Lamalattia

13,337 views

Published on

Il trattamento economico e normativo della malattia

  • Be the first to comment

Lamalattia

  1. 1. <ul><li>LA MALATTIA </li></ul><ul><li>trattamento normativo e giuridico </li></ul>SUSSIDIO DIDATTICO
  2. 2. LA MALATTIA Trattamento normativo e giuridico Il periodo di comporto Trattamento economico Adempimenti del lavoratore Potere di controllo Indennità economica a carico INPS
  3. 3. Trattamento normativo e giuridico <ul><li>Definizione </li></ul><ul><li>Per malattia deve intendersi uno stato patologico che comporta una incapacità lavorativa e la totale impossibilità temporanea alla prestazione. </li></ul>Approfondimenti su internet Trattamento normativo e giuridico Il periodo di comporto Trattamento economico Adempimenti del lavoratore Potere di controllo Indennità economica a carico INPS
  4. 4. Trattamento normativo e giuridico <ul><li>Effetto della malattia . </li></ul><ul><li>L’intervento della malattia determina una serie di conseguenze sul rapporto di lavoro i cui effetti sono regolati dall’art. 2110 e dall’art. 2120 del codice civile: </li></ul><ul><li>conservazione del posto di lavoro per un determinato periodo (periodo di comporto); </li></ul><ul><li>maturazione dell’anzianità di servizio; </li></ul><ul><li>maturazione del trattamento di fine rapporto; </li></ul><ul><li>maturazione delle ferie. </li></ul>Approfondimenti su internet Trattamento normativo e giuridico Il periodo di comporto Trattamento economico Adempimenti del lavoratore Potere di controllo Indennità economica a carico INPS
  5. 5. Il periodo di comporto <ul><li>Tipologie </li></ul><ul><li>Durante la malattia il lavoratore ha diritto alla conservazione del posto per un tempo determinato dalla legge, dai contratti collettivi, dagli usi e secondo equità. </li></ul><ul><li>Il periodo di comporto può essere: </li></ul><ul><li>secco : periodo massimo di conservazione del posto in presenza di una unica malattia; </li></ul><ul><li>per sommatoria : periodo massimo di conservazione del posto in presenza di più malattie. </li></ul>Approfondimenti su internet Trattamento normativo e giuridico Il periodo di comporto Trattamento economico Adempimenti del lavoratore Potere di controllo Indennità economica a carico INPS
  6. 6. Il periodo di comporto <ul><li>Licenziamento alla fine del comporto. </li></ul><ul><li>Decorso il termine del comporto (secco o per sommatoria) il datore di lavoro può recedere dal contratto dando al lavoratore regolare preavviso (di norma assolto mediante corresponsione della relativa indennità sostitutiva). </li></ul><ul><li>Il ministero del lavoro (attraverso la circolare 40/2005) ha precisato che all’autonomia collettiva è demandata la possibilità di escludere il periodo di comporto nelle particolari ipotesi di malattie lunghe, caratterizzate dalla necessità di cure post operatorie e terapie salvavita. </li></ul><ul><li>La contrattazione collettiva ha altresì la possibilità di prevedere in capo al lavoratore il diritto di richiedere al datore di lavoro il godimento di un ulteriore periodo di aspettativa non retribuita al fine di garantire una maggiore tutela del lavoratore allungando il periodo di conservazione del posto di lavoro. </li></ul>Approfondimenti su internet Trattamento normativo e giuridico Il periodo di comporto Trattamento economico Adempimenti del lavoratore Potere di controllo Indennità economica a carico INPS
