Guidaambientecooperativo

630 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
630
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
116
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Guidaambientecooperativo

  1. 1. L’ambiente cooperativo supportato dalle nuove tecnologie breve guida alla suddivisione in ruoli cooperativi on line
  2. 2. GUDIA RUOLI COOPERATIVI A.D.I.S.P. “CFP”: AUXILIUM TOL’ambiente cooperativo supportato dalle nuove tecnologie.La innovazione metodologica ADI.SP. (Ambiente Didattico Innovativo per lo Sviluppo dellaProfessionalità) si pone lo scopo di portare il gruppo classe a raggiungere diversi obiettivi .Tra questi è molto importante citare il seguente:• Apprendimento Cooperativo supportato dall’E-Learning, ovvero cercare di permettere agli allievi di prendere piena coscienza dell’utilizzo cooperativo delle nuove tecnologie, pertanto divenire consapevoli degli elementi caratterizzanti l’apprendimento cooperativo e dei punti di forza e delle possibilità offerte dall’affrontare un percorso di crescita professionale in Formazione A Distanza e/o in e-learning.Per raggiungere questo obiettivo è fondamentale aiutare gli allievi a divenire parte di ungruppo classe che sia abituato a lavorare in un ambiente didattico cooperativo esupportato dalle nuove tecnologie.Un ambiente di lavoro che permetta di agire le proprie abilità nel rispettodell’interdipendenza positiva, della responsabilità individuale, dell’interazionepromozionale faccia a faccia mediata dalle TIC, dello sviluppo delle proprie abilità sociali edella revisione di gruppo e della valutazione del singolo e del gruppo.Per fare questo la classe può venire organizzata in maniera che ciascun allievoassuma un ruolo cooperativo e che ogni ruolo possa essere agito grazie al supportodelle nuove tecnologie ed in particolare da strumenti tipici della formazione a distanza eda strumenti collaborativi del cosiddetto web 2.0.Gli strumenti messi in gioco per raggiungere tali obiettivi saranno:• La piattaforma per la FAD – MAESTRA (http://www.maestra.net);• La comunità virtuale di apprendimento – GOOGLE (https://www.google.com/accounts/);• Strumenti collaborativi tipici del WEB 2.0 (indirizzi vari).La gestione della classe.ogni allievo acquisisce un ruolo cooperativo:Ruolo Sintesi 3 coppie Blog – Word – Google DocsRuolo Glossario 1 coppia Google Docs – WordRuolo Pari Opportunità e Sic. 1 coppia Forum Maestra - GDocs/GCalendarRuolo Aziende del settore 1 coppia Google Docs/SpreadsheetRuolo Materiali didattici 2 coppie Google SpreadsheetRuolo Elementi sostenibilità 1 coppia Blog, Google Presently, Power PointMateriale didattico COFINANZIATO DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 2/13
  3. 3. GUDIA RUOLI COOPERATIVI A.D.I.S.P. “CFP”: AUXILIUM TODettaglio dei ruoli:Ruolo Sintesi (1 gruppo di 6 allievi): Coloro che svolgono questo ruolo si occupano diraccontare le giornate di corso “vissute”, ovvero tenere un diario di bordo delle lezioni.Per permettere di dare la possibilità di avere il tempo necessario per agire al meglio ilruolo, questo viene ricoperto da tre coppie di allievi.I sei allievi trovano un accordo per la suddivisione delle giornate.Lo strumento per donare l’evidenza di questo ruolo è rappresentato da un POST sulBLOG del corso.Il racconto deve avvenire attraverso un post pubblicato sul blog del corso.Il post deve contenere una immagine (inserita all’inizio del testo sulla sinistra) ed untesto (vedi spiegazione ed esempio qui di seguito). Il post deve essere aperto nellagiornata alla quale si riferisce e pubblicato entro due o tre giorni. Deve avere comeetichette o tag obbligatorie la parola DIARIO e la data della giornata nel seguente formatogg/mm/aaaa, e la sigla del corso PMI. Ogni post deve raccontare che cosa è avvenutodurante le giornate di