Eco-Mappe progetto InnovaDidattica Ravenna 3 novembre 2009 Silvia Minardi lend – lingua e nuova didattica Liceo Classico S...
C L I L content and language integrated learning <ul><li>Strategia europea per l’apprendimento delle  lingue  e delle  dis...
CLIL <ul><li>“In termini di apprendimento linguistico, un presupposto largamente condiviso è che il CLIL fornisca il  cont...
CLIL <ul><li>... Per quanto riguarda l’apprendimento nella materia curricolare, si è presupposto che la pressione derivant...
Metodologia CLIL <ul><li>Attenzione alla lingua </li></ul><ul><li>Lettura (e in secondo luogo scrittura) come abilità ling...
<ul><li>a successful CLIL lesson should focus on:  </li></ul><ul><li>Content:  learning new knowledge and skills  </li></u...
blocs.xtec.cat /clilpractiques1/?p=112
leggere <ul><li>ANDANDO A SCUOLA LUCA ERA MOLTO PREOCCUPATO PER LA LEZIONE DI GRECO </li></ul>LA SETTIMANA PRIMA NON ERA R...
LEGGERE   <ul><li>TESTO / TESTA </li></ul><ul><li>“ un gioco di  CONGETTURE ” (Goodman) </li></ul><ul><li>DIALOGO  nascost...
Schemi mentali <ul><li>SEMANTICI </li></ul><ul><li>FORMALI </li></ul><ul><li>CULTURALI </li></ul><ul><li>Gli schemi SI MOD...
PROCESSO di COMPRENSIONE <ul><li>Operazioni  percettive </li></ul><ul><li>Operazioni di  decodifica </li></ul><ul><li>Oper...
Quali  operazioni <ul><li>Individuare informazioni   date in modo esplicito nel testo </li></ul><ul><li>Comprendere il sig...
 
Fare INFERENZE <ul><li>Livelli di inferenza </li></ul><ul><li>3 - fare  collegamenti  di vario tipo  usando ragionamenti c...
Il lettore (in)competente - ritratto <ul><li>Un   lettore poco competente:  </li></ul><ul><li>non sa di sapere  e quindi h...
Le prove nazionali INVALSI Italiano da una presentazione di D.Bertocchi, ott.2009
 
 
 
 
Leggere a scuola <ul><li>Dalla “ verifica di ciò che hai capito ” all’” imparare a leggere ” </li></ul>
Leggere a scuola <ul><li>mettere al centro dei processi l’alunno-lettore e renderlo consapevole della  varietà  di scopi, ...
Approccio metacognitivo <ul><li>Alcuni strumenti di lavoro </li></ul><ul><li>Le  convinzioni  degli alunni </li></ul><ul><...
strategie <ul><li>Una qualsiasi  linea d'azione organizzata , con uno scopo specifico scelta da un individuo  per svolgere...
Insegnare le  strategie <ul><li>Riconoscere  le strategie e  nominarle .  </li></ul><ul><li>Focalizzare  le strategie e  i...
Alcuni spunti pratici
Livelli di comprensione - compiti <ul><li>A1 Comprensione locale e lineare di dati espliciti </li></ul><ul><li>A2 Comprens...
Compiti per la comprensione del testo <ul><li>Quali operazioni sul testo </li></ul>
<ul><li>La presentazione è disponibile su:   </li></ul><ul><li>www.slideshare.net/ silviaminardi   </li></ul>
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

2009 Ravenna ECOMAPPE

1,253 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,253
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

