonizzato dei prezzi al consumo – Area euro (dati mensili; variazioni tendenziali) • Considerevoli progressi verso il target del 2% • L’inflazione è in aumento, ma la componente di fondo resta su livelli contenuti • La moderata dinamica della core è generalizzata tra le maggiori economie dell’area euro; maggiore eterogeneità estendendo focus a 19 paesi membri Indice armonizzato dei prezzi al consumo – Paesi (dati mensili; variazioni tendenziali)
  4. 4. 4 • Progressi computazionali e tecnologici  possibilità di indagare le conseguenze macroeconomiche dell’eterogeneità nei comportamenti (e nelle dotazioni) di famiglie e imprese. • Prescrizioni di policy desumibili da analisi aggregata  non robuste all’estensione in cui si tiene esplicitamente conto della dispersione microeconomica • Esempi: eterogeneità d’impresa e produttività, informazioni granulari su domanda e offerta di lavoro, frequenza di aggiustamento dei prezzi e implicazioni per la politica monetaria… I micro dati e la ricerca economica
  5. 5. 5 Gli scanner data e la ricerca economica
  6. 6. 6 La ricerca economica…
  7. 7. 7 La ricerca economica…
  8. 8. 8 Conferenza di Jackson Hole 2018 «Changing Market Structures and Implications for Monetary Policy” • Impatto della concorrenza on line e di Internet sui comportamenti di fissazione dei prezzi e sull’inflazione aggregata negli USA • Aumento nella frequenza delle variazioni di prezzo • Più elevato pass-through dei prezzi del gas e delle fluttuazioni del cambio …incontra la policy (1)
  9. 9. 9 • Dataset mensile di 550.000-600.000 prezzi elementari (Istat) • Rispetto al periodo 1996-2001, in Italia negli anni più recenti è aumentata significativamente la frequenza degli aggiustamenti di prezzo (dal 9.5 al 15.5%) • Nella distribuzione moderna la flessibilità è più elevata non solo rispetto a quella tradizionale, ma anche nel confronto con il periodo 1996-2001 • La double-dip recession ha influenzato il meccanismo di aggiustamento dei prezzi: tagli più frequenti e aumenti più moderati per i beni industriali; nei servizi è diminuita sia la frequenza sia la size degli aumenti …incontra la policy (2)
  10. 10. 10 La Banca d’Italia utilizza i cosiddetti big data – tra le altre finalità – per costruire indicatori di attese di inflazione …incontra la policy (3)
  11. 11. 11 • Selezione di tweets con le keywords in basso (in italiano) • Metodologia di filtro dei messaggi sui social media (Twitter) sulle attese di inflazione • Informazione combinata in indicatori di aspettative e confronto con quelli tradizionalmente adottati Big data e aspettative di inflazione
  12. 12. 12 Big data e aspettative di inflazione
  13. 13. 13 Principali risultati • I tweets generano segnali attendibili sulle attese di inflazione • Gli indicatori costruiti comuovono in maniera significativa con quelli tradizionali • Allo stato attuale segnalano correttamente se le attese di inflazione puntino al rialzo o al ribasso, ma non sono informativi sul loro livello Big data e aspettative di inflazione
  14. 14. 14 Nel corso del 2018 l’inflazione è aumentata sia nell’area dell’euro sia in Italia, ma le previsioni mostrano ancora elevata incertezza Le previsioni d’inflazione Indice armonizzato dei prezzi al consumo – Area euro (dati trimestrali; variazioni percentuali sul periodo corrispondente) Indice armonizzato dei prezzi al consumo – Italia (dati trimestrali; variazioni percentuali sul periodo corrispondente; media mobile di 4 termini) Fonte: Bollettino Economico n.3, luglio 2018Fonte: Proiezioni macroeconomiche per l’area dell’euro Formulate dagli esperti della BCE, settembre 2018
  15. 15. 15 I prezzi degli alimentari trasformati in Italia Indice armonizzato dei prezzi al consumo (dati mensili; variazioni tendenziali) Negli ultimi mesi la dinamica dei prezzi degli alimentari lavorati ha avuto un impatto non trascurabile sull’inflazione italiana e sull’iter previsivo • Revisioni al ribasso tra preliminare (P) e definitivo (D)  -0.4% in media da gennaio • Core pressoché stabile e prezzi energetici in ascesa  monitoraggio accentuato
  16. 16. 16 Le prospettive 1. La dinamica dell’inflazione e la crescente attenzione rivolta dalla ricerca e dalla policy a un dettaglio sempre più fine per i prezzi preannunciano un forte sviluppo di analisi basate su micro e scanner data 2. Gruppi di lavoro congiunti nell’Eurosistema  PRISMA (PRIce Setting Micro Data Analysis). Mandato di analizzare, attraverso l’utilizzo di microdati, il possibile impatto del prolungato periodo di bassa inflazione sulle strategie di fissazione dei prezzi delle imprese e le implicazioni a livello aggregato 3. Risposta dei prezzi delle singole voci del paniere alle condizioni cicliche
  17. 17. 17 Riferimenti bibliografici 1. Cristina Angelico, Juri Marcucci, Marcello Miccoli, and Filippo Quarta, 2018. " Can We Measure Inflation Expectations Using Twitter? “, Banca d’Italia, mimeo. 2. Mark Bils & Peter J. Klenow & Benjamin A. Malin, 2012. "Reset Price Inflation and the Impact of Monetary Policy Shocks," American Economic Review, American Economic Association, vol. 102(6), pages 2798-2825, October. 3. Alberto Cavallo & Roberto Rigobon, 2016. "The Billion Prices Project: Using Online Prices for Measurement and Research," Journal of Economic Perspectives, American Economic Association, vol. 30(2), pages 151-178, Spring. 4. Alberto Cavallo, 2017."Are Online and Offline Prices Similar? Evidence from Large Multi-channel Retailers," American Economic Review, American Economic Association, vol. 107(1), pages 283- 303, January. 5. Silvia Fabiani & Mario Porqueddu, 2015. "Changing prices ... changing times: evidence for Italy,"Questioni di Economia e Finanza (Occasional Papers) 275, Bank of Italy, Economic Research and International Relations Area.
  18. 18. 18 Grazie per l’attenzione

×