lezione. Dalla sua lettura si deve comprendere per ciascuna giornatala suddivisione delle ore, quale formatore/trice ha svolto le lezioni in ciascuna ora, checosa è stato “fatto” durante le ore di lezione.L’obiettivo di contenuto di questo ruolo è quello di condividere la realizzazione diun diario giornaliero del corso che permetta sia a chi non ha partecipato alla lezionein quanto assente sia a chi era presente di conoscere o ricordare quanto è statosvolto in quella giornata.L’obiettivo di competenza trasversale di questo ruolo è quello di imparare arielaborare l’attività vissuta e di migliorare la propria capacità di sintesi. Predisporreuna attività ed essere in grado di riconoscere le priorità oltre al saper pubblicare unpost su un blog.Es: Lunedì mattina. Le prime due ore abbiamo lavorato con Silvio Grosso sul pacchetto applicativoExcel. Prima di tutto ci ha spiegato le funzioni Somma e Media e poi abbiamo realizzato unesercitazione al PC. Dalle 10 alle 14 abbiamo lavorato con Fabio D’anghela sul bilanciod’esercizio….Materiale didattico COFINANZIATO DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 3/13
  4. 4. GUDIA RUOLI COOPERATIVI A.D.I.S.P. “CFP”: AUXILIUM TORuolo Glossario (1 coppia di allievi): Coloro che svolgono questo ruolo devonocondividere la realizzazione di un GLOSSARIO collaborativo utile per la propria figuraprofessionale.Questo ruolo può essere agito da una unica coppia di allievi.Lo strumento per donare l’evidenza di questo ruolo è rappresentato da una o più vociinserite nel GOOGLE DOCS del corso relativo al glossario.Il glossario deve essere realizzato utilizzando il documento di testo condiviso di GOOGLEDOCS dal titolo GLOSSARIO.Ogni coppia nella propria settimana di lavoro deve inserire almeno 4 voci nel glossario.Le voci possono essere inserite a piacere. Non possono naturalmente ripetersi. Devonoessere “autentiche” pertanto si può prendere spunto per la loro stesura da libri, sitiinternet, pubblicazioni e quant’altro ma bisogna inserire il contenuto usando parole proprie.Il glossario deve essere ordinato in ordine alfabetico di voce.L’obiettivo di contenuto di questo ruolo è quello di condividere la realizzazione diun glossario che permetta a fine corso di avere a disposizione di ciascun allievo delcorso un valido strumento di lavoro.L’obiettivo trasversale di questo ruolo è quello di acquisire la capacità di realizzareun lavoro di gruppo ed essere in grado di produrre un sapere condiviso. Delinearestrategie per la ricerca di informazioni, analizzare informazioni ed organizzarle inmaniera logica.Il glossario realizzato attraverso il file GLOSSARIO verrà pubblicato on line e reso visibiletramite un link raggiungibile dal blog del corso.Es: Indennità di vacanza contrattuale. L’indennità di vacanza contrattuale è un elemento dellaretribuzione offerto al dipendente per ripagarlo del disagio di non aver ricevuto l’aggiornamentoretributivo del proprio CCNL scaduto. Può essere una cifra fissa forfetaria o una percentuale di altrielementi retributivi quali il minimo tabellare.Materiale didattico COFINANZIATO DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 4/13
  5. 5. GUDIA RUOLI COOPERATIVI A.D.I.S.P. “CFP”: AUXILIUM TORuolo Pari Opportunità e Sicurezza (1 coppia di allievi): Coloro che svolgonoquesto ruolo si devono occupare di ricercare e pubblicare informazioni e dati relativi allepari opportunità e/o alla sicurezza sul posto di lavoro. Devono anche rivestire la funzionedi referente per le pari opportunità e per la sicurezza per la propria classe.Pertanto dovranno ricercare su internet o attraverso altri canali delle informazioni relativealle pari opportunità e/o alla sicurezza sul posto di lavoro al fine di poter pubblicare sulblog del corso un post settimanale (almeno un post) utile per formare sull’argomento sestessi