La retribuzione

19,536 views

Published on

Una breve introduzione alla retribuzione

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
19,536
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
228
Actions
Shares
0
Downloads
290
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • La retribuzione

    1. 1. <ul><li>LA RETRIBUZIONE </li></ul><ul><li>introduzione al concetto di retribuzione </li></ul>SUSSIDIO DIDATTICO
    2. 2. Introduzione Nozione e requisiti Determinazione della retribuzione Struttura della retribuzione Forme di retribuzione
    3. 3. La Costituzione <ul><li>La Costituzione . </li></ul><ul><li>Art. 36 </li></ul><ul><li>Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un'esistenza libera e dignitosa. </li></ul><ul><li>La durata massima della giornata lavorativa è stabilita dalla legge. </li></ul><ul><li>Il lavoratore ha diritto al riposo settimanale e a ferie annuali retribuite, e non può rinunziarvi. </li></ul>Approfondimenti su internet Nozioni e requisiti Determinazione della retribuzione Struttura della retribuzione Forme di retribuzione
    4. 4. Il codice civile <ul><li>Il codice civile . </li></ul><ul><li>Art. 2099 – Retribuzione </li></ul><ul><li>La retribuzione del prestatore di lavoro può essere stabilita a tempo o a cottimo e deve essere corrisposta [nella misura determinata dalle norme corporative], con le modalità e nei termini in uso nel luogo in cui il lavoro viene eseguito. </li></ul><ul><li>In mancanza [di norme corporative o] di accordo tra le parti, la retribuzione è determinata dal giudice, tenuto conto, ove occorra, del parere delle [associazioni professionali]. </li></ul><ul><li>Il prestatore di lavoro può anche essere retribuito, in tutto o in parte, con partecipazione agli utili, con provvigione o con prestazioni in natura. </li></ul>Approfondimenti su internet Nozioni e requisiti Determinazione della retribuzione Struttura della retribuzione Forme di retribuzione
    5. 5. Determinazione della retribuzione <ul><li>Determinazione della retribuzione . </li></ul><ul><li>La retribuzione deve essere determinata dai contratti collettivi oppure dagli accordi tra le parti e, in mancanza di entrambi, dal giudice che deve tenere conto del parere dell’associazione professionale. </li></ul><ul><li>Parità di retribuzione fra uomini e donne . </li></ul><ul><li>La Costituzione ed articoli di legge stabiliscono che lavoratrice e lavoratore a parità di mansioni debbano ricevere la medesima retribuzione. </li></ul>Approfondimenti su internet Nozioni e requisiti Determinazione della retribuzione Struttura della retribuzione Forme di retribuzione
    6. 6. I contratti collettivi <ul><li>I Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro - definizione . </li></ul><ul><li>I contratti collettivi sono accordi tra i sindacati dei lavoratori e i sindacati degli imprenditori o singoli imprenditori, allo scopo di disciplinare gli aspettii principali del rapporto di lavoro individuale. </li></ul><ul><li>Di solito i contratti collettivi, accanto ad una parte obbligatoria riguardante gli impegni assunti reciprocamente dalle organizzazioni sottoscrivono l’accordo, comprendendo anche una parte normativa , che riguarda più specificatamente le regole che i contratti individuali di lavoro stipulati tra il singolo datore di lavoro e il singolo lavoratore devono osservare. </li></ul>Nozioni e requisiti Determinazione della retribuzione Struttura della retribuzione Forme di retribuzione
    7. 7. I contratti collettivi <ul><li>Nella parte normativa vengono disciplinati: </li></ul><ul><li>Gli aspetti economici , relativi alle condizioni retributive (stipendio, indennità e mensilità aggiuntive, premi ecc…) </li></ul><ul><li>Gli aspetti normativi in senso stretto, relativi alle condizioni di lavoro (orario, ferie, inquadramento, sicurezza, igiene del lavoro, ecc…) </li></ul><ul><li>In relazione ai soggetti stipulanti si distinguono in: </li></ul><ul><li>Nazionali o di categoria ( primo livello contrattuale ), quando vengono conclusi dalle organizzazioni sindacali nazionali dei lavoratori e dei datori di lavoro di un determinato settore (per es. settore CHIMICO, settore INDUSTRIA METALMECCANICA) </li></ul><ul><li>Aziendali o integrativi ( secondo livello contrattuale ), quando vengono conclusi tra le organizzazioni sindacali dei lavoratori e un singolo imprenditore ed hanno la funzione di integrare quelli nazionali, adattandoli alle singole imprese. </li></ul>Nozioni e requisiti Determinazione della retribuzione Struttura della retribuzione Forme di retribuzione
