Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

2011 altamura internazionalizzazione

606 views

Published on

Presentazione utilizzata in occasione della giornata LEND / Lions di Altamura, 25 febbraio 2011

Published in: Education, Business
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

2011 altamura internazionalizzazione

  1. 1. L’internazionalizzazione del curricolo Silvia Minardi Liceo Classico Statale “Salvatore Quasimodo” – Magenta (Milano) lend – Lingua e Nuova Didattica Altamura, 25 febbraio 2011
  2. 2. Ovvero… cosa fa un docente, un Consiglio di Classe, una scuola che realizza progetti internazionali / di scambio? <ul><li>Crea dispositivi di </li></ul><ul><li>Relazione </li></ul><ul><li>Cooperazione </li></ul><ul><li>Apprendimento con </li></ul>
  3. 3. Perché aprire il curricolo alla dimensione internazionale?
  4. 4. Perché? C’era una volta… Imparare a comprendere gli altri Oggi… Imparare a far parte dell’Europa e del mondo ( comprendersi )
  5. 5. Comprendere <ul><li>Incontrarsi per </li></ul><ul><li>Conoscersi </li></ul><ul><li>Discutere </li></ul><ul><li>Costruire </li></ul><ul><li>Fare progetti </li></ul><ul><li>INSIEME </li></ul>Comprendersi
  6. 6. Perché? L’obiettivo: formare cittadini che, in una dimensione plurilingue e pluriculturale , siano in grado di muoversi tra esperienze e identità diverse senza mai smettere di cercare modi e momenti di mediazione tra queste.
  7. 7. Perché? <ul><li>Comunicazione nella madrelingua; </li></ul><ul><li>Comunicazione nelle lingue straniere; </li></ul><ul><li>Competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia; </li></ul><ul><li>Competenza digitale; </li></ul><ul><li>Imparare ad imparare; </li></ul><ul><li>Competenze sociali e civiche; </li></ul><ul><li>Spirito di iniziativa e imprenditorialità; </li></ul><ul><li>Consapevolezza ed espressione culturale. </li></ul>
  8. 8. Una certa idea di scuola
  9. 9. È una scuola che… Collega la vita e i saperi perché ricontestualizza i contenuti
  10. 10. È una scuola che… Si orienta verso un curricolo dove ci sono meno frontiere tra le discipline
  11. 11. È una scuola che adotta metodologie aperte alla scoperta, al dibattito…
  12. 12. È una scuola che Dà spazio alla partecipazione degli alunni e alla costruzione cooperativa della conoscenza
  13. 13. È una scuola che… Crede nella pedagogia di progetto
  14. 14. una certa idea di scuola <ul><li>È una scuola che </li></ul><ul><li>Collega la vita e i saperi perché ricontestualizza i contenuti </li></ul><ul><li>È orientata verso un curriculum dove ci sono meno frontiere tra le discipline </li></ul><ul><li>Adotta metodologie aperte alla scoperta, al dibattito… </li></ul><ul><li>Dà spazio alla partecipazione degli alunni e alla costruzione cooperativa della conoscenza </li></ul><ul><li>Crede nella pedagogia di progetto </li></ul>non è facile!!
  15. 15. Pedagogicamente parlando…
  16. 16. Pedagogia degli scambi educazione linguistica educazione interculturale pedagogia di progetto
  17. 17. Pedagogia degli scambi <ul><li>“ una pedagogia dell’incontro tra cittadini stranieri di due o più sistemi educativi aventi ognuno valori, fini e modi di funzionamento propri con lo scopo di creare uno spazio pedagogico nuovo pluri-referenziale in cui, mettendo in contatto sistemi uni-referenziali, i protagonisti imparano ad agire adeguatamente sviluppando le capacità di mediazione, interazione, cooperazione in uno spirito di parità e reciprocità.” </li></ul><ul><ul><ul><li>(Consiglio d’Europa) </li></ul></ul></ul>
  18. 18. Pedagogia di progetto <ul><li>Scelta della tematica </li></ul><ul><li>Individuazione degli obiettivi del progetto </li></ul><ul><ul><li>A livello di classe </li></ul></ul><ul><ul><li>A livello d’istituto </li></ul></ul><ul><li>Dai singoli partner al progetto transnazionale </li></ul><ul><li>L’ innovazione </li></ul><ul><li>Il coordinamento </li></ul><ul><li>I contatti e gli incontri fra gli studenti </li></ul><ul><li>Il prodotto finale </li></ul>
  19. 19. <ul><li>Pedagogia di progetto : </li></ul><ul><li>“ un projet est un moyen d’apprendre en motivant les élèves; la pédagogie de projet s’appuie sur l’action. </li></ul><ul><li>Pour les élèves le but d’un projet est une production , pour l’enseignant cette production n’est en fait qu’un moyen d’atteindre des objectifs d’apprentissage ” </li></ul><ul><ul><ul><ul><ul><li>De Vecchi G., 1992 (in Aider les élèves à apprendre ) </li></ul></ul></ul></ul></ul>
  20. 20. Caratteristiche di un progetto Caratteristiche di un progetto internazionale Trasversale rispetto alle discipline Esalta la nozione di contratto Incide sull’organizzazione del lavoro all’interno dell’istituto Nasce per rispondere a un bisogno (POF)
  21. 21. Adattamento da Salvadori E., 1997 (in Progettare l’Europa nelle scuole ) Stimola bisogni di formazione dei docenti Promuove la presa di coscienza di processi e scelte metodologiche spesso inconsapevoli Fa emergere problematiche pedagogiche Valorizza la cooperazione: interessa partner di culture e ambienti diversi, uniti dal disegno di costruire qualcosa insieme
  22. 22. <ul><li>Chi apprende una lingua deve essere dotato “di un’efficace capacità comunicativa , vale a dire competenze attive piuttosto che una conoscenza passiva. L’obiettivo non è parlare correntemente una lingua come una persona di madrelingua, bensì raggiungere una capacità adeguata di leggere, ascoltare, scrivere e parlare due lingue straniere , che si combini con competenze interculturali e con la capacità di imparare delle lingue , autonomamente o con l’ausilio di un insegnante” [ 1] . </li></ul><ul><li>[1] Cf. Comunicazione della Commissione Europea, 24.07.2003, n.447, p.8. </li></ul>educazione linguistica
  23. 23. Parole chiave <ul><li>Plurilingualism </li></ul><ul><li>Intercultural competence </li></ul>La questione delle lingue in Europa The range of languages Partial competences Multilingual comprehension approaches CLIL Learning to learn
  24. 24. … con percorsi flessibili e modulari … incoraggiando e potenziando CLIL educazione linguistica … per competenze parziali … favorendo l’intercomprensione A scuola si deve apprendere in più lingue
  25. 25. Educazione interculturale <ul><li>“ Non si tratta di trovare partner, ma di farsi partner” (M.Maurice, CIEP) </li></ul>Relazioni Incontro di diversità Comunicazione Dialogo Mobilità <ul><li>Ho imparato a </li></ul><ul><li>Accettare il cambiamento </li></ul><ul><li>Negoziare significati </li></ul><ul><li>Risolvere conflitti </li></ul><ul><li>Condividere </li></ul><ul><li>Diventare consapevole di un’appartenenza che non è più locale </li></ul><ul><li>Relativizzare il mio punto di vista </li></ul><ul><li>A farmi carico degli altri </li></ul>www.comeniusmagenta.splinder.com
  26. 26. “ Si apprende per comprendere il mondo e per comprendersi nel mondo.” Philippe Meirieu
  27. 27. Presentazione disponibile su www.slideshare.net/silviaminardi grazie!

×