e i propri colleghi.Questo ruolo può essere agito da una unica coppia di allievi.Lo strumento per donare l’evidenza di questo ruolo è rappresentato dal BLOG del corso epiù precisamente dai post settimanali pubblicati sullo stesso. Si consiglia l’utilizzo digoogle presently per eventuali presentazioni on line oppure del servizio slideshare.Ogni post inserito deve contenere una immagine relativa all’argomento trattato e leinformazioni che si intende divulgare. Ogni post deve avere delle etichette o tag tra cuiobbligatoriamente l’etichetta “pari opportunità e sicurezza”.L’obiettivo di contenuto di questo ruolo è quello di condividere un aggiornamentoed un approfondimento relativi al tema delle pari opportunità che permetta a finecorso di avere a disposizione di ciascun allievo del corso un valido strumento dilavoro.L’obiettivo trasversale di questo ruolo è quello di acquisire la capacità di realizzareun lavoro di ricerca e sintesi di dati reperiti su internet ed essere in grado diprodurre un sapere condiviso. Delineare strategie per la ricerca di informazioni,analizzare informazioni ed organizzarle in maniera logica.I post pubblicati sono visibili sul blog del corso.Chi agisce questo ruolo assume le vesti del referente pari opportunità della classe.Materiale didattico COFINANZIATO DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 5/13
  6. 6. GUDIA RUOLI COOPERATIVI A.D.I.S.P. “CFP”: AUXILIUM TORuolo Aziende del settore (1 coppia di allievi): Coloro che svolgono questo ruolo sioccupano di collaborare alla realizzazione di un documento di testo condiviso checontenga un elenco ragionato e dettagliato di aziende “ideali” per ospitare in stage edeventualmente assumere gli allievi di questo percorso formativo.Lo strumento per donare l’evidenza di questo ruolo è rappresentato da una o più vociinserite nel GOOGLE DOCS del corso relativo alle aziende del settore.Il documento deve essere realizzato utilizzando il documento di testo condiviso diGOOGLE DOCS dal titolo AZIENDE.Ogni coppia nella propria settimana di lavoro deve inserire l’indicazione di 2 o più aziendenel documento.Le aziende possono essere inserite a piacere. Non possono naturalmente ripetersi. Leindicazioni minime per ciascuna azienda sono la Ragione Sociale, l’indirizzo, il telefono, ilfax, la e-mail, la tipologia di azienda ed una breve descrizione della stessa.Le informazioni possono essere ricavate da internet o attraverso altri mezzi e strumentiideati e pensati dalla coppia che agisce il ruolo.L’obiettivo di contenuto di questo ruolo è quello di condividere la realizzazione diun documento che permetta prima dello stage ed al termine del corso di avere adisposizione del gruppo un valido elenco di aziende del settore.L’obiettivo trasversale di questo ruolo è quello di essere in grado di affrontare inmaniera attiva e coerente la domanda e l’offerta di lavoro per la propria figuraprofessionale. Delineare strategie per la ricerca di informazioni, analizzareinformazioni ed organizzarle in maniera logica.Il documento realizzato con un documento condiviso verrà pubblicato on line e resovisibile tramite un link raggiungibile dal blog del corso.Materiale didattico COFINANZIATO DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 6/13