  7. 7. Trattamento economico <ul><li>La norma </li></ul><ul><li>Le indennità di malattia sono corrisposte agli aventi diritto a cura dei datori di lavoro all’atto della corresponsione della retribuzione per il periodo di paga durante il quale il lavoratore ha ripreso l’attività lavorativa, fermo restando l’obbligo del datore di lavoro di corrispondere anticipazioni a norma dei contratti collettivi e, in ogni caso, non inferiori al 50% della retribuzione del mese precedente, salvo conguaglio. </li></ul><ul><li>Il datore di lavoro può comunque anticipare le suddette indennità nella misura integrale spettante nel mese di assenza, criterio ormai adottato dalla generalità delle aziende e regolamentato dai CCNL. </li></ul>Approfondimenti su internet Trattamento normativo e giuridico Il periodo di comporto Trattamento economico Adempimenti del lavoratore Potere di controllo Indennità economica a carico INPS
  8. 8. Trattamento economico <ul><li>Conguaglio </li></ul><ul><li>Le indennità economiche anticipate dal datore di lavoro per conto dell’INPS sono poste a conguaglio con i contributi e le altre somme, relative al mese di pagamento delle indennità, dovute all’Istituto stesso, attraverso il modello D.M. 10/2. </li></ul><ul><li>Somme a carico del datore di lavoro </li></ul><ul><li>Sono invece a carico del datore di lavoro le indennità di malattia da corrispondere ai lavoratori ammalati aventi qualifica di impiegato e quadro, con esclusione di quelli del settore terziario, nonché le retribuzioni integrative delle indennità INPS previste dalla contrattazione collettiva. </li></ul>Approfondimenti su internet Trattamento normativo e giuridico Il periodo di comporto Trattamento economico Adempimenti del lavoratore Potere di controllo Indennità economica a carico INPS
  9. 9. Adempimenti del lavoratore <ul><li>Comunicazione dell’azienda. </li></ul><ul><li>L’assenza dal lavoro per malattia deve essere comunicata al datore di lavoro con tempestività. </li></ul><ul><li>La contrattazione collettiva di norma stabilisce termini e modalità. </li></ul><ul><li>Obbligo di certificazione. </li></ul><ul><li>Ai fini del pagamento dell’indennità di malattia l’infermità comportante incapacità lavorativa deve essere documentata dal lavoratore mediante certificazione sull’inizio e la durata presunta della malattia rilasciata dal medico curante in duplice copia su apposito modulo. </li></ul><ul><li>Per medico curante deve intendersi, salvo diversa indicazione della regione: </li></ul><ul><li>il medico scelto dal lavoratore a norma della convenzione unica; </li></ul><ul><li>il medico specialista e il medico universitario; </li></ul><ul><li>il medico di accettazione ospedaliera e/o di casa di cura convenzionata; </li></ul><ul><li>il libero professionista che assumesse il lavoratore in caso di urgenza. </li></ul>Approfondimenti su internet Trattamento normativo e giuridico Il periodo di comporto Trattamento economico Adempimenti del lavoratore Potere di controllo Indennità economica a carico INPS
  10. 10. Adempimenti del lavoratore <ul><li>Modulistica . </li></ul><ul><li>A decorrere dal 1° gennaio 1992, la certificazione di malattia deve essere redatta utilizzando i moduli a lettura ottica stabiliti dal D.M. del 30/9/1991. </li></ul><ul><li>Sono valide le certificazioni dei medici inseriti nelle ASL. </li></ul><ul><li>Nei casi di ricovero in luogo di cura i certificati rilasciati dalle amministrazioni del luogo di cura medesimo sostituiscono, a tutti gli effetti, la certificazione rilasciata dal medico curante. </li></ul><ul><li>L’omissione delle indicazioni dell’indirizzo del lavorato nella certificazione di malattia comporta la perdita totale dell’indennità di malattia fino a quando non venga segnalato l’indirizzo mancante o incompleto. </li></ul><ul><li>Il datore di lavoro deve tenere a disposizione e produrre, a richiesta dell’INPS le certificazioni in suo possesso. La certificazione va conservata per un periodo di 10 anni. </li></ul>Approfondimenti su internet Trattamento normativo e giuridico Il periodo di comporto Trattamento economico Adempimenti del lavoratore Potere di controllo Indennità economica a carico INPS