    8. 8. I contratti collettivi <ul><li>Durata </li></ul><ul><li>La generalità dei contratti collettivi contiene una clausola di durata con la previsione che, in caso di scadenza senza che sia intervenuto un nuovo contratto, il precedente continua ad esplicitare i suoi effetti, con la conseguenza che il datore di lavoro è obbligato ad applicarli, anche nei confronti dei nuovi assunti, dopo la scadenza. </li></ul><ul><li>I contratti collettivi nazionali hanno di norma la seguente durata: </li></ul><ul><li>parte normativa, aspetti economici: 2 anni; </li></ul><ul><li>parte normativa, aspetti normativi: 4 anni. </li></ul><ul><li>In caso di mancato rinnovo del contratto entro un determinato periodo, è prevista l’erogazione a favore dei lavoratori di un elemento provvisiorio della retribuzione, a titolo di vacanza contrattuale , pari a: </li></ul><ul><li>30% del tasso programmato di inflazione per periodo pari a 3 mesi; </li></ul><ul><li>50% del tasso programmato di inflazione per periodo pari a 6 mesi. </li></ul>Nozioni e requisiti Determinazione della retribuzione Struttura della retribuzione Forme di retribuzione
    9. 9. Struttura della retribuzione <ul><li>Classificazione . </li></ul><ul><li>Gli elementi che compongono la retribuzione possono essere molteplici, normalmente regolati dai CCNL, e possono essere: </li></ul><ul><li>in denaro </li></ul><ul><li>in natura </li></ul>Approfondimenti su internet Nozioni e requisiti Determinazione della retribuzione Struttura della retribuzione Forme di retribuzione
    10. 10. Struttura della retribuzione <ul><li>Classificazione . </li></ul><ul><li>Gli elementi della retribuzione possono essere classificati in: </li></ul><ul><li>continuativi </li></ul><ul><li>Corrisposti sistematicamente ad ogni periodo di paga </li></ul><ul><li>Utili per retribuire i periodi nei quali non vi è effettiva prestazione lavorativa </li></ul><ul><li>occasionali o non continuativi </li></ul><ul><li>Corrisposti una volta tanto o a carattere straordinario </li></ul>Approfondimenti su internet Nozioni e requisiti Determinazione della retribuzione Struttura della retribuzione Forme di retribuzione
    11. 11. Retribuzione differita <ul><li>Definizione </li></ul><ul><li>Quei compensi che invece di essere corrisposti unitamente alla retribuzione corrente vengono erogati periodicamente a scadenze prefissate durante l’anno oppure a fine rapporto. </li></ul>tredicesima quattordicesima TFR Indennità sostitutiva del preavviso Approfondimenti su internet Nozioni e requisiti Determinazione della retribuzione Struttura della retribuzione Forme di retribuzione
    12. 12. Forme di retribuzione <ul><li>Tipologie </li></ul><ul><li>La retribuzione può essere corrisposta al prestatore di lavoro sotto diverse forme (anche in forma mista), in particolare: </li></ul><ul><li>a tempo (commisurata alla durata della prestazione lavorativa); </li></ul><ul><li>a cottimo (commisurata al risultato della prestazione lavorativa); </li></ul><ul><li>in natura (corresponsione di beni e servizi in luogo del denaro); </li></ul><ul><li>a partecipazione agli utili (legata al risultato dell’impresa); </li></ul><ul><li>a provvigioni (commisurata al prodotto venduto, affari trattati o conclusi). </li></ul>Approfondimenti su internet Nozioni e requisiti Determinazione della retribuzione Struttura della retribuzione Forme di retribuzione
    13. 13. Forme di retribuzione <ul><li>Retribuzione mensile e oraria </li></ul><ul><li>IMPIEGATI . Per gli impiegati i contratti collettivi stabiliscono una retribuzione fissa mensile che deve essere corrisposta alla fine di ogni periodo di paga a prescindere che il mese abbia 28 giorni, oppure 30 giorni, oppure 31 giorni. </li></ul><ul><li>Questa retribuzione può essere frazionata in retribuzione giornaliera o oraria utilizzando dei coefficienti che possono variare settore per settore (indicati nel CCNL di riferimento). </li></ul><ul><li>Il frazionamento è importante per determinare la retribuzione da erogare a chi non ha tutto il periodo di paga lavorato e per quantificare il lavoro straordinario e altre forme di retribuzione. </li></ul><ul><li>OPERAI . Gli operai vengono di norma retribuiti in relazione alle ore prestate e la relativa retribuzione orari viene determinata dividendo il mensile previsto dal CCNL per il coefficiente (es: 168, 173). </li></ul><ul><li>Diversi contratti prevedono una retribuzione mensilizzata anche per gli operai. </li></ul>Approfondimenti su internet Nozioni e requisiti Determinazione della retribuzione Struttura della retribuzione Forme di retribuzione

    ×