  7. 7. GUDIA RUOLI COOPERATIVI A.D.I.S.P. “CFP”: AUXILIUM TORuolo Materiali didattici (1 coppia di allievi): Coloro che svolgono questo ruolo sidevono occupare di mettere a disposizione attraverso una tabella realizzata con GOOGLESPREADSHEET l’elenco completo dei materiali didattici forniti durante le lezioni daiformatori.Chi agisce il ruolo deve raccogliere il materiale cartaceo eventualmente fornito daiformatori e conservarlo per poterlo consegnare ai compagni di corso assenti in quellagiornata. Il materiale cartaceo va conservato ed ordinato nell’apposito raccoglitore.L’indice del materiale deve anche essere messo a disposizione on line tramite il GOOGLESPREADSHEET.I materiali devono essere numerati con numero progressivo. Per ogni materiale bisognainserire l’argomento che può essere scelto tra i seguenti 4: Amministrazione delpersonale – Gestione Contabile e Aziendale – Informatica – Competenze Trasversali.Bisogna inserire il titolo che può essere “coerentemente” inventato da chi agisce questoruolo o in collaborazione con il formatore/trice che ha consegnato il materiale didattico.L’obiettivo di contenuto di questo ruolo è quello di condividere e mettere adisposizione di ogni allievo i materiali didattici del percorso e quello di permetterel’attivarsi di un clima di positiva relazione tra i membri della classe.L’obiettivo trasversale è quello di delineare degli obiettivi, selezionare edorganizzare delle informazioni.I file dei materiali didattici condivisi on line verranno resi visibili tramite un link raggiungibiledal blog del corso.Materiale didattico COFINANZIATO DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 7/13
  8. 8. GUDIA RUOLI COOPERATIVI A.D.I.S.P. “CFP”: AUXILIUM TORuolo elementi di sostenibilità (1 coppia di allievi): Coloro che svolgono questoruolo si devono occupare di ricercare e pubblicare informazioni e dati relativi allasostenibilità ambientale e gestire (fisicamente) la raccolta differenziata per la propriaclasse.Pertanto dovranno ricercare su internet o attraverso altri canali delle informazioni relativeai cosiddetti elementi sostenibili al fine di poter pubblicare sul blog del corso un postsettimanale (almeno un post) utile per formare sull’argomento chi lavora nel settoredell’amministrazione del personale.Questo ruolo può essere agito da una unica coppia di allievi.Lo strumento per donare l’evidenza di questo ruolo è rappresentato dal BLOG del corso epiù precisamente dai post settimanali pubblicati sullo stesso. Si consiglia l’utilizzo digoogle presently per eventuali presentazioni on line oppure del servizio slideshare.Ogni post inserito deve contenere una immagine relativa all’argomento trattato e leinformazioni che si intende divulgare. Ogni post deve avere delle etichette o tag tra cuiobbligatoriamente l’etichetta “elementi sostenibili”.L’obiettivo di contenuto di questo ruolo è quello di condividere un aggiornamentoed un approfondimento relativi al tema della sostenibilità ambientale che permetta afine corso di avere a disposizione di ciascun allievo del corso un valido strumentodi lavoro.L’obiettivo trasversale di questo ruolo è quello di acquisire la capacità di realizzareun lavoro di ricerca e sintesi di dati reperiti su internet ed essere in grado diprodurre un sapere condiviso. Delineare strategie per la ricerca di informazioni,analizzare informazioni ed organizzarle in maniera logica.I post pubblicati sono visibili sul blog del corso.Chi agisce questo ruolo assume le vesti del referente sostenibilità aziendale della classe.Materiale didattico COFINANZIATO DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 8/13
  9. 9. GUDIA RUOLI COOPERATIVI A.D.I.S.P. “CFP”: AUXILIUM TOIL COOPERATIVE LEARNING nel nostro ambiente di lavoro.I ruoli e le attività elencate qui sopra permettono di creare un ambiente cooperativo.Dobbiamo ricordare che un ambiente di lavoro risponde ai dettami del cooperative learningse vengono tenuti in considerazioni i 5 elementi essenziali del C.L. ovvero:CINQUE ELEMENTI ESSENZIALI (tratto da un testo di Maria Silvia Libergoliza)I cinque elementi essenziali dell’apprendimento cooperativo sono forniti dai fratelliJohnson e dal loro modello: il learning together che è l’impalcatura per l’applicazionedell’apprendimento cooperativo in qualsiasi area e a qualsiasi livello. Perl’approfondimento si rimanda al quadro sinottico che fornisce una visione