  11. 11. Adempimenti del lavoratore <ul><li>Invio della certificazione . </li></ul><ul><li>Le due copie della certificazione di inizio e di continuazione della malattia devono essere trasmesse o recapitate a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento al datore di lavoro (attestazione indicante la data di inizio o di prosecuzione della malattia e la presunta durata della medesima) ed alla sede territoriale INPS competente (diagnosi) a cura del lavoratore entro i due giorni successivi a quello del loro rilascio. </li></ul><ul><li>Se il giorno di scadenza del termine è festivo, a scadenza è prorogata al primo giorno seguente non festivo. </li></ul><ul><li>Non devono inviare all’INPS alcuna certificazione i lavoratori che non hanno titolo a a percepire l’indennità di malattia a carico dell’INPS (ad esempio Impiegati Industria e lavoratori domestici). </li></ul>Approfondimenti su internet Trattamento normativo e giuridico Il periodo di comporto Trattamento economico Adempimenti del lavoratore Potere di controllo Indennità economica a carico INPS
  12. 12. Potere di controllo <ul><li>Le visite di controllo . </li></ul><ul><li>Le visite mediche di controllo domiciliare sono effettuate entro lo stesso giorno della richiesta. </li></ul><ul><li>Si ricorda che il datore di lavoro per poter controllare lo stato di salute di un proprio dipendente lo deve fare attraverso la struttura pubblica competente (ASL) richiedendo la visita medica di controllo. </li></ul><ul><li>Le visite mediche di controllo possono essere chieste anche direttamente all’INPS presso il quale sono state istituite apposite liste di medici. </li></ul><ul><li>La richiesta deve essere fatta per iscritto ma per esigenze di tempestività la richiesta può essere avanzata anticipatamente per telefono. </li></ul>Approfondimenti su internet Trattamento normativo e giuridico Il periodo di comporto Trattamento economico Adempimenti del lavoratore Potere di controllo Indennità economica a carico INPS
  13. 13. Potere di controllo <ul><li>Obbligo di reperibilità . </li></ul><ul><li>Sono state stabilite due fasce orarie di reperibilità dei lavoratori (dal 2007 anche per gli apprendisti) ai fini della visita medica domiciliare e precisamente: </li></ul><ul><li>dalle ore 10.00 alle ore 12.00; </li></ul><ul><li>dalle ore 17.00 alle ore 19.00. </li></ul><ul><li>Le predette fasce valgono per tutti i giorni compresi i domenicali o festivi. I contratti collettivi non possono prevedere fasce orarie differenti da queste. </li></ul>Approfondimenti su internet Trattamento normativo e giuridico Il periodo di comporto Trattamento economico Adempimenti del lavoratore Potere di controllo Indennità economica a carico INPS
  14. 14. Potere di controllo <ul><li>Assenza alla visita di controllo . </li></ul><ul><li>La mancata effettuazione della visita di controllo per assenze del lavoratore determina una visita ambulatoriale. </li></ul><ul><li>La mancata reperibilità (si considera assente ai fini dell’applicazione delle sanzioni il lavoratore che ritorni alla propria abitazione prima del definitivo allontanamento del medico) del lavoratore alla visita medica domiciliare fa scattare delle sanzioni e cioè: </li></ul><ul><li>perdita totale dell’indennità per i primi 10 giorni; </li></ul><ul><li>perdita del 50% dell’indennità per i restanti giorni. </li></ul>Approfondimenti su internet Trattamento normativo e giuridico Il periodo di comporto Trattamento economico Adempimenti del lavoratore Potere di controllo Indennità economica a carico INPS