2009 Ravenna ECOMAPPE

  1. 1. Eco-Mappe progetto InnovaDidattica Ravenna 3 novembre 2009 Silvia Minardi lend – lingua e nuova didattica Liceo Classico Statale “Salvatore Quasimodo” – Magenta
  2. 2. C L I L content and language integrated learning <ul><li>Strategia europea per l’apprendimento delle lingue e delle discipline </li></ul><ul><li>La programmazione di percorsi CLIL </li></ul><ul><li>Tra le attività CLIL… la lettura </li></ul>
  3. 3. CLIL <ul><li>“In termini di apprendimento linguistico, un presupposto largamente condiviso è che il CLIL fornisca il contesto per un modo di imparare naturale, cosa che di solito non si ottiene in una classe di lingua straniera. … </li></ul>
  4. 4. CLIL <ul><li>... Per quanto riguarda l’apprendimento nella materia curricolare, si è presupposto che la pressione derivante dal tenere presente una focalizzazione duale nella classe portasse spesso a ripensare come meglio insegnare la materia curricolare stessa e alla messa in atto di comportamenti di apprendimento di tipo adattivo.” </li></ul><ul><li>David Marsh, 2006 </li></ul>
  5. 5. Metodologia CLIL <ul><li>Attenzione alla lingua </li></ul><ul><li>Lettura (e in secondo luogo scrittura) come abilità linguistiche essenziali </li></ul><ul><li>Una diversa organizzazione della classe </li></ul><ul><li>Didattica per progetti - attorno a temi specifici - </li></ul><ul><li>Wolff </li></ul>
  6. 6. <ul><li>a successful CLIL lesson should focus on: </li></ul><ul><li>Content: learning new knowledge and skills </li></ul><ul><li>Communication: using language to learn while learning to use language </li></ul><ul><li>Cognition: developing thinking skills </li></ul><ul><li>Culture: learning about your own and other countries' cultures </li></ul>Metodologia CLIL
  7. 7. blocs.xtec.cat /clilpractiques1/?p=112
  8. 8. leggere <ul><li>ANDANDO A SCUOLA LUCA ERA MOLTO PREOCCUPATO PER LA LEZIONE DI GRECO </li></ul>LA SETTIMANA PRIMA NON ERA RIUSCITO A CONTROLLARE LA CLASSE NON TROVAVA GIUSTO CHE L’INSEGNANTE DI GRECO GLI AFFIDASSE LA CLASSE DOPO TUTTO NON È COMPITO DEL BIDELLO TENERE GLI STUDENTI IN CLASSE
  9. 9. LEGGERE <ul><li>TESTO / TESTA </li></ul><ul><li>“ un gioco di CONGETTURE ” (Goodman) </li></ul><ul><li>DIALOGO nascosto tra lettore e scrittore attraverso il testo </li></ul>
  10. 10. Schemi mentali <ul><li>SEMANTICI </li></ul><ul><li>FORMALI </li></ul><ul><li>CULTURALI </li></ul><ul><li>Gli schemi SI MODIFICANO </li></ul>
  11. 11. PROCESSO di COMPRENSIONE <ul><li>Operazioni percettive </li></ul><ul><li>Operazioni di decodifica </li></ul><ul><li>Operazioni di interpretazione </li></ul>
  12. 12. Quali operazioni <ul><li>Individuare informazioni date in modo esplicito nel testo </li></ul><ul><li>Comprendere il significato generale del testo </li></ul><ul><li>Sviluppare un’interpretazione </li></ul><ul><li>Riflettere sul contenuto di un testo e valutarlo </li></ul><ul><li>Riflettere sulla forma di un testo e valutarla </li></ul>
  13. 14. Fare INFERENZE <ul><li>Livelli di inferenza </li></ul><ul><li>3 - fare collegamenti di vario tipo usando ragionamenti complessi </li></ul><ul><li>2 - collegare ai dati del testo le conoscenze del lettore (con dati esterni al testo) </li></ul><ul><li>1 - fare collegamenti tra parti di testo (collegare informazioni all’interno del testo) </li></ul><ul><li>0 - individuare informazioni fattuali (nessuna inferenza) </li></ul>