completa dicome vengano adottati e adattati i cinque elementi dai diversi autori di apprendimentocooperativo (Sharan, Slavin, Kagan e Cohen) Il primo e più importante elemento èl’interdipendenza positiva: si devono assegnare compiti chiari e un obiettivocomune in modo che gli studenti capiscano che è una questione di “uno per tutti, tutti peruno”. Strutture di interdipendenza Vi è un’interdipendenza positiva di SCOPO quando imembri di un gruppo lavorano insieme per raggiungere un risultato comune. Avere lostesso scopo porta i membri ad aiutarsi reciprocamente perché da soli non sarebbero ingrado di conseguirlo Si parla di interdipendenza di COMPITO quando i membri, puravendo uno scopo unico, si suddividono parti del compito da svolgere individualmente mafinalizzato allo stesso obiettivo comune. Ad esempio, dovendo fare una relazione, uno diessi preparerà i lucidi, un altro un testo scritto e impaginato al computer, un altro ancora lapresentazione orale. Oppure, dovendo affrontare un tema di storia, uno esaminerà glieventi artistici del tempi, un altro ancora la cultura sociale e filosofica, un altro laplanimetria della città. Un gruppo può realizzare anche altri livelli di interdipendenzapositiva, come quello di RISORSE. Ci si trova in questo tipo di interdipendenza quando imembri di un gruppo, nel conseguire il loro scopo, dipendono da competenze e abilitàdifferenziate o di MATERIALI (parti conseguenti e interdipendenti ad ognuno o unico). Siha interdipendenza di VALUTAZIONE quando, al termine di un lavoro, il gruppo riceve unavalutazione che è ponderata sulla base dei risultati ottenuti da ciascuno dei membri. Ilsecondo elemento essenziale è la responsabilità individuale e diMateriale didattico COFINANZIATO DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 9/13
  10. 10. GUDIA RUOLI COOPERATIVI A.D.I.S.P. “CFP”: AUXILIUM TOgruppo. Il gruppo deve essere responsabile del raggiungimento dei suoi obiettivi e ognimembro lo deve essere nel contribuire con la sua parte di lavoro (cosa che impedisce losfruttamento del lavoro altrui). Il gruppo deve definire in modo chiaro gli obiettivi che vuoleraggiungere e deve essere in grado di misurare sia i progressi compiuti verso di essi sia glisforzi individuali di ogni suo componente. Lo scopo dei gruppi di apprendimentocooperativo è anche quello di rafforzare la competenza individuale di ogni membro delgruppo: gli studenti imparano insieme per potere in seguito fornire prestazioni migliorisingolarmente. Il terzo componente essenziale dell’apprendimento cooperativo èl’interazione costruttiva, preferibilmente diretta (interazione promozionale facciaa faccia). Gli studenti devono lavorare realmente insieme e promuovere reciprocamente laloro riuscita condividendo le risorse, aiutandosi, sostenendosi, incoraggiandosi e lodandosia vicenda per gli sforzi che compiono. L’interazione promozionale si realizza attraverso: ilcooperative learning informale e le tecniche di creazione del clima (da fare per ilmantenimento del clima collaborativo) I gruppi di apprendimento cooperativo fungono dasistema sia di sostegno scolastico (ogni studente ha qualcuno che lo aiuta a imparare) siadi sostegno personale (ogni studente ha qualcuno lo aiuta come persona). Il quartoelemento essenziale dell’apprendimento cooperativo consiste nel permettere agliallievi di sviluppare le abilità necessarie nei rapportiinterpersonali all’interno del piccolo gruppo. Nei gruppi diapprendimento cooperativo gli studenti devono imparare sia i contenuti delle materiescolastiche sia le abilità interpersonali e di piccolo gruppo. Queste abilità sociali devonoessere insegnate con la stessa consapevolezza e cura con cui si insegnano le abilitàscolastiche. Il quinto componente essenziale dell’apprendimento cooperativo è larevisione di gruppo e la valutazione del singolo e del gruppo .Nella revisione di gruppo i membri verificano e discutono i progressi compiuti verso ilraggiungimento degli obiettivi e l’efficacia dei rapporti di lavoro. Quando i gruppi lavoranosu compiti in cui è difficile identificare il contributo fornito dai singoli partecipanti, quandoc’è una mancanza di coesione nel gruppo, quando vi è una scarsa responsabilità per ilMateriale didattico COFINANZIATO DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 10/13