  15. 15. Indennità economica a carico INPS <ul><li>Decorrenza dell’indennità . </li></ul><ul><li>L’indennità giornaliera di malattia spetta dal quarto giorno di malattia (la non indennizzabilità dei primi tre giorni è correntemente indicata con il termine di “ carenza ”). Qualora il primo giorno di malattia coincida con l’ultimo giorno lavorato l’indennità decorre ugualmente dal quarto giorno di malattia. </li></ul><ul><li>Il quarto giorno di malattia deve essere computato dalla data di inizio della malattia dichiarata nella certificazione medica. Questa data non può essere anteriore più di un giorno da quello in cui è avvenuta la visita medica. </li></ul><ul><li>Non si fa luogo della carenza in caso di ricaduta nella stessa malattia o altra consequenziale intervenuta entro 30 giorni dalla data di guarigione della malattia precedente. </li></ul>Approfondimenti su internet Trattamento normativo e giuridico Il periodo di comporto Trattamento economico Adempimenti del lavoratore Potere di controllo Indennità economica a carico INPS
  16. 16. Indennità economica a carico INPS <ul><li>Periodi coperti dall’indennità . </li></ul><ul><li>L’indennità di malattia è dovuta per le giornate indennizabili comprese in un periodo massimo di 180 giorni di malattia in una anno solare. </li></ul><ul><li>Il periodo massimo si computa sommando tutte le giornate di malattia dell’anno solare ivi comprese quelle per le quali l’indennità non è stata corrisposta (giorni di carenza, giorni festivi, ecc.). </li></ul><ul><li>Giornate indennizzabili : </li></ul><ul><li>Operai : Giornate feriali comprese nel periodo di malattia. </li></ul><ul><li>Impiegati commercio: tutte le giornate comprese nel periodo di malattia con esclusione delle festività nazionali ed infrasettimanali cadenti di domenica. </li></ul>Approfondimenti su internet Trattamento normativo e giuridico Il periodo di comporto Trattamento economico Adempimenti del lavoratore Potere di controllo Indennità economica a carico INPS
  17. 17. Indennità economica a carico INPS <ul><li>Ammontare dell’indennità . </li></ul><ul><li>Agli operai, agli addetti al commercio con qualifica di impiegati e dal 2007 agli apprendisti l’indennità giornaliera di malattia spetta in misura pari a: </li></ul><ul><li>al 50% della retribuzione media globale giornaliera per le giornate indennizzabili comprese nei primi 20 giorni di malattia: </li></ul><ul><li>al 66,66% della retribuzione media globale giornaliera per le giornate a decorrere dal 21° giorno di malattia qualora questa si prolunghi, continuamente o per ricaduta, oltre il 20° giorno. </li></ul>Approfondimenti su internet Operai ed Impiegati Tra il 4° e il 20° giorno Tra il 21° e il 180° gionro 50% 66,66% Trattamento normativo e giuridico Il periodo di comporto Trattamento economico Adempimenti del lavoratore Potere di controllo Indennità economica a carico INPS
  18. 18. Indennità economica a carico INPS <ul><li>Modalità di calcolo . </li></ul><ul><li>Il punto di partenza è costituito dalla retribuzione e dalle giornate retribuite nel corso del mese immediatamente precedente l’inizio della malattia . </li></ul><ul><li>Se il lavoratore non può far valere un mese di lavoro deve prendersi in considerazione la retribuzione spettante per il periodo di lavoro prestato. </li></ul><ul><li>Per retribuzione si intende quella imponibile agli effetti dei contributi di malattia che sia riferita al periodo di paga immediatamente precedente l’inizio della malattia quindi, solitamente, l’imponibile contributivo del mese di riferimento, compresi eventuali importi corrisposti a titolo di straordinario e/o maggiorazioni, nonché della quota imponibile di eventuali diarie per trasferte effettuate nel periodo di riferimento. </li></ul><ul><li>Non si tiene conto di eventuali somme erogate nel periodo di riferimento, ma di competenza di un altro periodo (ad esempio arretrati mesi precedenti, straordinari o maggiorazioni relative a mesi precedenti). </li></ul>Approfondimenti su internet Trattamento normativo e giuridico Il periodo di comporto Trattamento economico Adempimenti del lavoratore Potere di controllo Indennità economica a carico INPS