  14. 15. Il lettore (in)competente - ritratto <ul><li>Un lettore poco competente: </li></ul><ul><li>non sa di sapere e quindi ha difficoltà ad attivare autonomamente gli schemi mentali e le conoscenze già disponibili in memoria, a fare ipotesi e ad interagire con il testo per cercare conferme a quanto previsto; </li></ul><ul><li>non sa sfruttare la permanenza del testo , per cui tende a leggere linearmente, dall’alto al basso; </li></ul><ul><li>dimostra scarsa flessibilità: tratta allo stesso modo i diversi tipi di testo </li></ul><ul><li>non sa: </li></ul><ul><ul><li>cogliere la gerarchia del testo </li></ul></ul><ul><ul><li>Individuare gli elementi centrali del testo </li></ul></ul><ul><ul><li>sfruttare gli elementi di coesione lessicale e i connettivi </li></ul></ul><ul><ul><li>rilevare le incongruenze del testo </li></ul></ul><ul><ul><li>porsi domande sul testo </li></ul></ul><ul><ul><li>capire dove non capisce </li></ul></ul><ul><li>Adattato da POZZO, 2008 </li></ul>
  15. 16. Le prove nazionali INVALSI Italiano da una presentazione di D.Bertocchi, ott.2009
  16. 21. Leggere a scuola <ul><li>Dalla “ verifica di ciò che hai capito ” all’” imparare a leggere ” </li></ul>
  17. 22. Leggere a scuola <ul><li>mettere al centro dei processi l’alunno-lettore e renderlo consapevole della varietà di scopi, della pluralità di modi e strategie con cui è possibile affrontare un testo </li></ul><ul><li>tenere conto delle componenti affettivo-motivazionali, delle convinzioni , preferenze e stili di apprendimento nella scelta dei testi e nello svolgimento delle attività </li></ul><ul><li>insegnare le strategie in modo esplicito </li></ul><ul><li>creare spazi per il confronto e sfruttare la dimensione cooperativa per la riflessione </li></ul>
  18. 23. Approccio metacognitivo <ul><li>Alcuni strumenti di lavoro </li></ul><ul><li>Le convinzioni degli alunni </li></ul><ul><li>I comportamenti degli alunni </li></ul><ul><li>Le strategie di lettura </li></ul>
  19. 24. strategie <ul><li>Una qualsiasi linea d'azione organizzata , con uno scopo specifico scelta da un individuo per svolgere un compito che si è prefisso o con cui si confronta. </li></ul>
  20. 25. Insegnare le strategie <ul><li>Riconoscere le strategie e nominarle . </li></ul><ul><li>Focalizzare le strategie e insegnarle . </li></ul><ul><li>Far parlare / scrivere delle strategie attivate. </li></ul><ul><li>Far confrontare le strategie attivate con i compagni </li></ul><ul><li>Differenziare i compiti in base alle esigenze individuali emerse dal feedback degli studenti . </li></ul>
  21. 26. Alcuni spunti pratici
  22. 27. Livelli di comprensione - compiti <ul><li>A1 Comprensione locale e lineare di dati espliciti </li></ul><ul><li>A2 Comprensione locale e confronto di dati espliciti non solo contigui </li></ul><ul><li>B1 Comprensione locale di dati impliciti per inferenza interna </li></ul><ul><li>B2 Comprensione locale di dati impliciti per inferenza esterna </li></ul><ul><li>C1 Comprensione globale (testuale) di significati e dati espliciti </li></ul><ul><li>C2 Comprensione locale o globale di tipo integrativo e interpretativo </li></ul><ul><li>D1 Analisi, valutazione e interpretazione di elementi interni o esterni al testo, sulla base di criteri dati o posseduti </li></ul><ul><li>D2 Analisi, valutazione e interpretazione in rapporto al contesto storico e culturale </li></ul><ul><li>M. Ambel (2006), pg.112-3 </li></ul>
  23. 28. Compiti per la comprensione del testo <ul><li>Quali operazioni sul testo </li></ul>
  24. 29. <ul><li>La presentazione è disponibile su: </li></ul><ul><li>www.slideshare.net/ silviaminardi </li></ul>

×