  11. 11. GUDIA RUOLI COOPERATIVI A.D.I.S.P. “CFP”: AUXILIUM TOrisultato finale, il livello di partecipazione ei di coinvolgimento di alcuni membri potrà ridursial minimo. Se, al contrario, c’è un’alta responsabilità individuale ed è chiara l’entitàdell’impegno che ciascuno deve fornire, se sono evitati sforzi ridondanti, se ogni membro “si sente” responsabile del risultato finale e se il gruppo è coeso, allora il disimpegno nelgruppo (SOCIAL LOAFTING) svanisce. Quanto più piccolo è il gruppo, tanto più elevatapotrà essere la responsabilità individuale.Le coppie di lavoro:I ruoli verranno agiti dalle seguenti coppie nei seguenti periodi. Attenzione il numeroindicato in tabella corrisponde al numero del registro di classe.Materiale didattico COFINANZIATO DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 11/13
  12. 12. GUDIA RUOLI COOPERATIVI A.D.I.S.P. “CFP”: AUXILIUM TOI periodi di sviluppo dei ruoli:I ruoli verranno agiti nel corso dei due mesi indicati.Al rientro dello stage, nelle ultime settimane di corso del mese di giugno, tutti gli allievisvolgeranno il ruolo 1 di produzione delle sintesi delle giornate di corso. In collaborazionecon il tutor ad ogni allievo verrà data la responsabilità della pubblicazione del post relativoad una delle giornate di corso.Durante le giornate di stage tutti gli allievi agiscono il ruolo di SINTESI ESPERIENZASTAGE redigendo settimanalmente il proprio BLOG PERSONALE DI STAGE, che verràpresentato in sede di esame finale di qualifica.Materiale didattico COFINANZIATO DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 12/13
  13. 13. GUDIA RUOLI COOPERATIVI A.D.I.S.P. “CFP”: AUXILIUM TOLa valutazione del ruolo e del lavoro di gruppo:In un lavoro cooperativo, come detto nelle pagine precedenti, è importante la revisione digruppo e la valutazione del singolo e del gruppo. A tal fine viene proposta al termine diciascun periodo in cui viene agito il proprio ruolo, la compilazione della scheda diautovalutazione del ruolo.La scheda di autovalutazione del ruolo dovrà essere compilata direttamente on line su undocumento condiviso grazie agli strumenti dell’office on line google.Ogni allievo viene invitato alla compilazione del modulo AUTOVALUAZIONE RUOLOPERIODO X.I punti di attenzione del documento e dunque i punti sui quali verterà la autovaluazionesono i seguenti: 1. CONSEGNA E RUOLO Indica i passi operativi che hai usato per socializzare con il tuo compagno/a la consegna e come avete progettato/programmato le attività per agire insieme il ruolo? 2. TEMPI Fornisci un commento e dei suggerimenti su come si sarebbe dovuto o potuto operare per gestire al meglio i tempi di lavoro. 3. CLIMA Quali strategie hai messo in campo per permettere la crescita di un ambiente sereno e collaborativo?. Ritieni di aver operato bene in tal senso? Cosa avresti potuto fare per migliorare il clima di lavoro? 4. PRODOTTO Forniscici un tuo parere rispetto a quanto il prodotto realizzato nello svolgimento del vostro ruolo sia riuscito a rispondere a quanto richiesto dalle consegne. 5. PASSAGGIO DI CONSEGNE Quali suggerimenti offriresti a chi dovrà agire il vostro ruolo nel prossimo periodo al fine di riuscire a raggiungere al meglio tutti gli obiettivi del lavoro?Materiale didattico COFINANZIATO DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 13/13

×