Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Psiconcologia: quando il cancro colpisce la famiglia

Psiconcologia: quando il cancro colpisce la famiglia. Un intervento di Luca Mazzucchelli, psicologo di Milano, sul ruolo della rete di salvataggio dei pazienti oncologici.

  • Login to see the comments

  • Be the first to like this

Psiconcologia: quando il cancro colpisce la famiglia

  1. 1. Le relazioni affettive Risorsa per curare le ferite della mente Luca Mazzucchelli www.psicologo-milano.it [email_address]
  2. 2. Pearl Harbor - 1941
  3. 3. <ul><li>Amici e famigliari sono il primo mezzo di sostentamento emotivo </li></ul><ul><li>Colpiti negli affetti, cognizioni, comportamenti, abitudini, progetti, sentimenti </li></ul><ul><li>Tiriamo le patate… o ascoltiamo in silenzio </li></ul>L’invasione improvvisa e ingiusta
  4. 4. Non siamo soli <ul><li>Se un partner sviluppa una sofferenza psicologica, è più che probabile che ciò avvenga anche per l’altro. </li></ul><ul><li>(2005 L.J. Hodges et al) </li></ul><ul><li>In USA 3 famiglie su 4 sono toccate dal cancro, in occidente una su tre. </li></ul><ul><li>(Global Cancer Statistics, American Cancer Society 2004) </li></ul>
  5. 5. La rete di salvataggio <ul><li>Con la diagnosi sono necessarie nuove competenze e compiti da svolgere </li></ul><ul><li>Accettare regressioni fisiche ed emotive </li></ul><ul><li>Tollerare le paure, rabbia e ambivalenza del paziente </li></ul><ul><li>Prendersi cura della persona e preoccuparsi insieme a essa </li></ul><ul><li>Gestire le proprie emozioni profonde </li></ul>
  6. 6. I pericoli del bivio <ul><li>“ La qualità delle relazioni famigliari influenza il futuro dei suoi membri” </li></ul><ul><li>Come sviluppare nuovi stili di relazioni, abitudini e priorità? </li></ul><ul><li>Aspetti stressanti: </li></ul><ul><li>Ambiguità; </li></ul><ul><li>Rigidità; </li></ul><ul><li>Riserbo; </li></ul><ul><li>Chiusura; </li></ul>
  7. 7. Fattori di rischio della famiglia <ul><li>“ Prima di capire come raddrizzare qualcosa, </li></ul><ul><li>occorre capire come storcela” </li></ul><ul><li>Conflitti, criticismo, colpevolizzazione; </li></ul><ul><li>Diniego e rigidità; </li></ul><ul><li>Stress esterni ulteriori; </li></ul><ul><li>Carenza di sistemi di supporto extra famigliare; </li></ul><ul><li>Compiti di sviluppo interrotti dalla malattia; </li></ul><ul><li>Carenza di fiducia; </li></ul>
  8. 8. Fattori protettivi <ul><li>“ Il vento non spezza i rami più flessibili” </li></ul><ul><li>Intimità, reciprocità, connessione; </li></ul><ul><li>Relazioni supportive; </li></ul><ul><li>Espressività emozionale; </li></ul><ul><li>Competenza ad affrontare nuove circostanze ed effettuare i necessari cambiamenti; </li></ul><ul><li>Organizzazione chiara; </li></ul><ul><li>Tolleranza delle credenze individuali e famigliari; </li></ul>
  9. 9. La comunicazione <ul><li>Non solo veicola significati, ma costruisce vere e proprie realtà </li></ul><ul><li>Diversi modi di comunicare: </li></ul><ul><li>Esserci </li></ul><ul><li>Ascoltare e non solo “sentire” </li></ul><ul><li>Cosa diciamo o come ascoltiamo? </li></ul>
  10. 10. Quando ad ammalarsi è un bambino <ul><li>Regredisce l’intero sistema famiglia </li></ul><ul><li>Il bambino nota maggiore protezione </li></ul><ul><li>Si possono creare coppie simbiotiche </li></ul>
  11. 11. Capire le esigenze del bambino <ul><li>Deve sapere che è amato, sempre e comunque </li></ul><ul><li>Che non sarà rifiutato a causa della malattia </li></ul><ul><li>Che non è colpa sua </li></ul><ul><li>Che lui conta, è tenuto in considerazione </li></ul><ul><li>Dei cambiamenti transitori che lo renderanno diverso </li></ul><ul><li>Che è un bambino, sebbene diverso </li></ul>
  12. 12. La rete di salvataggio <ul><li>Prepararsi a un lungo percorso </li></ul><ul><li>Specchio attraverso il quale percepisce la realtà </li></ul><ul><li>Non nascondere le notizie </li></ul><ul><li>Interlocutore onesto e sincero </li></ul><ul><li>Sensibilità, equilibrio ed empatia </li></ul>
  13. 13. La ferita può trasformarsi in feritoia? <ul><li>«Il cancro? Mi ha migliorato la vita» </li></ul><ul><li>La prima ricerca italiana sul tema rivela che il 90% dei pazienti trova dei benefici nell'esperienza della malattia </li></ul><ul><li>Lo rivela uno studio dell ’Università di Milano-Bicocca in collaborazione con l’Istituto nazionale dei tumori di Milano e altre oncologie lombarde, che ha coinvolto 190 pazienti sottoposti a chemioterapia </li></ul>
  14. 14. <ul><li>La sfida nel trovare effetti benefici nel cancro è difficile, ma con l ’andare del tempo molti pazienti riescono a rilevare i benefici nelle loro relazioni personali e nella qualità di vita. Alcuni poi maturano profondi cambiamenti nella carriera lavorativa, nella gestione del tempo, nella propria scala di valori. Senza considerare che dopo un’esperienza così dura c’è chi accresce il proprio senso di autostima e acquista maggiore fiducia in se stesso. </li></ul><ul><li>Dopo il dolore, l ’ansia, la rassegnazione, i malati raccontano il &quot;secondo livello&quot; a cui necessariamente si approda. «Mi sono guardata intorno e ho visto, ho sentito, l’affetto di mio marito, dei figli, di tutta la famiglia. E ho ascoltato la spinta a lottare che mi trasmettevano, con un pugno di amici e colleghi irriducibili. Erano sempre lì a darmi coraggio e alla fine è arrivata: una forza misteriosa che neppure io sapevo d’avere» </li></ul>
  15. 15. &quot;Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi&quot; -  M. Proust Luca Mazzucchelli www.psicologo-milano.it [email_address]

×