  19. 19. Indennità economica a carico INPS <ul><li>Modalità di calcolo . </li></ul><ul><li>Il punto di partenza è costituito dalla retribuzione e dalle giornate retribuite nel corso del mese immediatamente precedente l’inizio della malattia . </li></ul><ul><li>Se il lavoratore non può far valere un mese di lavoro deve prendersi in considerazione la retribuzione spettante per il periodo di lavoro prestato. </li></ul><ul><li>Per retribuzione si intende quella imponibile agli effetti dei contributi di malattia che sia riferita al periodo di paga immediatamente precedente l’inizio della malattia quindi, solitamente, l’imponibile contributivo del mese di riferimento , compresi eventuali importi corrisposti a titolo di straordinario e/o maggiorazioni, nonché della quota imponibile di eventuali diarie per trasferte effettuate nel periodo di riferimento. </li></ul><ul><li>Non si tiene conto di eventuali somme erogate nel periodo di riferimento, ma di competenza di un altro periodo (ad esempio arretrati mesi precedenti, straordinari o maggiorazioni relative a mesi precedenti). </li></ul>Approfondimenti su internet Trattamento normativo e giuridico Il periodo di comporto Trattamento economico Adempimenti del lavoratore Potere di controllo Indennità economica a carico INPS
  20. 20. Indennità economica a carico INPS <ul><li>Retribuzione media globale giornaliera . </li></ul><ul><li>Per quanto riguarda le mensilità aggiuntive ed altre erogazioni assimilabili, si tiene conto di tutte le erogazioni a carattere ricorrente non facenti parte della retribuzione corrente mensile. Ovviamente si considerano unicamente gli importi soggetti a contribuzione quindi, ad esempio, non si tiene conto dei premi di risultati esclusi dalla contribuzione ordinaria. </li></ul>Approfondimenti su internet Elementi Fissi Minimo Tabellare E.D.R. Scatti Supermini Ad personam Altri elementi utili per calcolo mensilità aggiuntive Contingenza Terzo elemento Trattamento normativo e giuridico Il periodo di comporto Trattamento economico Adempimenti del lavoratore Potere di controllo Indennità economica a carico INPS
  21. 21. Indennità economica a carico INPS <ul><li>Giornate indennizzabili . </li></ul><ul><li>Operai : L’indennità spetta per tutti i giorni feriali compresi nel periodo di malattia. Sono pertanto escluse le domeniche e le festività nazionali ed infrasettimanali. </li></ul><ul><li>Impiegati : L’indennità spetta per tutti i giorni compresi nel periodo di malattia. Sono pertanto escluse solamente le festività cadenti di domenica. </li></ul>Approfondimenti su internet Operaio Impiegato Giornate indennizzate Giornate indennizzate dal lunedì al sabato domenica e festività dal lunedì alla domenica festività cadenti di domenica Giornate non indennizzate Giornate non indennizzate Trattamento normativo e giuridico Il periodo di comporto Trattamento economico Adempimenti del lavoratore Potere di controllo Indennità economica a carico INPS
  22. 22. Indennità economica a carico INPS <ul><li>Divisori . </li></ul><ul><li>Operai : Numero delle giornate lavorate o comunque retribuite comprese nel mese considerato. Ad esempio oltre alle giornate lavorate: festività godute, ferie godute, permessi retribuiti, nonché la sesta giornata in caso di settimana corta. </li></ul><ul><li>In caso di operai mensilizzati si utilizza il divisore 26. </li></ul><ul><li>Impiegati : Il valore fisso in presenza di mese intero lavorato è di 30. </li></ul><ul><li>In caso contrario (mese lavorato solo parzialmente) il divisore sarà dato dalle giornate di calendario (comprensivo delle domeniche cadenti nel periodo lavorato). </li></ul>Approfondimenti su internet Trattamento normativo e giuridico Il periodo di comporto Trattamento economico Adempimenti del lavoratore Potere di controllo Indennità economica a carico INPS

×